Speciale/ Più la rabbia che l'orgoglio

a cura di Massimo Mantellini. Cosa c'è dietro la crociata legale con cui Oriana Fallaci cerca di reprimere la diffusione del suo celebre articolo, pubblicato da decine di siti internet? Diffidata dalla Fallaci, la risposta di S. Zandiri


Roma – Confesso che quando qualche giorno fa Simonetta Zandiri mi ha fatto leggere la diffida giuntale da parte del legale di Oriana Fallaci e dell’editore RCS che la accusano di aver pubblicato senza autorizzazione l’ormai famoso articolo “La rabbia e l’orgoglio” sul suo sito web ho per un attimo pensato che fosse ormai inevitabile ricorrere a qualche forma di resistenza civile.

Esiste un limite di buonsenso che la diffida dei legali della autrice de “La rabbia e l’orgoglio” ha infatti ampiamente superato: non può definirsi diversamente l’accanimento mostrato contro la duplicazione di un articolo giornalistico, già pubblicato in grande evidenza dal Corriere della Sera del 29 settembre scorso, su siti web che lo “copiano” al di fuori di ogni ipotesi di lucro. Ed insieme al buonsenso i legali della Fallaci e della Rizzoli Corriere della Sera scelgono di ignorare anche una idea, quella dei diritti dei lettori, con la quale dovremo tutti – noi e loro – prima o poi iniziare a fare i conti anche in Italia.

Per chiarire un po’ meglio vale la pena di citare uno dei capisaldi della applicazione su Internet della cosiddetta dottrina del fair use nelle parole ormai famose di Philippe Queau pronunciate all’European IT Forum di Parigi del 1995:

“Alle zone privilegiate, private, dei “copyright” bisognerà opporre delle zone generose, di distribuzione dell’informazione, che serviranno la distribuzione gratuita delle idee, indirizzata soprattutto verso le scuole, verso l’educazione in senso lato, verso i paesi in via di sviluppo, mediante le azioni necessarie a ridurre le distanze tra gli “have” e gli “have not”, tra chi ha e chi non ha, tra gli info-ricchi e gli info-poveri. Queste azioni potrebbero appoggiarsi su un aspetto del diritto d’autore e del diritto morale di proprietà, concetto molto interessante della giurisprudenza anglosassone, che è il diritto di “fair use”: un diritto che non è dell’autore, ma del lettore, non del proprietario dell’opera, ma dell’utente, perché bisogna pensare anche al bene comune e il bene comune esige che si protegga non soltanto il diritto degli autori, ma anche quello degli utenti.”

Si tratta di una citazione lunga ma necessaria poichè la giurisprudenza italiana sembra particolarmente restia ad occuparsi dei diritti del lettore mentre, come si vede, dei diritti degli autori ci si può occupare con sufficiente alacrità, anche in relazione a leggi dello stato sempre più stringenti.

Per queste ragioni, in funzione di questa insostenibile asimmetria fra i diritti accertati degli autori e quelli ignorati degli utenti, la mia prima reazione alla lettura della diffida è stata quella che per una volta fosse il caso di resistere, invitando i lettori alla ormai vecchia e consolidata pratica di mirroring delle pagine incriminate.

Poi ho cambiato idea. Vi spiego perchè.

Gia nei giorni successivi alla pubblicazione de “La rabbia e l’orgoglio” i lettori del Corriere si erano trovati nella poco invidiabile situazione di animare un forum sul sito web del giornale senza poter leggere il pezzo di cui si stava discutendo: di questo e di altre stranezze Simonetta Zandiri aveva scritto su Punto Informatico. Le voci di corridoio sussurravano già allora che La Fallaci avesse vietato la riproduzione del pezzo in questione che avrebbe dovuto far parte (come poi è avvenuto) di un libro di successiva pubblicazione. Per qualche tempo l’articolo era in seguito ricomparso sul web del Corriere per poi scomparire di nuovo. Ma a parte la ondivaga scomparsa/comparsa/riscomparsa su corriere.it, il pezzo della Fallaci, è stato comunque duplicato/pubblicato/letto centinaia di volte sul web.

Basta fare una rapida ricerca su un motore qualsiasi per trovare decine e decine di copie “abusive” del lavoro in questione, nella stragrande maggioranza dei casi incollate dentro pagine web personali, dentro siti di scuole pubbliche, di associazioni politiche e perfino nelle pagine web personali del Presidente della Regione Piemonte Enzo Ghigo. Chissà se gli avvocati hanno diffidato anche Ghigo (insieme alle centinaia di altre persone che hanno riprodotto l’articolo sul web, dentro mailing list o newsgroup e in chissà quali altri posti della Internet non solo italiana) per aver “posto in essere una duplicazione senza il consenso del titolare dei diritti sull’opera” . Chissà se hanno chiesto conto di tale illecito utilizzo al Centro Walter Tobagi , a qualche decina di scuole pubbliche medie e superiori che hanno utilizzato l’articolo come materiale didattico, se hanno diffidato il sito di Forza Italia della Regione Emilia Romagna o la rivista politica Quaderni Radicali per averne indebitamente copiato il contenuto. E sarebbe poi interessante sapere se il sito web del TG5 abbia ricevuto l’autorizzazione alla pubblicazione del pezzo (che nemmeno il Corriere ha più) o se la medesima diffida spedita a Simonetta sia giunta alla sede di Alleanza Nazionale di Mestre sul cui sito web l’articolo è tutt’ora, come in tutti quelli appena citati, accessibile. Chissà infine se i legali della scrittrice e giornalista fiorentina hanno esteso il fermo invito alla rimozione anche a Google attraverso la cui memoria cache qualsiasi utente della rete Internet fino a pochi giorni fa poteva raggiungere la vecchia versione “legale ” del pezzo pubblicata sul web del Corsera. Oggi per qualche ragione tale link non è più attivo.

Ecco, come vedete la mia era una idea assurda: non esiste alcuna necessità di mirrorare alcunchè. Solo il pensiero di limitare la diffusione in rete di un pezzo giornalistico che tante polemiche e discussioni ha scatenato, è al di fuori da ogni applicabilità. Sarebbe già tanto rivolgere simili attenzioni a chi ha utilizzato per fini commerciali l’articolo della Fallaci, limitando in questo modo un diritto di sfruttamento economico che ha invece più di una ragione per essere tutelato.

Altre e meno grossolane di quelle tentate oggi sono invece le strade per tutelare gli autori nell’era digitale nei confronti della diffusione fra i lettori dei parti del loro ingegno. Altra dovrebbe essere poi, da parte di tutti, magistrati e legislatori compresi, la considerazione dei diritti stessi dei lettori, specialmente quando, come in questo caso, essi coincidono con l’interesse comune.

Quanto poi ad Oriana Fallaci ed alle sue pretese di controllare il frutto del proprio lavoro in maniera tanto stringente, la scrittrice ci perdonerà un piccolo suggerimento: “Pensi alle biblioteche!”. Sono piene di volumi da lei scritti sui quali i lettori continuano, impunemente, a non pagare alcun dazio. La biblioteca come eccezione alle leggi che regolano il sistema del diritto d’autore sembra l’unico punto serio da cui partire per continuare a garantire il primato della libera circolazione delle idee anche ai tempi di Internet. Gli autori dovranno prima o poi prendere atto che da quando le loro parole sono diventate bit le dimensioni fisiche delle nostre biblioteche si sono enormemente allargate e che tale ampliamento non può e non deve essere considerato un limite.

Massimo Mantellini


Il diritto (e il dovere) di copiare e diffondere.
Lettera aperta a Oriana Fallaci e RCS Editori S.p.A.

“Vi sono momenti nella Vita, in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre” . Queste sono le sue parole, sig.ra Fallaci, riprodotte dal Corriere della Sera in una lunga lettera (pubblicata sul Corriere il 29 settembre 2001) che ha indubbiamente lasciato il segno e provocato dibattiti e reazioni di tante “cicale di lusso”, certo, ma anche di tanta gente comune.

Condividendo queste sue parole ho deciso di scrivere anch’io una lettera aperta a lei ed alla RCS Editori S.p.A., in risposta all’Atto di Diffida che i vostri rispettivi avvocati mi hanno recapitato recentemente, in merito alla “riproduzione non autorizzata” dell’articolo in questione sul sito www.strategiedigitali.it .

L’Atto di Diffida

Nell’Atto di Diffida si legge ( qui il testo per intero ):

“(?) tale riproduzione é stata posta in essere senza il consenso del titolare dei diritti sull’opera e, pertanto, in violazione della normativa sul diritto d’autore che riserva all’autore, o al suo avente causa, “il diritto di utilizzare economicamente l’opera in ogni forma e modo” ( art. 12, 1.22 aprile 1941, n.633), nonché la violazione dei diritti sull’opera a difesa della personalità dell’autore (artt. 20 e ss. 1. 22 aprile 1941, n.633);
l’abusiva riproduzione dell’opera di ingegno è comunque fonte di danno di notevole entità, tenuto conto che il brano pubblicato sul Corriere della Sera del 29 settembre 2001, costituisce parte integrante del libro di Oriana Fallaci, intitolato anch’esso “La rabbia e l’orgoglio” e pubblicato dal Gruppo Rizzoli nel dicembre 2001 con una tiratura, ad oggi, superiore alle 800.000 copie e un prezzo di copertina di euro 9,30 (?)”

Le motivazioni del mio gesto

Credo sia opportuno chiarire le motivazioni del mio gesto, i sentimenti e le ragioni che mi hanno spinta a pubblicare l’articolo in questione sul mio sito, rendendolo così disponibile per tutti coloro che, non avendo potuto acquistare il Corriere della Sera il 29 settembre (io ero all’estero quel giorno) hanno cominciato a vagare per il web o a chiedere ad amici e conoscenti una copia cartacea del giornale che è poi stata puntualmente fotocopiata e diffusa.

Per chiarire le mie motivazioni, però, dovremmo tornare indietro nel tempo, tornare ai giorni bui che tutti noi abbiamo vissuto con angoscia, rabbia e paura, dopo i tragici eventi dell’11 settembre. In quei giorni tutti i media offrivano, a tutte le ore, e fino a tarda sera, approfondimenti, dibattiti, aggiornamenti, discussioni, trasmettendo continuamente le immagini che sono rimaste impresse per sempre nella nostra memoria, la prima torre che brucia, l’orrore e la paura, poi il secondo aereo contro la seconda torre, ancora orrore, sgomento e paura, poi il crollo. Anche i bambini, a scuola, disegnavano le due torri colpite dagli aerei, e qualche bambino ha disegnato anche i particolari della gente che, disperata, si gettava dai piani alti, o del coraggioso pompiere che non riabbraccerà mai più la sua famiglia.

In quei giorni io ero all’estero e non ho avuto alcuna possibilità di acquistare una copia del Corriere della Sera, e così al mio ritorno cerco l’articolo sul sito del Corriere, perché qualcuno mi dice che avrei potuto trovarlo proprio lì, ma non lo trovo. Un collega, gentilmente, mi manda via fax le fotocopie dell’articolo, facendomi notare che sono 2 giorni che fotocopia l’articolo per tutti i suoi colleghi in ufficio e per un numero indefinito di amici e conoscenti. Sono tanti, dunque, quelli che non hanno potuto acquistare il Corriere, ma erano interessati a leggere il suo articolo, sig.ra Fallaci. Intanto scopro che qualche sito ha pubblicato tutto il testo dell’articolo (l’ho trovato mirrorato coraggiosamente da Clarence, solo per qualche giorno), probabilmente salvando la versione integrale durante le 24/48 ore in cui il Corriere l’ha reso disponibile on-line. Così approfitto dell’occasione, e “copio” una versione “digitale” dell’articolo, salvandola nel mio HD (è certamente più leggibile di una fotocopia inviata via fax!). Forse avrei dovuto aspettare l’uscita del libro, per leggere il testo nel pieno rispetto della legge sul Diritto d’Autore, ma non era una questione di giorni, mi pare, quanto di settimane, anzi, di mesi!


Le sue parole, sig.ra Fallaci, hanno scatenato una polemica ed un dibattito accesi, se ne parlava su altre riviste, su altri quotidiani, se ne parlava nei telegiornali, nel salotto di Bruno Vespa, certo, ma se ne parlava soprattutto nelle case, negli uffici, nelle strade, ne parlava la gente comune, e così quelle parole che lei ha scritto perché “tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo” hanno scosso l’opinione pubblica, suscitando curiosità anche in tutti coloro che non avevano acquistato il Corriere, quel 29 settembre.

Anche in rete si è parlato molto del suo articolo, nei newsgroup, nelle mailing list, nelle chat e con accesi dibattiti via email.

La copia “digitale” del suo articolo è stata salvata (proprio come ho fatto io) da molti navigatori, ed è stata fatta girare per giorni e giorni e pubblicata su molti siti, non per violare i suoi legittimi diritti sull’opera (credo che nessuno, me compresa, l’abbia fatto per trarre alcun profitto economico, diretto o indiretto), ma per rispettare i diritti dell’opinione pubblica, per consentire a tutti i cittadini (italiani e non) di conoscere il suo pensiero, e leggere le sue parole, La pubblicazione on-line del suo articolo, almeno nelle intenzioni, voleva essere un tributo a lei, sig.ra Fallaci, come scrittrice e come giornalista, un riconoscimento del suo valore e non un abuso o una violazione del copyright, un segno di stima, dunque, nei suoi confronti e nei confronti di quella gente comune che ho ritenuto avesse il diritto di accedere al suo pensiero, perché ho ritenuto che stessimo vivendo proprio uno di quei momenti nella Vita in cui “ignorare” può essere una colpa, e “conoscere” diventa un obbligo, un dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ho potuto (e non ho voluto) sottrarmi.

L’entità del danno

I vostri avvocati affermano che il mio gesto ha provocato “danni di notevole entità”, tenuto conto che “il brano pubblicato sul Corriere della Sera del 29 settembre 2001, costituisce parte integrante del libro di Oriana Fallaci, intitolato anch’esso “La rabbia e l’orgoglio” e pubblicato dal Gruppo Rizzoli nel dicembre 2001 con una tiratura, ad oggi, superiore alle 800.000 copie e un prezzo di copertina di euro 9,30″ . Se la matematica non è un’opinione, da un rapido calcolo direi che stiamo parlando di un giro d’affari di più di 7 milioni di Euro (ovvero circa 14 miliardi di Lire) solo per il libro, senza considerare le vendite del Corriere il 29 settembre! E il libro in questione è ancora in vetta alle classifiche dei più venduti, dunque dov’è il danno?

Su questo punto credo di poter argomentare l’opposto, e cioè il contributo – seppur praticamente irrilevante – dato dalla divulgazione dell’articolo e quindi, potenzialmente, alla vendita successiva del libro. Del resto, non può sfuggire ad un giudizio obiettivo che la pubblicazione on line dell’articolo su uno sconosciuto sito non pubblicizzato non può aver alterato significativamente l’effetto divulgativo, peraltro positivo, generato da uno dei principali quotidiani nazionali con quasi tre milioni di lettori!

Centinaia di lettori e suoi ammiratori, sig.ra Fallaci, hanno contribuito a diffondere le sue parole e, anche se in misura modesta, hanno contribuito al suo successo, sebbene “violando” i suoi diritti. Qualcosa è cambiato in questi ultimi 10 anni, e non è cambiata solo la tecnologia, sig.ra Fallaci, sono cambiate anche le persone. Posso assicurarle, sig.ra Fallaci, che nonostante avessi letto il testo dell’articolo, ho acquistato una copia del libro “La rabbia e l’orgoglio” nei primi giorni in cui è comparso nelle librerie, così come avevo fatto con tutti i suoi precedenti libri (libri che sono finalmente tornati in pole-position in tutte le librerie, se non sbaglio!) e come credo abbiano fatto molti internettiani che avevano avuto modo di leggere on-line tutto il testo dell’articolo (perché si sa che l’appetito?.vien mangiando!).

Di fronte al vostro Atto di Diffida non ho potuto fare altro che eliminare immediatamente dal mio sito il testo dell’articolo, e l’ho fatto sapendo che comunque questo non basterà ad arrestare il “flusso”, perché ci sono ancora centinaia di siti che riproducono il testo integrale, ed è sufficiente fare una ricerca con il motore di ricerca Google per ritrovare ancora (nella cache di Google) le stesse pagine del Corriere della Sera!


Il copyright, che molti chiamano (impropriamente, certo) “il diritto di copiare”, era nato con la stampa a caratteri mobili. Fino a quando gli strumenti di produzione (di un libro o un giornale, di un disco o di un filmato) erano privilegio di pochi e richiedevano tecnologie e risorse decisamente costose, il sistema dei diritti valido ancora oggi aveva ragione d’esistere. Ma le cose sono cambiate, le tecnologie sono cambiate e, ribadisco, anche le persone sono cambiate.

Oggi molte persone hanno a disposizione oggetti per “riprodurre” opere tutelate da copyright, in questo caso, ad esempio, era sufficiente una fotocopiatrice (per copiare), un fax (per diffondere), e per la musica o un video ci sono i masterizzatori di CD (per non parlare di Napster e la rivoluzione del formato MP3) e i videoregistratori, e poi c’è la Rete, questo grande tessuto connettivo grazie al quale ognuno può distribuire all’infinito un testo, un brano musicale, o un semplice pensiero, anche se non il suo. E poiché oggi la tecnologia rende possibile “copiare”, ecco che tutti copiano e diffondono, modificano, aggiungono e poi immettono nuovamente in Rete nuovi esemplari. Non è facile imporre alla gente il divieto di copiare. Nel nostro caso, per esempio, pur avendo eliminato le pagine dal mio sito, difficilmente arresterete il flusso del vostro articolo, perché ci saranno altri siti che pubblicheranno il testo, e anche volendo censurare e oscurare tutti i siti (ma, attenzione, c’è sempre la cache di Google), le persone useranno l’email per diffondere comunque il testo integrale.

Oltre la legge, con lo spirito del “comune sentire”, verso una nuova concezione del copyright.

La legge è dalla vostra parte, certo, e sostenere queste spese legali per lei, sig.ra Fallaci, e per RCS Editori S.p.A. è certamente un’inezia, una goccia in un oceano, una battaglia vinta in partenza, e ne è una prova il fatto che ho eliminato le pagine “incriminate” dal sito in questione.

Non è sempre così, e lo dimostra la sentenza controcorrente (divenuta famosa), emessa dal Giudice del Tribunale di Roma Gennaro Francione, che ha deciso di non processare quattro venditori ambulanti senegalesi fermati mentre vendevano compact disk “fuorilegge” nelle vie del centro di Roma. Nelle motivazioni del verdetto, troviamo: “La legge e la giustizia vanno applicate in nome del popolo al quale spetta la sovranità e il metro di questa sintonia è proprio la rispondenza piena del popolo alle leggi penali emanate dal Parlamento, il quale può andare controcorrente quando contraddica lo spirito del comune sentire, incorrendo in tal maniera di fatto nella disapplicazione della norma scritta. Nel caso specifico la norma repressiva é desueta di fatto per l’abitudine di molte persone di tutti i ceti sociali che ricorrono all’acquisto dei cd per strada o li scaricano da Internet (n.d.r. non i cd, ma i file MP3)” . Inoltre (rileva il magistrato) nella vendita dei cd falsi il danno sociale é in concreto inesistente per analogia con la diffusione anticopyright dell’arte libera e gratuita in rete”. (cfr. Roma, assolti venditori di CD pirata ).

Linux, il programma di software gratuito che in pochi anni è diventato il primo rivale del sistema Windows di Microsoft, e Open Cola, che sfida Coca Cola rivelando la propria ricetta di produzione e dicendo “copiatemi!”, e ancora Wikipedia, l’enciclopedia on-line che tutti possono copiare e integrare, sono solo alcuni esempi del cambiamento in atto, un cambiamento che richiederà un ripensamento della gestione del copyright, nei suoi aspetti legali, economici e tecnologici, altrimenti un giorno ci troveremo in prigione per aver cantato, senza averne diritto, una canzone di John Lennon, o per aver recitato ad alta voce una poesia di un autore contemporaneo in un locale pubblico, o ancora per avere utilizzato un colore che qualche azienda ha pensato bene di inserire nel proprio marchio, acquistandone tutti i diritti.

Io trovo vergognoso che nel nostro Paese sia consentito promuovere un’azione legale con questi presupposti, accusandomi di avere violato i diritti d’autore e provocato un danno economico per un articolo pubblicato su un quotidiano a diffusione nazionale che, trasformato in un libro, ha generato un volume di affari superiore ai 7 milioni di Euro (14 miliardi di Lire). Qual è il limite economico oltre il quale un autore (ed il suo editore) può ritenersi economicamente (oltre che umanamente) soddisfatto, e concedere la libera diffusione di parte o tutta l’opera?

E se le sue opinioni un giorno non fossero allineate con l’oligopolio dell’informazione e dell’editoria, sig.ra Fallaci, e non trovasse più spazio per quel dovere civile, quella sfida morale , forse quel giorno capirà che c’è solo un media ancora che potrà contribuire alla diffusione delle sue idee, lo stesso media che oggi considerate causa di “danno”. E allora, forse, scoprirà che per quell’imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre c’è un prezzo da pagare, sig.ra Fallaci, il rispetto della libertà degli altri, ed il libero accesso alle informazioni ed alla conoscenza.

