SPID, abbattute le soglie del capitale sociale

Il Consiglio di Stato annulla i criteri legati al capitale sociale richiesto per diventare identity provider. Si apre la strada anche alle piccole e medie imprese

Roma – Il Consiglio di Stato ha bocciato come non proporzionale la norma sul capitale sociale prevista come requisito per essere fornitori di SPID, ovvero il sistema di credenziali di accesso per i servizi della pubblica amministrazione, confermando quanto stabilito dal Tar per quanto riguarda i requisiti necessari per diventare suoi identity provider.

Presentato ufficialmente ad inizio marzo, SPID ha fatto il suo esordio il 15 marzo con i siti di INAIL, INPS, Regioni Emilia Romagna e Toscana, per proseguire poi ad aprile con l’Agenzia delle Entrate, i comuni di Venezia, Firenze e la Regione Friuli Venezia Giulia. In totale si parla di oltre 300 servizi online, ma l’intenzione è quella di far sottoscrivere la convenzione con AgID ampliando così la quantità di servizi disponibili per il cittadino e portando online tutti i servizi della PA entro 24 mesi ed, ottimisticamente, anche fornitori di servizi come potrebbero essere quelli delle banche.

Tuttavia, oltre che dai ritardi burocratici e della macchina della Pubblica Amministrazione, la strada di SPID era stata rallentata dal ricorso al TAR degli operatori delle TLC e delle aziende IT associate in Assintel e Assoprovider (Confcommercio) che in particolare contestavano il fatto che la sua applicazione così com’era avrebbe impedito alle piccole e medie imprese italiane del comparto ICT di entrarne a far parte, confliggendo con la normativa antitrust e con il Regolamento Europeo in materia di identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno: in particolare perché, imponendo un requisito di capitale sociale di 5 milioni di euro , escludeva di fatto dalla competizione tutte le realtà medio-piccole.

Ciò nonostante i giudici amministrativi avevano fatto proseguire l’iter di SPID, ritenendo che in caso di conferma della sentenza in appello solo tale parte sarebbe finita per essere modificata e non l’impianto costituito del sistema: dopo la decisione del Tar del Lazio di accogliere le rimostranze delle associazioni, la Presidenza del Consiglio aveva quindi deciso di far ricorso al Consiglio di Stato, ora giunta ad una decisione, accolta da Assoprovider con “enorme soddisfazione”.

Con la sentenza 01214/2016 del 24 marzo 2016, infatti, il Consiglio di Stato ha annullato definitivamente i requisiti di capitale per le attività di identity provider stabiliti dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri , stabilendo in questo modo che l’affidabilità di un’azienda non sia direttamente collegata al suo capitale sociale: “Non può condividersi infatti – si legge nella decisione – l’argomento invocato dall’appellante Presidenza del Consiglio dei Ministri, secondo cui l’elevato capitale sociale minimo di 5 mln di euro della società di capitali, alla cui costituzione debbono procedere i gestori dell’identità digitale nel sistema SPID, sarebbe indispensabile per dimostrare la loro affidabilità organizzativa, tecnica e finanziaria, e ciò solo perché l’attività di cui trattasi richiede un rilevante apporto di elevata tecnologia, la cui validità non può ritenersi direttamente proporzionale al capitale sociale versato”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kataplasma scrive:
    AI burocratica
    " l'intelligenza artificiale non è abbastanza intelligente "Beh, non mi sembra strano, visto che arriva da Microsoffice, un'azienda così burocratizzata che l'AI risultante ha ormai travalicato le singole intelligenze interne.
  • Michele De Angelis scrive:
    Pensiero
    Ha saputo piu lui in poche ore che tutta l'umanità in anni e anni.
  • Basilisco di Roko scrive:
    Propongo un titolo migliore
    Stupidità Naturale batte Intelligenza Artificiale 1-0
    • Terminologo scrive:
      Re: Propongo un titolo migliore
      - Scritto da: Basilisco di Roko
      Stupidità Naturale batte Intelligenza Artificiale
      1-0il problema e' nei termini una macchina non sara' mai intelligente ma ben programmata
      • Vortex scrive:
        Re: Propongo un titolo migliore
        - Scritto da: Terminologo
        - Scritto da: Basilisco di Roko

