Super Wi-Fi debutta sui notebook

Dell afferma di essere il primo produttore di notebook ad offrire 802.11n, ultima evoluzione di Wi-Fi, come componente opzionale sui propri sistemi. Acer lancerà invece un nuovo Ferrari con connettività 802.11n integrata

Roma – Il Wi-Fi di nuova generazione, noto formalmente come 802.11n , è una tecnologia troppo ghiotta perché i produttori ne attendano il lancio ufficiale. E così, sebbene la specifica finale non sia attesa prima del prossimo anno, 802.11n ha già trovata casa in access point, router ed ora anche notebook.

Tra i primi produttori di notebook a fornire 802.11n come funzionalità opzionale c’è Dell , che da qualche giorno offre ai propri clienti la possibilità di acquistare una scheda 802.11n insieme ad un portatile della famiglia XPS o Inspiron. L’add-in costa 59 dollari e si basa sulla bozza 1.0 della specifica 802.11n.

In questi giorni Acer ha invece annunciato il lancio, nel terzo trimestre dell’anno, del Ferrari 1000, un notebook di fascia alta con scheda 802.11n integrata. Anche in questo caso la specifica adottata è la bozza 1.0 di 802.11n.

Super Wi-Fi consente di raggiungere velocità intorno ai 300 Mbit al secondo, ma questo solo in condizioni ideali e utilizzando access-point pienamente compatibili. Dal momento che la Wi-Fi Alliance effettuerà i test di interoperabilità solo quando 802.11n sarà ratificato a standard, al momento l’unico modo per essere certi che due prodotti siano pienamente compatibili fra loro è quello di acquistarli della stessa marca.

