Sull'eGovernment l'ombra di Microsoft

L'azienda, uno dei principali fornitori di software alla Pubblica Amministrazione, è sponsor del convegno nelle Marche tra enti locali e ministero all'Innovazione


Roma – Microsoft continua a fare la parte del leone tra i fornitori di software proprietario alla Pubblica Amministrazione italiana e dunque stupisce solo fino ad un certo punto il suo ruolo di sponsor in un convegno istituzionale come quello che si terrà nelle Marche tra enti locali e ministero all’Innovazione.

Stando ad una nota diffusa ieri dalla stessa Microsoft, infatti, l’azienda è sponsor dell’incontro “L’attuazione dell’eGovernment nei sistemi regionali”. Un tema al quale non è estranea vista gli imponenti interessi che nutre in qualità di softwarehouse di riferimento per le istituzioni italiane.

Il convegno è promosso dal Ministero per l’Innovazione e le Tecnologie e dalla Regione Marche. Si terrà oggi ad Ancona, presso l’Aula Magna del Polo Universitario Monte Dago, ed è dedicato a illustrare le modalità con cui verranno erogati i primi finanziamenti per la presentazione di progetti eGovernment da parte delle istituzioni locali.

Stando alla nota, verranno illustrati gli obiettivi del Piano nazionale di eGoverment e le modalità di partecipazione al primo bando per la selezione dei progetti, con interventi dei funzionari del Ministero e dell’amministrazione regionale marchigiana e la chiusura della sessione del Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie Lucio Stanca.

In un workshop collegato, “I Portali per l’erogazione dei servizi ai cittadini ed alle imprese”, Microsoft interverrà con l’intervento “Il Portale come integrazione di servizi” con cui presenterà la propria esperienza in questo ambito per quanto sta realizzando in collaborazione con la Regione Marche.

Gli interventi del convegno verranno trasmessi in diretta Internet .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti