Sun abbraccia PostgreSQL e dona nuovo codice

Il prossimo anno il software open source PostgreSQL sarà uno dei componenti chiave di Solaris 10. Sun integrerà nella versione open del proprio sistema operativo anche la tecnologia di virtualizzazione aperta Xen


Santa Clara (USA) – Sun ha annunciato l’intenzione di integrare nel proprio sistema operativo Solaris il database open source PostgreSQL , inoltre ha reso disponibile alla comunità di OpenSolaris.org il codice del proprio file-system ZFS .

PostgreSQL verrà incluso nel prossimo aggiornamento a Solaris 10, atteso per l’inizio del prossimo anno, e sarà accompagnato da servizi di supporto 24/7 pensati per le aziende che decideranno di utilizzare il noto RDBMS open source. Sun si è impegnata a collaborare con la comunità di sviluppatori di quest’ultimo per ottimizzare la versione Solaris di PostgreSQL e limarne le caratteristiche hi-end.

“Il nostro obiettivo a breve termine è quello di integrare profondamente PostgreSQL con Solaris e fornire servizi di supporto su base globale”, ha affermato John Loiacono, executive vice president of software di Sun, secondo cui il prezzo di PostgreSQL sarà compreso in quello della licenza di Solaris 10.

Negli scorsi giorni Sun ha inoltre integrato nella versione open source del proprio Unix, OpenSolaris, il proprio file-system ZFS, definito dall’azienda “un approccio del tutto nuovo alla gestione dei dati”. ZFS è un sistema di memorizzazione di file e dati a 128 bit che fornisce avanzate funzionalità di self-healing e servizi di amministrazione semplificati.

Entro la fine dell’anno Sun conta di aggiungere a OpenSolaris anche la tecnologia di virtualizzazione open source Xen e la funzionalità Solaris Containers for Linux Applications, che permette di far girare le applicazioni per Red Hat Linux sotto Solaris 10.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ALESPE scrive:
    CI sono anche pareri contrari
    ed argomentati:http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4451&numero=999Staremo a vedereAlessio Sperlinga
  • Anonimo scrive:
    Ad occhi chiusi....
    .... questa gente passa la giornata ad inventarsi come risolvere il digital divide....... sono distanti secoli luce dalla realtà.Ma come ci si può preoccupare del digital divide dei paesi poveri, se prima non si rendono meno distanti le differenze economiche e sociali?L'africa si muore di AIDS, e questi si preoccupano del digital divide... ma andassero tutti a cagare!!!!!
  • Anonimo scrive:
    ...
    Se volessero, il 90% degli stati africani potrebbero comprare non un laptop da 100 dollari, ma da 1000 dollari: con tutte le ricchezze naturali svendute agli occidentali dai politici corrotti, sarebbero più ricchi di noi a quest'ora...
  • Anonimo scrive:
    basta coi bimbi con 30kili in spalla
    è incredibile come da noi, "ricchi", i bambini,a causa del fatto che c'è gente che deve smerciare cartaccia, siano costretti ad andare in giro conzaini pieni di ciarpame, che tutti gli anni costacentinaia di euro perché si è aggiunto unparagrafo qui, una virgola là, mentre con unebook da un chilo, con o senza manovella,potrebbero avere tutto quanto servema già, i venditori di carta e inchiostro impazzirebbero, quindi avanti così
    • RunningTruck scrive:
      Re: basta coi bimbi con 30kili in spalla
      - Scritto da: Anonimo
      è incredibile come da noi, "ricchi", i bambini,
      a causa del fatto che c'è gente che deve
      smerciare cartaccia, siano costretti ad andare in
      giro con
      zaini pieni di ciarpame, che tutti gli anni costa
      centinaia di euro perché si è aggiunto un
      paragrafo qui, una virgola là, mentre con un
      ebook da un chilo, con o senza manovella,
      potrebbero avere tutto quanto serve

      ma già, i venditori di carta e inchiostro
      impazzirebbero, quindi avanti cosìIn teoria hai ragione, in pratica bisogna dar tempo di abituarsi all'idea. Forse ci arriveremo tra 20 anni.Intanto sarebbe gia' un miglioramento, per l'economia delle famiglie, se evitassero di produrre libri che ne impediscono, o rendono difficoltoso, il riutilizzo l'anno successivo. Adesso anche sul libro di geografia i compiti si fanno "sul libro" che quindi alla fine dell'anno e' tutto scritto e non si rivende facilmente.
      • Anonimo scrive:
        Re: basta coi bimbi con 30kili in spalla

        In teoria hai ragione, in pratica bisogna dar
        tempo di abituarsi all'idea. Forse ci arriveremo
        tra 20 anni.La scuola dovrebbe dare il buon esempio, non adottare innovazioni la cui utilità è lampante, solo quando saranno diventate inevitabili nell'uso anche da parte delle vecchie cariatidi assunte a vita
  • Anonimo scrive:
    La voglio anch'io la manovella!
    proprio l'altra settimana mi sono trovato a fare rilevamenti in piena campagna col notebook con le batterie a terra... l'avessi avuta, la manovella!!!!
  • abbasso scrive:
    Comoda la poltrona!
    Problema: il digitl divide nel terzo mondo.Soluzione: ?Il MIT ha fatto la sua proposta, forse avrà successo forse no. Però si è dato da fare. 100 dollari sono troppi per molti paesi? Francamente riuscire a progettare un laptop a costi inferiori mi sembra impossibile.Certo è molto più comodo starsene seduti in poltrona a criticare e a cercare le cose negative... Si fa anche la figura dei filantropi certe volte.
  • RunningTruck scrive:
    Re: Ai contrari alla manovella...
    Grazie Avvelenato, il tuo commento mi e' piaciuto.Effettivamente un italiano dovrebbe pensarci 2 volte prima di lamentarsi perche' guadagna meno a causa della concorrenza cinese, indiana, russa, ecc...Ciao !- Scritto da: avvelenato
    Allora ciò di cui stiamo parlando è di semplice e
    pura CARITA' PELOSA! Perché qualsiasi regalino
    che faremo a quei poveri teneri e tanto curiosi e
    tanto esotici bambini cioccolatosi, NON
    RINUNCEREMO MAI alle nostre risorse (boh, voi lo
    fareste?), e di conseguenza PROIBIREMO IN OGNI
    MODO L'ACCESSO A QUESTE RISORSE AD OGNI
    "SOTTOSVILUPPATO DEL TERZO MONDO" (tono
    autosarcastico).

    O davvero pensate che questi paesi possano
    svilupparsi tanto che un giorno si compreranno
    tutti 2 auto per famiglia, 3 televisori (col DTT
    ovviamente ;) ) , 4 cellulari e 1 pc a 3
    gigahertz!!?? CI sarebbe quasi da dire "speriamo
    che non si sviluppino mai allora!"
  • Anonimo scrive:
    100 dollari ...
    Invece di fornire ad ogni bimbo un Notebook da 100dollari, xchè non dargli direttamente 100 dollari ?Forse sarebbero piu' utili ... :: Pepito Sbazzeguti ::
    • ElfQrin scrive:
      Re: 100 dollari ...
      - Scritto da: Anonimo
      Invece di fornire ad ogni bimbo un Notebook da 100
      dollari, xchè non dargli direttamente 100
      dollari ?

      Forse sarebbero piu' utili ... Scusa se ti correggo, ma è una frase da ingenuo, per non dire da ignorante (nel senso che ignora, ovviamente... ;-) ).Ti assicuro per esperienza di annate passate in aree povere dell'Argentina che dare soldi in mano a persone in quelle condizioni (salvo qualche rara eccezione di qualche famiglia con pochi mezzi ma con sale in zucca) è il modo migliore per sperperarli: oltre a favorire una cultura di assistenzialismo e di ozio, dare soldi al bambino significa farli finire nelle mani del genitore che li utilizzerà per alcool e coca.
  • mda scrive:
    Ma che dice ?
    Purtroppo devo dire che il tizio è mosso da motivazione ahimè razziste, infatti non una delle sue obiezioni è valida.Non è minestra riscaldata (anche se l'idea è vecchia), solo ora si è potuti scendere sui 100$ per portatile con potenza pari hai 3000$ portatili (ho provato è vero!), infatti la differenza è solo nella grafica che si mangia tantissima CPU e memoria, ma quello serve per lavorare studiare e creare programmi, NON GIOCARE ."Se dai ad un affanato un pesce lo sfamerai per un giorno, se insegni ad pescare lo sfamerai per tutta la vita!"."Il computer e' proprio per evitare di dover dare dei libri che complessivamente costano ben piu' di 100 dollari.""I paesi poveri spendono moltissimo di più dei paesi ricchi per gli armamenti"Ho insegnato quindi conosco il fatto che chiunque (anche il povero "negro che caccia i leoni" :-)) ) se gli dai un pc impara in pochi mesi da solo !Infatti il prezzo (120$) è solo della versione prototipo, nella versione di serie costerà 30$ (per il 3 mondo, per Italiani e francesi ecc. 100$), basta conoscere l'economia e commercio qualsiasi cosa prodotta in grande serie costa meno di 1/100 esimo del prototipo, dunque 12$+ spese spedizione e distribuzione (+ guadagno) = 30$.Perchè per Italiani e Francesi ?Già da adesso i bambini vogliono cellulari e pc portatili. per i pc portatili esiste lo scoglio del costo, togli questo avremo "papà comprami il 100$pc ingeeeeeeee :'( " .La gente povera fà, fà Km per acqua, non è smidollata come noi dalla comodità, girera la manovella notte e di' come fa con le radio portatili !!!, missonari in africa sono in contatto Internet tramite satellite, in Australia (dove le scuole sono solo in città) la scuola per il 70% dei bimbi si faceva via CB, ma ora via Internet.Dunque caro Massimo Mantellini prima di fare figuracce INFORMATI !==================================Modificato dall'autore il 21/11/2005 17.22.14
  • diboo scrive:
    Make-up
    Come definire altrimenti una putt***ta simile ?In un continente dove la mattina ti svegli inevitabilmente gazzella sai solo una cosa : devi correre più veloce del leone. Leone che, a seconda dei casi, è incarnato dalla fame che ti buca lo stomaco, dall'acqua distante chilometri dal tuo villaggio, da malattie incurabili solo perchè sei nato in africa...Come poter minimamente credere che la "rete" possa rappresentare una soluzione ?Saranno pure scienzati ma non capiscono nulla di umanità."Poveri uomini miserabili, ovunque voi siateche sentono il morso di questa bufera impietosacome possono le vostre teste senza riparoe le vostre membra smagritee gli indumenti stracciati che portatedifendervi adeguatamentein stagioni come queste ? Oh, certo ioho troppo trascurato tutto questo ! Dobbiamo eliminarei nostri fastisentire quello che i miserabili sentonoscuoterci di dosso il superfluo per darlo a loroe dimostrare che il cielo sa anche essere giusto."Re Lear
    • jojob scrive:
      Re: Make-up
      - Scritto da: diboo
      Come definire altrimenti una putt***ta simile ?
      In un continente dove la mattina ti svegli
      inevitabilmente gazzella sai solo una cosa : devi
      correre più veloce del leone.
      Leone che, a seconda dei casi, è incarnato dalla
      fame che ti buca lo stomaco, dall'acqua distante
      chilometri dal tuo villaggio, da malattie
      incurabili solo perchè sei nato in africa...
      Come poter minimamente credere che la "rete"
      possa rappresentare una soluzione ?
      Saranno pure scienzati ma non capiscono nulla di
      umanità.La critica mi sembra un po' ingenerosa.I pc non sono per i bimbi che muoiono di fame e magari non sanno neppure cosa sia una scuola .I pc sono per i ragazzi che a scuola ci vanno e che mai riuscirebbero ad acquistarne uno.L'aiuto in campo alimentare, medico e quant'altro dovra' comunque essere garantito e migliorato ma questo non deve escludere un progetto nato per diventare un ulteriore supporto.
      • diboo scrive:
        Re: Make-up
        - Scritto da: jojob
        L'aiuto in campo alimentare, medico e quant'altro
        dovra' comunque essere garantito e migliorato ma
        questo non deve escludere un progetto nato per
        diventare un ulteriore supporto.pls, leggi qui :http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=225purtroppo non credo più nella bontà di taluni
        • jojob scrive:
          Re: Make-up
          - Scritto da: diboo
          pls, leggi qui :
          http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=225

