(S)viste in rete

Alice e il peer-to-peer - Benevento a Roma tramite ICQ - Se esplode un sito è colpa della dinamite? - La bomba che rotola e l'effetto shock

Roma – Quella di oggi è la prima “raccolta di segnalazioni” che apparirà di quando in quando su Punto Informatico, segnalazioni di chicche, nefandezze e, appunto, (s)viste trovate nei software, nelle news e nella grande rete dagli utenti che scrivono in redazione

Benevento a… Roma?
Spett. Redazione, vorrei segnalarvi un piccolo bug nel programma icq lite che utilizzo da qualche tempo.
Infatti se si utilizza questo programma e si inserisce nelle varie opzioni relative alla città in cui si vive il nome “Benevento” il programma tramuta Benevento in “Città del Vaticano” per cui se si effettua una ricerca per individuare gli utenti di Benevento non si troverà nessuno.
Si deve quindi procedere individuando gli utenti che vivono a Città del Vaticano, sperando poi che non vivano li ma proprio a Benevento. Si tratta di un bug curioso. Ciao, Marco.

TNT, il sito fa BUM
Ragazzi, questa è una chicca… Sul loro sito si legge:
Il corriere espresso più veloce ed affidabile – TNT, leader nella distribuzione espressa globale e nella logistica, in Italia è prima per gamma di servizi e soluzioni, prima per competenza, affidabilità e rapidità nelle consegne. Vero punto di riferimento per le spedizioni nazionali ed internazionali.

Beh, lanciate un browser a piacere ed andate qui . Giocando con il numero del parametro ConsigNos potete guardare le spedizioni in partenza da un determinato mittente (almeno così sembra).
Come? Ah, se non si conosce l’URL non succede niente?
Bene allora andate qui: http://www.tnt.it
Fate una ricerca per Rif. mittente cercando qualsiasi cosa. Poi inserite qualsiasi cosa per la lettera di vettura
Ritornate alla “videata di immissione” Adesso fate una ricerca per Rif. mittente a vuoto.
Non ho contattato TNT perchè non saprei proprio cosa scrivere, magari se lo fate voi è meglio:)
Buon lavoro.
I.G.

ps. E’ ovvio che conoscendo ad esempio il codice di una propria spedizione, sia possibile guardarsi tutto lo storico delle spedizioni di un determinato fornitore, pero’ proprio per questo trovo molto più furbi quelli di UPS che dicono espressamente:
“AVVERTENZA: UPS vi autorizza ad utilizzare i sistemi di ricerca UPS soltanto per ricercare spedizioni affidate da o per voi a UPS per effettuare consegne, non per altro scopo. Ogni altro utilizzo dei sistemi di ricerca e delle informazioni UPS è rigorosamente proibito.”

nota di PI: Ciao I.G., abbiamo avvertito TNT. Sebbene questo baco non esponga dati personali va certo risolto, e il sito certo sarà controllato perché continui a garantire l’integrità dei dati che gestisce

Alice e il peer-to-peer
Cara Redazione di Punto Informatico, navigando per il web in questi giorni mi sono imbattuto in una serie di link che mi annunciavano il passaggio in automatico della velocità delle connessioni Adsl a 640.
Essendo cliente di Alice Adsl, già sapendo dai vari mezzi di comunicazione di questa nuova offerta, ho voluto approfondire leggendo le condizioni che riportava il portale di alice.
Così ho aperto una pagina dedicata . Nulla di nuovo sotto il sole, fin quando non mi sono imbattuto in un punto che mi ha destato stupore:
“Inoltre grazie anche all’aumento a 256 Kbps della velocità di upload potrai utilizzare al meglio tutte le applicazioni peer to peer per la condivisione e lo scambio di file.”
Beh… che lo sviluppo della banda larga fosse in gran parte dovuto al peer to peer non è un fatto nuovo, ma quello che desta scalpore e che la stessa “Alice”, pur di accalappiare nuovi clienti, inserisca una frase che sa molto di istigazione all’utilizzo del peer to peer.
Mi sbaglio o questa frase vuol significare “scaricherai il tuo film in metà del tempo, lo condividerai molto più velocemente”… certo nessun accenno all’illegalità, tanto per un normale processo mentale ognuno completerà la frase da sé. Ci sarebbe da chiedersi che ce ne faremmo di 640kb/s se non si condividesse. Intelligenti pauca.
by Antonio*Shojoman

La bomba che rotola
Buongiorno pi,
questo è l’url al servizio del tg5 sul tragico attentato a Madrid
sotto c’è un banner: tra i vari in rotazione c’è anche quello di dagospia con una bella bomba che rotola:|
tg5.it
Saluti,
D. S.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Società di cybersquatters?
    Il dubbio mi viene, andando sul sito della Naming Autority italiana e consultando il database, viene fuori che hanno registrato una quantità anomala di domini. Compreso lo squallidissimo www.puttaneditalia.it..... non ho parole.
  • Anonimo scrive:
    Re: Domanda da un 19enne
    ma certo.. sarebbe un filmato "underage"dunque...ce l'hanno imbastita cosi, almeno con le chiavi:ILLEGALI -
    pregnant , underage, preteen, raped, reelkiddymov, r@ygoldLEGALI -
    mature, olderNELLA SOTTILE LINEA ROSSA -
    incest, bdsm e altri...attenti ai filmati dei vostri parenti!un giorno potrebbero essere "copiati" dai vostri pc e venduti a chiunque su internet!poi vai a dimostrare che non c'entri niente...l'avvocato lo dovrai cmq pagare.si estremizza, ovviamente....per sdrammatizzare ;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: complotto hackerpedopornoplutogiudai
    si ma se usi la gui con nmap allora vuol dire che non sei un vero hacker..ehehcondivido al 100% il tuo pensiero ;-)
    • extrabyte scrive:
      Re: complotto hackerpedopornoplutogiudai
      - Scritto da: Anonimo
      si ma se usi la gui con nmap allora vuol
      dire che non sei un vero hacker..ehehscommetto che tu invece usi la CUI allo stesso modo di trinity in matrix reloaded.BTW caxxo c'entra?
  • Anonimo scrive:
    elite for life
    Mi si spieghi che senso ha passare ANNI su un forum come penso possa essere quello di tradimenti.it per poi lamentarsi del moderatore? WTF?!?Si dovrebbe perdere il diritto ad essere chiamati hacker nel momento stesso in cui ci si fa arrestare.keep the pr0j3kt m4yh3m alive.d-
    • Anonimo scrive:
      Re: elite for life
      - Scritto da: Anonimo
      Mi si spieghi che senso ha passare ANNI su
      un forum come penso possa essere quello di
      tradimenti.it per poi lamentarsi del
      moderatore? WTF?!?Si vede che se uno che ha capito tutto. Uno dell'elite.....
      Si dovrebbe perdere il diritto ad essere
      chiamati hacker nel momento stesso in cui ci
      si fa arrestare.Non mi pare che quì qualcuno sia venuto a rivendicare tale diritto.
      keep the pr0j3kt m4yh3m alive.Ah! Allora tu sei uno di quelli che sa!
    • Anonimo scrive:
      Re: elite for life
      keep the pr0j3kt m4yh3m alive.
  • extrabyte scrive:
    Re: Magari..
    - Scritto da: opazz
    Basta che tu faccia una querela per adesso
    contro ignoti, le querele contro ignoti vengono archiviate
    e/o che rilasci le tue
    dichiarazioni, come spontanee dichiarazioni.questa è la prova provata che tu non capisci uno stracazzo. Le cd "dichiarazioni spontanee" le fa l'imputato in udienza, mentre nel caso in esame siamo nella fase di indagini preliminari. Per inciso, le "dichiarazioni spontanee" non servono a nulla.
  • extrabyte scrive:
    Re: Magari..
    - Scritto da: opazz
    Stai pur certo che se verrei in procura, se
    qualcuno gioca sporco lo capirei in poco. Ti
    ripeto, ne so abbastanza, più di
    quanto tu creda.ah ecco, abbiamo capito l'arcano.

    Il GIP ha tutti i documenti dell'azione.ROTFL.studiati un pò di procedura penale, ne hai bisogno
  • extrabyte scrive:
    Re: Magari..
    - Scritto da: opazz
    Sbagli o ancora ignori. Può
    secretarlo a te, non al "legale
    rappresentante" dell'accusato. Può
    far "catenaccio", ma se il legale fa una
    azione secondo criterio, e secondo quanto
    stabilito, questo non può opporsi.Dunque, di procedura penale non capisci una beata sega (x non dire peggio). Il segreto istruttorio è valido per ambo le parti: indagato, parte offesa. Fino a quando non c'è la discovery gli atti non possono essere letti, da nessuno, polizia e pennaioli compresi.visto che sei ignorante, rimani zitto così eviti di fare la classica figura di merda

    Il GIP è il giudice preliminare che
    conduce le indagini, ha tutte le carte che
    necessiti, e tutte le carte che hanno
    indotto l'azione fatta.ecco un'altra cazzata. È il PM che fa le indagini, non il GIP. Quest'ultimo agisce da garante dei diritti costituzionali
    Dimostra il contrario. Loro han raccolto
    prove per accusarti di questa illazione, Falso, come 2+2=5. Le prove si formano nella cd "fase dibattimentale". Nella fase delle indagini preliminari non ha senso parlare di prove.
  • extrabyte scrive:
    Re: Stato di polizia
    - Scritto da: Anonimo
    Come da Topic.
    Una volta provata l'innocenza, potrebbe a
    sua volta querelare la polizia postale?io mi trovo in una situazione simile. Vennero in casa, sequestrarono dalla ciabatta in su, non trovando niente si inventarono la presenza di un file di word con numeri di telefono e annunci hard a nome della tipa che mi aveva denunciato. per rendere più realistica la cosa, dissero che il file era coperto da pwd, ma nonostante questo riuscirono a stamparlo nel giro di pochi minuti. E tutto ciò senza nominare un perito informatico, tenendo poi conto della deficienza informatica di chi "periziò" il pc, desumibile dalla lettura del verbale (scrissero "fyle", "maus"). Naturalmente li ho denunciati. Forse insabbieranno perché i poliziotti sono protetti, ma almeno ci ho provato....
  • Anonimo scrive:
    Re: articolo gazzetta di parma
    Ma ne dicono di puttanate, questi .....
  • Anonimo scrive:
    Re: Magari..
    - Scritto da: opazz

    Ed io che credevo non ci fosse stato
    nessun

    flame! ;)

    Anche secondo me.. Tra me e te c'è
    stato solo un PACIFICO ma ROBUSTO SCAMBIO DI
    IDEE..