Simonetta Zandiri

NOTA: Questo documento è copyfree, ed è consentita la libera riproduzione e diffusione. Chiediamo solo che sia citata la fonte, e che venga inserito un link al testo originale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E la compatibilità vantata?
    Quando saltano fuori delle notizie su StarOffice o OpenOffice, i forum si riempiono di post in cui si vanta la maturità delle suite open-source a sostituire la suite di Microsoft, citando peraltro il fatto che le suddette suite open-source sono perfettamente in grado di leggere i documenti in formato office.Alla luce di ciò, o la maturità delle suite open-office è una millanteria oppure questa notizia è l'n-simo piagnisteo antimicrosoftiano.
    • Anonimo scrive:
      Re: E la compatibilità vantata?
      - Scritto da: Anonimo
      Alla luce di ciò, o la maturità delle suite
      open-office è una millanteria oppure questa
      notizia è l'n-simo piagnisteo
      antimicrosoftiano.Direi che ambedue le proposizioni sono vere, in ragione del 70% (risp. 30%).Aprire documenti word veramente complessi con staroffice 5.x, con formattazioni elaborate, immagini e quant'altro (vogliamo parlare di OLE anche solo un attimo ?) significa, nel migliore dei casi, trovarsi davanti a una specie di Guernica ricopiato da un allievo di terza elementare. Elenchi "sformattati" in testa, e santa polenta, cosa c'è di più banale di un elenco con due-tre livelli d'indentazione... non parliamo neppure di salvare un documento modificato, stendiamo un velo pietoso. Per chi ha la fortuna di avere a che fare solo con aziende perbene - non è certo il caso della PA in generale - luoghi in cui qualche avveduto e canuto ingegnere, che cura i mansionari e le procedure, impone (con le cattive) salvataggi in formati rigorosamente antecedenti alle ultime tre versioni di office, la seconda motivazione diventa preponderante.
  • Anonimo scrive:
    GNUMERIC e KSPREAD: W Linux
    Grazie a Dio, esistono questi programmi della Gnomee di KDE che leggono il sittanto orrido formato!
    • Anonimo scrive:
      Re: GNUMERIC e KSPREAD: W Linux
      - Scritto da: Mr.Echoes

      Grazie a Dio, esistono questi programmi
      della Gnome
      e di KDE che leggono il sittanto orrido
      formato!non e' questo il punto...il punto reale dovrebbe essere ormai chiaro
      • Anonimo scrive:
        Re: GNUMERIC e KSPREAD: W Linux
        - Scritto da: munehiro

        il punto reale dovrebbe essere ormai chiaroIl punto reale è che ne fate una questione di principio, da bravi talebani.Problema: la PA deve farti arrivare uno spreadsheet.Soluzione: la PA usa il formato più diffuso in assoluto. Se hai Office, il problema è risolto. Se invece vuoi fare il dandy informatico, la risposta corretta sarebbe "sono kazzi tuoi". Anche la più micragnosa delle aziende, che abbia velleità di usare il più strambo e incompatibile sistema iperproprietario sulla faccia della terra, può permettersi almeno UN PC windows con sopra tutti programmini del caso, per parlare la lingua che parlano tutti.In questo caso parliamo invece di privati cittadini, a cui nella stragrande maggioranza dei casi interessa la sola carta quando si parla di PA. Una minoranza ristretta di italiani possiede il PC e sa utilizzarlo, e di questa minoranza gli utenti linux sono una frazione insignificante. In ogni caso, anche se non hai office, leggi ugualmente il tuo bravo file con qualche accrocco open. Ergo, il problema è risolto. O avete da obiettare che il formato proprietario è insicuro per definizione, e il fatto di usare excel rende i dati sensibili più esposti al rischio di hacking rispetto, che so, ad un banale file ASCII ? Se gli hacker di linux non sono stati ancora capaci di interpretare correttamente il formato di excel per fare uno spreadsheet decente e veramente compatibile, viene il sospetto che si tratti di uno dei modi più sicuri per proteggere qualsiasi informazione... :D
  • Anonimo scrive:
    Sistemi operativi, formati ed accessibilità....
    Siamo quì a discutere (come al solito) su Windows, Linux, BSD, BeOS e via dicendo.Ma ripensandoci in realtà il problema in questo caso è un po' diverso: chi usa s.o. alternativi nel 99% dei casi sa benissimo come leggere una tabella in formato XLS (un foglio elettronico vero e proprio con formule e grafici è un po' diverso...), così come sa benissimo come leggere un documento DOC. Certamente ci sono le eccezioni. E certamente valgono le obiezioni di principio. Ma, in casi come questo, i problemi reali maggiori sono per l'utente Windows di scarso livello. Quello che ha comprato il PC all'ipermercato con Win preinstallato e che accede ad internet con il modem analogico. Questo tipo di utenza rappresenta una larga fetta del totale.Di fronte alla necessità di leggere un documento del tipo di quelli riportati nell'articolo, cosa può fare un simile utente ? Correre a comprare Office XP per 500? ? Direi che non ci crede nessuno... Scaricarsi Open Office ? Con un modem 56k ? E poi manco sa che esiste Open Office !!! Scaricarsi un viewer free ? Sarebbe già più proponibile.. se non fosse che non sa che esiste un simile programma (guarda caso quello non viene preinstallato). Almeno sui siti insieme ai documenti XLS e DOC potrebbero mettere dei link al viewer free... sarebbe meglio di nulla... Evitiamo di nasconderci dietro un dito !!! Il 95% degli utenti si scarica il documento, legge che è in formato Excel e corre dall'amico a farsi prestare il CD di Office, copia della copia della copia dell'originale utilizzato in qualche azienda, e già piratato innumerevoli volte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sistemi operativi, formati ed accessibilità....
      - Scritto da: TeX
      Evitiamo di nasconderci dietro un dito !!!
      Il 95% degli utenti si scarica il documento,
      legge che è in formato Excel e corre
      dall'amico a farsi prestare il CD di Office,
      copia della copia della copia dell'originale
      utilizzato in qualche azienda, e già
      piratato innumerevoli volte.Esatto! Quindi, di fatto iml ministero sta incentivando la pirateria! ^____^
  • Anonimo scrive:
    bastava usare il formato THJS
    ragazzi è una vita che lo sviluppano, è super open super free-issimo, supoprta tutto quello che volete ... ftp://tjhs.stehn.der_gh45.mit.edusemplice e chiaro
    • Anonimo scrive:
      Re: bastava usare il formato THJS
      - Scritto da: salk


      ragazzi è una vita che lo sviluppano, è
      super open super free-issimo, supoprta tutto
      quello che volete ...

      ftp://tjhs.stehn.der_gh45.mit.edu


      semplice e chiaroNon ti risponderà nessuno. Perchè se lo usassero non potrebbero continuare a cacare la minchia su questo ammasso di stronxate.
    • Anonimo scrive:
      Re: bastava usare il formato THJS
      pero' scommetto che l' excel non lo apre ...chissa perche ;-)scherzi a parte , se possibile userei l'html o il pdf o l' rtf per i documenti pubblici , cosi' tutti (mac/win/linux) potrebbero leggerli..certo ,se poi al ministero usano office sono affari loro ; ma i documenti che mandano all'esterno dovrebbero essere pensati per essere accessibili da chiunque , in linea di principio . ( forse hanno visto la 641D dell' openoffice e hanno detto : si , gli .xls sono leggibili da tutti )
      • Anonimo scrive:
        Re: bastava usare il formato THJS

        hanno detto : si , gli .xls sono leggibili
        da tutti ) Ed è falso?
        • Anonimo scrive:
          Re: bastava usare il formato THJS
          - Scritto da: Upanisad

          hanno detto : si , gli .xls sono leggibili

          da tutti )

          Ed è falso?Diciamo che bisogna essere MOOOOLTOOO ottimisti...Fino a che sono tabelle va tutto bene, ma quando iniziano ad esserci delle formule....
    • Anonimo scrive:
      Re: bastava usare il formato THJS
      - Scritto da: salk


      ragazzi è una vita che lo sviluppano, è
      super open super free-issimo, supoprta tutto
      quello che volete ...

      ftp://tjhs.stehn.der_gh45.mit.eduil sito non esiste
  • Anonimo scrive:
    LINUX: Nuoce gravemente alla salute
    Potreste essere sorpresi nel sapere che il software che utilizzate influenza la vostra salute. Un gruppo di ricercatori negli Stati Uniti ha scoperto la prova che l'effetto sulla salute umana dell'utilizzo di software affidabile e di qualità è innegabile.Un rigoroso studio medico è stato recentemente completato, comprendente esami del sangue, esami a doppio cieco con placebo, monitoraggio cardiaco, e campioni di urina, fra le altre tecniche. I dettagli non sono stati ancora resi disponibili al pubblico, ma è già stato fornito un riassunto.Lo studio è stato condotto su un periodo di due anni, ed i risultati saranno pubblicati a breve in un'autorevole rivista medica. Oggetto dello studio erano 235 utenti e programmatori di computer, di vario livello, selezionati casualmente dalle maggiori città statunitensi, ed attentamente monitorati su base periodica alla ricerca di stress correlato al software, incidenti, malattie, etc. Sono state condotte anche valutazioni psicologiche per determinare l'effetto di varie marche di software sulla salute mentale degli utenti. Ecco un breve compendio dei risultati dela ricercaGli utenti di Internet Explorer, Microsoft Windows, ed Office hanno un'incidenza significativamente più bassa di ulcere gastriche, gas nel colon, rossore degli occhi ed ipertensione rispetto alla controparte Linux e UNIX -- specialmente gli utenti di Solarus, di Red Hat, di NOME, di KDE e di Netscape, tra gli altri. Si è creduto che il rossore oculare fosse collegato con l'alta percentuale di abuso di sostanze stupefacenti nella comunità di Linux e l'analisi delle urine ha confermato questa ipotesi. Ulteriori studi e psicoanalisi hanno indicato che lo stress e l'ulcerazione (trovata negli utenti di Linux & di UNIX) sono stati causati soprattutto dai seguenti fattori:1. Incertezza circa il futuro del loro sistema operativo.2. La necessità percepita "di combattere il sistema", o una specie di lotta interna contro le grandi società (quale Microsoft). 3. Necessità di posturarsi come "reet" per guadagnare il rispetto dei colleghi. (questi utenti non sono riuscito ad informare i nostri ricercatori quanto al significato di questo termine oscuro. Se qualcuno può fornire una definizione, sarebbe apprezzato.) 4. Sensibilità di timore o di paranoia riguardo all'hacking ed altre attività illegali. (tali sensibilità erano abbastanza diffuse fra questo gruppo e tendono anche a causare il flatus che è stato accennato precedentemente.)Gli utenti di Linux & di UNIX inoltre avevano una maggiore incidenza più grande della sindrome del tunnel carpale, dovuta alla maggiore necessità di digitare alla linea di comando. L'esame dei muscoli del polso in questo gruppo di utenti ha trovato numerosi casi di infiammazione e ferite irreparabili provocate tramite il loro uso incessante della riga di comando, mentre la maggior parte degli utenti Microsoft, che usano soprattutto il mouse e raramente scrivono, avevano muscoli del poslo sani.Gli utenti di Microsoft hanno esibito tranquilità, buona salute mentale e fisica ed un equilibrato benessere emotivo. Tendono a praticare più attività fisica, visitano la famiglia e gli amici più spesso e sono più sociali. Il Dott. Huang ha trovato che questo è dovuto al fatto che il loro sistema operativo non richiede loro di passare lunghe ore a studiare le pagine del Mann per effettuare semplici attività di manutenzione. I loro motivi principali per la loro sensazione di stabilità erano i seguenti:1. La loro scelta di software è amichevole e colorata, riproduce suoni interessanti quando accendono o spengono il computer, o cliccano sopra determinate immagini e Microsoft fornisce abbondanti aggiornamenti tramite Windows Update per mantenere il loro computer sicuro da hackers.2. Si sentono sicuri circa il futuro di Microsoft, in parte perché il relativo fondatore è l'uomo più ricco sul pianeta. Come ha notato un utente. "Bill Gates sa rendere i computer facili per la gente come me. Mi fido del futuro del mio computer, perché Bill Gates inventa sempre nuovi modi per divertirsi con i computers. Inoltre è così ricco, quindi non andrà presto in bancarotta!"3. Gli utenti hanno apprezzato lo slogan "dove vuoi andare oggi?" perché li faceva sentire come se Microsoft stesse provvedendo ai loro desideri e bisogni, cosa che in effetti sembra essere vera.Fra i gruppi di fuoco esaminati erano numerosi i programmatori, di vari linguaggi software. I programmatori che usavano le tecnologie di Visual Basic, di ASP e di .NET erano i più sani complessivamente, ed il Dott. Wilkes ha trovato che questo è direttamente collegato con la sicurezza che sentivano nelle loro carriere. I programmatori .NET erano particolarmente bene adattati, in parte per il loro senso di orgoglio e di essere sul filo del rasoio della tecnologia.I programmatori di Linux & di UNIX che usavano Java, JÈE, JSP e PHP avevano i livelli di salute più bassa. Dopo ulteriore analisi, è stato determinato che ciò era dovuto ai seguenti fattori primari:1. Mancanza di interfacce drag-and-drop che generano automaticamente il codice sorgente. Rispetto agli sviluppatori basati su Microsoft, questo gruppo ha speso molto tempo in più a riscrivere il codice da zero. Ciò ha portato a meno tempo passato con la famiglia e gli amici, cosa che ha condotto ad ulcera, disordini gastrointestinali e livelli di stress elevati.2. Una sensazione di "restare indietro" rispetto alle rivoluzionarie tecnologie di Microsoft nella famiglia di prodotti .NET. Questi utenti hanno una regola "anarchica" non scritta di non installare prodotti Microsoft nei loro PCs, così spesso si chiedono quali nuove ed eccitanti caratteristiche si perdono. Alcuni sviluppano complessi psicologici a causa del loro livello elevato di curiosità. 3. La sensazione di essere coinvolti in attività di "hacking", o, in molti casi, il bisogno di essere percepiti come "reet" dai colleghi.Tenere presente che questo studio è stato svolto senza pregiudizio e con l'aderenza più rigorosa alle guide di riferimento disposte dalla professione per le prove cliniche di questa natura. Il Dott. Wilkes ed i suoi colleghi sono professionisti istruiti del più alto grado e la loro ampia ricerca nel campo della medicina e dell'ergonomia del software di calcolatore permette loro di parlare con autorità di questi problemi. Cogliete per favore questa opportunità per rivalutare la vostra scelta di software e siate informati che può drasticamente interessare la vostra salute fisica e mentale.
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX: Nuoce gravemente alla salute
      Questa e' la piu' grande caterva di baggianate che abbia mai sentito :)Ottima lettura da bagno, fa molto sorridere, ha innalzato la qualita' della mia vita di un bel po', grazie tante :)
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX: Nuoce gravemente alla salute

        scritto da Dr.Wikes
        Mancanza di interfacce drag-and-drop che
        generano automaticamente il codice
        sorgente. Rispetto agli sviluppatori basati su
        Microsoft, questo gruppo ha speso molto
        tempo in più a riscrivere il codice da zero.
        Ciò ha portato a meno tempo passato con la
        famiglia e gli amici, cosa che ha condotto ad
        ulcera, disordini gastrointestinali e livelli di
        stress elevati.Il "drag & drop" in winzozz?!!!! UAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHDai non scherziamo....Allora io che uso Mac da 15 anni, ho tanta salute da poter pensare all'immortalità!!!!Però sei divertente....Auguri
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX: Nuoce gravemente alla salute

      Lo studio è stato condotto su un periodo di
      due anni, ed i risultati saranno pubblicati
      a breve in un'autorevole rivista medica. aspettiamo con ansia...
      Gli utenti di Internet Explorer, Microsoft
      Windows, ed Office hanno un'incidenza
      significativamente più bassa di ulcere
      gastriche, gas nel colon,che magari dipendono dall'alimentazione...
      rossore degli
      occhiil che vuol dire magari che stanno meno davanti al monitor...
      ipertensione rispetto alla
      controparte Linux e UNIX a me l'ipertensione (e non solo) mi viene quando uso windows...sono io che sono anormale o lo studio sbagliato ????
      Gli utenti di Microsoft hanno esibito
      tranquilità, buona salute mentale e fisica
      ed un equilibrato benessere emotivo.
      Tendono a praticare più attività fisica,
      visitano la famiglia e gli amici più spesso
      e sono più sociali. e chi decide i standard di misurazione ????? se la norma fosse l'utente linux di questo studio, gli anormali sarebbero gli utenti windows...o no ????
      Microsoft fornisce abbondanti aggiornamenti
      tramite Windows Update per mantenere il loro
      computer sicuro da hackers.hahahhaahahhahahahahahhahahahhahahahahaahhahahahhahahahahaahahaaaaaaahahhhhhhahahhaahahahahahahhahahahahahahahahahahahahahhahahahahhaahahhahahahahahahaahhahaahahaha
      2. Si sentono sicuri circa il futuro di
      Microsoft, in parte perché il relativo
      fondatore è l'uomo più ricco sul pianeta.
      Come ha notato un utente. "Bill Gates sa
      rendere i computer facili per la gente come
      me. Mi fido del futuro del mio computer,
      perché Bill Gates inventa sempre nuovi modi
      per divertirsi con i computers. Inoltre è
      così ricco, quindi non andrà presto in
      bancarotta!"beata ignoranza...
      3. Gli utenti hanno apprezzato lo slogan
      "dove vuoi andare oggi?" perché li faceva
      sentire come se Microsoft stesse provvedendo
      ai loro desideri e bisogni, cosa che in
      effetti sembra essere vera.infatti SEMBRA...
      Cogliete per favore questa opportunità per
      rivalutare la vostra scelta di software e
      siate informati che può drasticamente
      interessare la vostra salute fisica e
      mentale.stavo cogliendo questo post per dirti quello che penso...ma tanto e inutile...
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX: Nuoce gravemente alla salute
      Complimenti!Sarà satira, ma c'è del vero in quello che hai scritto.
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX: Nuoce gravemente alla salute
      è bellissima (ed in parte anche vera) me la sono copiata e salvata, per rileggermela :-)))
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX: Nuoce gravemente alla salute
      Finalmente ho capito perchè in questo forum sono sempre i pinguini a rompere il ca%%o e a lamentarsi.Vespa ! perchè non dedichi una puntata di porta a porta a sti pinguini che sono peggio di cloneaid ?
  • Anonimo scrive:
    Rompabali

    Se quanto accaduto in Finanze.it appare
    imbarazzante Tua sorella è imbarazzante.
    oltreché difficilmente comprensibile Tò merda è difficilmente compensibile.
    per chi non può utilizzare un viewerChi? CHIII? DIMMI CHI???
    occorre anche dire che la Bottega del Download
    del ministero del Welfare, di cui Punto
    Informatico ha già parlato, continua indefessa a
    proporre molti documenti solo in formati
    proprietari...E fanno strabene! Hanno avuto il mio voto anche per questo! A chi non sta bene.. si cerchi un viewer non rompa il ca%%o come invece stanno facendo 'sti ROMPABALI CAGACA%%O di P.I.
    • Anonimo scrive:
      Re: Rompabali
      - Scritto da: LuPen

      Se quanto accaduto in Finanze.it appare

      imbarazzante

      Tua sorella è imbarazzante.


      oltreché difficilmente comprensibile

      Tò merda è difficilmente compensibile.


      per chi non può utilizzare un viewer

      Chi? CHIII? DIMMI CHI???


      occorre anche dire che la Bottega del
      Download
      del ministero del Welfare, di cui
      Punto
      Informatico ha già parlato, continua
      indefessa a
      proporre molti documenti solo
      in formati
      proprietari...

      E fanno strabene! Hanno avuto il mio voto
      anche per questo! A chi non sta bene.. si
      cerchi un viewer non rompa il ca%%o come
      invece stanno facendo 'sti ROMPABALI
      CAGACA%%O di P.I.Aha....ecco di chi è la colpa....Ti stanno scoppiando le gonadi....e la bile comincia a tracimare: ma che usare winzozz fa quest'effetto a tutti?auguri
  • Anonimo scrive:
    Problema inesistente...
    ..Visto che il 95% degli utenti usa Excel, che il 2% usa StarOffice (che legge i files excel) e che il restante 1% usa 123 (che legge pure i files Excel).
    • Anonimo scrive:
      Re: Problema inesistente...
      - Scritto da: Hush
      ..Visto che il 95% degli utenti usa Excel,
      che il 2% usa StarOffice (che legge i files
      excel) e che il restante 1% usa 123 (che
      legge pure i files Excel).Il problema e' che Excel non e' compatibile neppure con se stesso. Questo 95% quale versione minima dei file .xls puo' leggere?
    • Anonimo scrive:
      Re: Problema inesistente...
      - Scritto da: Hush
      ..Visto che il 95% degli utenti usa Excel,
      che il 2% usa StarOffice (che legge i files
      excel) e che il restante 1% usa 123 (che
      legge pure i files Excel).Beh.....magari il 95% usa windows (perché poi....?) ma Excel non è mica compreso nel s.o.!!!!Ah.....giusto.....dimenticavo che chi usa windows è raro che paghi i programmi, quindi TUTTI hanno sicuramente anche M$Office...Credo che un buon sistema per debellare la pirateria sia di richiedere il numero seriale del programma che si vuole usare dopo il download dei file .doc o .xls eccetera.Ma questo farebbe sparire windows...auguri
  • Anonimo scrive:
    CSV Il formato alternativo (Questo Sconosciuto)
    Il formato alternativo è il CSV un formati di testo che generalmente è compatibile con molti database.Per chi non lo sapesse lo stesso excel puo' salvare in formato csv provare per credere
    • Anonimo scrive:
      Re: CSV Il formato alternativo (Questo Sconosciuto)
      carissimo amico, cosa me ne frega di avere le virgole in mezzo?in fondo voglio solo leggere dei dati!Comma Separated Values = CSV- Scritto da: Christian Lacetera
      Il formato alternativo è il CSV un formati
      di testo che generalmente è compatibile con
      molti database.

      Per chi non lo sapesse lo stesso excel puo'
      salvare in formato csv provare per credere
    • Anonimo scrive:
      Re: CSV Il formato alternativo (Questo Sconosciuto)
      - Scritto da: Christian Lacetera
      Il formato alternativo è il CSV un formati
      di testo che generalmente è compatibile con
      molti database.Ma Excel è un programma di database? Da quando?Ok, fa anche alcune cosette coi DB, a livello proprio base base, ma è un foglio di calcolo!E CSV non c'entra NIENTE!

      Per chi non lo sapesse lo stesso excel puo'
      salvare in formato csv provare per credereEcco, fatti un bel foglio di Excel, mettici le tue belle forumline, grafici, ecc.. e salva in CSV! Chiudi e prova a ricaricare, vedrai come è tutto scomparso e sono rimasti solo i numeri dei risultati! (E NON per colpa di Excel, ma per il formato CVS!)
  • Anonimo scrive:
    Utility per uso amministrativo
    Vabbè, sono un linuxaro sfegatato. Vabbè, sono un dinosauro. Qui pero' non sto suggerendo l'uso di Linux.A parte i formati proprietari M$, esiste il buon caro vecchio ASCII. Quello lo leggono tutti. Questa e' una pagina di utilita' DOS scritte da un informatico per l'amministrazione USA. E' tutta roba che produce output in formato testo (incluse le tabelle), ed e' l'ovvia risposta alla richiesta di leggibilita' e recuperabilita' dei dati amministrativi.Si scrive un documento con un editor, si da un comandino, e voila' la tabella (o il testo giustificato/allineato a dx o sx, o tante altre cose).Mi direte: ma e' roba complicata per l'utente medio. Non e' vero. Mi direte: ma e' modo testo, e' roba vecchia. Appunto, ed ancora si legge. I documenti sono fatti per i dati, non per essere belli.http://users.erols.com/waynesof/bruce.htmE se per caso non sono funzionali, lo stato potra' pure pagare qualcuno per sviluppare delle utility Open Source nazionali da usare come proprio standard
    • Anonimo scrive:
      Re: Utility per uso amministrativo
      - Scritto da: pi_n@
      http://users.erols.com/waynesof/bruce.htm
      "Paginate" soprattutto, e' un gioiellino. Semplicissimo e funzionale, stile TeX o Groff, anche se meno potente.
    • Anonimo scrive:
      SEI IL MIGLIORE
      sei l'unico che ha parlato in maniera sensata.- Scritto da: pi_n@
      Vabbè, sono un linuxaro sfegatato. Vabbè,
      sono un dinosauro. Qui pero' non sto
      suggerendo l'uso di Linux.

      A parte i formati proprietari M$, esiste il
      buon caro vecchio ASCII. Quello lo leggono
      tutti. Questa e' una pagina di utilita' DOS
      scritte da un informatico per
      l'amministrazione USA. E' tutta roba che
      produce output in formato testo (incluse le
      tabelle), ed e' l'ovvia risposta alla
      richiesta di leggibilita' e recuperabilita'
      dei dati amministrativi.

      Si scrive un documento con un editor, si da
      un comandino, e voila' la tabella (o il
      testo giustificato/allineato a dx o sx, o
      tante altre cose).

      Mi direte: ma e' roba complicata per
      l'utente medio. Non e' vero. Mi direte: ma
      e' modo testo, e' roba vecchia. Appunto, ed
      ancora si legge. I documenti sono fatti per
      i dati, non per essere belli.

      http://users.erols.com/waynesof/bruce.htm

      E se per caso non sono funzionali, lo stato
      potra' pure pagare qualcuno per sviluppare
      delle utility Open Source nazionali da usare
      come proprio standard
  • Anonimo scrive:
    Non c'è alternativa.
    Quelli di Linux si arrampicano sugli specchi.Ad Excel 2002 non c'è alternativa, non ci sono altri fogli elettroni confrontabili, lo volete capire o no?Provate ad usarlo e vedrete!Quindi la polemica è inutile.E mi sono scocciato di leggere sempre le vostre accuse alla Microsoft, solo per partito preso.Il computer si deve diffondere. Il Web pure.Quindi bisogna incentivare, non ostacolare!Lasciamo quindi che i computer con WinXP arrivino nei centri commerciali, dove c'è la gente che vuole il computer senza sapere niente di programmazione e di hardware.Mica il Mondo è fatto solo di programmatori e di smanettoni!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è alternativa.
      Infatti, i Linuxiani non hanno mai argomenti, prendono solo posizione perchè si tratta di Microsoft ma non sanno neanche ragionare.Forse un giorno quando ce lo succhieranno a tutti e noi gli sborreremo in bocca dovranno deglutire in silenzio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non c'è alternativa.
        Infatti tu si che hai argomenti VERGOGNATIingorante- Scritto da: Salabar
        Infatti, i Linuxiani non hanno mai
        argomenti, prendono solo posizione perchè si
        tratta di Microsoft ma non sanno neanche
        ragionare.
        Forse un giorno quando ce lo succhieranno a
        tutti e noi gli sborreremo in bocca dovranno
        deglutire in silenzio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non c'è alternativa.
        - Scritto da: Salabar
        Infatti, i Linuxiani non hanno mai
        argomenti, prendono solo posizione perchè si
        tratta di Microsoft ma non sanno neanche
        ragionare.
        Forse un giorno quando ce lo succhieranno a
        tutti e noi gli sborreremo in bocca dovranno
        deglutire in silenzio.Salabar, hai per caso esagerato coi Martini ?Alla tua età lo dovresti sapere che non devi bere..Meglio che torni ad usare i giochini (ovviamente piratati..)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è alternativa.
      - Scritto da: Edo
      Quelli di Linux si arrampicano sugli specchi.
      Ad Excel 2002 non c'è alternativa, non ci Mai provato Star Office della SUN o la sua versione free, Open Office!
      sono altri fogli elettroni confrontabili, lo
      volete capire o no?
      Provate ad usarlo e vedrete! Lo uso ogni santo giorno! E non vedo quello di cui parli!
      Quindi la polemica è inutile. Avanti, o mie masse di formichine!!! :-)
      E mi sono scocciato di leggere sempre le
      vostre accuse alla Microsoft, solo per
      partito preso. Non leggerle +!
      Il computer si deve diffondere. Il Web pure.
      Quindi bisogna incentivare, non ostacolare! Ma quale compuer e quale web ?
      Lasciamo quindi che i computer con WinXP
      arrivino nei centri commerciali, dove c'è la
      gente che vuole il computer senza sapere
      niente di programmazione e di hardware. D'accordissimo con TE!
      Mica il Mondo è fatto solo di programmatori
      e di smanettoni! No vero, vero! Ma forse la pubblica amministrazione qualcuno di questi programmatori e smanettoni come dici Tu, dovrebbe proprio assumerlo. Tu che dici?Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è alternativa.
      - Scritto da: Edo
      Quelli di Linux si arrampicano sugli specchi.
      Ad Excel 2002 non c'è alternativa, non ci
      sono altri fogli elettroni confrontabili, lo
      volete capire o no?ROTFL! Fa davvero così schifo che non ce ne sono di confrontabili? No, non ci credo!
      Il computer si deve diffondere. Il Web pure.E allora?
      Quindi bisogna incentivare, non ostacolare!OK: e allora?
      • Anonimo scrive:
        Re: Non c'è alternativa.
        - Scritto da: SiN


        - Scritto da: Edo

        Quelli di Linux si arrampicano sugli
        specchi.