          purtroppo non credo più nella bontà di taluniRicordavo qualcosa di tutta la vicenda ma non vedo il nesso tra le tante truffe e raggiri, portate alla luce 'purtroppo' dal giornalismo d'inchiesta e un progetto forse non al primo posto tra le priorita' ma sicuramente non da bocciare a priori. Chiaramente andra' effettuata una stretta vigilanza sull'intera operazione ma continuo a vederlo come un passo utile, sicuramente piu' della carita' pelosa.
  • Anonimo scrive:
    Cotrappunti ai Contrappunti
    Alcune cose che non condivido dell'articolo di Mantellini (o dovrei dire di Felsenstein??).1. "Nessuno studio sociologico e sul campo è stato fatto precedere alla realizzazione delle macchinette verdi. La presunzione è che esse vadano bene per chiunque a qualsiasi latitudine..." - STUDIO PSICOLOGICO?? Per capire se quei PC possono andar bene?? :| Forse mi sono perso qualcosa... Mantellini, che io sappia i PC sono già uguali a tutte le latitudini! I PC degli USA sono come quelli europei che sono come quelli giapponesi (eventuali differenze sono trascurabili). Cosa avrebbe dovuto rivelare lo studio psicologico?? Che hai bambini dell'America Latina è meglio dare un PC verde (che ricorda l'Amazzionia) mentre ai bambini dell'Africa conviene dare un PC giallo ocra (che ricorda il Sahara)?? Naturalmente parliamo solo dell'aspetto esteriore perchè poi, quale Sistema Operativo e quali applicativi dovranno essere presenti su questo PC verranno decisi di volta in volta e Media Lab in questo senso ha espresso solo il parere di utilizzare sistemi Open Source. 2. "Non esiste alcuna certezza sulla utilità intriseca dell'avvicinare gli adolescenti ai computer per favorire il loro sviluppo psico-attitudinale." Beh, allora togliamo subito i PC dalle nostre scuole (escluse le professionali). Mi chiedo: il Manzoni favorisce lo sviluppo psico-attidudinale dei nostri ragazzi?? E il Risorgimento?? Se non è mai stato dimostrata con certezza l'utililtà intriseca di questi argomenti, propongo di bannarli :p dai programmi scolastici!3. L'Africa ed i suoi problemi A Mantellini e a quanti hanno commentato l'articolo scrivendo che in Africa a) non ci sono le infrastrutture e b) hanno problemi ben più gravi (acqua, malattie, guerre) 3) non hanno soldi - rispondo che sono finiti fuori bersaglio. Kofi Annan e Negroponte non sono degli IDIOTI; sanno benissimo che questo PC non sarà per tutti, sanno benissimo che esistono altri e ben più gravi problemi che affliggono i bambini di tutto il mondo. Questo PC è stato pensato per quelle nazioni (ad es. il Brasile o il Sudafrica) che bene o male dispongono di un minimo di infrastrutture ma il cui reddito pro capite non consente l'acquisto di PC, come vogliamo chiamarli, Occidentali?? In definitiva: questa iniziativa di Media Lab non è sicuramente la panacea per il Digital Divide globale, ma credo ci sia molto più vaporware in certi documenti governativi (http://punto-informatico.it/p.asp?i=54167) che nel PC da 100$ ;).
  • Anonimo scrive:
    LE SOLITE INGIUSTIZIE !!!
    DOVEVANO REGALARGLI IL DTT !!.....:):):):):):):):):):):):):):):):) 8)
  • Anonimo scrive:
    Un problema
    'sti PC hanno la manovella per la ricarica.Ma hanno anche il wireless per la connessione a banda larga ad internet.In pratica 'sto Negroponte pensa che a questo mondo esistano posti senza rete elettrica ma con la connesione ADSL.Vabbe' ma questa mi sembra una grandissima BUFFONATA!!!!!!!!!!!
    • Kheru scrive:
      Re: Un problema
      ADSL ? perché ?wireless e postazioni (uplink satellitari) no ?per forza l'adsl su joppino di telecomitalia ? e se un topO ti morde il cavetto ???Per l'ADSL si presuppone che ci sia il telefono ;)
  • Anonimo scrive:
    Il pc low cost serve a noi...
    Il pc low cost serve alla metà informatizzata del pianeta, per avere un terminale con autonomia pressochè infinita, connessione a internet "volante" e applicazioni d'ufficio sempre con noi. Sarebbe quello che ci serve per portare l'informatica nelle nostre scuole... agli africani potremmo regalare una mucca.
  • Anonimo scrive:
    Mantellini è rimasto all' 800.....
    le categorie/prerogative le determino "io" sugli "altri" che , per diverse cause "empiriche",la "libertà"- non sanno gestirla- così è troppo poca e poi hanno bisogno di altro Nel sud del mondo C'è una domanda concreta e REALE di pc a basso prezzo per il terzo mondo (la prova è che molte industrie, ovviamnete spinte dal massimizzare il profitto, tentano di entrare in quelli che sono dei mercati). Domadna di mercato ed Istanze da parte della società. Hai due modi di vederla, il Mit ne ha privilegiato uno.magistrale la chicca, ripresa con enfasi,"In genere i bambini non se ne vanno fuori a giocare con il loro laptop sotto il braccio".neanche con i libri e neanche con le medicine o il cibo.Credo che cisiano dei luoghi comuni , difficili da sradicare e sicuramente costruiti sulla buona fede, sullle popolazioni "altre" da noi. il laptop, internet, sono uno strumento.Strumento Indispensabile perchè fa viaggiare L'informazione.L'emencipazione dei popoli passa per la conoscienzaSono una libreria, sono una piazza, sono giornalismo sono una possibilità che non si può negare. Come l'acqua. Più "concreto" di costruirne e distribuirne uno GRATUITAMENTE mi sembra difficile da pensare.sul fatto che come ogni genere di aiuto, ci saranno delle storpiature ( vedi mercato nero), è evidente. Penso che in una società il ruolo del giornalista sia quello di vigilare e a portare a conoscenza di tutti queste storpiature piuttosto che soffermarsi su una fotografia di un dato di fatto attuale ma che oramai è ingiallita .........
    • Anonimo scrive:
      Re: Mantellini è rimasto all' 800.....

      sul fatto che come ogni genere di aiuto, ci
      saranno delle storpiature ( vedi mercato nero), è
      evidente.Beh vedila così: i bambini venderanno i pc ai ricchi del villaggio e si faranno assumere per girare la manovella... alla fine sempre meglio che il traffico d'organi o la pedofilia o lavorare in miniera no? (e mi torna in mente quel bellissimo film, "Il ragazzo di calabria" quando il padre lo manda a lavorare dal cordaio che lo mette a realizzare corde, per l'appunto, girando una manovella :s)
  • Anonimo scrive:
    Ma insomma : ci decidiamo ??
    Carissimi lettori e non ,mi sembra che innanzitutto sia importante fare delle premesse che tutti condividiamo ,Mantellini compreso: "Il digital divide è un problema oppure no ?" "Lo vogliamo inserire nelle priorità per combattare il gap con i paesi in via di sviluppo, oppure no?" . Siamo tutti d'accordo che in certe aree del mondo, soprattutto quelle africane, esistono dei bisogni primari, alimentazione, medicine, acqua che sono sicuramente più urgenti, ma se questo è l'atteggiamento mentale con il quale ci poniamo allora è inutile fare altri discorsi : tutto finisce qui .Faccio invece un'altra considerazione cioè che esistono molte altre aree geografiche oltre ad alcune africane dove invece il problema del Digital Divide può essere visto come un problema importante e che meriti di essere affrontato in maniera seria e approfondita, ed a mio modesto parere la soluzione di 1 PC a 100$ per la scolarizzazione è una soluzione assolutamente valida e condivisibile. Se il progetto presenta alcune lacune tecniche tipo la debolezza dell'accesso ad Internet qui proposto beh .. chi se ne frega !! Nessuno ha mai detto che questa è "LA SOLUZIONE" ma questa è sicuramente UNA soluzione valida , condivisibile , migliorabile ed UN GROSSO PASSO AVANTI ! Mi sembra che al contrario di molte osservazioni vaporware questa è molto pragmatica e tangibile ; inoltre ricordo a tutti che grazie al software Opensource con il quale è attrezzato si possono fare tutti gli adattamenti e personalizzazioni necessarie , anche creare un word editor in dialetto senegalese !!Fino ad oggi il problema del Digital Divide è stato visto con un sacco di BLA BLA e poche proposte serie ; oggi finalmente ne abbiamo una che ribalta la solita prospettiva di cercare di trasformare il Digital Divide come un'opportunità di business per le grosse corporate internazionali. Ribadisco : il problema del gap Tecnologico che ci separa è complesso e non si risolverà SOLTANTO in questo modo ma sono fermamente convinto che questo sia certamente un TASSELLO FONDAMENTALE. Saluti e buon lavoro a tutti coloro che si applicano per la pace e la giustizia mondiale (compreso un mio amico chirurgo che parte domani per andare ad operare in Senegal).DGAPE
  • Anonimo scrive:
    Purtoppo è vero: dategli le matite
    Purtroppo chi scrive l'articolo ha più che ragione. Quando abbiamo grandi regioni africane senza matite e libri, come possiamo pensare di dare un computer? Chi propone questi bei progetti fa la figura dell'ignorante e del miope.
    • brabra scrive:
      Re: Purtoppo è vero: dategli le matite
      - Scritto da: Anonimo
      Purtroppo chi scrive l'articolo ha più che
      ragione. Quando abbiamo grandi regioni africane
      senza matite e libri, come possiamo pensare di
      dare un computer?
      Chi propone questi bei progetti fa la figura
      dell'ignorante e del miope.Chi propone questi progetti lavora al MIT, sta quindi facendo uno sforzo costruttivo, nell'ambito che conoscono, l'IT, al fine di ottenere un risultato. Secondo te se il MIT deve fare un piano per i paesi poveri che cosa deve trattare? l'informatica o il trasporto del riso?? e poi..Pensi che AMD o gli altri sponsor i soldi li avrebbero dati lo stesso se il loro nome fosse comparso sulle matite al posto dei pc?? a casa mia si dice tra dire e il fare c'è di mezzo il mare, e di gente che dice e critica il mondo è pieno, questi almeno provano a fare qualcosaA dare matite, sacchi di riso o altro ne parlano moltissimi, ci hanno provato in molti meno e non si sono mai ottenuti risultati, solo qualche tamponamento momentaneo. Quindi ben venga chi ci prova con un'idea nuova, chi vivrà vedrà, visto che le vecchie idee (e le polemiche annesse) mi sembra non abbiano mai sortito il risultato voluto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Purtoppo è vero: dategli le matite

