Sull'editoria la protesta riprende quota

In una nota l'associazione dei provider Assoprovider critica duramente la nuova legge. I radicali lanciano un sito di informazione che viola la legge. I giornali all'estero se ne occupano sempre più. Pesante il silenzio del Governo


Roma – Cosa impedisce al sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega per l’editoria, Vannino Chiti, e a tutti coloro che hanno voluto e sostenuto la legge sull’editoria di promuovere un atto pubblico, un documento di interpretazione ufficiale della nuova legge? C’è da chiederselo, visto che le loro posizioni sono rimaste immutate nonostante la polemica che la ferma protesta di migliaia di siti italiani è riuscita a suscitare.

Fino a questo momento i promotori della legge sembrano impermeabili alle provocazioni di chi, come la Lista Bonino, mette in piedi iniziative editoriali online in contrasto con la normativa in questione. Impermeabili allo stupore che traspare dai pochi articoli che, tra l’ironico e lo scandalizzato, stanno apparendo sulla stampa internazionale. Impermeabili persino al richiamo durissimo proveniente dall’Associazione dei provider italiani, l’AIIP, che non ha risparmiato critiche alla legge.

Nessun segno di reazione, inoltre, alle dichiarazioni degli esperti legali che in queste settimane hanno criticato la legge e le sue ambiguità. L’unico segno di vita fin qui giunto, peraltro denso di contraddizioni, è una generale minimizzazione del problema che, a due settimane dalle elezioni, esprime tutto quello che i promotori della legge sono oggi in grado di produrre, impegnati come sono nella campagna elettorale…

Ieri è arrivata una nuova importante “scomunica” per la nuova legge sull’editoria, quella di Assoprovider, l’associazione dei piccoli provider Internet, pionieri della Rete italiana, secondo cui “non è chiara l’intenzione del legislatore, non è chiara la legge in sé, non sono chiari i metodi d’attuazione, non sono neppure chiare le precisazioni che gli attori del provvedimento sono stati costretti a pubblicare sui giornali. Siamo all’oscurantismo? Si vuole mettere il bavaglio alla Rete?”

“Assoprovider – si legge nella nota – condivide le preoccupazioni di tutta la comunità Internet italiana relativamente alle nuove norme sull’editoria e sui prodotti editoriali. La normativa recentemente entrata in vigore, la legge 7 Marzo 2001, n. 62, interviene in modo non chiaro in un settore già di per sé incerto, che non sentiva certo l’esigenza di un intervento tanto inopportuno”.

Intanto la Lista Bonino ha dato vita a Disobbedisco , giornale che si autodefinisce “Settimanale telematico di NON ISCRITTI all’ordine dei giornalisti”. Il direttore responsabile è Matteo Mecacci, candidato radicale a Firenze nel collegio in cui si presenta anche Vannino Chiti. Nell’editoriale di “lancio” di Disobbedisco, si legge, tra l’altro, che “la legge sull’editoria che è stata approvata recentemente in esecuzione di quanto ordinato congiuntamente dagli editori e dal sindacato dei giornalisti, è lo specchio fedele del sistema informativo italiano che allunga ora i suoi tentacoli anche sulla rete”.

I radicali hanno peraltro già presentato una interrogazione alla Commissione Europea nella quale si afferma: “Agitando l’osso dei contributi e dell’assistenzialismo pubblico, l’obiettivo chiaro è quello di assoggettare l’informazione on line alle stesse regole stataliste, antiliberali e corporative che già limitano fortemente la libertà di stampa sui supporti tradizionali”.

Della libertà di informazione in Italia, già critica prima del varo della legge sull’editoria, si stanno occupando in questi giorni anche alcuni giornali esteri.


Ieri Liberation, il prestigioso quotidiano francese, titolava : “Polemiche in Italia per l’informazione online”. Sottotitolo: “Una nuova legge sottopone le pubblicazioni multimediali alle leggi della carta stampata”. In quella sede vengono riprese le dichiarazioni tra loro in contraddizione di Chiti e di Franco Abruzzo, presidente dell’ordine dei giornalisti lombardo. Si dà inoltre conto della richiesta di un documento ufficiale di interpretazione e della dura presa di posizione dell’AIIP contro la legge.

Per bocca di Stefano Lamborghini, segretario dell’Associazione, l’AIIP aveva dichiarato a Liberation: “La legge sull’editoria rivela da una lato un problema di comprensione delle nuove tecnologie con la volontà di applicare le regole della carta stampata ad Internet e dall’altro il tentativo degli editori italiani di difendere i propri privilegi anche se vanno contro la libertà di espressione”.

Sempre ieri sull’autorevole National Review americana, è apparso un articolo dal titolo “Orwell in Italia”. Un pezzo dove si ironizza sulla portata fascistoide della legge sulla stampa e sulle pericolose contraddizioni contenute nella legge sull’editoria.

Il magazine tedesco Telopolis qualche giorno fa a sua volta pubblicava un articolo dal titolo emblematico: “L’Italia rinuncia alla libertà di opinione?”. Nel pezzo viene attaccata l’istituzione Ordine dei giornalisti e si ironizza sulla definizione di “prodotto editoriale”. Vengono anche riportate le dichiarazioni di Chiti e si sottolinea come un documento interpretativo ufficiale ancora non sia stato emesso…

Della questione si era occupato l’11 aprile anche l’International Herald Tribune che rendeva nota la petizione sottoscritta già da molte migliaia di utenti Internet italiani e delle diverse posizioni in campo.

