Spicchi di KDE sul Linux-iPAQ

Un'alleanza inedita fra Trolltech e LISA System porterà sul palmare iPAQ una soluzione embedded fra le più complete in commercio fondata su Linux e la GUI grafica alla base di KDE. Una sfida diretta alle finestre di WinCE


Hannover (Germania) – L’accoppiata Linux/iPAQ non è una novità: già lo scorso anno Compaq aveva portato Linux sui suoi gingillini con il programma Open Handheld Program , ed è di qualche settimana fa la notizia che Xtops.de ha iniziato la commercializzazione di iPAQ H3600 con Linux preinstallato .

A destare interesse, questa volta sono i soggetti coinvolti nel nuovo progetto Linux-on-iPAQ: la tedesca LISA System, sviluppatrice del noto sistema operativo embedded mLinux, e la norvegese Trolltech, creatrice delle librerie cross-platform Qt alla base dell’ambiente desktop KDE.

Le due società si sono alleate per portare su iPAQ una soluzione embedded fra le più complete in commercio. La piattaforma potrà infatti avvantaggiarsi della simbiosi fra mLinux e l’infrastruttura di Trolltech: la Qt/Embedded GUI, che rappresenta l’interfaccia utente ed il sistema a finestre; il Qt Palmtop Environment, che fornisce diverse applicazioni e funzionalità come un gestore di dati personali (PIM), un player MPEG ed un file manager basato su KDE.

Il fatto che questa soluzione si basi sulle stesse librerie del KDE consentirà anche un rapido porting di applicazioni desktop verso l’iPAQ.

Dal canto suo mLinux porta con sé la gestione dei consumi, un file system robusto e flessibile che consente l’utilizzo delle flash ROM come si trattasse di memorie RAM, funzionalità multi-utenza ed un browser Web che include un supporto più o meno completo a standard come CSS, SSL e JavaScript.

“L’adattabilità di Linux lo rende adatto alla realizzazione di soluzioni business specifiche e snelle, fornendo migliori prestazioni ed efficienza”, ha commentato Robin Jacobitz, amministratore delegato di LISA. “Il nostro power management per Linux-iPAQ – ha concluso Jacobitz – è già avanti rispetto a Windows CE. E riguardo ad un dispositivo mobile con accesso al Web, quale OS vi dà di più in termini di prezzo, prestazioni e funzionalità di sicurezza?”.

Al momento, LISA commercializzerà questa piattaforma embedded solo sul mercato tedesco, ma nel prossimo futuro pare abbia l’intenzione di localizzare il prodotto anche su altri mercati europei, Italia inclusa.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma allora questo linux?
    Ballmer, che nei mesi scorsi non aveva mai voluto sbilanciarsi troppo sul tema Linux, ha ieri espressamente fatto riferimento a "tutti coloro che ospitano siti Web su Linux" dicendo loro che anche su questa piattaforma, e soprattutto per questa piattaforma, Microsoft sta sviluppando dei software che permetteranno di utilizzare.NET.Per la M$:Linux doveva morire.Va contro l'american way.E poi sviluppano codice per Linux????????Meditate gente, meditate......
  • Anonimo scrive:
    potro' finalmente bucare il mio linux.net
    hahahaha!!!
  • Anonimo scrive:
    La strategia vincente
    ...è quella del "globulo bianco" che combatte l'intruso fagocitandolo e digerendolo ;-) meditate gente...
    • Anonimo scrive:
      Re: La strategia vincente
      - Scritto da: Stefano Mecchia
      ...è quella del "globulo bianco" che
      combatte l'intruso fagocitandolo e
      digerendolo ;-) meditate gente...anch'io ho avuto la stessa idea. Se non lo puoi combattere/contrastare direttamente, ti allei e poi lo colpisci alle spalle quando non se lo aspetta
    • Anonimo scrive:
      Re: La strategia vincente
      - Scritto da: Stefano Mecchia
      ...è quella del "globulo bianco" che
      combatte l'intruso fagocitandolo e
      digerendolo ;-) meditate gente...Questo infatti sarebbe molto + "American way" :D
    • Anonimo scrive:
      Re: La strategia vincente
      - Scritto da: Stefano Mecchia
      ...è quella del "globulo bianco" che
      combatte l'intruso fagocitandolo e
      digerendolo ;-) meditate gente...Credo piuttosto che in questo caso si debba parlare del detto "se non puoi batterli unisciti a loro".In fondo la M$ stavolta non ha di fronte non un'azienda rivale ma *un movimento*, che coinvolge sempre piu` persone, soprattutto professionisti del settore.Per quanto influente, la M$ non potra` piu` soggiogare i consumatori una volta che un numero sufficente di questi avra` preso coscienza del problema.Devono restare competitivi per non essere eliminati, stavolta dovranno essere loro ad adattarsi. Il dominio di M$ e` finalmente in declino grazie 1)alla rivoluzione del free software e 2)all'adozione dello sviluppo modello open source anche da parte delle grosse aziende.
      • Anonimo scrive:
        Re: La strategia vincente
        - Scritto da: Pardo
        - Scritto da: Stefano Mecchia

        ...è quella del "globulo bianco" che

        combatte l'intruso fagocitandolo e

        digerendolo ;-) meditate gente...

        Credo piuttosto che in questo caso si debba
        parlare del detto "se non puoi batterli
        unisciti a loro".
        In fondo la M$ stavolta non ha di fronte non
        un'azienda rivale ma *un movimento*, che
        coinvolge sempre piu` persone, soprattutto
        professionisti del settore.
        Per quanto influente, la M$ non potra` piu`
        soggiogare i consumatori una volta che un
        numero sufficente di questi avra` preso
        coscienza del problema.
        Devono restare competitivi per non essere
        eliminati, stavolta dovranno essere loro ad
        adattarsi. Il dominio di M$ e` finalmente in
        declino grazie 1)alla rivoluzione del free
        software e 2)all'adozione dello sviluppo
        modello open source anche da parte delle
        grosse aziende.la strategia vincente è: qualità e...dialogo
Chiudi i commenti