Tastiere virtuali, il tocco di IBM e Apple

Brevetti depositati dalle due per una versione ergonomica di dispositivi di input virtuali. Che si adattano alle mani dell'utente e che cercano di emulare l'hardware tradizionale

Roma – IBM e Apple a quanto pare stanno concentrando alcune delle loro risorse per la ricerca di soluzioni per migliorare l’attuale generazione di tastiere digitali: iPad e gli altri tablet, sia per le abitudini degli utenti che per le indecisioni conseguenti ad una digitazione non su supporto hardware ma su una parte di schermo touch screen, sono ancora relegate ad un utilizzo parziale per testi non troppo lunghi. Una situazione per cui si cercano contromisure.

Con la domanda di brevetto numero 20110157090 IBM ha chiesto all’Ufficio statunitense l’esclusiva su una tecnologia in grado di adattarsi “alla singola maniera di digitare di ogni utente”.

Quanto descritto dal brevetto IBM, insomma, adatta la tecnologia necessaria allo sviluppo delle tastiere digitali a un sistema di calibrazione della sua forma, in grado di apprendere a adattarsi alle posizioni assunte dall’utente, alla grandezza e alla sensibilità delle sue dita. Le consuete posizioni dei tasti potrebbero insomma variare, così come la loro grandezza rispetto agli altri.

Questo avviene dopo una serie di test preliminari a cui viene chiesto all’utente di sottoporsi, ma nella domanda di brevetto non viene riferito per quanto tempo proseguirà il periodo di adattamento della tastiera digitale.

Apple, invece, ha mostrato un brevetto relativo ad un prodotto non collegato a iOS e costituito di metallo, plastica e vetro: a supporto di una tastiera con tasti digitali, dovrebbe migliorare la capacità di comprensione dei tocchi degli utenti attraverso l’integrazione di un feedback aptico basato sulla
piezoelettricità e sulla rilevazione degli impulsi acustici.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ThEnOra scrive:
    Ottima pretesa!
    Magari esistesse una possibilità simile anche in Italia.E non lo dico a favore delle Corp/Major/etc.Sarebbe un grandioso strumento di democrazia per tutti, ma soprattutto chi sbaglia paga!!! E dico TUTTI!
  • rover scrive:
    Non c'e' limite al peggio
    Non si lamentino poi se qualcuno si presenta a scuola armato fino ai denti e manda all'altro mondo in po' di malcapitati. Fa parte della libera espressione moderna....
    • Funz scrive:
      Re: Non c'e' limite al peggio
      - Scritto da: rover
      Non si lamentino poi se qualcuno si presenta a
      scuola armato fino ai denti e manda all'altro
      mondo in po' di malcapitati. Fa parte della
      libera espressione
      moderna....Produci uno studio scientifico che dimostri la correlazione diretta tra videogiochi e violenza nelle scuole.Magari hai vita più facile a trovarne uno su disponibilità di armi e violenza, o su degrado sociale e violenza.Non mi sembra che ci sia più piombo per le strade che in altre epoche prive di videogiochi...
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Non c'e' limite al peggio
        Beh in effetti il livello di crimini violenti registrato negli usa è sempre aumentato.. Però negli ultimi anni si è registrato un leggero miglioramento della situazione. Ovviamente se si cerca bene in internet si trovano dati esattamente contrari, ma la maggioranza delle fonti che ho consultato (mi è capitato di doverlo fare per lavoro un paio di anni fa) propendevano per una stabilizzazione/diminuzione dei crimini violenti (che non è esattamente la stessa cosa di quelli con arma da fuoco, ma vi è una fortissima correlazione). Quindi in effetti, SI ora c'è più piombo per le strade che in qualsiasi altra epoca senza videogiochi (certo gli studi si fanno seriamente da un secolo a questa parte, il far west sono convinto anche io fosse più violento, però essendo molti di meno comunque probabilmente non producevano lo stesso numero di crimini di oggi)
        • Funz scrive:
          Re: Non c'e' limite al peggio
          - Scritto da: Nome e cognome
          Beh in effetti il livello di crimini violenti
          registrato negli usa è sempre aumentato.. Però
          negli ultimi anni si è registrato un leggero
          miglioramento della situazione. Ovviamente se si
          cerca bene in internet si trovano dati
          esattamente contrari, ma la maggioranza delle
          fonti che ho consultato (mi è capitato di doverlo
          fare per lavoro un paio di anni fa) propendevano
          per una stabilizzazione/diminuzione dei crimini
          violenti (che non è esattamente la stessa cosa di
          quelli con arma da fuoco, ma vi è una fortissima
          correlazione). Quindi in effetti, SI ora c'è più
          piombo per le strade che in qualsiasi altra epoca
          senza videogiochi (certo gli studi si fanno
          seriamente da un secolo a questa parte, il far
          west sono convinto anche io fosse più violento,
          però essendo molti di meno comunque probabilmente
          non producevano lo stesso numero di crimini di
          oggi)Chissà invece quanti potenziali assassini sfogano le loro turbe su un videogioco, invece che su una vittima reale...
    • Sgabbio scrive:
      Re: Non c'e' limite al peggio
      stai trollando.
    • prova123 scrive:
      Re: Non c'e' limite al peggio
      Di solito quando accadono queste cose, una persona o ha disturbi legati a problemi genetici o non ha avuto persone che lo hanno guidato (o lo hanno guidato male) nella crescita, in questi casi di squilibrio se non è un videogioco a scatenare la violenza potrebbe scatenarla anche il passaggio di una farfalla.Un gioco è un gioco. Una persona che esplode con comportamenti eccessivi è una persona quantomeno disadattata ... potrebbe anche uccidere gli amici ad una banale partita a monopoli ...
      • prova123 scrive:
        Re: Non c'e' limite al peggio
        Vogliamo proibire anche il monopoli?
        • prova123 scrive:
          Re: Non c'e' limite al peggio
          Bisogna tutelare sia le persone con problemi, che quelle senza i suddetti problemi. Non si può condizionare un mondo di persone sane a fronte di poche persone squilibrate. Quelle squilibrate devo essere curate in appositi centri, sempre rispettando la dignità di essere umano. Quando questo sarà capito e realizzato allora la civiltà avrà fatto un altro passo. Non è che chiudendo i manicomi si diventa tutti sani per legge ... lasciando però il problema alle famiglie ed alle persone intorno. è il solito buonismo di me**a che è utile a chi prende stipendi da favola per risolvere i problemi, ed in realtà poi trova più semplice non fare un ca**o.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Non c'e' limite al peggio
            - Scritto da: prova123
            è il solito buonismo di me**a
            che è utile a chi prende stipendi da favola per
            risolvere i problemi, ed in realtà poi trova più
            semplice non fare un
            ca**o.Ok col "messaggio" del tuo post, ma perchè storpiare il tutto con quest'ultima parte ridicola, superficiale, da bimbo minkia! :D
          • prova123 scrive:
            Re: Non c'e' limite al peggio
            Non volevo apparire troippo serio ... mi piace l'off topic estremo :D
    • ThEnOra scrive:
      Re: Non c'e' limite al peggio
      Dai MOIGE, non trollare!Però alcune commissarie del MOIGE sono proprio delle milf! :DAh, per la cronaca, non ho mai giocato a GTA ma ho fatto il catechismo alle elementari! :D (rotfl)(rotfl)(rotfl)Quale delle due il peggio?
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Non c'e' limite al peggio