    Quanto detto quì, lo ribadisco..

    è una cosa, in altra piazza

    porterò avanti ogni più

    opportuna azione legale per tutelare i
    miei

    diritti. E' una cosa che comunque non va

    resa pubblica, per una precisa
    strategia di

    difesa.

    Certamente. E come ti ho detto dal primo
    post, questa come dici giustamente tu,
    precisa strategia, ti darà enormi
    benefici, al cotnrario delle parole in
    pubblico che più che bene, potrebbero
    esserti ritorte contro..


    Ma dove di competenza non mi chiamano,
    come

    faccio a dare la mia versione dei fatti?

    Basta che tu faccia una querela per adesso
    contro ignoti, e/o che rilasci le tue
    dichiarazioni, come spontanee dichiarazioni.


    Siamo ancora alle indagini preliminari
    ed io

    non vedo l'ora di affrontare la
    faccenda in

    tribunale.E allora i telegiornali che spruzzano falsità assieme alla polizia ??

    Lo credo bene e ne sono sicuro.



    Azz, allora liberalizziamo lo sfogo


    "violento"..

    Quì nessuno fino ad ora è

    stato violento! :|

    Verissimo, rispondevo a chi voleva fare
    invece il provocatorio.Provocatorio perchè non ti danno ragione ?O perchè, come è giusto, difendono la propria libertà di non diventare carne da telegiornale ????Com'è che la polizia non dirama MAI smentite in questo caso ??
  • Anonimo scrive:
    Re: relativamente al forum, CONFERMO
    Ecco, ancora una volta su questa pubblica piazza(ta), nessuno mi accusa, anzi vengo difeso. Se invece leggi sull'altro forum chissà per quale motivo vengono fatti passare messaggi offensivi nei miei confronti, anche se non chiaramente riconducibili alla mia persona.. evidentemente un'astuzia per evitarsi una querela per diffamazione. Se desideri sentirmi in privato basta un indirizzo di posta elettronica di riferimento.
  • Anonimo scrive:
    relativamente al forum, CONFERMO
    Ho letto con attenzione la lettera del presunto hacker.Non voglio entrare nel merito delle accuse che gli sono state rivolte, e mi auguro sinceramente che queste non saranno confermate (mi riferisco soprattutto a quella - ignobile - di pedofilia...).In ogni caso si tratta di pendenze penali, e saranno gli organi preposti ad attuare i procedimenti del caso.Desidero invece parlare di quanto questo signore ha riferito, relativamente al forum.Un forum che frequento anch'io - anche se sporadicamente - da molto tempo. E sono in grado di confermare ogni singola parola che ho letto, con qualche aggiunta perdipiù.Il trattamento della "redazione" nei confronti degli utenti è sempre stato oggettivamente quello descritto. Pur non trovandosi dietro le quinte, non è difficile rendersi conto del modus operandi dei cosiddetti moderatori.Aggiungo che uno di questi, parecchio tempo fa si rivolse in privato ad un "nick" femminile (con signora annessa!), facendole presente che sarebbe stato in grado di reperire i suoi dati personali, tramite la registrazione alla posta elettronica.Ora, non ho, nè ebbi modo di sapere allora, se si trattò semplicemente di una "spacconata" pseudovirile nella speranza di fare colpo, alla quale magari non sarebbero mai seguiti i fatti, ma ritengo la cosa in sè stessa sufficientemente vergognosa, e degna di essere segnalata.Per tutti questi motivi mi piacerebbe poter offrire il mio supporto, anche per un'eventuale procedimento giudiziario, alla persona scrivente.Mi trattiene solo il dubbio che possa esserci anche un minimo di fondatezza in certe accuse che gli sono state rivolte (e - personalmente - di quella di hackeraggio, poco me ne cale)Continuerò comunque a tenermi aggiornata sulla vicenda, se ce ne sarà la possibilità su queste pagine.Grazie per l'attenzione.
  • Anonimo scrive:
    Re: si vede che chi t'accusa...
    In effetti, penso che i signorotti di Parma avessero bisogno di un po' di pubblicita'....
  • Anonimo scrive:
    Re: si vede che chi t'accusa...
    - Scritto da: Anonimo
    ...ha MOLTI più soldi e amicizie
    importanti di te, perchè da un po'
    qui funziona così: basta che tu abbia
    soldi e amicizie in posti alti, che i tuoi
    desideri diventano ordini...
    E poi dicono che viviamo in uno stato
    democratico... che (amare) risate...
    Caro hacker, solidarietà: è
    tutto ciò che ti possiamo dare...La democrazia è un'utopia. Quando anche senza soldi avere conoscienze aiuta sempre, non c'è bisogno di essere ricchi, il mondo va così da sempre. E a me è successo di gente che consoceva la persona giusta in un ufficio o in posto per prendermela nel cu.. anche senza che l'altro fosse ricco.Che poi la gente sia cattiva e alcuni più di altri, beh se ve ne accorgete solo ora....Ho imparato a non rispondere più a certe persone, oggi la gente delega il pensiero a pochi e si schiera senza informarsi e ragionare. Per ultimo un po' di colpa la hai avuta pure tu, come nei matrimonio la ragione di un divorzio non è mai da una parte sola, anche se in misura diversa, il voler polemizzare a tutti i costi, insistere quando ben vedi che dall'altra parte non discutono o ragionano, beh questa è una colpa.Berlusconi è l'emissario del diavolo ma quando parla di giustizia italiana non ha tutti i torti, l'italia è il paese dove la giustizia non esiste, giudici che non fannulloni e che avanzano comunque, stipendi da favola e 3 mesi di vacanze l'anno, mancanza di professionalità e sopratutto un sistema che non è imparziale, un giudice in quanto uomo non può essere mai imparziale, una giuria di 12 persone può esserlo di più.Spero per te che tu sia fortunato e che il tuo procedimento non duri 15 anni, per il tuo pc scordatelo e comprane un altro. Siamo in italia dove un processo dura anche 50 anni
  • extrabyte scrive:
    Re: si vede che chi t'accusa...
    - Scritto da: Anonimo
    ...ha MOLTI più soldi e amicizie
    importanti di te, perchè da un po'
    qui funziona così: basta che tu abbia
    soldi e amicizie in posti alti, che i tuoi
    desideri diventano ordini...è possibile. Nel mio caso è andata proprio così: mi sequestrarono un sito di opinione solo perchè ha dato fastidio a "qualcuno" che fa intrallazzi a non finire.
  • extrabyte scrive:
    Re: l'acaro risponde
    - Scritto da: Anonimo
    Risponde Grazie!
    C'è una cosa che mi ha fatto un
    immenso piacere, il fatto che i messaggi sul
    forum relativi alla mia lettera, siano stati
    tutti cortesi, senza flame, senza troll,
    senza nessuna offesa nei miei confronti,
    anzi.. c'è molta solidarietà.
    Eppure sono una persona qualsiasi, a voi
    tutti sconosciuta, ma siete disposti a
    credermi. se non ricordo male ci conosciamo online da almeno un anno, scambiandoci post su it.diritto.internet ed email. Quindi conosco la tua storia giudiziaria e i pennaioli andrebbero come minimo linciati per le megacazzate che hanno scritto.
    Siete disposti a credermi
    perchè conoscete altri casi come il
    mio oppure li avete vissuti sulla vostra
    pelle, sapete come vengono condotte le
    indagini nel campo informatico, avete riso
    tante volte per come vengono riportate le
    notizie sui giornali, siete dei
    professionisti in campo informatico e quindi
    non vi si può prendere in giro quando
    si parla di informatica. Pare comunque che
    negli ultimi tempi si occupi di informatica
    senza comunque competenze specifiche nel
    campo.. è dir poco. Non so se ricordi la storia dell'ispettore della postale che confendeva shinystat con un provider...

    La sapete una cosa? Quello che da tanto
    fastidio a chi mi ha denunciato, è
    proprio il fatto che io parli, non gli va
    proprio giù che io abbia questo
    diritto, secondo il loro pensiero ogni cosa
    detta da me è insolenza o
    diffamazione, ma loro ogni volta che hanno
    esposto qualcosa, lo hanno fatto a casa
    loro, un piccolo mondo gestito con regole
    ritagliate su misura per ottenere ragione
    che avessero il coraggio di farlo davanti a
    tutti, dove tutti possono replicare,
    ribadire, sottolinerare quello che gli pare,
    senza censure! stessa cosa a me per il sequestro del sito in cui parlavo di chi mi aveva denunciato. Questi sono atti di prepotenza bella e buona
    La solidarietà cmq non mi
    salverà le chiappe, quello che mi
    aspetta è sicuramente un persorso
    lungo e dovrò vedermela con tutte le
    contraddizioni della giustizia.concordo. Però considera che chi sbaglia deve essere come minimo sputtanato
  • opazz scrive:
    Re: Magari..

    Ed io che credevo non ci fosse stato nessun
    flame! ;)Anche secondo me.. Tra me e te c'è stato solo un PACIFICO ma ROBUSTO SCAMBIO DI IDEE..
    Quanto detto quì, lo ribadisco..
    è una cosa, in altra piazza
    porterò avanti ogni più
    opportuna azione legale per tutelare i miei
    diritti. E' una cosa che comunque non va
    resa pubblica, per una precisa strategia di
    difesa. Certamente. E come ti ho detto dal primo post, questa come dici giustamente tu, precisa strategia, ti darà enormi benefici, al cotnrario delle parole in pubblico che più che bene, potrebbero esserti ritorte contro..
    Ma dove di competenza non mi chiamano, come
    faccio a dare la mia versione dei fatti?Basta che tu faccia una querela per adesso contro ignoti, e/o che rilasci le tue dichiarazioni, come spontanee dichiarazioni.
    Siamo ancora alle indagini preliminari ed io
    non vedo l'ora di affrontare la faccenda in
    tribunale.Lo credo bene e ne sono sicuro.