        Chi propone questi progetti lavora al MIT, sta
        quindi facendo uno sforzo costruttivo,
        nell'ambito che conoscono, l'IT, al fine di
        ottenere un risultato. Loro almeno fanno qualcosa sfruttando le loro conoscenze, non si nascondono dietro il dito "qualcun'altro potrebbe fare qualcosa migliore se lo volesse con gli stessi investimenti.."Con i "se" non si è mai combinato un cazzoCon i fatti magari si cannava qualcosa ma qualcosa si faceva
    • Anonimo scrive:
      Re: Purtoppo è vero: dategli le matite
      - Scritto da: Anonimo
      Purtroppo chi scrive l'articolo ha più che
      ragione. Quando abbiamo grandi regioni africane
      senza matite e libri, come possiamo pensare di
      dare un computer? Il computer e' proprio per evitare di dover dare dei libri che complessivamente costano ben piu' di 100 dollari.
    • Anonimo scrive:
      Re: Purtoppo è vero: dategli le matite
      - Scritto da: Anonimo
      Purtroppo chi scrive l'articolo ha più che
      ragione. Quando abbiamo grandi regioni africane
      senza matite e libri, come possiamo pensare di
      dare un computer?
      Chi propone questi bei progetti fa la figura
      dell'ignorante e del miope.prima di dargli matite e libri bisogna dargli gli sgabelli e i tavoli e sopratutto le gommealtrimenti come pensiamo possano correggere gli errori? chi propone solo matite e libri fa la figura dell'ignorante e del miope
  • Santos-Dumont scrive:
    Mantellini ha (purtroppo) ragione
    Anche quando cita il Brasile, non é lo stesso proporre questo PC in una favela o in qualche regione semidesertica del nord. Seppure concordando col principio generale che senza un'adeguata cultura non si esce dalla povertà, proporre un computer ai bambini poveri può essere un secondo passo, non il primo: che consiste nell'assicurare a tutti i mezzi fondamentali di autosostentamento. A pancia vuota non si hanno molte energie da dedicare all'apprendimento... venite a vedere qualche scuola di qui, dove molti alunni vengono a lezione principalmente per mangiare (la merenda scolastica é garantita e gratuita).
  • Anonimo scrive:
    solo xp edizione per pezzenti costa 80$
    anche la microsucchia, e non solo lei,aveva proposto un qualcosa del genere,ma nessuna delle alternative a questo delmit scendeva sotto i 200 $ricordiamoci che la microsucchia vendein brasile xp edizione per pezzenti un sistema vergognoso fatto appostaper aumentare il digital divide, a 80$poi, naturalmente, fa beneficenza pelosaper poter trovare a livello dei "governi" delterzo mondo, le brecce da cui entrare epiazzare la fetecchia a costi altissimi
  • RunningTruck scrive:
    Mantellini, sei un disfattista
    L' iniziativa del MIT e' lodevolissima.Se non altro dimostra che si possono costruire PC molto economici e utili anche senza usare per forza processori a 3 GHz e sistemi operativi che per come sono fatti ti "obbligano" di fatto ad avere tanta velocita', tanta RAM, tanto tutto...Se poi qualche scolaro si rivende il suo PC, beh, che ci possiamo fare ? Anche Pinocchio rivendeva il suo abbecedario. Ad ogni modo lo rivendera' a qualcuno che lo usera'.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Mantellini, sei un disfattista
      - Scritto da: RunningTruck
      L' iniziativa del MIT e' lodevolissima.
      Se non altro dimostra che si possono costruire PC
      molto economici e utili anche senza usare per
      forza processori a 3 GHz e sistemi operativi che
      per come sono fatti ti "obbligano" di fatto ad
      avere tanta velocita', tanta RAM, tanto tutto...Questa e' l' unica cosa lodevole ma come diceva qualcun altro quello del PC puo' essere solo un secondo passo, non il primo. Direi che prima ci sarebbero altre cose da offrire a quella gente.
      Se poi qualche scolaro si rivende il suo PC, beh,
      che ci possiamo fare ? Anche Pinocchio rivendeva
      il suo abbecedario. Ad ogni modo lo rivendera' a
      qualcuno che lo usera'.Non e' un paragone sensato, se rivenderanno quel PC sara' per guadagnarci qualcosa per non morir di fame.Sai quando hai la pancia vuota tutti i giorni l' idea di mettersi a girare una manovella per connettersi ad internet e' l' ultima che ti puo' passare per la testa....==================================Modificato dall'autore il 21/11/2005 12.24.08
      • RunningTruck scrive:
        Re: Mantellini, sei un disfattista
        - Scritto da: Alessandrox
        - Scritto da: RunningTruck

        L' iniziativa del MIT e' lodevolissima.

        Se non altro dimostra che si possono costruire
        PC

        molto economici e utili anche senza usare per

        forza processori a 3 GHz e sistemi operativi che

        per come sono fatti ti "obbligano" di fatto ad

        avere tanta velocita', tanta RAM, tanto tutto...

        Questa e' l' unica cosa lodevole ma come diceva
        qualcun altro quello del PC puo' essere solo un
        secondo passo, non il primo. Direi che prima ci
        sarebbero altre cose da offrire a quella gente.Ma perche' tutti pensano solo alle pance vuote ?Il MIT ha dato quel che poteva e sapeva, al cibo ci pensera' qualcun'altro.Mi aspetto che gli amministratori locali non siano cosi' tonti da portare i PC a quelli che non hanno da mangiare, ma a quelli che almeno questo problema l'hanno risolto.Il fatto che in un paese ci sia gente che fa la fame non significa che non si debba fare nient'altro che procurare da mangiare a costoro.Forse che i discorsi tipo "insegnare a pescare invece che limitarsi a regalare il pesce" non valgono piu' ?
        • Alessandrox scrive:
          Re: Mantellini, sei un disfattista
          - Scritto da: RunningTruck
          Ma perche' tutti pensano solo alle pance vuote ?
          Il MIT ha dato quel che poteva e sapeva, al cibo
          ci pensera' qualcun'altro.
          Mi aspetto che gli amministratori locali non
          siano cosi' tonti da portare i PC a quelli che
          non hanno da mangiare, ma a quelli che almeno
          questo problema l'hanno risolto.
          Il fatto che in un paese ci sia gente che fa la
          fame non significa che non si debba fare
          nient'altro che procurare da mangiare a costoro.

          Forse che i discorsi tipo "insegnare a pescare
          invece che limitarsi a regalare il pesce" non
          valgono piu' ?non ho detto che sia un' idea sbagliata, ho solo detto che attualmente ci sarebbero altre priorita'.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mantellini, sei un disfattista
            ma finitela di parlare voi delle loro priorità!!oltre al pane e all' acqua ci vogliono le rose e la culturaben venga il MIT
          • molpurgo scrive:
            Re: Mantellini, sei un disfattista
            un oggetto fantastico, un'idea meravigliosasolo la proposta vale il Nobelil resto tocca agli amministratori africani (30 i capi di governo presenti al WSIS) e smettiamola con la retorica della pancia vuota. L'Africa non ha bisogno della nostra pietà, ma di una solidarietà attiva e "progressiva".E' vero non ci sono le reti, ma la pressione che eserciteranno i giovani cresciuti nelle scuole con OLPC spingerà i governi a comprare meno armi e più cavi.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Mantellini, sei un disfattista
            - Scritto da: Anonimo
            ma finitela di parlare voi delle loro priorità!!Invece ne puoi parlare tu?
            oltre al pane e all' acqua ci vogliono le rose e
            la cultura
            ben venga il MITCerto, la cultura ma la cultura non e' il PC, il PC e' una parte della cultura e tuttavia sostengo ancora, ferma restando la cultura, che la priorita' non e' avere un PC.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mantellini, sei un disfattista
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da: Anonimo

            ma finitela di parlare voi delle loro priorità!!
            Invece ne puoi parlare tu?Bhe' parlare e' facile, del resto l'Italia e' piena di gente che, se non fosse troppo occupata a fare il taxista, il barista o il parrucchiere potrebbe mettere a posto l'economia del paese in 10 giorni.

            oltre al pane e all' acqua ci vogliono le

            rose e la cultura ben venga il MIT
            Certo, la cultura ma la cultura non e' il PC, il
            PC e' una parte della cultura e tuttavia
            sostengo ancora, ferma restando la cultura,
            che la priorita' non e' avere un PC.Sono sicuro che saprai dimostrare quali sono le cose davvero importanti per loro iniziano una iniziativa umanitaria allo scopo di portare vera cultura in quei paesi.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Mantellini, sei un disfattista
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Alessandrox

            - Scritto da: Anonimo


            ma finitela di parlare voi delle loro
            priorità!!

            Invece ne puoi parlare tu?
            Bhe' parlare e' facile, del resto l'Italia e'
            piena di gente che, se non fosse troppo occupata
            a fare il taxista, il barista o il parrucchiere
            potrebbe mettere a posto l'economia del paese in
            10 giorni.E' questo il brutto del nostro paese.... alla gente , quando non ha da occuparsi del proprio mestiere, gli tocca occuparsi di quello che dovrebbero fare i politici, sta di fatto che comunque il lavoratore medio sa fare bene il proprio lavoro perche' con i propri soldi , oltre a mandare avanti la propria baracca personale, manda avanti anche quella pubblica.... poterci ogni tanto metterci bocca mi pare il minimo, soprattutto quando il politico medio non dimostra nemmeno di saper fare il proprio di lavoro. Ci scusera' il politico che legifera su un settore produttivo nel quale tante gente ci lavora da anni, se ogni tano ci sentiamo in diritto di dire la nostra...


            oltre al pane e all' acqua ci vogliono le


            rose e la cultura ben venga il MIT

            Certo, la cultura ma la cultura non e' il PC,
            il

            PC e' una parte della cultura e tuttavia

            sostengo ancora, ferma restando la cultura,

            che la priorita' non e' avere un PC.
            Sono sicuro che saprai dimostrare quali sono le
            cose davvero importanti per loro iniziano una
            iniziativa umanitaria allo scopo di portare vera
            cultura in quei paesi.Quale cultura? Lo chiedo senza retorica....Ci abbiamo portato le nostre prepotenze con le colonie, lo sfruttamento industriale capitalistico dopo e ora?Perche' non ci limitiamo a riparare ai nostri ERRORI (e ORRORI) e poi li lasciamo in pace e che siano loro stessi a determinare per se cosa e' cultura?
  • Anonimo scrive:
    mit : esiste ancora del buono in usa
    dopo le enormi figuracce e gli incredibilierrori degli ultimi anni, dall'iraq a n.orleans,dobbiamo a questo stato, il massachuchets,e a questo istituto, il MIT, se resta comunqueviva l'idea di una nazione che ha delleeccellenzequesto stato è il primo al mondo che si èdeciso per l'uso di formati aperti nella PA,contro i famigerati e assurdi doc e xlsil MIT, dal canto suo, ha progettato un piccolo gioiello multifunzione, con la fascinosa manovella che ci riporta ai film d'iniziosecolo scorso, ma è un espediente necessario e intelligente150.000.000 di pinguini in giro per il mondoentro pochi anni: questo è l'obiettivo che,speriamo, sia raggiunto in fretta
  • Anonimo scrive:
    Quel computer serve in Italia, in Europa
    Quando si parla di digital divide e alfabetizzazione informatica bisogna parlare anche di costi di accesso alla tecnologia. Con un portatile da 150 finalmente si informatizza l'italia.Ne parlo anche qui http://www.idea77.com/blog/archives/2005/11/ribadisco_il_co.html
  • samu scrive:
    giusto
    aggiungiamo che sarebbe il caso di riflettere sul fatto che costringiamo queste persone ad avvicinarsi al nostro modello politico/economico (che sappiamo non funzionare molto) .ma sopratutto... voglio anche io quella maledetta manovella da attaccare ai miei dispositivi elettronici ... :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto
      L'articolo é troppo pessimistico... l'autore non si é andato a leggere il link al sito del MIT ma il blog del tipo che critica il progetto! :@ Certo se uno vuole per forza infangare si fà presto... chissà perché parlano sempre dei bambini africani, stò coso lo acquisterà la Cina ed altre nazioni che ora non ricordo a memoria :$ e verrà utilizzato per scaricarci ebook sulla memoria interna da 1Gb, scriverci, navigarci etc. etc. Può essere attaccato alla rete elettrica della scuola e ricaricare la batteria in caso di necessità con la manovella... Certo come cosa fà ridere ma é un inizio per loro... tra l'altro loro andranno a scuola con a tracolla con il notebook, i nostri figli ci vanno con zaini di 30Kg!!!!!Meditate gente meditate...
  • Anonimo scrive:
    IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
    Con il Mantellini, con il quale sono spesso in accordo.Il pc 100 dollari del MIT non è waporwear, è realtà.Tutte le motivazioni che lo danno x un fallimento, sono le solite motivazioni dei soliti sapientini PARRUCCONI MASTERIZZATI che devono sempre dire tutto e il contrario di tutto.Lo sforzo del MIT è stato indubbiamente una enorme sfida vinta, a prescindere da tutte le motizazioni economiche sul come potrà costare solo 100 dollari, su TCO e minchiate varie da finanzieri spacacapello in 4.Per una volta si sono volute privilegiare le motivazioni sociologiche del digital divide a quelle economiche proprie solo dei Paesei economicamente forti bravi solo a diventare + forrti a scapito dei Paesi deboli.Negroponte, il MIT, e gli altri che hanno partecipato a questo progetto hanno dato il mezzi HW e SW ai Paesi terzomondisti per potersi evolvere, ed è un buon esempio di come i Paesi ricchi possano dare veramente un aiuto a quelli poveri.Ovvio che poi starà alle amministrazioni politiche di questi Paese approfittarne di questi mezzi e preparare le vie migliori didattiche x consentire ai propri giovani e meno giovani di accedere all' informatica che indubbiamente è strumento di evoluzione pur nel rispetto delle proprie tradizioni e della propria storia.E' certo una sfida caro Mantellini, e non capisco come proprio anche tu ti sia potuto allineare ai soliti PARRUCCONI MASTERIZZATI sopra richiamati che tanto cianciano come in un esercizio, questo sì, del peggior vaporwear delle ciance.
    • Anonimo scrive:
      Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
      Mi spieghi che se ne fanno in Etiopia dove muoiono ogni giorno migliaia di bambini per colpa dell' HIV di un laptop?Perchè non si pensa a come abbattere i costi delle multinazionali farmaceutiche piuttosto di come portare una tecnologia abbastanza inutile in paesi del genere?Perchè non si pensa a non usare l'africa come discarica nucleare del mondo? Invece di elargire inutili laptop a bambini che non sanno cosa farsene?Perchè non ci si impegna a portare i beni di prima necessità in quel mondo aqua in primis, anzichè un laptop che va ad energia elettrica?Come vedi di motivi per cui questo è un progetto inutile e solamente mediatico ce ne sono a bizzeffe.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
        - Scritto da: Anonimo
        Mi spieghi che se ne fanno in Etiopia dove
        muoiono ogni giorno migliaia di bambini per colpa
        dell' HIV di un laptop?
        Perchè non si pensa a come abbattere i costi
        delle multinazionali farmaceutiche piuttosto di
        come portare una tecnologia abbastanza inutile in
        paesi del genere?
        Perchè non si pensa a non usare l'africa come
        discarica nucleare del mondo? Invece di elargire
        inutili laptop a bambini che non sanno cosa
        farsene?
        Perchè non ci si impegna a portare i beni di
        prima necessità in quel mondo aqua in primis,
        anzichè un laptop che va ad energia elettrica?