        Quale delle due il peggio?Bisogna averli provati entrambi, per dirlo ;)
        • panda rossa scrive:
          Re: Non c'e' limite al peggio
          - Scritto da: Joe Tornado

          Quale delle due il peggio?

          Bisogna averli provati entrambi, per dirlo ;)Mio cugGino giocava a GTA durante l'ora di religione a scuola. :$
      • Rover scrive:
        Re: Non c'e' limite al peggio
        Siete una banda di bimbominkia rinco davanti ad un monitor.Alcuni di voi sono sulla buona strada per avere una distorta percezione della realtà e della vita che li attende.Tanti auguri perchè ne avete veramente bisogno.
    • LOL scrive:
      Re: Non c'e' limite al peggio
      - Scritto da: rover
      Non si lamentino poi se qualcuno si presenta a
      scuola armato fino ai denti e manda all'altro
      mondo in po' di malcapitati. Fa parte della
      libera espressione
      moderna....Magari se si cominciasse a vendere un pò di armi in meno, forse non ci sarebbe nessuno (in America) che va a scuola col kalashnikov!!!Ah, ma in America hanno ancora paura che tornino gli inglesi invasori...
    • ZLoneW scrive:
      Re: Non c'e' limite al peggio
      Il problema sarebbero i videogiochi violenti?Non il clima di FUD attizzato ad arte dal potere americano e le misure di "sicurezza" prese, che di giorno in giorno si rivelano avere finalità sempre più prosaiche e affatto contrastanti con quanto dichiarato?C'è sempre qualcosa di nuovo da imparare, oggigiorno.
Chiudi i commenti