SUSE Linux abbraccia il kernel 2.6

SUSE (Novell) annuncia il prossimo rilascio di una versione del proprio sistema operativo che si avvantaggerà del nuovo kernel e delle ultime versioni di GNOME, KDE e Samba


Hannover (Germania) – In grembo alla sua nuova proprietaria, Novell , il distributore tedesco SUSE ha dato alla luce una nuova versione del proprio sistema operativo SUSE Linux, la 9.1, che abbraccia il giovane kernel 2.6 e si aggiorna alle più recenti versioni di GNOME, KDE e Samba.

Novell afferma che il nuovo SUSE Linux 9.1, disponibile nell’edizione Personal e Professional, è “la prima completa soluzione commerciale di prodotti Linux basati sul kernel 2.6”. L’ultimo kernel di Linux si trova alla base di alcune altre distribuzioni, fra cui la recentissima Mandrake Linux 10 .

La versione a 64 bit di SUSE Linux 9.1 Professional viene fornita insieme a quella a 32 bit e supporta sia l’architettura AMD64 di AMD che la recentemente annunciata Extended Memory 64 Technology di Intel, anche nota come IA-32e. Nell’edizione Personal è invece incluso un Live CD che permette di utilizzare il sistema operativo di SUSE senza la necessità di installarlo.

Secondo Charlie Ungashick, direttore del marketing prodotti di Novell, la nuova distribuzione offre un incremento delle performance compreso fra il 3% e il 5%, incremento in buona parte dovuto alla maggiore efficienza del kernel 2.6. Novell ha spiegato che quest’ultimo, oltre a migliorare l’esecuzione simultanea di più applicazioni, utilizza una nuova modalità DMA (Direct Memory Access) in grado di “accelerare la masterizzazione di CD e DVD” e ottimizzare l’accesso ai drive. Grazie all’ultimo kernel, SUSE Linux 9.1 beneficia poi della nuova e più avanzata architettura audio Advanced Linux Sound Architecture ( ALSA ) e del migliorato supporto allo standard per la gestione dei consumi Advanced Configuration and Power Interface ( ACPI ).

Fra le altre novità di maggior rilievo di SUSE Linux 9.1 vi è poi l’inclusione delle più recenti versioni dei desktop environment GNOME e KDE, presenti rispettivamente nella versione 2.4.2 e 3.2.1, e di Samba 3 , la nuova release del noto software utilizzato per creare reti locali condivise fra client Linux e Windows. La distribuzione contiene poi il tool di configurazione YaST 2, la suite per l’ufficio OpenOffice 1.1, le applicazioni di videoscrittura Textmaker e Planmaker, l’applicazione di home banking Moneyplex, il “clone” open source di MS Access Rekall e l’editor HTML WYSIWYG Quanta Plus.

SUSE Linux 9.1 sarà disponibile a partire dal 6 maggio al prezzo di 30 dollari per l’edizione Personal e di 90 dollari per quella Professional. Quest’ultima include 5 CD, 2 DVD a doppia faccia, manuale utente e guida all’amministrazione, e 90 giorni di supporto per l’installazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • avvelenato scrive:
    Re: inutilità
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: avvelenato

    l'impressione che ne ricavo è di
    una

    certa qual inutilità.



    hanno latenze più alte delle ddr

    normali.

    Hanno latenze piu alte perche le DDR2 sono
    state sviluppate con il duplice obiettivo di
    aumentare la banda di I/O di picco
    e di ridurre i consumi.
    ti ringrazio per la spiegazione chiarissima! ora sono un tantino più convinto (visto che il dissipatore attivo sulla ram non ce lo voglio).
  • TaGoH scrive:
    Re: inutilità
    b'è basta vedere quali sono i programmi che spostano grandi quantità di dati in burst.. cosi al volo mi vengono in mente cose tipo motori 3D con complessi mondi e texture oscene da far arrivare alla scheda video...E parliamo di giochi a questo puntoMa anche guardare Filmati la cosa è ottima.Non nel senso che arrivano i dati + velocemente dal HD cosa che non centra niente con la RAM ma che puoi fare + calcolisullo stesso quantità di dati e quindi implementare algoritmi migliori anche se più pesanti.E sempre nello stesso ragionamente comprimere e decomprimere file (NON con winzip che è limitato ormai solodall'interfaccia dell'HD, ma per usempio UHA...)Ma hai ragione, in WORD e EXCEL o EXPLORER non vedrai mai la differenza!ma a quel punto siamo un bel pò oltre a l'utile...
  • Anonimo scrive:
    Re: inutilità
    - Scritto da: avvelenato
    l'impressione che ne ricavo è di una
    certa qual inutilità.

