Sun apre il codice di un altro linguaggio

Sun apre il codice di un altro linguaggio

BigS pubblica il codice di Fortress, linguaggio di programmazione progettato per l'high-performance computing e da molti considerato l'erede naturale di Fortran. Disponibile l'interprete open source
BigS pubblica il codice di Fortress, linguaggio di programmazione progettato per l'high-performance computing e da molti considerato l'erede naturale di Fortran. Disponibile l'interprete open source

Santa Clara (USA) – Dopo aver fatto di Java una delle tecnologie chiave del Web, Sun sta ora tentando di mettere in luce un altro proprio linguaggio di programmazione: Fortress , dedicato all'high-performance computing (HPC). Per riuscirci ne ha appena rilasciato un'implementazione preliminare, sostanzialmente costituita da un interprete a linea di comando, sotto la licenza open source BSD.

Sviluppato per un progetto di supercomputing finanziato da DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency), Fortress è un linguaggio di nuova generazione pensato per rimpiazzare l'ormai vetusto Fortran e semplificare la creazione di applicazioni per il calcolo parallelo . Il nuovo linguaggio di Sun, infatti, è stato progettato per sfruttare a fondo le architetture multiprocessore e multicore, dunque anche l'ultima generazione di CPU mainstream di Intel e AMD e il processore UltraSPARC T1 della stessa Sun. A tal fine Fortress utilizza una sintassi, una semantica e una tipizzazione dei dati studiate ad hoc, ed è in grado di generare codice multithreading già ottimizzato per l'esecuzione su più processori logici o fisici.

Pur essendo orientato al calcolo numerico, Fortress si rivolge a campi applicativi più ampi di quelli di Fortran , e questo anche grazie al supporto nativo, sppure ancora lacunoso, alla programmazione orientata agli oggetti.

“Fortress è stato progettato come un linguaggio “growable” (capace di crescere, NdR), in grado di supportare con eleganza l'aggiunta di future funzionalità”, si spiega sul sito di Fortress. “Infatti, buona parte del linguaggio stesso (persino la definizione degli array e di altri tipi base) è codificato in librerie che si trovano al di sopra del nucleo, relativamente piccolo, di Fortress”.

Come si è anticipato, la prima implementazione del linguaggio è costituita da un prototipo open source dell'interprete che esegue il codice Fortress riga per riga. Sun ha scelto di far girare tale interprete al di sopra di Java in modo da renderlo immediatamente compatibile con un grande numero di sistemi e piattaforme.

Il team di sviluppo ha già in cantiere la creazione di un compilatore Fortress che, anche grazie ad una tecnologia di ottimizzazione dinamica del codice, dovrebbe migliorare significativamente le performance dei programmi.

L'interprete, scaricabile da qui , è corredato da alcuni tool e librerie che adottano licenze open source differenti da quella BSD, tra cui GPL e Apache.

Va ricordato come Sun abbia recentemente pubblicato sotto licenza open source anche Java.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 01 2007
Link copiato negli appunti