Una notizia, quella della mobilitazione, che non ha invece trovato spazio sulla maggioranza dei giornali cartacei italiani in queste settimane né su alcuni siti di grande richiamo (cfr: La mobilitazione silenziata ). Un “silenzio” che ha senz’altro contribuito a rallentare la corsa della petizione sottoscritta, fino a questo momento, da quasi 40mila utenti italiani, un risultato clamoroso che ha il grande merito di non aver permesso a questa legge ambigua e censoria di passare sotto silenzio ma che ancora non ha provocato neanche un documento interpretativo ufficiale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il software ottimizzato...
    ...questo sconosciuto!! E' dai tempi del 486 che si sente parlare di codice ottimizzato pentium, poi pentium 2 ecc. ma nessuna casa di software si è mai presa la briga d ottimizzare il codice per questa o quella cpu. E per me hanno pure ragione! E specialmente oggi che amd ha una fetta consistente del mercato consumer, ottimizzare per intel significherebbe probabilmente essere mal visti da un numero di utenti non trascurabile.La verità è che se un utente vuole andare veloce OGGI (e pure domani..)col software di OGGI, spendendo poco, deve comprare amd.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il software ottimizzato...
      Probabilmente non hai mai usato Real Playerche quando parte mette in bella mostrala didascalia "Pentium Optimized"altro esempio ? :))Re-Volt ha un parametro -mmx questo vuol direche se non hai un Pentium devi aggiungerela riga -mmx per fare in modo che il gioco non usi le stringe di codice ottimizzate per i processori Pentium :)).. continuo ? :)3DSTudio Max e' testato e garantito solo su processori Intell.addirittura la versione 3.1 ha una serie di DLLfatte a posta per P3Meditate gente.. meditate :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il software ottimizzato...
      Scusate, ma visto che io sono alquanto bravo aottimizzare in assembly, volete sapere quali sonoi principali meccanismi di ottimizzazione?Presto detto: l'accoppiabilità delle istruzionisu pipelines diverse.Ora, sia il Pentium che l'Athlon hanno piùpipelines (l'Athlon per esempio ne ha 4 interee 3 in virgola mobile). Ergo, in effetti, qualsiasi software ottimizzato genericamenteper un processore multiscalare (cioè, a piùpipelines d'esecuzione) ottiene pressappoco lestesse prestazioni sia su AMD che su Intel.Ottimizzazioni più specifiche sono possibili,ma non valgono la pena: incrementano leprestazioni di qualche punto percentuale,di contro al dover scrivere EFFETTIVAMENTEpiù versioni diverse per ogni CPU.Insomma "ottimizzato per il Pentium"o "ottimizzato per l'Athlon" si equivalgono,perché i principi sono gli stessi.Per i PowerPC c'è una parentesi a parte:il loro assembly è diverso e anche le regoledi ottimizzazione lo sono. Ma tutte le piattaformediscendenti dalla linea 586 (la prima a esserestata superscalare) valgono per i vari cloni.Se non mi credete, cronometrate...- Scritto da: Giacomo Benelli
      ...questo sconosciuto!! E' dai tempi del 486
      che si sente parlare di codice ottimizzato
      pentium, poi pentium 2 ecc. ma nessuna casa
      di software si è mai presa la briga d
      ottimizzare il codice per questa o quella
      cpu. E per me hanno pure ragione! E
      specialmente oggi che amd ha una fetta
      consistente del mercato consumer,
      ottimizzare per intel significherebbe
      probabilmente essere mal visti da un numero
      di utenti non trascurabile.
      La verità è che se un utente vuole andare
      veloce OGGI (e pure domani..)col software di
      OGGI, spendendo poco, deve comprare amd.
  • Anonimo scrive:
    Bel titolo
    ... sembra fatto da intel... spero di sbagliarmi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Bel titolo
      - Scritto da: Tizio
      ... sembra fatto da intel... spero di
      sbagliarmi...Nell'archivio di P.I ho trovato:AMD sfida il P4 sulla fascia alta Anche AMD pronta per Linux a 64 bit Duron ad un passo dal GHz L'Athlon tuona a 1,33 GHz AMD e Linux volano con Boeing Mi sa che ti sbagli...
  • Anonimo scrive:
    E vai!! Un Supersonico Su Una Uno Sting Rossa
    I Ghz continuano a salire, mentre sulle mainboard sono ancora all'età della pietra, a me alle scuole superiori e all'università mi hanno insegnato sempre a calcolare il tempo di propagazione nei circuiti elettronici, per cui se ho due componenti (da 2 Ghz) e li metto in cascata il tempo risultante rimane sempre di 1 Ghz radoppiando il tempo di risposta. Però il dato positivo c'è, più concorrenza più Ghz più vendita di computer (Se lo volete acquistare da me ^_^, seee lo sconsiglio subito un computer da 2 Ghz, vendo duron e K7, visto che le mainboard sono diminuite di prezzo.
  • Anonimo scrive:
    Ma l'Athlon si mangia tutti i P III che vuole
    Intel deve continuare a sperare che AMD non arrivi a 2 Gb perchè se le prestazioni restano tali, per la serie Pentium non ci sarà nulla da fare. Il mio Athlon 700 è almeno il 40% piu veloce di un Pentium III 700: test alla mano fatti su macchine uguali (a parte la cpu).
  • Anonimo scrive:
    attenzione
    Ricordo a tutti i "sapientoni" che il P4 ha una pipeline lunghissima rispetto ai "vecchi" processori come il PIII o l'athlon di AMD, quindi se non ci si fa girare del codice ottimizzato, difficilmente si vedranno i risultati, anzi il vostro P4 pagato l'ira di chissachi, allo stato attuale delle cose potrebbe essere molto più lento di un PIII@1000Mhz o di un ATHLON di pari frequenza...MEDITATE GENTE, MEDITATE
    • Anonimo scrive:
      Re: attenzione
      - Scritto da: The Sorcer
      Ricordo a tutti i "sapientoni" che il P4 ha
      una pipeline lunghissima rispetto ai
      "vecchi" processori come il PIII o l'athlon
      di AMD, quindi se non ci si fa girare del
      codice ottimizzato, difficilmente si
      vedranno i risultati, anzi il vostro P4
      pagato l'ira di chissachi, allo stato
      attuale delle cose potrebbe essere molto più
      lento di un PIII@1000Mhz o di un ATHLON di
      pari frequenza...
      MEDITATE GENTE, MEDITATEGià... si può fare il paragone con gli ETR550 delle FS:senza la linea "Alta Velocità" non vanno molto più forte dei normali treni.Non per questo si può però dire che fanno schifo.Io direi che, dopo un paio di chipset, una cpu (PIII 1,13 GHz) e un accordo commerciale (vedi RAMBus) non proprio felici, il PIV sia una delle poche cose buone fatte da Intel ultimamente.Purtroppo l'aver cambiato architettura per ora non li favorisce.ByeeZeross
      • Anonimo scrive:
        Re: attenzione
        - Scritto da: Zeross
        - Scritto da: The Sorcer

        Ricordo a tutti i "sapientoni" che il P4
        ha

        una pipeline lunghissima rispetto ai

        "vecchi" processori come il PIII o
        l'athlon

        di AMD, quindi se non ci si fa girare del

        codice ottimizzato, difficilmente si

        vedranno i risultati, anzi il vostro P4

        pagato l'ira di chissachi, allo stato

        attuale delle cose potrebbe essere molto
        più

        lento di un PIII@1000Mhz o di un ATHLON di

        pari frequenza...

        MEDITATE GENTE, MEDITATE


        Già... si può fare il paragone con gli
        ETR550 delle FS:
        senza la linea "Alta Velocità" non vanno
        molto più forte dei normali treni.
        Non per questo si può però dire che fanno
        schifo.

        Io direi che, dopo un paio di chipset, una
        cpu (PIII 1,13 GHz) e un accordo commerciale
        (vedi RAMBus) non proprio felici, il PIV sia
        una delle poche cose buone fatte da Intel
        ultimamente.
        Purtroppo l'aver cambiato architettura per
        ora non li favorisce.


        Byee
        ZerossI pentium 4, analizzato a livello circuitale, è un grandioso flop. A parità di frequenza viene nettamente seminato da un P3. Per aumentare così tanto la frequenza è stata sacrificata la complessità dei circuiti e per recuperare le prestazioni l'intel è stata costretta ad allungare a dismisura le pipeline, che però non sono utili su codice non adeguatamente ottimizzato. Per ora i P4 sono solo una operazione di marketing: l'intel stava mordendo la polvere con i suoi P3 giunti ormai al limite, mentre i K7 continuavano a migliorare, quindi ha dovuto buttare nella mischia un P4 ancora acerbo. Per questo la tanto decantata (prima del lancio) ALU con clock doppio rispetto al processore rimane quasi inutilizzata, per esempio, visto che la "opcode" cache, che è una novità rispetto agli altri processori, non riesce a fornirle un'adeguata quantità di dati perché troppo lenta. Spero che le prossime versioni del P4 migliorino questa situazione, anche se questo processore rimane orientato al mercato degli home users, non certo a chi del processore fa un uso veramente pesante: il P4 è ottimo per i multimedia, discreto per fare qualsiasi altra cosa. A parità di prezzo il K7 rimane un affare molto migliore
  • Anonimo scrive:
    Sono felice!
    A me non importa se un fico secco se è sbagliato o meno il modo di concepire questi processori (se è un risc o un cisc con o senza codice ottimizzato...).Per il momento posso permettermi solo questa categoria di processori e se escono modelli dichiarati superiori va tutto a mio vantaggio: l'offerta diventa più ampia, i prezzi scendono, la concorrenza si mette in moto...Ed è proprio grazie a questi movimenti di concorrenza che oggi possiamo permetterci PC straordinari a prezzi accessibili: vi ricordate quanto costavano i PC negli anni 90?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono felice!

      concorrenza che oggi possiamo permetterci PC
      straordinari a prezzi accessibili: vi
      ricordate quanto costavano i PC negli anni
      90? Hai ragione sulla concorrenza, ma io al momento mi ricordo che una Geforce2 costa quasi 1 milione.
  • Anonimo scrive:
    Megahertz...
    I megahertz non contano nulla se il bus di accesso alla memoria continua - come infatti continua - a non passare i 133 Mhz. Il processore passa semplicemente una percentuale maggiore del proprio tempo in attesa della risposta del resto del sistema in modo da poter eseguire l'istruzione successiva.Tra un PIII/500 e qualunque modello superiore c'e' pochissima o addirittura nessuna differenza di prestazioni; pero' il PIII550 e superiori sono piu' sottili e consumano - e dunque scaldano - un po' meno (in relazione ai Mhz, ovviamente).
    • Anonimo scrive:
      Re: Megahertz...
      comprati un AMD e non rompere le palle- Scritto da: Peter "Rewop" Knurd
      I megahertz non contano nulla se il bus di
      accesso alla memoria continua - come infatti
      continua - a non passare i 133 Mhz. Il
      processore passa semplicemente una
      percentuale maggiore del proprio tempo in
      attesa della risposta del resto del sistema
      in modo da poter eseguire l'istruzione
      successiva.