Il lancio anticipato di sistemi basati su una versione preliminare della tecnologia 802.11n ha sollevato diverse critiche nell’industria. Alcuni osservatori sostengono infatti che la bozza 1.0 non sia sufficientemente completa per essere implementata in ambiti commerciali, ponendo grossi problemi di interoperabilità e legando gli utenti ad un singolo produttore. I produttori, tra i quali figurano Linksys, D-Link, Belkin, Netgear e Broadcom, si difendono sostenendo che tutti i loro prodotti potranno essere facilmente aggiornati alla versione finale della specifica.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' stato l' (ex) ministro Gasparro
    Che ha obbedito agli ordini del suo padrone NANO facendo una legge che lo favoriva.Favoriva anche la RAI, ma il favore a quest' ultima era per mascherare il favore al suo padrone.
  • Anonimo scrive:
    Prima di commentare leggete la legge
    Scusate il gioco di parole ma ci voleva: molti di quelli che commentano non solo ignorano i fatti nudi e crudi, che mi pare siano scritti abbastanza bene qui http://www.iltempo.it/approfondimenti/index.aspx?id=998525, ma ignorano anche la legge: prima di commentare e di scandalizzarvi provate a leggerla e scoprirete un sacco di cose.Per esempio, una degli aspetti che la UE contesta è la coesistenza di analogico e digitale ovvero che gli stessi soggetti siano contemporaneamente presenti in un mondo e nell'altro. Ma come si fa a risolvere il problema se il passaggio è dilazionato fino al 2012?Ancora, ed è la cosa più importante, la distinzione fra chi trasmette il segnale e chi produce il programma TV: nel mondo analogico sono di solito la stessa entità mentre la legge gasparri PREVEDE all'origine che siano DUE ENTITA' DIVERSE, quindi "POSSEDERE LE FREQUENZE" non significa necessariamente "AVERE TANTE TELEVISIONI".Detto questo che R4 sia pure esclusa dal panorama televisivo italiano, che berlusconi sia espropriato anche della villa in sardegna, che Amstrad sia condannata a vendere solo vibratori. Non ce ne frega niente. Ci frega solo di poter fare televisione e trasmissione dati.federico rocchi
  • MeMedesimo scrive:
    Parliamo del prezzo dei decoder
    Scusate.. ma secondo voi è giustificato il prezzo dei decoder?Voglio dire, un lettore DVD multiformato costa poco più di 25/30 euro.Possibile che un ricevitore DTT (di fabbricazione per lo più PRC) debba costare così tanto?? Ma ancor di più, i prezzi di due anni fa (niente sotto i 150 euro, quando c'era la sovvenzione di 150 euro) non erano assurdi? Se il vero valore di questi cosi è non più di 50 euro, perchè lo stato è partito con finanziarne 150 a pezzo (così i prezzi si sono mantenuti alti)? Inoltre, si dice (spesso qui su PI) che non escono televisori con DTT incorporato (secondo me sarebbe ovvio il contrario, se solo ci fosse la fiducia in questo sistema) perchè il sistema non è ancora maturo oggi, quindi con che criterio sono stati distribuiti finanziamenti per pagare (ripeto, secondo me a prezzo alto e ingiustificato) decoder destinati a diventare inutilizzabili?Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Parliamo del prezzo dei decoder
      non è affatto vero che i decoder distribuiti oramai ben quasi tre anni fa (un periodo superiore al normale ricambio del telefonino, che costa anche di più) saranno inutilizzabili: questa è una storia messa in giro dai soliti ragazzini nerd tech. l'unica "pecca", se così la vogliamo chiamare, è la mancanza di un decoder mpeg4, ma nessuno trasmette con quella compressione. Forse fra qualche anno alcuni trasmetteranno con quella compressione e allora nessuno impedirà di cambiare anche il decoder, esattamente come fanno tutti quelli che si lamentano della "vetustà" dei sinto DT coi loro telefonini (adesso per favore non replicate dicendo che voi usate "solo telefoni per telefonare"...).I criteri adottati per finanziare l'acquisto, riservati agli abbonati RAI, sono precisi: standard DVBT (MPEG2 + seca/irdeto/nagra) e MHP. Punto. Per la cronaca SKY ha poco da lamentarsi visto che si basa su un sistema di codifica tutto suo (nds) e su un "sistema operativo" non MHP.
      • Anonimo scrive:
        Re: Parliamo del prezzo dei decoder
        Quei decoder andranno tutti nella spazzatura.Sono nati "vecchi" con tecnologia vecchia, non aggiornabili, con un modem 56k (quindi SERVIZI A PAGAMENTO) solo per creare un nuovo modello di pay-tv.Inoltre chissà come mai in Italia (CON IL CONTRIBUTO) costavano sui 150 euro quando nel resto dell' Europa si trovavano intorno ai 50.Misteri dell' Italia....
  • pippo75 scrive:
    menomale che ora c'e' prodi
    che mettera' tutto a posto.Un vero uomo, pronto a dannarsi l'anima per fare in modo che l'Italia vada bene e non subisca ripercussioni su questo argomento.sono sicuro che:- Fara' uno studio approfondito sulla situazione dei DTT e dei decoder.- Situazione del Satellitare.- TV via WEB.Ad uno come quello nulla sfugge, sapra' risollevare la situazone corrente, correggendo se ci sono eventuali errore della Legge Gasparri.Sono sicuro che sul sito dell'ulivo potrete trovare tutto il materiale e cosi' potra' fare anche la Commissione di Bruxells.W Prodi, meno male che c'e' un vero lavoratore mai stanco.Altro che 2012, uno come lui entro la fine della legislatura rivoluzionera' tutto ed in meglio........Dite che ho esagerato :-) ?
  • Anonimo scrive:
    Sì, vabbe'...
    Il decoder deve essere polifunzionale e permettere all'utente di accedere [...] anche alla tv via internet e al satellite, oltre al digitale terrestre, [...]Il DTT italiano cambia rotta? ...Scusate ma ci crederò - forse - quando lo vedrò.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sì, vabbe'...
      - Scritto da:
      Il decoder deve essere polifunzionale e
      permettere all'utente di accedere [...] anche
      alla tv via internet e al satellite, oltre al
      digitale terrestre,
      [...]
      Il DTT italiano cambia rotta?


      ...Scusate ma ci crederò - forse - quando lo
      vedrò.In nessun altro paese i decoder sono come dicono questi idioti tanto per attaccare Berlusconi. I decoder non li fanno in Italia, si producono in Cina come tutto il resto. Invece di aprire procedure contro di noi allora le aprano contro tutti i produttori hardware del pianeta, vediamo che succede. L' UE è proprio uno schifo come l' URSS, i cannati '68ini al potere, il neocomunismo spacciato per democrazia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sì, vabbe'...

        L' UE è proprio uno schifo come l' URSS, i
        cannati '68ini al potere, il neocomunismo
        spacciato per democrazia.Visto che sono democraticamente eletti non vedo cosa altro possa essere.Ma del resto il vero amico di Czar KGB-Putin è Berlusconi - non Prodi.
    • MeMedesimo scrive:
      Re: Sì, vabbe'...
      Piccola considerazione:e chi ha già comprato il decoder (per i quali sono stati tra l'altro spesi soldi pubblici) che ci fa?Ehm... una risposta me la immagino già, quindi potete anche evitarla :)- Scritto da:
      Il decoder deve essere polifunzionale e
      permettere all'utente di accedere [...] anche
      alla tv via internet e al satellite, oltre al
      digitale terrestre,
      [...]
      Il DTT italiano cambia rotta?


      ...Scusate ma ci crederò - forse - quando lo
      vedrò.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sì, vabbe'...
        per vedere la televisione broadcast (quella vera), il televideo, i contenuti interattivi funziona e funzionerà.
  • Anonimo scrive:
    Grazie An, Grazie Gasparri, Grazie Forza
    Grazie anche a Forze Italia, avete fatto molto per noi con il DTT
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie An, Grazie Gasparri, Grazie F
      Bhè se era per i tuo paladini avevamo ancora l'Istituto Luce
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie An, Grazie Gasparri, Grazie F
        Guarda che l'Istituto Luce esiste ancora - e meno male che cura gli archivi, perché gli Italiani hanno una memoria corta, molto corta.
  • Anonimo scrive:
    Grazie Silvio, Grazie Gasparri
    Grazie Silvio, e' sempre bello che farCI pagare il DTT e poi le multe del DTT.
  • Enzo4510 scrive:
    C'era qualcosa che non tornava....
    Una cosa che non riuscivo a capire era perchè la sinistra non avesse attaccato Berlusconi su questa legge. Certo l' aveva attaccato sulla questione dei decoder, ma è una cosa talmente risibile rispetto agli altri interessi in gioco, che adesso mi viene da pensare che quella questione è stata costruita ad arte per far vedere che su qualcosa la sinistra non era d' accordo.Ma come, Berlusconi proprietario di tre televisioni, monopolista privato e tutto quello che si è sempre detto, fa una legge per creare nuove televisioni e nessuno trova niente da dire?Vuol dire che ha fatto tutto bene? Nessun conflitto di interessi?Vi ricordate quante discussioni ci furono all' epoca dell' assegnazione delle frequenze attuali? Articoli, discussioni, dibattiti in tv, chi voleva togliere una rete a berlusconi, chi voleva privatizzare la rai, chi diceva una licenza per ogni operatore. C'era anche, tra i più tecnofili di sinistra di allora, chi diceva che la soluzione al problema monopolio/duopolio televisivo sarebbe stato il digitale: moltiplichiamo i canali e ciao ciao Berlusconi.Bene. Il digitale lo fa proprio Berlusconi; moltiplicare i canali dovrebbe essere contro i suoi interessi come operatore dominante quindi se la legge la fa lui ci deve essere sicuramente qualche magagna a suo favore.Invece niente.Nessuna discussione, nessuno che si chiede chi se li prenderà questi canali.Tutta l' attenzione concentrata su quella cazzata dei decoder.Ora si capisce tutto.Si erano messi d' accordo per spartirseli tra rai e mediaset.Bye, bye popolo bue.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 luglio 2006 15.18-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: C'era qualcosa che non tornava....
      la legge obbliga a mettere a disposizione banda per trasmettere! anche se rai e mediaset si spartissero tutte le frequenze esisterebbero comunque altre "televisioni"!
      • Anonimo scrive:
        Re: C'era qualcosa che non tornava....
        Sì, ma se la legge prevede che le frequenze possano essere assegnate solo a chi ne aveva in analogico... il legislatore italiano, sia di "destra" che di "sinistra" è sempre molto "furbo". Basterebbe insegnargli a bastonate cos'è la democrazia.Sinceramente per l'assegnazione delle frequenze sarebbe stata molto più semplice una bella asta completa di piano industriale e con limiti di assegnazione ad un singolo, con l'avvertenza che erano in prova per qualche anno. Se dopo tale data la TV trasmette solo televendite e maghi paga una megamulta e gli viene ritirata la licenza. Avrebbero fatto molti più soldi (le frequenze in Italia sono date in concessioni ad un prezzo irrisorio...) e sarebbe nata una TV migliore. Ma siamo in Italia...
  • grassman scrive:
    DTT vs DDT
    Come il ddt: di punto in bianco ci si rese conto che faceva male, poi lo hanno abolito.Peccato che noi, sirene odiate dai più, dicevamo da anni (e i miei antichi post fanno memoria) che sto DTT era stato gestito a dir poco male.Che cacchio, liberiamo le frequenze radiotelevisive e destiniamole al WiMax. Così è evoluzione e innovazione!Passiamo da un modello passivo come la televisione, ad uno attivo come internet.Basta Fede, TG1, sbocchi di sangue vari (E.R.), fiction, miss itaGlia, ballando di quà e pisciando di la. Voglio la libertà di navigare. Libertà che manca in molte parti d'italia...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 luglio 2006 14.51-----------------------------------------------------------
    • Ataru73 scrive:
      Re: DTT vs DDT
      - Scritto da: grassman
      Che cacchio, liberiamo le frequenze
      radiotelevisive e destiniamole al WiMax. Così è
      evoluzione e
      innovazione!Poi la cassa integrazione a quelle 10 - 20 mila persone che lavorano nella TV la detrai dal tuo stipendio?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 luglio 2006 16.08-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: DTT vs DDT
        - Scritto da: Ataru73
        - Scritto da: grassman