        Stupidità Naturale batte Intelligenza
        Artificiale

        1-0

        il problema e' nei termini una macchina non sara'
        mai intelligente ma ben
        programmataEsatto, una intelligenza artificiale basata sulla matematica (O/I) non può esistere. Un intelligenza deve essere sviluppata attraverso l'esperienza.
      • surplus scrive:
        Re: Propongo un titolo migliore
        Sempre, mai, tutto, niente, bello, brutto, giusto, ingiusto...Si chiamano "quantificatori universali" e servono per fare generalizzazioni intrinsecamente prive di significato, ma che ad una lettura veloce e/o superficiale sembrano dire qualcosa.Davvero tu sai che " una macchina non sara' mai intelligente ma ben programmata "?Se sei un chiaroveggente forse sarebbe il caso di offrire un servizio per cose più pregnanti, magari per aiutarci ad andare oltre il periodo negativo in cui ci troviamo.Io sarei il primo a ringraziarti.
  • ... scrive:
    scusatemi, ma...
    da quando un adolescente e' intellegente?i due termini non possono stare nella stessa frase.
    • panda rossa scrive:
      Re: scusatemi, ma...
      - Scritto da: ...
      da quando un adolescente e' intellegente?
      i due termini non possono stare nella stessa
      frase.Se poi nella stessa frase ci metti anche "microsoft" non c'e' piu' neanche bisogno del CERN per creare antimateria.
  • mario scrive:
    cultura
    la cultura appunto, è quello che manca a un mucchio di persone oggi, ai troll, ai complottasti, agli estremisti, ai razzisti a un mucchio di frequentatori della rete, si bevono qualunque cosa.
    • panda rossa scrive:
      Re: cultura
      - Scritto da: mario
      la cultura appunto, è quello che manca a un
      mucchio di persone oggi, ai troll, ai
      complottasti, agli estremisti, ai razzisti a un
      mucchio di frequentatori della rete, si bevono
      qualunque
      cosa.L'assenza di cultura e' un prerequisito imprescindibile per poter accedere ai social network.
      • mario scrive:
        Re: cultura
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: mario

        la cultura appunto, è quello che manca a un

        mucchio di persone oggi, ai troll, ai

        complottasti, agli estremisti, ai razzisti a
        un

        mucchio di frequentatori della rete, si
        bevono

        qualunque

        cosa.

        L'assenza di cultura e' un prerequisito
        imprescindibile per poter accedere ai social
        network.dipende dagli amici che hai, i miei amici postano cose molto interessanti che vanno dall'impegno sociale a quello politico con molti interventi di tipo culturale.
        • panda rossa scrive:
          Re: cultura
          - Scritto da: mario
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: mario


          la cultura appunto, è quello che manca
          a
          un


          mucchio di persone oggi, ai troll, ai


          complottasti, agli estremisti, ai
          razzisti
          a

          un


          mucchio di frequentatori della rete, si

          bevono


          qualunque


          cosa.



          L'assenza di cultura e' un prerequisito

          imprescindibile per poter accedere ai social

          network.


          dipende dagli amici che hai, i miei amici postano
          cose molto interessanti che vanno dall'impegno
          sociale a quello politico con molti interventi di
          tipo
          culturale.Anche un mio vecchio prozio, mentalmente infermo, mischiava perle al pastone dei porci.
      • Zucca Vuota scrive:
        Re: cultura
        - Scritto da: panda rossa
        L'assenza di cultura e' un prerequisito
        imprescindibile per poter accedere ai social
        network.Vista la tua conoscenza di Windows, ti vedo perfettamente in linea con il tuo requisito.
    • ... scrive:
      Re: cultura
      - Scritto da: mario
      la cultura appunto, è quello che manca a un
      mucchio di persone oggi, ai troll, ai
      complottasti, agli estremisti, ai razzisti a un
      mucchio di frequentatori della rete, si bevono
      qualunque cosa.d'accordissimo. figurati che qui ci sono 3-4 strafattissimi che veramente credono che apple si migliore di altri.
    • uffa scrive:
      Re: cultura
      - Scritto da: mario
      la cultura appunto, è quello che manca a un
      mucchio di persone oggi, ai troll, ai
      complottasti, agli estremisti, ai razzisti a un
      mucchio di frequentatori della rete, si bevono
      qualunque
      cosa.dicevano cosi' anche prima di snowden e wikileaks sulla sorveglienza eppure..........
      • ... scrive:
        Re: cultura
        - Scritto da: uffa
        - Scritto da: mario

        la cultura appunto, è quello che manca a un

        mucchio di persone oggi, ai troll, ai

        complottasti, agli estremisti, ai razzisti a un

        mucchio di frequentatori della rete, si bevono

        qualunque

        cosa.

