Spyware, vietato bloccarlo?

I produttori di SpyMon impugnano le leggi sul copyright per difendersi contro antivirus e scanner che schermano contro lo spyware: chi blocca il nostro software viola la legge


Londra – RetroCoder , azienda produttrice di un noto programma pensato per analizzare l’attività internet degli utenti di sistemi Windows, sventola lo spettro delle leggi sul copyright per salvarsi da alcuni software di sicurezza che bloccano ed identificano SpyMon come “malware”. La notizia arriva direttamente dal sito di SpyMon , dove negli ultimi giorni è comparso un insolito monito rivolto ad utenti ed esperti di sicurezza.

“Questo prodotto è protetto da copyright e non può essere esaminato, studiato o modificato da nessun pacchetto antivirus ed antispyware”, si legge nella pagina dell’azienda. In pratica, gli sviluppatori di SpyMon esigono che il proprio spyware rimanga ben nascosto sui computer degli ospiti e che non sia nemmeno oggetto di debugging , un’operazione condotta da numerosi software, come il celebre AdAware , che richiede che il file “sospetto” sia analizzato, vagliato, soppesato, radiografato.

Tuttavia l’espediente difensivo messo a punto da RetroCoder, per quanto ingegnoso e logico possa apparire – il cosiddetto reverse engeneering è praticamente fuorilegge negli USA e ostacolato anche in Europa -, secondo i più critici assomiglia al canto del cigno di un malfattore ben conscio della propria posizione sul filo dell’illegalità. Alcuni esperti hanno messo in dubbio la validità legale di quanto sostenuto dai produttori di SpyMon. Secondo alcuni commenti pubblicati da Red Herring è molto difficile che le pretese dei programmatori di RetroCoder possano avere una validità giuridica.

La piccola azienda britannica ha inoltre spedito una sorta di “avviso” alla Sunbelt , la software house che produce l’antispyware CounterSpy. La pretesa è di sospendere immediatamente l’identificazione di SpyMon come “malware” da parte dello scanner.

Negli Stati Uniti è ormai iniziato un giro di vite contro qualsiasi cosa possa essere identificata come “software per spiare e monitorare gli utenti”. Una guerra invisibile contro un intero settore informatico, proficuo e ben innestato in foschi meccanismi di marketing online , che potrebbe presto estendersi anche in altri continenti. La mossa di Retrocoder ad alcuni è sembrata un modo per mettere le mani avanti.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Alla faccia del DRM
    Un software nato per proteggere i diritti digitali che viola una licenza di utilizzo di un opera digitale...Voglio leggere di una multa pazzesca inflitta alla SONY....
  • Anonimo scrive:
    Su Repubblica... notizia distorta
    Su Repubblica avevano riportato la notizia, ma girando la cosa in modo che sembrasse colpa degli hacker se il pc era accessibile dall'esterno!!!http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_n_1175519.html HACKER USANO SOFTWARE ANTIPIRATA PER INFETTARE COMPUTERBeffa senza precedenti per la Sony-Bmg, che si e' vista sfruttare dagli hacker per attaccare i computer di migliaia di ignari utenti che avevano comprato i cd musicali dell'etichetta. La casa discografica utilizza in alcuni dei propri cd un software che dovrebbe impedire le copie illegali, ma che alcuni hacker sono riusciti a utilizzare per infilarsi nei pc e renderli accessibili ai malintenzionati. La storia ha inizio ad ottobre....
  • Anonimo scrive:
    La storia del bue....
    che dice CORNUTO all'asino!!!Brava Sony e poi I LADRI SONO GLI ALTRI EH????SPERO CHE RICEVIATE UNA BELLA LEZIONE!!!!F*K MAJORS!!!! :@ :@ :@
  • Anonimo scrive:
    Re: Per tutti quelli della Ferrari