        Che cacchio, liberiamo le frequenze

        radiotelevisive e destiniamole al WiMax. Così è

        evoluzione e

        innovazione!

        Poi la cassa integrazione a quelle 10 - 20 mila
        persone che lavorano nella TV la detrai dal tuo
        stipendio?Chissenefrega di loro!Non si può frenare il progresso per lobby e storie sindacal-nazionali.Gli altri stati ci mordono il qulo e noi dobbiamo accordarci con tassinari, farmacisti e lobbisti del cavolo... mha!
        • Ataru73 scrive:
          Re: DTT vs DDT
          - Scritto da:
          Chissenefrega di loro!

          Non si può frenare il progresso per lobby e
          storie
          sindacal-nazionali.

          Gli altri stati ci mordono il qulo e noi dobbiamo
          accordarci con tassinari, farmacisti e lobbisti
          del cavolo...
          .

          mha!Me ne frega eccome... se non altro perchè i costi del loro reinserimento / mantenimento ricadrannmo sulle mie (e sulle tue) spalle.Togliere il lavoro a 20 mila persone è un po' diverso che ridurre i guadagni di tassisti e farmacisti.Non puoi fare cambiamenti strutturali di questa portata in una settimana... i costi sociali (che poi si traducono volgarmente in soldi da spendere) non sono sostenibili.
        • Anonimo scrive:
          Re: DTT vs DDT


          Chissenefrega di loro!

          Non si può frenare il progresso per lobby e
          storie
          sindacal-nazionali.