        Come vedi di motivi per cui questo è un progetto
        inutile e solamente mediatico ce ne sono a
        bizzeffe.

        CiaoI "perchè" si risolvono 1 alla volta come i problemi.E comunque ognuno tenta di risolverli nel campo nel quale è impegnato professionalmente, moralmente, umanamente.Quello del pc 100 dollari è un passo come un altro x dare aiuto a questi Paesi, ed è 1 passo concreto, non ciance.
        • Alessandrox scrive:
          Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
          - Scritto da: Anonimo

          Come vedi di motivi per cui questo è un progetto

          inutile e solamente mediatico ce ne sono a

          bizzeffe.
          I "perchè" si risolvono 1 alla volta come i
          problemi.
          E comunque ognuno tenta di risolverli nel campo
          nel quale è impegnato professionalmente,
          moralmente, umanamente.
          Quello del pc 100 dollari è un passo come un
          altro x dare aiuto a questi Paesi, ed è 1 passo
          concreto, non ciance.Ma se prima di far spendere ai governi del III° mondo 100 $ a testa per avere un PC potessero spendere quei soldi per avere acqua potabile, per lavarsi e per irrigare un' orto non sarebbe meglio?POi magari del PC a manovella per tutti se ne potrebbe anche parlare... ma poi.==================================Modificato dall'autore il 21/11/2005 12.31.06
          • Anonimo scrive:
            Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da: Anonimo


            Come vedi di motivi per cui questo è un
            progetto


            inutile e solamente mediatico ce ne sono a


            bizzeffe.


            I "perchè" si risolvono 1 alla volta come i

            problemi.

            E comunque ognuno tenta di risolverli nel campo

            nel quale è impegnato professionalmente,

            moralmente, umanamente.

            Quello del pc 100 dollari è un passo come un

            altro x dare aiuto a questi Paesi, ed è 1 passo

            concreto, non ciance.

            Ma se prima di far spendere ai governi del III°
            mondo 100 $ a testa per avere un PC potessero
            spendere quei soldi per avere acqua potabile, per
            lavarsi e per irrigare un' orto non sarebbe
            meglio?
            POi magari del PC a manovella per tutti se ne
            potrebbe anche parlare... ma poi.

            ==================================
            Modificato dall'autore il 21/11/2005 12.31.06Le vie del Signore sono infinite e possono benissimo passare attraverso quel computer.
          • Anonimo scrive:
            Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
            Per l'acqua ci vogliono gli aquedotti, per il grano gli agronomi, per la giustizia i giudici, per la salute i medici....Per fare tutte queste conoscenze c'e' bisogno istruzione evoluta (NON l'aquedotto romano, NON la rotazione triennale, NON il capo del villaggio, NON ti affetto e cucio come l'ho gia visto fare)L'istruzione evoluta sia al nord che al sud del mondo e' ormai imprescindibile dalla societa' dell'informazione (chi dice il contrario non posti qui ma sul sito di topolino).Possiamo mandargli cibo e acqua ma se non colmiamo il gap culturale facendo un salto enorme (dal villaggio poco piu' che preistorico) alla rete che porta la conoscenza, il problema ci sara' sempre.Noi andremo n vacanza su marte respirando atmosfera liena con il nostro boccaglio convertitore e loro staranno iniziando l'era industriale.Il low cost PC ci voleva ora ci vogliono volonta' e capacita' politiche altrettanto eccellenti come le teste del MIT di Boston
          • Alessandrox scrive:
            Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
            - Scritto da: Anonimo
            Per l'acqua ci vogliono gli aquedotti, per il
            grano gli agronomi, per la giustizia i giudici,
            per la salute i medici....
            Per fare tutte queste conoscenze c'e' bisogno
            istruzione evoluta (NON l'aquedotto romano, NON
            la rotazione triennale, NON il capo del
            villaggio, NON ti affetto e cucio come l'ho gia
            visto fare)
            L'istruzione evoluta sia al nord che al sud del
            mondo e' ormai imprescindibile dalla societa'
            dell'informazione (chi dice il contrario non
            posti qui ma sul sito di topolino).Sei ridicolo... io nell' informatica ci lavoro da anni ma per anni mi e' stata impartita cultura SENZA IL PC e senza l' informatica... l' informatica, per quanto importante, e' un accessorio per la cultura NON la cultura. Si puo' benissimo iniziare a risolvere i problemi piu' urgenti e importanti senza l' ausilio del PC. Questo non vuol dire che POI non possa risultare utilissimo.
            Possiamo mandargli cibo e acqua ma se non
            colmiamo il gap culturale facendo un salto enorme
            (dal villaggio poco piu' che preistorico) alla
            rete che porta la conoscenza, il problema ci
            sara' sempre.
            Noi andremo n vacanza su marte respirando
            atmosfera liena con il nostro boccaglio
            convertitore e loro staranno iniziando l'era
            industriale. Tu non sai quello che dici: in molti posti se solo avessero qualcosa di paragonabile all' acquedotto romano e alla rotazione triennale sarebbe gia' un enorme passo avanti....
            Il low cost PC ci voleva ora ci vogliono volonta'
            e capacita' politiche altrettanto eccellenti come
            le teste del MIT di BostonPer dargli delle nozioni di agronomia e di medicina,non sefve un Celeron ma solo dei buoni insegnanti e un minimo di struttura didattica.Ma vai in un villaggio del 3° mondo a dare una mano.... e poi torna qua' a scrivere le stesse cose. IO non ci sono stato ma c'e' stato un mio amico che ci e' pure morto.... quiando miraccontava le cose non credo proprio che mi raccontasse fregnacce.
      • Anonimo scrive:
        Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
        - Scritto da: Anonimo
        Mi spieghi che se ne fanno in Etiopia dove
        muoiono ogni giorno migliaia di bambini per colpa
        dell' HIV di un laptop? A parte che l'HIV è una montatura delle case farmaceutiche, ma il problema della malnutrizione e delle malattie si risolve proprio consentendo a quei paesi di progredire nel campo della tecnologia e del commercio, utilizzando i pc per acquisire quelle informazioni via internet che altrimenti non potrebbero mai avere. Piu' sviluppo indipendente = + soldi = meno malnutrizione e soldi per sanità e infrastrutture.
        • Anonimo scrive:
          Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Mi spieghi che se ne fanno in Etiopia dove

          muoiono ogni giorno migliaia di bambini per
          colpa

          dell' HIV di un laptop?

          A parte che l'HIV è una montatura delle case
          farmaceuticheCioe' la gente fa finta di morire?
      • Anonimo scrive:
        Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
        Regalagli un pesce e li sfamerai per un giornoInsegnagli a pescare e prima o dopo lo cacceranno in quel posto ai vari PARRUCCONI MASTERIZZATI di turno!OH YEAH! E'di questo che hai paura?- Scritto da: Anonimo
        Mi spieghi che se ne fanno in Etiopia dove
        muoiono ogni giorno migliaia di bambini per colpa
        dell' HIV di un laptop?
        Perchè non si pensa a come abbattere i costi
        delle multinazionali farmaceutiche piuttosto di
        come portare una tecnologia abbastanza inutile in
        paesi del genere?
        Perchè non si pensa a non usare l'africa come
        discarica nucleare del mondo? Invece di elargire
        inutili laptop a bambini che non sanno cosa
        farsene?
        Perchè non ci si impegna a portare i beni di
        prima necessità in quel mondo aqua in primis,
        anzichè un laptop che va ad energia elettrica?

        Come vedi di motivi per cui questo è un progetto
        inutile e solamente mediatico ce ne sono a
        bizzeffe.

        Ciao
        • Alessandrox scrive:
          Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
          - Scritto da: Anonimo
          Regalagli un pesce e li sfamerai per un giorno
          Insegnagli a pescare e prima o dopo lo cacceranno
          in quel posto ai vari PARRUCCONI MASTERIZZATI di
          turno!
          OH YEAH! E'di questo che hai paura?Certo, meglio insegnare ... sempre che l' allievo non ti muioia di fame prima di poter mettere in pratica gli insegnamenti. Le priorita' sono altre: fine delle guerre, acqua potabile. POi si puo' parlare anche di PC connessi ad internet
          • Anonimo scrive:
            Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da: Anonimo

            Regalagli un pesce e li sfamerai per un giorno

            Insegnagli a pescare e prima o dopo lo
            cacceranno

            in quel posto ai vari PARRUCCONI MASTERIZZATI di

            turno!

            OH YEAH! E'di questo che hai paura?

            Certo, meglio insegnare ... sempre che l' allievo
            non ti muioia di fame prima di poter mettere in
            pratica gli insegnamenti. Le priorita' sono
            altre: fine delle guerre, acqua potabile. POi si
            puo' parlare anche di PC connessi ad internetTu e quelli come te fate parte della categoria dei disfattisti, dei bastian contrari a qualsiasi costo.Siete contro anche a delle lodevoli iniziative pur di cianciare, pur di apparire con i vostri fumosi e artefatti discorsi tipici dei PARRUCCONI MASTERIZZATI con la puzza sotto il naso.Cianciate e sputate sopra a lodevolissime iniziativo che sono di cose concrete per aiutare e non fumosi discorsi come i vostri da cattedratici falliti o nullafacenti sempre in cerca di apparire.
          • Anonimo scrive:
            Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
            Sai il motivo per cui sono contrari???E' semplice, semplice: siccome l'iniziativa arriva dagli Usa, e non da lorsignori di sinistra, allora è sbagliata già in partenza.Per quale motivo ???Per l'invidia ragazzo mio, solo per l'invidia, perchè l'idea geniale e fino ad ieri utopica, non è prima venuta e poi realizzata da quelli di sinistra!!!Se distilli tutti i commenti di quelli di sinistra, alla fine al 99% ne uscirà solo INVIDIA.Bravissimi a criticare gli altri, ma a proporre loro e realizzare con i fatti e non con le chiacchiere, non ne sono proprio capaci !!!Sono solo degli Imbattibili Parolai !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
            - Scritto da: Anonimo
            Sai il motivo per cui sono contrari???