    La Sony (o la ditta che per lei
    ha prodotto tale DRM) sembra proprio che abbia
    invece spacciato per suo qualcosa che suo non
    era!veramente lo tenevano ben nascosto tale DRM, piu' che spacciare per loro qualcosa che non lo era nascondevano proprio tutto
  • nattu_panno_dam scrive:
    Re: Per tutti quelli della Ferrari
    Opss doppio post.==================================Modificato dall'autore il 15/11/2005 13.27.56
  • francescor82 scrive:
    La dichiarazione di Hesse...
    ...è sconcertante! Al di là della (ancora presunta) violazione della LGPL!"La maggior parte della gente, credo, non sa nemmeno cosa sia un rootkit e, dunque, perché se ne dovrebbe preoccupare?"E certo, lasciamo gli utenti nell'ignoranza! E sbattiamocene se invece c'è qualcuno che sa cosa sono i rootkit e ne viene danneggiato!Ma sì, ma anche gli ignoranti di informatica, cosa interessa a loro se c'è un rootkit, e se dopo pochissimo c'è già un worm che lo sfrutta? Vengono danneggiati, ma chi se ne frega? Tanto sono ignoranti, non ne avranno a male.E mi fermo qui perchè altrimenti esplodo.
    • chef scrive:
      Re: La dichiarazione di Hesse...
      Allora se permetti esplodo io con un bel:"La maggior parte della gente, credo, non sa nemmeno cosa sia il fosforo bianco e, dunque, perché se ne dovrebbe preoccupare?"
    • ishitawa scrive:
      isocianato di metile
      hai pienamente ragione.purtroppo c'è la tendneza a considerare le "cose" dei computer come o un gioco o comunque cose di scarsa o nulla importanza: è solo un programam sul PC, perchè la gente se ne dovrebbe preoccupare?altrimenti sulla falsa riga di quanto ha detto potrebbe anche dire "la maggior parte della gente non sa cos'è l'isocianato di metile (neanch'io so cos'`e, cito la sostanza velenosissima che ha provocato il disastro di Bopal) quindi mettiamolo pure sui cd, perchè preoccuparsene?"
      • Anonimo scrive:
        Re: isocianato di metile
        la frase non significa che possono fare danni con la coscienza a posto, ma che possono fare danni e passarla liscia visto che chi ne capisce qualcosa è solo una piccola minoranza non in grado di impensierirli.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per tutti quelli della Ferrari

    Signori, danno impropriamente del ladro a chi
    ladro non è, quando è perfettamente possibile che
    i VERI ladri siano loro.Grandi Multinazionali=tutti figli di puttana.
  • Anonimo scrive:
    Quali sono i cd incriminati ?
    Qualcuno sa quali sono i titoli incriminati ?Sono stati venduti anche in Italia ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quali sono i cd incriminati ?
      - Scritto da: Anonimo
      Qualcuno sa quali sono i titoli incriminati ?
      vedi post su groklaw:http://www.groklaw.net/comment.php?mode=display&sid=20051115001431715&title=More+Sony+lies%21%21+Here%27s+47+of+the+%26quot%3Bonly+20%26quot%3B+affected+CD%27s&type=article&order=&hideanonymous=0&pid=380198#c380221no idea
    • Anonimo scrive:
      Re: Quali sono i cd incriminati ?
      - Scritto da: Anonimo
      Qualcuno sa quali sono i titoli incriminati ?
      vedi post su groklaw:http://www.groklaw.net/comment.php?mode=display&sid=20051115001431715&title=More+Sony+lies%21%21+Here%27s+47+of+the+%26quot%3Bonly+20%26quot%3B+affected+CD%27s&type=article&order=&hideanonymous=0&pid=380198#c380221no idea se commercializzati in italia
  • Anonimo scrive:
    Re: Per tutti quelli della Ferrari
    Ti quoto in pieno.
  • Anonimo scrive:
    Paradosso!
    Praticamente:Per non far violare il copyright agli acquirenti, sony viola il copyright.
  • Anonimo scrive:
    Fino ad oggi...
    "Fino ad oggi, dunque, il DRM usato da Sony BMG per quei dischi è stato accusato di:- compromettere la sicurezza di Windows- compromettere la stabilità del sistema operativo- di intasare la connessione con continui accessi al web- ostacolare la corretta comunicazione tra sistema operativo e iPod- favorire la diffusione dei virus- mascherare almeno due diversi trojan già in circolazione- comportarsi da spyware anche in quanto software non dichiarato all'utente"Wow, adesso la Sony può anche presentare un suo candidato a Presidente del Consiglio. Ora ha tutte le carte in regola!
    • avvelenato scrive:
      Re: Fino ad oggi...
      - Scritto da: Anonimo
      "Fino ad oggi, dunque, il DRM usato da Sony BMG
      per quei dischi è stato accusato di:
      - compromettere la sicurezza di Windows
      - compromettere la stabilità del sistema operativo
      - di intasare la connessione con continui accessi
      al web
      - ostacolare la corretta comunicazione tra
      sistema operativo e iPod
      - favorire la diffusione dei virus
      - mascherare almeno due diversi trojan già in
      circolazione
      - comportarsi da spyware anche in quanto software
      non dichiarato all'utente"