          Gli altri stati ci mordono il qulo e noi dobbiamo
          accordarci con tassinari, farmacisti e lobbisti
          del cavolo...
          Vedrai che a te e alla tua categoria riusciranno a mettertelo dappertutto!
      • Anonimo scrive:
        Re: DTT vs DDT
        Modificato dall' autore il 20 luglio 2006 16.08
        --------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    costruire vs distruggere
    Per fortuna il potere di insistere ce l'ho anchio, fino alla censura, e quindi ribadirò le solite cose.Chissà perchè molti italiani sono bravissimi a distruggere e poco inclini a costruire. La vicenda DT è l'ennesimo esempio: perchè affossarlo? Nessuno ci ha "rubato" sopra qualcosa e i vantaggi politici a un certo punto devono pur finire. Non mi pare che Gentiloni abbia le idee chiare, non mi pare che ci sia un piano, mi pare solo che si faccia un sacco di "pasticci" (una parola che ultimamente piace molto alla sinistra).Non è stata aperta alcuna procedura di infrazione, nel senso che date voi alla notizia: sono state chieste spiegazioni non circa i vantaggi dati al duopolio, che sono supposti da voi ma non dall'UE, ma in merito al meccanismo di transizione dalle concessioni analogiche a quelle digitali. La storia che esiste il duopolio e berlusconi e tutte le solite vecchie lamentele non è stata presa in considerazione dalla UE, soltanto il meccanismo per cui chi aveva una licenza analogica poteva averne una digitale. E non è la prima volta che la UE chiede, ed ottiene, spiegazioni senza "comminare multe".Come si fa a sostenere ancora il tema del duopolio? I poli sono tre, c'è anche LA7 che nella scorsa stagione il venerdì sera faceva il pieno di ascolti. Gli mancano i filmoni, è vero, ma è solo una questione di soldi: ha uno dei più visti talk show politici e mi pare che influenzi più di R4, se proprio vogliamo scendere su questo piano.La UE, però, non si preoccupa di questo, si preoccupa che se Punto Informatico volesse acquisire una licenza per trasmettere non potrebbe farlo perchè non ne ha una analogica. Però, ed è quello che qualcuno dovrebbe spiegare al ministro (confido negli amici di altroconsumo che sono diventati i consulenti ufficiali del ministero alla faccia delle mille univesità italiane) che per frasmettere un "flusso audiovisivo" del tipo "tv" non serve possedere l'antenna, basta mettersi d'accordo con chi gestisce l'antenna e affittare uno spazio. Tutto qui. Quanti sono quelli che possiedono un'antenna da affittare? Potenzialmente moltissimi, tutti coloro i quali trasmettevano in analogico, ovvero tutte le tv private che adesso si ritrovano tanta banda a disposizione per farci passare cinque programmi contemporaneamente e non sanno che farci: infatti vendono gli impianti e la concessione a qualcuno disposto a comprarla. E chi la compra? Chi è disposto ad investire soldi ed ha già l'organizzazione tecnica per gestire impianti di trasmissione sul territorio nazionale, che è tutta una montagna.Morale: gestire una rete digitale è molto complicato ed infatti non ci sono decine di operatori di telefonia mobile, ce ne sono tre/quattro e allo stesso modo ci sarebbero tre quattro operatori di rete digitale terrestre. Non c'è corrispondenza fra il "possesso delle frequenze" e "i canali televisivi che si vedono" quindi a cosa serve preoccuparsi che mediaset non abbia tutte queste frequenze? (sui gionali le misurano in percentuale!)Chi si giova dello stallo del DT fino al 2012? I giornali di carta, che nel frattempo comprano reti televisive locali, e SKY che non è stata "disturbata" neanche nella programmazione dei mondiali. Perchè Gentiloni, che tanto chiede "contenuti", non fa qualcosa per imporre alla RAI di mettere sul piatto i contenuti? Forse perchè RAI ha un accordo commerciale con SKY? Il vero duopolio è nella raccolta pubblicitaria: nessuno ha niente da dire a proposito?Perchè voi "giornalisti" non fate un po di sano giornalismo "advocacy" invece di fungere da megafono di settori "politico economici" neanche tanto precisi?federico rocchi
    • Anonimo scrive:
      Re: costruire vs distruggere