    Azz, allora liberalizziamo lo sfogo

    "violento"..
    Quì nessuno fino ad ora è
    stato violento! :|Verissimo, rispondevo a chi voleva fare invece il provocatorio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Magari..
    - Scritto da: opazz
    Sostengo di aver ragione nel contesto di
    fare una piazzata pubblica. Non dico che le
    sue parole siano aria fritta a prescindere,
    ma solo avendole dette alla pubblica piazza
    e non dove dovuto.. La capisci la sfumatura?Ed io che credevo non ci fosse stato nessun flame! ;)Quanto detto quì, lo ribadisco.. è una cosa, in altra piazza porterò avanti ogni più opportuna azione legale per tutelare i miei diritti. E' una cosa che comunque non va resa pubblica, per una precisa strategia di difesa.
    Io ci vedo solo inutilità. Se queste
    parole le avesse fatte o le ha fatte dove di
    compentenza hanno un altro peso.Ma dove di competenza non mi chiamano, come faccio a dare la mia versione dei fatti? Siamo ancora alle indagini preliminari ed io non vedo l'ora di affrontare la faccenda in tribunale.
    Azz, allora liberalizziamo lo sfogo
    "violento"..Quì nessuno fino ad ora è stato violento! :|
  • opazz scrive:
    Re: Magari..

    non cambiare le carte in tavola, da cio' che
    sostieni, spero che tu pensi di aver
    ragione, altrimenti sei tu' che vendi aria
    fritta.Sostengo di aver ragione nel contesto di fare una piazzata pubblica. Non dico che le sue parole siano aria fritta a prescindere, ma solo avendole dette alla pubblica piazza e non dove dovuto.. La capisci la sfumatura?
    Ha gia' detto 20 volte che i passi
    giudiziari li sta' gia' portando avanti,
    questa lettera e' una replica alle
    diffamazioni (a detta sua) portate avanti
    dagli accusatori. Qui su PI e/o su altri canali? Credi che verrà preso in considerazione qualcosa?
    Non ci vedo nulla di male
    in uno stato libero.
    O doveva starsene zitto e subire in silenzio?Io ci vedo solo inutilità. Se queste parole le avesse fatte o le ha fatte dove di compentenza hanno un altro peso.
    Uno sfogo del genere e il minimo che uno
    possa fare!!!
    E forse stato anche troppo tra le righe!!!Azz, allora liberalizziamo lo sfogo "violento"..
  • Anonimo scrive:
    l'acaro risponde
    Risponde Grazie!C'è una cosa che mi ha fatto un immenso piacere, il fatto che i messaggi sul forum relativi alla mia lettera, siano stati tutti cortesi, senza flame, senza troll, senza nessuna offesa nei miei confronti, anzi.. c'è molta solidarietà. Eppure sono una persona qualsiasi, a voi tutti sconosciuta, ma siete disposti a credermi. Siete disposti a credermi perchè conoscete altri casi come il mio oppure li avete vissuti sulla vostra pelle, sapete come vengono condotte le indagini nel campo informatico, avete riso tante volte per come vengono riportate le notizie sui giornali, siete dei professionisti in campo informatico e quindi non vi si può prendere in giro quando si parla di informatica. Pare comunque che negli ultimi tempi si occupi di informatica senza comunque competenze specifiche nel campo.. Non c'è stato l'intervento di nessun moderatore, nessuna censura o spostamento dei post, il che dimostra che nessuno ha manovrato nulla per far sembrare che tutti mi siano favorevoli. Internet libera funziona così, fossi stato nel torto ci sarebbe stato sicuramente qualcuno che si sarebbe accanito su di me, di questo avevo molta paura, non di chi mi accusa, perchè quì la verità è di fronte a tutti, se ne può discutere si può contraddire o confermare i pensieri di un'altro.. ma nessuno.. dico nessuno pare che mi si sia schierato contro (almeno fino a questo momento!)La sapete una cosa? Quello che da tanto fastidio a chi mi ha denunciato, è proprio il fatto che io parli, non gli va proprio giù che io abbia questo diritto, secondo il loro pensiero ogni cosa detta da me è insolenza o diffamazione, ma loro ogni volta che hanno esposto qualcosa, lo hanno fatto a casa loro, un piccolo mondo gestito con regole ritagliate su misura per ottenere ragione che avessero il coraggio di farlo davanti a tutti, dove tutti possono replicare, ribadire, sottolinerare quello che gli pare, senza censure! Permettetemi di parlare ancora delle accuse, è palese.. per chi conosce l'argomento, che non esiste definizione giuridica di "arsenale" per attacchi informatici, è non è un reato il possesso di programmi che possono essere usati per un attacco informatico anche se non appositamente progettati. Un programma è un programma, non esistono "arsenali". E' diffamazione allo stato puro il far credere che un qualcosa sia negativo qualcosa che è perfettamente lecito. E non si può fare il processo alle intenzioni.Riguardo al pedo-porno, ondando a leggersi le FAQ sul sito della Polizia, vi dovrebbero essere chiare molte cose, infatti vi è scritto che la parola "teen" è associabile a materiale pedo-pornografico, mentre in realtà con la parola teen (termine di cui comunque si abusa sui siti porno), vengono indicate modelle tranquillamente maggiorenni. Questo per rendere l'idea che un'accusa così infamante, può essere semplicemente frutto di un'opinione, che comunque va espressa e valutata in tribunale, non in conferenza stampa, quando non c'è nemmeno un'azione penale da parte del PM.La solidarietà cmq non mi salverà le chiappe, quello che mi aspetta è sicuramente un persorso lungo e dovrò vedermela con tutte le contraddizioni della giustizia.grazie a tutti.
  • opazz scrive:
    Re: Magari..
    Magari avessi letto e capito il senso dei miei post. Probabilmente non hai voluto o non ci arrivi. Sarà la giustizia a fare il suo corso. IO ho criticato IL VOLER PUBBLICARE UNA LETTERA COME QUESTA al pubblico e non almeno a notizie diverse, non aver fatto nulla dal punto di vista legale.Fatti come quelli sopra, potrei anche io metterti l'esempio di ENZO TORTORA, falsamente accusato di reati da lui non commessi e forse per il logorio, morto anche per questo; ciò non toglie che le azioni legali se si fanno è perchè c'è un sospetto, sta a poi chi le subisce difendersi.
  • Anonimo scrive:
    Re: articolo su HTML.IT
    Caro "Hacker", ora mi ricordo di te! ...si, sei proprio tu, quello di cui 2-3 sere fa avevano dato la notizia della tua "cattura" al telegiornale della tua provincia di nascita (e spero che almeno questo dato sia vero! ....se non lo fosse replicamelo pure, ma tanto deridere ulteriormente l'alta professionalità di quei simil-pubblicisti non è difficile)....Ciao sono con te!
    • Anonimo scrive:
      Re: articolo su HTML.IT
      - Scritto da: Anonimo
      Caro "Hacker",

      ora mi ricordo di te! ...si, sei proprio tu,
      quello di cui 2-3 sere fa avevano dato la
      notizia della tua "cattura" al telegiornale
      della tua provincia di nascita (e spero che
      almeno questo dato sia vero! ....Assolutamente falso, come ho continuamente ripetuto a me non è neanche giunta notifica dei capi di imputazione. Senza imputazione ufficiale è tutta diffamazione.
      se non lo
      fosse replicamelo pure, ma tanto deridere
      ulteriormente l'alta professionalità
      di quei simil-pubblicisti non è
      difficile)....Chi sarebbero i pubblicisti?
      Ciao sono con te!Per un attimo ho pensato il contrario, visto che speravi che la mia cattura fosse un dato vero.
      • Anonimo scrive:
        Re: articolo su HTML.IT
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Caro "Hacker",



        ora mi ricordo di te! ...si, sei
        proprio tu,

        quello di cui 2-3 sere fa avevano dato
        la

        notizia della tua "cattura" al
        telegiornale

        della tua provincia di nascita (e spero
        che

        almeno questo dato sia vero! ....


        Ciao sono con te!

        Per un attimo ho pensato il contrario, visto
        che speravi che la mia cattura fosse un dato
        vero.Ovviamente speravo circa la veridicità della tua residenza...ma a quanto dici anch essa è falsa...
  • extrabyte scrive:
    articolo su HTML.IT
    Ecco il link:http://webnews.html.it/news/1942.htmè molto dettagliato. Lì vengono messe in risalto le grandi capacità investigative della polizia postale che sequestrerebbero anche una tenda quale oggetto pertinente ad un reato informatico.... Roba da pazzi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Magari..