        Ad Excel 2002 non c'è alternativa, non ci

        sono altri fogli elettroni confrontabili,
        lo

        volete capire o no?

        ROTFL!
        Fa davvero così schifo che non ce ne sono di
        confrontabili? No, non ci credo!NO COMMENT!

        Il computer si deve diffondere. Il Web
        pure.

        E allora?


        Quindi bisogna incentivare, non
        ostacolare!

        OK: e allora?

        E allora? Te lo spiego col cucchiaino.E allora bisogna andare verso la facilità d'uso.Win XP oppure MacBasta Linux.OK!?
        • Anonimo scrive:
          Re: Non c'è alternativa.
          - Scritto da: Edo
          NO COMMENT!fai bene.


          Quindi bisogna incentivare, non

          ostacolare!



          OK: e allora?

          E allora? Te lo spiego col cucchiaino.
          E allora bisogna andare verso la facilità
          d'uso.Mai messo le mani su una Mandrake? O anche RedHat o Suse?
          Win XP oppure Mac
          Basta Linux.
          OK!?Te lo dico sinceramente. _Personalmente_ trovo molto + facile ed intuitivo muoversi in una MDK 7.x con KDE che non con WinXP.E CMQ per agevolare la diffusione è opportuno un sistema di basso costo. E Linux lo trovi anche a 5?.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non c'è alternativa.

            E CMQ per agevolare la diffusione è
            opportuno un sistema di basso costo. E Linux
            lo trovi anche a 5?. Nel mio negozio lo trovi (nelle varie distro) anche per solo ? 2,50! Oppure gratis, se ti porti i cd-r da casa! :-)Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Non c'è alternativa.
            Le distribuzioni che hai citato tu si vendono con un guadagno del 1000% su quanto costano ai rispettivi produttori (siamo nell'ordine dei 90 eur per una SUSE personal).Bella la vita di sudette case a impacchettare software fatto da altri!Begli stronzi i programmatori open source che sembra non volerne sapere di mettere dine alle speculazioni su Linux. E magari anche guadagnarci qualche soldino facendosi pagare da chi offre esorbitanti prezzi per software cannibalizzato...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non c'è alternativa.
            - Scritto da: Z.e.r.o
            Le distribuzioni che hai citato tu si
            vendono con un guadagno del 1000% su quanto
            costano ai rispettivi produttori (siamo
            nell'ordine dei 90 eur per una SUSE
            personal).
            Bella la vita di sudette case a
            impacchettare software fatto da altri!
            Almeno lo dicono che e' fatto da altri.
            Begli stronzi i programmatori open source
            che sembra non volerne sapere di mettere
            dine alle speculazioni su Linux. E magari
            anche guadagnarci qualche soldino facendosi
            pagare da chi offre esorbitanti prezzi per
            software cannibalizzato... Ah si?Parliamo di una nota azienda americana: la Microsoft, tanto per cambiare.Ti ricordi DriveSpace?Lo aveva copiato, c'e' stato un caso giudiziario, ma non ricordo con che azienda, completi chi puo'!Internet Explorer?Interfaccia copiata da Netscape.Excel?Idea e interfaccia copiate da Lotus 1-2-3Look & feel di Windows?Copiato da MacOS, a sua volta copiato da X-WindowsE di Windows 95?Copiato da NextStepStack TCP/IP di Windows?Preso pari pari da quello di NetBSDLibrerie di compressione di Office?Sono le zlib.E che dire della condanna ricevuta dalla Microsoft in Francia ad Ottobre per duplicazione abusiva di software?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è alternativa.
      - Scritto da: Edo
      Mica il Mondo è fatto solo di programmatori
      e di smanettoni!oh no, è fatto anche di ignoranti stupidi e ciarlieri, che non sanno fare un cazzo e non vogliono saper fare un cazzo.e abituati come sono a dar aria alla bocca, prendendola poi ormai magari anche da dietro, dato che da tante stronzate che dicono non riescono più nemmeno a respirare, emettono sul mondo del software un fetore nauseabondo, un olezzo mefitico che fa rincoglionire le masse.La facilità d'uso dipende solo da chi sviluppa le GUI user-friendly.L'unica cosa che riguarda l'utente.Per il resto, dato che non sai un cazzo, perché non te ne stai zitto?
      • Anonimo scrive:
        Re: Non c'è alternativa.
        - Scritto da: Mi fai Vomitare


        - Scritto da: Edo


        Mica il Mondo è fatto solo di
        programmatori

        e di smanettoni!

        oh no, è fatto anche di ignoranti stupidi e
        ciarlieri, che non sanno fare un cazzo e non
        vogliono saper fare un cazzo.Quelli come te?
        e abituati come sono a dar aria alla bocca,
        prendendola poi ormai magari anche da
        dietro, dato che da tante stronzate che
        dicono non riescono più nemmeno a respirare,
        emettono sul mondo del software un fetore
        nauseabondo, un olezzo mefitico che fa
        rincoglionire le masse.Guarda da quale pulpito viene la predica!
        La facilità d'uso dipende solo da chi
        sviluppa le GUI user-friendly.

        L'unica cosa che riguarda l'utente.E cacheci'o cazz!
        Per il resto, dato che non sai un cazzo,
        perché non te ne stai zitto?Meno male che ci sei tu, che sai tutto!Come faremo senza di te...Per questa vosta ho fatto lo sforzo di risponderti.Dato che non ho tempo da perdere, non cercherò ulteriormente di recuperarti!Vai affanculo! Stronzo!P.S. Quelli come te sono destinati a fare la fine descritta nel primo post di risposta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è alternativa.
      - Scritto da: Edo
      Quelli di Linux si arrampicano sugli specchi.
      Ad Excel 2002 non c'è alternativa, non ci
      sono altri fogli elettroni confrontabili, lo
      volete capire o no?
      Provate ad usarlo e vedrete!
      Quindi la polemica è inutile.
      E mi sono scocciato di leggere sempre le
      vostre accuse alla Microsoft, solo per
      partito preso.
      Il computer si deve diffondere. Il Web pure.
      Quindi bisogna incentivare, non ostacolare!
      Lasciamo quindi che i computer con WinXP
      arrivino nei centri commerciali, dove c'è la
      gente che vuole il computer senza sapere
      niente di programmazione e di hardware.
      Mica il Mondo è fatto solo di programmatori
      e di smanettoni!Complimenti per il discorso!Questi linzozzoni vorrebbero che tutti si scriverssero da soli il proprio SO ... ecchecca%%o!zop
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è alternativa.
      - Scritto da: Edo
      Quelli di Linux si arrampicano sugli specchi.Non esistono solo windows e linux.
      Ad Excel 2002 non c'è alternativa, non ci
      sono altri fogli elettroni confrontabili, lo
      volete capire o no?Se anche avessi ragione (non lo uso, non ne ho bisogno) sono abbastanza sicuro che possa leggere il formato CSV, che e' facilmente utilizzabile da altri programmi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non c'è alternativa.

        Se anche avessi ragione (non lo uso, non ne
        ho bisogno) sono abbastanza sicuro che possa
        leggere il formato CSV, che e' facilmente
        utilizzabile da altri programmi.Ecco allora se non lo usi, fai a meno di parlare!Il CSV è un fromato per i DATABASEeeee!!! NON per i fogli di calcolo, lo vogliamo capire???Contiente SOLO i numeri e le celle, non le formule! E' come fare una tabella con un programma di videoscrittura e metterci i numeri a mano!Se hai una vaga idea di come funziona e a cosa serve Excel, converrai che non c'entra un fico secco!
        • Anonimo scrive:
          Re: Non c'è alternativa.
          - Scritto da: Upanisad
          Se hai una vaga idea di come funziona e a
          cosa serve Excel, converrai che non c'entra
          un fico secco!L'articolo parla di "elenchi". Se hai una vaga idea di cosa sia un'elenco, converrai che il CVS e' il formato ideale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non c'è alternativa.
            - Scritto da: rdce


            - Scritto da: Upanisad

            Se hai una vaga idea di come funziona e a

            cosa serve Excel, converrai che non
            c'entra

            un fico secco!

            L'articolo parla di "elenchi". Se hai una
            vaga idea di cosa sia un'elenco, converrai
            che il CVS e' il formato ideale.Il fatto che sia un elenco non esclude che siano state usate formule per farlo.Anche la tebella millesimale è un elenco.Ma l'elenco scaturisce da calcoli fatti automaticamente da Excel!Vuoi vedere che sotto sotto qui c'è qualcuno che usa Excel per fare una semplice tabella?O addirittura è convinto che Excel serva solo a quello?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non c'è alternativa.
            - Scritto da: Edo


            - Scritto da: rdce





            - Scritto da: Upanisad


            Se hai una vaga idea di come funziona
            e a


            cosa serve Excel, converrai che non

            c'entra


            un fico secco!



            L'articolo parla di "elenchi". Se hai una

            vaga idea di cosa sia un'elenco, converrai

            che il CVS e' il formato ideale.

            Il fatto che sia un elenco non esclude che
            siano state usate formule per farlo.
            Anche la tebella millesimale è un elenco.
            Ma l'elenco scaturisce da calcoli fatti
            automaticamente da Excel!Scaricati uno di quei file e indicami dove ci sono calcoli !!!! Sono unicamente tabelle con stringhe e numeri. E come tali possono essere tranquillamente salvate in CVS.
            Vuoi vedere che sotto sotto qui c'è qualcuno
            che usa Excel per fare una semplice tabella?
            O addirittura è convinto che Excel serva
            solo a quello?In questa categoria rientra almeno il 50% delle persone che usa Excel....
          • Anonimo scrive:
            Re: Non c'è alternativa.
            - Scritto da: Edo
            Il fatto che sia un elenco non esclude che
            siano state usate formule per farlo.Scendi da quegli specchi, potresti farti male.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è alternativa.
      - Scritto da: Edo
      Quelli di Linux si arrampicano sugli specchi.
      Ad Excel 2002 non c'è alternativa, non ciQuel cesso di programma e' stato copiato per filo e per segno da Lotus 1-2-3
      sono altri fogli elettroni confrontabili, lo
      volete capire o no?No. Se sei uno certificato M$ o addestrato da qualche certificato M$ E' ovvio che ti abbiano fatto il lavaggio del cervello, ma non parlare di cose che ignori.
      Provate ad usarlo e vedrete!Vedo che e' un cesso che ha successo solo xche' chi lo produce soffoca le alternative.
      Quindi la polemica è inutile.
      E mi sono scocciato di leggere sempre le
      vostre accuse alla Microsoft, solo per
      partito preso.Ah! Vai a lavorare, poi ne riparliamo.
      Il computer si deve diffondere. Il Web pure.
      Quindi bisogna incentivare, non ostacolare!Incentivare la distribuzione di virus, macro virus e quant'altro, vuoi dire?
      Lasciamo quindi che i computer con WinXP
      arrivino nei centri commerciali, dove c'è la
      gente che vuole il computer senza sapere
      niente di programmazione e di hardware.Gli stessi che mi rompono i maroni tutti i giorni perche' quel pacco si pianta e vogliono che glielo rimetta in sesto?
      Mica il Mondo è fatto solo di programmatori
      e di smanettoni!Appunto. Poi pero' sono costoro che vanno dagli utonti a sistemare le idiozie di Bill & soci.
  • Anonimo scrive:
    Bisogna pur sconentare qualcuno
    Fino ad ora ho letto tanti post e la maggior parte pubblicata da meri utilizzatori di pc (esperti quanto ve pare ma sempre utilizatori), gradirei che per un momento queste persone linuxare macare o winare smettessero gli abiti dell'utilizzatore e indossassero gli abiti del programmatore, vi vedete gia li a combattere per far visualizzare le vostre pagine html, su vari browser diversi (tipo e versione), e oltre a questo sbattere la testa per generare documenti nei più disparati formati (altrimenti il linuxaro si offende) ecc...quindi dopo un po visto che e una legge di natura scontentare qualcuno che fate vi chiedete quale è il formato di documento più usato excel e allora se usa quello gli altri si arrangino.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna pur sconentare qualcuno
      - Scritto da: programmatore
      Fino ad ora ho letto tanti post e la maggior
      parte pubblicata da meri utilizzatori di pc
      (esperti quanto ve pare ma sempre
      utilizatori), gradirei che per un momento
      queste persone linuxare macare o winare
      smettessero gli abiti dell'utilizzatore e
      indossassero gli abiti del programmatore, vi
      vedete gia li a combattere per far
      visualizzare le vostre pagine html, su vari
      browser diversi (tipo e versione) Basta seguire gli standard che ci sono, quando si producono i vari siti., e oltre a
      questo sbattere la testa per generare
      documenti nei più disparati formati
      (altrimenti il linuxaro si offende) ecc... Certo secondo Te io che uso linux per lavoro e nel tempo libero, sono un cittadino di serie B, Vero??? :-!
      quindi dopo un po visto che e una legge di
      natura scontentare qualcuno che fate vi
      chiedete quale è il formato di documento più
      usato excel e allora se usa quello gli altri
      si arrangino. Ma li hai visti, almeno, i testi a cui Ti riferisci???Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Bisogna pur sconentare qualcuno

        Certo secondo Te io che uso linux per
        lavoro e nel tempo libero, sono un cittadino
        di serie B, Vero??? :-!Ma perchè? Con Linux non puoi leggere gli XLS? Da quando?
        • Anonimo scrive:
          Re: Bisogna pur sconentare qualcuno
          - Scritto da: Upanisad

          Certo secondo Te io che uso linux per

          lavoro e nel tempo libero, sono un
          cittadino

          di serie B, Vero??? :-!

          Ma perchè? Con Linux non puoi leggere gli
          XLS? Da quando?Ho scritto questo, forse ??? :-!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna pur sconentare qualcuno
      - Scritto da: programmatore
      Fino ad ora ho letto tanti post e la maggior
      parte pubblicata da meri utilizzatori di pc
      (esperti quanto ve pare ma sempre
      utilizatori), gradirei che per un momento
      queste persone linuxare macare o winare
      smettessero gli abiti dell'utilizzatore e
      indossassero gli abiti del programmatore, vi
      vedete gia li a combattere per far
      visualizzare le vostre pagine html, su vari
      browser diversi (tipo e versione), e oltre a
      questo sbattere la testa per generare
      documenti nei più disparati formati
      (altrimenti il linuxaro si offende) ecc...
      quindi dopo un po visto che e una legge di
      natura scontentare qualcuno che fate vi
      chiedete quale è il formato di documento più
      usato excel e allora se usa quello gli altri
      si arrangino. Ma va càgheeer!!! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna pur sconentare qualcuno
      - Scritto da: programmatore
      chiedete quale è il formato di documento più
      usato excel e allora se usa quello gli altri
      si arrangino. oppure il programmatore che sviluppa solo per una piattaforma si ritrova contestato, e il suo prodotto non viene preso in considerazione perché NON SERVE la comunità.Tutti i cittadini dcevono poter usufruire dei mezzi elettronici, e lo STATO deve scegliere quelli che permettono a TUTTI di farlo.Se tu, da programmatore preferisci realizzare un prodotto MONCO, te ne assumi la piena responsabilità. Le tue difficoltà di programmazione non contano quando le specifiche sono CHIARE: TUTTI devono LEGGERE i documenti PRODOTTI
    • Anonimo scrive:
      Re: NON Bisogna sconentare nessuno
      Penso che tu non abbia capito il succo del problema .a) non bisogna essere programmatori per salvare una tabella di un foglio excel in un formato diverso di .XLSb) Sei un privato e fai quello che vuoi puoi pubblicare i tuoi dati in qualsiasi formati tu voglia , anche in un formato solo da te utilizzabile.c) Ma perche vi ostinate a difendere tanto il formato XLS? Che fastidio vi se lo stesso documento venisse pubblicato sia in xls , che in txt , che in cvs, che in ascii?PER CUN NON BISOGNA SCONTENTARE NESSUNO!!!!!A tanto per farti vedere che non sono un linuxiano di mando un po di codice che ho scritto sull'ultimo foglio excel che ho fatto .A probabilmente un foglio del genere non è esportabile in nessun altro formato e allora si usa xls e basta , ma nel caso citato dall'articolo il file puo essere salvato in formato txt senza per questo perdere nessun dato . Public Sub Statistiche(Dinew)'' ImpData Macro' Macro registrata il 28/02/2002 da Stefano''Importa dati Windows("ora.xls").Activate Sheets("Dati").Activate Sheets("Dati").Cells.Select Selection.Delete Shift:=xlUp dat = Left(Date, 5) 'Dinew = InputBox("Data da importare GG/MM, ", "Data importazione", dat) If Dinew = "" Then Exit Sub 'scompongo data H = Right(Date, 4) 'Anno determinato dall data odierna!! Ma = Left(Right(Date, 7), 2) 'Mese attuale Mi = Left(Right(Dinew, 7), 2) 'Mese Input utente Ga = Left(Date, 2) 'Giorno attuale Gi = Left(Dinew, 2) 'Giorno Input utente ' controllo che non sia futura If Gi
      Ga Then If Mi
      = Ma Then a = MsgBox("Questo programmino non è in grado di prevedere il futuro!!!" & Chr(13) & Chr(10) & _ " Data immessa: " & Gi & "/" & Mi & "/" & H & Chr(13) & Chr(10) & "Data Corrente: " & Ga & "/" & Ma & "/" & H, _ vbCritical, "ERRORE!!! Cazzone controlla la data") Exit Sub End If End IfIf Gi Ma Then a = MsgBox("Questo programmino non é in grado di prevedere il futuro!!!" & Chr(13) & Chr(10) & _ " Data immessa: " & Gi & "/" & Mi & "/" & H & Chr(13) & Chr(10) & "Data Corrente: " & Ga & "/" & Ma & "/" & H, _ vbCritical, "ERRORE!!! controlla la data") Exit Sub End If End If ' verifico se sabato o domenica dd = Weekday(Gi & "/" & Mi & "/" & H, vbMonday) If dd
      = 6 Then a = MsgBox("errore domenica o sabato!!!!", vbCritical, "ERRORE RIPROVA SARAI PIU FORTUNATO!!!") Exit Sub End If Di = H & "-" & Mi & "-" & Gi 'Estraggo da dB DestDb = "C:CONDIVISAEtichettatura.mdb" ' "C:magazzinoEtichettatura.mdb";"D:PieroEtichettatura.mdb" Dir1 = Left(DestDb, Len(DestDb) - 18) Dir2 = Left(DestDb, Len(DestDb) - 4) Queryselez = Array( _ "SELECT ContenutoPalletProdotti.IdPallet, ContenutoPalletProdotti.IdScatola, ContenutoPalletProdotti.CodiceLinea, ContenutoPalletProdotti.CodiceStazione, ContenutoPalletProdotti.CodiceArticolo, Contenu" _ , _ "toPalletProdotti.Partita, ContenutoPalletProdotti.Progressivo, ContenutoPalletProdotti.Peso, ContenutoPalletProdotti.FuoriPeso, ContenutoPalletProdotti.DataCreazione" & Chr(13) & "" & Chr(10) & "FROM `" & Dir2 & "`.Con" _ , _ "tenutoPalletProdotti ContenutoPalletProdotti" & Chr(13) & "" & Chr(10) & "WHERE (ContenutoPalletProdotti.DataCreazione
      ={ts '" & Di & " 00:00:00'} And ContenutoPalletProdotti.DataCreazione
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna pur sconentare qualcuno
      è la gente come te che rovina la programmazione e lo sviluppo.i vostri amministratori (non "SYsAdm") non sapranno mai che pessima gente siete e si troveranno d'accordo con le vostre panzane semplicistiche ... contribuendo a rendere il mondo sempre peggioresperiamo che facciate soldi presto e vi togliate dalle balle- Scritto da: programmatore
      Fino ad ora ho letto tanti post e la maggior
      parte pubblicata da meri utilizzatori di pc
      (esperti quanto ve pare ma sempre
      utilizatori), gradirei che per un momento
      queste persone linuxare macare o winare
      smettessero gli abiti dell'utilizzatore e
      indossassero gli abiti del programmatore, vi
      vedete gia li a combattere per far
      visualizzare le vostre pagine html, su vari
      browser diversi (tipo e versione), e oltre a
      questo sbattere la testa per generare
      documenti nei più disparati formati
      (altrimenti il linuxaro si offende) ecc...
      quindi dopo un po visto che e una legge di
      natura scontentare qualcuno che fate vi
      chiedete quale è il formato di documento più
      usato excel e allora se usa quello gli altri
      si arrangino.
  • Anonimo scrive:
    E con questo le polemiche inutili sono chiuse...
    Leggetevi la FAQ di comp.apps.spreadsheets! La trovate su http://www.faqs.org/faqs/spreadsheets/faqLeggendo la sezione dedicata ai formati, si evince che gli UNICI DUE formati completi sono l'XLS di Microsoft e il WKx di Lotus! Entrambi PROPIETARI!Gli altri, supportano solo i valori e niente formule (e li chiamano fogli di calcolo? :O), non supportano i grafici, possono avere un solo foglio per documento, ecc..ecc...Come dire che l'alternativa per il DOC è il txt, insomma!E con questo chi apre la bocca solo per dare aria a sterili polemiche anti Microsoft per partito preso farebbe meglio a stare zitto!Rimane il fatto che i documenti del Ministero segnalati non avevano alcuno biosgno di essere scritti in un foglio di calcolo.Ma nel caso generale alternative NON ESISTONO! Mettetevelo nella zucca!
    • Anonimo scrive:
      Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse...
      ben detto!!!!!oltretutto i viewer freeware oggi li tirano dietro
      • Anonimo scrive:
        Re: E con questo le critiche CIVILE sono APERTE
        - Scritto da: Franco Bembo
        oltretutto i viewer freeware oggi li tirano
        dietro non per tutti i sistemi operativi, e lo STATo deve permettere a TUTTI di accedere ai DATI in maniera NON PENALIZZANTE
      • Anonimo scrive:
        Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse.
        - Scritto da: Franco Bembo
        ben detto!!!!!
        oltretutto i viewer freeware oggi li tirano
        dietro Scusa, potresti tirarmi dietro i viewer XLS freeware per:- Linux- BeOS- BSD- AmigaOS- OS2- HP-UX- FreeDOS- Solaris- AIXNe avrei bisognoGrazie.P.S. Già che ci sei, se mi tirassi dietro anche i viewer DOC per i susddetti s.o. ...
        • Anonimo scrive:
          Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse.
          StarOffice gira su tutte le piattaforme che hai menzionato quindi informati e taci.
          • Anonimo scrive:
            Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse.
            - Scritto da: IvanIlMatto
            StarOffice gira su tutte le piattaforme che
            hai menzionato quindi informati e taci.1) So benissimo che cosa utilizzare sotto Linux per leggere gli XLS. Io rispondevo al tipo che parlava di viewer free, che sono un'altra cosa, visto che StarOffice non è un viewer e non è free, inoltre occupa 100MB, che forse sono un po' eccessivi per leggersi una tabellina.2) StarOffice NON gira su tutte le piattaforme che ho menzionato.Quindi come vedi faresti meglio a tacere tu per evitare figure di me*da.
        • Anonimo scrive:
          Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse.


