SUSE 10, dalla comunità al mercato

SUSE 10, dalla comunità al mercato

La nuova distribuzione di Novell prende la via del mercato facendo tesoro dei preziosi contributi della comunità openSUSE.org. Parte anche un progetto per migliorare Linux desktop
La nuova distribuzione di Novell prende la via del mercato facendo tesoro dei preziosi contributi della comunità openSUSE.org. Parte anche un progetto per migliorare Linux desktop


Waltham (USA) – Novell ha ufficialmente lanciato la sua prima distribuzione Linux, SUSE Linux 10 , realizzata con il contributo della giovane comunità di sviluppatori volontari openSUSE . La nuova release di questo sistema operativo raccoglie l’eredità di SUSE Linux Professional e, come tradizione, strizza l’occhio agli utenti consumer.

“Per la prima volta, abbiamo ricevuto degli input dalla comunità openSUSE attraverso le fasi di beta testing di SUSE Linux e questo feedback sta ora differenziando il prodotto”, ha affermato David Patrick, vice president e general manager della divisione open source di Novell. “La comunità Linux ci sta aiutando ad ampliare l’usabilità della distribuzione di SUSE Linux, e noi ci siamo affrettati a rilasciare SUSE Linux 10.0”.

Novell ha tenuto a sottolineare come SUSE Linux 10 non trascuri anche i power user e, in generale, coloro che necessitano di funzionalità più avanzate. Fra le oltre 1.500 applicazioni open source che fanno parte della nuova distribuzione, infatti, si trovano software per l’hosting web, lo sviluppo di applicazioni, l’installazione di reti, la virtualizzazione e la condivisione di file.

Sebbene Novell abbia ufficialmente lanciato SUSE 10 negli scorsi giorni, la nuova distribuzione è già disponibile per il download sul sito di openSUSE da circa una settimana. Il software è disponibile sia in versione Evaluation , che contiene gli stessi pacchetti della versione retail (ma manca di supporto ufficiale e manuali cartacei), sia in versione OSS (Open Source Software), scevra di qualsiasi programma proprietario (ad esempio, Adobe Reader e Flash Player). La versione Evaluation può essere scaricata anche in versione DVD, mentre quella Retail (che costa 59 euro) può essere ordinata su di un singolo DVD a doppio layer contenente un numero extra di pacchetti. Il progetto openSUSE permette anche di scaricare le release in via di sviluppo, come l’attuale 10.1 .

SUSE Linux 10, che gira su PC x86 a 32 o 64 bit, ha per cuore il kernel 2.6.13 e come interfacce grafiche KDE 3.4.2 e GNOME 2.12. La distribuzione include poi una versione quasi definitiva di OpenOffice 2.0, il software di virtualizzazione Xen 3, il motore di ricerca desktop Beagle, il framework per lo sviluppo di applicazioni MS.NET Mono 1.1.8, il database PostgreSQL 8.0.3, il software per la condivisione e la sincronizzazione di file iFolder 3, e le più recenti versioni dei browser Opera e Firefox.

SUSE Linux 10 include diversi tool per la migrazione da Windows e fornisce all’utente la possibilità di essere installato in modalità dual-boot con il sistema operativo di Microsoft.

Pochi giorni fa Novell ha festeggiato il raggiungimento dei 4.500 iscritti a openSUSE.org , volontari impegnati non soltanto nella scrittura di codice, ma anche nella realizzazione dei vari servizi a disposizione della comunità: pagine web, wiki, forum, localizzazioni, contenuti editoriali. In seno a openSUSE è anche nata l’iniziativa Better Desktop , che ha lo scopo di migliorare l’usabilità delle applicazioni desktop per Linux mettendo a disposizione degli sviluppatori informazioni e video che analizzano pregi e difetti di funzionalità e interfacce. L’iniziativa si affianca a progetti come Openusability.org e al neonato Tango Project .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 10 2005
Link copiato negli appunti