        dicevano cosi' anche prima di snowden e wikileaks
        sulla sorveglienzaBalle. I complottisti che si perdevano in farneticazioni su alieni e scie chimiche non parlavano praticamente MAI di spionaggio e tecnocontrollo e in quelle rare occasioni in cui lo facevano portavano argomenti tecnici ridicoli. Quindi risparmiaci queste fandonie.
        • collione scrive:
          Re: cultura
          - Scritto da: ...
          Balle. I complottisti che si perdevano in
          farneticazioni su alieni e scie chimiche non
          parlavano praticamente MAI di spionaggio e
          tecnocontrollo e in quelle rare occasioni in cui
          lo facevano portavano argomenti tecnici ridicoli.
          Quindi risparmiaci queste
          fandonie.veramente c'e' lo stereotipo del tizio col cappello di stagnolacavolo, pure in GTA San Andreas c'era un tizio che diceva che la CIA gli leggeva i pensieri e tutte le comunicazioni elettronichesono almeno 50 anni che si parla del pericolo di abusi da parte della NSA e della facilita' con cui spiava/spia ogni cosa ( ti ricordi un certo Echelon, di cui parlavano i complottisti, poi divenne addirittura di pubblico dominio e nessuno degli "attivissimi" ebbe nulla da ridire?" )onestamente a me sembrano piu' affidabili parecchi complottisti che i tuttologi scientisti del Cicap
          • prova123 scrive:
            Re: cultura
            Come c'è l'estremismo della fede religiosa così il Cicap è l'estremismo della fede nella scienza. Ma si tratta sempre di argomenti di fede.La verità ammesso che esista è nel mezzo, solo il legittimo dubbio potrebbe essere sulla strada giusta.
          • Mario scrive:
            Re: cultura
            Non esiste l'estremismo della scienza proprio perchè la scienza è guidata dal dubbio, se non si mette in dubbio qualsiasi affermazione non si sta facendo scienza.
          • prova123 scrive:
            Re: cultura
            Le argomentazioni del Cicap sono originate da fede nella scienza, la scienza non c'entra.
          • Il fuddaro scrive:
            Re: cultura
            - Scritto da: prova123
            Le argomentazioni del Cicap sono originate da
            fede nella scienza, la scienza non
            c'entra.No le argomentazioni del cicap sono originate al' occultare determinati fatti, che sia con la scienza, che con la fede non hanno niente a che vedere. E gente che ha dimostrato di smentire anche quello che non può essere smentito, quando gli ordini arrivano dalle persone che li $$ foraggiano $$.
          • Izio01 scrive:
            Re: cultura
            - Scritto da: prova123
            Le argomentazioni del Cicap sono originate da
            fede nella scienza, la scienza non c'entra.Mi consola trovare tanta gente che condivida con me il fastidio nei confronti del CICAP. Se il santone del quartiere mi dice che fa i miracoli col sangue di piccione, io gli dico: "Sì, certo, stammi bene eh!" perché reputo fuffa qualsiasi cosa dica. Se invece qualcuno si propone come scettico che parte da principi razionali, io lo ascolto ma gli applico determinati standard. Se vedo che fa ragionamenti che con la logica hanno veramente poco a che vedere (l'errore principe del cicap è confondere la tesi con le ipotesi), per me scende praticamente al livello del santone.
          • Funz scrive:
            Re: cultura
            - Scritto da: prova123
            Come c'è l'estremismo della fede religiosa così
            il Cicap è l'estremismo della fede nella scienza.
            Ma si tratta sempre di argomenti di
            fede.che XXXXXXXta, se permetti
            La verità ammesso che esista è nel mezzo, solo il
            legittimo dubbio potrebbe essere sulla strada
            giusta.in scienza una cosa è provata, o non lo è.Non esiste via di mezzo, o legittima opinione, o atto di fede, o democrazia.Se un presunto fatto non è provato scientificamente, non è accettato come scienza.
          • Mario scrive:
            Re: cultura
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: ...


            Balle. I complottisti che si perdevano in

            farneticazioni su alieni e scie chimiche non

            parlavano praticamente MAI di spionaggio e

            tecnocontrollo e in quelle rare occasioni in cui

            lo facevano portavano argomenti tecnici
            ridicoli.