            E' semplice, semplice: siccome l'iniziativa
            arriva dagli Usa, e non da lorsignori di
            sinistra, allora è sbagliata già in partenza.

            Per quale motivo ???

            Per l'invidia ragazzo mio, solo per l'invidia,
            perchè l'idea geniale e fino ad ieri utopica, non
            è prima venuta e poi realizzata da quelli di
            sinistra!!!

            Se distilli tutti i commenti di quelli di
            sinistra, alla fine al 99% ne uscirà solo
            INVIDIA.

            Bravissimi a criticare gli altri, ma a proporre
            loro e realizzare con i fatti e non con le
            chiacchiere, non ne sono proprio capaci !!!

            Sono solo degli Imbattibili Parolai !!!Qui la destra e la sinistra c' entrano solo come i cavoli a merenda.Mi sa che la polemica distorta e fuori luogo la stai facento te.
          • Anonimo scrive:
            Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
            - Scritto da: Anonimo
            Sai il motivo per cui sono contrari???

            E' semplice, semplice: siccome l'iniziativa
            arriva dagli Usa, e non da lorsignori di
            sinistra, allora è sbagliata già in partenza.Negroponte E' di sinistra. Tanto per mettere le cose in chiaro.
          • Marcoski scrive:
            Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
            Non è una contrarietà politica caro il mio sapientone.E' una contrarietà de facto.Cioè il computer è un bene che in una società come la nostra sta diventando indispensabile.Per società come la nostra intendo società industrializzata, insomma occidentale in cui il computer diventa un bene indispensabile.In una società in cui non c'è cibo, acqua, salute, e i beni primari in generale, il computer diventa un bene di lusso, inutile, e futile.Non è vero che i beni primari vengono dalla conoscenza e che quest' ultima deve per forza passare per la via informatica. Esistono i libri e hanno funzionato per millenni.Per imparare a fare il muratore non serve il computer, stesso dicasi per idraulici, elettricisti e anche professioni come il medico o il farmacista.Servono piuttosto insegnanti, governi disposti a cambiare politiche e non a soccombere sotto i colpi delle multinazionali.Sarà anche un idea brillante quella del computer a 100$, secondo me è un idea poco brillante e più che altro poco lungimirante, visti e considerati i problemi che affligono quella parte del mondo.Parliamo della rete. Si dice sempre che internet è il futuro, il futuro della conoscenza. Ma dove? Quale conoscenza? Quella della pornografia forse, quella dell' immondizia, internet è diventata una grande discarica di informazioni false.Forse è una fonte di conoscenza per chi sa cercarsi le informazioni, ma io personalmente prima di far entrare un bambino di 10 anni su internet ci penserei su due volte a forse aspetterei che compia almeno 15-16 anni.Pensate un attimo a tutto questo in un mondo come l' Africa, in cui esistono villaggi, capi tribù, regole arcaiche e antiche. Il risultato sarebbe quello di distruggere ogni identità culturale formatasi da secoli e secoli solo per poter dire noi occidentali del ca**o :"Li abbiamo colonizzati di nuovo".Questo sarà il risultato di una politica del genere. Non bisogna, e qui si entra forse nella grande utopia del XXI secolo, portare modernità, o democrazia, o tecnologia, bensì bisogna risolvere i problemi (immani) che noi stessi in epoca coloniale e imperiale abbiamo creato e che sono la causa primaria di questo caos infernale. Bisogna aiutarli a costruirsi da sè una loro storia, una loro identità e per questo non servono PC o Internet, che produrrebbero l'effetto contrario cioè più problemi, cioè perdità di tradizione, cultura poplare, bensì servono in primis beni primari come acuqa, farmaci in grado di curare o alleviare la sofferenza dei malati di HIV, servirebbe la sovversioni di tutti quegli stati (l' Etiopia ne è uno) in cui non esiste u identità bensì esistono delle etnia molto diverse che non fanno altro che massacrarsi tra di loro, servirebbe una volontà politica in occidente che non c'è.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
        - Scritto da: Anonimo
        Mi spieghi che se ne fanno in Etiopia dove
        muoiono ogni giorno migliaia di bambini per colpa
        dell' HIV di un laptop?Li' in effetti potrebbero imparare l'uso del profilattico. L'ONU gliene ha spediti a camionate in passato.
        Perchè non si pensa a come abbattere i costi
        delle multinazionali farmaceutiche piuttosto di
        come portare una tecnologia abbastanza inutile in
        paesi del genere?E lo deve fare il MIT?
        Perchè non si pensa a non usare l'africa come
        discarica nucleare del mondo?Vuoi togliere loro anche quei soldi?
        Invece di elargire
        inutili laptop a bambini che non sanno cosa
        farsene?Qui non ci andava il punto interrogativo.
        Perchè non ci si impegna a portare i beni di
        prima necessità in quel mondo aqua in primis,
        anzichè un laptop che va ad energia elettrica?Sinceramente non mi vedo i ricercatori del MIT vestiti da muratori ed intenti a costruire dighe e canali. Perche' non ci vai tu?
    • molpurgo scrive:
      Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
      consiglierei a Mantellini, con cui sono in totale disaccordo, la lettura di questo pezzo di Michele Bottari da ZeusNews, non é che faccia parte dei "signori dell'informatica" anche lui?http://www.zeusnews.it/index.php3 ar=stampa&cod=4451
      • Anonimo scrive:
        Re: IN TOTALE DISACCORDO con MANTELLINI
        Io l'ho letto e a parte qualche ingenuita' non ci trovo nulla di nuovo che possa far cambiare idea sulla faccenda, visto che qui si parla proprio di megalobby (com'e' ovvio c'e' anche ci non ci crede, e loro lo sanno)
  • Anonimo scrive:
    Target Sbagliato
    I poveri bambini che muoiono di fame poi mi spiegheranno come utilizzeranno questi "macinini" (già c'è la manovella :p).Però credo che per il nostro mercato non sia un'idea cattiva.... lo voglio quel mini laptop! :D :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Attrezzi e chiacchiere
    Io penso che la fesseria sia di voler intendere che l'informatizzazione debba essere per forza "di massa".Qui non è né può essere così, qui si tratta di fornire degli attrezzi culturali, delle zappe tecnologiche, a chi potrà usarli per migliorare il suo lavoro e i suoi risultati lavorativi.Alcuni esempi: un maestro che usa e-book per insegnare, si aggiorna e si rifornisce una volta al mese e non ha bisogno di ingombranti e pesanti supporti cartacei, un tecnico che può usarlo per il suo lavoro, un medico per un inv entario delle medicine e dei pazienti in zone dove tenere un registro tradizionale sarebbe difficile se non impossibile, vedi dispensari itineranti, campagne di vaccinazioni o altro.Ce ne sono tanti di usi possibili, ma certo non lanciarli come cioccolatini dall'aereo sulla popolazione.Un attrezzo è util solo nelle mani di chi può e sa utilizzarlo, altrimenti è un'altra fonte di guadagno per chi lo fa.
  • Anonimo scrive:
    mah...
    ma dove verranno prodotti? in cina? e la garanzia? e l'assistenza (hardware)? e le batterie? E perchè non distribuirlo anche in italia.. visti i continui rischi di black-out e i buchi nella copertura adsl!
  • Anonimo scrive:
    La merenda ?
    Ma se alcuni non hanno i soldi per mangiare ? Non c'è acqua bisogna andare a prenderla, la merenda è un sogno.Proprio fumo, iniziamo a dare le basi importanti per vivere una vita decente, il computer è l'ultima cosa.Padre nostro proteggici da chi ci vuol fare del bene !(qualche volta)
    • ElfQrin scrive:
      Re: La merenda ?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma se alcuni non hanno i soldi per mangiare ?
      Non c'è acqua bisogna andare a prenderla, la
      merenda è un sogno.
      Proprio fumo, iniziamo a dare le basi importanti
      per vivere una vita decente, il computer è
      l'ultima cosa.

      Padre nostro proteggici da chi ci vuol fare del
      bene !
      (qualche volta)"Non di solo pane vive l'uomo" (Mt 4,4)
      • Alessandrox scrive:
        Re: La merenda ?
        - Scritto da: ElfQrin
        - Scritto da: Anonimo

        Ma se alcuni non hanno i soldi per mangiare ?

        Non c'è acqua bisogna andare a prenderla, la

        merenda è un sogno.

        Proprio fumo, iniziamo a dare le basi importanti

        per vivere una vita decente, il computer è

        l'ultima cosa.



        Padre nostro proteggici da chi ci vuol fare del

        bene !

        (qualche volta)
        "Non di solo pane vive l'uomo" (Mt 4,4)Ma anche di tutto cio' che ti propone il MITOvvio.
  • Anonimo scrive:
    modelli culturali?
    io condivido tutte le perplessità e i dubbi elencati ma questa cosa proprio non la capisco:"Sembra che nessuno fra gli organizzatori del progetto si sia posto una domanda fondamentale: chi userà questi laptop? Che tipo di esigenze avranno i bambini ai quali verranno dati in mano? Che tipo di studenti saranno? Nessuno studio sociologico e sul campo è stato fatto precedere alla realizzazione delle macchinette verdi. La presunzione è che esse vadano bene per chiunque a qualsiasi latitudine: che ciò che è buono per il re debba esserlo anche per la regina. Una tipica annosa questione culturale americana: si esporta un modello e basta, senza farsi troppe domande."un computer è un computer, è una macchina. che c'entrano i modelli culturali? si può discutere sul tipo di software necessario se mai, ma come vuoi che lo usino? battono sui tasti e muovono il mouse. a qualunque latitudine direi.
  • Anonimo scrive:
    Non sono tutti uguali
    Effettivamente l'Africa è un caso a parte.Però penso che in Sudamerica e in Asia potrebbe funzionare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sono tutti uguali
      certo, e poi anche in italia potrebbe essere utile... tra una suonata di mandolino e una pizza :p
      • ElfQrin scrive:
        Re: Non sono tutti uguali
        Tu ci scherzi ma in Italia ci sono tante famiglie che non possono permettersi un PC, e in una società come quella italiana la situaizone è senz'altro diversa da quella descritta per il terzo mondo.In particolare perché da noi l'informatica è entrata nella scuola e nella vita di tutti i giorni, e chi non ha accesso a queste risorse e senz'altro discriminato, e poi di sicuro da noi non si creerebbe un mercato parallelo di PC di quel tipo per 100 dollari.Anzi, penso proprio che sarebbe più adatto a fasce disagiate di popolazione dei paesi industrializzati che agli africani che sicuramente hanno altre priorità (anche se l'informatizzazione rimane un punto importante). Sono più possibilista per quanto riguarda Sudamerica e Asia.==================================Modificato dall'autore il 21/11/2005 10.23.40
  • Anonimo scrive:
    Invece è un ottima cosa
    L'autore dell'articolo lamenta che i ragazzini se li porteranno a casa e se li rivenderanno. Chi lo dice? Potrebbero benissimo obbligare i pc a manovella a restare sui banchi di scuola. Almeno li avrebbero delle scuole con dei pc, a differenza dell'italia dove siamo ormai all'analfabetismo informatico totale. D'altronde l'informatica è l'unica speranza per quella gente. Tramite internet potrebbero reperire tutte le conoscenze tecniche e produttive che in quei paesi non arriveranno mai.
    • Anonimo scrive:
      Re: Invece è un ottima cosa
      Ho l'impressione che tu di tutto l'articolo non abbia capito nemmeno una parola.- Scritto da: Anonimo

      L'autore dell'articolo lamenta che i ragazzini
      se li porteranno a casa e se li rivenderanno.

      Chi lo dice? Potrebbero benissimo obbligare i pc
      a manovella a restare sui banchi di scuola.