          Scusa, potresti tirarmi dietro i viewer XLS
          freeware per:

          - LinuxOpen Office, Star Office, GNumeric, chi più ne ha più ne metta..
          - BeOSmmm..freeware non so, non i pare ci siano molti spreadsheets in generale per BeOS (che peraltro è il mio OS preferito! la sudditanza M$oft è una fissa vostra). Però basta usare la versione trial di Gobe Productive. Come viewer è gratis e funziona. Forse va anche Sum-IT, che usa il translator del Gobe.
          - BSDEsisterà qualche port di programi per Linux. BSD è strettamente per i server. Chi che lo usa come OS desktop?
          - AmigaOSmm..purtroppo on c'è mio fratello l'amighista, che potrebbe risponderti... non conosco abbastanza io... CMq con Turbocal li importi
          - OS2StarOffice?
          - HP-UX
          - FreeDOS
          - Solaris
          - AIXPerchè, esiste freeware per questi OS? (eccetto i soliti port da Linux?)
          Ne avrei bisogno

          Grazie.Prego, eccoti accontentato!
          • Anonimo scrive:
            Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse.
            - Scritto da: Upanisad



            Scusa, potresti tirarmi dietro i viewer
            XLS

            freeware per:



            - Linux
            Open Office, Star Office, GNumeric, chi più
            ne ha più ne metta..Si parlava di viewer...Open Office sono 50 mega... inizia a scaricarteli con un modem analogico...

            - BeOS
            mmm..freeware non so, non i pare ci siano
            molti spreadsheets in generale per BeOS (che
            peraltro è il mio OS preferito! la
            sudditanza M$oft è una fissa vostra). Però
            basta usare la versione trial di Gobe
            Productive. Come viewer è gratis e funziona.
            Forse va anche Sum-IT, che usa il translator
            del Gobe.Diciamo che speriamo in Open Office...

            - BSD
            Esisterà qualche port di programi per Linux.
            BSD è strettamente per i server. Chi che lo
            usa come OS desktop?Pochi ma credo ce ne siano..Comunque Open Office dovrebbe andare..

            - AmigaOS
            mm..purtroppo on c'è mio fratello
            l'amighista, che potrebbe risponderti... non
            conosco abbastanza io... CMq con Turbocal li
            importiNe sai quanto me...

            - OS2
            StarOffice?Forse... ma mi sembra di no.

            - HP-UX

            - FreeDOS

            - Solaris

            - AIX
            Perchè, esiste freeware per questi OS?
            (eccetto i soliti port da Linux?)FreeDOS è un DOS free (dal nome non lo si sarebbe detto...:-) ), quindi niente porting da Linux.Su Solaris gira StarOffice e, credo, Open Office.AIX non lo conosco.Per HP-UX non c'è nulla ne open ne closed...

            Ne avrei bisogno



            Grazie.
            Prego, eccoti accontentato!Mica tanto...Nei casi fortunati mi devo scaricare 50 mega da internet. Poi se mi dici che tutti quelli che usano Linux/Solaris/BSD hanno OpenOffice o StarOffice hai perfettamente ragione. Ma allora possiamo anche dire che è inutile fare le rampe di accesso. Tanto quelli che vanno in giro sulla sedia a rotelle sono lo 0.1% della popolazione. Comprendo benissimo l'utilizzo di XLS per un foglio di calcolo, ma per una tabella...
          • Anonimo scrive:
            Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse.

            Open Office sono 50 mega... inizia a
            scaricarteli con un modem analogico...Ma che distro di bassa lega hai?Su tutte c'è un programma di foglio di calcolo sotto X! Basta quello!


            - BeOS
            Diciamo che speriamo in Open Office...Bah! Non ci spererei molto! Non verrà mai portato sotto Be!Il Gobe va benissimo


            - OS2

            StarOffice?

            Forse... ma mi sembra di no.Era una domanda retorica! Forse dovevo metterci una faccina! Staroffice 5.2 c'è per OS2!!! Ce l'avevo pure installato!
            FreeDOS è un DOS free (dal nome non lo si
            sarebbe detto...:-) ), quindi niente porting
            da Linux.So benissimo cos'è FreeDOS. L'ho anche installato su un vecchio 386, togliendolo dopo 2 giorni perchè è un obbrobrio!Vorrei sapere il freeware che ci gira, grazie!
            Su Solaris gira StarOffice e, credo, Open
            Office.
            AIX non lo conosco.
            Per HP-UX non c'è nulla ne open ne closed...E allora che cavolo li citi a fare? Per spararla più grossa? Chi cavolo li usa come SO casalinghi o da ufficio? Voglio il nome di UNA persona sull'intero territorio nazionale che ce l'abbia sul proprio comp come SO principale! Non è una minoranza! Sono proprio ZERO!
            Mica tanto...
            Nei casi fortunati mi devo scaricare 50 mega
            da internet. Poi se mi dici che tutti quelli
            che usano Linux/Solaris/BSD hanno OpenOffice
            o StarOffice hai perfettamente ragione. Ma
            allora possiamo anche dire che è inutile
            fare le rampe di accesso. Tanto quelli che
            vanno in giro sulla sedia a rotelle sono lo
            0.1% della popolazione.Ma che discorso! E allora chi non ha Internet o il computer? E' discriminato? No, basta che si vada a leggere la Gazzetta Ufficiale! Quella online è una comodità in più, non l'unico mezzo (che peraltro soddisfa il 99,99% dei potenziali utilizzatori)
            Comprendo benissimo l'utilizzo di XLS per un
            foglio di calcolo, ma per una tabella...La tabella potevano farla in una pagina web, risolvendo il problema al volo!Però calma! Se io ho lo Spectrum o l'MSX come la leggo la pagina Web? DISCRIMINAZIONE!Ma stiamo coi piedi per terra, grazie!
          • Anonimo scrive:
            Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse.
            - Scritto da: Upanisad

            Open Office sono 50 mega... inizia a

            scaricarteli con un modem analogico...
            Ma che distro di bassa lega hai?
            Su tutte c'è un programma di foglio di
            calcolo sotto X! Basta quello!Gnumeric e KOffice.... Ma, ripeto, non esiste solo Linux...



            - BeOS

            Diciamo che speriamo in Open Office...
            Bah! Non ci spererei molto! Non verrà mai
            portato sotto Be!
            Il Gobe va benissimoIl Gobe non lo conosco. Ma se dici che va benissimo ci credo. Il BeOS l'ho solo provato, ma è stato più che sufficiente per rimpiangerlo quando è stato abbandonato....Speriamo in OpenBeOS...Ma queste sono divagazioni off topic.............

            Per HP-UX non c'è nulla ne open ne
            closed...
            E allora che cavolo li citi a fare? Per
            spararla più grossa? Chi cavolo li usa come
            SO casalinghi o da ufficio? Voglio il nome
            di UNA persona sull'intero territorio
            nazionale che ce l'abbia sul proprio comp
            come SO principale! Non è una minoranza!
            Sono proprio ZERO!Io. Mi rendo conto di essere zero... ma se proprio volevi un nome....

            Mica tanto...

            Nei casi fortunati mi devo scaricare 50
            mega

            da internet. Poi se mi dici che tutti
            quelli

            che usano Linux/Solaris/BSD hanno
            OpenOffice

            o StarOffice hai perfettamente ragione. Ma

            allora possiamo anche dire che è inutile

            fare le rampe di accesso. Tanto quelli che

            vanno in giro sulla sedia a rotelle sono
            lo

            0.1% della popolazione.

            Ma che discorso! E allora chi non ha
            Internet o il computer? E' discriminato? No,
            basta che si vada a leggere la Gazzetta
            Ufficiale! Quella online è una comodità in
            più, non l'unico mezzo (che peraltro
            soddisfa il 99,99% dei potenziali
            utilizzatori)


            Comprendo benissimo l'utilizzo di XLS per
            un

            foglio di calcolo, ma per una tabella...
            La tabella potevano farla in una pagina web,
            risolvendo il problema al volo!
            Però calma! Se io ho lo Spectrum o l'MSX
            come la leggo la pagina Web?Se hai lo Spectrum o l'MSX non ti connetti ad internet e il problema non si poneSo benissimo che il 99% delle persone ha Windows, e il 99% delle persone che accede ad internet senza Windows riesce comunque a leggere un file XLS.Quindi concordo sul tuo 99.99%. Però:1) Esiste anche il restante 0.01%.2) E' una questione di principio.3) In altri casi non è detto che chi non utilizzi Windows abbia soluzioni alternative.Se a questo aggiungi il fatto che la soluzione al problema è particolarmente semplice (basterebbe fornire anche una versione solo testo)....
    • Anonimo scrive:
      Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse...
      - Scritto da: Upanisad
      Leggetevi la FAQ di comp.apps.spreadsheets!
      La trovate su
      http://www.faqs.org/faqs/spreadsheets/faq

      Leggendo la sezione dedicata ai formati, si
      evince che gli UNICI DUE formati completi
      sono l'XLS di Microsoft e il WKx di Lotus!
      Entrambi PROPIETARI!a parte il fatto che si son dimenticati lo Starcalc .sdcsi dice che e' completo anche il .wq2
      Rimane il fatto che i documenti del
      Ministero segnalati non avevano alcuno
      biosgno di essere scritti in un foglio di
      calcolo.che e' il punto cruciale
    • Anonimo scrive:
      Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse.
      - Scritto da: Upanisad
      Leggetevi la FAQ di comp.apps.spreadsheets!
      La trovate su
      http://www.faqs.org/faqs/spreadsheets/faq

      Leggendo la sezione dedicata ai formati, si
      evince che gli UNICI DUE formati completi
      sono l'XLS di Microsoft e il WKx di Lotus!
      Entrambi PROPIETARI!Mi sembra che non prenda in considerazione molti formati...
      Gli altri, supportano solo i valori e niente
      formule (e li chiamano fogli di calcolo?Io le chiamo tabelle...
      :O), non supportano i grafici, possono avere
      un solo foglio per documento, ecc..ecc...In effetti non tutti i fogli elettronici supportano queste cose.
      Come dire che l'alternativa per il DOC è il
      txt, insomma!Beh, questa è come dire che l'alternativa al XLS è il CVS.....
      E con questo chi apre la bocca solo per dare
      aria a sterili polemiche anti Microsoft per
      partito preso farebbe meglio a stare zitto!No. Sbagliato. In questo caso le proteste non sono verso M$ ma verso i siti che utilizzano il formato XLS per divulgare dei dati.
      Rimane il fatto che i documenti del
      Ministero segnalati non avevano alcuno
      biosgno di essere scritti in un foglio di
      calcolo.Appunto....
      Ma nel caso generale alternative NON
      ESISTONO! Mettetevelo nella zucca!Alternative esistono. Poi possono non essere adatte alle tue esigenze. Ma questo è un altro discorso.Guarda, io non ho problemi a dire che probabilmente fra tutti gli spreadsheet che ho provato il migliore è Excel (secondo me è forse il miglior prodotto M$ fra quelli che conosco). Ma da quì a dire che un privato debba spendere svariati biglietti da cento euro per poter leggere un documento presente sul sito delle Finanze....
    • Anonimo scrive:
      non sarai certo tu a dire quando parlare o meno
      - Scritto da: Upanisad
      Leggetevi la FAQ di comp.apps.spreadsheets!
      La trovate su
      http://www.faqs.org/faqs/spreadsheets/faq............
      Rimane il fatto che i documenti del
      Ministero segnalati non avevano alcuno
      biosgno di essere scritti in un foglio di
      calcolo.
      Ma nel caso generale alternative NON
      ESISTONO! Mettetevelo nella zucca!Questo non è da poco.dato che non serviva e che non c'è scritto da nessuna parte nei siti governativi, ministeriali, statali - che XLS si può aprire anche con questo o quello, non c'è il link ad un viewer eccetera --- il messaggio che passa all'utente medio (non di media capacità, semplicemente l'utente medio) - è "devi avere excel per vedere questo e devi avere windows per avere excel"pronto microsoft!voglio ecsciell! come c'è solo icspi?ma io ciho Vuindouvs 3.1 che mi basta!perchè per avere delle informazioni dallo stato in maniera moderna devo comprare robba?ah, perché l'ha detto Upanisad?ma perché non c'era scritto sul sito dove c'era il file? anzi, già che ci siamo... perché c'era il file e basta e non anche una visualisasione già bella li?MAH!!!!!!!!vabbé compremose sto ecsciello e uindouvsma sul mio 386 non funsiona mica neh!
      • Anonimo scrive:
        Re: non sarai certo tu a dire quando parlare o meno

        vabbé compremose sto ecsciello e uindouvs

        ma sul mio 386 non funsiona mica neh! Ah sì? Sul mio 386-40MHz AMD funziona benissimo invece!Ho installato Windows 3.1 e Excel 3!Ci vado pure in rete con l'ADSL, usando lo stack TCP/IP del Win for Worwkgroups 3.11!E funziona anche il Word 2.0!Contento? :P(Non sto scherzando, ce l'ho sul serio! ^_^)
    • Anonimo scrive:
      Re: E con questo le polemiche inutili sono chiuse.
      - Scritto da: Upanisad
      Rimane il fatto che i documenti del
      Ministero segnalati non avevano alcuno
      biosgno di essere scritti in un foglio di
      calcolo.Questo e' l'unico punto di discussione. Se li avessero messi in CSV, li avrebbero potuti leggere gli utenti di excel come quelli di notepad, vi, e gnumeric.Io non voglio parlare delle qualita' di excel o del formato .xls; Ma non puoi che concordare che pubblicare gli elenchi in csv era la soluzione migliore sotto ogni punto di vista. E il fatto che chi gestisce il sito del ministero non l'abbia capito non puo' rendermi felice.
  • Anonimo scrive:
    Il vero problema degli standard di fatto
    Il problema del Ministero, è un non problema, visto che i .XLS sono uno standard di fatto nè più e nè meno come lo sono i .PDF i .PS i .TTF ed i font type1 e type2 e come lo è html e xml... quindi un foglio elettronico con grafici e formule in che formato ve lo devono dare (ad oggi)???Il fatto che non esista uno standard per i fogli elettronici come per esempio è .RTF per i documenti non è un problema di M$ nè tantomeno lo è per i vari governi, ministeri, enti pubblici, privati ed aziende!Quale è il problema allora?Semplicemente M$ ha un modo di fare un po' fastidioso, che riguarda le specifiche di progetto dei vari prodotti, non dico che il formato XLS non sia abbastanza documentato ma che a forza di aggiungere cose inutili lo standard viene puntualmente rivisto ad ogni rilascio di versione spesso senza compatibilità o con seri problemi di compatibilità all'indietro; questo ovviamente tende a mettere in difficoltà gli altri produttori software che ogni volta sono in seria difficoltà a rilasciare un prodotto compatibile. del resto M$ tenta in continuazione di sovvertire anche standard non suoi come l'html... quindi figuriamoci con i suoi formati proprietari...purtroppo penso che il mercato del software è ancora troppo giovane e quindi soffre fortemente di questi problemi, se a questo sommiamo che un imprenditore senza scrupoli grazie ai tanti soldi guadagnati tende a fare di tutto affinchè non emergano altre realtà in concorrenza, si capisce subito che arrivare a standrdizzazioni in tempi brevi è molto difficile... ma ci arriveremo! prima o poi i formati da gestire con i vari computer dovranno essere uniformati a standard internazionali universalmente riconosciuti, come i formati dei fogli di carta... se poi gli americani preferiscono il formato letter in pollici e gli europei il DIN A4 poco cambia, tutti i produttori di carta fanno le misure a norma e le apparecchiature sono in grado di gestirli... mi sembra un esempio calzante no?
  • Anonimo scrive:
    Scrivetevi un browser
    Quale è il problema.... che i ben pensanti del pinguino e dell'opensource si scrivano un bel browser (magari in java) e poi lo distribuiscano GRATIS alla minoranza che usa o pacciuga linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scrivetevi un browser
      - Scritto da: birillom
      Quale è il problema.... che i ben pensanti
      del pinguino e dell'opensource si scrivano
      un bel browser (magari in java) e poi lo
      distribuiscano GRATIS alla minoranza che usa
      o pacciuga linux.Mozilla, chi e' questo sconosciuto??? :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Scrivetevi un browser
      - Scritto da: birillom
      Quale è il problema.... che i ben pensanti
      del pinguino e dell'opensource si scrivano
      un bel browser (magari in java) e poi lo
      distribuiscano GRATIS alla minoranza che usa
      o pacciuga linux.Vai a vederti Gnumeric, babbeo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Scrivetevi un browser
        - Scritto da: Linuzz


        - Scritto da: birillom

        Quale è il problema.... che i ben pensanti

        del pinguino e dell'opensource si scrivano

        un bel browser (magari in java) e poi lo

        distribuiscano GRATIS alla minoranza che
        usa

        o pacciuga linux.

        Vai a vederti Gnumeric, babbeo!Grazie di avermi fatto perder tempo ma su Gnumericnon ho trovato nessun visualizzatore XLS per ginux.in quanto al babbeo non rispondo penso che tu sia una porsona rozza e disadattata.
        • Anonimo scrive:
          Re: Scrivetevi un browser

          Grazie di avermi fatto perder tempo ma su
          Gnumeric
          non ho trovato nessun visualizzatore XLS per
          ginux.ne hai perso veramente poco... lo gnumeric ( www.gnumeric.org) legge gli xls e puo' _salvare_ in formato excel 95 l' unico problema e' che richiede buona parte delle librerie gnome per funzionare essendo sviluppato dalla ximian.
  • Anonimo scrive:
    Principii e Liberta'
    Rimango vermante sconcertato dalla sudditanza di certe persone verso tecnologie proprietarie e chiuse, ma molto di piu' dalla loro ottusita'.Quello che non si vuole capire e' che i dati sono la cosa fondamentale, e i dati non sono del programma che li manipola ma dei cittadini italiani e devono essere accessibili ai cittadini che essi abbiano il programma XyZ o no!Per un principio di liberta' e trasparenza!A parte il principio di liberta' c'e' anche la questione archiviazione e compatibilita'. E' arcinoto che le ultime suite d'ufficio microsoft non sono piu' compatibili al 100% con i formati che le stesse (nelle loro prime versioni) producevano, e la cosa continuera' nel futuro viste le politiche di MS. Cosa succede se fra dieci anni sara' necessario ricercare dei dati salvati in formati proprietari che non si leggono con gli ultimi programmi? L'uso di formati aperti e documentati completamente e soprattutto non dipendenti dalla piattaforma utilizzata ne dal OS utilizzato, e' fondamentale per la conservazione dei dati! Inoltre i formati aperti permettono la concorrenza ad armi pari nell'industria e non favorisce i monopoli come invece la situazione attuale prospetta! Supportare la liberta' dei formati nella pubblica amministrazione e' un dovere morale di qualsiasi cittadino che abbia coscienza civica!Il ministero non e' un'azienda privata che puo' fare le scelte che vuole in totale autonomia. Soprattutto quando rende obbligatorie certe procedure ma anche quando semplicemente deve offrire un servizio ai cittadini il ministero deve garantire equita' di trattamento e soprattutto non puo' favorire direttamente o indirettamente qualsivoglia azienda privata.Esistono delle alternative il ministero puo' e dovrebbe mettere a disposizione ulteriori formati visto che esistono senza detrimento per nessuno anzi riservandosi la possibilita' in futuro esso stesso la possibilita' di recuperare quei dati nel caso il programma proprietario e chiuso che utilizza in questo momento non fosse disponibile per qualche motivo.P.S:Il formato .xls checche se ne dica e' pessimamente documentato e la documentazione si riferisce sempre a versioni vecchie mai a quelle recenti, quindi di scarsa utilita' (di fatto escono solo quando altri hanno gia' fatto reverse engineering e scoperto piu' o meno tutto quello che c'e' da scoprire).Questo e' il modus operandi che MS tiene da sempre.
    • Anonimo scrive:
      Parole in liberta'...

      Esistono delle alternative il ministero puo'
      e dovrebbe mettere a disposizione ulteriori
      formati Quali? Vorrei saperli! Elencami un po' di formati alternativi all'XSL per i fogli elettronici. Gradirei saperli!Ovviamente devono avere la caratteristica di supportare le cose che rendono un foglio elettronico tale, ossia formule, funzioni e grafici. Oltre che essere utilizzabili su tutti o quasi i programmi di foglio di calcolo.Aspetto l'elenco!
      • Anonimo scrive:
        Re: Parole in liberta'...(errata corrige)
        ...intendevo scrivere XLS, ovviamente..scappato il tasto..solo per evitare inutili batutte! :P
    • Anonimo scrive:
      Re: Principii e Liberta'
      - Scritto da: tristezza
      E' arcinoto che le ultime suite d'ufficio
      microsoft non sono piu' compatibili al 100%
      con i formati che le stesse (nelle loro
      prime versioni) producevano,Niente di più falso.Word 2002 è in grado di leggere qualsiasi file .doc... anche quelli prodotti nel 1983 con Word 1.0.
      e la cosa
      continuera' nel futuro viste le politiche di
      MS.Pure indovino? Andiamo bene...
      Cosa succede se fra dieci anni sara'
      necessario ricercare dei dati salvati in
      formati proprietari che non si leggono con
      gli ultimi programmi?A Word non è successo... e ha quasi 20 anni...
      L'uso di formati
      aperti e documentati completamente e
      soprattutto non dipendenti dalla piattaforma
      utilizzata ne dal OS utilizzato, e'
      fondamentale per la conservazione dei dati!L'unica cosa condivisibile finora che hai detto...
      Il ministero non e' un'azienda privata che
      puo' fare le scelte che vuole in totale
      autonomia. Strano... a me risulta il contrario.I cittadini votano il governo.Il governo gestisce il ministero.Non è detto che il governo segua esattamente quello che vogliono i cittadini.
      Soprattutto quando rende
      obbligatorie certe procedure ma anche quando
      semplicemente deve offrire un servizio ai
      cittadini il ministero deve garantire
      equita' di trattamento e soprattutto non
      puo' favorire direttamente o indirettamente
      qualsivoglia azienda privata.Se fosse così ormai il governo non potrebbe più fare nulla... hanno privatizzato anche il buco del qlo ormai.
      Esistono delle alternative il ministero puo'
      e dovrebbe mettere a disposizione ulteriori
      formati visto che esistono senza detrimento
      per nessuno anzi riservandosi la
      possibilita' in futuro esso stesso la
      possibilita' di recuperare quei dati nel
      caso il programma proprietario e chiuso che
      utilizza in questo momento non fosse
      disponibile per qualche motivo.Una seconda cosa giusta...
      P.S:
      Il formato .xls checche se ne dica e'
      pessimamente documentato e la documentazione
      si riferisce sempre a versioni vecchie mai a
      quelle recenti, quindi di scarsa utilita'Queste sono solo tue opinioni, non supportate da fatti.Io ho qui le specifiche del formato .doc di Word 97 e non è affatto pessimamente documentato.Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Principii e Liberta'
        Le equazioni inserite con equation editor v.2 non sono piu' lette correttamente!!Sarebbe bene documentarsi.
        Pure indovino? Andiamo bene...No, ho solo usato l'interpolazione: se uno fa cosi' per 15 anni, continuera' anche nei prossimi.

        Cosa succede se fra dieci anni sara'

        necessario ricercare dei dati salvati in

        formati proprietari che non si leggono con

        gli ultimi programmi?

        A Word non è successo... e ha quasi 20
        anni...Peccato per le equazioni... ma non erano importanti no?