            Quindi risparmiaci queste

            fandonie.

            veramente c'e' lo stereotipo del tizio col
            cappello di
            stagnola

            cavolo, pure in GTA San Andreas c'era un tizio
            che diceva che la CIA gli leggeva i pensieri e
            tutte le comunicazioni
            elettroniche

            sono almeno 50 anni che si parla del pericolo di
            abusi da parte della NSA e della facilita' con
            cui spiava/spia ogni cosa ( ti ricordi un certo
            Echelon, di cui parlavano i complottisti, poi
            divenne addirittura di pubblico dominio e nessuno
            degli "attivissimi" ebbe nulla da ridire?"
            )

            onestamente a me sembrano piu' affidabili
            parecchi complottisti che i tuttologi scientisti
            del
            CicapNon c'è bisogno di essere complottista per sapere certe cose, è normale che i servizi spiino, li paghiamo per questo, ed è normale che utilizzino le tecnologie più evolute, in questi tempi di terrorismo c'è chi si lamenta che non siano ancora abbastanza
          • Sg@bbio scrive:
            Re: cultura
            - Scritto da: Mario
            - Scritto da: collione

            - Scritto da: ...




            Balle. I complottisti che si perdevano
            in


            farneticazioni su alieni e scie
            chimiche
            non


            parlavano praticamente MAI di
            spionaggio
            e


            tecnocontrollo e in quelle rare
            occasioni in
            cui


            lo facevano portavano argomenti tecnici

            ridicoli.


            Quindi risparmiaci queste


            fandonie.



            veramente c'e' lo stereotipo del tizio col

            cappello di

            stagnola



            cavolo, pure in GTA San Andreas c'era un
            tizio

            che diceva che la CIA gli leggeva i pensieri
            e

            tutte le comunicazioni

            elettroniche



            sono almeno 50 anni che si parla del
            pericolo
            di

            abusi da parte della NSA e della facilita'
            con

            cui spiava/spia ogni cosa ( ti ricordi un
            certo

            Echelon, di cui parlavano i complottisti, poi

            divenne addirittura di pubblico dominio e
            nessuno

            degli "attivissimi" ebbe nulla da ridire?"

            )



            onestamente a me sembrano piu' affidabili

            parecchi complottisti che i tuttologi
            scientisti

            del

            Cicap
            Non c'è bisogno di essere complottista per sapere
            certe cose, è normale che i servizi spiino, li
            paghiamo per questo, ed è normale che utilizzino
            le tecnologie più evolute, in questi tempi di
            terrorismo c'è chi si lamenta che non siano
            ancora
            abbastanzaIl problema è il controllo indiscriminato che va ben oltre i loro poteri oltre ai modi in cui pretendono di sapere tutto su tutti.
          • Mario scrive:
            Re: cultura
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: Mario

            - Scritto da: collione


            - Scritto da: ...






            Balle. I complottisti che si perdevano

            in



            farneticazioni su alieni e scie

            chimiche

            non



            parlavano praticamente MAI di

            spionaggio

            e



            tecnocontrollo e in quelle rare

            occasioni in

            cui



            lo facevano portavano argomenti
            tecnici


            ridicoli.



            Quindi risparmiaci queste



            fandonie.





            veramente c'e' lo stereotipo del tizio col


            cappello di


            stagnola





            cavolo, pure in GTA San Andreas c'era un

            tizio


            che diceva che la CIA gli leggeva i
            pensieri

            e


            tutte le comunicazioni


            elettroniche





            sono almeno 50 anni che si parla del

            pericolo

            di


            abusi da parte della NSA e della facilita'

            con


            cui spiava/spia ogni cosa ( ti ricordi un

            certo


            Echelon, di cui parlavano i complottisti,
            poi


            divenne addirittura di pubblico dominio e

            nessuno


            degli "attivissimi" ebbe nulla da ridire?"


            )





            onestamente a me sembrano piu' affidabili


            parecchi complottisti che i tuttologi

            scientisti


            del


            Cicap

            Non c'è bisogno di essere complottista per
            sapere

            certe cose, è normale che i servizi spiino, li

            paghiamo per questo, ed è normale che utilizzino

            le tecnologie più evolute, in questi tempi di

            terrorismo c'è chi si lamenta che non siano

            ancora

            abbastanza
            Il problema è il controllo indiscriminato che va
            ben oltre i loro poteri oltre ai modi in cui
            pretendono di sapere tutto su
            tutti.il problema è politico, i servizi fanno quello per cui sono pagati, poi sta alla politica utilizzare le informazioni ottenute.Se non inerenti al terrorismo potrebbe lasciarle marcire in un server oppure ordinarne la distruzione.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: cultura
            - Scritto da: Mario
            - Scritto da: collione

            - Scritto da: ...