      Almeno li avrebbero delle scuole con dei pc, a
      differenza dell'italia dove siamo ormai
      all'analfabetismo informatico totale.

      D'altronde l'informatica è l'unica speranza per
      quella gente. Tramite internet potrebbero
      reperire tutte le conoscenze tecniche e
      produttive che in quei paesi non arriveranno mai.
  • Anonimo scrive:
    non e' tutt'oro.
    ok, ma non e' neanche una brutta idea.Io penso che funzionerebbe piu' nei paesi "avanzati" che in quelli poveri, e poi e' vero, dopo averli distribuiti in africa, tempo un mese, e li troveremo dall'ambulante sotto casa.Comunque in paesi come il brasile potrebbe essere una buona idea.E pensare che quella manovella mi piaceva, era un modo per convincere i nerd a fare moto :) io me lo comprerei, ma sono in un paese avanzato ...
    • Anonimo scrive:
      Re: non e' tutt'oro.
      - Scritto da: Anonimo
      io me lo comprerei, ma sono in un paese avanzato
      ...Se continua così potremo richiederlo anche qui come paese che avanza nel sottosuolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: non e' tutt'oro.
      - Scritto da: Anonimo
      E pensare che quella manovella mi piaceva, era un
      modo per convincere i nerd a fare moto :) se e' per i nerd per fare moto allora la manovella la dovevano mettere a sinistra visto che la destra la usano gia un bel po... in altri modi la usano...caso invertito per i mancini
  • Anonimo scrive:
    E non solo
    Chi lo insegna linux a questi bambini ?Gli buttiamo la cassa dal cargo aereo con i portatili ed un bigliettino con su scritto (ovviamente il fatto che conoscano l'inglese è scontatissimo per tradurre bigliettino e guide) o gli mandiamo anche della gente esperta disposta a trasferirsi in Africa per i prossimi 2 anni almeno sempre disponibili per insegnare loro come funge il pinguino ? Si dà per scontata la presenza di un lug ogni 10 dune nel deserto ?Mi sa che lo smanovellamento non riguarderà solo il lato fisico,,, massì dai l'importante è farsi belli davanti al mondo mica cambiare le cose... :(
    • Anonimo scrive:
      Re: E non solo
      E' sparita una parte del testo:...bigliettino con su scritto: "If you have any problems type man [command] in a console window"
    • Gusbertone scrive:
      Re: E non solo
      mi sa che qualcuno deve però "insegnar linux a te" prima... comunque, non penso che siano così sprovvedute le persone che hanno partecipato al progetto, e si suppone che siano state adottate tutte le misure per fornire una macchina ben configurata, funzionante e con una interfaccia semplice... anchè perchè scusami un attimo, diventa molto facile configurare tutto a puntino quando la macchina su cui tutto girà è ben definita...
      • Anonimo scrive:
        Re: E non solo

        diventa molto facile configurare tutto a puntino
        quando la macchina su cui tutto girà è ben
        definita...Quanti computer hai configurato con linux nella tua vita oltre a quello che ti sei costruito apposta ?
        • Gusbertone scrive:
          Re: E non solo
          senti ma che risposta idiota è? tutto quello che vuoi, ma permetterai che quella macchina abbia un connubio hardware-software ben studiato? quindi dove è il problema di configurarla?
  • Anonimo scrive:
    per i poveracci
    tanto per questi poveracci, uno pseudo pc a manovella è anche troppo. comunque, non vedo che cosa ci potrebbero fare, con la tecnologia: non sanno neanche lavorare per migliorare le loro condizioni di vita, come hanno fatto i nostri nonni!
    • Anonimo scrive:
      9 --
      sei un grandissimo figlio di puttanta, spero tanto che tu la prenda INDERCULO
    • bugybugy scrive:
      Re: per i poveracci
      - Scritto da: Anonimo
      tanto per questi poveracci, uno pseudo pc a
      manovella è anche troppo. comunque, non vedo che
      cosa ci potrebbero fare, con la tecnologia: non
      sanno neanche lavorare per migliorare le loro
      condizioni di vita, come hanno fatto i nostri
      nonni!Sia che tu voglia trollare, sia che tu lo pensi veramente....il tuo commento è spregevole!!Ignorante!
      • Anonimo scrive:
        Re: per i poveracci
        Rimango tuttavia convinto che prima del PC portatile in quei Paesi vi siano altre necessità ben più impellenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: per i poveracci
      basta!!!!!!certa gente dovrebbe essere allontanata da ogni mezzo informatico e messa a lavorare a mani nude in miniera... :@
    • Anonimo scrive:
      Re: per i poveracci
      - Scritto da: Anonimo
      tanto per questi poveracci, uno pseudo pc a
      manovella è anche troppo. comunque, non vedo che
      cosa ci potrebbero fare, con la tecnologia: non
      sanno neanche lavorare per migliorare le loro
      condizioni di vita, come hanno fatto i nostri
      nonni!Tipico discorso da figlio di papà che gli paga tutto.Per tua informazione in quei villaggi anche i bambini lavorano, vedere le "fabbriche" (chiamiamole così) di mattoni di argilla.
    • Anonimo scrive:
      Re: per i poveracci
      Quanto è facile parlare dall'interno della nostra confortevole e rassicurante società, eh !Ciao,Piwi
    • MeDevil scrive:
      Re: per i poveracci
      - Scritto da: Anonimo
      tanto per questi poveracci, uno pseudo pc a
      manovella è anche troppo. A te dovrebbero negare persino l'uso della bici o del triciclo...
      comunque, non vedo che
      cosa ci potrebbero fare, con la tecnologia: qualsiasi cosa, ma di certo non quello che fai tu: giocare e credere di poter pensare...
      non sanno neanche lavorare per migliorare le loro
      condizioni di vita, Mai sentito parlare di "debito"? oppure di "fabbriche" (quelle coi bambini che ti hanno cucito le nike?)E poi, scusa, vorresti dirmi che tu lavori per migliorare la condizione di vita di noi italiani, che stiamo - per un certo verso - messi pure peggio di loro?
      come hanno fatto i nostri nonni!Se tuo nonno lavorava così tanto, come c*** a fatto a mettere al mondo te? sarà stata una svista?Il tuo post è assolutamente UNA OFFESA per tutti coloro che l'hanno letto e lo leggeranno. Ti auguro vivamente di ritrovarti a lavorare al posto di uno di quei bambini maltrattati...Saluti, MeDevil
      • Anonimo scrive:
        Re: per i poveracci
        - Scritto da: MeDevil
        Il tuo post è assolutamente UNA OFFESA per tutti
        coloro che l'hanno letto e lo leggeranno.A me sembra una burla in cui tutti o quasi ci siete cascati.
        • Anonimo scrive:
          Re: per i poveracci
          beh, può essere, ma poteva almeno metterci le faccine... così ha fatto solo una gran figura da buzzurro
        • MeDevil scrive:
          Re: per i poveracci
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: MeDevil


          Il tuo post è assolutamente UNA OFFESA per tutti

          coloro che l'hanno letto e lo leggeranno.

          A me sembra una burla in cui tutti o quasi ci
          siete cascati.Una burla? Su certi argomenti non si deve scherzare...Saluti, MeDevil
          • Anonimo scrive:
            Re: per i poveracci
            Scritto da: MeDevil
            Una burla? Su certi argomenti non si deve
            scherzare...Non sono d'accordo, comunque qui si beffa di voi, non dei poveri...
          • Bruco scrive:
            Re: per i poveracci
            Una volta riletto il messaggio iniziale, mi sembra l'unica ipotesi plausibile.Anch'io mi ero arrabbiato, ma poi ho pensato che prenderla sul serio implicherebbe solo che possa essere stata scritta dal figliolo di Borghezzio, il che mi sembra francamente improbabile.(perché il figliolo di Borghezzzio non penso bazzichi su PI, ma in giro per i treni a disinfettare le carrozze)
          • Anonimo scrive:
            9 --
    • Anonimo scrive:
      Re: per i poveracci
      Volevo proprio vederti se nascevi li, ad aspettare la morte in mezzo al fango perchè gli altri pensano che non sei degno di usare un "pseudo pc a manovella"
    • Gusbertone scrive:
      Re: per i poveracci
      senti a nome di tutti noi mandaci una tua foto perchè dobbiamo metterla su wikipedia alla voce "cretino", grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: per i poveracci
      - Scritto da: Anonimo
      tanto per questi poveracci, uno pseudo pc a
      manovella è anche troppo.che buzzuvvi questi povevacci....bleah
    • Anonimo scrive:
      Re: per i poveracci
      - Scritto da: Anonimo
      tanto per questi poveracci, uno pseudo pc a
      manovella è anche troppo. comunque, non vedo che
      cosa ci potrebbero fare, con la tecnologia: non
      sanno neanche lavorare per migliorare le loro
      condizioni di vita, come hanno fatto i nostri
      nonni!D'altra parte se è stato concesso a te di utilizzare un computer quando ancora ti è sconosciuto l'uso della materia grigia contenuta nella tua micro scatola cranica non vedo perchè non debba essere concesso a gente decisamente migliore di te a cui non passa nemmeno per la testa di fare certe affermazioni.Va a lavorare animale (con tutto il rispetto per gli animali)
    • The_GEZ scrive:
      Hai centrato l' obbiettivo ...
      Ciao Anonimo ! (anonimo)... ifatti la tua trollata è ben riuscita.(troll4)(troll3)(troll1)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll3)(troll2)(troll1)(troll)(troll) tanto per questi poveracci, uno pseudo pc a (troll)(troll) manovella è anche troppo. comunque, non vedo che (troll)(troll) cosa ci potrebbero fare, con la tecnologia: non (troll)(troll) sanno neanche lavorare per migliorare le loro (troll)(troll) condizioni di vita, come hanno fatto i nostri(troll)(troll) nonni!(troll)(troll4)(troll3)(troll1)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll3)(troll2)(troll1)(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: per i poveracci
      - Scritto da: Anonimo
      tanto per questi poveracci, uno pseudo pc a
      manovella è anche troppo. comunque, non vedo che
      cosa ci potrebbero fare, con la tecnologia: non
      sanno neanche lavorare per migliorare le loro
      condizioni di vita, come hanno fatto i nostri
      nonni!Guardati allo specchio e vedrai un morto di fame pure dal cervello rintronato.
    • Anonimo scrive:
      Re: per i poveracci
      A..Z..O ABBIAMO TROVATO CHI SI MERITA DI ESSERE MESSO IN CEPPI A GIRARE LE MANOVELLE DI 50MILIONI DI LAPTOP VERDI......A..Z..O COME LO MERITERESTI NeTwArRiOrS
  • Anonimo scrive:
    CHe gran ca**ata!
    Invece di pensare a procurare medicine, alimenti per i bambini che muiono di fame, si pensa di investire risorse per dare un PC ai paesi del terzo mondo!Ma cosa vuoi che se ne facciano di un PC quei bambini se stanno per morire di fame?
    • Anonimo scrive:
      Re: CHe gran ca**ata!
      - Scritto da: Anonimo
      Invece di pensare a procurare medicine, alimenti
      per i bambini che muiono di fame, si pensa di
      investire risorse per dare un PC ai paesi del
      terzo mondo!
      Ineccepibile
      Ma cosa vuoi che se ne facciano di un PC quei
      bambini se stanno per morire di fame?Loro niente, ma sai che montagna di dollari quelli che li producono e glieli propinano con la scusa dell'informatizzazione
    • Anonimo scrive:
      Re: CHe gran ca**ata!
      - Scritto da: Anonimo
      Invece di pensare a procurare medicine, alimenti
      per i bambini che muiono di fame, si pensa di
      investire risorse per dare un PC ai paesi del
      terzo mondo!