      Ho sognato che lo Stato facesse un censimento rigoroso e dettagliato di come sono utilizzate le frequenze destinate alle trasmissioni televisive su tutto il territorio nazionale, con mappati i titolari delle concessioni e le frequenze, l'effettivo utilizzo nell' arco della giornata, la mappa delle singole antenne trasmissive con le potenze e le zone di puntamento.Fatto questo si tolgono TUTTE le frequenze a TUTTI e le si riassegnano in ISOFREQUENZA per i canali NAZIONALI, e in maniera pulita e ordinata a TUTTI gli altri canali LOCALI (quanti di questi ne usano 2 o fanno come gli pare).Un giorno di black-out televisivo, i gestori cambiano le frequenze, noi risintonizziamo i tv e tutto ritorna come prima, tranne la qualita' di trasmissione enormemente migliore ed un certo numero di frequenze libere disponibili a nuovi editori.Nessuno ha cacciato una lira.Tutto funziona meglio, tecnicamente e burocraticamente.Ma e' solo un sogno...Paolo
    • Anonimo scrive:
      Re: costruire vs distruggere
      mi sembra solo che la cosa schifosa sia un altrache mentre quel comunista di Bush abbia incassato 10 milirdi di dollari dalla concessione delle licenze ( riuscendo anche ad abbassare le tasse del 7% ) in Italia si siano spesi almeno 400 milioni di euro di soldi pubblici prelevati dalle nostre tasche attraverso le tasse per foraggiare il DTT, COME LO SPIEGATE?
      • Anonimo scrive:
        Re: costruire vs distruggere
        - Scritto da:
        mi sembra solo che la cosa schifosa sia un altra
        che mentre quel comunista di Bush abbia incassato
        10 milirdi di dollari dalla concessione delle
        licenze ( riuscendo anche ad abbassare le tasse
        del 7% ) in Italia si siano spesi almeno 400
        milioni di euro di soldi pubblici prelevati dalle
        nostre tasche attraverso le tasse per foraggiare
        il DTT, COME LO
        SPIEGATE?Con tutto quello che finanziamo con le tasse tu ti preoccupi di quattro soldi per il DVB-T ? Quando erano tutti dati ad Agnelli per auto e moto andava tutto bene, eh ? Bhà !Bush comunista ? Ma che dici ? Il tuo D'Alema è comunista.
    • Anonimo scrive:
      Re: costruire vs distruggere
      - Scritto da:
      Per fortuna il potere di insistere ce l'ho
      anchio, fino alla censura, e quindi ribadirò le
      solite cose.si può continuare a sbagliare all'infinito, dicendo sempre le stesse cose.L'UE ti tà torto
      Chissà perchè molti italiani sono bravissimi a
      distruggere e poco inclini a costruire.come quando si costruisce mostri edili sulle spiagge o sulle coste protette?
      perchè affossarlo? perché avvantaggia pochi individui. Uno in particolare
      Nessuno ci ha "rubato" sopra qualcosaBerlusconi sì
      Non mi pare che Gentiloni abbia le idee
      chiare, abbattere la Gasparri condannata in sede UE. Mi pare che una idea chiara ci sia
      Non è stata aperta alcuna procedura di
      infrazione, ci fanno la cortesia di un avvertimentoma che la Gasparri fosse ILLIBERALE era già noto da molto tempo
      sono state chieste spiegazioni non circa i
      vantaggi dati al duopolio, che sono supposti da
      voi ma non dall'UE, ma in merito al meccanismo di
      transizione dalle concessioni analogiche a quelle
      digitali. che avvantaggi chi già ha le mani in pasta nell'analogico
      La storia che esiste il duopolio e
      berlusconi e tutte le solite vecchie lamentele
      non è stata presa in considerazione dalla UE,stai scherzando?
      Come si fa a sostenere ancora il tema del
      duopolio?le percentuali di detenzione delle frequenze analogiche, che risultano la tecnologia televisiva maggioritaria
      al ministro (confido negli amici di altroconsumo
      che sono diventati i consulenti ufficiali del
      ministero alla faccia delle mille univesità
      italiane) che cìè? hai paura della voce del Popolo dei consumatori?
      che per frasmettere un "flusso
      audiovisivo" del tipo "tv" non serve possedere
      l'antenna, basta mettersi d'accordo con chi
      gestisce l'antenna e affittare uno spazio.quindi esiste la figura del soggetto privilegiato in qualità di emittente e gestore d'antenna.Avevi la soluzione sotto il naso ma non te ne sei accorto?
      • Anonimo scrive:
        Re: costruire vs distruggere
        Berlusconi ha rubato ? Ma dove ? Sono 14 anni che la gente di sinistra come te rompe le scatole con questa propaganda. Intanto le uniche intoccabili a cui la GdF non può osare far niente sono Coop ed Unipol.. ma guarda caso,eh ? Le aziende di Berlusconi controllate di continuo come nessun altro. L' UE dà torto ? Ecchisenefrega dell' UE ! Ma chi è l' UE ? Un accrocco burocratico a cui anche i cittadini francesi sinistroidi pacifisti di facciata hanno votato contro, ecco cosa è l' UE. L' UE è morta e sarebbe ora di chiudere lo schifoso Parlamento Europeo che è solo un immane spreco di soldi e sorta di problemi. L' UE deve esistere esclusivamente come accordo di scambio merci, basta con politica e burocrazia. - Scritto da:

        - Scritto da:

        Per fortuna il potere di insistere ce l'ho

        anchio, fino alla censura, e quindi ribadirò le

        solite cose.

        si può continuare a sbagliare all'infinito,
        dicendo sempre le stesse
        cose.

        L'UE ti tà torto


        Chissà perchè molti italiani sono bravissimi a

        distruggere e poco inclini a costruire.

        come quando si costruisce mostri edili sulle
        spiagge o sulle coste
        protette?


        perchè affossarlo?

        perché avvantaggia pochi individui. Uno in
        particolare


        Nessuno ci ha "rubato" sopra qualcosa

        Berlusconi sì


        Non mi pare che Gentiloni abbia le idee

        chiare,

        abbattere la Gasparri condannata in sede UE.
        Mi pare che una idea chiara ci sia


        Non è stata aperta alcuna procedura di

        infrazione,

        ci fanno la cortesia di un avvertimento

        ma che la Gasparri fosse ILLIBERALE era già noto
        da molto
        tempo


        sono state chieste spiegazioni non circa i

        vantaggi dati al duopolio, che sono supposti da

        voi ma non dall'UE, ma in merito al meccanismo
        di

        transizione dalle concessioni analogiche a
        quelle

        digitali.

        che avvantaggi chi già ha le mani in pasta
        nell'analogico


        La storia che esiste il duopolio e

        berlusconi e tutte le solite vecchie lamentele

        non è stata presa in considerazione dalla UE,

        stai scherzando?


        Come si fa a sostenere ancora il tema del

        duopolio?

        le percentuali di detenzione delle frequenze
        analogiche, che risultano la tecnologia
        televisiva
        maggioritaria


        al ministro (confido negli amici di altroconsumo

        che sono diventati i consulenti ufficiali del

        ministero alla faccia delle mille univesità

        italiane)

        che cìè? hai paura della voce del Popolo dei
        consumatori?


        che per frasmettere un "flusso

        audiovisivo" del tipo "tv" non serve possedere

        l'antenna, basta mettersi d'accordo con chi

        gestisce l'antenna e affittare uno spazio.

        quindi esiste la figura del soggetto privilegiato
        in qualità di emittente e gestore
        d'antenna.