        L'uso di formati

        aperti e documentati completamente e

        soprattutto non dipendenti dalla
        piattaforma

        utilizzata ne dal OS utilizzato, e'

        fondamentale per la conservazione dei
        dati!

        L'unica cosa condivisibile finora che hai
        detto...La cosa fondamentale!

        Il ministero non e' un'azienda privata che

        puo' fare le scelte che vuole in totale

        autonomia.

        Strano... a me risulta il contrario.Hai uno strano concetto delle istituzioni!
        I cittadini votano il governo.Il governo non e' un istituzione pubblica e' l'organo di governo con i suoi bei limiti.E' il parlamento che approva le leggi e da' tramite votazioni questo tipo di orientamenti, ma purtroppo al giorno d'oggi il governo sta usurpando ad una ad una tutte le funzioni dello stato arrogandosele e utilizzando i principi costituzionali come carta igienica, tra deleghe ingerenze e interferenze e commistioni di varia natura.
        Il governo gestisce il ministero.Una delle cose che NON fa un governo e' Gestire un ministero.
        Non è detto che il governo segua esattamente
        quello che vogliono i cittadini.Allora c'e' qualcosa di sbagliato nel governo!

        Soprattutto quando rende

        obbligatorie certe procedure ma anche
        quando

        semplicemente deve offrire un servizio ai

        cittadini il ministero deve garantire

        equita' di trattamento e soprattutto non

        puo' favorire direttamente o
        indirettamente

        qualsivoglia azienda privata.

        Se fosse così ormai il governo non potrebbe
        più fare nulla... hanno privatizzato anche
        il buco del qlo ormai.Il fatto che la Pubblica Amministrazione (e non il governo che c'entra poco e nulla) debba servisi di servizi di privati non e' una novita', ma e' fondamentale che non avvantaggi nessuno! Infatti e' proprio per questo che ci sono i concorsi e le gare di appalto nel Pubblico, mica perche' sono tutti scemi!

        Esistono delle alternative il ministero
        puo'

        e dovrebbe mettere a disposizione
        ulteriori

        formati visto che esistono senza
        detrimento

        per nessuno anzi riservandosi la

        possibilita' in futuro esso stesso la

        possibilita' di recuperare quei dati nel

        caso il programma proprietario e chiuso
        che

        utilizza in questo momento non fosse

        disponibile per qualche motivo.

        Una seconda cosa giusta...La seconda cosa fondamentale :)

        P.S:

        Il formato .xls checche se ne dica e'

        pessimamente documentato e la
        documentazione

        si riferisce sempre a versioni vecchie
        mai a

        quelle recenti, quindi di scarsa utilita'

        Queste sono solo tue opinioni, non
        supportate da fatti.
        Io ho qui le specifiche del formato .doc di
        Word 97 e non è affatto pessimamente
        documentato.Peccato che il formato corrente sia quello di XP non quello di word 97, comunque visto che e' cosi' ben documentato apetto il tuo lettore di doc scritto in java per i poveri sfigati a breve.Quando ti accorgerai che quello che c'e' scritto nella documentazione non corrisponde esattamente all'implemnentazione effettiva ne riparliamo.tristezza
        • Anonimo scrive:
          Re: Principii e Liberta'
          - Scritto da: tristezza

          Le equazioni inserite con equation editor
          v.2 non sono piu' lette correttamente!!
          Sarebbe bene documentarsi.Equation Editor non è Word...

          Il governo gestisce il ministero.

          Una delle cose che NON fa un governo e'
          Gestire un ministero.Attualmente non mi sembra sia così... forse tu parlavi in via teorica?

          Non è detto che il governo segua
          esattamente

          quello che vogliono i cittadini.

          Allora c'e' qualcosa di sbagliato nel
          governo!Non ho detto che sia giusto infatti.
          Il fatto che la Pubblica Amministrazione (e
          non il governo che c'entra poco e nulla)
          debba servisi di servizi di privati non e'
          una novita', ma e' fondamentale che non
          avvantaggi nessuno! Infatti e' proprio per
          questo che ci sono i concorsi e le gare di
          appalto nel Pubblico, mica perche' sono
          tutti scemi!E succede veramente così? Nessuno viene "casualmente" avvantaggiato?
          Peccato che il formato corrente sia quello
          di XP non quello di word 97,Quando questa documentazione è stata richiesta il formato corrente era quello.
          comunque visto
          che e' cosi' ben documentato apetto il tuo
          lettore di doc scritto in java per i poveri
          sfigati a breve.Non programmo in java, sorry.
          Quando ti accorgerai che quello che c'e'
          scritto nella documentazione non corrisponde
          esattamente all'implemnentazione effettiva
          ne riparliamo.Sono spiacente, ma i prodotti realizzati con quella documentazione non hanno problemi a leggere quei file.Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Principii e Liberta'
            - Scritto da: ZerossCredo Tu ti stia riferendo al formato "XLS" senza macro al suo interno, quando parli di compatibilita' con le versioni precedenti di Excel, vero?
  • Anonimo scrive:
    In pratica il problema è piccolo
    E' il modus operandi che non sopporto.
    • Anonimo scrive:
      Re: In pratica il problema è piccolo
      - Scritto da: SiN
      E' il modus operandi che non sopporto.E' proprio questo il punto!
      • Anonimo scrive:
        Re: In pratica il problema è piccolo
        - Scritto da: miticica
        - Scritto da: SiN

        E' il modus operandi che non sopporto.

        E' proprio questo il punto!informatico!
  • Anonimo scrive:
    Ma finitela!
    Alora, chiariamo un paio di cose!I file del ministero sono degli elenchi e quindi effetticamevne potevano essere ANCHE resi disponibili in ASCII per lo 0,0001% della popolazione che usa ancora il VIC 20 e il +4 come computer casaligno.Per tutti gli altri il formato XLS è leggibile da qualsiasi programma di foglio di calcolo esistente al mondo prodotto negli ultimi anni! Lo leggo persino sotto BeOS, vaccaboia, che è anche più alternativo di Linux!Altra questione è la diatriba del formato alternativo ad XLS in generale! Semplicemnte l'alternativa NON esiste!!CVS è immondizia! Perdete tutte le formule, che sono l'unica cosa che rende sensato l'uso di Excel!XML non supporta i grafici ed è importato da pochissimi programmi (esempio non si può leggere su KOffice)!Per un VERO foglio di calcolo, con formule, grafici e quant'altro l'UNICA è l'XSL! Punto e stop!Se sapete di cosa parlate e conoscete alternative sensate (=formati che possano essere caricati da TUTTI o quasi) sarei curioso di sentirli!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma finitela!
      C'e' anche per UNIX? Perche' sul sito del Ministero non mi dicono come fare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma finitela!
      Ma e il .ps ?Ma non era quello che tutti sanno leggere ?Poi, non mi dirai che tutti sanno leggere gli .zip ma non i .tar.gz, vero ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma finitela!
        - Scritto da: zop
        Ma e il .ps ?
        Ma non era quello che tutti sanno leggere ????????? Non ho capito la risposta! o_OCosa c'entra il .ps che è un formato grafico/testo con l'xls che è un formato di foglio di calcolo?Sinceramente qualcosa mi sfugge...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma finitela!
      - Scritto da: Upanisad
      Alora, chiariamo un paio di cose!

      I file del ministero sono degli elenchi e
      quindi effetticamevne potevano essere ANCHE
      resi disponibili in ASCII per lo 0,0001%
      della popolazione che usa ancora il VIC 20 e
      il +4 come computer casaligno.
      Per tutti gli altri il formato XLS è
      leggibile da qualsiasi programma di foglio
      di calcolo esistente al mondo prodotto negli
      ultimi anni! Lo leggo persino sotto BeOS,
      vaccaboia, che è anche più alternativo di
      Linux!Sul fatto che oramai l'.xls riescono a leggerlo tutti possiamo anche essere daccordo.Ma...
      Altra questione è la diatriba del formato
      alternativo ad XLS in generale! Semplicemnte
      l'alternativa NON esiste!!...stiamo parlando di dati e informazioni *pubbliche* che tali devono rimanere per gli anni a venire.In questo contesto l'uso di un formato squallidamente proprietario e soggetto a variazioni in base ai rutti di un personaggio mal si addice.Pensa che divertimento se ti dessero un file scritto con WS2000 (sai cos'e'?!?) dicendoti che contiene la domanda che dovevi presentare nel 1987 ma che, nonostante il ritardo, puoi presentare oggi senza pagare nessuna penale!
      CVS è immondizia! Perdete tutte le formule,
      che sono l'unica cosa che rende sensato
      l'uso di Excel!Ma questi file contenevano dei numeri o delle formule?
      XML non supporta i grafici ed è importato da
      pochissimi programmi (esempio non si può
      leggere su KOffice)!Uh, c'erano anche i grafici???
      Per un VERO foglio di calcolo, con formule,
      grafici e quant'altro l'UNICA è l'XSL! Punto
      e stop!L'XSL dici? Con gli stylesheet? ;)Partiamo dal "a cosa servono" e dopo decidiamo quale formato, tu ragioni con l'XLS solo perche' ti fa le colonnine belline
      Se sapete di cosa parlate e conoscete
      alternative sensate (=formati che possano
      essere caricati da TUTTI o quasi) sarei
      curioso di sentirli!ASCII, HTML o comma delimited sarebbe ottimo, grazie.
  • Anonimo scrive:
    Chi cerca trova...
    Ai linuxari polemici...."CrossOver works on any Linux distribution and will integrate with most browsers including Netscape 4.x, Netscape 6.x, Konqueror, Mozilla, Galeon and Opera. For detailed system requirements [click here]. CrossOver also integrates with Gnome and KDE to let you transparently open any Word, Excel or PowerPoint file. But even better, you can open these attachment types directly from any mail client."..Tutto questo lo trovate qui: http://www.codeweavers.com/products/crossover/Quante sterili polemiche, solo per il gusto di andare contro Microsoft..P.S.:ma non ci sono anche Staroffice e Open Office??????
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi cerca trova...
      Scusate per il doppio post involontario
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi cerca trova...
      - Scritto da: decoder

      Quante sterili polemiche, solo per il gusto
      di andare contro Microsoft..
      Personalmente non si tratta di andare contro M$ ma semplicemente di garantire la reale fruibilita' dei documenti della PA a *tutti* gli utenti, di oggi, ieri (ovvero chi ha ancora l'M$DOS) e anche domani.E sbagliato che la PA utilizzi e divulghi documenti in un formato chiuso e proprietario.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi cerca trova...
        Tra un po ci sarà qualcuno che vuole leggere i docmenti su un atari del 79!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi cerca trova...
          - Scritto da: Raziel
          Tra un po ci sarà qualcuno che vuole leggere
          i docmenti su un atari del 79!!!In realta' mi preoccupo sopratutto di poterli leggere con un Odino 128 del 2019(Prova ad aprire un documento scientifico scritto con winword 2.0...)
  • Anonimo scrive:
    collaborazione...
    OpenOffice raga'...legge benissimo excelvi state attaccando ad un cavillo!!!!!!solo per dare contro a MSio ho openoffice, e, a parte qualche cazzatta sulle tabelle fatte con word (tra l'altro su dei filefatti in maniera orrenda) non ho mai riscontratoincompatibilita' tali che non mi permettessero di lavorare.Scaricate openoffice e potrete aprire quei file.Poi, visto che siete bravi, li salvate in xml e li rendete disponibili da qualche parte.In fondo sono info pubbliche.Non e' questo lo spirito di collaborazione della comunita' open source?O vi svegliate solo quando c'e' da tirare (biip)su Microsoft?ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: collaborazione...

      solo per dare contro a MSMi spiace, non hai capito nulla.Qui non si da' contro a MS ma contro u MINISTERO che rende INACCESSIBILI i propri documenti e NON SPIEGA come leggerli.
      • Anonimo scrive:
        Re: collaborazione...


        solo per dare contro a MS

        Mi spiace, non hai capito nulla.
        Qui non si da' contro a MS ma contro u
        MINISTERO che rende INACCESSIBILI i propri
        documenti e NON SPIEGA come leggerli.mi spiace ma mio padre che e' infermiere, non saprebbe spiegarti come aprire la cartella di un apziente sul pc...Lui lo fa e basta ...Gli hanno spiegato come farlo, ma non sa COSA sta facendo.Io non darei la colpa al ministero.Ci vuole tempo prima che gli impiegati della nostragenerazione, cresciuti a pane e pc, riempiano gli uffici.Chi ha conoscenze informatiche mediamente alte, sa come leggere un file excell, anche da linux o da altri sistemi.Chi non ne ha e ha bisogno di quei file, nel 99% dei casi ha windows e office, fa doppio click e apre il file.L'altro 1% ha un mac e quindi potenzialmente office.Per me e' un falso problema.Con quel formato si raggiunge la maggioranza dei cittadini.Certo, non tutti, ma, ripeto, e' un falso problema.Inevitabilmente la cultura informatica dovra' salire e dovranno essere usati formati piu' idonei,ma se oggi parli di xml (ma anche solo di CSV) a qualcuno che non e' addetto ai lavori (ma anche a molti cosiddetti esperti), ti guarda come se avessi detto il nome di una razza aliena di Star Trek...excell invece lo conoscono tutti, anche mia mamma..ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: collaborazione...
          - Scritto da: maks


          solo per dare contro a MS



          Mi spiace, non hai capito nulla.

          Qui non si da' contro a MS ma contro u

          MINISTERO che rende INACCESSIBILI i propri

          documenti e NON SPIEGA come leggerli.

          mi spiace ma mio padre che e' infermiere,
          non saprebbe spiegarti come aprire la
          cartella di un apziente sul pc...
          Lui lo fa e basta ...Gia'.Dopo tuo padre si ricordera' del contratto dell'ospedale che ha visto 10 anni prima dove si diceva che nel 2003 lo avrebbero fatto dirigente e andra' a scartabellare nell'archivio informatico.Trovera' finalmente una busta con scritto "contratto maks" la aprira'.... e dentro trovera' un bel floppy da 5'1/4 con l'atichetta "file wordstar".Non e' solo un problema degli utenti attuali ma che riguada i formati adottati dalla PA in genere.L'uso di formati aperti e pubblici nella PA mi sembra doveroso.
          Gli hanno spiegato come farlo, ma non sa
          COSA sta facendo.
          Io non darei la colpa al ministero.
          Ci vuole tempo prima che gli impiegati della
          nostra
          generazione, cresciuti a pane e pc,
          riempiano gli uffici.Sopratutto che riempiano i ministeri fornendoli cosi' di gente che sa quello che fa e perche'...
          ...
          ma se oggi parli di xml (ma anche solo di
          CSV) a qualcuno che non e' addetto ai lavori
          (ma anche a molti cosiddetti esperti), ti
          guarda come se avessi detto il nome di una
          razza aliena di Star Trek...vedi sopra infatti :)
          • Anonimo scrive:
            Re: collaborazione...
            E a chi non ha internet?E a chi non ha un computer?Non ci pensate?Come cavolo faranno? Mah!Che Ministero di ca..a!
    • Anonimo scrive:
      Re: collaborazione...
      Semplicemente grande
  • Anonimo scrive:
    Formati idonei
    Vi faccio notare che l'articolo cita:
    • Anonimo scrive:
      Re: Formati idonei
      - Scritto da: zop
      Vi faccio notare che l'articolo cita:
      [...]
      Quindi, poichè si parla di "ministero
      dell'Economia e delle Finanze" e di
      "cittadini", ciò mi sembra naturale e
      normale.quindi io che non ho micro$oft excel non sono da considerare cittadina italiana?bene a sapersi...mi organizzero' per chiedere asilo politico da qualche parte come apolide...
      • Anonimo scrive:
        Re: Formati idonei
        E' una tua scelta quella di non usare Microsoft perciò accettane le conseguenze e stai zitta.Nessuno ti obbliga a zappare la terra ma se lo fai non devi lamentarti perchè respiri la polvere!
        • Anonimo scrive:
          Re: Formati idonei
          - Scritto da: IvanIlMatto
          E' una tua scelta quella di non usare
          Microsoft perciò accettane le conseguenze e
          stai zitta.
          Nessuno ti obbliga a zappare la terra ma se
          lo fai non devi lamentarti perchè respiri la
          polvere!E' come se le autostrade fossero riservate alle Fiat Punto e chi sceglie Bmw (o Peugeot...) debba per forza percorrere al massimo le strade provinciali.Ma, diavolo, pago il bollo come tutti o no?!!!E allora, nel prossimo modulo "740" pretendo una detrazione perché ho un G4 senza applicativi M$!!!
    • Anonimo scrive:
      :-D
      questa la capisce solo chi ha letto ieri, zop! :-Dhe he!!!- Scritto da: zop
      Vi faccio notare che l'articolo cita:

      dell'Agricoltura" e di "contadini", allora
      le vostre osservazioni sarebbero più oculate
      e sicuramente i formati più azzeccati
      sarebbero stati il .ps, il .sgml, il .tex ed
      il .tar.gz, che tutti i contadini conoscono
      molto molto molto bene e sono molto più
      semplici da implementare e compilare delle
      controparti proprietarie.

      Saluti
      zop
  • Anonimo scrive:
    Mi sembra il formato più idoneo
    Se avessero scelto il PDF sareste stati tutti d'accordo solo perchè non è di Microsoft.Avete i paraocchi, appena sentite la parola "Microsoft" vi vengono i brividi ed è sbagliato tutto a priori senza ragionare.Vi ricordo che il formato XLS e leggibile gratuitamente tanto quanto il PDF !!!Mai sentito parlare, Microsoft ha i rispettivi Reader gratuiti sia per Word che per Excel che per Power Point !Meditate gente, meditate!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra il formato più idoneo

      Mai sentito parlare, Microsoft ha i
      rispettivi Reader gratuiti sia per Word che
      per Excel che per Power Point !
      Meditate gente, meditate! ... ma li fa solo per windows o sbaglio?
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra il formato più idoneo
        Per Mac ci sono sicuramente, non so per i pinguini...
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi sembra il formato più idoneo
          - Scritto da: IvanIlMatto
          Per Mac ci sono sicuramente, non so per i
          pinguini...Lo sai perfettamente, invece, vistoche te l'abbiamo detto almeno in 15.NON ci sono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Star Office li legge quindi taci !
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: IvanIlMatto
            Star Office li legge quindi taci !Non è un viewer.troll
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Cosa c'entra?Ho detto Star Office, lo conosci o devo farti i disegnini?
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Se ci mettono delle macro la compatibilità scende fortemente per Star Office 5.2; ciò anche se (come detto da altri sostenitori pro-M$) M$ ha pubblicato in un libro (a pagamento) le specifiche del formato per excels (che credo alla Sun lo possono acquistare). Il problema rimane cmq per le eventuali macro.per avere una maggiore compatibilità con il formato excels, macro o meno, occorrerà attendere Star Office 6; senza contare che cmq Open Office non potrà usufruire della stessa compatibilità che vanterà Star Office 6 con il formato di M$.Infine aprire un office non è la stessa cosa di un viewer: costa più risorse per ogni o.s. in generale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            OK, in pratica mi hai dato ragione.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Bè, non mi sembra che gli utilizzatori e gli sviluppatori di sw siano sullo stesso piano tra le 2 piattaforme.Certo nella disuguaglianza, cmq anche chi utilizza esclusivamente Linux (*BSD, etc.), può riuscire a leggere i formati excels, ma ciò che dà fastidio è di non essere sullo stesso piano degli altri utilizatori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            E' una scelta quella di non voler essere allo stesso piano degli altri utilizzatori.Ogni scelta comporta alcune conseguenze.E' come se io scegliessi di guidare la macchina con la bocca e mi lamentassi con le case costruttrici perchè i volanti non sono fatti per essere addentati !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: IvanIlMatto
            E' una scelta quella di non voler essere
            allo stesso piano degli altri utilizzatori.
            Ogni scelta comporta alcune conseguenze.
            E' come se io scegliessi di guidare la
            macchina con la bocca e mi lamentassi con le
            case costruttrici perchè i volanti non sono
            fatti per essere addentati !!!No. Io me la prendo perche' le strade comunali bucano le gomme della mia auto perche' non sono gomme pirelli.Troll
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: IvanIlMatto
            E' una scelta quella di non voler essere
            allo stesso piano degli altri utilizzatori.
            Ogni scelta comporta alcune conseguenze.
            E' come se io scegliessi di guidare la
            macchina con la bocca e mi lamentassi con le
            case costruttrici perchè i volanti non sono
            fatti per essere addentati !!!No, e' come se io mi lamentassi perche' lo STATO mi impedisce (o rende comunque molto disagevole) A PRIORI di percorrere una via PUBBLICA perche' io ho un veicolo che si guida con la bocca (ovviamente supposto che cio' non comporti problemi di sicurezza). Oppure, per fare un paragone un po' piu' calzante, e' come se un ente PUBBLICO italiano rilasciasse documentazione SOLO in cinese, in arabo oppure in inglese o in dialetto. Personalmente che ci sia o non ci sia il visualizzatore xls per *x non me ne frega un accidente, anche se fosse gratuito (come pare che sia). E' comunque un prodotto commerciale che io posso non gradire e nessun ente ha il diritto di impormi questa scelta se non per ragioni indiscutibili ed obiettive. Io voglio e devo avere la massima possibilita' di fruire dell'informazione (unica entita' preziosa).Nel caso in questione i dati possono essere benissimo rappresentati da un normale file ASCII senza per questo precludere una successiva elaborazione automatica; a maggior ragione possono essere distribuiti in RTF, PDF, HTML, XML ecc. Costo dell'operazione 15 minuti uomo al massimo. Per inciso il file TXT risultante e' piu' piccolo del file zip (e quindi ci si puo' togliere dai piedi anche lo zip); il file HTML e' piu' o meno della stessa dimensione di quello xlsInsomma, a me questo sembra soltanto un magnifico esempio di pigrizia, poca conoscenza degli strumenti di lavoro e scarsa attenzione verso il cittadino; concedimi quindi il lusso di sentirmi ancora una volta bistrattato dal mio stato.saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Allora visto che lo stato li pubblica in lingua italiana e il 99,9% dei cittadini capisce l'italiano, perchè non ti lamenti per quello 0,1% degli abitanti che capiscono solo il cinese?In quel caso vorresti obbligarli a conoscere l'italiano mentre tu non vuoi sforzarti per fare un semplicissimo e velocissimo import da XLS a StarOffice.Dal mio punto di vista hai degli squilibri mentali quando senti parlare di Microsoft e basta.Coerenza gente, coerenza!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: IvanIlMatto
            Allora visto che lo stato li pubblica in
            lingua italiana e il 99,9% dei cittadini
            capisce l'italiano, perchè non ti lamenti
            per quello 0,1% degli abitanti che capiscono
            solo il cinese?Perche' l'italiano e' la lingua UFFICIALE dello stato. Non il cinese. Mi pare abbastanza ovvio...
            In quel caso vorresti obbligarli a conoscere
            l'italiano mentre tu non vuoi sforzarti per
            fare un semplicissimo e velocissimo import
            da XLS a StarOffice.Io non voglio obbligare nessuno. Al contrario di te, a quanto pare.
            Dal mio punto di vista hai degli squilibri
            mentali quando senti parlare di Microsoft e
            basta.Dal mio punto di vista sei uno che non ha abbastanza motivazioni razionali e supplisce con gli insulti... contento tu...
            Coerenza gente, coerenza!Magari anche un po' di educazione e rispetto non farebbero male....
          • Anonimo scrive:
            Re: [troll]Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: IvanIlMatto
            Cosa c'entra?
            Ho detto Star Office, lo conosci o devo
            farti i disegnini?Lo uso quotidianamente. Ma non vedo perchè devo usare la funzione importazione di un'altra suite X ufficio, e sperareche tutto vada bene (dato che la compatibilità è garantita solo al 99%), quando potrei avere le STESSE info in un comodissimo file .csv
          • Anonimo scrive:
            Re: [troll]Mi sembra il formato più idoneo
            Semplicemente perchè sei fissato e la parola XLS ti crea degli scompensi corporei.E' una tua scelta quella di usare un sistema antiquato e siccome fai parte di una netta minoranza devi accontentarti di quel 99% di compatibilità che a mio parere è fin troppo.Se fossi un imprenditore non faresti questi favori ai tuoi concorrenti solo per la libera concorrenza... se fin lì ci sei arrivato significa che te lo sei meritato perciò non vedo perchè fare beneficenza a due sfigatelli che amano programmarsi il computer con le loro mani rifacendo cose che esistono già.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Non preoccuparti, qualcuno che ti vuole bene può aiutarti, non lasciarti andare, non sei poi così grave come pensi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo

            NON ci sono.Tanto siete in pochi
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra il formato più idoneo
        Li fa anche per MAc.Il problema PERO' e' il MINISTERO che neppure ti dice "scarica qui il lettore"
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra il formato più idoneo
      spero vivamente che tu sia solo un troll...come hanno ripetuto miliardi di volte in questo e altri forum:1- viewer x linux la m$ nn te li da'2- xls nn e' solo "leggibile gratuitamente tanto quanto il PDF", e' uno standard, cosa che nn sono ne xls ne pdf.3- perche' usare un xls da 50 k quando con 5 di csv potremmo scaricare le stesse identiche informazioni??come hai fatto tu nel tuo post, ti invito a meditare, evidentemente nn lo fai abbastanza prima di apri bocca... ;o)- Scritto da: IvanIlMatto
      Se avessero scelto il PDF sareste stati
      tutti d'accordo solo perchè non è di
      Microsoft.
      Avete i paraocchi, appena sentite la parola
      "Microsoft" vi vengono i brividi ed è
      sbagliato tutto a priori senza ragionare.
      Vi ricordo che il formato XLS e leggibile
      gratuitamente tanto quanto il PDF !!!
      Mai sentito parlare, Microsoft ha i
      rispettivi Reader gratuiti sia per Word che
      per Excel che per Power Point !
      Meditate gente, meditate!
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra il formato più idoneo
        Ma perchè per voi sfigati pinguini dovremmo tornare indietro di 10 anni con i files ASCI...Aggiornatevi!
        • Anonimo scrive:
          Re: [troll]Mi sembra il formato più idoneo
          - Scritto da: IvanIlMatto
          Ma perchè per voi sfigati pinguini dovremmo
          tornare indietro di 10 anni con i files
          ASCI...La ruota e' stata inventata millennni faEfunziona benissimo
          • Anonimo scrive:
            Re: [troll]Mi sembra il formato più idoneo
            Tu continua pure ad andare in giro con il carro, io preferisco la mia Golf.
          • Anonimo scrive:
            Mi hai fatto ricordare la teoria delle bolle...
            Ricordo ai dotti evangelisti dell'ultima ora che lo scambio di file di testo e' l'unico modo per far comunicare tra loro tutti i sistemi della terra.Ricordo anche a chi parla di involuzioni e di improbabili salti tecnologici verso il passato che XML (sono sicuro che ne hanno sentito parlare, come anche del cugino sce mo HTML) basa tutta la propria tecnologia su, udite udite... file di testo! Pazzesco vero?Io capisco che non tutti possano essere degli addetti ai lavori, e mi rendo anche conto che ormai sulla rete ci sia anche chi ha ricevuto un pc in regalo e lo usa ogni tanto per scrivere degli articoli, voglio pero' dire che sebbene io possa anche apprezzare un'automobile ad esempio, una Golf, questo non significa che io conosca esattamente il funzionamento di ogni sua piu' piccola componente e pertanto posso solo criticare le conseguenze delle scelte tecniche fatte dal costruttore, non le scelte stesse, perche' guidarla o vederla non fa di me un meccanico...Buona giornata a tutti, meccanici e non--------------------------------------------Il dubbio e' il padre di tutti i cambiamenti
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi hai fatto ricordare la teoria delle bolle...
            Mi dispiace deluderti ma io sviluppo applicazioni web-based su SQL Server con DB temporanei XML.So di cosa parlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi hai fatto ricordare la teoria delle bolle...
            L'alcolismo è un problema da non sottovalutare, ci sono molte associazioni che possono aiutarti.
          • Anonimo scrive:
            Sfigadus
            La ruota è stata inventata ma da sola non serve a niente. Tu continua pure a spingere a mano la ruota... :-))
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi sembra il formato più idoneo
          Hai perfettamente ragione. A leggere i forum di PI sembrerebbe che Linux sia il sistema operativo usato dall'80% delle persone, mentre se non sbaglio sui desktop la sua percentuale è appena dello 0,4%, ragion per cui dato che il formato .XLS è idoneo allo scopo, non vedo alcuna discriminazione. Se mai i più discriminati sono i cittadini che non hanno accesso a internet. I linuxari non contano, sarebbe se qualcuno venisse a dire: io invece del PC ho il pallottoliere e non riesco a leggere i file in formato .XLS che è discriminatorio verso i pallottolieri.Quando un utente Linux decide autonomamente di ghettizzarsi dal resto del mondo dei desktop e di usare il giocattolo operativo invece di fare come fanno tutti i cristiani (Windows è preinstallato su qualsiasi pc) se ne assume tutte le responsabilita', e poi non si lamenti se non è compatibile col mondo civilizzato. Ma per favore, vi prego di tornare con i piedi per terra e guardare alle cose con un po' di sano buon senso.- Scritto da: IvanIlMatto
          Ma perchè per voi sfigati pinguini dovremmo
          tornare indietro di 10 anni con i files
          ASCI...
          Aggiornatevi!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: Claudia
            Hai perfettamente ragione. A leggere i forum
            di PI sembrerebbe che Linux sia il sistema
            operativo usato dall'80% delle persone,
            mentre se non sbaglio sui desktop la sua
            percentuale è appena dello 0,4%, ragion per
            cui dato che il formato .XLS è idoneo allo
            scopo, non vedo alcuna discriminazione.Credo che il 95% delle persone sia in grado di salire le scale.A che servon gli scivoli?
            Quando un utente Linux decide autonomamente
            di ghettizzarsi dal resto del mondo dei
            desktop e di usare il giocattolo operativo
            invece di fare come fanno tutti i cristianiNon mischiamo informatica e religione, PLZ!!!!
            (Windows è preinstallato su qualsiasi pc)FALSO.
            Ma per favore, vi prego di tornare con i
            piedi per terra e guardare alle cose con un
            po' di sano buon senso.Appunto.Il buon senso dice che in 3 secondi M$ Excel è in grado di salvare un file in formato .csv
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Ma perchè dev'essere il 99% degli utenti che salva da Excel in formato CSV per due sfigati?Io trovo molto più logico che tocchi ai due sfigati il lavoro di importare piuttosto che a tutti gli altri quello di esportare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: IvanIlMatto
            Ma perchè dev'essere il 99% degli utenti che
            salva da Excel in formato CSV per due
            sfigati?
            Io trovo molto più logico che tocchi ai due
            sfigati il lavoro di importare piuttosto che
            a tutti gli altri quello di esportare.Sai una cosa? Ti auguro di non doverti mai far parte del 5% di "qualcosa"; ma, nell'evenienza, stampati tutti i tuoi post di questo forum. Saranno una lettura interessante....cordialita'.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Il fatto di appartenere o no a questa minoranza di sfigati è una mia scelta che non farò mai.Se tu l'hai fatta perchè ti lamenti con gli altri?Chi è causa del proprio mal pianga sè stesso!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: SiN

            Appunto.
            Il buon senso dice che in 3 secondi M$ Excel
            è in grado di salvare un file in formato
            .csv
            Appunto. il buon senso mi dice che il 98% delle persone (io faccio parte del 2% restante) non leggerebbero il file perchè non hanno la minima idea di come si fa a salvare il Excel importando un .CSVNon capisco proprio perchè voi pensate che il formato .XLS sia discriminante perchè taglia fuori Linux (0,4% dei desktop) e invece non sia discriminante il .CSV che taglia fuori l'utente medio.Come fate a pretendere che tutti gli utilizzatori di PC siano informatici professionisti? A parte chge se così fosse per gli informatici professionisti non ci sarebbe più lavoro, ma è chiaro a qualunque persona di buon senso che se il cittadino medio è abituato a usare solo i formati di default delle applicazioni (e infatti è così) un sito ministeriale DEVE fornire documenti .XLS per gli utilizzatori di Excel per raggiungere il maggior numero possibile di utenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: Claudia
            - Scritto da: SiN

            Appunto. il buon senso mi dice che il 98%
            delle persone (io faccio parte del 2%
            restante) non leggerebbero il file perchè
            non hanno la minima idea di come si fa a
            salvare il Excel importando un .CSVErrore!!!Normalmente Excel si assegna l'estension .csv, quindil'utente medio non si accorge nemmeno che sta aprendo un filein altro formato.Per fare un'esempio, nel sito dell'Istat, alcune tabelle possonoessere scaricate, e c'è una bella iconcina di excel.ma in realtà scarichi file .csv, dopodichè li apri senza manco accorgerti della differnza!
            invece non sia discriminante il .CSV che
            taglia fuori l'utente medio.perchè non lo taglia fuori
            default delle applicazioni (e infatti è
            così) un sito ministeriale DEVE fornire
            documenti .XLS per gli utilizzatori di Excel
            per raggiungere il maggior numero possibile
            di utenti.Quallo che accetterei (e benvolentieri), è che fornisca ANCHE in formato .xls, accanto ad un formato + fruibile, come .csv
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Forse è perchè l'amministrazione pubblica ci tiene a tecnologicizzare i suoi utenti e a tirarli fuori dai campi, l'era della zappa è finita così come quella dei file ASCII del 1800.
          • Anonimo scrive:
            Re: [troll]Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: IvanIlMatto
            Forse è perchè l'amministrazione pubblica ci
            tiene a tecnologicizzare i suoi utenti e a
            tirarli fuori dai campi, l'era della zappa è
            finita così come quella dei file ASCII del
            1800.Strano: l'ultima voltache sono stato al bricocenter di zappe ne vendevano.CMQ spero proprio che ti faccino dissodare una serie di aiuole da 4 metri x2, fornendoti di un trattore adeguatamente accessoriato lungo 3m
          • Anonimo scrive:
            Re: [troll]Mi sembra il formato più idoneo
            Bene, vorrà dire che farò un po' di fatica per quell'aiuola ma poi per il mio campo di 10 ettari impiegherò 1 giorno mentre tu 2 mesi.Ciao sfigatello :)
          • Anonimo scrive:
            Re: [troll]Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: IvanIlMatto
            Bene, vorrà dire che farò un po' di fatica
            per quell'aiuola ma poi per il mio campo di
            10 ettari impiegherò 1 giorno mentre tu 2
            mesi.Una? guarda che ne hai altre 55 da fare :-pBTW.. lavoltache devo dissodare il campo mi procuro il trattore :-pSe TU quello che non usa lazappa X principio :-ppp
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: IvanIlMatto
            Forse è perchè l'amministrazione pubblica ci
            tiene a tecnologicizzare i suoi utenti e a
            tirarli fuori dai campi, l'era della zappa è
            finita così come quella dei file ASCII del
            1800.Ok ora basta parlare. Apri il tuo Office XP lancia Excel e vai sulla voce Attiva il Prodotto. Come? non serve? non avrai usato il crack vero? cazzo ma l'hai pagata la scelta che hai fatto?Già aspetta forse hai excel 95, ma tanto i formati microsoft non sono neanche compatibili tra loro...Viva .xls, viva IvanIlMatto che forse un giorno potrà permettersi la licenza che non ha ancora acquistato
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: Claudia
            (...) un sito ministeriale DEVE fornire
            documenti .XLS per gli utilizzatori di Excel
            per raggiungere il maggior numero possibile
            di utenti.Cosi` il Ministero DEVE fornire documenti in un formato proprietario, DEVE favorire l'utilizzo di software Microsoft. Complimenti.. evidentemente il 98% degli utenti di pc e` gia` in mano a B. Gates.. Adesso potra` farvi pagare tutto il sw che finora l'80% di voi ha usato piratandolo, tanto ormai avete una bella "dipendenza da prodotti Microsoft"..Io preferirei un bel file in formato TESTO, leggibile da tutti e facilmente modificabile.Si, anche le tabelline di Excel!!!Saluti!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo

            Cosi` il Ministero DEVE fornire documenti in
            un formato proprietario, DEVE favorire
            l'utilizzo di software Microsoft.Ma cosa vuol dire propietario? E' un formato che legge qualsiasi programma di foglio di calcolo su qualsiasi sistema operativo! Chi t'ha obbligato ad usare Excel!In COSA è propietario? Nel fatto che l'ha inventato la Microsoft?
            Io preferirei un bel file in formato TESTO,
            leggibile da tutti e facilmente
            modificabile.
            Si, anche le tabelline di Excel!!!Ma te Excel l'hai mai usato? Nel caso specifico puoi anche aver ragione, visto che è un semplice elenco!Ma in caso di un foglio di calcolo VERO il file di testo non serve a un tubo!! Dove metti le formule, le funzioni, le formattazioni condizionali, i grafici, ecc.. ecc...?
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Contento te, contenti tutti.Però qui sembra che quelli contenti siamo solo noi mentre sei tu quello che ha problemi.Allora leccamelo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: Claudia delle persone (io faccio parte del 2%
            restante) non leggerebbero il file perchè
            non hanno la minima idea di come si fa a
            salvare il Excel importando un .CSV
            Non capisco proprio perchè voi pensate che
            il formato .XLS sia discriminante perchè
            taglia fuori Linux (0,4% dei desktop) e
            invece non sia discriminante il .CSV che
            taglia fuori l'utente medio.L'utonto medio non viene tagliato fuori leggi sotto.
            Come fate a pretendere che tutti gli
            utilizzatori di PC siano informatici
            professionisti? A parte chge se così fosse
            per gli informatici professionisti non ci
            sarebbe più lavoro, ma è chiaro a qualunque
            persona di buon senso che se il cittadino
            medio è abituato a usare solo i formati di
            default delle applicazioni (e infatti è
            così) un sito ministeriale DEVE fornire
            documenti .XLS per gli utilizzatori di Excel
            per raggiungere il maggior numero possibile
            di utenti.Ma sai che potrebbe fornire i documenti anche in 2, 3 formati diversi e cosi potrebbe raggiungere TUTTI gli utenti.Cara Claudia se il formato del file invece che essere XLS e CSV tu neanche te ne accorgi se non hai un buon spitito di osservazione, perchè solo l'icona fel file cambia leggermente, e magia cliccandoci sopra si aprirebbe in automatico. Penso non sia necessario essere "informatici professionisti" per cliccarci sopra 2 volte .Comunque sarei fellicissimo che la PA addottasse da oggi Office XP,anzi se io fossi Bill regalerei a tutta la PA Office XP (in cambio dovrebbero solo pubblicare i file nel mio formato proprietario), e allora sai che te ne fai tu del tuo bel Office 95-97-2000. E dai tira fuori i tuoi bei 500? per pagarti la nuova licenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Dovresti leccarcelo a tutti visto che i viewer sono gratuiti, idiota!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Si vede da come e cosa scrivi che sei un essere superiore. Ma va ad acquistare office XP Ei su fa l'uomo acquistalo questa volta e non scoccarlo come hai sempre fatto fino a d adesso.- Scritto da: Salabar
            Dovresti leccarcelo a tutti visto che i
            viewer sono gratuiti, idiota!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo

            Come fate a pretendere che tutti gli
            utilizzatori di PC siano informatici
            professionisti? A parte chge se così fosseO sei una professionista o non lo sei.Se non lo sei non vedo perche' tu entri nel merito tecnico della discussione; a te del formato in cui vengono distribuiti i dati non ne deve fregare assolutamente nulla, una volta che ti viene garantito di poter leggere e usare quei dati nel modo in cui sei solita fare.Se sei una professionista, spiegami *esattamente* quali sono le difficolta' tecniche ed i costi associati alla distribuzione parallela di QUEI dati in formato CSV, TXT, HTML oltre a XLS;Scusa il tono un po' brusco; pero', raga', non nascondiamoci dietro un dito! Questo NON e' un problema di tecnologia. E' un problema di cultura e di diritto. In questi termini chi si sente discriminato ha perfettamente ragione di protestare e di vedere rispettati i propri diritti e le proprie liberta', a prescindere dalle percentuali. Altrimenti cominciamo a sopprimere fisicamente tutti i diversi e le minoranze. E questo, se permetti, non e' carino.saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Se uno sceglie di sua volontà di essere discriminato secondo me è libero di farlo però se poi si lamenta va ammazzato!La discriminazione è sbagliata se uno nasce così e non è colpa sua ma dal momento che vuole esserlo bisogna ucciderlo.Se uno sceglie di essere ladro va discriminato, se sceglie di essere assassino idem, se sceglie di essere pinguino peggio!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo

            La discriminazione è sbagliata se uno nasce
            così e non è colpa sua ma dal momento cheQuindi tu non corri pericoli....
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Linux non è diffuso al 0.4%; neanche in Italia; anche perchè il fatto che venga distribuito gratuitamente fà sì chge sfugga alle statistiche che riguardano solo i desktop pre-installati da un produttore (e le statistiche si rifanno quasi sempre ai desktop da ufficio.Una critica più sensata è quanti lo usano come o.s. principale visto che la maggioranza lo usa con win e win rimane per loro l'o.s. principale; o meglio sarebbe da chiedersi quanti usano esclusivamente Linux (o *BSD, o QNX, etc.).Ma il problema non è questo: se una PA offre un servizio, non si capisce per quale ragione, se può, e può; non renderlo disponibile a tutti con le varie scelte che questi "tutti" possono liberamente fare.L'ASCII non è il formato più idoneoo, magari; anche se excels non è sicuramente la morte, visto che M$ se paghi ti dà le specifiche del formato (il libro su cui sono pubblicate); ma è pur sempre un'aggravante che gli utilizzatori del servizio non siano messi sullo stesso piano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Secondo il tuo ragionamento dovrebbero fare anche una cartuccia perchè i possessori di Sega Master Sistem non possono leggere i floppy con i files CSV e anche un foglio di carta bucata per quelli che usano computer del 1955... e se risaliamo a prima che l'ASCII fosse inventato? Come la mettiamo?Ragazzi, spetta alla minoranza adeguarsi!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: IvanIlMatto
            del 1955... e se risaliamo a prima che
            l'ASCII fosse inventato? Come la mettiamo?Infatti l'ente rilascia anche documentazione cartacea.
            Ragazzi, spetta alla minoranza adeguarsi!Questa e' una castroneria bella e buona. Se cosi' fosse non staremmo qui a "discutere" via internet, ma a cacciare orsi con lance e frecce dalla punta di selce. A me risulta che la storia ed il progresso non procedano "a gradini" ma a in maniera uniforme e che ogni "maggioranza" sia stata in una qualche fase della sua storia una delle tante "minoranze". Il viceversa non e' vero, ovviamente. saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Guarda che lo 0,4% non deriva dalla percentuale dei pre-installati (credo che quella sia di gran lunga più bassa!) ma dai log dei web server (percentuale di Linux come USER_AGENT)- Scritto da: BSD_like
            Linux non è diffuso al 0.4%; neanche in
            Italia; anche perchè il fatto che venga
            distribuito gratuitamente fà sì chge sfugga
            alle statistiche che riguardano solo i
            desktop pre-installati
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            A parte che le statistiche non sono attuali; poi chi utilizza Linux principalmente non lo può fare sempre (perchè una maggioranza di disinformatici preferisce la pappa pronta ed allora sei costretto in azienda ad usare win, negli internet point ad usare win, etc.).Ma ciò che non consideri è che la maggioranza (stragrande maggioranza) dei nuovi utilizzatori Linux, hanno Linux come o.s. secondario, cioè affiancano a win, Linux. Utilizzano Linux per i programmi in blunde forniti e magari per quelli come Star Office di più facile installazione (senza sapere che magari lo installano con l'opzione in locale per ogni ut.).Quando trovano le prime difficoltà tornano su win; come il caso del browser, se non sanno scaricare e installare lo slockware per mozilla, Netscape, preferiscono IE; lo stesso vale quando si trovano davanti a siti otimizzati per IE.Ma analoga cosa vale per i driver di periferiche, che non sono di default supportati dal kernel preparato dalle distro.Una migliore statistica dell'utilizzo di Linux, te lo forniscono le riviste d'informatica; visto che ormai anche le più win schierate danno ogni tanto i cd di una distro Linux; "segno evidente di un riscontro positivo, anche numerico, tra i lettori" (inter.net: rivista sia win sia Linux schierata).Che poi l'utilizzo di Linux sia limitato e rimane win il sistema principale, è un'altra cosa; questo non c'entra niente con la sua diffusione.Tuttavia se la PA si comporta così (e sicuramente non è questo il problema più grave), non spronerà questi ut. a passare a Linux come o.s. principale; ma tenderanno a lasciare win come o.s. di riferimento ed a limitarsi ad affiancargli Linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Bene, sono contento che lo stato faccia qualcosa per far evolvere i cittadini.Ogni tanto qualcosa di buono, almeno non pago milionate di tasse al mese per niente...
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: BSD_like
            A parte che le statistiche non sono attuali;
            Una migliore statistica dell'utilizzo di
            Linux, te lo forniscono le riviste
            d'informatica; visto che ormai anche le più
            win schierate danno ogni tanto i cd di una
            distro Linux; "segno evidente di un
            riscontro positivoEsatto. Un riscontro positivo tra quelli che leggono le riviste di informatica, peccato che una piccolissima minoranza dei cittadini utilizzatori di pc legge riviste di informatica (che altrimenti avrebbero più tiratura della Gazzetta dello Sport e di TV Sorrisi&Canzoni messi insieme!).E' normale che tra coloro che si appassionano all'informatica (o ci lavorano) tanto da acquistare riviste gli OS più tecnici come Linux abbiano un riscontro positivo, ma un ministero deve pensare a raggiungere il maggior numero di cittadini, non di lettori di riviste di informatica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: BSD_like
            L'ASCII non è il formato più idoneoo,
            magari; anche se excels non è sicuramente la
            morte, visto che M$ se paghi ti dà le
            specifiche del formato (il libro su cui sono
            pubblicate)Precisiamo:1. Non è Microsoft a darti il libro, ma la Mondadori.2. Il libro non contiene solo il formato binario dei file XLS.3. E' un libro di programmazione per Excel, così come ne esistono altri anche per Word, Outlook, ecc, ecc...4. Nessuna libreria mi ha mai regalato un libro... ho sempre dovuto pagarlo.Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Ma M$ guadagna sui diritti, ed è proprio qui il punto!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: BSD_like
            Ma M$ guadagna sui diritti, ed è proprio qui
            il punto!Dio quanto odio quando indossate i paraocchi... che cavolo di discorso è questo?Tutti gli scrittori e le case editrici guadagnano sui diritti dei loro libri.Allora mettiamo alla gogna tutto l'apparato editoriale?!Ma fatemi il piacere va...Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Oh finalmente avete ammesso che l'unica cosa che vi sta sulle palle è questa, per il resto si è visto che non avete argomenti.Il vostro motto è "tutto contro Microsoft comunque", quando sentite la parola Microsoft i neuroni smettono di funzionare e siete contrari a priori, infatti non riuscite neanche a scriverla per intero ma usate parole come M$ o Winzoz...vergogna!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: Claudia
            Hai perfettamente ragione. A leggere i forum
            di PI sembrerebbe che Linux sia il sistema
            operativo usato dall'80% delle persone,
            mentre se non sbaglio sui desktop la sua
            percentuale è appena dello 0,4%, ragion per
            cui dato che il formato .XLS è idoneo allo
            scopo, non vedo alcuna discriminazione. Scusa ma cosa centra il formato dei file "XLS" di proprieta' della Microsoft, con il SO su cui vengono usati?Microsoft produce Excel anche per Mac, lo sai questo, vero??? ;-)
            Se mai i più discriminati sono i cittadini che
            non hanno accesso a internet. 4 ? l'ora,in un qualsiasi cybercaffe non mi sembra una cifra al di fuori delle portate medie!
            I linuxari non
            contano, sarebbe se qualcuno venisse a dire:
            io invece del PC ho il pallottoliere e non
            riesco a leggere i file in formato .XLS che
            è discriminatorio verso i pallottolieri. Ma scusa, Informatica e Telematica sul tuo vocabolario, ti reindirizzano solo a Redmon???
            Quando un utente Linux decide autonomamente
            di ghettizzarsi dal resto del mondo dei
            desktop e di usare il giocattolo operativo "Giocatollo Operativo"??? Ma hai mai visto per quali applicazioni viene usato Linux nel Mondo!
            invece di fare come fanno tutti i cristiani Difatti IO sono Ateo!
            (Windows è preinstallato su qualsiasi pc) NON su quelli che escono dal mio Negozio!
            se ne assume tutte le responsabilita', e poi
            non si lamenti se non è compatibile col
            mondo civilizzato. Civilizzato = Redmond ???
            Ma per favore, vi prego di tornare con i
            piedi per terra Ma scusa, non era Microsoft XP che ti faceva volare, come non avevi mai fatto prima! :-)
            e guardare alle cose con un
            po' di sano buon senso. Scusa, "Il TUO buon senso" ?
            - Scritto da: IvanIlMatto

            Ma perchè per voi sfigati pinguini
            dovremmo

            tornare indietro di 10 anni con i files

            ASCI...