    Ne conosco tante di situazioni e anche peggiori rispetto a
    questa, ma non ho mai letto quasi mai nessuno che
    cercasse di scusarsi con l'opinione pubblica. Liberissimo di
    farlo, chi lo nega, ma ti consiglio di cercare qualcuno che
    sappia risolverti i problemi, non ad aggirarli, o che ha
    peggio a mio avviso, un atteggiamento attendista.Egregio signor Opazz (nel senso di borderline?)probabilmente Le sono sfuggiti gli ultimi dieci anni di condotta processuale del signor Berlusconi e sodali quando afferma la difficoltà di reperire notizie a proposito di imputati che accampano scuse con l'opinione pubblica cercando al contempo di screditare le Istituzioni.Le ricordo inoltre l'asperrimo conflitto istituzionale scaturito dalla pretesa della difesa del signor Previti - per altro mai soddisfatta - di acquisire fascicoli riservati e secretati dal PM presso il tribunale di Milano. Probabilmente signor Opazz Lei è un tipo piuttosto distratto!Le voglio dare un consiglio si rilegga "Il processo" di Kafka sono sicuro che possa tornare utile ai suoi sudati studi.
  • Anonimo scrive:
    si vede che chi t'accusa...
    ...ha MOLTI più soldi e amicizie importanti di te, perchè da un po' qui funziona così: basta che tu abbia soldi e amicizie in posti alti, che i tuoi desideri diventano ordini...E poi dicono che viviamo in uno stato democratico... che (amare) risate...Caro hacker, solidarietà: è tutto ciò che ti possiamo dare...
  • Anonimo scrive:
    Re: Altro che CINA POPOLARE!
    Adesso non esageriamo, vergognarsi forse no.Sono delle affermazioni un po' troppo forti.Pero' vi do' un consiglio di chi ci e' passato...Non importa se avete torto o ragione...Per passare notti tranqiulle l'importante e' essere nullatenenti, cosi' non ti portano via nulla (certo gli avvocati quelli li devi pagare -
    questa e' la vera ingiustizia)....
  • Anonimo scrive:
    Re: Magari..
    Io non sono la persona di prima, ma voglio citarti un fatto semplicissimo che uccide tutto quello che hai detto:l' accusa molto simile che fù portata a Marco Dimitri ( quello dei bambini di satana, per intenderci ).Tutta la questione fù una ENORME falsità, portata avanti da un procuratore ipocrita di cui non faccio nome, ma che è facile rintracciare in rete, che montò tutta la questione per farsi pubblicità. Prove false, testimoniante false, e false le accuse.Come false sono risultate MILLE e MILLE volte le accuse di pedofilia, attualmente usate SOLO e ESCLUSIVAMENTE da giornali ( tipo il Resto del Carlino all' epoca del caso sopracitato ) e procuratori ( vedi la soggetta sopra citata ) per farsi pubblicità e/o vendere cartaccia di poco valore.Al povero Dimitri hanno distrutto salute, vita sociale e vita personale.E io ho conosciuto PERSONALMENTE Marco, accusato di aver violentato una ragazzina, mentre era FISICAMENTE impossibilitato a farlo ( causa una malattia ) e per di più omosessuale.....Per cui quando leggo di gente quello che scrive la gente come te, capisco in pieno il significato della parola "paura", perchè Voi non vi fermate a riflettere, ma il vostro SOLO piacere è nel fare del male a gente che nemmeno conoscete, per il solo piacere di vederli soffrire.Sinceramente: TUTTO IL MIO SUPPORTO non và a gente come te, MA A QUELLI ACCUSATI DI INFAMIE E DA INFAMI TRATTATI SENZA CHE VI SIA IL RISCONTRO DI PROVE OGGETTIVE.Se esiste un Dio, spero faccia DAVVERO giustizia.PS : e non cito, se non di striscio, il sacerdote modenese accusato delle stesse cose e scagionato DOPO L'AVVENUTA MORTE DI INFARTO ( a causa delle accuse infondate e maligne ) , di cui il medico personale ha riportato testimonianza del suo stato di salute PRIMA e DOPO l'avvenua accusa. Testimonianza anche questa rintracciabile sui giornali.Addio, e impara a ragionare PRIMA di lanciare accuse di questo genere.
  • kabutosan scrive:
    Altro che CINA POPOLARE!
    E noi ci lamentiamo delle condizioni dei Surfer della Cina Popolare?? Ma siamo diventati veramente rimbambiti?? Viviamo in paese che si crede all'avanguardia e civilizzato ma non è così. Pretendiamo di andare ad insegnare la democrazia ad altri Paesi.... quando neanche noi la applichiamo!!In Italia vige la legge della "presunzione di colpevolezza". Sei considerato colpevole fino a prova contraria! Ho il terrore che un domani qualcuno mi accusi di aver fatto chissà cosa, di tornare a casa e trovarmi la polizia (postale e non).Questa condizione di vita è la vita che siamo abituati a vivere in Italia. Mi vergogno di essere Italiano, mi vergogno di essere considerato "cittadino europeo". Mi vergogno di dover soccombere alla scure della cieca giustizia, se così si può chiamare, mi vergogno di dover scrivere sfoghi come questi.Mi vergogno ogni volta che guardo la mia carta di identità e il passaporto. Mi vergogno di non essere come i Surfer dell Cina Popolare che lottano per quelle che sono le loro convinzioni, i loro diritti e loro forme di espressione....Mi vergogno perchè ho la consapevolezza che un giorno, non troppo lontano, saremo nelle condizioni di dover lottare come loro stanno facendo in questo momento....Mi vergogno perchè non siamo capaci di fare nulla per cambiare le cose.Mi vergogno di essere Italiano!Tutto qui....
  • Anonimo scrive:
    conosco l'hacker
    come da oggetto. L'ho conosciuto sul newsgroup it.diritto.internet, in merito al sequestro del suo PC. La sua storia mi interessava poiché anche io sono una vittima dei sequestratori di pc. Nel mio caso mi contestano i reati di molestia e minaccia per fatti che risalgono al 1999.Ho seguito la sua vicenda per via telematica e sono giunto alle seguenti conclusioni:indagini informatiche- secondo il mio modesto parere (e lo dico ai sensi dell'art. 21 della costituzione che sancisce il diritto di critica) le nostre forze dell'ordine non hanno le giuste competenze per svolgere indagini informatiche. Ciò potrebbe essere corroborato da una rapida ricerca sui principali gruppi di discussione che si occupano di diritto dell'informatica. Si leggono cose ai limiti dell'assurdo: addirittura un ispettore della postale che scambia un contatore di visite per un provider.... E dire che questa gente si diverte a sequestrare PC violando un tot di diritti costituzionali, fregandosene altamente del diritto alla difesa, ecc. A partire dal famoso crackdown del 94, la situazione è peggiorata di svariati ordini di grandezza. Forse occorrerebbe un'interrogazione parlmentare, ma dubito fortemente che ciò possa servire, a causa dei destrorsi al potere. Tra l'altro, ho sentito dire che prima di occuparsi di informatica, la postale faceva la scorta valori agli uffici postali. Quindi, a voi le conclusioni.... basate sull'ovvio visto che lo sanno anche i disabili mentali che NON ha senso sequestrare l'HW per poi restituirlo (se lo restituiscono) in pessime condizioni.-giornalisti. Se io fossi al posto dell'"hacker" li denuncerei per violazione del segreto istruttorio (se ci sono gli estremi).non solo, se quanto scritto non corrisponde a verità, c'è la diffamazione a mezzo stampa e se i poliziotti hanno dichiarato il falso, si denunciano anche quelli, visto che sono soggetti alla legge come i comuni mortali.
  • Anonimo scrive:
    Re: Domanda da un 19enne
    Minorenni in generale, così dice la legge, poi è probabile che i magistrati cerchino di beccare lo sfruttamento dei bambini, ma stando alla legge avere foto di un minorenne in pose oscene è reato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Magari..
    - Scritto da: opazz
    Io non dico di aver ragione, dico soltanto
    che l'atteggiamento mi pare un po' strano.non cambiare le carte in tavola, da cio' che sostieni, spero che tu pensi di aver ragione, altrimenti sei tu' che vendi aria fritta.
    E' aria fritta, fare una lettera come
    questa, per difendersi o per sensibilizzare
    l'opinione pubblica, non il contenuto.. Se
    lo stesso lo presenti ad una questura e fai
    querela, ha ben altro peso.Ha gia' detto 20 volte che i passi giudiziari li sta' gia' portando avanti, questa lettera e' una replica alle diffamazioni (a detta sua) portate avanti dagli accusatori. Non ci vedo nulla di male in uno stato libero.O doveva starsene zitto e subire in silenzio?Non ho esperienza tecnica in materia, per cui non mi intrometto al riguardo, ma conosco persone (ti assicuro onestissime) che per troppa fiducia e superficialita' stanno patendo le pene dell'inferno a causa di gente senza scrupoli che venderebbe i propri figli per pochi "EURI".Uno sfogo del genere e il minimo che uno possa fare!!!E forse stato anche troppo tra le righe!!!
  • opazz scrive:
    Re: Magari..

    Sembra come se, abbiate ragione tutti e
    due... chissa' come mai.Io non dico di aver ragione, dico soltanto che l'atteggiamento mi pare un po' strano.
    Perche' da una parte e' "aria fritta" e
    dall'altra no?E' aria fritta, fare una lettera come questa, per difendersi o per sensibilizzare l'opinione pubblica, non il contenuto.. Se lo stesso lo presenti ad una questura e fai querela, ha ben altro peso.
    Dal punto di vista legale, si vedra' in sede
    giudiziaria!!Concordo al 100%.
  • opazz scrive:
    Re: Magari..

    Questo è chiaro, ma esistono gli
    errori di procedura commessi sia in buona,
    sia in cattiva fede. Per farti capire,
    quando sono venuti a fare la perquisizione
    in casa mia, si sono voluti portare via
    anche i floppy della tastiera musicale, in
    quando "cose pertinenti il reato" (art. 617
    cp)Senza analizzarli *Nessuno* escluso te può dire che non ci fosse nulla nei dischetti.
    Finchè la procura non mi notifica un
    atto con i capi di imputazione la polizia
    non avrebbe dovuto fare nessuna conferenza
    stampa. Non è un fastidio o
    un'opinione è così e basta.E' la tua opinione, non quella della legge sulla trasparenza. E il tuo legale dovrebbe saperlo. E' una loro facoltà rendere pubbliche o l'esito di certe azioni. Visto che il reato è potenzialmente grave hanno dichiarato quanto emerso.
    Ma chi di dice che non abbia già
    preso i dovuti provvedimenti? La mia lettera
    è una rettifica alle notizie diffuse
    in modo impreciso e basta. La lettera non serve a nulla.
    Se faccio
    querela, se permetti me lo tengo per me,
    fino a quando chi di dovere non avrà
    deciso se ho ragione o se una querela del
    genere va archiviata.Beh si, ma che paura hai a dichiararlo? Di ritorsioni o di cosa?
    Esistono dei termini e delle condizioni
    perchè un legale possa fare una
    qualsiasi azione per vedere gli atti. Vuoi
    venire in procura insieme a me ed il mio
    legale? Stai pur certo che se verrei in procura, se qualcuno gioca sporco lo capirei in poco. Ti ripeto, ne so abbastanza, più di quanto tu creda.
    Il GIP non possiede gli atti. Leggi alla
    fine della pagina di questo link.
    www.dirittofacile.com/cap5_pp_1.htm Il GIP ha tutti i documenti dell'azione. Che ne dica un link su internet o altro. Il gip dispone dei documenti che gli fanno emettere richieste o altro, non firma documenti a vanvera. E non è un opinione, ma un fatto; perchè se cos' non fa commette abuso d'ufficio.
    Non lo ignoro, e se leggi fino in fondo
    l'articolo di PI vedrai che di querele ne ho
    fatte due, più una diffida ed altro
    materiale è stato depositato.Bene vai avanti.
    Ma fino
    a quando non mi notificano i capi di
    imputazione, io non posso esercitare il
    diritto alla difesa che mi interessa molto
    più che fare querele. Per quelle
    c'è tempo.Richiedili. Cosa aspetti?
    Come minimo DEVO poter dare la mia versione
    dei fatti, visto che sono state date in
    pasto al pubblico informazioni che mi
    riguardano. Non qui in pubblico, ma nelle aule giudiziarie, o in questura facendo una querela, che se vuoi rendi pubblica.
    Io non mi sto scusando, con l'opinione
    pubblica, non ho fatto nulla all'opinione
    pubblica. Ma con queste lettere stai cercando di mostrare all'opinione pubblica la tua verità. Altrimenti perchè lo faresti? Ti faresti un piacere da solo a farlo nei luoghi pertinenti.
    Vabbè.. se lo dici tu.Si e lo sottoscrivo.
  • Anonimo scrive:
    Re: VOGLIAMO IL NOME DELLA SOCIETA'
    Il nome della società è riportato in tutte le notizie.
  • Anonimo scrive:
    Re: VOGLIAMO IL NOME DELLA SOCIETA'
    http://www.mediastrategy.it/nel footer di tradimento.it c'è inserito questo
    • Anonimo scrive:
      Re: VOGLIAMO IL NOME DELLA SOCIETA'
      - Scritto da: Anonimo
      www.mediastrategy.it /

      nel footer di tradimento.it c'è
      inserito questoAndando suhttp://www.nic.it/cgi-bin/WISE/search.cgie inserendo AB10958-ITNIC nel campo admin-c si possono vedere tutti i domini registrati a nome mediastrategysegnelo tra gli altri gli spassosissimi:celhoduro.itmanidoro.itputtanaeva.itsessosfrenato.itvogliofarelamoreconte.ite concluderei con....pisellone.it!!!:)P.s. Massima solidarieta' al tizio della notizia.
      • Anonimo scrive:
        Re: VOGLIAMO IL NOME DELLA SOCIETA'
        - Scritto da: Anonimo
        segnelo tra gli altri gli spassosissimi:

        celhoduro.it
        manidoro.it
        puttanaeva.it
        sessosfrenato.it
        vogliofarelamoreconte.it
        e concluderei con....

