T1, il terminator UltraSPARC

Sun ha svelato il nome ufficiale del suo chip di nuova generazione, prima noto come Niagara, che entro la fine dell'anno salirà a bordo dei nuovi server hi-end del colosso
Sun ha svelato il nome ufficiale del suo chip di nuova generazione, prima noto come Niagara, che entro la fine dell'anno salirà a bordo dei nuovi server hi-end del colosso


Santa Clara (USA) – UltraSPARC T1 è il nome commerciale con cui ieri Sun ha ufficialmente presentato il suo “chip della riscossa”, prima noto con il nome in codice di Niagara . Il nuovo processorone di Sun, che sfida le nuove generazioni di CPU a 64 bit prodotte da IBM, Intel e AMD, promette di stabilire nuovi primati nel rapporto tra potenza e consumi energetici.

Con carichi di lavoro tipici, Sun afferma che l’UltraSPARC T1 assorbe all’incirca 72 watt, sensibilmente meno rispetto ai più diretti rivali. Forte della nuova architettura SPARC di nona generazione (v9), in grado di supportare fino ad 8 core di calcolo per singolo chip, Sun spera di tornare a confrontarsi testa a testa con i big del settore.

Le specifiche tecniche del chip, in gran parte già note , sono state riassunte da Sun in questa pagina . Tra le caratteristiche più importanti si citano la capacità di eseguire 4 thread per core, l’integrazione di 4 controller di memoria DDR2, il supporto alla virtualizzazione e alla crittografia, e la tecnologia di processo a 90 nanometri.

Grazie all’elevato numero di core, compreso fra 4 e 8, i primi modelli di Niagara gireranno alla modesta frequenza di 1,2 GHz: Sun si è tuttavia spinta ad affermare che un modello a 8 core può fornire “performance paragonabili” ad un chip da quasi 10 GHz.

L’UltraSPARC T1 sarà il cuore della futura generazione di server Sun Fire con sistema operativo Solaris 10, ma il produttore non ha ancora svelato i nuovi modelli: questi dovrebbero debuttare sul mercato il prossimo 6 dicembre.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 11 2005
Link copiato negli appunti