      Wow, adesso la Sony può anche presentare un suo
      candidato a Presidente del Consiglio. Ora ha
      tutte le carte in regola!
      potrebbe anche bombardare con armi di distruzione di massa un paese accusandolo di possedere armi di distruzione di massa... 8) 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Fino ad oggi...
      - Scritto da: Anonimo
      "Fino ad oggi, dunque, il DRM usato da Sony BMG
      per quei dischi è stato accusato di:
      - compromettere la sicurezza di Windows
      - compromettere la stabilità del sistema operativo
      - di intasare la connessione con continui accessi
      al web
      - ostacolare la corretta comunicazione tra
      sistema operativo e iPod
      - favorire la diffusione dei virus
      - mascherare almeno due diversi trojan già in
      circolazione
      - comportarsi da spyware anche in quanto software
      non dichiarato all'utente"

      Wow, adesso la Sony può anche presentare un suo
      candidato a Presidente del Consiglio. Ora ha
      tutte le carte in regola!
      Questo candidato deve essere stato iscritto ad una loggia massonica coperta ed essersi arricchito grazie essa. Inoltre deve compiere reato di spergiuro negando tale appartenenza ai giudici che lo torchiano in proposito.Tassativo: il numero di tessera deve essere 1816 8) .
  • Anonimo scrive:
    ecco l'open source
    gioite muli, vedete cosa succede a dare in giro il codice? Chissà quante aziende usano codice open source fatto da programmatori che lo mettono sotto le sciocche licenze. Vai a capire poi che quel codice di chi è. Ora la Sony l'hanno beccata ma figurati tra i miliardi di programmi in giro per il mondo quanti ne possono beccareil vostro amore per il mondo fa ingrassare aziende come Sonymeditate
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco l'open source
      - Scritto da: Anonimo
      gioite muli, vedete cosa succede a dare in giro
      il codice? Chissà quante aziende usano codice
      open source fatto da programmatori che lo mettono
      sotto le sciocche licenze. Vai a capire poi che
      quel codice di chi è. Ora la Sony l'hanno beccata
      ma figurati tra i miliardi di programmi in giro
      per il mondo quanti ne possono beccare
      il vostro amore per il mondo fa ingrassare
      aziende come Sony
      meditateGià chissà quanto codice open source c'è dentro Windows? Almeno però copiassero per bene, adesso avrebbero un sistema operativo degno di questo nome. Insomma scopiazzano alla grande, alcune si fanno beccare, e neanche bene sanno copiare. Dilettanti!
      • Anonimo scrive:
        Re: ecco l'open source
        - Scritto da: Anonimo
        Già chissà quanto codice open source c'è dentro
        Windows? Almeno però copiassero per bene, adesso
        avrebbero un sistema operativo degno di questo
        nome. Insomma scopiazzano alla grande, alcune si
        fanno beccare, e neanche bene sanno copiare.
        Dilettanti!A parte codice BSD di cui si era a conoscenza (e copiandolo non hanno infranto nessuna licenza), non so se ricordi ma circa un anno fa sono fuoriuscite dalla microsoft circa un milione, se non erro, di righe di codice. Un milione, mica qualche migliaio massimo di righe di codice di un rootkit.Questo milione di righe di codice ha fatto il giro del mondo, è stato analizzato, sono usciti articoli di gente che giustamente si divertiva riportando i commenti degli sviluppatori microsoft... io però non ho mai letto di un articolo uno dove venisse riportato che microsoft ha infranto qualche licenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: ecco l'open source
          - Scritto da: Anonimo
          microsoft... io però non ho mai letto di un
          articolo uno dove venisse riportato che microsoft
          ha infranto qualche licenza.io sì, proprio qui su PI qualche mese fa
          • Anonimo scrive:
            Re: ecco l'open source
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            microsoft... io però non ho mai letto di un

            articolo uno dove venisse riportato che
            microsoft

            ha infranto qualche licenza.

