Street View, multina tedesca

Il commissario della privacy locale ordina a Google il pagamento di quasi 150mila euro per il rastrellamento illecito dei dati personali attraverso il suo servizio di mappatura. Per Amburgo, non basta

Roma – In Europa è la sanzione pecuniaria più salata per le attività di rastrellamento dei dati personali attraverso il servizio di mappatura digitale Street View, un totale di quasi 150mila euro imposto dal commissario tedesco Johannes Caspar . Dopo la multa elevata dalla transalpina Commission Nationale de l’Informatique et des Libertes (CNIL), l’azienda di Mountain View dovrà risarcire le autorità di Amburgo per la “violazione sistematica” della privacy teutonica.

Stando ai calcoli effettuati dallo stesso commissario per la protezione dei dati personali, la sanzione di 145mila euro rappresenta lo 0,002 per cento dei profitti riportati da BigG nell’anno 2012 . Una percentuale che non sembra soddisfare affatto le autorità tedesche, intenzionate a rivedere le stesse multe previste nei 27 stati membri dell’Unione Europea nei casi di violazione come quello legato alle googlecar .

Nella visione di Caspar, le sanzioni a tre zeri risulterebbero “economicamente insignificanti” per i giganti della Silicon Valley, che potrebbero tranquillamente continuare con i rastrellamenti senza incorrere in multe astronomiche. Il supervisore di Amburgo vorrebbe invece adottare misure più drastiche, fino al 2 per cento del fatturato annuo di un’azienda in violazione delle leggi nazionali .

Alla metà dello scorso marzo, Google aveva accettato una ben più salata sanzione di 7 milioni di dollari per aver risucchiato i dati personali di numerosi cittadini statunitensi. “Non abbiamo mai voluto questi dati – ha ribadito il privacy counsel di BigG Peter Fleischer – Non li abbiamo utilizzati, nemmeno guardati”. L’azienda californiana non ricorrerà in appello contro la sanzione stabilita dalle autorità tedesche.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pinco Panco scrive:
    W il Sistema Operativo Universale
    anche io uso Wheezy (a 64 bit) su diverse workstation in rete, da oltre un anno (dal controverso debutto di Unity), con KDE 4.8, dotate di ssd in raid1 via mdadm, virtualbox con winzozz, file (samba), web e database server, stampanti e scanner ecc. - il tutto senza problemi. Anche io ho la sensazione che sia nettamente più robusta di Ubuntu, anche se alcuni pacchetti sono un po' più datati.Debian sarebbe stata ancora più bella, se Canonical vi avesse contribuito significativamente, anzichè limitarsi a sfruttarla, come ha fatto. Ma del resto vale lo stesso ragionamento anche per Mint...
  • Quelo scrive:
    Ma non si può ...
    Capisco la visibilità di Ubuntu rispetto Debian, nonostante secondo Distrowatch non siano così distanti, ma un aggiornamento di Debian è un evento nemmeno lontanamente paragonabile all'aggiornamentino semestrale di Ubuntu. Non sono aggiornati "svariati pacchetti" così a caso visto che è un cambio di versione completamente nuovo, che in Debian avviene ogni 4 anni e non una PATCH di sicurezza con distribuzione periodica.Moltissimi dispositivi embedded, compreso svariati NAS, hanno un sistema operativo che parte dalla Debian stabile, disponibile oltrettutto per diverse architetture tra le quali ARM .A parte le difficoltà di installazione su PC che (inultile negarlo) non sono paragonabili a quelle di Ubuntu, una volta sistemata si ha un computer operativo e stabilissimo, con un sistema completamente nuovo con un supporto hardware completamente rinnovato ed ampliato.Io sto usando Wheezy in questo momento, è stata freezata un anno fa e la uso da prima di allora senza un crash, inoltre non c'è un singolo dispositivo che non funzioni perfettamente e trasparentemente sul mio portatile. Per fare un esempio ho anche il bluetooth integrato e se accendo una auricolare, fa il pairing automatico, e ci telefono con Skype, senza nemmeno installare mezzo driver, senza i pannelli i drivers e roba strana che mi portavo dietro su Win 7.Capisco che non si tratta di un sistema operativo commerciale ma se si fosse trattato di una new release di Windows o di Apple (che sono molto più frequenti) non l'avreste trattata così male.Meditate per favore, meditate.
  • margerAita scrive:
    Mariucciaaaaaaaaaaaaaa
    Alfonso, impiega così il tuo tempo, che almeno non fai danni...http://www.youporn.com/watch/8348907/livegonzo-kristina-rose-petite-loves-anal-sex/
  • ghdfghdfghd fgh scrive:
    eh?

    A poco più di un mese dalla distribuzione della precedente releasema se la 6 è stata rilasciata stable eoni fa, altro che un mese
    • bubba scrive:
      Re: eh?
      - Scritto da: ghdfghdfghd fgh

      A poco più di un mese dalla distribuzione della
      precedente
      release

      ma se la 6 è stata rilasciata stable eoni fa,
      altro che un
      meseparlava della 6.0.7. Cmq in effetti andava scritto MEGLIO
  • solo K scrive:
    debian 7
    A poco più di un mese dalla distribuzione della precedente release?ma che stai addì?a meno di eventi critici e crash inaspettati?ma come parli?la fine del supporto "azzoppato" al multimedia in Debian?cioè sono stati aggiunti ai repo ufficiali dei contenuti restricted/non-free?Un minimo di rispetto per debian 7.
    • capitan harlock scrive:
      Re: debian 7

      la fine del supporto "azzoppato" al multimedia in
      Debian?
      cioè sono stati aggiunti ai repo ufficiali dei
      contenuti
      restricted/non-free?quoto! uso debian da quando uscì squeeze (passato subito a testing) e l'unica cosa da fare è inserire i repo contrib per fare funzionare il firmware del wifi. tutto il resto, audio compreso (e codec mp3 compresi) funziona out of the box.
      Un minimo di rispetto per debian 7.davvero. distribuzione inesplicabilmente considerata ostica, in realtà molto più stabile, pulita e curata -- per esempio -- della derivata ubuntu, e quasi più semplice da usare :)
    • ... scrive:
      Re: debian 7
      - Scritto da: solo K
      A poco più di un mese dalla distribuzione della
      precedente
      release?
      ma che stai addì?

      a meno di eventi critici e crash inaspettati?
      ma come parli?

      la fine del supporto "azzoppato" al multimedia in
      Debian?
      cioè sono stati aggiunti ai repo ufficiali dei
      contenuti
      restricted/non-free?

      Un minimo di rispetto per debian 7.un altro pollo che ci casca. maruccia e' notoriamente un XXXXXXXX/furbetto, spara XXXXXXX apposta per far vedere in redazione che la gente scrive sui suoi articoli. Il motto e' "bene o male, purche si posti".
      • Sgabbio scrive:
        Re: debian 7
        Siamo in un sito che affermano cose assurde, per essere informatico, tipo dire che l'amiga era una console....
        • thebecker scrive:
          Re: debian 7
          - Scritto da: Sgabbio
          Siamo in un sito che affermano cose assurde, per
          essere informatico, tipo dire che l'amiga era una
          console....tipo qui, in fondo all'articolohttp://punto-informatico.it/3768681/PI/News/internet-archive-museo-del-software.aspxMa cosa si sono fumati, l'Amiga è un computer, ok come ho fatto io e molti altri si usava principalmente per i giochi ma è un computer, vi ricordate il workbench, un file manger, con finestre, somiglia al Win3.x ma se non sbaglio era disponibile prima del ilascio di Win3x sui pc con dos.
Chiudi i commenti