        pisellone.itSi è possibile registrare delle caselle di posta elettronica con questi dominiii.. la cosa è pubblicizzata sul sito.
  • Anonimo scrive:
    Re: VOGLIAMO IL NOME DELLA SOCIETA'
    http://www.nic.it/RA/database/viaWhois.htmlInserisci "tradimento.it" e premi Search!Ciaoantani
  • Anonimo scrive:
    Re: VOGLIAMO IL NOME DELLA SOCIETA'
    Venerdì 12 Marzo 2004, 11:23 Yahoo! Notizie Internet: Polizia Scopre Hacker Con 'Arsenale' Per AttacchiBologna, 12 mar. - (Adnkronos) - La Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bologna ha individuato un hacker che aveva forzato i sistemi di protezione di un provider di Parma accedendo abusivamente al sito www.tradimento.it, dedicato ai problemi connessi all'infedelta' di coppia, a cui aveva provocato il complessivo blocco causando ingenti danni ai titolari. All'origine dell'intrusione una probabile azione ritorsiva dovuta all'estromissione da un forum on-line ospitato sul sito.
    • Anonimo scrive:
      Re: VOGLIAMO IL NOME DELLA SOCIETA'
      Basta fare un whois al NIC:domain: mediastrategy.itx400-domain: c=it; admd=0; prmd=mediastrategy;org: Media Strategy s.r.l.descr: Marketing e Comunicazioneadmin-c: AB10958-ITNICtech-c: FL4841-ITNICpostmaster: FL4841-ITNICzone-c: FL4841-ITNICnserver: 213.213.95.2 www.connet.itnserver: 193.205.245.66 dns3.nic.itmnt-by: MEDIASTRATEGY-MNTcreated: 20000509expire: 20050308changed: hostmaster@nic.it 20000509changed: hostmaster@nic.it 20010123changed: hostmaster@nic.it 20010206changed: hostmaster@nic.it 20010308changed: hostmaster@nic.it 20010308source: IT-NICperson: Antonio Borriaddress: Media Strategy srladdress: Via Sciascia 4/aaddress: I-43100address: Parma (PR)-Italyfax-no: +39 0521 798179phone: +39 0521 798171nic-hdl: AB10958-ITNICchanged: hostmaster@nic.it 20001222source: IT-NICperson: Federica Lanziaddress: Media Strategy srladdress: Via Sciascia, 4/aaddress: 43100 PARMAphone: +39 0521 798171fax-no: +39 0521 798179e-mail: federica.lanzi@mediastrategy.itnic-hdl: FL4841-ITNICchanged: hostmaster@nic.it 20010314changed: hostmaster@nic.it 20030305changed: hostmaster@nic.it 20040220source: IT-NIC
  • Anonimo scrive:
    VOGLIAMO IL NOME DELLA SOCIETA'
    Come da oggetto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Magari..
    Sembra come se, abbiate ragione tutti e due... chissa' come mai.Comunque una cosa e' certa... se chiunque venga attaccato (ingiustamente o meno) pubblicamente non ci si puo' scandalizzare che possa reagire con le stesse armi.Perche' da una parte e' "aria fritta" e dall'altra no?Dal punto di vista legale, si vedra' in sede giudiziaria!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Magari..
    - Scritto da: opazz
    E' evidente che non vuoi capire, o ignori
    come funzionano le cose. Le forze di polizia
    non agiscono tanto per far qualcosa, ma gli
    arriva l'input da uno o più organi, e
    queste fanno i "rilievi" del caso.Questo è chiaro, ma esistono gli errori di procedura commessi sia in buona, sia in cattiva fede. Per farti capire, quando sono venuti a fare la perquisizione in casa mia, si sono voluti portare via anche i floppy della tastiera musicale, in quando "cose pertinenti il reato" (art. 617 cp)

    Serve in risposta a quello che si sta

    dicendo in giro. Anche chi mi accusa

    dovrebbe starsi zitto e non buttar fuori

    aria fritta prima che la cosa venga
    discussa

    in giudizio.

    La tua tesi postata su questo quotidiano non
    prova niente. La polizia come altro organo,
    dopo una operazione ha reso i fatti di
    quanto fatto, come spesso ha fatto. Ti da
    fastidio? Finchè la procura non mi notifica un atto con i capi di imputazione la polizia non avrebbe dovuto fare nessuna conferenza stampa. Non è un fastidio o un'opinione è così e basta.
    Perchè invece di buttare
    aria fritta qui, non fai una querela? Hai
    forse paura di qualcosa? A mio avviso
    è un atteggiamento da pura coda di
    paglia, o da eccesssiva paura nelle
    istituzioni / della giustizia.Ma chi di dice che non abbia già preso i dovuti provvedimenti? La mia lettera è una rettifica alle notizie diffuse in modo impreciso e basta. Se faccio querela, se permetti me lo tengo per me, fino a quando chi di dovere non avrà deciso se ho ragione o se una querela del genere va archiviata.


    Se ha come credo un avvocato,
    questo


    può chiedere al procuratore
    o al gip


    incaricato il perchè dei
    controlli e


    per quale accusa.

    Sbagli, il PM può secretare
    tutti gli

    atti fino alla fine delle indagini

    Sbagli o ancora ignori. Può
    secretarlo a te, non al "legale
    rappresentante" dell'accusato. Può
    far "catenaccio", ma se il legale fa una
    azione secondo criterio, e secondo quanto
    stabilito, questo non può opporsi.Esistono dei termini e delle condizioni perchè un legale possa fare una qualsiasi azione per vedere gli atti. Vuoi venire in procura insieme a me ed il mio legale?

    preliminari, con me ha voluto essere

    eccessivamente discreto. Il GIP come

    è noto non possiede nessun
    fascicolo,

    quindi inutile rivolgersi a lui.

    Il GIP è il giudice preliminare che
    conduce le indagini, ha tutte le carte che
    necessiti, e tutte le carte che hanno
    indotto l'azione fatta.Il GIP non possiede gli atti. Leggi alla fine della pagina di questo link.http://www.dirittofacile.com/cap5_pp_1.htm
    Ignori che puoi fare una querela. Senti di
    aver subito una ingiustizia? Denunciala.. Se
    non lo vuoi fare o hai paura a farlo
    è un altro discorso.Non lo ignoro, e se leggi fino in fondo l'articolo di PI vedrai che di querele ne ho fatte due, più una diffida ed altro materiale è stato depositato. Ma fino a quando non mi notificano i capi di imputazione, io non posso esercitare il diritto alla difesa che mi interessa molto più che fare querele. Per quelle c'è tempo.

    Ovviamente per quelloche

    mi è stato possibile, qualcosa in

    procura è stata depositata..
    questa

    lettera è solo una risposta alla

    stampa e all'opinione pubblica,

    Questa lettera per me non è altro che
    aria fritta, di una persona o eccessivamente
    impaurita, o che ha la coda di paglia, e che
    quindi cerca di dare la sua versione dei
    fatti in pubblico per "sensibilizzare"
    l'opinione pubblica.Come minimo DEVO poter dare la mia versione dei fatti, visto che sono state date in pasto al pubblico informazioni che mi riguardano.

    le risposte

    legali saranno date nel luogo opportuno.

    Ne conosco tante di situazioni e anche
    peggiori rispetto a questa, ma non ho mai
    letto quasi mai nessuno che cercasse di
    scusarsi con l'opinione pubblica.Io non mi sto scusando, con l'opinione pubblica, non ho fatto nulla all'opinione pubblica.
    Liberissimo di farlo, chi lo nega, ma ti
    consiglio di cercare qualcuno che sappia
    risolverti i problemi, non ad aggirarli, o
    che ha peggio a mio avviso, un atteggiamento
    attendista.Vabbè.. se lo dici tu.
  • Anonimo scrive:
    Re: Grave!
    - Scritto da: Anonimo
    osservo solo che la differenza tra uno stato
    democratico e uno stato tirannico il
    rispetto della Legge, costituita dal popolo
    attraverso i suoi rappresentanti.

    Probabilmente le nostre istituzioni stanno
    trascurando questo fondamentale elemento... Tanto sanno che gira e rigira solo loro puoi votare, non ci sono vere alternative anche se di volta in volta si puo' scegliere il meno peggio.
  • opazz scrive:
    Re: Magari..

    E' evidente che non hai capito. Il capo
    d'accusa NON C'E', non c'è la
    notifica di nessun avviso di garanzia, per
    ora solo la Polizia si è messa a
    raccontare in giro la sua versione dei
    fatti. Dalla procura il nulla più
    assoluto.E' evidente che non vuoi capire, o ignori come funzionano le cose. Le forze di polizia non agiscono tanto per far qualcosa, ma gli arriva l'input da uno o più organi, e queste fanno i "rilievi" del caso.
    Serve in risposta a quello che si sta
    dicendo in giro. Anche chi mi accusa
    dovrebbe starsi zitto e non buttar fuori
    aria fritta prima che la cosa venga discussa
    in giudizio.La tua tesi postata su questo quotidiano non prova niente. La polizia come altro organo, dopo una operazione ha reso i fatti di quanto fatto, come spesso ha fatto. Ti da fastidio? Perchè invece di buttare aria fritta qui, non fai una querela? Hai forse paura di qualcosa? A mio avviso è un atteggiamento da pura coda di paglia, o da eccesssiva paura nelle istituzioni / della giustizia.