            io sì, proprio qui su PI qualche mese faLink? :o :o
        • Anonimo scrive:
          Re: ecco l'open source
          - Scritto da: Anonimo
          Questo milione di righe di codice ha fatto il
          giro del mondo, è stato analizzato, sono usciti
          articoli di gente che giustamente si divertiva
          riportando i commenti degli sviluppatori
          microsoft... io però non ho mai letto di un
          articolo uno dove venisse riportato che microsoft
          ha infranto qualche licenza.ovvio, quel codice veniva da codice distribuito con la shared source, quindi gia "epurato" da eventuale codice che violerebbe qualche licenza
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco l'open source
      - Scritto da: Anonimo
      gioite muli, vedete cosa succede a dare in giro
      il codice? Chissà quante aziende usano codice
      open source fatto da programmatori che lo mettono
      sotto le sciocche licenze. Le sciocche licenze come dici tu non sono tali, ma e' la tua intelligenza che ti porta a fare sciocche affermazioni.Studiati le licenze open, poi torna qui a chiederci scusa e a chiedere scusa a tutti coloro che adottano le licenze open per il proprio lavoro, e che magari sostengono progetti open source con donazioni (come faccio io e tanti altri programmatori).
      Vai a capire poi che
      quel codice di chi è. Ora la Sony l'hanno beccata
      ma figurati tra i miliardi di programmi in giro
      per il mondo quanti ne possono beccareRicordati, o niubbo, che le aziende che fanno questo lo fanno nell'ILLEGALITA'.Ogni tanto mi tocca leggere queste provocazioni da ignoranti dell'open source che fanno il connubio "codice aperto=ingenuità".Mi piacerebbe dare al mio avvocato qualche causa da fare a persone come te, e dare poi i risarcimenti ottenuti in finanziamenti all'open source (e in qualche opera di bene).
      il vostro amore per il mondo fa ingrassare
      aziende come Sony
      meditateAhahaha medita tu sulle sciocchezze che dici...
      • Anonimo scrive:
        Re: ecco l'open source
        Svegliato male stamattina? :o :s :s
      • Anonimo scrive:
        Re: ecco l'open source

        Le sciocche licenze come dici tu non sono tali,
        ma e' la tua intelligenza che ti porta a fare
        sciocche affermazioni.tu parli di teoria, io di pratica, il codice open source viene sfruttato da programmatori non open per lavorare di meno.
        Studiati le licenze open, poi torna qui a
        chiederci scusa e a chiedere scusa a tutti coloro
        che adottano le licenze open per il proprio
        lavoro, e che magari sostengono progetti open
        source con donazioni (come faccio io e tanti
        altri programmatori).metti mille euro per terra e scrivici sopra non prenderli, voglio vedere quanti ti danno retta
        Ricordati, o niubbo, che le aziende che fanno
        questo lo fanno nell'ILLEGALITA'.si, ma tanto non vengono quasi mai scoperte
        Ogni tanto mi tocca leggere queste provocazioni
        da ignoranti dell'open source che fanno il
        connubio "codice aperto=ingenuità".si, codice aperto=ingenuità che venga adoperato solo nei limiti della licenza
        Mi piacerebbe dare al mio avvocato qualche causa
        da fare a persone come te, e dare poi i
        risarcimenti ottenuti in finanziamenti all'open
        source (e in qualche opera di bene).non capita mai, il codice viene preso in copia e incollae nessuno lo sapra mai
        Ahahaha medita tu sulle sciocchezze che dici...babbo natale non esiste, crescisei proprio un bambino credulone
        • Anonimo scrive:
          Re: ecco l'open source
          - Scritto da: Anonimo

          Le sciocche licenze come dici tu non

          sono tali, ma e' la tua intelligenza che

          ti porta a fare sciocche affermazioni.
          tu parli di teoria, io di pratica, il codice open
          source viene sfruttato da programmatori non
          open per lavorare di meno.Vero, i quali a volte vengono denunciati per questo... Del resto anche il furto e la rapina possono essere usati per lavorare meno.