        Avevi la soluzione sotto il naso ma non te ne sei
        accorto?
  • Anonimo scrive:
    Curioso strabismo europeo.
    Chiedono all'Italia di non rafforzare col DTT lo strapotere del duopolio RAI-MEDIASET ma non hanno nulla in contrario a che il duopolio diventi, con l'aggiunta del monopolista del satellite, un triumvirato, forse ancora più blindato contro l'ingresso di altri operatori.Murdock unge le ruote europee?
  • Anonimo scrive:
    Il MAGNA-MAGNA ITALIOTA....
    ...ha costretto Brussel a procedere contro l' Italia.Ringraziate il NANO trombato e il suo servo Gasparro ex ministro delle telecomunicazioni addetto a riempire le saccocce del suo padrone.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il MAGNA-MAGNA ITALIOTA....
      - Scritto da:
      ...ha costretto Brussel a procedere contro l'
      Italia.
      Ringraziate il NANO trombato e il suo servo
      Gasparro ex ministro delle telecomunicazioni
      addetto a riempire le saccocce del suo
      padrone.Ed anche del fratello...Una "famiglia" ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il MAGNA-MAGNA ITALIOTA....
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...ha costretto Brussel a procedere contro l'

        Italia.

        Ringraziate il NANO trombato e il suo servo

        Gasparro ex ministro delle telecomunicazioni

        addetto a riempire le saccocce del suo

        padrone.

        Ed anche del fratello...

        Una "famiglia" ?si,la FAMIGGHIA!(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il MAGNA-MAGNA ITALIOTA....
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          ...ha costretto Brussel a procedere contro l'


          Italia.


          Ringraziate il NANO trombato e il suo servo


          Gasparro ex ministro delle telecomunicazioni


          addetto a riempire le saccocce del suo


          padrone.



          Ed anche del fratello...



          Una "famiglia" ?

          si,la FAMIGGHIA!(rotfl)No, quella è Unipol...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il MAGNA-MAGNA ITALIOTA....
      - Scritto da:
      ...ha costretto Brussel a procedere contro l'
      Italia.
      Ringraziate il NANO trombato e il suo servo
      Gasparro ex ministro delle telecomunicazioni
      addetto a riempire le saccocce del suo
      padrone.Sarebbe meglio che "Bussel" procedesse con il paese che ha permesso la costituzione del partito dei pedofili.Ma tra culattoni, zoccole e mortadelle ci stanno bene anche gli orchi.D'altronde, non erano i comunisti che mangiavano i bambini?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il MAGNA-MAGNA ITALIOTA....
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...ha costretto Brussel a procedere contro l'

        Italia.

        Ringraziate il NANO trombato e il suo servo

        Gasparro ex ministro delle telecomunicazioni

        addetto a riempire le saccocce del suo

        padrone.
        Sarebbe meglio che "Bussel" procedesse con il
        paese che ha permesso la costituzione del partito
        dei
        pedofili.
        Ma tra culattoni, zoccole e mortadelle ci stanno
        bene anche gli
        orchi.
        D'altronde, non erano i comunisti che mangiavano
        i
        bambini?Sei un troll, non sai nemmeno di cosa stai parlando. Calderoli al tuo confronto è un intellettuale moderato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il MAGNA-MAGNA ITALIOTA....
      - Scritto da:
      ...ha costretto Brussel a procedere contro l'
      Italia.
      Ringraziate il NANO trombato e il suo servo
      Gasparro ex ministro delle telecomunicazioni
      addetto a riempire le saccocce del suo
      padrone.L' UE è comandata dalla sinistra, tutto questo è solo una mossa politica per permettere a D'Alema/Prodi di fare una legge di espropriazione contro Berlusconi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il MAGNA-MAGNA ITALIOTA....
      Intanto la svizzera da domani spegne l'analogico...si vede che gliel'ha venduti il nano anche a loro i decoder..????
Chiudi i commenti