            Aggiornatevi!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            - Scritto da: Claudia
            Hai perfettamente ragione. A leggere i forum
            di PI sembrerebbe che Linux sia il sistema
            operativo usato dall'80% delle persone,
            mentre se non sbaglio sui desktop la sua
            percentuale è appena dello 0,4%, ragion per
            cui dato che il formato .XLS è idoneo allo
            scopo, non vedo alcuna discriminazione. Scusa ma cosa centra il formato dei file "XLS" di proprieta' della Microsoft, con il SO su cui vengono usati?Microsoft produce Excel anche per Mac, lo sai questo, vero??? ;-)
            Se mai i più discriminati sono i cittadini che
            non hanno accesso a internet. 4 ? l'ora,in un qualsiasi cybercaffe non mi sembra una cifra al di fuori delle portate medie!
            I linuxari non
            contano, sarebbe se qualcuno venisse a dire:
            io invece del PC ho il pallottoliere e non
            riesco a leggere i file in formato .XLS che
            è discriminatorio verso i pallottolieri. Ma scusa, Informatica e Telematica sul tuo vocabolario, ti reindirizzano solo a Redmon???
            Quando un utente Linux decide autonomamente
            di ghettizzarsi dal resto del mondo dei
            desktop e di usare il giocattolo operativo "Giocatollo Operativo"??? Ma hai mai visto per quali applicazioni viene usato Linux nel Mondo!
            invece di fare come fanno tutti i cristiani Difatti IO sono Ateo!
            (Windows è preinstallato su qualsiasi pc) NON su quelli che escono dal mio Negozio!
            se ne assume tutte le responsabilita', e poi
            non si lamenti se non è compatibile col
            mondo civilizzato. Civilizzato = Redmond ???
            Ma per favore, vi prego di tornare con i
            piedi per terra Ma scusa, non era Microsoft XP che ti faceva volare, come non avevi mai fatto prima! :-)
            e guardare alle cose con un
            po' di sano buon senso. Scusa, "Il TUO buon senso" ?
            - Scritto da: IvanIlMatto

            Ma perchè per voi sfigati pinguini
            dovremmo

            tornare indietro di 10 anni con i files

            ASCI...

            Aggiornatevi!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra il formato più idoneo
            Vai al supermercato, compra una bottiglia di vino, infilatela su per il culo e poi stappala.Forse inizierai a ragionare...
    • Anonimo scrive:
      BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

      Meditate gente, meditate!Ma che razza di mania e' quella di scrivere sempre sta frase??? Ormai compare in moltissimi post su PI.Meditate cosa??? E soprattutto perche' devo meditare???Viene sempre scritta con una certa superiorita'.. ma cazzo, scendete tutti dal pero e rimettetevi a livello di tutti, che nessuno e' nato maestro.Se non si era capito, mi fa alquanto irritare quella forma di chiusura dei post :)Anonymous
      • Anonimo scrive:
        Re: BAST-medita.
        - Scritto da: Anonymous

        Meditate gente, meditate!
        • Anonimo scrive:
          Re: BAST-medita.
          - Scritto da: deheeeee


          - Scritto da: Anonymous


          Meditate gente, meditate!Veramente odiosa... o no? :)Anonymous
          • Anonimo scrive:
            Re: BAST-medita.
            bah sai, io in un contesto underground dell'understatemente la trovo a livello validacioè;-)comunque medita, mi raccomando!- Scritto da: Anonymous


            - Scritto da: deheeeee





            - Scritto da: Anonymous



            Meditate gente, meditate!

            Veramente odiosa... o no? :)

            Anonymous
  • Anonimo scrive:
    XML & XSTL
    La w3c si è data tanto da fare per creare questipotenti, free, indipendenti da tutto, formati allora perchè non usarli ?ps. con xml si memorizzano i dati e conxstl si fornisce una visualizzazione tipo html.Per chi deve usare semplicemente i dati ogni software per questo campo degno del suo nomeavrà sicuramente un parser xml, se non l'ha ce nesono parecchi, ottimi e free, in tutta internet.
    • Anonimo scrive:
      Re: XML & XSTL
      - Scritto da: Free
      La w3c si è data tanto da fare per creare
      questi
      potenti, free, indipendenti da tutto,
      formati allora perchè non usarli ?Evidentemente agli impiegati non hanno insegnato a salvare in XML... ma forse anche perchè nella P.A. sono generalmente fermi su Excel 97...Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: XML & XSTL
        - Scritto da: Zeross
        Evidentemente agli impiegati non hanno
        insegnato a salvare in XML... ma forse anche
        perchè nella P.A. sono generalmente fermi su
        Excel 97...Certo e se lo dovessero aggiornare lo farebbero a spese NOSTRE. Bello veramente.
        • Anonimo scrive:
          Re: XML & XSTL

          - Scritto da: Zeross

          Evidentemente agli impiegati non hanno

          insegnato a salvare in XML... ma forse
          anche

          perchè nella P.A. sono generalmente fermi
          su

          Excel 97...

          Certo e se lo dovessero aggiornare lo
          farebbero a spese NOSTRE. Bello veramente.no, a spese dello Stato.Che ha un bilancio.Tanto comunque tu le tasse le pagheresti lo stesso.Non capisco tutta questa voglia di sentirsi contribuenti offesi quando si tratta di spendere,e sparire nell'ombra quando si tratta di pagarle le tasse.... all'americana...Le tasse in Italia sono alte perche' c'e' evasione... non perche' negli uffici pubblici si usa excelciao ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: XML & XSTL

      Per chi deve usare semplicemente i dati ogni
      software per questo campo degno del suo nome
      avrà sicuramente un parser xml, se non l'ha
      ce ne
      sono parecchi, ottimi e free, in tutta
      internet.Intanto gli XML non supportano i grafici (e probabilmente molte altre cose).E poi sono POCHISSIMI i programmi che importano XML! Mentre TUTTI i fogli di calcolo importano XLS!Secondo te è più sensato obbligare tutti a scaricare programmi da internet, fare parsing e conversioni varie per poter aprire un documento, invece di usare un formato che qualsiasi programma di foglio di calcolo su qualasiai piattaforma (compreso Linux, BeOS, OS2, ecc.) può leggere?Ma fatti curare, da 'sta mania di persecuzione contro la Microsoft!
      • Anonimo scrive:
        Re: XML & XSTL
        - Scritto da: Upanisad
        Secondo te è più sensato obbligare tutti a
        scaricare programmi da internet, fare
        parsing e conversioni varie per poter aprire
        un documento, invece di usare un formato che
        qualsiasi programma di foglio di calcolo su
        qualasiai piattaforma (compreso Linux, BeOS,
        OS2, ecc.) può leggere?
        Ma fatti curare, da 'sta mania di
        persecuzione contro la Microsoft!se fosse vero che si importa XLS da qualsiasi programma ...ma persino WKS non si importavano da Excel ... mi sembra strano che sia tutto un mondo di gioia e felicità di importazioni ...
        • Anonimo scrive:
          Re: XML & XSTL

          se fosse vero che si importa XLS da
          qualsiasi programma ...

          ma persino WKS non si importavano da Excel
          ... mi sembra strano che sia tutto un mondo
          di gioia e felicità di importazioni ...Okkei, esempi pratici grazie!Dimmi dove non riesci ad importarlo, purchè sia un programma di foglio di calcolo decente, definibile tale! Non una super-beta fatta dal nipotino durante la merenda!
  • Anonimo scrive:
    Re: Il potere dei soldi
    Scusa, ma per la gestione dei dichiarativi/ contabilità che software usi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il potere dei soldi
      Appunto, Excel è il software più diffuso, ERGO mi sembra ovvio che sia il formato con cui vengano rilasciati i documenti. La discussione sterile con cui i soliti polemici nei confronti di Microsoft portano le accuse al monopolio software si dimostra ignorante e puerile: soprattutto perché, se proprio non volete regalare a Microsoft i vostri soldi, usate l'Excel Viewer, che è gratuito...E poi troppo spesso chi critica Microsoft ne pirata tutto il software... Che mossa stupida: sul breve termine certo rende (o meglio, NON rende alla società americana), ma sul lungo continua a tenere alta la posizione di dominio di Microsoft (tutti sanno usare solo i suoi sitemi operativi...).Quest'ultimo discorso, ovviamente, è differente per gli utenti - se esclusivi - di Linux/Beos/... Ma il primo concetto resta valido.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il potere dei soldi

        Appunto, Excel è il software più diffuso,E allora?
        ERGO mi sembra ovvio che sia il formato con
        cui vengano rilasciati i documenti. AHAHAHAHAHAHsenza neppure dare a chi non ha Excel la possibilita' di leggerli?Stiamo parlando di un MINISTERO
      • Anonimo scrive:
        Re: Il potere dei soldi
        - Scritto da: rrolando
        Appunto, Excel è il software più diffuso,
        ERGO mi sembra ovvio che sia il formato con
        cui vengano rilasciati i documenti. La
        discussione sterile con cui i soliti
        polemici nei confronti di Microsoft portano
        le accuse al monopolio software si dimostra
        ignorante e puerile:Sei tu che dimostri di essere ignoranteperche' non hai ancora afferrato quale sianoi problemi derivanti dall'uso di formatiproprietari.
        soprattutto perché, se
        proprio non volete regalare a Microsoft i
        vostri soldi, usate l'Excel Viewer, che è
        gratuito...Complimenti, da questa sparata si confermala tua superficialita'. Se il visualizzatoreesiste solo per win l'equipaggiamentocompleto per poter consultare i documenticomprende anche il sistema operativo per cui*non* puoi leggerli se non paghi una tassaa Microsoft. Ma negate l'evidenza per ignoranzao malafede? Lo chiedo perche' i fatti mi sembranocosi' evidenti che mi riesce difficile credereche tu non sia in grado di capire da solo.
        E poi troppo spesso chi critica Microsoft ne
        pirata tutto il software... Che mossa
        stupida: sul breve termine certo rende (oPerche' in particolare chi critica Microsoft?Chi lo fa per i motivi giusti di solitocerca anche prodotti alternativi e comunquesi spera che si sforzi di "salvare in rtf",per capirci.
        meglio, NON rende alla società americana),
        ma sul lungo continua a tenere alta la
        posizione di dominio di Microsoft (tutti
        sanno usare solo i suoi sitemi
        operativi...).Su questo concordo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il potere dei soldi
      Uso Zucchetti.Tutti i programmi sono nativi per Linux.Alex- Scritto da: AFelletti
      Scusa, ma per la gestione dei dichiarativi/
      contabilità che software usi?
  • Anonimo scrive:
    PA ITALIA - DERIVATA DAL REGNO BORBONICO
    constatazione:Il lupo perde il pelo, ma non il vizio.presente:chi va con lo zoppo impara a zoppicare.speranza:Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino.futuro:tirem innanz!
    • Anonimo scrive:
      Re: PA ITALIA - DERIVATA DAL REGNO BORBONICO

      speranza:
      Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo
      zampino.Condivido
    • Anonimo scrive:
      Mia nonna deriva da sua mamma
      constatazionicosa fatta capo hachi la fa l'aspettichi rompe paga e i cocci sono suoi1+1=2 (quasi sempre)fatti i cazzi tuoi, camperai cent'annieccetera.- Scritto da: Alien
      constatazione:
      Il lupo perde il pelo, ma non il vizio.

      presente:
      chi va con lo zoppo impara a zoppicare.

      speranza:
      Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo
      zampino.

      futuro:
      tirem innanz!
  • Anonimo scrive:
    potevano esportarlo in Multiplan (SYLK) Import
    non mi intendo di windows, lo usavo sette anni fa..., ad ogni modo alcuni siti online che distribuiscono materiale di foglio elettronico spacciano dei formati come il Multiplan (SYLK) come se fossero Excel.Immagino che Excel possa esportare in questo formato, che e' un formato di formattazione libera testo, che Excel gestisce in import automaticamente, probabilmente.Linux, puo' operare apertura di tali files mediante GNumeric, prodotto del desktop GNOME, per esempio, ed esistono filtri di import anche per Excel...A mio avviso e' inutile condannare cosi' avidamente la pubblica amministrazione solo perche' rispecchia le scelte del 90% degli utenti italiani, la verita' e' che si deve STUDIARE ! ! ! non solo i cittadini, ma anche i ministri, chiaramente, che vorrebbero fare pagare internet, e poi noi i centri di studi per la statistica rilevano una difficolta' di evoluzione tecnologica rispetto agli altri paesi...Boh, fate un po voi, io mi pago la connessione ad internet, per quello che mi serve, ma tutte ste speculazioni, poi...Buon lavoro a tutti,W l'italia, gli italiani, la vita di tutti gli esseri umani, buoni e cattivi, belli e brutti, sapientoni e ignorantoni, elementi tutti ritrovabili nei singoli indivui.
  • Anonimo scrive:
    CSV
    Quanto accidenti ci vuole?????
    • Anonimo scrive:
      Re: CSV
      - Scritto da: SiN
      Quanto accidenti ci vuole?????
      Parole Sante.RTF, CSV. I formati di interscambio esistono...
      • Anonimo scrive:
        Re: CSV

        RTF, CSV. I formati di interscambio
        esistono...Il CSV NON è un formato di interscambio con XLS!Non supporta formule e funzioni! Non serve a un tubo, se usi Excel come vero foglio di calcolo!NON ESISTE un formato open per i fogli di calcolo! Anzi c'è! E' l'XLS che qualsiasi programma carica su qualsiasi OS! (premesso che ci sia un porgramma di foglio di calcolo su quell'OS)
        • Anonimo scrive:
          Re: CSV
          - Scritto da: Upanisad

          RTF, CSV. I formati di interscambio

          esistono...
          Il CSV NON è un formato di interscambio con
          XLS!
          Non supporta formule e funzioni! Non serve a
          un tubo, se usi Excel come vero foglio di
          calcolo!Peccato che non serva a niente in questo caso. Nei file in questione non ci sono formule.L'uso di excel e' un errore al di la della questione del formatoproprietario. Loro hanno pubblicato un database usando un foglio elettronico.Quindi non cercare di difenderlinon fai altro che peggiorarela loro posizione.
          NON ESISTE un formato open per i fogli di
          calcolo! Bhe, su questo hai ragione ma francamente non ne ho mai sentito la mancanza. :)Cmq e' solo una questione ditempo.
    • Anonimo scrive:
      Re: CSV
      HTMLmolto meno.- Scritto da: SiN
      Quanto accidenti ci vuole?????
  • Anonimo scrive:
    Ma non cagate il ca%%o
    Adesso giu' un putiferio per il formato di un documento! Ma in quale formato dovevano distribuirlo? eh? Un bel File .SCV? eh? Testo ASCII separato da virgole? Ma daiii non siate ridicoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non cagate il ca%%o
      - Scritto da: settete
      Testo ASCII separato da virgole? Bravo! Questo e' leggibile da qualsiasi cosa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non cagate il ca%%o
        HA HA HA HA !!!Per voi pinguini dovremmo tornare all'età della pietra con i files ASCII?Ma aggiornatevi, siamo nel 2002!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non cagate il ca%%o
          - Scritto da: IvanIlMatto
          Per voi pinguini dovremmo tornare all'età
          della pietra con i files ASCII?Qual e' il _tuo_ problema? Io suggerisco che salvino _anche_ in ASCII, tu usi il file Excel, chi ha problemi puo' usare l'altro.
          Ma aggiornatevi, siamo nel 2002!Ah gia'...tra un po' M$ aggiornera' la sua suite di prodotti e tu dovrai aprire nuovamente il portafoglio. 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non cagate il ca%%o

            Ah gia'...tra un po' M$ aggiornera' la sua
            suite di prodotti e tu dovrai aprire
            nuovamente il portafoglio. 8)no, perché tanto mica l'aveva comperato!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non cagate il ca%%o

            no, perché tanto mica l'aveva comperato!Allora sei un pirata perseguibile dalla legge.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non cagate il ca%%o
          - Scritto da: IvanIlMatto
          HA HA HA HA !!!
          Per voi pinguini dovremmo tornare all'età
          della pietra con i files ASCII?
          Ma aggiornatevi, siamo nel 2002!mi chiedo che tipo di fil4e siano quelli che stai leggendo in questo momento (PI e la maggior parte del web)? HTML? e' ASCII.la stessa cosa per quello che riguarda il "formato del futuro": XML(per la verita' e' testo unicode, a volte ristretto alla sola parte "compatibile" con ASCII, comunque sempre di testo si parla)i file di testo "strutturati" in qualche modo sono ancora uno dei formati migliori per la memorizzazione di dati, in quanto possono essere trattati dai programmi appositi, ma anche letti _in_caso_di_emergenza_ da qualunque programma di testo.E' vero che occupano un po' piu' di spazio, ma possono essere compressi in modo molti efficiente (con algoritmi e programmi liberamente disponibili, altrimenti se ne perde l'efficacia...).Cio' che puo' fare la differenza tra moderno e superato e' al piu' la struttura che si da al file di testo (nel caso specifico, un'applicazione xml con dtd disponibile e' sicuramente piu' "raffinata" di una semplice separazione con virgole)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non cagate il ca%%o

      un documento! Ma in quale formato dovevano
      distribuirlo? eh? Un bel File .SCV? eh?C S V ;o)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non cagate il ca%%o
        sciacquati la la bocca prima di parlare hai l'alitosi !!!Una bella tabella html ti fa schifoo e' troppo complicata da costruire?- Scritto da: Cirio

        un documento! Ma in quale formato dovevano

        distribuirlo? eh? Un bel File .SCV? eh?

        C S V
        ;o)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non cagate il ca%%o
          - Scritto da: xxccd
          Una bella tabella html ti fa schifo
          o e' troppo complicata da costruire?La tabella html puo' essere complicata _da leggere_.Il semplice CSV (che sta per 'Comma-Separated Value') viene letto da qualsiasi programma DB/foglio elettronico decente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non cagate il ca%%o
      Ma no, il formato più open possibile sarebbe stato un bel .tex o un bel .ps, magari con una bella compressione in .tar.gz.Tanto poi tutti lo sanno utilizzare e leggere!Tu no ?Ignorante!Non mi dirai che vai in giro a parlare di informatica senza avere una laurea in tale materia, vero ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non cagate il ca%%o
      HTML.fine.- Scritto da: settete
      Adesso giu' un putiferio per il formato di
      un documento! Ma in quale formato dovevano
      distribuirlo? eh? Un bel File .SCV? eh?
      Testo ASCII separato da virgole? Ma daiii
      non siate ridicoli.
  • Anonimo scrive:
    ve ne accorgete solamente adesso???
    è sempre stato così... da anni e anni... e poi excel o works ce l'hanno tutti...e le tabelle sono comode... in excel le formatti e le stampi come vuoi...
    • Anonimo scrive:
      Re: ve ne accorgete solamente adesso???
      io non ce l'ho, dato che ho scelto di non installarmi la versione piratatabau
      • Anonimo scrive:
        Re: ve ne accorgete solamente adesso???
        Mai sentito parlare di Excel Reader e di Word Reader che sono gratis?Perchè vuoi far vedere al mondo intero quanto sei ignorante?
        • Anonimo scrive:
          Re: ve ne accorgete solamente adesso???
          - Scritto da: IvanIlMatto
          Mai sentito parlare di Excel Reader e di
          Word Reader che sono gratis?
          Perchè vuoi far vedere al mondo intero
          quanto sei ignorante?Ci sono anche per UNIX?
        • Anonimo scrive:
          Re: ve ne accorgete solamente adesso???

          Mai sentito parlare di Excel Reader e di
          Word Reader che sono gratis?
          Perchè vuoi far vedere al mondo intero
          quanto sei ignorante?Ecco un'altro asino, se Excel Reader eWord Reader girano solo sotto windowssei *costretto* a pagare una tassa adun'azienda privata (e pure straniera)per consultare un documento pubblico perche'windows non e' gratis.Non mi sembra cosi' difficile arrivarci da solo!
    • Anonimo scrive:
      Re: ve ne accorgete solamente adesso???
      allora facciamo così:ogni persona che si collega, prima di collegarsi mette nome, cognome e indirizzo e fa click su "accetto che vengano verificati questi dati presso il provider"dopodiché in ordine alfabetico vi si manda la BSA a casa a verificare che abbiate i programmi originali che la PA vi impone di usare per leggere la loro roba.vediamo un po' se trovate tutto tanto comodo eccetera.davvero vuoi pagare QUEI soldi per avere le taballe comode?Ascii, segni meno, accenti e ti fai le tabelle con un buon carattere monospaced.SE fosse veramente così, se vi facessero pagare quella roba che avete piratato, allora direste "evviva free! evviva opensource!"fate i paladini perché non avete comprato un cazzo!- Scritto da: dot.com.
      è sempre stato così... da anni e anni...
      e poi excel o works ce l'hanno tutti...
      e le tabelle sono comode...
      in excel le formatti e le stampi come vuoi...
      • Anonimo scrive:
        Re: ve ne accorgete solamente adesso???


        - Scritto da: dot.com.

        è sempre stato così... da anni e anni...

        e poi excel o works ce l'hanno tutti...

        e le tabelle sono comode...

        in excel le formatti e le stampi come

        vuoi...
        fate i paladini perché non avete comprato un
        cazzo! GRANDE!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: ve ne accorgete solamente adesso???
        - Scritto da: Mante Nuto


        allora facciamo così:

        ogni persona che si collega, prima di
        collegarsi mette nome, cognome e indirizzo e
        fa click su "accetto che vengano verificati
        questi dati presso il provider"

        dopodiché in ordine alfabetico vi si manda
        la BSA a casa a verificare che abbiate i
        programmi originali che la PA vi impone di
        usare per leggere la loro roba.



        vediamo un po' se trovate tutto tanto comodo
        eccetera.

        davvero vuoi pagare QUEI soldi per avere le
        taballe comode?


        Ascii, segni meno, accenti e ti fai le
        tabelle con un buon carattere monospaced.

        SE fosse veramente così, se vi facessero
        pagare quella roba che avete piratato,
        allora direste "evviva free! evviva
        opensource!"

        fate i paladini perché non avete comprato un
        cazzo!



        - Scritto da: dot.com.

        è sempre stato così... da anni e anni...

        e poi excel o works ce l'hanno tutti...

        e le tabelle sono comode...

        in excel le formatti e le stampi come
        vuoi...centrato in pieno il punto!
  • Anonimo scrive:
    E usate l'HTML, no?
    La verità è che gli costa troppa fatica impaginare i fogli Excel in tabelle HTML...Oppure non sanno come si fa a stampare in PDF...D'altra parte, per la PA Internet è solo una rogna... vuoi vedere che a fare quelle pagine ci mettono gli stessi impiegati che quando scrivono le lettere usano la barra spaziatrice per centrare i titoli?A volte è solo questione di (cattive) abitudini....
    • Anonimo scrive:
      Re: E usate l'HTML, no?
      ;-)concordo al 100%e comunque, se proprio volessero, potrebbero esportare in HTML anche da Office (per quanto ci sia il nugolo di spaccacazzi che non si accontentano nemmeno così).senza nessuna fatica.- Scritto da: OPERAio
      La verità è che gli costa troppa fatica
      impaginare i fogli Excel in tabelle HTML...
      Oppure non sanno come si fa a stampare in
      PDF...

      D'altra parte, per la PA Internet è solo una
      rogna... vuoi vedere che a fare quelle
      pagine ci mettono gli stessi impiegati che
      quando scrivono le lettere usano la barra
      spaziatrice per centrare i titoli?