          Studiati le licenze open, poi torna qui a

          chiederci scusa e a chiedere scusa a tutti

          coloro che adottano le licenze open per

          il proprio lavoro, e che magari

          sostengono progetti open source con

          donazioni (come faccio io e tanti altri

          programmatori).
          metti mille euro per terra e scrivici sopra non
          prenderli, voglio vedere quanti ti danno rettaNon e' un problema di "scriverci sopra", ma un contratto di valore legale.

          Ricordati, o niubbo, che le aziende che

          fanno questo lo fanno nell'ILLEGALITA'.
          si, ma tanto non vengono quasi mai scoperteCome puoi dirlo ? Io dove ho programmato si guardavano bene dall'utilizzare parti di software open proprio per evitare questo, spesso le ditte di software hanno ottimo avvocati che controllano attentamente le licence delle librerie e degli strumenti che si hanno intenzione di utilizzare nei progetti.

          Ogni tanto mi tocca leggere queste

          provocazioni da ignoranti dell'open

          source che fanno il connubio "codice

          aperto=ingenuità".Credo che la loro ingenuita' derivi dal non aver mai lavorato 1 giorno in vita loro, o al massimo aver stretto qualche vite dal cacciavitaro sotto casa.
          si, codice aperto=ingenuità che venga
          adoperato solo nei limiti della licenzaCome tutte le cose, anche le banche non possono garantire che non verranno mai rapinate.. Infatti ogni tanto capita.

          Mi piacerebbe dare al mio avvocato

          qualche causa da fare a persone come

          te, e dare poi i risarcimenti ottenuti in

          finanziamenti all'open source (e in

          qualche opera di bene).
          non capita mai, il codice viene preso in
          copia e incolla e nessuno lo sapra maiFalso, la Sony e' stata denunciata per questo, e' una notizia di oggi.

          Ahahaha medita tu sulle sciocchezze

          che dici...
          babbo natale non esiste, cresci
          sei proprio un bambino credulone Senti chi parla di bambino...
          • Anonimo scrive:
            Re: ecco l'open source
            - Scritto da: Anonimo
            Falso, la Sony e' stata denunciata per questo, e'
            una notizia di oggi.Sono un altro. Link? Voglio leggere la prossima puntata della telenovela
    • pikappa scrive:
      Re: ecco l'open source
      La madre degli idioti è sempre incinta qui su Punto informatico
  • Anonimo scrive:
    Devono pagarla cara
    Non solo per il DRMNon solo per il rootkit doppiamente dannoso (porta d'accesso ai virus)Non solo per il furto di codice LGPLMa per la totale mancanza di fiducia in coloro che la mantengono. Sono società come sony che spingono il alto il p2p illegale, non i consumatori pirati
  • Anonimo scrive:
    come si chiama in gergo tecnico?
    filotto
  • Anonimo scrive:
    LGPL
    la lgpl NON obbliga a fornire i sorgentialtrimenti si chiamerebbe GPL e non LGPLnon e' un concetto tanto difficile da capire
    • Anonimo scrive:
      Re: LGPL
      - Scritto da: Anonimo
      la lgpl NON obbliga a fornire i sorgenti
      altrimenti si chiamerebbe GPL e non LGPL

      non e' un concetto tanto difficile da capireI sorgenti no, l'attribuzione sì!
      • Anonimo scrive:
        Re: LGPL

        I sorgenti no, l'attribuzione sì!appunto, quindi semmai hanno violato il diritto d'autore, non di certo "l'open source"
        • Anonimo scrive:
          Re: LGPL
          - Scritto da: Anonimo

          I sorgenti no, l'attribuzione sì!
          appunto, quindi semmai hanno violato il diritto
          d'autore, non di certo "l'open source"Se violi l'open source, qualunque cosa significhi, vuol dire che stai violando il diritto d'autore, poiché è sul diritto d'autore che si basano le licenze open source. Semplicemente si sono attributi di fatto la paternità di codice non loro. Se non ti sembra una violazione da poco....
          • Anonimo scrive:
            Re: LGPL

            Semplicemente si sono attributi di fatto la
            paternità di codice non loro. Se non ti sembra
            una violazione da poco....non ho detto che e' una violazione da poco (ma comunque che ci sia stata violazione e' ancora da dimostrare)ho semplicemente detto che la LGPL non e' la GPL, quindi non c'e' obbligo di fornire sorgenti, quindi prima di scrivere articoli bisognerebbe informarsi (non mi riferisco a p.i. ma al tipo che ha tirato fuori la notizia per primo)
          • Anonimo scrive:
            Re: LGPL
            - Scritto da: Anonimo

            Semplicemente si sono attributi di fatto la

            paternità di codice non loro. Se non ti sembra

            una violazione da poco....

            non ho detto che e' una violazione da poco (ma
            comunque che ci sia stata violazione e' ancora da
            dimostrare)E' ancora da dimostrare ma se permetterai hanno trovato la pistola fumante...
            ho semplicemente detto che la LGPL non e' la GPL,
            quindi non c'e' obbligo di fornire sorgenti,
            quindi prima di scrivere articoli bisognerebbe
            informarsi (non mi riferisco a p.i. ma al tipo
            che ha tirato fuori la notizia per primo)Il tipo che ha tirato fuori la notizia ha detto una cosa sicuramente corretta: doveva essere indicato il copyright di LAME nella licenza del DRM. La seconda frase purtroppo è dubbia, ed io non so l'olandese per vedermi l'originale. Comunque l'articolo inglese da cui credo PI abbia tradotto è esplicito e non lascia dubbi:"The company must also deliver the source code to the open-source libraries or otherwise make these available"Cosa perfettamente corretta. Ovvero, devi dare il codice della sola libreria LGPL oppure devi fornire indicazione su come recuperare tale codice. Cosa che poteva sempre essere risolta direttamente nel disclaimer dove si dice che tale sistema DRM contiene codice LGPL.Quindi il problema sta proprio nella traduzione di PI, che è ambigua.
          • Anonimo scrive:
            9 --
    • Anonimo scrive:
      Re: LGPL
      - Scritto da: Anonimo
      la lgpl NON obbliga a fornire i sorgenti
      altrimenti si chiamerebbe GPL e non LGPL

      non e' un concetto tanto difficile da capireNon devi fornire i sorgenti di ciò che linki alla libreria, ma devi fornire tutte le eventuali modifiche alla libreria, i sorgenti della libreria e devi citare che stai usando codice LGPL
  • Anonimo scrive:
    E non e' tutto ...
    .. recenti studi inducono a ritenere che ti faccia litigare con la fidanzata, e che provochi herpes sul naso.Se non ci fosse stato questo rootkit andava inventato :P, sembra che ogni giono che passa ne scoprano una sempre piu' nefanda.
    • Anonimo scrive:
      Re: E non e' tutto ...
      - Scritto da: Ilruz
      .. recenti studi inducono a ritenere che ti
      faccia litigare con la fidanzata, e che provochi
      herpes sul naso.

      Se non ci fosse stato questo rootkit andava
      inventato :P, sembra che ogni giono che passa ne
      scoprano una sempre piu' nefanda.Sarà perché forse perché queste multinazionali, hanno tutte una bella facciata, ma poi oltre che trattare i loro utenti come la peggiore feccia, si abbassano anche a rubare codice da altri?Come dire "difendiamo il copyright, ma solo il nostro".
  • Anonimo scrive:
    Pure questa!
    Ma c'è qualche zona della legalità che sia dalla parte degli utenti che Sony non abbia violato?Dopo tutto questo, come fa uno a fidarsi dei loro prodotti?
    • Anonimo scrive:
      Re: Pure questa!
      e soprattutto, come può il bue dare di cornuto al mul...pardon, all'asino? ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Pure questa!
        - Scritto da: Anonimo
        e soprattutto, come può il bue dare di cornuto al
        mul...pardon, all'asino? ;)Ehehehehehe ...lol.... :) Straquoto !!!
Chiudi i commenti