      Ma cosa vuoi che se ne facciano di un PC quei
      bambini se stanno per morire di fame?Forse fra il bambino che muore di fame e quello divenuto obeso a forza di merendine e patatine qualche via di mezzo esiste...
    • Anonimo scrive:
      Re: CHe gran ca**ata!
      Sono pienamente d'accordo, quei bambini con 100$ magari mangiano per 6 mesi e questi che propongono? un pc!!! Mi viene da dire che l'uomo è l'animale più stupido della terra (e lo è), in questo caso è anche quello più spegevole, qualcuno si arricchirà con quei 100$ a scapito dei bambini che muoiono di fame.
      • Anonimo scrive:
        Re: CHe gran ca**ata!
        ovviamente era spregevole...
      • Anonimo scrive:
        Re: CHe gran ca**ata!
        ehm, quella dei guadagnarci dal terzo mondo e una caz... ehm cavolata. Se avete seguito la faccenda dall'inizio, Negroponte spera di informare i giovani per allinearli alle varie società, usare i soldi dei guadagni non solo per pagare la produzione, ma anche uscire qualche soldo in più per associazioni onlus e varie, non per metterseli in tasca. Infatti tutti i componenti di questo pc non sono altro che un "riciclo" di componenti e materiali già creati (nel senso che non bisogna riprogettarli, ma esistono e sono di facile reperibilità), e molti materiali sono messi a disposizione "a prezzo agevolato" (la materia prima costa sempre uguale anche se sono opere di bene), quello che ne guadagnano le aziende coinvolte sono immagine e lusto. Pensate che enorme guadagno ne ha AMD, competor ufficiale di Intel, ad essere classificata oltre che azienda leader, anche azienda "equo-solidale"... e solo un esempio. Quindi prima di "sparare sentenze", informatevi, sentite più "campane", i mezzi c'è li avete, o siamo "informaticamente poveri". Se l'America e il paese dei guadagni facili, noi siamo il paese del "e la truffa dov' è?", pensare positivo, no eh?Cordialmente, Bomberman
        • Anonimo scrive:
          Re: CHe gran ca**ata!
          perche' quando si parla di terzo mondo o paesi sottosviluppati pensiamo solo al lato peggiore ? anche in questi paesi non ostante tutti i loro problemi esistono organizazioni no profit che potrebbero avere vantaggio dall acquisto di questi pc, o magari gli studenti, anche se poki ci sono o magari gli insegnanti, o i dottori.sforzatevi ogni tanto di vedere sto cazz di bikkiere mezzo pieno.Andrea " Hermes ".
      • Anonimo scrive:
        Re: CHe gran ca**ata!
        - Scritto da: Anonimo
        Sono pienamente d'accordo, quei bambini con 100$
        magari mangiano per 6 mesi e questi che
        propongono? un pc!!!Gia', ma come hanno detto altri e' una operazione di facciata - e un business.Li venderanno alle nazioni unite che non riuscita' mai a smaltirli.
        • Anonimo scrive:
          Re: CHe gran ca**ata!
          Pensate al povero bambino che cresce e va all'universita, col pc si pulisce il culetto ? Ci son poveri che con sforzi riescono a studiare fino all'univerista' (che faranno nelle grandi capitali o all'estero).Un pc gli fa male ad un universitario che spera studiando di poter trovare un lavoro per sfamare la famiglia ?E gia' qua troppo abituati al megapc da 5000 euro, per fare i pro-gamers, senza pensare a chi invece studia.
          • Anonimo scrive:
            Re: CHe gran ca**ata!
            - Scritto da: Anonimo
            Pensate al povero bambino che cresce e va
            all'universita, col pc si pulisce il culetto ? Ma finiscila, tutti sappiamo che un pc e' utile a molti, non e' questo il punto.Quello che penso pero' e' che non verranno mai distribuiti se non in minima parte. Li comprera' una agenzia dell'Onu sotto pressione di qualche politico che vuole fare bella figura, poi saranno dati in numero irrilevante ma con colamore davanti alla stampa, poi sarranno messi in container in gran parte per problemi burocratici e di distribuzione logistica, ed alla fine venduti meta' come ferro e meta' recuperati da qualche gruppo per lo sviluppo che ne fara' infine un uso valido.No grazie non sono pessimista, questo e' l'andazzo.
      • brabra scrive:
        Re: CHe gran ca**ata!
        - Scritto da: Anonimo
        Sono pienamente d'accordo, quei bambini con 100$
        magari mangiano per 6 mesi e questi che
        propongono? un pc!!! Mi viene da dire che l'uomo
        è l'animale più stupido della terra (e lo è), in
        questo caso è anche quello più spegevole,
        qualcuno si arricchirà con quei 100$ a scapito
        dei bambini che muoiono di fame.Mai sentito dire del detto "se un povero ha fame non dargli un pesce bensì insegnali a pescare"?
        • Anonimo scrive:
          Re: CHe gran ca**ata!
          - Scritto da: brabra

          - Scritto da: Anonimo

          Sono pienamente d'accordo, quei bambini con 100$

          magari mangiano per 6 mesi e questi che

          propongono? un pc!!! Mi viene da dire che l'uomo

          è l'animale più stupido della terra (e lo è), in

          questo caso è anche quello più spegevole,

          qualcuno si arricchirà con quei 100$ a scapito

          dei bambini che muoiono di fame.


          Mai sentito dire del detto "se un povero ha fame
          non dargli un pesce bensì insegnali a pescare"?E' un detto di uno che non poteva avere 100 dollari (un anno e piu' di stipendo in molti posti).Anche 100$ dollari in contanti mica fanno schifo.Puoi riscattarti da un lavoro di merda da schiavo, tornare al tuo villaggio o comprarti un carretto, un aratro, un bue o una barca e viverci.
          • Anonimo scrive:
            Re: CHe gran ca**ata!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: brabra

            - Scritto da: Anonimo


            Sono pienamente d'accordo, quei


            bambini con 100$ magari mangiano


            per 6 mesi e questi che propongono?


            un pc!!! Mi viene da dire che l'uomo


            è l'animale più stupido della terra (e


            lo è), in questo caso è anche quello


            più spegevole, qualcuno si arricchirà


            con quei 100$ a scapito dei bambini


            che muoiono di fame.

            Mai sentito dire del detto "se un povero

            ha fame non dargli un pesce bensì

            insegnali a pescare"?
            E' un detto di uno che non poteva avere 100
            dollari (un anno e piu' di stipendo in molti
            posti).Non so di chi sia il detto, ma ha perfettamente ragione.
            Anche 100$ dollari in contanti mica fanno
            schifo.
            Puoi riscattarti da un lavoro di merda da
            schiavo, tornare al tuo villaggio o comprarti
            un carretto, un aratro, un bue o una barca e
            viverci.Si, potrebbero, ma non succede, nel momento in cui dai loro 100 $ ci vivono per mesi e poi si ritrovano nuovamente a morire di fame, non hanno assolutamtente la cultura per comprarsi un carretto come dici tu, che evidentemente non concepisci neanche come possa essere ridotta l'iniziativa dalla fame e dalla mancanza di cultura.
          • Anonimo scrive:
            Re: CHe gran ca**ata!



            Mai sentito dire del detto "se un povero


            ha fame non dargli un pesce bensì


            insegnali a pescare"?

            E' un detto di uno che non poteva avere 100

            dollari (un anno e piu' di stipendo in molti

            posti).
            Non so di chi sia il detto, ma ha perfettamente
            ragione.Ecco allora diamo 100 dollari ai poveri cosi vanno a imparare a pescare.Ma che sorpresa tu stesso pero' ci dici che la cosa non funzionerebbe, perche'
            nel momento in
            cui dai loro 100 $ ci vivono per mesi e poi si
            ritrovano nuovamente a morire di fameBeh allora se sono cosi' provo di cultura, se diamo loro un computer, lo vendono e dopo finiti i soldi tornano a morire di fame. Non e' uguale?
            non hanno
            assolutamtente la cultura per comprarsi un
            carretto come dici tuSono poveri, mica deficienti.I conti alla lira li sanno fare benissimo.E poi, tutti?! Ti permetti di dire questa cosa per tutti i poveri? Non ti sembra un po' generico? Solo un pelino
            che evidentemente non
            concepisci neanche come possa essere ridotta
            l'iniziativa dalla fame e dalla mancanza di
            cultura.Le hai provate entrambe, senno' non parleresti con tanta cognizione di causa. Oppure sei il solito saccente che si crede di essere nella testa di tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: CHe gran ca**ata!
            - Scritto da: Anonimo



            Mai sentito dire del detto "se un



            povero ha fame non dargli un



            pesce bensì insegnali a pescare"?


            E' un detto di uno che non poteva


            avere 100 dollari (un anno e piu' di


            stipendo in molti posti).

            Non so di chi sia il detto, ma ha

            perfettamente ragione.
            Ecco allora diamo 100 dollari ai poveri cosi
            vanno a imparare a pescare.
            Ma che sorpresa tu stesso pero' ci dici che la
            cosa non funzionerebbe, perche'Esatto : non dobbiamo dare loro 100 $, dobbiamo darli ad un maestro di pesca che vada la' ed insegni; altrimenti e' inutile.

            nel momento in

            cui dai loro 100 $ ci vivono per mesi

            e poi si ritrovano nuovamente a morire

            di fame
            Beh allora se sono cosi' provo di cultura,
            se diamo loro un computer, lo vendono e
            dopo finiti i soldi tornano a morire di fame.
            Non e' uguale?No, perche' tendenzialmente se dai loro un oggetto lo utilizzano e non se lo rivendono, poiche' non sono abituati a pesare ogni cosa in termini economici, convertendo tutto in valore di denaro, come facciamo noi.

            non hanno

            assolutamtente la cultura per comprarsi un

            carretto come dici tu
            Sono poveri, mica deficienti.
            I conti alla lira li sanno fare benissimo.
            E poi, tutti?! Ti permetti di dire questa cosa
            per tutti i poveri? Non ti sembra un po'
            generico? Solo un pelinoInfatti stiamo facendo un discorso generico.... Prendiamo le pagine gialle dei paesi poveri e facciamo un discorso dettagliato per ognuno ??? Io qualcuno lo conosco...

            che evidentemente non

            concepisci neanche come possa essere

            ridotta l'iniziativa dalla fame e dalla

            mancanza di cultura.
            Le hai provate entrambe, senno' non
            parleresti con tanta cognizione di causa.
            Oppure sei il solito saccente che si crede
            di essere nella testa di tutti.Ho lavorato e vissuto in africa 3 anni, poi altri 4 in india; quindi direi che le ho provate entrambe, anche se (per fortuna) non direttamente sulla mia pelle ma su quella di chi mi circondava.
          • Anonimo scrive:
            Re: CHe gran ca**ata!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo




            Mai sentito dire del detto "se un




            povero ha fame non dargli un




            pesce bensì insegnali a pescare"?



            E' un detto di uno che non poteva



            avere 100 dollari (un anno e piu' di



            stipendo in molti posti).


            Non so di chi sia il detto, ma ha


            perfettamente ragione.


            Ecco allora diamo 100 dollari ai poveri cosi

            vanno a imparare a pescare.

            Ma che sorpresa tu stesso pero' ci dici che la

            cosa non funzionerebbe, perche'

            Esatto : non dobbiamo dare loro 100 $, dobbiamo
            darli ad un maestro di pesca che vada la' ed
            insegni; altrimenti e' inutile.Mah, se ci dici che non hanno la cultura e sono di ridotta iniziativa per la fame e le difficolta', parimenti qualsiasi iniziativa e' destinata a fallire, paghi l'insegnante ma


            nel momento in


            cui dai loro 100 $ ci vivono per mesi


            e poi si ritrovano nuovamente a morire


            di fame


            Beh allora se sono cosi' provo di cultura,

            se diamo loro un computer, lo vendono e

            dopo finiti i soldi tornano a morire di fame.

            Non e' uguale?

            No, perche' tendenzialmente se dai loro un
            oggetto lo utilizzano e non se lo rivendono,
            poiche' non sono abituati a pesare ogni cosa in
            termini economici, convertendo tutto in valore di
            denaro, come facciamo noi.Sai la cosa buffa, non ho visto molti che ricevuto un computer se lo rivendono nemmeno in Italia, eppure siamo quelli che convertono tutto in valore di denaro...Quindi sara' meglio finirla qui con questi discorsi generici senza valore, scrivi la tua ultima battuta e non attendere la mia. Non te la meriti.
          • Anonimo scrive:
            Re: CHe gran ca**ata!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            Mai sentito dire del detto "se un





            povero ha fame non dargli un





            pesce bensì insegnali a pescare"?

