Spillare acqua dall'aria

Una startup USA propone una soluzione innovativa alla questione acqua potabile. Una bottiglia che si riempie da sola, capace di alleviare il problema in regioni e ambienti aridi
Una startup USA propone una soluzione innovativa alla questione acqua potabile. Una bottiglia che si riempie da sola, capace di alleviare il problema in regioni e ambienti aridi

Estrarre acqua dall’aria arida e quasi senza vita del più impervio dei deserti del pianeta Terra? Si può, almeno stando a quanto sostengono i ricercatori di NBD Nano : nata dagli sforzi di laureati in biologia, chimica e ingegneria meccanica, la startup a stelle e strisce dice di aver realizzato una bottiglia in grado di riempirsi di acqua da sola.

Un problema che è finito da tempo nel mirino di ricercatori e aziende di tutto il mondo, quello di estrarre l’acqua presente naturalmente nell’aria sotto forma di umidità, e che gli startupper di NBD Nano hanno provato a risolvere mimando il comportamento biologico di uno scarafaggio che vive nel deserto del Namib (Africa sud-occidentale). Lo scarafaggio riesce a sopravvivere nel deserto grazie al modo in cui è sagomato il guscio esterno, capace di raccogliere il vapor acqueo sotto forma di goccioline di acqua e di far cadere la suddetta acqua sino alla bocca dell’insetto.

Anche NBD Nano ha “sagomato” in maniera particolare la superficie della sua bottiglia hi-tech, usando la nanotecnologia per integrare materiali idrofili e idrofobi grazie ai quali il vapore acqueo viene costantemente accumulato all’interno della bottiglia. I ricercatori statunitensi dicono di aver sin qui realizzato un prototipo “proof-of-concept” capace di dimostrare la fattibilità della tecnologia, e sono ora in procinto di sviluppare un prototipo pienamente funzionale a cui dovrebbe infine seguire la produzione di prodotti commerciali vera e propria.

Notevoli le potenziali applicazioni di una tecnologia del genere: accanto alla possibilità di fornire sistemi di “estrazione” di acqua nelle zone deserte del pianeta, NBD Nano intende anche proporre il suo nano-tech per migliorare i sistemi di deumidificazione domestici e fornire l’acqua necessaria alle serre. “Ci rendiamo conto del fatto che l’acqua è una questione dalla portata molto vasta nel mondo di oggi – dice uno dei fondatori della società – e vogliamo provare ad alleviare tali problemi con una soluzione efficiente dal punto di vista dei costi”.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 11 2012
Link copiato negli appunti