      Tra un PIII/500 e qualunque modello
      superiore c'e' pochissima o addirittura
      nessuna differenza di prestazioni; pero' il
      PIII550 e superiori sono piu' sottili e
      consumano - e dunque scaldano - un po' meno
      (in relazione ai Mhz, ovviamente).
  • Anonimo scrive:
    il concorrente di Intel e' AMD non Apple
    ao SVEJAAAAAAaaaaaaaaaaaaaancora co ste mele? il pezzo parla di intel e AMD che cosa c'entra Motorola? cosa c'entrano gli Apple?niente.niente.niente.sono migliori sono fichi sono piu' performanti ok ok ok ok ok ok l abbiamo capito, basta co sti foruml articolo parla di INTEL e AMD e l unico concorrente di INTEL e' AMD e VICEVERSAchiaro?
    • Anonimo scrive:
      Re: il concorrente di Intel e' AMD non Apple
      - Scritto da: intel-add 1 a 0
      ao SVEJAAAAAAaaaaaaaaaaaaa

      ancora co ste mele?

      il pezzo parla di intel e AMD
      che cosa c'entra Motorola?

      cosa c'entrano gli Apple?
      niente.

      niente.ùE FAGLIELA CAPIRE A STI' SAPIENTINI, SONO 3 ORE E PASSA CHE GLI HO CHIESTO CHE DIFFERENZA PASSA TRA 1 CISC ED 1 RISC, MAZZALI OH,.......SCOMMETTO CHE MANCO LO SANNO E CONTINUANO A SPARARE CAZZATE FUORI TEMA.

      niente.

      sono migliori sono fichi sono piu'
      performanti ok ok ok ok ok ok l abbiamo
      capito, basta co sti forum

      l articolo parla di INTEL e AMD e l unico
      concorrente di INTEL e' AMD e VICEVERSA

      chiaro?
    • Anonimo scrive:
      Re: il concorrente di Intel e' AMD non Apple
      - Scritto da: intel-add 1 a 0
      ao SVEJAAAAAAaaaaaaaaaaaaa(snippone)
      l articolo parla di INTEL e AMD e l unico
      concorrente di INTEL e' AMD e VICEVERSA

      chiaro? Certo. Come no?L'unico concorrente di Telecom Italia e' Infostrada, vero?Svegliati anche tu.Sarebbe ora.Carlo S.
  • Anonimo scrive:
    ......HUEI SAPIENTONI........
    VISTO CHE QUI MISCHIATE INTEL CON MOROROLA, CHI DI VOI MI SA SPIEGARE LA DIFFERENZA TRA 1 CISC ED UN RISC????? (parlo di processori ovviamente)IO COME CELENTANO SONO IL RE DEGLI IGNORANTI E DEGLI UTONTI (E PER QUALCHE PICIO ANCHE IL RE DEI TROL), MA MI SEMBRA CHE CI SIA DIFFERENZA COME TRA IL GIORNO E LA NOTTE.DITEMI VOI PLEASE.
    • Anonimo scrive:
      Re: ......HUEI SAPIENTONI........
      - Scritto da: Alien
      VISTO CHE QUI MISCHIATE INTEL CON MOROROLA,
      CHI DI VOI MI SA SPIEGARE LA DIFFERENZA TRA
      1 CISC ED UN RISC????? (parlo di processori
      ovviamente)In breve:CISC = Complex Istruction Set CodeRISC = Reduced Istruction Set CodeI processori CISC hanno un set di istruzioni molto complicate (è il caso per esempio dei Pentium e delle varie MMX e SSE), che richiedono diversi cicli per essere elaborate del tutto, mentre i processori RISC hanno un set di istruzioni molto più semplici che sono quindi molto più veloci nell'essere eseguite (ovviamente essendo semplici spesso servono più istruzioni per compiere quello che un CISC fa con una istruzione).
      • Anonimo scrive:
        Re: ......HUEI SAPIENTONI........
        - Scritto da: Icestorm

        - Scritto da: Alien

        VISTO CHE QUI MISCHIATE INTEL CON
        MOROROLA,

        CHI DI VOI MI SA SPIEGARE LA DIFFERENZA
        TRA

        1 CISC ED UN RISC????? (parlo di
        processori

        ovviamente)

        In breve:
        CISC = Complex Istruction Set Code
        RISC = Reduced Istruction Set Code

        I processori CISC hanno un set di istruzioni
        molto complicate (è il caso per esempio dei
        Pentium e delle varie MMX e SSE), che
        richiedono diversi cicli per essere
        elaborate del tutto, mentre i processori
        RISC hanno un set di istruzioni molto più
        semplici che sono quindi molto più veloci
        nell'essere eseguite (ovviamente essendo
        semplici spesso servono più istruzioni per
        compiere quello che un CISC fa con una
        istruzione).BRAVO ICE.........GRAZIE,HAI DIMENTICATO DI AGGIUNGERE CHE I "RISC" SONO TIPICI DELLA MOTOROLA, QUINDI MAC, SPARC, ALPHA, SUPERCOMPUTER IN GENERE O MI SBAGLIO?ciao from Alien
        • Anonimo scrive:
          Re: ......HUEI SAPIENTONI........
          - Scritto da: Alien
          HAI DIMENTICATO DI AGGIUNGERE CHE I "RISC"
          SONO TIPICI DELLA MOTOROLA, QUINDI MAC,
          SPARC, ALPHA, SUPERCOMPUTER IN GENERE O MI
          SBAGLIO?E' vero che siano tipici della Motorola, i G4 in effetti non sono che gli ultimi. Prima c'erano i G3.Pero' (e qui non sono sicuro) mi pare che l'AMD K6 (e anche l'Athlon?) siano dei RISC con un "guscio" CISC... intendo che sono dei risc con un programmino che processa le istruzioni x86 e le traduce in formato RISC.Sono in errore? Ditemi, pura curiosità. (anche tu Alien, se lo sai... spara!)Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: ......HUEI SAPIENTONI........
            - Scritto da: mmm


            - Scritto da: Alien

            HAI DIMENTICATO DI AGGIUNGERE CHE I "RISC"

            SONO TIPICI DELLA MOTOROLA, QUINDI MAC,

            SPARC, ALPHA, SUPERCOMPUTER IN GENERE O MI

            SBAGLIO?

            E' vero che siano tipici della Motorola, i
            G4 in effetti non sono che gli ultimi. Prima
            c'erano i G3.
            Pero' (e qui non sono sicuro) mi pare che
            l'AMD K6 (e anche l'Athlon?) siano dei RISC
            con un "guscio" CISC... intendo che sono dei
            risc con un programmino che processa le
            istruzioni x86 e le traduce in formato RISC.
            Sono in errore? Ditemi, pura curiosità.
            (anche tu Alien, se lo sai... spara!)

            Ciao.ALIEN SPARA SOLO CAZZATE, MA RITENGO DI ESSERE NEL GIUSTO AFFERMANDO CHE GLI AMD Athlon SIANO COMUNQUE DEI PURI RISC; E' DIFFERENTE ANCHE LA TECNOLOGIA DI PRODUZIONE TRA RISC E CISC.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: ......HUEI SAPIENTONI........
            .......CHE GLI AMD Athlon SIANO COMUNQUE DEI PURI errata corrige (CISC)......Ri-ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: ......HUEI SAPIENTONI........
            non sarai mica per caso l'Alieno che conosco io?!?- Scritto da: Alien

            .......CHE GLI AMD Athlon SIANO COMUNQUE DEI
            PURI errata corrige (CISC)......

            Ri-ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: ......HUEI SAPIENTONI........
          .....HUEI IDIO*A........tu gli hai chiesto la differenza....non dove sono usati....Ma lo sai che ti comporti come 1sapientino? Non è che anche tu sei un matrix pretoriano professore-master di redmond?- Scritto da: Alien


          - Scritto da: Icestorm



          - Scritto da: Alien


          VISTO CHE QUI MISCHIATE INTEL CON

          MOROROLA,


          CHI DI VOI MI SA SPIEGARE LA DIFFERENZA

          TRA


          1 CISC ED UN RISC????? (parlo di

          processori


          ovviamente)



          In breve:

          CISC = Complex Istruction Set Code

          RISC = Reduced Istruction Set Code



          I processori CISC hanno un set di
          istruzioni

          molto complicate (è il caso per esempio
          dei

          Pentium e delle varie MMX e SSE), che

          richiedono diversi cicli per essere

          elaborate del tutto, mentre i processori

          RISC hanno un set di istruzioni molto più

          semplici che sono quindi molto più veloci

          nell'essere eseguite (ovviamente essendo

          semplici spesso servono più istruzioni per

          compiere quello che un CISC fa con una

          istruzione).
          BRAVO ICE.........GRAZIE,
          HAI DIMENTICATO DI AGGIUNGERE CHE I "RISC"
          SONO TIPICI DELLA MOTOROLA, QUINDI MAC,
          SPARC, ALPHA, SUPERCOMPUTER IN GENERE O MI
          SBAGLIO?
          ciao from Alien

          • Anonimo scrive:
            Re: ......HUEI SAPIENTONI........
            - Scritto da: Eye
            .....HUEI IDIO*A........
            tu gli hai chiesto la differenza....non dove
            sono usati....
            Ma lo sai che ti comporti come 1sapientino?
            Non è che anche tu sei un matrix pretoriano
            professore-master di redmond?UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUNON MI PRONUNCIARE IL NOME DEL DRAGASACCOCCE DI REDMOND INVANO.

            - Scritto da: Alien





            - Scritto da: Icestorm





            - Scritto da: Alien



            VISTO CHE QUI MISCHIATE INTEL CON


            MOROROLA,



            CHI DI VOI MI SA SPIEGARE LA
            DIFFERENZA


            TRA



            1 CISC ED UN RISC????? (parlo di


            processori



            ovviamente)





            In breve:


            CISC = Complex Istruction Set Code


            RISC = Reduced Istruction Set Code





            I processori CISC hanno un set di

            istruzioni


            molto complicate (è il caso per esempio

            dei


            Pentium e delle varie MMX e SSE), che


            richiedono diversi cicli per essere


            elaborate del tutto, mentre i
            processori


            RISC hanno un set di istruzioni molto
            più


            semplici che sono quindi molto più
            veloci


            nell'essere eseguite (ovviamente
            essendo


            semplici spesso servono più istruzioni
            per


            compiere quello che un CISC fa con una


            istruzione).