            Esatto : non dobbiamo dare loro 100 $,

            dobbiamo darli ad un maestro di pesca

            che vada la' ed insegni; altrimenti e'

            inutile.
            Mah, se ci dici che non hanno la cultura
            e sono di ridotta iniziativa per la fame e le
            difficolta', parimenti qualsiasi iniziativa e'
            destinata a fallire, paghi l'insegnante ma Non ho detto che qualsiasi iniziativa e' destinata a fallire, ho detto che bisogna insegnare loro cose utili, pratiche ed immediatamente utilizzabili.



            nel momento in



            cui dai loro 100 $ ci vivono per mesi



            e poi si ritrovano nuovamente a morire



            di fame


            Beh allora se sono cosi' provo di cultura,


            se diamo loro un computer, lo vendono e


            dopo finiti i soldi tornano a morire di


            fame. Non e' uguale?

            No, perche' tendenzialmente se dai loro

            un oggetto lo utilizzano e non se lo

            rivendono, poiche' non sono abituati a

            pesare ogni cosa in termini economici,

            convertendo tutto in valore di denaro,

            come facciamo noi.
            Sai la cosa buffa, non ho visto molti che
            ricevuto un computer se lo rivendono
            nemmeno in Italia, eppure siamo quelli che
            convertono tutto in valore di denaro...Certo, ma spesso non hanno bisogno di avere altro denaro e si tengono l'oggetto, pur essendo ben consci del suo valore monetario.In India e in Africa il modo di concepire le cose e' un po' diverso, tu quante volte ci sei stato ?
            Quindi sara' meglio finirla qui con questi
            discorsi generici senza valore, scrivi la tua
            ultima battuta e non attendere la mia. Non
            te la meriti.Ok, attendo risposte e commenti da qualcuno che non rifiuti il dialogo ed ami la discussione, non essendo sconvolto / traumatizzato dall'incontrare persone che non la pensano come loro.
          • brabra scrive:
            Re: CHe gran ca**ata!


            Anche 100$ dollari in contanti mica fanno schifo.
            Puoi riscattarti da un lavoro di merda da
            schiavo, tornare al tuo villaggio o comprarti un
            carretto, un aratro, un bue o una barca e
            viverci.Forse hai un'immagine un po distorta della situazione della povertà mondiale, ma i poveri che fanno la fame sono veramente pochi in percentuale, (problema comunque wesistente e irrisolto), un'altro, gravissimo problema è il non accesso all'educaziuone, che ferma l'evoluzione sociale di una buona parte della popolazione mondiale.Vai in India fuori dalle grandi città, vai nelle zone rurali del sudamerica, vai nell'africa subsahariana.Di carretti, aratri, buoi e barchette ce ne sono a bizzeffe, e non è mai mancato da mangiare.E' sempre mancata la possibilità di dare un'istruzione ai figli, se non di fronte a incredibili sforzi, per far proggredire le strutture sociali di queste società.Che poi ci sia la fame nel mondo sono d'accordo, e non i sembra che gli sforzi fatti abbiano mai ottenuto risultati. Quindi ben venga qualcuno che tenta un'altra via per risolvere il problema della povertà del sud del mondo, che se abrà come risultato una maggiore comunicazione e scolarizzazione di questi popoli porterà anche ad un miglioramente delle condizioni alimentari di chi non riesce a mangiare una ciotola di riso al giorno, problema che noi dall'alto della nostra competenza e intelligenza non abbiamo mai risolto.==================================Modificato dall'autore il 21/11/2005 9.55.44
          • Anonimo scrive:
            Re: CHe gran ca**ata!
            - Scritto da: brabra



            Anche 100$ dollari in contanti mica fanno
            schifo.

            Puoi riscattarti da un lavoro di merda da

            schiavo, tornare al tuo villaggio o comprarti un

            carretto, un aratro, un bue o una barca e

            viverci.

            Forse hai un'immagine un po distorta della
            situazione della povertà mondiale, ma i poveri
            che fanno la fame sono veramente pochi in
            percentuale, (problema comunque wesistente e
            irrisolto), un'altro, gravissimo problema è il
            non accesso all'educaziuone, che ferma
            l'evoluzione sociale di una buona parte della
            popolazione mondiale.
            Vai in India fuori dalle grandi città, vai nelle
            zone rurali del sudamerica, vai nell'africa
            subsahariana.Io ci sono stato e tu?E anche le banche servono ai poveri, molti con quattro soldi farebbero tutte le cose che dici.
          • brabra scrive:
            Re: CHe gran ca**ata!

            Io ci sono stato e tu?
            E anche le banche servono ai poveri, molti con
            quattro soldi farebbero tutte le cose che dici.C'è ne sono molte di cose che servono ai poveri,almeno qualcuno sta provando a fare qualcosa di nuovo, in un settore dove dovrebbe avere una competenza.Non mi piace il benaltrismo nelle discussioni, quindi non rispondo sulle banche: (Benaltrismo: tecnica che consiste nell'ambito di una discussione nel deviarla dall'argomento principale citando problematiche parallele e più gravi irrisolte , il classico "si ma c'è ben'altro", che porta la discussione al qualunquismo)Visti i risultati delle precedenti politiche, ben venga, poi il tempo dirrà se aveva ragione
      • Anonimo scrive:
        Re: CHe gran ca**ata!
        E dopo che hai dato da mangiare per 6 mesi cosa fai? Meglio dare degli strumenti per apprendere e informarsi piuttosto che dare un sussidio temporaneo. Ben vengano inziative del genere, non è certo dando da mangiare ad un bimbo africano per 6 mesi che si risolve il problema dell'africa.
    • Anonimo scrive:
      Re: CHe gran ca**ata!
      - Scritto da: Anonimo
      Invece di pensare a procurare medicine, alimenti
      per i bambini che muiono di fame, si pensa di
      investire risorse per dare un PC ai paesi del
      terzo mondo!

      Ma cosa vuoi che se ne facciano di un PC quei
      bambini se stanno per morire di fame?Ma la definizione di "terzo mondo" non significa solo bambini deperiti che muoiono di fame.Benché siano in tanti non sono tutti in quelle condizioni.E chi ha risolto il problema essenziale della sopravvivenza, dove riesce a procurarsi di che buttare in pentola ogni giorno ed 2 vestiti, 1 per tutti i giorni e quello buono della domenica, vorrebbe anche poter evolvere ed andare oltre alla semplice vita di sussistenza.Questi computer sono per quella gente che riesce a mandare nella scuola del villaggio i propri figli, per i quali invece che sognare abiti firmati e pupazzi di John Cena, si può prospettare un futuro culturalmente più avanzato perfino dei rincoglioniti figli della famiglia media occidentale.
    • Anonimo scrive:
      Re: CHe gran ca**ata!
      - Scritto da: Anonimo
      Invece di pensare a procurare medicine, alimenti
      per i bambini che muiono di fame, si pensa di
      investire risorse per dare un PC ai paesi del
      terzo mondo!Se andiamo avanti a regalare cibo e medicine ci troveremo presto con 100 miliardi di poveri. Adesso e' ora di aiutarli ad uscire dalla poverta' anziche' fare una carita' che non risolve niente.
    • Anonimo scrive:
      Re: CHe gran ca**ata!
      - Scritto da: Anonimo
      Invece di pensare a procurare medicine, alimenti
      per i bambini che muiono di fame, si pensa di
      investire risorse per dare un PC ai paesi del
      terzo mondo!

      Ma cosa vuoi che se ne facciano di un PC quei
      bambini se stanno per morire di fame?Dai un pesce ad un affamato e lo sfamerai per un giorno.Insegnagli a pescare e mangera' per tutta la vita.
      • Anonimo scrive:
        Re: CHe gran ca**ata!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Invece di pensare a procurare medicine, alimenti

        per i bambini che muiono di fame, si pensa di

        investire risorse per dare un PC ai paesi del

        terzo mondo!



        Ma cosa vuoi che se ne facciano di un PC quei

        bambini se stanno per morire di fame?

        Dai un pesce ad un affamato e lo sfamerai per un
        giorno.
        Insegnagli a pescare e mangera' per tutta la vita....quel giorno, una petroliera affondò al largo delle coste della città dell'affamato...
  • Anonimo scrive:
    la manovella a smanettato
    come al solito gli sboroni del MIT hanno tirato fuori il solito pacco che sfrutta la poverta per lucrarci su.$100 li ammortizzi soltanto se produci migliaia di manovelle.il genio di Negroponte avrà pensato"cazzo in Africa ci stanno milioni di bambini, con il PC a manovella ci tiro $7 $8 a capoccia come minimo yeahhh"
    • Anonimo scrive:
      Re: la manovella a smanettato
      - Scritto da: Anonimo
      come al solito gli sboroni del MIT hanno tirato
      fuori il solito pacco che sfrutta la poverta per
      lucrarci su.
      $100 li ammortizzi soltanto se produci migliaia
      di manovelle.
      il genio di Negroponte avrà pensato
      "cazzo in Africa ci stanno milioni di bambini,
      con il PC a manovella ci tiro $7 $8 a capoccia
      come minimo yeahhh"per fortuna il mondo non è solo fatto da gente "è tutto un magna manga", altrimenti saremo ancorà all'età della pietra
      • Bruco scrive:
        Re: la manovella a smanettato

        per fortuna il mondo non è solo fatto da gente "è
        tutto un magna manga", altrimenti saremo ancorà
        all'età della pietraSbagliato, c'è il libero mercato che, un po' come il principio dell'evoluzione in Darwin, usa il principio del magna magna per diffondere prosperità e ricchezza a tutto il mondo, e la storia lo dimostra.
        • brabra scrive:
          Re: la manovella a smanettato

          Sbagliato, c'è il libero mercato che, un po' come
          il principio dell'evoluzione in Darwin, usa il
          principio del magna magna per diffondere
          prosperità e ricchezza a tutto il mondo, e la
          storia lo dimostra.Leggi qualche scritto di gandhi e poi rileggi quello che hai scritto.Non ti da torto, ma ti da una chiave di lettura più interessante, e secondo me, più verittiera
          • Bruco scrive:
            Re: la manovella a smanettato
            Mi dai un titolo per favore? Sono sempre contento di imparare cose nuove.In quanto al mio post, era provocatorio, se non lo si fosse capito...
    • mda scrive:
      Re: la manovella a smanettato
      - Scritto da: Anonimo
      come al solito gli sboroni del MIT hanno tirato
      fuori il solito pacco che sfrutta la poverta per
      lucrarci su.
      $100 li ammortizzi soltanto se produci migliaia
      di manovelle.
      il genio di Negroponte avrà pensato
      "cazzo in Africa ci stanno milioni di bambini,
      con il PC a manovella ci tiro $7 $8 a capoccia
      come minimo yeahhh"Previste 1 miliardo di 100$pc, il guadagno sarà come al solito per le vendite nei paesi RICCHI non poveri, ovvero vecchio trucco commerciale
      • Anonimo scrive:
        Re: la manovella a smanettato
        - Scritto da: mda

        - Scritto da: Anonimo

        come al solito gli sboroni del MIT hanno tirato

        fuori il solito pacco che sfrutta la poverta per

        lucrarci su.

        $100 li ammortizzi soltanto se produci migliaia

        di manovelle.

        il genio di Negroponte avrà pensato

        "cazzo in Africa ci stanno milioni di bambini,

        con il PC a manovella ci tiro $7 $8 a capoccia

        come minimo yeahhh"

        Previste 1 miliardo di 100$pc, il guadagno sarà
        come al solito per le vendite nei paesi RICCHI
        non poveri, ovvero vecchio trucco commercialeSe uno produce e vende, e guadagna, non e' un trucco commerciale. Tu lavori e guadagni, e' un trucco commerciale? Scommetto di no e che quando guadagni e' cosa buona e giusta.
Chiudi i commenti