Spore fluisce già nei torrent. Craccato

L'attesissimo videogame fa la sua comparsa nell'underground telematico prima ancora di approdare nei negozi statunitensi. Colpa degli australiani, che hanno messo in vendita il gioco anzitempo
L'attesissimo videogame fa la sua comparsa nell'underground telematico prima ancora di approdare nei negozi statunitensi. Colpa degli australiani, che hanno messo in vendita il gioco anzitempo

Le creature bizzarre di Spore , il nuovo videogame di Will Wright , hanno cominciato a popolare la rete BitTorrent con i download del gioco. Un download che, come spesso accade in questi casi, non è legittimato dai detentori del copyright, nella fattispecie la software house Maxis e il publisher Electronic Arts.

Definito il primo “massively single-player online game”, Spore è il lascito del designer che ha creato SimCity e i suoi tanti emuli e The Sims, che si è infine convertito ai “god game” lasciando da parte le piccole faccende quotidiane di agglomerati cittadini e teenager alla moda per lavorare su una prospettiva più universale .

Il simulatore del “tutto”, che segue lo sviluppo e l’evoluzione di un organismo unicellulare dal brodo primordiale alle conquiste interstellari, è atteso negli store per il 5 settembre in Europa e Giappone e per il 7 settembre negli States, ma qualcosa è andato storto e il gioco è apparso sui portali BitTorrent 4 giorni prima della data stabilita, totalizzando decine di migliaia di download per singolo tracker.

Gli autori della release non autorizzata sono i membri della nota crew “RELOADED”, che hanno bypassato la protezione SecuROM, integrata nel software, prima di metterla in circolazione. I “soliti pirati”, ad ogni modo, sono responsabili solo per metà: parte della responsabilità del leak va anche a quei negozi australiani che hanno pensato di anticipare di qualche giorno la distribuzione del titolo.

un'immagine del gioco

La prova della diffusione oceanica di Spore sarebbe documentata nelle foto e negli screenshot pubblicati online da un utente di Facepunch Studios Forums , che tra boccacce e volgarità mette in mostra la custodia del gioco acquistato e qualche istantanea delle fasi in-game . Non è però chiaro se l’autore dello “scoop” sia coinvolto in qualche modo con la release anzitempo del gioco sui circuiti del file sharing.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 09 2008
Link copiato negli appunti