            Balle. I complottisti che si perdevano
            in


            farneticazioni su alieni e scie
            chimiche
            non


            parlavano praticamente MAI di
            spionaggio
            e


            tecnocontrollo e in quelle rare
            occasioni in
            cui


            lo facevano portavano argomenti tecnici

            ridicoli.


            Quindi risparmiaci queste


            fandonie.



            veramente c'e' lo stereotipo del tizio col

            cappello di

            stagnola



            cavolo, pure in GTA San Andreas c'era un
            tizio

            che diceva che la CIA gli leggeva i pensieri
            e

            tutte le comunicazioni

            elettroniche



            sono almeno 50 anni che si parla del
            pericolo
            di

            abusi da parte della NSA e della facilita'
            con

            cui spiava/spia ogni cosa ( ti ricordi un
            certo

            Echelon, di cui parlavano i complottisti, poi

            divenne addirittura di pubblico dominio e
            nessuno

            degli "attivissimi" ebbe nulla da ridire?"

            )



            onestamente a me sembrano piu' affidabili

            parecchi complottisti che i tuttologi
            scientisti

            del

            Cicap
            Non c'è bisogno di essere complottista per sapere
            certe cose, è normale che i servizi spiino, li
            paghiamo per questo, ed è normale che utilizzino
            le tecnologie più evolute, in questi tempi di
            terrorismo c'è chi si lamenta che non siano
            ancora
            abbastanzaIl problema è il controllo indiscriminato che va ben oltre i loro poteri oltre ai modi in cui pretendono di sapere tutto su tutti.
          • Il fuddaro scrive:
            Re: cultura
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: ...


            Balle. I complottisti che si perdevano in

            farneticazioni su alieni e scie chimiche non

            parlavano praticamente MAI di spionaggio e

            tecnocontrollo e in quelle rare occasioni in cui

            lo facevano portavano argomenti tecnici
            ridicoli.

            Quindi risparmiaci queste

            fandonie.

            veramente c'e' lo stereotipo del tizio col
            cappello di
            stagnola

            cavolo, pure in GTA San Andreas c'era un tizio
            che diceva che la CIA gli leggeva i pensieri e
            tutte le comunicazioni
            elettroniche

            sono almeno 50 anni che si parla del pericolo di
            abusi da parte della NSA e della facilita' con
            cui spiava/spia ogni cosa ( ti ricordi un certo
            Echelon, di cui parlavano i complottisti, poi
            divenne addirittura di pubblico dominio e nessuno
            degli "attivissimi" ebbe nulla da ridire?"
            )

            onestamente a me sembrano piu' affidabili
            parecchi complottisti che i tuttologi scientisti
            del
            CicapIl cicap e un 'circolo' della fuffa, composto da scimmie ammaestrate, e ammanicato col sistema, che andrebbe screditato perfino nelle scuole!
    • Il fuddaro scrive:
      Re: cultura
      - Scritto da: mario
      la cultura appunto, è quello che manca a un
      mucchio di persone oggi, ai troll, ai
      complottasti, agli estremisti, ai razzisti a un
      mucchio di frequentatori della rete, si bevono
      qualunque
      cosa.E per fortuna che abbiamo gente come te, che sa veramente che forma ha l' uovo.
      • rockroll scrive:
        Re: cultura
        - Scritto da: Il fuddaro
        - Scritto da: mario

        la cultura appunto, è quello che manca a un

        mucchio di persone oggi, ai troll, ai

        complottasti, agli estremisti, ai razzisti a un

        mucchio di frequentatori della rete, si bevono

        qualunque

        cosa.

        E per fortuna che abbiamo gente come te, che sa
        veramente che forma ha l'
        uovo.L'uovo ha forma "ovale", per fortuna c'è gente come me che lo rivela a chi non lo sa.
        • Il fuddaro scrive:
          Re: cultura
          - Scritto da: rockroll
          - Scritto da: Il fuddaro

          - Scritto da: mario


          la cultura appunto, è quello che manca a un


          mucchio di persone oggi, ai troll, ai


          complottasti, agli estremisti, ai razzisti a
          un


          mucchio di frequentatori della rete, si bevono


          qualunque


          cosa.