            BRAVO ICE.........GRAZIE,

            HAI DIMENTICATO DI AGGIUNGERE CHE I "RISC"

            SONO TIPICI DELLA MOTOROLA, QUINDI MAC,

            SPARC, ALPHA, SUPERCOMPUTER IN GENERE O MI

            SBAGLIO?

            ciao from Alien



          • Anonimo scrive:
            Re: ......HUEI SAPIENTONI........
            - Scritto da: Eye
            .....HUEI IDIO*A........
            tu gli hai chiesto la differenza....non dove
            sono usati....
            Ma lo sai che ti comporti come 1sapientino?
            Non è che anche tu sei un matrix pretoriano
            professore-master di redmond?Visto che ti da fastidio chi sa qualcosa più di te ti posso dire che i RISC, richiedendo MENO tempo per l'elaborazione scaldano meno quindi il pericolo di surriscaldamento non esiste.Beccate questa, mo'!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: ......HUEI SAPIENTONI........

            ti posso dire che i RISC, richiedendo
            MENO tempo per l'elaborazione scaldano meno
            quindi il pericolo di surriscaldamento non
            esiste.Scusa ma a me pare un'emerita vaccata... mica che 1 processore elabora UNA istruzione e bon... E poi che richieda meno tempo e' tutto da stabilire (cosa vuol dire meno tempo? Un CISC + veloce ci mette meno tempo di un RISC lumaca).
          • Anonimo scrive:
            Re: ......HUEI SAPIENTONI........
            - Scritto da: Option

            Scusa ma a me pare un'emerita vaccata...
            mica che 1 processore elabora UNA istruzione
            e bon... E poi che richieda meno tempo e'
            tutto da stabilire (cosa vuol dire meno
            tempo? Un CISC + veloce ci mette meno tempo
            di un RISC lumaca).Come ha già spiegato giustamente Icestorm il set di istruzioni CISC e' piu' complesso, ogni singola istruzione necessita di piu' cicli macchina per essere eseguita, ma richiede meno memoria. Per questo motivo fu utilizzato nei primi microprocessori Intel x86 quando le memorie costavano molto.Coi RISC pero' che fanno eseguire ai processori una sequenza piu' semplice di istruzioni si può ottenere prestazioni migliori. Le istruzioni RISC vengono eseguite dalla macchina in un singolo ciclo. Per sfruttare la maggior velocità di ciclo dei processori RISC i programmi devono essere accuratamente compilati per sfruttare al massimo le potenzialita' delle istruzioni e le pipelines. Provo riassumere le differenze:CISC- hanno molte istruzioni (es. istr. MMX per dati multimediali sui processori Intel)- eseguono istruzioni complesse che necessitano di più cicli clock per eseguire ogni singola istruzioneRISC- Hanno poce istruzioni- eseguono istruzioni semplici e necessitano di un unico ciclo di clock per eseguire tutte le istruzioni. Ad esempio le macchine Risc6000 IBM sono RISC con sistema operativo Unix AIX.
          • Anonimo scrive:
            Re: ......HUEI SAPIENTONI........
            Uh! Teoria ardita... interessante ma da verificare.Me la spiegheresti un'attimino + dettagliatamente?cia'
        • Anonimo scrive:
          Re: ......HUEI SAPIENTONI........
          - Scritto da: Alien


          - Scritto da: Icestorm



          - Scritto da: Alien


          VISTO CHE QUI MISCHIATE INTEL CON

          MOROROLA,


          CHI DI VOI MI SA SPIEGARE LA DIFFERENZA

          TRA


          1 CISC ED UN RISC????? (parlo di

          processori


          ovviamente)



          In breve:

          CISC = Complex Istruction Set Code

          RISC = Reduced Istruction Set Code



          I processori CISC hanno un set di
          istruzioni

          molto complicate (è il caso per esempio
          dei

          Pentium e delle varie MMX e SSE), che

          richiedono diversi cicli per essere

          elaborate del tutto, mentre i processori

          RISC hanno un set di istruzioni molto più

          semplici che sono quindi molto più veloci

          nell'essere eseguite (ovviamente essendo

          semplici spesso servono più istruzioni per

          compiere quello che un CISC fa con una

          istruzione).
          BRAVO ICE.........GRAZIE,
          HAI DIMENTICATO DI AGGIUNGERE CHE I "RISC"
          SONO TIPICI DELLA MOTOROLA, QUINDI MAC,
          SPARC, ALPHA, SUPERCOMPUTER IN GENERE O MI
          SBAGLIO?
          ciao from Alien

          Anche Risc6000 IBM con so Unix AIX.
  • Anonimo scrive:
    I Mhz non servono se non...
    Tutti qusti Mhz (anzi, ormai Ghz) non servono a nulla se poi il resto della macchina non è all'altezza; date un occhiata ai volantini delle grandi catene di distribuzione (non faccio nomi...) e vedrete campeggiare pc con superprocessori e solo 64MB di ram, hd e schede madri sconosciute; purtroppo l'ignoranza è molta, non tutti sanno quanto conti veramente il processore in un computer così un nuovo processore anche se va a 33mhz in più rispetto al precedente magari costa 300000lire in più; tanto l'utente paga...
    • Anonimo scrive:
      Re: I Mhz non servono se non...

      Tutti qusti Mhz (anzi, ormai Ghz) non
      servono a nulla se poi il resto della
      macchina non è all'altezza; Ok, ma questo non basta ancora: dal lato software si deve sfuttare *appieno* le potenzialita` elaborative, prestando una maggiore attenzione al "risparmio delle risorse" e utilizzando le ottimizzazioni.. se invece badiamo solo alla qualita` e all'equilibrio tra i componenti rischiamo solo di spendere soldi inutilmente...
      • Anonimo scrive:
        Re: I Mhz non servono se non...
        - Scritto da: Mr_Brain

        Tutti qusti Mhz (anzi, ormai Ghz) non

        servono a nulla se poi il resto della

        macchina non è all'altezza;

        Ok, ma questo non basta ancora: dal lato
        software si deve sfuttare *appieno* le
        potenzialita` elaborative, prestando una
        maggiore attenzione al "risparmio delle
        risorse" e utilizzando le ottimizzazioni..Sono cadute in disuso, oggi che almeno il 50%del software di massa è scritto in VisualBasic.
        se invece badiamo solo alla qualita` e
        all'equilibrio tra i componenti rischiamo
        solo di spendere soldi inutilmente...E' la cosa migliore da fare.Sarebbe bello se curassero di più la buonavecchia ottimizzazione direttamente in linguaggio macchina, ma oggi i programmatori non sono piùtenuti ad essere toghe bianche: sono tizi chepuntano al massimo risultato (economico, non intermini di prestazioni) col minino sforzo.E così, il software si è altamente involuto.
  • Anonimo scrive:
    PentiumPro NON docet
    Qualcuno si ricorda la storia del PentiumPro che doveva essere ultraveloce ma solo se non eseguiva codice a 16 bit che gli mandava in crisi la pipeline e che di fatto nel 99% dei casi era proprio quello che succedeva perche' allora usavano tutti Win95 che ha enormi porzioni di codice a 16 bit e che alla fine e' stato sostanzialmente buttato via (il PentiumPro intendo, non 95!!!)???Stessa storia. (O no?)CiaoGiorgioPS: Le virgole sono state volutamente omesse perche' la frase deve essere letta tutta di un fiato!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: PentiumPro NON docet
      - Scritto da: Giorgio
      Qualcuno si ricorda la storia del PentiumPro
      che doveva essere ultraveloce ma solo se non
      eseguiva codice a 16 bit che gli mandava in
      crisi la pipeline e che di fatto nel 99% dei
      casi era proprio quello che succedeva
      perche' allora usavano tutti Win95 che ha
      enormi porzioni di codice a 16 bit e che
      alla fine e' stato sostanzialmente buttato
      via (il PentiumPro intendo, non 95!!!)???

