Spamford rischia il carcere

Il re della posta spazzatura ha ignorato l'ordinanza di un giudice. Non avrebbe dovuto accedere a Facebook ma ha persistito nelle attività spammatorie. Potrebbe finire dietro alle sbarre

Roma – Disseminava link per impossessarsi di password e credenziali a mezzo phishing, insidiava gli utenti di Facebook e si impadroniva delle loro identità per riempire la rete di messaggi non desiderati: il re dello spam Sanford ” Spamford ” Wallace si sta scontrando con il colosso del social networking. Potrebbe rischiare il carcere.

La denuncia di Facebook risale a febbraio: Wallace e i suoi due complici erano stati accusati di approfittare del social network per diramare messaggi indesiderati a mezzo di account di cui si sarebbero appropriati in maniera non troppo cristallina. Il giudice Fogel aveva emesso un’ingiunzione con cui raccomandava a Spamford di non accedere a Facebook e di non abusare del social network per fini illegali. Wallace, dopo aver dichiarato bancarotta e aver così fatto arenare la causa in corso, non avrebbe rispettato l’ordinanza del giudice.

La causa era stata finora di natura civile: se Spamford si fosse attenuto alle disposizioni del giudice avrebbe rischiato di doversi sobbarcare una multa consistente. Così era avvenuto nel caso che lo ha visto opposto a MySpace, avviato dalla piattaforma con le stesse motivazioni. È stato giudicato colpevole di aver inviato 735.925 proposte commerciali indesiderate agli utenti del portalone, sulla base del CAN Spam Act statunitense è stato condannato a risarcire MySpace con 234 milioni di dollari.

Ma nella causa legale intentata da Facebook la palla sembrerebbe ora essere passata da Fogel ai procuratori generali: il fatto di aver ignorato le disposizioni del magistrato potrebbe portare Wallace in carcere, pena che ha già colpito altri professionisti della pubblicità massiva e indesiderata. “Crediamo che la decisione di Fogel rappresenti un forte deterrente contro gli spammer – ha dichiarato un portavoce di Facebook – gli spammer credono di essere immuni dalle cause penali. Ma la decisione di Fogel dimostra che i giudici faranno rispettare le ingiunzioni e che gli spammer che le violino debbano affrontare cause penali”. ( G.B. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Type R scrive:
    Andava meglio 40 anni fà
    Chissà come mai!
  • Nicola scrive:
    Visita al KSC
    Tempo fa vidi un sito che proponeva viaggi organizzati con mete "insolite" e una di queste era la visita al Kennedy Space Center. Ricordo che la pagina recitava così:"La visione del lancio dello Shuttle non è un elemento garantibile. E un evento di carattere scientifico, soggetto a numerose variabili e condizionamenti, prima di tutto la sicurezza dei piloti e dell'intera missione. Ladesione al viaggio presuppone laccettazione da parte del cliente delleventualità di non poter assistere al lancio dello Shuttle."Certo che per 2000 e passa sarebbe una bella fregatura e a quanto pare questa circostanza non pare essere poi tanto remota!
    • a n o n i m o scrive:
      Re: Visita al KSC
      - Scritto da: Nicola
      Tempo fa vidi un sito che proponeva viaggi
      organizzati con mete "insolite" e una di queste
      era la visita al Kennedy Space Center. Ricordo
      che la pagina recitava
      così:

      "La visione del lancio dello Shuttle non è un
      elemento garantibile. E un evento di carattere
      scientifico, soggetto a numerose variabili e
      condizionamenti, prima di tutto la sicurezza dei
      piloti e dell'intera missione. Ladesione al
      viaggio presuppone laccettazione da parte del
      cliente delleventualità di non poter assistere
      al lancio dello
      Shuttle."

      Certo che per 2000 e passa sarebbe una bella
      fregatura e a quanto pare questa circostanza non
      pare essere poi tanto
      remota!credo che i 2000 euri siano per il viaggio in ammeriga più che al KSC (l'ingresso se non erro è gratuito o quasi) :)
    • Pao scrive:
      Re: Visita al KSC
      - Scritto da: Nicola
      Tempo fa vidi un sito che proponeva viaggi
      organizzati con mete "insolite" e una di queste
      era la visita al Kennedy Space Center. Ricordo
      che la pagina recitava
      così:

      "La visione del lancio dello Shuttle non è un
      elemento garantibile. E un evento di carattere
      scientifico, soggetto a numerose variabili e
      condizionamenti, prima di tutto la sicurezza dei
      piloti e dell'intera missione. Ladesione al
      viaggio presuppone laccettazione da parte del
      cliente delleventualità di non poter assistere
      al lancio dello
      Shuttle."I 2K comprenderanno anche altro, no?Purtroppo i lanci sono imprevedibili.
    • Funz scrive:
      Re: Visita al KSC
      Un viaggetto con la Soyuz sulla ISS costa una trentina di M$, ci si potrebbe fare un pensierino in alternativa :D
Chiudi i commenti