    Se ha come credo un avvocato, questo

    può chiedere al procuratore o al gip

    incaricato il perchè dei controlli e

    per quale accusa.
    Sbagli, il PM può secretare tutti gli
    atti fino alla fine delle indaginiSbagli o ancora ignori. Può secretarlo a te, non al "legale rappresentante" dell'accusato. Può far "catenaccio", ma se il legale fa una azione secondo criterio, e secondo quanto stabilito, questo non può opporsi.
    preliminari, con me ha voluto essere
    eccessivamente discreto. Il GIP come
    è noto non possiede nessun fascicolo,
    quindi inutile rivolgersi a lui.Il GIP è il giudice preliminare che conduce le indagini, ha tutte le carte che necessiti, e tutte le carte che hanno indotto l'azione fatta.
    Senza motivo no, ma ne basta anche uno
    effimero come una semplice illazione.Dimostra il contrario. Loro han raccolto prove per accusarti di questa illazione, se come credi non hanno trovato nulla non hai da temere, e tutto sarà archiviato, se invece han trovato cose che fanno sospettare una qualunque attività illecità sarà a te e alla tua difesa dimostrare il contrario.
    Anch'io, se ti dico che le cose stanno
    così, puoi star certo che stanno così. Ti posso assicurare che le cose stanno molto diversamente, e di gran lunga. Ignori quale siano i tuoi diritti sia i tuoi doveri.
    Fino a quando il PM non si
    deciderà a chiudere le indagini
    preliminari ed esercitare l'azione penale,
    io rimango all'oscuro di tutto e non posso
    esercitare nessun diritto, primo tra tutti
    quello alla difesa.Ignori che puoi fare una querela. Senti di aver subito una ingiustizia? Denunciala.. Se non lo vuoi fare o hai paura a farlo è un altro discorso.
    Ovviamente per quelloche
    mi è stato possibile, qualcosa in
    procura è stata depositata.. questa
    lettera è solo una risposta alla
    stampa e all'opinione pubblica, Questa lettera per me non è altro che aria fritta, di una persona o eccessivamente impaurita, o che ha la coda di paglia, e che quindi cerca di dare la sua versione dei fatti in pubblico per "sensibilizzare" l'opinione pubblica.
    le risposte
    legali saranno date nel luogo opportuno.Ne conosco tante di situazioni e anche peggiori rispetto a questa, ma non ho mai letto quasi mai nessuno che cercasse di scusarsi con l'opinione pubblica. Liberissimo di farlo, chi lo nega, ma ti consiglio di cercare qualcuno che sappia risolverti i problemi, non ad aggirarli, o che ha peggio a mio avviso, un atteggiamento attendista.==================================Modificato dall'autore il 15/03/2004 14.43.37
  • mottavio scrive:
    Re: Incompetenza giornalisti
    - Scritto da: Anonimo
    Quando parlano di informatica c'e' quasi
    sempre da mettersi
    le mani nei capelli (ovviamente sto parlando
    della stampa generalista non di quella di
    settore).
    Il bello e' ke ho notato ke ogni persona
    quando sente un giornalista parlare del
    proprio settore si lamenta...... Concordo! Vi ricordate quella storia del giornalista spiato da una web-cam installata su un pc spento ? Ha fatto il giro di tutti i giornali e telegiornali....poveri noi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Incompetenza giornalisti
      Considerando poi che il mondo ci viene raccontato dai giornalisti,mi domando se la mia idea di realta' e' corretta:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Incompetenza giornalisti

    Quando parlano di informatica c'e' quasi
    sempre da mettersi ti ricordi qualche tempo fa quando un giornalistase ne usci' dicendo che degli hacker erano riuscitia penetrare nel suo pc addirittura quando era spento?
    • Anonimo scrive:
      Re: Incompetenza giornalisti
      - Scritto da: Anonimo
       ti ricordi qualche tempo
      fa quando un giornalista
      se ne usci' dicendo che degli hacker erano
      riusciti a penetrare nel suo pc addirittura quando
      era spento?Evidentemente gli hacker sono entrati quando il PC era acceso, forse perchè era collegato a qualche fax telematico. Poi quando ha spento devono essere rimasti imprigionati dentro. Prima di fare considerazioni su un fatto del genere bisogna sapere come stanno le cose! (linux):|(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Incompetenza giornalisti


        Evidentemente gli hacker sono entrati quando
        il PC era acceso, forse perchè era
        collegato a qualche fax telematico. Poi
        quando ha spento devono essere rimasti
        imprigionati dentro. Prima di fare
        considerazioni su un fatto del genere
        bisogna sapere come stanno le cose!
        (linux):|(troll)UUUUUUAAAAAAAZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZQuesta e' fenomenale !!!!!:D :D :D :D :D :D :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Incompetenza giornalisti
        Scusa ma in che senso?Nel senso che ha lasciato le sue tracce e non ha fatto in tempo a cancellarle o che davvero è rimasto confinato nel pc aggredito?No xchè se intendi la seconda mi devi dire assolutamente che cosa fumi... è davvero buona :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Interpretazione

    Per il presunto cracker imprigionato dallo
    sbalzo di tensione presumo che la traduzione
    sia: "durante la sessione di cracking
    è andata via la corrente ripristinata
    solo dopo tot tempo, l'attaccante quindi non
    ha fatto in tempo a cancellare le tracce del
    suo passagio e neppure gli è stato
    possibile collegarsi successivamente" presumo che una delle cose che non sarebbe stato in grado di cancellare sia l' IP.Inoltre, visto che lui dice di non essersi proprio connesso in quel giorno, immagino non ci voglia molto a verficare i tabulati del provider e il numero telefonico (sempre che sitratti di dial up) dell'utente che in quel momento aveva assegnato quell'IP.
    • Anonimo scrive:
      Re: Interpretazione
      Siamo qui apposta, in modo che chi e' a digiuno di informatica non beva tutto cio' che i giornali scrivono.Purtroppo c'e' troppa gente che crede a tutto cio' che viene riportato sui giornali o in TV... della serie: "L'hanno detto anche al telegiornale".:|
    • extrabyte scrive:
      Re: Interpretazione
      - Scritto da: Anonimo
             &nb
      in grado di cancellare sia l' IP.
      Inoltre, visto che lui dice di non essersi
      proprio connesso
      in quel giorno, immagino non ci voglia molto
      a verficare
      i tabulati del provider e il numero
      telefonico (sempre che si
      tratti di dial up) dell'utente che in quel
      momento aveva
      assegnato quell'IP.
      io che ho seguito la vicenda, ti dico che i tabulati non furono acquisiti. Inoltre, non si sa nemmeno in che modo è stato periziato l'HD. E bada che ciò è importante, occorrono pacchetti di analisi forensica possibilmente open-source, nel caso contrario nessuno può dire cosa effettivamente faccia un software del genere... Da un punto di vista penale, un'analisi del genere non vale nulla.
  • Anonimo scrive:
    Incompetenza giornalisti
    Quando parlano di informatica c'e' quasi sempre da mettersile mani nei capelli (ovviamente sto parlando della stampa generalista non di quella di settore).Il bello e' ke ho notato ke ogni persona quando sente un giornalista parlare del proprio settore si lamenta......
  • Anonimo scrive:
    Re: pubblicità
    La pubblicità può essere positiva o negativa, per quella società di Parma credo che tutto questo sarà molto negativo
    • Anonimo scrive:
      Re: pubblicità
      Purtroppo l'utente medio la vedra' solo come pubblicita' positiva.E questo mi fa inbestialire!!!! :@Solo chi e' un po' piu' smaliziato riesce a distinguere il "BENE" dal "MALE", o meglio le osservazioni giuste da quelle sbagliate... anche se non sappiamo se questo "" stia dicendo tutta la verita', sicuramente e' innocente fino a prova contraria!!!!!
  • alexmirandola scrive:
    Re: Grave!
    Beh c'è da dire che le leggi contro i giornalisti andrebbero inasprite in maniera brutale perchè hanno il potere di distruggere delle vite qual'ora diano informazioni non corrette. Anche se dopo c'è la smentita la mente della gente viene plagiata comunque!
  • alexmirandola scrive:
    Re: Sono indignato
    Concordo pienamente!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono indignato
      Prematurata la supercazzola o scherziamo? (citazione del film "amici miei")Cioè... neanche io entro nel merito della questione ma davvero sono indignato per quanto letame venga sparso sui presunti "hacker" (ci sarebbe anche da discutere sull'uso e abuso di tale nome) e come vengano messi alla berlina anche se non certi di colpevolezza...Ma facciamola finita per cortesia.. e limitiamola un pò questa stampa... diamo alle forze dell'ordine delle procedure in modo che agiscano in modo corretto e senza violare i diritti del presunto indagato.
  • Anonimo scrive:
    Grave!
    Non entro nel merito della vicenda.Ne faccio una questione di forma che in questo caso è ben più grave: osservo solo che la differenza tra uno stato democratico e uno stato tirannico il rispetto della Legge, costituita dal popolo attraverso i suoi rappresentanti.Probabilmente le nostre istituzioni stanno trascurando questo fondamentale elemento... E il giornalismo italiano si sta dimostrando sempre più schiavo delle forze politiche e non più al servizio dei clienti.Difendiamo ad oltranza il Web che ci consente ancora uno spazio di libertà e non lasciamo passare inascoltate queste denunce.
  • golbez scrive:
    Re:

    quante volte ci siamo bevute notizie che non
    siamo in grado di capire/verificare?Troppe... Tantissime purtroppo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il materiale PEDO-PORNOGRAFICO??
    Probabilmente considerano materiale pedo-pornografico quello che in realtà non lo è. Non è la prima volta che succede, è un'imterpretazione della Polizia, che come al solito crede di poter giudicare prima del processo.
  • Anonimo scrive:
    Sono indignato
    Ma che razza di esempio abbiamo dalle istituzioni? : Poi ci fanno le paranoie per 2 mp3... :|
  • Shurizen scrive:
    Re: Arsenale!
    Per la cronaca, se i programmi di controllo della rete (nmap, ethereal, dsniff...) sono "un arsenale" per attacchi informatici, allora TUTTI gli utenti di una distribuzione Linux "media" sono potenziali cracker.E quello che non viene installato di base è a un "apt-get install" di distanza...Giornalisti, guardate meno film (e soprattutto, NON SCARICATELI! :-) )Ricordatevi che i terroristi dell'11 Settembre erano armati di TAGLIERINI.
  • golbez scrive:
    Re: Freenet
    Era quello che mi domandavo anche io... Se la lettera è vera, quindi io potrei essere arrestato perché ho NMAP? E' tornata la caccia alle streghe e nessuno me la detto? Che mondo di troll (troll)Scusate per il titolo sbagliato :|==================================Modificato dall'autore il 15/03/2004 11.15.05
  • ryoga scrive:
    Re: Magari..
    pero' se e' vero che il tipo non ha nulla con se ( cioe' la Polizia e' venuta in casa, ha ravanato in giro e se n'e' andata senza dirgli di cosa l'accusano ), mi sa che e' difficile potersi difendere.... non ti pare?
    • opazz scrive:
      Re: Magari..
      Quando arrivi ad un processo sai il tuo capo d'accusa.Se hanno controllato avranno i loro buoni motivi. Tutti sono innocenti fino all'ultimo grado di giudizio, questo è indubbio, ma è anche indubbio che non serve a nulla buttar aria fritta fuori dal proprio stomaco al di fuori delle normali sedi.Se ha come credo un avvocato, questo può chiedere al procuratore o al gip incaricato il perchè dei controlli e per quale accusa.Sicuramente le forze di polizia non vanno nelle case altrui senza un motivo.Non posso spiegare, ma chi mi conosce, sa che parlo con cognizione di causa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Magari..
        Sono io l'interessato.- Scritto da: opazz
        Quando arrivi ad un processo sai il tuo capo
        d'accusa.E' evidente che non hai capito. Il capo d'accusa NON C'E', non c'è la notifica di nessun avviso di garanzia, per ora solo la Polizia si è messa a raccontare in giro la sua versione dei fatti. Dalla procura il nulla più assoluto.
        Se hanno controllato avranno i loro buoni
        motivi. Tutti sono innocenti fino all'ultimo
        grado di giudizio, questo è indubbio,
        ma è anche indubbio che non serve a
        nulla buttar aria fritta fuori dal proprio
        stomaco al di fuori delle normali sedi.Serve in risposta a quello che si sta dicendo in giro. Anche chi mi accusa dovrebbe starsi zitto e non buttar fuori aria fritta prima che la cosa venga discussa in giudizio.
        Se ha come credo un avvocato, questo
        può chiedere al procuratore o al gip
        incaricato il perchè dei controlli e
        per quale accusa.Sbagli, il PM può secretare tutti gli atti fino alla fine delle indagini preliminari, con me ha voluto essere eccessivamente discreto. Il GIP come è noto non possiede nessun fascicolo, quindi inutile rivolgersi a lui.
        Sicuramente le forze di polizia non vanno
        nelle case altrui senza un motivo.Senza motivo no, ma ne basta anche uno effimero come una semplice illazione.
        Non posso spiegare, ma chi mi conosce, sa
        che parlo con cognizione di causa.Anch'io, se ti dico che le cose stanno così, puoi star certo che stanno così. Fino a quando il PM non si deciderà a chiudere le indagini preliminari ed esercitare l'azione penale, io rimango all'oscuro di tutto e non posso esercitare nessun diritto, primo tra tutti quello alla difesa. Ovviamente per quelloche mi è stato possibile, qualcosa in procura è stata depositata.. questa lettera è solo una risposta alla stampa e all'opinione pubblica, le risposte legali saranno date nel luogo opportuno.
  • Anonimo scrive:
    Interpretazione
    Per la scansione dell'hard-disk credo la traduzione sia: "abbiamo verificato l'integrità di tutti i file per verificare la presenza di qualche rootkit", inoltre credo che per hard-disk non si intendesse uno solo.Per il presunto cracker imprigionato dallo sbalzo di tensione presumo che la traduzione sia: "durante la sessione di cracking è andata via la corrente ripristinata solo dopo tot tempo, l'attaccante quindi non ha fatto in tempo a cancellare le tracce del suo passagio e neppure gli è stato possibile collegarsi successivamente"Questo non per difendere l'uno o l'altro ma giusto per invitarvi a lavorare un pò di fantasia altrimenti riempiamo il forum di commenti tutti uguali.Se vi divertono articoli di giornale così orrendamente scritti e applicazione di leggi dello stato in metodi così poco ortodossi vi invito a leggere "Spaghetti hacker".Un'ultima considerazione: quando i giornali scrivono qualcosa di nostra competenza ci accorgiamo delle fesserie che dicono, ma quante volte ci siamo bevute notizie che non siamo in grado di capire/verificare?
  • Anonimo scrive:
    Stato di polizia
    Come da Topic.Una volta provata l'innocenza, potrebbe a sua volta querelare la polizia postale?
  • opazz scrive:
    Magari..
    ..hai solo la coda di paglia, ma invece di scrivere queste 4 righe pregne di parole e nessun fatto, perchè non ti imposti una condotta processuale da dimostrare nelle aule preposte? Sarebbe una ottima idea, invece di postare in qua e la in cerca di comprensione da parte dell'opinione pubblica.
  • ryoga scrive:
    ma...
    se la Polizia non ha prove, e' legale fare una perquisizione e portare alla centrale tutto cio' che vuole senza rilasciare una lista delle cose prese e senza aver sigillato accuratamente ( per evitare l'inquinamento di prove ) tutto il materiale?Non dovrebbe esser stato contestato al momento del sequestro il possesso di materiale pedo-pornografico ( non c'era di sicuro.....al massimo lo metteranno loro per giustificare un azione del genere ) e/o il materiale da "hacker"?:D : D :DNeanche nell'eta' del proibizionismo c'era uno Stato di Polizia del genere......
  • Anonimo scrive:
    complotto hackerpedopornoplutogiudaico
    Se la lettera del fantomatico hacker leccese è genuina e le gravi accuse che muove agli inquirenti sono verificabili, allora credo che tutte le persone provviste di un computer siano potenzialmente in pericolo. Sarà facile distruggere la reputazione - e quindi la vita - di una persona: basta abbia un collegamento ad internet!E' scandaloso che un cittadino comune venga messo alla gogna senza alcuna cautela, disprezzando ogni regola del buon vivere civile e del corretto investigare, mentre in questo nostro povero Paese un mucchio di potenti sta depredandoci sfrontatamente.Se stanno così le cose, voglio autodenunciarmi. Anch'io ho un PC collegato ad internet e posseggo un vero arsenale informatico: una copia di netcat e nmap...VERGOGNA!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'italia e' uno schifo
    - Scritto da: Anonimo
    Questo e' l'italia e la giustizia italiana.
    Massima solidarieta' all'autore della
    lettera. In bocca al lupo di cuore.Sono completamente dalla parte dell'accusato. Ma non dire che l'italia e la giustizia italiana sono uno schifo.... c'è molto peggio al mondo e le ingiustizie sono ovunque.Sigmund
    • Anonimo scrive:
      Re: L'italia e' uno schifo
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Questo e' l'italia e la giustizia
      italiana.

      Massima solidarieta' all'autore della

      lettera. In bocca al lupo di cuore.

      Sono completamente dalla parte
      dell'accusato. Ma non dire che l'italia e la
      giustizia italiana sono uno schifo....
      c'è molto peggio al mondo e le
      ingiustizie sono ovunque.

      SigmundIl fatto che non c'e' limite al peggio, non ti autorizza a sguazzare allegramente nella merda fregandotene di tutto...
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono di Parma
    Sono di parma anch'io, e francamente conoscendo la gazzetta questo articolo non mi soprende piu' di tanto... 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono di Parma
      Anch'io di Parma e questo articolo della gazzetta non fa che confermare la ripetuta serie di luoghi comuni,banalità e inesattezze sul concetto di "hacker" tanto caro ai media.Eppure basterebbe informarsi prima,senza ricercare lo scoop ad ogni costo,sarebbe sicuramente salutare per i lettori. :D
  • Anonimo scrive:
    L'italia e' uno schifo
    Questo e' l'italia e la giustizia italiana. Massima solidarieta' all'autore della lettera. In bocca al lupo di cuore.
  • Anonimo scrive:
    Re: Controdenunciali e lasciali in mutan
    - Scritto da: Anonimo

    Non voglio entrare nel merito della
    questione, ma se quel che dici e' vero, hai
    diritto a un mega risarcimento.
    Purtroppo in Europa non esiste una
    istituzione che ti difenda in questi casi e
    che ti pagi gli avvocati (come la EFF
    americana), ma se vinci li lasci IN MUTANDE,
    anche per il contro-sputtanamento che
    riceverebbero.
    In bocca al lupo.

    ...e facci sapere come va a finire !!
  • Anonimo scrive:
    Controdenunciali e lasciali in mutande!
    Non voglio entrare nel merito della questione, ma se quel che dici e' vero, hai diritto a un mega risarcimento.Purtroppo in Europa non esiste una istituzione che ti difenda in questi casi e che ti pagi gli avvocati (come la EFF americana), ma se vinci li lasci IN MUTANDE, anche per il contro-sputtanamento che riceverebbero.In bocca al lupo.
  • Anonimo scrive:
    magari che la polizia di Parma
    si impegnasse di piu' a cercare i soldi che Tanzi ha fregato a tenta gente !!!!
  • Arkymede scrive:
    Re: mi sono perso...
    Si vede che a Parma usano computer a valvole ed Hardisk trifase....
  • Anonimo scrive:
    mi sono perso...
    Forse non è la sede più adatta per questi commenti ma l'illuminante articolo della Gazzetta di Parma firmato Pietro Razzini mi ha tolto il sonno..."Il calo energetico ha imprigionato il ventinovenne leccese, al lavoro dalla sua postazione romana, all'interno del sistema informatico della società parmigiana.."a parte il dubbio su come fa un leccese disoccupato a essere al lavoro in una sua postazione romana.. ma come fa un black out a imprigionarlo in un sistema informatico?? di cosa rimane traccia in un server che si spegne per calo di tensione? l'ip del/dei computer (non lo so.. immagino e chiedo..) da cui vi si stava accedendo e poi cos'altro?"Abbiamo dovuto inoltre fare la scansione di tutto il nostro hard disk, un'operazione che ha richiesto molto tempo ma indispensabile per controllare la sicurezza dei dati personali dei clienti. Con orgoglio posso dire che i nostri utenti sono stati salvaguardati: il sistema di sicurezza ha resistito.."Ma c'è stato un black-out di tre giorni a Parma? Un gestore che ci mette tre giorni a fare la scansione di "un" hard disk (sarà bello grande...) cosa controlla? il sistema di sicurezza ha resisitito... a cosa? Backup o gruppi di continuità a parte esiste protezione dalla stupidità?
  • Anonimo scrive:
    Re: Siamo tornati indietro di anni
    - Scritto da: Jack Rackham
    Boh, non voglio entrare nel merito della
    vicenda in se, ma piuttosto delle
    modalità con cui la polizia è
    intervenuta. Se tutto ciò che questa
    persona scrive è vero siamo ritornati
    indietro di anni, siamo tornati a quando
    sequestravano il tappetino del mouse per
    portarlo in tribunale come prova
    schiacciante della tua colpevolezza.
    L'apparecchiatura fisica non va
    sequestrata!!! Devono
    essere copiati solo i dati e se non hanno i
    mezzi per farlo sono cavoli loro!!!niente affatto, tu hai solo diritto ad una copia di backup, ma il tuo hard-disk se lo portano via, in quanto, se l'ipotesi di reato è grave, lo portano in laboratori specializzati per la lettura dell'immagine latente sul disco (riescono a ripristinare almento 7 riscritture sugli stessi settori)
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo tornati indietro di anni
      vada per l'hard disk, ma dello 'scatolone' che se ne fanno?
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo tornati indietro di anni
        - Scritto da: Anonimo
        vada per l'hard disk, ma dello 'scatolone'
        che se ne fanno?purtroppo sai com'è per loro anche un mouse è un arsenale
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo tornati indietro di anni

      lo portano in
      laboratori specializzati per la lettura
      dell'immagine latente sul disco (riescono a
      ripristinare almento 7 riscritture sugli
      stessi settori)Che arrivino a 7 riscritture e sopratutto integre sempre e comunque è da vedere. Al limite setterete Eraser su "pseudorandom data, 7 passes"
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo tornati indietro di anni
        - Scritto da: Anonimo