      Stessa storia. (O no?)Non proprio... il PentiumPro era nato come processore per i server, non per i pc desktop, quindi era pensato per sistemi operativi interamente a 32-bit (WinNT, UNIX, Linux, ecc..)Usare un PentiumPro(ora Xeon) con Win9x, è come smartellarsi i maroni e poi andare a lamentarsi col produttore del martello perchè non aveva scritto sulle istruzioni di non darselo sui maroni, non so se mi spiego. :))ByeeZeross
    • Anonimo scrive:
      Re: PentiumPro NON docet
      beh cmq io uso un ppro200 oggi con 200mb di ram10gb hd con windows 2000.Navigo e office 2000 gira decentemente. Quindi penso che una schifezza proprio non è considerando che ha + di 5 anni.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: PentiumPro NON docet
        Infatti il PentiumPro e' un bel processore! (Anch'io l'ho usato con soddisfazione in ambito NT)Volevo solo dire che, come utente consumer, oggi non comprerei un P4 perche' le applicazioni scritte tra un anno gireranno meglio. Comprerei adesso a un prezzo molto piu' basso un Athlon su cui girano abbastanza bene le applicazioni di oggi, e tra un anno cambierei di nuovo CPU.CiaoGiorgio- Scritto da: io
        beh cmq io uso un ppro200 oggi con 200mb di
        ram
        10gb hd con windows 2000.
        Navigo e office 2000 gira decentemente.
        Quindi penso che una schifezza proprio non è
        considerando che ha + di 5 anni.
        ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: PentiumPro NON docet
          un p4 è già uno step avanti rispetto all'athlon (non in senso di prestazioni).L'athon andra sicuramete sostituito un p4 configurato bene contando il fatto delle ottimizzazioni del software durerebbe di più.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: PentiumPro NON docet
          Io ti dico che uso un celeron 300a a 540mhz, pagato 140.000 e dura da circa 2 anni....(mi pare)... e va da dio.Cambiare cpu è una stronzata, te lo dico io che all'inizio ero un fanatico...quanti soldi ho buttato via...porca eva.COn quello che risparmi dalla cpu pija un hd SCSC 7200rpm, col quello che risparmi dalla cpu dopo prendi un po di ram in più.... altro che cpu.P3? P4? K7? K9? Soldi buttati!- Scritto da: Giorgio
          Infatti il PentiumPro e' un bel processore!
          (Anch'io l'ho usato con soddisfazione in
          ambito NT)

          Volevo solo dire che, come utente consumer,
          oggi non comprerei un P4 perche' le
          applicazioni scritte tra un anno gireranno
          meglio. Comprerei adesso a un prezzo molto
          piu' basso un Athlon su cui girano
          abbastanza bene le applicazioni di oggi, e
          tra un anno cambierei di nuovo CPU.

          Ciao

          Giorgio


          - Scritto da: io

          beh cmq io uso un ppro200 oggi con 200mb
          di

          ram

          10gb hd con windows 2000.

          Navigo e office 2000 gira decentemente.

          Quindi penso che una schifezza proprio
          non è

          considerando che ha + di 5 anni.

          ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: PentiumPro NON docet
      Dubito che qualcuno usasse un PPRO (gran cpu) su una ciofeca da 200karte che crasha ogni 0.2ns .- Scritto da: Giorgio
      Qualcuno si ricorda la storia del PentiumPro
      che doveva essere ultraveloce ma solo se non
      eseguiva codice a 16 bit che gli mandava in
      crisi la pipeline e che di fatto nel 99% dei
      casi era proprio quello che succedeva
      perche' allora usavano tutti Win95 che ha
      enormi porzioni di codice a 16 bit e che
      alla fine e' stato sostanzialmente buttato
      via (il PentiumPro intendo, non 95!!!)???

      Stessa storia. (O no?)

      Ciao

      Giorgio

      PS: Le virgole sono state volutamente omesse
      perche' la frase deve essere letta tutta di
      un fiato!!!
  • Anonimo scrive:
    .......FORZA AMD..............
    ....STAGLI ADDOSSO E PASSA AVANTI AD INTEL DI ALMENO 1 Hz.NE HAI LA CAPACITA'.
    • Anonimo scrive:
      Non ci credo...

      ....STAGLI ADDOSSO E PASSA AVANTI AD INTEL
      DI ALMENO 1 Hz.
      NE HAI LA CAPACITA'.Ora oltre che contro il dragasaccocce ti scagli pure contro Intel..... ma che male ti fanno?
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ci credo...
        - Scritto da: Option


        ....STAGLI ADDOSSO E PASSA AVANTI AD INTEL

        DI ALMENO 1 Hz.

        NE HAI LA CAPACITA'.

        Ora oltre che contro il dragasaccocce ti
        scagli pure contro Intel..... ma che male ti
        fanno?INTEL???? A ME NIENTE, ANZI, INTEL MI E' PURE SIMPATICA; FINTANTOCHE' NON SOTTOSCRIVE ACCORDI PARTICOLARI CON DRAGASACCOCCE DI REDMOND COME MI PARE ABBIA FATTO IN PASSATO, OVVIO.DICO SOLO CHE LA SANA CONCORRENZA E' SANA PER TUTTI E PORTA VANTAGGI PER TUTTI; AZIENDE E UTENTI.QUINDI, ANCHE NEI CISC, FORZA AMD, E FORZA ANCHE INTEL, POI, CHI C'E' ....... Cyrix, ALTRI?.AMD E' IN GRADO DI RISPONDERE AL CORRETTO ATTACCO TECNOLOGICO INTEL, QUINDI, RISPONDA.Alien COMBATTE SOLO LE MULTINAZIONALI DI CARTELLO CHE DOMINANO IL MERCATO CON PRATICHE MONOPOLISTICHE DROGANDO IL MERCATO, RITARDANDO LO SVILUPPO TECNOLOGICO E CHE VANNO A DISCAPITO ALLA GENTE, AGLI UTENTI.Alien ODIA LE MULTINAZIONALI (SUL TIPO DI QUELLE FARMACEUTICHE AHE HANNO INTENTATO CAUSA AL GOVERNO SUDAFRICANO), QUELLE CHE HANNO COME UNICO SCOPO ARRICCHIRE I PROPRI AZIONISTI MAGGIORI FREGANDOSENE DI TUTTO E DI TUTTI, PASSANDO SUI CORPI PURE DELLE LORO MADRI.INTEL, PER QUANTO NE SAPPIA, NON E' TRA QUELLE.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non ci credo...
          Approvo totalmente.- Scritto da: Alien


          - Scritto da: Option




          ....STAGLI ADDOSSO E PASSA AVANTI AD
          INTEL


          DI ALMENO 1 Hz.


          NE HAI LA CAPACITA'.



          Ora oltre che contro il dragasaccocce ti

          scagli pure contro Intel..... ma che male
          ti

          fanno?
          INTEL???? A ME NIENTE, ANZI, INTEL MI E'
          PURE SIMPATICA; FINTANTOCHE' NON SOTTOSCRIVE
          ACCORDI PARTICOLARI CON DRAGASACCOCCE DI
          REDMOND COME MI PARE ABBIA FATTO IN PASSATO,
          OVVIO.
          DICO SOLO CHE LA SANA CONCORRENZA E' SANA
          PER TUTTI E PORTA VANTAGGI PER TUTTI;
          AZIENDE E UTENTI.
          QUINDI, ANCHE NEI CISC, FORZA AMD, E FORZA
          ANCHE INTEL, POI, CHI C'E' ....... Cyrix,
          ALTRI?.
          AMD E' IN GRADO DI RISPONDERE AL CORRETTO
          ATTACCO TECNOLOGICO INTEL, QUINDI, RISPONDA.
          Alien COMBATTE SOLO LE MULTINAZIONALI DI
          CARTELLO CHE DOMINANO IL MERCATO CON
          PRATICHE MONOPOLISTICHE DROGANDO IL MERCATO,
          RITARDANDO LO SVILUPPO TECNOLOGICO E CHE
          VANNO A DISCAPITO ALLA GENTE, AGLI UTENTI.
          Alien ODIA LE MULTINAZIONALI (SUL TIPO DI
          QUELLE FARMACEUTICHE AHE HANNO INTENTATO
          CAUSA AL GOVERNO SUDAFRICANO), QUELLE CHE
          HANNO COME UNICO SCOPO ARRICCHIRE I PROPRI
          AZIONISTI MAGGIORI FREGANDOSENE DI TUTTO E
          DI TUTTI, PASSANDO SUI CORPI PURE DELLE LORO
          MADRI.
          INTEL, PER QUANTO NE SAPPIA, NON E' TRA
          QUELLE.
  • Anonimo scrive:
    a che serve avere 2Ghz
    sicuramente la apple con il nuovo sistema a 4 processori, ha capito il problema partendo dall'architettura.Avere due ghz non risolve i problemi di velocità se non in piccola parte, mettere 4 processori significa invece lavorare in parallelo e ottimizzare le funzioni multitasck che servono per ottimizzare i processi vista l'architettura dei software oggi disponibili.
    • Anonimo scrive:
      Re: a che serve avere 2Ghz
      - Scritto da: Alby
      sicuramente la apple con il nuovo sistema a
      4 processori, ha capito il problema partendo
      dall'architettura.Avere due ghz non risolve
      i problemi di velocità se non in piccola
      parte, mettere 4 processori significa invece
      lavorare in parallelo e ottimizzare le
      funzioni multitasck che servono per
      ottimizzare i processi vista l'architettura
      dei software oggi disponibili.E chi ha detto che con nei PC non è possibile avere dei processori in parallelo? Con le adeguate versioni di Windows NT o 2000 puoi averne fino a 8 o più (ovviamente, per ora, solamente con i processori Intel)! Altro che Apple!
      • Anonimo scrive:
        Re: a che serve avere 2Ghz
        Adesso non esageriamo... Posseggo un AMD Duron che mi lavora bene per quello che faccio, ho avuto a che fare con tutti i processori attualmente sul mercato x86 (p4 a parte), ma credo che ci sia un po' di disinformazione in giro... I computer della Apple smerdano i PC x86 in tutti i campi, nonostante si legga nella frequenza di clock dei loro processori non piu' di 700mhz, se non ricordo male; questo perche' l'architettura Apple e' superiore e perche' (come si e' gia' detto) usano nella costruzione dei loro chip la tecnologia RISC, piu' avanzata di quella CISC (non dimentichiamoci inoltre che la Apple ha sul mercato *consumer* un processore a 64 bit, il g4, quanto tempo ci vorra' per vederne uno sui nostri bravi pc x86??bye- Scritto da: Gianni
        - Scritto da: Alby