      A volte è solo questione di (cattive)
      abitudini....
  • Anonimo scrive:
    Ma qual'è il formato alternativo?
    Evidentmente lo ignoro, però quale sarebbe il formato standard open e gratuito di foglio elettronico?Per i file di testo esiste anche l'RTF, ma per i simil Excel?Io non l'ho mai sentito, francamente! E propietario per propietario mi sembra la cosa più ragionevole usare il programma di gran lunga più diffuso!!Dove'è il problema?Nota "personale":Con tutte 'ste polemiche Linux-Microsoft Punto Informatico ha veramente stufato! L'obiettività è andata persa da tempo, da queste parti! Tutti gli articoli sono acriticamente anti-Microsoft in modo aprioritstico e per partito preso!Per quanto Bill Gates mi stia sui cosiddetti, mi risulta difficile digerire un attacco così cieco e di parte!Ultimamente mi sto trovando sempre più spesso a difendere il Billy, francamente l'ultima cosa che avrei pensato al mondo!Mah!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qual'è il formato alternativo?
      forse dimentichi che c'è gente che NON puo' vedere quei file, semplicemente perche' non esiste il viewer per la loro piattaforma...non mi sembra una dimostrazione di ottusità, semmai il contrario...che lo Stato si metta a fare discriminazioni, e a obbligarti ad acquistare un sistema, piuttosto che un altro, mi sembra abbastanza grave... tu che dici???Me lo paghi tu winzozz???ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma qual'è il formato alternativo?
        beh senti se nel 2002 uno non e' in grado di vedersi un file excel merdoso allora che appenda il cumputer al chiodo. Con tutti gli office gratuiti che ci sono in giro...
        • Anonimo scrive:
          Re: SERVIZIO al CITTADINO, non al MONOPOLIO
          - Scritto da: settete
          beh senti se nel 2002 uno non e' in grado di
          vedersi un file excel merdoso allora che
          appenda il cumputer al chiodo. oppure pretende, e giustamente, che lo STATO che anche LUI finanzia, metta a disposizione i DATI destinati ANCHE a LUI in un formato condivisibile
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qual'è il formato alternativo?
      - Scritto da: Upanisad
      Io non l'ho mai sentito, francamente! E
      propietario per propietario mi sembra la
      cosa più ragionevole usare il programma di
      gran lunga più diffuso!!
      Dove'è il problema?Facciamo un esempio (comunque si scrive propRietario).Tu devi pagare le tasse, giusto?Un giorno ti dicono che devi pagarle in modo differente e per farlo devi utilizzare un sistema di scrittura differente dal tuo, da destra verso sinistra, utilizzando SOLO carta e penne di una certa ditta, mentre tu normalmente scrivi da sinistra a destra, utilizzando la carta e le penne con cui ti trovi meglio e che, tra l'altro ti costano -.50cent la penna e 1? per 5 fogli, invece che 2? la penna e 4? per un foglio.Come la vedi?Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qual'è il formato alternativo?
      - Scritto da: Upanisad
      Evidentmente lo ignoro, però quale sarebbe
      il formato standard open e gratuito di
      foglio elettronico?
      Per i file di testo esiste anche l'RTF, ma
      per i simil Excel?
      Io non l'ho mai sentito, francamente! E
      propietario per propietario mi sembra la
      cosa più ragionevole usare il programma di
      gran lunga più diffuso!!
      Dove'è il problema?

      Nota "personale":
      Con tutte 'ste polemiche Linux-Microsoft
      Punto Informatico ha veramente stufato!
      L'obiettività è andata persa da tempo, da
      queste parti! Tutti gli articoli sono
      acriticamente anti-Microsoft in modo
      aprioritstico e per partito preso!
      Per quanto Bill Gates mi stia sui
      cosiddetti, mi risulta difficile digerire un
      attacco così cieco e di parte!
      Ultimamente mi sto trovando sempre più
      spesso a difendere il Billy, francamente
      l'ultima cosa che avrei pensato al mondo!
      Mah!
      • Anonimo scrive:
        tanto rumore per nulla come al solito
        scusateè la prima volta che uso Punto informatico e mi è saltato un invio di troppo...e quindi è partito l'intero messaggio quotato senza mia risposta in un precedente threadvolevo dire che è possibile leggere i files excel senza officeio uso open office sia su win che su linux e riesco a leggere benissimo i file di excel perchè il formato è documentato (come riesco a leggere benissimo anceh i doc e qualsiasi altra cosa tranne i file di access).Sono sicuro d'altra parte che l'ottimo gnumeric sia in grado di fare un'importazione fedele.. anche se non ho ancora provato con i files in questione.Vorrei però rivolgermi in parte alla redazione di punto informatico e in parte ai postatori abituali, dal momento che io leggo spesso con molto interesse le discussioni che qui vengono fatte.vorrei dire, ecco.... basta con questi attacchi indiscriminati... io nella faccenda del conflitto fra software proprietario/ open source sono completamente neutrale e credo che la sua coesistenza sia un bene per tutti e, sinceramente, non ce la faccio più a sentire un sacco di mensogne e falsità sui prodotti della M$ e su Bill Gates, manco fosse peggio di Stalin e Pol pot messi assieme.E poi con questa bufala che linux è pronto per l desktop.. non ditele ste cose che poi uno ci crede e rimane fregato come me :-)se gli stessi alan cox e torvald parlano di linux come buon sistema desktop come obiettivo da raggiungere nel 2005 un motivo ci sarà in fondo.Diciamo che con molto sforzo, moltissima pazienza e tante competenze si può anche usare ma è comunque una soluzione scomoda e non ottimale del problema. Secondo me sul desktop windows (che nella serie NT non è malvagio nemmeno per quanto riguarda sicurezza ed stabilità, pur fornendo prestazioni che con linux + X + kde o gnome te le sogni) e Mac OS /mac oS X sono ancora le soluzioni migliori, e più convenienti e questo anche tenuto conto del loro prezzo e del fatto che linux sia gratuito.il fatto stesso che molto software della gnu fondation o comunque GPL giri meglio su windows (provate open office o star office o anceh emacs per esempio) vuol dire ceh c'è ancora molto lavoro da fare.E questo per non voler parlare del multimediale spinto o altre attività.E' inutile battere sempre sullo stesso chiodo... ovvero su sicurezza e prestazioni in ambito server .. lo sappiamo linux è migliore ( ma ho il dubbio che gli unix commerciali siano migliori) .. ma perchè non si parla mai della pessima gestioen del sonoro con tutti quei server che si accavallano.. o del probelam irrisolto dei font dei quali ancora non si è scelto uno standard e che comunque, anceh con l'antialising sono visibili male? credete forse ceh queste sono cose da poco?in linux manca moltissimo software e parecchio di quello ceh c'è è dilettantesco, fatto male o in stato di pre-alpha e quidni spesso solo per farlo compilare devi bestemmiare 3 religioni diverse.lo so voi direte che sono schiavo della M$, che voi siete più furbi ed abili di me, che non capisco niente e che magari sono pure un troll ma ho sull'altra partizione una debian su cui gira quake con tanto di sonoro a dimostrare che non è vero :-)ma che fatica per montar su un gioco che manco mi piace solo per vedere se funzionamagari direte pure ceh tutto è gratis e che non mi devo lamentare... però ecco sviluppare software libero è uan cosa nobilissima ma non si può obbligare la gente non solo ad usarlo ma addirittura ad esserne soddisfatti! Fin quando si parla di emacs, open office, apache (!!!), gcc (che poi il borland c++ builder 5.5 FREE è migliore .. vabbè lasciamo perdere) bacio per terra.. complimenti vivissimi! .. però molte cose ancora non vanno.costruire software di un certo livello però su uan moderna macchian multimediale è uan cosa molto difficiel e ceh richiede enormi sforzi di uomini e mezzi.. la comunità open source per quanto volenterosa ed attiva srà sempre indietro dal punto di vista tecnologico e per quanto riguarda le innovazioni... certo Linux è stupendo ma cosa ha portato di veramente nuovo (a parte la filosofia dell'open source) al modno dell'informatica?... credo ceh tutto quello ceh è in linux sia anceh in unix.. la vera possibilità di opporsi al monopolio - che è comuqneu un male- l'ha avuta l' IBM con il suo ottimo Os/2, però non ha voluto proseguire nello sviluppo perchè non le conveniva o perchè forse non aveva particolari interessi ad inserirsi nel mondo del software.e poi sinceramente sta cosa che bill gates è un demonio mentre Steve jobs che produce uan macchian con hardware proprietario su cui fa girare un sistema operativo ceh pure lui produce e così via, facendoli pagare pure a caro prezzo, sia un santo io non l'ho mai capita.Se il signor gates o al M$ ceh lui rappresenta habbo commesso degli illeciti la giustizia americana, che non ha perdonato nememno colossi del livello di rockfeller, at & t o bell, saprà come comportarsi.E' vergognoso stare qui a fare il tifo, manco fossimo allo stadio!cordiali saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: tanto rumore per nulla come al solito
          - Scritto da: tonysupervabbè numerosi errori di ortografia e staroffice non è gpl ... so che siete pignoli e per questo l'ho voluto segnalare:-)
        • Anonimo scrive:
          Re: tanto rumore per nulla come al solito
          Come sempre hai qualcosa in mente e devi trovare il modo e l'occasione di scriverlo...Poi ecco qualcuno li ha trovati e puoi solo complimentarti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qual'è il formato alternativo?
      - Scritto da: Upanisad
      Evidentmente lo ignoro, però quale sarebbe
      il formato standard open e gratuito di
      foglio elettronico?
      Per i file di testo esiste anche l'RTF, ma
      per i simil Excel?
      Io non l'ho mai sentito, francamente! E
      propietario per propietario mi sembra la
      cosa più ragionevole usare il programma di
      gran lunga più diffuso!!La domanda e' ottima, e' una risposta definitiva a questa domanda non c'e'. Oggi. Domani chissa'.Pero', forse, bisognerebbe rifare la domanda: ho veramente bisogno di inserire i dati degli "Elenchi relativi alle aliquoted ell'addizionale comunale all'IRPEF anno 2002" in un file di foglio elettronico? Sono elenchi, giusto? Saranno read-only, no? Le Finanze pubblicano informazioni che i cittadini prendono cosi' come sono. Non conosco questo tipo di elenchi, ma le care vecchie tabelle HTML, sono davvero cosi' scomode per dati che devono essere solo letti?Capirei se si dovessero modificare e rispedire al Ministero... Ma se ho capito bene, qui stanno sparando alle mosche con un cannone.Senza considerare OpenOffice, ovviamente...-- Fra
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma qual'è il formato alternativo?
        La cosa piu' allucinante e' che sul sito del Ministero non c'e' alcuna indicazione di come leggere quei file. Quindi o sai di cosa si parla o hai Excel o ti attacchi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qual'è il formato alternativo?
      - Scritto da: Upanisad
      Evidentmente lo ignoro, però quale sarebbe
      il formato standard open e gratuito di
      foglio elettronico?Non credo ci sia, ma perche' non salvare _anche_ il classico file ASCII? E' un formato che Excel esporta e che qualsiasi DB/foglio elettronico importa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qual'è il formato alternativo?

      Evidentmente lo ignoro, però quale sarebbe
      il formato standard open e gratuito di
      foglio elettronico?CSV, DIF e SLK.
      • Anonimo scrive:
        Ma qualcuno usa i fogli di calcolo da 'ste parti?

        CSV, DIF e SLK.Ma li hai mai provati?Il CSV e il DIF non supportano le formule e le funzioni, quindi NON sono un formato per foglio di calcolo! Vanno bene per i database, al massimo...SLK non prevede i grafici, è poco documentato e ancora meno supportato.Bel tentativo, peccato sia fallito!Avanti il prossimo! :P
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma qual'è il formato alternativo?
        con un csv hai poco da far conti ...- Scritto da: QSECOFR

        Evidentmente lo ignoro, però quale sarebbe

        il formato standard open e gratuito di

        foglio elettronico?

        CSV, DIF e SLK.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qual'è il formato alternativo?
      Questo come lo bocci?xml.openoffice.orgOpenoffice e liberamente distribuibile sia per linxu che per windows .
      • Anonimo scrive:
        XML? risposta sbagliata!

        Questo come lo bocci?
        xml.openoffice.org
        Openoffice e liberamente distribuibile sia
        per linxu che per windows .Cosa, l'XML?L'ho già bociato nell'altro thread: non supporta i grafici, nè i fogli multipli all'interno della stessa cartella.E per chi usa Excel non hobbysticamente tanto per fare sono mancanze fondamentali!Perlatro l'XML è un formato semi-propietario, se vai a studiarti com'è fatto! Esiste l'XML di Excel, quello di Staroffice, quello di GNumeric, ecc... E non è detto che siano compatibili! Leggiti bene le FAQ sul sito che TU stesso hai segnalato!Questo ti basta o devo aggiungere altro? :)
        • Anonimo scrive:
          Re: XML? risposta sbagliata!
          il fatto è che Open e Free sono adeguati ad una amministrazione pubblica, mentre "chiaramente CLOSED e COMMERCIALE" non sono OK.L'amministrazione pubblica dovrebbe fornire solo una serie di DATI.non deve supportare formule o compiere qualsiasi genere di operazione, un file di dati.deve fornire informazione.come questa sia stata prodotta deve restare NELL'AMMINISTRAZIONE (che comunque sarebbe meglio usasse roba OPEN (free o meno non mi importa) in maniera da poterci far mettere le mani a vari fornitori e non sempre ad uno che poi si becca il monopolio e non puoi più dirgli niente) e basta.per me i dati andrebbero semplcemente pubblicati in maniera LEGGIBILE DA TUTTI.quindi risultati, non calcoli.formule? no, risultati.INFORMAZIONE.- Scritto da: Upanisad

          Questo come lo bocci?

          xml.openoffice.org

          Openoffice e liberamente distribuibile sia

          per linxu che per windows .

          Cosa, l'XML?
          L'ho già bociato nell'altro thread: non
          supporta i grafici, nè i fogli multipli
          all'interno della stessa cartella.
          E per chi usa Excel non hobbysticamente
          tanto per fare sono mancanze fondamentali!
          Perlatro l'XML è un formato
          semi-propietario, se vai a studiarti com'è
          fatto! Esiste l'XML di Excel, quello di
          Staroffice, quello di GNumeric, ecc... E non
          è detto che siano compatibili! Leggiti bene
          le FAQ sul sito che TU stesso hai segnalato!
          Questo ti basta o devo aggiungere altro? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qual'è il formato alternativo?
      (cut)
      Nota "personale":
      Con tutte 'ste polemiche Linux-Microsoft
      Punto Informatico ha veramente stufato!hanno stufato tutti questi che interpretano solo come gli pare e poi considerano questo come un fatto assodato: ci sono tanti giornali on line, cercatene uno che si adatti al tuo profilo mentale.
      L'obiettività è andata persa da tempo, da
      queste parti!si da quelle, quelle dove stai tu, di parti.se fosse stato un formato della Sun o della Cazzabbubbolo corporation, sarebbe stata la stessa cosa.Il fatto è che hanno usato quello.
      Tutti gli articoli sono
      acriticamente anti-Microsoft in modo
      aprioritstico e per partito preso!Cazzata enorme.L'articolo rende noto una polemica, e non dice di stare da una o dall'altra parte.Quando il telegiornale ti mostra uno sciopero di comunisti o un intervento violento di fascisti da un'altra parte non prende parte: mostra quello che accade.Punto Informatico al massimo si potrà schierare contro il software proprietario usato in siti istituzionali, tra l'altro senza citare i viewer (danod quindi per scontata la diffusione della pirateria).
      Per quanto Bill Gates mi stia sui
      cosiddetti, mi risulta difficile digerire un
      attacco così cieco e di parte!Anche a me, non sta neanche sulle scatole Bill, e il tuo attacco così cieco mi sta davvero sui cosiddetti.Apri gli occhi: sono i commentatori ad essere di parte.
      Ultimamente mi sto trovando sempre più
      spesso a difendere il Billy, francamente
      l'ultima cosa che avrei pensato al mondo!Conosci te stesso.
  • Anonimo scrive:
    Chi vuole che tutto questo finisca...
    puo' aderire alla raccolta firme per la liberare dal monopolio microsoft la pubblica amministrazionehttp://softwarelibero.ite per rompere il vincolo che lega standard proprietari e documenti pubblici che, essendo tali DEVONO POTER ESSERE UTILIZZATI E VISUALIZZATI DA CHIUNQUE.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi vuole che tutto questo finisca...
      - Scritto da: Axl
      puo' aderire alla raccolta firme per la
      liberare dal monopolio microsoft la pubblica
      amministrazione

      http://softwarelibero.it

      e per rompere il vincolo che lega standard
      proprietari e documenti pubblici che,
      essendo tali DEVONO POTER ESSERE UTILIZZATI
      E VISUALIZZATI DA CHIUNQUE.Guarda che il formato XLS è proprio l'unico formato proprietario di tutta la suite Office che sia documentato e pubblicato da MS.Ergo chiunque ne ha la capacità può realizzare un viewer per i file di xls.Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi vuole che tutto questo finisca...
        - Scritto da: Zeross
        - Scritto da: Axl

        puo' aderire alla raccolta firme per la

        liberare dal monopolio microsoft la
        pubblica

        amministrazione



        http://softwarelibero.it



        e per rompere il vincolo che lega standard

        proprietari e documenti pubblici che,

        essendo tali DEVONO POTER ESSERE
        UTILIZZATI

        E VISUALIZZATI DA CHIUNQUE.


        Guarda che il formato XLS è proprio l'unico
        formato proprietario di tutta la suite
        Office che sia documentato e pubblicato da
        MS.sotto che licenza ?
        Ergo chiunque ne ha la capacità può
        realizzare un viewer per i file di xls.url delle specifiche ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi vuole che tutto questo finisca...
          - Scritto da: munehiro


          Guarda che il formato XLS è proprio
          l'unico

          formato proprietario di tutta la suite

          Office che sia documentato e pubblicato da

          MS.

          sotto che licenza ?


          Ergo chiunque ne ha la capacità può

          realizzare un viewer per i file di xls.

          url delle specifiche ?Scusa il ritardo ma dopo aver postato sono uscito.Il formato è descritto sicuramente nel libro "Microsoft Excel 97 Developer's Kit".Fino al 1999 era inoltre incluso in MSDN Library,quindi sull'MSDN incluso con Visual Studio 6.0 c'è.Attualmente per avere le specifiche, oltre al succitato libro, MSDN riporta questo:NOTE: The Microsoft Office binary file format documentation was removed from the MSDN in 1999. If you would like to receive this documentation, you can send e-mail to officeff@microsoft.com, or mail to: Office File Format Documentation RequestOne Microsoft WayRedmond, WA 98052Requests should contain a detailed description for planned use of this documentation.Microsoft Office 2000 supports HTML/XML as a native file format. The documentation is provided on the MSDN under "Microsoft Office HTML and XML Reference." You can find this at the following Web site:http://msdn.microsoft.com/isapi/msdnlib.idc?theURL=/library/officedev/ofxml2k/ofxml2k.htmZeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi vuole che tutto questo finisca...
            Cioè, con l'acquisto del libro (o cmq con una richiesta a M$), M$ vuole i soldi per visualizzare le specifiche.Non mi sembra tanto libero; poi il viewer occorrerà farlo pagare, o no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi vuole che tutto questo finisca...
            - Scritto da: BSD_like
            Cioè, con l'acquisto del libro (o cmq con
            una richiesta a M$), M$ vuole i soldi per
            visualizzare le specifiche.
            Non mi sembra tanto libero; poi il viewer
            occorrerà farlo pagare, o no?Si parla di soldi, scusa?Hai scritto e ti hanno già risposto che vogliono dei soldi?Hai la pretesa che un libro di programmazione (perchè tale è quel libro) ti venga regalato?Non mi risulta che la Mondadori (casa editrice di quel libro) sia un ente di beneficienza. A te si?Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi vuole che tutto questo finisca...
            La pagina che hai segnalato da' un bell'errore 404 (ovvero non esiste).Inoltre .xls non e' certo html/xml, quello che loro ti documentano (e sai che roba html e xml sono in chiaro e si commentano da soli).Inoltre e' fondamentale sapere con quali condizioni io posso utilizzare quelle informazioni, se mi chiedono anche solo 10.000EUR per poter utilizzare quelle informazioni per fare il mio lettore di file compatibile .xls credi che io possa sostenere una spesa simile? O se mi vietano di rilasciarlo con licenza GPL come tutti i programmi che scrivo? Questa e' liberta'?
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi vuole che tutto questo finisca...
            - Scritto da: tristezza
            Inoltre e' fondamentale sapere con quali
            condizioni io posso utilizzare quelle
            informazioni, se mi chiedono anche solo
            10.000EUR per poter utilizzare quelle
            informazioni per fare il mio lettore di file
            compatibile .xls credi che io possa
            sostenere una spesa simile?Hai chiesto prima di dire cose simili?Ti ricordo che la supposizione è la madre di tutte le cazzate.A naso credo che le condizioni di utilizzo siano le stesse del formato PDF: se vuoi realizzare un viewer sono gratuite, se vuoi realizzare un editor paghi.Resta comunque il fatto che bisogna informarsi per saperlo con certezza.
            O se mi vietano
            di rilasciarlo con licenza GPL come tutti i
            programmi che scrivo? Questa e' liberta'?Se non puoi rilasciarlo GPL, non puoi e basta.La roba è loro e decideranno loro quali sono le condizioni di utilizzo.Ti lamenti allo stesso modo anche quando usi parti GPL di terzi e DEVI seguire quella licenza per tutto il tuo progetto?No eh?La tua sembra sempre la solita libertà di fare tutto quello pare e piace, alla faccia di tutto e di tutti.Il solito "due pesi, due misure"... nulla di nuovo sotto il sole.Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi vuole che tutto questo finisca...
            - Scritto da: Zeross
            Se non puoi rilasciarlo GPL, non puoi e
            basta.
            La roba è loro e decideranno loro quali sono
            le condizioni di utilizzo.
            Ti lamenti allo stesso modo anche quando usi
            parti GPL di terzi e DEVI seguire quella
            licenza per tutto il tuo progetto?
            No eh?c'e' una piccola differenza...se non vuoi usare codice GPL, puoi sempre scrivertelo da solo, ma questo non ti impedisce di sviluppare codice totalmente proprietario che sia comunque interoperativo con il codice GPL in questione...nell'altro caso, non mi pare che questo valga...
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi vuole che tutto questo finisca...
            - Scritto da: tristezza
            La pagina che hai segnalato da' un
            bell'errore 404 (ovvero non esiste).MSDN è stato recentemente cambiato.la pagina si trova ora a:http://msdn.microsoft.com/library/default.asp?url=/library/en-us/dnoffxml/html/ofxml2k.aspZeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi vuole che tutto questo finisca...
        oltre al fatto che i viewer sono scaricabili gratis.e anzi, credo stiano anche nei cd di installazione di office e siano pure liberamente distribuibili.certo se hai linux ... sux!:-D- Scritto da: Zeross
        Guarda che il formato XLS è proprio l'unico
        formato proprietario di tutta la suite
        Office che sia documentato e pubblicato da
        MS.
        Ergo chiunque ne ha la capacità può
        realizzare un viewer per i file di xls.


        Zeross
  • Anonimo scrive:
    MAFIASOFT ITALIA
    Sistemi degni della peggiore politica,la pubblica amministrazione italiana e` assoggettata ormai ad un unico fornitore,oltretutto americano, e sul quale non ha diritto di sindacare sui modi di protezione dei dati;i prodotti Micro$oft potrebberocontenere chissa` quali sistemi di spionaggio, ed il solo cercarli diventa un reato penale come violazionedel diritto d'autore per aver fattoreverse engineering;e` forse segno questo che la Micro$oft purdi imporre il suo monopolio pagatangenti al ministero delle finanze?mi si consenta il beneficio del dubbio,non avendo elementi certi nell'unoo nell'altro senso;se da una parte Micro$oft Italia sembra comportarsi in maniera mafiosa, ancor piu` mafioso diventa il silenzio di chi la pubblica amministazione gestisce e rappresenta, e pensando dinon dover rendere conto ai contribuentiregala i soldi pubblici mai saziodi mazzettePino Silvestrel1vo8f1yv9hw08a001@sneakemail.com
  • Anonimo scrive:
    no file no tasse
    mi spiace, ma quest'anno non sono riuscito a leggere il modello 740 e quindi non pagherò le tasse ....:-)
Chiudi i commenti