          E per fortuna che abbiamo gente come te, che sa

          veramente che forma ha l'

          uovo.

          L'uovo ha forma "ovale", per fortuna c'è gente
          come me che lo rivela a chi non lo
          sa.E solo una metafora per dire che c'è gente che si vanta di conoscere l'ovvio.
    • giggi scrive:
      Re: cultura
      - Scritto da: mario
      la cultura appunto, è quello che manca a un
      mucchio di persone oggi, ai troll, ai
      complottasti, agli estremisti, ai razzisti a un
      mucchio di frequentatori della rete, si bevono
      qualunque
      cosa.Quindi il datagate é un' invenzione dai troll complottist-estremista-arinno/kuklux_klan-internauti?Quindi la stampa internazionale racconta solo palle:http://www.theguardian.com/us-news/the-nsa-filesGrazie cumpà non ci avevo pensato!
      • Il fuddaro scrive:
        Re: cultura
        - Scritto da: giggi
        - Scritto da: mario

        la cultura appunto, è quello che manca a un

        mucchio di persone oggi, ai troll, ai

        complottasti, agli estremisti, ai razzisti a un

        mucchio di frequentatori della rete, si bevono

        qualunque

        cosa.

        Quindi il datagate é un' invenzione dai troll
        complottist-estremista-arinno/kuklux_klan-internau

        Quindi la stampa internazionale racconta solo
        palle:

        http://www.theguardian.com/us-news/the-nsa-files

        Grazie cumpà non ci avevo pensato!Quella è una delle missioni del cicap.
      • Mario scrive:
        Re: cultura
        - Scritto da: giggi
        - Scritto da: mario

        la cultura appunto, è quello che manca a un

        mucchio di persone oggi, ai troll, ai

        complottasti, agli estremisti, ai razzisti a un

        mucchio di frequentatori della rete, si bevono

        qualunque

        cosa.

        Quindi il datagate é un' invenzione dai troll
        complottist-estremista-arinno/kuklux_klan-internau

        Quindi la stampa internazionale racconta solo
        palle:

        http://www.theguardian.com/us-news/the-nsa-files

        Grazie cumpà non ci avevo pensato!Io non ho detto niente del genere sei tu che hai associato il Datagate ai troll, ai complottasti, agli estremisti, ai razzisti, a un mucchio di frequentatori della rete, che si bevono qualunque cosa, perchè ?
        • Sg@bbio scrive:
          Re: cultura
          - Scritto da: Mario
          - Scritto da: giggi

          - Scritto da: mario


          la cultura appunto, è quello che manca
          a
          un


          mucchio di persone oggi, ai troll, ai


          complottasti, agli estremisti, ai
          razzisti a
          un


          mucchio di frequentatori della rete, si
          bevono


          qualunque


          cosa.



          Quindi il datagate é un' invenzione dai troll


          complottist-estremista-arinno/kuklux_klan-internau



          Quindi la stampa internazionale racconta solo

          palle:




          http://www.theguardian.com/us-news/the-nsa-files



          Grazie cumpà non ci avevo pensato!
          Io non ho detto niente del genere sei tu che hai
          associato il Datagate ai troll, ai complottasti,
          agli estremisti, ai razzisti, a un mucchio di
          frequentatori della rete, che si bevono qualunque
          cosa, perchè
          ?L'hai lasciato intendere.
          • Mario scrive:
            Re: cultura
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: Mario

            - Scritto da: giggi


            - Scritto da: mario



            la cultura appunto, è quello che manca

            a

            un



            mucchio di persone oggi, ai troll, ai



            complottasti, agli estremisti, ai

            razzisti a

            un



            mucchio di frequentatori della rete,
            si

            bevono



            qualunque



            cosa.





            Quindi il datagate é un' invenzione dai
            troll





            complottist-estremista-arinno/kuklux_klan-internau





            Quindi la stampa internazionale racconta
            solo


            palle:







            http://www.theguardian.com/us-news/the-nsa-files





            Grazie cumpà non ci avevo pensato!

            Io non ho detto niente del genere sei tu che hai

            associato il Datagate ai troll, ai complottasti,

            agli estremisti, ai razzisti, a un mucchio di

            frequentatori della rete, che si bevono
            qualunque

            cosa, perchè

            ?

            L'hai lasciato intendere.io non ho lasciato intendere niente, questa è solo coda di paglia
Chiudi i commenti