        sicuramente la apple con il nuovo sistema
        a

        4 processori, ha capito il problema
        partendo

        dall'architettura.Avere due ghz non
        risolve

        i problemi di velocità se non in piccola

        parte, mettere 4 processori significa
        invece

        lavorare in parallelo e ottimizzare le

        funzioni multitasck che servono per

        ottimizzare i processi vista
        l'architettura

        dei software oggi disponibili.

        E chi ha detto che con nei PC non è
        possibile avere dei processori in parallelo?
        Con le adeguate versioni di Windows NT o
        2000 puoi averne fino a 8 o più (ovviamente,
        per ora, solamente con i processori Intel)!
        Altro che Apple!
    • Anonimo scrive:
      ..a che serve avere 2Ghz..
      ..se poi COME SEMPRE winblows si mangia buona parte (+ del 50%) del TEMPO CPU, tanta RAM ed è INSTABILE da matti?!?Ok, capisco che x le Workstation tipo SUN ecc magari può essere vantaggioso, ma anche loro se non sbaglio usano NT/2k, quindi si ripropone lo stesso problema..Una soluzione, invece di ottimizzare il codice (oppure OLTRE A ottimizzare il codice sarebbe ottimizare il codicw di winblows, ma noi poveri esseri umani non possiamo ancora fare miracoli..Un'altra soluzione, come già detto, sarebbe usare computer Apple con sistemi a + processori, che con MacOSX vanno che è un piacere..Ultima ma non meno importante soluzione sarebbe aspettare questo probabile AmigaDE e vedere cosa riesce a fare su un pezzo di sabbia che corre a 2GHz..Boh.
      • Anonimo scrive:
        Re: ..a che serve avere 2Ghz..
        - Scritto da: SklErø
        ..se poi COME SEMPRE winblows si mangia
        buona parte (+ del 50%) del TEMPO CPU, tanta
        RAM ed è INSTABILE da matti?!?Che è 'sta storia del tempo macchina? Mentre scrivo il ciclo Idle va dal 90 al 97%... e ho un 500 Mhz. Se poi scende mentre mi guardo un DVD è altra cosa :-) (sull'instabilità non discuto :-) ).
        Ok, capisco che x le Workstation tipo SUN
        ecc magari può essere vantaggioso, ma anche
        loro se non sbaglio usano NT/2k, quindi si
        ripropone lo stesso problema..Unix?

        Una soluzione, invece di ottimizzare il
        codice (oppure OLTRE A ottimizzare il codice
        sarebbe ottimizare il codicw di winblows,
        ma noi poveri esseri umani non possiamo
        ancora fare miracoli..Beh dovrebbero offrire kernel diversi per tipo di processore. Però non so esattamente cosa comporti questo...

        Un'altra soluzione, come già detto, sarebbe
        usare computer Apple con sistemi a +
        processori, che con MacOSX vanno che è un
        piacere..Anche con i pcicchi se hai NT / 2k... certo che i costi lievitano, eccome.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    E il chipset?
    Finchè non mettono al lavoro un buon chipset, AMD continuerà a stravincere.Oggi il meglio che puoi comprare è AMD non tanto per la frequenza e la capacità di calcolo. Ma per il chipset. l'815 non è una soluzione, ma IBM sta aspettando qualcosa ... ed intanto perde colpi, terrenmo e dollari. P4, daccordo, ma ilP3 non lo vendi più? o solo col 815?Eppoi tutto il caos per le memorie ... quando le dimm costano una baz
  • Anonimo scrive:
    Intel sulla strada di IDT e Cyrix (?)
    Un processore a 2Ghz fara' la felicita' di chi si riempie la bocca coi numeri, ma per chi vuole risultati allo stato attuale contano ben poco.A che serve un processore a 2Ghz che arranca dietro ad uno concorrente con poco piu' del 50% di clock??
    • Anonimo scrive:
      Re: Intel sulla strada di IDT e Cyrix (?)
      - Scritto da: Felice Claudio
      Un processore a 2Ghz fara' la felicita' di
      chi si riempie la bocca coi numeri, ma per
      chi vuole risultati allo stato attuale
      contano ben poco.

      A che serve un processore a 2Ghz che arranca
      dietro ad uno concorrente con poco piu' del
      50% di clock??si ma vedi... come al solito l'ignoranza la fa da padrona. Se un tizio che non capisce un ca22o di computer sente "processore intel a 800 MHz" e "Processore G4 a 500 MHz" sicuramente pensa "ah ma che schifezza.. costa di piu' ed ha solo 500 MHz"... non si pone il problema che con quei 500 MHz un processore Mac pesta 2 volte piu' di un intel.
    • Anonimo scrive:
      Re: Intel sulla strada di IDT e Cyrix (?)
      - Scritto da: Felice Claudio
      Un processore a 2Ghz fara' la felicita' di
      chi si riempie la bocca coi numeri, ma per
      chi vuole risultati allo stato attuale
      contano ben poco.

      A che serve un processore a 2Ghz che arranca
      dietro ad uno concorrente con poco piu' del
      50% di clock??La storia ci insegna che il prodotto vincente non è sempre il migliore. Vende di più un bollino che l'effettiva qualità del prodotto su cui è attaccato. Il discorso si potrebbe estendere a quasi tutto, dall'abbigliamento, ai farmaci.Betamax docet.
      • Anonimo scrive:
        Re: Intel sulla strada di IDT e Cyrix (?)

        La storia ci insegna che il prodotto
        vincente non è sempre il migliore. Vende di
        più un bollino che l'effettiva qualità del
        prodotto su cui è attaccato. Parole sante :-(Vedi Betamax, Vedi OS/2....
  • Anonimo scrive:
    PowerMac a quattro processori
    ehehehe. Bella sfida. Peccato che Apple, IBM e Motorola stiano preparando i PowerMac a quattro processori G4.
    • Anonimo scrive:
      Re: PowerMac a quattro processori
      vero, ma a parte una diversa concezione hardware,secondo me ci sono un bel pò più PC in giro che Mac!- Scritto da: spadario
      ehehehe. Bella sfida. Peccato che Apple, IBM
      e Motorola stiano preparando i PowerMac a
      quattro processori G4.
      • Anonimo scrive:
        Re: PowerMac a quattro processori
        - Scritto da: Paolo
        vero, ma a parte una diversa concezione
        hardware,secondo me ci sono un bel pò più PC
        in giro che Mac!

        - Scritto da: spadario

        ehehehe. Bella sfida. Peccato che Apple,
        IBM

        e Motorola stiano preparando i PowerMac a

        quattro processori G4.Solo perche' ci sono + FIAT che Lotus in giro, nessuno mi puo' dire che FIAT sia MEGLIO di LOTUS, right?Il PowerPC e' una spanna avanti in quanto usa RISC e non CISC.Il RISC costa di piu'. Solo quello decreta il successo di CISC... ;)wishmerhill
        • Anonimo scrive:
          Re: PowerMac a quattro processori
          La differenza tra CPU CISC e RISC ha ancora senso oggigiorno?Cosi' tanto da sostenere la tua tesi? Non credo proprio...
    • Anonimo scrive:
      Re: PowerMac a quattro processori
      eheheheh, non sai neanche cosa scrivi. Non hai mai visto mainboard per Xeon a 8 processori??? Esistono già da alcuni anni. Forza Apple, ce la fai anche tu se ti impegni......- Scritto da: spadario
      ehehehe. Bella sfida. Peccato che Apple, IBM
      e Motorola stiano preparando i PowerMac a
      quattro processori G4.
      • Anonimo scrive:
        Re: PowerMac a quattro processori
        - Scritto da: lospza

        eheheheh, non sai neanche cosa scrivi. Non
        hai mai visto mainboard per Xeon a 8
        processori??? Esistono già da alcuni anni.
        Forza Apple, ce la fai anche tu se ti
        impegni......