    hanno latenze più alte delle ddr
    normali.Hanno latenze piu alte perche le DDR2 sonostate sviluppate con il duplice obiettivo diaumentare la banda di I/O di piccoe di ridurre i consumi.La tensione di alimentazione passa dai 3.3Vdelle DDR agli 1.8V delle DDR2 (e questoriduce parecchio i consumi), ogni singolo chipse esternamente fornisce N bit a clock F*internamente* lavora con un bus datiampio 2*N bit che lavora con clock di frequenza F/2(ed anche questo aiuta ad abbattere i consumi).Questo ovviamente lo si paga con latenzepiu elevate, ma in compenso con la tecnologiadi produzione attuali diventa possibile realizzaredei chip DDR2 ad 800Mhz di data rateche non hanno bisogno di ventole di raffreddamento(perche internamente sono come delle DDR 400 a bus raddoppiato in ampiezza e tensione ribassata).:) anzi :|
  • Anonimo scrive:
    Re: inutilità

    ho sbagliato ad esprimermi.. colpa del
    sonno... intendevo un utente prosumer... che
    non lavora col pc, ma insomma è
    attento alle prestazioni.. apparte i
    benchmarck con cui bullarsi con gli amici..
    dove guadagna?!?ci mette meno a rippare un dvd in divx :)
  • avvelenato scrive:
    Re: inutilità
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: avvelenato


    e al di là del calcolo
    scientifico,

    all'utente medio cosa gliene viene?

    l'utente medio potrebbe continuare a vivere
    con un fornello duron 1300, 256mb di ram 133
    e un hd da 30 gb... tutto il resto
    è..... essere fighi :Dho sbagliato ad esprimermi.. colpa del sonno... intendevo un utente prosumer... che non lavora col pc, ma insomma è attento alle prestazioni.. apparte i benchmarck con cui bullarsi con gli amici.. dove guadagna?!?
  • Anonimo scrive:
    Re: inutilità
    - Scritto da: avvelenato
    e al di là del calcolo scientifico,
    all'utente medio cosa gliene viene?l'utente medio potrebbe continuare a vivere con un fornello duron 1300, 256mb di ram 133 e un hd da 30 gb... tutto il resto è..... essere fighi :D
  • avvelenato scrive:
    Re: inutilità
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: avvelenato

    l'impressione che ne ricavo è di
    una

    certa qual inutilità.



    hanno latenze più alte delle ddr

    normali.

    In base a quello che ho letto, ma potrei
    sbagliarmi, i tempi di latenza indicati per
    le memorie sono misurate sempre in relazione
    al clock al quale girano. Quindi, se stai
    parlando ad esempio di CAS Latency etc, il
    valore intero che leggi può anche
    essere più alto, ma essendo una
    misura relativa, considerando le prestazioni
    assolute (e quindi anche i cicli di clock),
    sono più veloci.
    è esatto, infatti le ddr2 produrranno margini prestazionali solo a partire dai 650 mhz in su (horror, i dissipatori attivi sulle ram di un pc consumer!!!!)
    Sempre in base a quel che ricordo, una
    maggior larghezza di banda della memoria
    torna molto utile nei calcoli in virgola
    mobile.e al di là del calcolo scientifico, all'utente medio cosa gliene viene?
  • Anonimo scrive:
    Re: inutilità
    - Scritto da: avvelenato
    l'impressione che ne ricavo è di una
    certa qual inutilità.

    hanno latenze più alte delle ddr
    normali.In base a quello che ho letto, ma potrei sbagliarmi, i tempi di latenza indicati per le memorie sono misurate sempre in relazione al clock al quale girano. Quindi, se stai parlando ad esempio di CAS Latency etc, il valore intero che leggi può anche essere più alto, ma essendo una misura relativa, considerando le prestazioni assolute (e quindi anche i cicli di clock), sono più veloci.Sempre in base a quel che ricordo, una maggior larghezza di banda della memoria torna molto utile nei calcoli in virgola mobile.
  • avvelenato scrive:
    inutilità
    l'impressione che ne ricavo è di una certa qual inutilità.hanno latenze più alte delle ddr normali.a mio parere, considerando che relativamente a breve si cambieranno molti standard, dal pci-express, al btx, anche qualche "geniale inventore" (nonché detentore di qualche royalities) ha tirato fuori dal cilindro 'ste ddr2 per dire "ah ci sono anche io!"apparte le supposizioni acidelle: qualcuno mi spiegherebbe in che tipo di appz queste memorie ultraveloci ma con più latenza potrebbero servire?
Chiudi i commenti