        Che arrivino a 7 riscritture e sopratutto
        integre sempre e comunque è da
        vedere. Al limite setterete Eraser su
        "pseudorandom data, 7 passes"non sempre infattie non sempre vengono portati in questi laboratori specializzati costa una miliardata una cosa del genere, per esempio nei portatili dei tanzi, sarebbe il caso di usare questa tecnica.dipende dalla gravità del reato
    • sinadex scrive:
      Re: Siamo tornati indietro di anni
      il recupero è al massimo fino a 7 riscritture... ma questo in linea teorica. in pratica gia arrivare a 4 sovrascritture è complicato, e sopratutto molto costoso
  • Anonimo scrive:
    pubblicità
    non conosco bene la faccenda ma a prima vista mi sembra solo un modo come un altro per attirare visitatori sul sito.Dopotutto il povero utente internet "medio" è portato a pensare "vediamo che sito è quello che ha resistito all'hacker cattivo", risultato tanta pubblicità per il sito, tutto qui.Preferisco non commentare l'articolo ... davvero scandaloso.Chissà se quel giornalista è mai rimasto attaccato al computer xè era finito l'inchiostro della stampante
  • Anonimo scrive:
    Sono di Parma
    Ho letto l'articolo qualche giorno fa e vergognoso.Ma quello che piu mi da fastidio, è quando cercano di spiegare cose che non conoscono diventando orribilmente ridicoli.Odio L'informatica per Metafore.....Come ad esempio la storia dell'acher e della favola dei pirati
  • Anonimo scrive:
    articolo gazzetta di parma
    http://www.gazzettadiparma.it/gazzetta/sito/Articoli.nsf/dc06bba01c66e10bc125687d006717a9/4ed9d36ddfce6769c1256e56002e2d15?OpenDocumentSmascherata la vendetta del pirata informatico Escluso dal sito «Tradimento», aveva bloccato una software house di Parma: denunciato I pirati sono tornati. Alla fine però il bene trionfa sempre. Nel ventunesimo secolo non ci sono vascelli o velieri da conquistare ma file e software da saccheggiare. Gli hacker informatici attaccano gli hard disk dei Pc per diversi motivi: mostrare la propria abilità informatica, il gusto della sfida, puro spirito vandalico. Il nostro soggetto, un disoccupato leccese con nickname «everyman» nel forum del sito «www.tradimento.it»,ha agito per vendetta. Vendetta verso il gestore del sito, reo di averlo espulso, nell'estate 2001, dal forum perché non accettava le regole di buona educazione richieste dal sito stesso. La vendetta è stata a lungo meditata e ha portato un anno dopo (luglio 2002) alla sospensione per tre giorni dei servizi offerti da Media Strategy, software house con sede a Parma che si occupa di comunicazione attraverso internet. Il danno per i proprietari dell'azienda ducale è stato ingente: la Media Strategy non gestisce solo il sito «tradimento.it» ma soprattutto mantiene i rapporti telematici per molte società attraverso un servizio di posta elettronica. Rimanere off line per tre giorni, com'è successo in occasione dell'attacco telematico, vuol dire inoperatività prolungata con conseguente perdita di clienti che avevano necessità di usufruire del servizio. Il pirata informatico, però non aveva fatto i conti con un improvviso calo di tensione, dovuto ad un sovraccarico d'energia, che ha portato al black-out momentaneo della zona in cui ha sede la società. Il calo energetico ha imprigionato il ventinovenne leccese, al lavoro dalla sua postazione romana, all'interno del sistema informatico della società parmigiana. Un secondo passo decisivo per lo smascheramento finale è stato raggiunto grazie all'intervento di uno dei partecipanti al forum di «tradimento.it» che, sicuro di non aver mai dato dati personali ad «everyman», ha trovato nella propria posta elettronica una lettera dell'hacker. Dalle tracce lasciate sul fax telematico, la polizia postale di Bologna che ha seguito l'operazione sin dall'inizio, è riuscita a rintracciare il pirata. Perquisita l'abitazione del giovane disoccupato è stato ritrovato ogni genere di materiale proibito in internet: virus di molteplice entità, programmi per forzare sistemi di sicurezza, foto e filmati pedo pornografici. Un vero e proprio arsenale per attacchi informatici: e così l'uomo è stato denunciato.Antonio Borri, primo dirigente di Media Strategy, commenta il risultato dell'operazione: «Alla fine siamo riusciti ad incastrarlo. E' stata una vicenda che ci è costata molto dal punto di vista economico perché siamo stati inoperativi per tre giorni. Abbiamo dovuto inoltre fare la scansione di tutto il nostro hard disk, un'operazione che ha richiesto molto tempo ma indispensabile per controllare la sicurezza dei dati personali dei clienti. Con orgoglio posso dire che i nostri utenti sono stati salvaguardati: il sistema di sicurezza ha resistito». Alla fine il bene trionfa sempre? questa volta anche nella vita reale, non solo nelle favole dei pirati.Pietro Razzini 03-14-2004
  • Anonimo scrive:
    Re: Siamo tornati indietro di anni
    puoi dare qualche riferimento giuridico di questa faccenda delle copie?tutte le "perquisizioni" di cui ho letto e sentito purtroppo si sono sempre concluse con il sequestro completo di tutte le attrezzature e supporti, sia 15 anni fa sia oggi non fa differenza...se la cosa fosse platealmente sbagliata mi piacerebbe almeno aver un articolo di legge da sventolare in faccia agli agenti quando tocchera` a me
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo tornati indietro di anni
      - Scritto da: Anonimo
      se la cosa fosse platealmente sbagliata mi
      piacerebbe almeno aver un articolo di legge
      da sventolare in faccia agli agenti quando
      tocchera` a mePurtroppo non puoi sventolare niente, al momento non esiste legge in Italia che ti permetta di vantare nessun diritto in quei momenti. Fanno come gli pare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo tornati indietro di anni
      Purtroppo gli italiani continuano a mandare gente del cavolo al governo da 50 anni vuoi che qualcuno di loro sia stato in grado di leggiferare una cosa del genere? Grazie al buon senso della Procura della Repubblica di Pescara e della polizia di quella città nel '97 si cominciò ad operare in questo modo, purtroppo non so se facciano ancora così.Comunque numerosi giuristi sono d'accordo su questa cosa, non possono sequestrarti l'itera macchina perchè ci trovano un giochino copiato.Speriamo che entro i prossimi 50 anni capiti al governo qualcuno che se anche non conoscesse l'informatica abbia almeno un minimo di buon senso, purtroppo credo che non sia ancora nato un politico del genere (e forse mai nascerà...)- Scritto da: Anonimo
      puoi dare qualche riferimento giuridico di
      questa faccenda delle copie?
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo tornati indietro di anni
        - Scritto da: Jack Rackham
        Purtroppo gli italiani continuano a mandare
        gente del cavolo al governo da 50 anni vuoi
        che qualcuno di loro sia stato in grado di
        leggiferare una cosa del genere? Ci sono mai state alternative valide ?
  • Anonimo scrive:
    Siamo tornati indietro di anni
    Boh, non voglio entrare nel merito della vicenda in se, ma piuttosto delle modalità con cui la polizia è intervenuta. Se tutto ciò che questa persona scrive è vero siamo ritornati indietro di anni, siamo tornati a quando sequestravano il tappetino del mouse per portarlo in tribunale come prova schiacciante della tua colpevolezza. L'apparecchiatura fisica non va sequestrata!!!   Devono essere copiati solo i dati e se non hanno i mezzi per farlo sono cavoli loro!!!
  • Anonimo scrive:
    backup, gruppi di continuità...
    mi sa che sono parole sconosciute per questa società di Parma.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Si sono fatti la conferenza stampa?
    - Scritto da: Anonimo
    ..per la serie "sbatti il mostro in prima
    pagina"....questo è parte della famosa e triste "preventive", cioè?guerre, arresti, censure, violazione dei nostri diritti, ecc per farci stare più SICURI!!!!!!! :-(((((((
  • TADsince1995 scrive:
    Re: l'articolo della gazzetta di parma
    - Scritto da: Anonimo
    spassoso! : ))))Si, è davvero pazzesco quello che arrivano a scrivere certi pseudogiornalisti pur di scrivere l'articolino clamoroso! Questo passaggio poi è davvero unico:"Il calo energetico ha imprigionato il ventinovenne leccese, al lavoro dalla sua postazione romana, all'interno del sistema informatico della società parmigiana"Imprigionato da un calo energetico!?!?!? AH SI!?!?! Roba da film di fantascienza di serie Z!Che ignoranza.TAD Che non tollerà l'uso che si fa della parola "hacker", forse il caro giornalista non sa che grazie a degli hacker oggi esiste internet
    • Anonimo scrive:
      Re: l'articolo della gazzetta di parma
      Che c'e' di strano? Io sono rimasto imprigionato in questo forum l'altro ieri notte per lo stesso motivo, e siccome c'e' stato il weekend in mezzo, ho dovuto aspettare la mezzanotte di oggi per poter uscire!!!Scherzate voi.. ma con l'elettricita' non si scherza! zzzZZzZZZzzZzzzzzzzzzzzzzZzzZAlessandro Volta
  • Anonimo scrive:
    Si sono fatti la conferenza stampa?
    ..per la serie "sbatti il mostro in prima pagina"....
  • Anonimo scrive:
    Arsenale!
    Addirittura! Ma sia che si tratti di un programma da 100k sia che si tratti di un hard disk di 300mb, le cose non cambiano. Il possesso di questo arsenale non è vietato, è vietata la diffusione ed ovviamente l'uso. Denunciare qualcuno per questo è solo un processo alle intenzioni.
  • Anonimo scrive:
    l'articolo della gazzetta di parma
    spassoso! : ))))
Chiudi i commenti