        - Scritto da: spadario

        ehehehe. Bella sfida. Peccato che Apple,
        IBM

        e Motorola stiano preparando i PowerMac a

        quattro processori G4.Volendo Geroge Lukas fa un solo boccone di tutti noi!!! Paragoniamo cose che abbiano un senso per favore!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: PowerMac a quattro processori
      Sì... ma quanto costerà??;-)- Scritto da: spadario
      ehehehe. Bella sfida. Peccato che Apple, IBM
      e Motorola stiano preparando i PowerMac a
      quattro processori G4.
      • Anonimo scrive:
        Re: PowerMac a quattro processori
        - Scritto da: Gandalf The Grey
        Sì... ma quanto costerà??
        ;-)Il prezzo e' irrilevante per uno che vuole:- Un soprammobile trendy- Un soprammobile famoso per rendere con la grafica
        • Anonimo scrive:
          Re: PowerMac a quattro processori
          - Scritto da: MAC-SUXX
          Il prezzo e' irrilevante per uno che vuole:

          - Un soprammobile trendy
          - Un soprammobile famoso per rendere con la
          graficaSembra che un G4 a 500 MHz sia ben piu' performante di un PIII a 1 GHz.E che consumi meno.Ma d'altro canto hai ragione anche tu: negli Stati Uniti fino a qualche anno fa giravano automobili orrende con cilindrate improponibili per noi europei... tanto motore, tanti consumi, poche prestazioni, estetica zero.Immagino, da come parli, che tu usi una di quelle... ...e poi, ogni volta, devi fare ricorso alla "liberta' di parola e pensiero", eh?Ti capisco...You Suck More Than Macs.
          • Anonimo scrive:
            Re: PowerMac a quattro processori

            You Suck More Than Macs.A sorreta.
          • Anonimo scrive:
            Re: PowerMac a quattro processori
            - Scritto da: MAC SUXX
            A sorreta.HAHAHAHAHAHAHAHAHAAffondato.You Suck More Than Macs
          • Anonimo scrive:
            Re: PowerMac a quattro processori
            Voglio vedere come ve la caverete quando uscirà il nuovo Sinclair con doppio Z80...- Scritto da: You Suck More Than Macs
            - Scritto da: MAC SUXX

            A sorreta.



            HAHAHAHAHAHAHAHAHA
            Affondato.

            You Suck More Than Macs
    • Anonimo scrive:
      Re: PowerMac a quattro processori
      E chisse ne frega dei MAC?Si sta parlando di Intel, AMD e c'e' sempre chi salta fuori con i G4...La pizza al tonno senza capperi fa schifo.- Scritto da: spadario
      ehehehe. Bella sfida. Peccato che Apple, IBM
      e Motorola stiano preparando i PowerMac a
      quattro processori G4.
    • Anonimo scrive:
      Re: PowerMac a quattro processori
      che poi gireranno a 450 MHz e costeranno 19.950.000, cube compreso.- Scritto da: spadario
      ehehehe. Bella sfida. Peccato che Apple, IBM
      e Motorola stiano preparando i PowerMac a
      quattro processori G4.
      • Anonimo scrive:
        Re: PowerMac a quattro processori
        - Scritto da: mateo
        che poi gireranno a 450 MHz e costeranno
        19.950.000, cube compreso.Complimenti per la QUALITA' dell'informazione.Ma d'altro canto si capisce anche leggendo il tuo nick che sei particolarmente dedito al risparmio.Carlo S.
      • Anonimo scrive:
        Re: PowerMac a quattro processori
        - Scritto da: mateo
        che poi gireranno a 450 MHz e costeranno
        19.950.000, cube compreso.
        - Scritto da: spadario

        ehehehe. Bella sfida. Peccato che Apple,
        IBM

        e Motorola stiano preparando i PowerMac a

        quattro processori G4.Ma che cavolo scrivi. Informati!!! Se ad un PC ci metti quanto serve p-er essere performante quanto un Mac il PC ti costa il doppio di un MAc (Ho già fatto la prova con un PCdipendente: abbiamo visto cosa doveva aggiungere al suo PC per essere come il mio Mac e non ha più fiatato). Se una cosa costa il doppio ma ti rende il quadruplo... continua tu, ma fa i conti bene non con il Pentium Dementium (per favore)P.S.: possibile che quanto uno parla di Mac se ne escono i "genialoidi" a fare commenti basati su cose di 20 anni fa? Sono cose false, trite e ritrite. Probabilmente il Mac fa paura perché funziona. Ha un system che non usa i server Micro$oft net e si può copiare migliaia di volte e non solo 2 previa telefonata.No Mac; ahi, ahi, ahi!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: PowerMac a quattro processori
          - Scritto da: Anna
          - Scritto da: mateo

          che poi gireranno a 450 MHz e costeranno

          19.950.000, cube compreso.

          - Scritto da: spadario


          ehehehe. Bella sfida. Peccato che
          Apple,

          IBM


          e Motorola stiano preparando i
          PowerMac a


          quattro processori G4.
          Ma che cavolo scrivi. Informati!!! Se ad un
          PC ci metti quanto serve p-er essere
          performante quanto un Mac il PC ti costa il
          doppio di un MAc (Ho già fatto la prova con
          un PCdipendente: abbiamo visto cosa doveva
          aggiungere al suo PC per essere come il mio
          Mac e non ha più fiatato). Se una cosa costa
          il doppio ma ti rende il quadruplo...
          continua tu, ma fa i conti bene non con il
          Pentium Dementium (per favore)

          P.S.: possibile che quanto uno parla di Mac
          se ne escono i "genialoidi" a fare commenti
          basati su cose di 20 anni fa? Sono cose
          false, trite e ritrite. Probabilmente il Mac
          fa paura perché funziona. Ha un system che
          non usa i server Micro$oft net e si può
          copiare migliaia di volte e non solo 2
          previa telefonata.
          No Mac; ahi, ahi, ahi!!!!UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU Ciao ANNA.NON TI PREOCCUPARE, SONO MATRIX, ATTACCANO SENZA CONOSCERE, SONO SOLO INVIDIOSI.TUN SAI ALMENO DI USARE UN RISC, LORO NON SANNO NEMMENO DI USARE RISC.AH AH AH AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH
          • Anonimo scrive:
            Re: PowerMac a quattro processori
            - Scritto da: Alien
            UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU Ciao ANNA.Ciao Alien!!!
            NON TI PREOCCUPARE, SONO MATRIX, ATTACCANO
            SENZA CONOSCERE, SONO SOLO INVIDIOSI.
            TUN SAI ALMENO DI USARE UN RISC, LORO NON
            SANNO NEMMENO DI USARE RISC.
            AH AH AH AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHNon mi preoccupo: deo gratias so quello che adopero e, per questo, sono tranquillissima. Noto il nervosismo di chi usa i PC quando gli viene ricordato quello che "non possono avere". Noto sempre di più che parlano per frasi fatte trovate sulle riviste (alla faccia di chi sa decidere con il proprio cervello) e noto come agli argomenti (quelli veri e non dicerie) non rispondono mai!!! Tipico!Grazie per la risposta: sei tra i pochi che usano il PC ma che mi diverte (in senso buono) leggere! (e questo non lo dico a tutti quelli che usano il PC credimi). La Guerriera che con un solo processore a 350 MHz ha lavorato senza ancorgersi subito ad un file di 250 MB divisi in 40 livelli con l'applicazione di filtri!!! (Beato Altivec!!!).
          • Anonimo scrive:
            Re: PARRUCCONI???
            Caro Carlo,Quei due sopra secondo me un giorno si sposano.Come coppia (senza averli visti) mi fanno l'impressione di Arnold schwarzenegger e Grace Jones* in "Conan il Distruttore".Non trovi?*E' un complimento (non al film)
          • Anonimo scrive:
            Re: PARRUCCONI???
            - Scritto da: Larry
            Caro Carlo,
            Quei due sopra secondo me un giorno si
            sposano.
            Come coppia (senza averli visti) mi fanno
            l'impressione di Arnold schwarzenegger e
            Grace Jones* in "Conan il Distruttore".
            Non trovi?GIA', E TE SEI "CONAN" IL BARBARO DI REDMOND, ANTENATO GENETICO DEL DRAGASACCOCCE.Comunque, oggi siamo in pace.










            *E' un complimento (non al film)
          • Anonimo scrive:
            Re: PARRUCCONI???
            non direi:come aspetto fisico e lineamenti assomiglio a Greg Lemond.-Unus non sufficit Orbis-
          • Anonimo scrive:
            Re: PARRUCCONI???
            - Scritto da: Larry
            non direi:
            come aspetto fisico e lineamenti assomiglio
            a Greg Lemond.


            -Unus non sufficit Orbis-Io assomiglio a Harrison Ford! Come la mettiamo??? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: PARRUCCONI???
            Harrison Ford?se fossi una donna avrei un orgasmo solo a sentirne il nome (e poi correrei a chiudermi in bagno come Daria Morgendoffer).come uomo....non lo vorrei come moglie!Occhio Alien, la faccenda si fa interessante o qualcosa del genere...ahem!
          • Anonimo scrive:
            Re: PARRUCCONI???
            - Scritto da: Larry
            Harrison Ford?
            se fossi una donna avrei un orgasmo solo a
            sentirne il nome (e poi correrei a chiudermi
            in bagno come Daria Morgendoffer).

            come uomo....non lo vorrei come moglie!

            Occhio Alien, la faccenda si fa interessante
            o qualcosa del genere...ahem!Credo che Alien si sappia difendere se è il caso, oppure no sempre se è il caso!!!Riguardo al bagno: sei uno dei poche con ci si chiuderebbe con Brad Pitt o con Lara Croft perciò... vai, che va bene!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: PARRUCCONI???
            Vorrei rispondere come risponderebbe Corrado Guzzanti:"La seconda che hai detto"
          • Anonimo scrive:
            Re: PowerMac a quattro processori

            Ciao Anna.
            Oggi è il 1° Maggio, festa di noi Lavoratori
            e Guerrieri della Rete delle Reti.
            Ti auguro una Buona Giornata di Festa.
            bye from Alien.Ti ringrazio e ricambio il tuo auguri. Io sto passando la giornata... lavorando: una copertina per un gruppo musicale che sspero sfonderà (sono in gamba) e un depliant per dei pallavolisti. Mah!!! in fondo lavorare mi piace e giocare con colori e forme lo trovo divertente.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Il codice ottimizzato...
    ...se lo possono tenere. Io devo farci girare quello che ho.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il codice ottimizzato...
      - Scritto da: 8-)


      ...se lo possono tenere. Io devo farci
      girare quello che ho.E che la Intel guarda al futuro, con i sorgenti a disposizione e' una bazzecola ricompilarli per farli girare ^_^, pensa inoltre a quelli che hanno gia' preso i P4 per far girare i loro software piu' veloce ..... che gli girano, e come gli girano ... senza neanche essere stati compilati ):-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Il codice ottimizzato...

        inoltre a quelli che hanno gia' preso i P4
        per far girare i loro software piu' veloce
        ..... che gli girano, e come gli girano ...
        senza neanche essere stati compilati ):-)Peccato che un semplice Athlon 1.3 Ghz vada piu veloce con le applicazioni Office del PIV da 1.7 Ghz.Fonte test fatti da Anandtech
      • Anonimo scrive:
        Re: Il codice ottimizzato...
        - Scritto da: Felice Claudio


        - Scritto da: 8-)





        ...se lo possono tenere. Io devo farci

        girare quello che ho.

        E che la Intel guarda al futuro, con i
        sorgenti a disposizione e' una bazzecola
        ricompilarli per farli girare ^_^, pensa
        inoltre a quelli che hanno gia' preso i P4
        per far girare i loro software piu' veloce
        ..... che gli girano, e come gli girano ...
        senza neanche essere stati compilati ):-)Si certo Intel guarda al futuro, infatti il P!!! coppermine a parte qualche cambiamento minore ha ancora l'architettura del Pentium PRO... si guarda al futuro così tanto che il P4 la CPU + nuova le prende in quasi tutti i test + significativi dall'Athlon pur avendo ora quasi 400 MHz in +. Ma che lo facciano pure il codice ottimizzato, anche se secondo me Intel non è più tanto in condizione di esigere nulla e finalmente non può più fare la sua sporca concorrenza, che lo facciano, quando esce il Palomino a 1.6 GHz (perché secondo Intel quello a 1.5 è + lento del loro 2 GHz) o meglio il Palomino a 2 GHz tanto per combattere alla pari, alla Intel se la faranno addosso, possono far che stipulare un contratto con la Procter & Gamble (quella dei Pampers), magari gli fanno sconto comitiva.Ma non ci prendano in giro. Il P4 è nel 90% delle applicazioni una CPU deludente.Ciao! :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il codice ottimizzato...
          Ma li hai provati almeno i due processori prima di parlare come tutti...."per sentito dire". Cerchiamo di non fare come le pecore.- Scritto da: Shrap


          - Scritto da: Felice Claudio





          - Scritto da: 8-)








          ...se lo possono tenere. Io devo farci


          girare quello che ho.



          E che la Intel guarda al futuro, con i

          sorgenti a disposizione e' una bazzecola

          ricompilarli per farli girare ^_^, pensa

          inoltre a quelli che hanno gia' preso i P4

          per far girare i loro software piu' veloce

          ..... che gli girano, e come gli girano
          ...

          senza neanche essere stati compilati ):-)

          Si certo Intel guarda al futuro, infatti il
          P!!! coppermine a parte qualche cambiamento
          minore ha ancora l'architettura del Pentium
          PRO... si guarda al futuro così tanto che il
          P4 la CPU + nuova le prende in quasi tutti i
          test + significativi dall'Athlon pur avendo
          ora quasi 400 MHz in +. Ma che lo facciano
          pure il codice ottimizzato, anche se secondo
          me Intel non è più tanto in condizione di
          esigere nulla e finalmente non può più fare
          la sua sporca concorrenza, che lo facciano,
          quando esce il Palomino a 1.6 GHz (perché
          secondo Intel quello a 1.5 è + lento del
          loro 2 GHz) o meglio il Palomino a 2 GHz
          tanto per combattere alla pari, alla Intel
          se la faranno addosso, possono far che
          stipulare un contratto con la Procter &
          Gamble (quella dei Pampers), magari gli
          fanno sconto comitiva.

          Ma non ci prendano in giro. Il P4 è nel 90%
          delle applicazioni una CPU deludente.

          Ciao! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il codice ottimizzato...
            - Scritto da: lospza


            Ma li hai provati almeno i due processori
            prima di parlare come tutti...."per sentito
            dire". Cerchiamo di non fare come le pecore.

            - Scritto da: Shrap





            - Scritto da: Felice Claudio








            - Scritto da: 8-)











            ...se lo possono tenere. Io devo
            farci



            girare quello che ho.





            E che la Intel guarda al futuro, con i


            sorgenti a disposizione e' una
            bazzecola


            ricompilarli per farli girare ^_^,
            pensa


            inoltre a quelli che hanno gia' preso
            i P4


            per far girare i loro software piu'
            veloce


            ..... che gli girano, e come gli girano

            ...


            senza neanche essere stati compilati
            ):-)



            Si certo Intel guarda al futuro, infatti
            il

            P!!! coppermine a parte qualche
            cambiamento

            minore ha ancora l'architettura del
            Pentium

            PRO... si guarda al futuro così tanto che
            il

            P4 la CPU + nuova le prende in quasi
            tutti i

            test + significativi dall'Athlon pur
            avendo

            ora quasi 400 MHz in +. Ma che lo facciano

            pure il codice ottimizzato, anche se
            secondo

            me Intel non è più tanto in condizione di

            esigere nulla e finalmente non può più
            fare

            la sua sporca concorrenza, che lo
            facciano,

            quando esce il Palomino a 1.6 GHz (perché

            secondo Intel quello a 1.5 è + lento del

            loro 2 GHz) o meglio il Palomino a 2 GHz

            tanto per combattere alla pari, alla Intel

            se la faranno addosso, possono far che

            stipulare un contratto con la Procter &

            Gamble (quella dei Pampers), magari gli

            fanno sconto comitiva.



            Ma non ci prendano in giro. Il P4 è nel
            90%

            delle applicazioni una CPU deludente.



            Ciao! :)il bello è che non ci saranno mai i software ottimizzati per l'intel p4, e poi se ci saranno l'amd non starà certamente ferma li a guardare, intanto dovrà uscire il palomino (che darà delle batoste anche al processore p4 piu veloce e piu ottimizzato che ci sia)! Ciao a tutti!
      • Anonimo scrive:
        Re: Il codice ottimizzato...
        .............
        E che la Intel guarda al futuro, con i
        sorgenti a disposizione e' una bazzecola
        ricompilarli per farli girare ^_^, pensa
        inoltre a quelli che hanno gia' preso i P4
        per far girare i loro software piu' veloce
        ..... che gli girano, e come gli girano ...
        senza neanche essere stati compilati ):-)Mmm....Io conosco uno che a forza di vendere piu' volte sempre lo stesso sw con qualche aggiustamento ha fatto una fortuna....E che fortuna :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il codice ottimizzato...
      - Scritto da: 8-)


      ...se lo possono tenere. Io devo farci
      girare quello che ho..... e quello che mi capiterà di installarci.Centrato in pieno!
Chiudi i commenti