Tecnocontrollo, tentacoli nel Regno Unito

La talpa del Datagate continua a scodellare rivelazioni sulla sorveglianza globale, che nella declinazione britannica fa rima con le intercettazioni a danno dei governanti invitati per il G20 del 2009. E la polemica statunitense continua ad infuriare

Roma – Edward Snowden lo aveva anticipato, e puntualmente l’ex-analista della CIA e ora nemico giurato dell’intelligence statunitense sta mantenendo la sua promessa pubblicando nuove rivelazioni sulle pratiche di intercettazione e sorveglianza messe in atto negli USA e non solo.

L’ultimo scandalo – di una serie che minaccia di andare avanti per un bel po’ – emerso grazie ai documenti forniti da Snowden e dai soliti reporter del Guardian coinvolge i servizi segreti britannici , impegnati a spiare i capi di stato invitati al summit G20 che si tenne a Londra quattro anni fa.

Piuttosto che servirsi di strumenti di sorveglianza sofisticati come lo statunitense e oramai famigerato PRISM, però, gli agenti britannici usarono metodi più “tradizionali” per mettere sotto controllo i governanti come l’installazione di Internet Cafè fittizi e di keylogger sui terminali BlackBerry dei partecipanti al summit.

Grazie all’ottimo successo dell’operazione, rivelano i documenti forniti da Snowden, gli agenti segreti e il governo britannico, sul cui mandato essi operavano, ebbero accesso a tutte le comunicazioni scambiate durante il summit inclusive di chiamate vocali, email e quant’altro.

Gli agenti presero di mira anche l’allora presidente russo Medvedev , mentre ora la tecnologia e i metodi usati per questo genere di pratiche si è evoluto ed è stato ulteriormente migliorato. L’intelligence britannica era naturalmente in contatto con quella statunitense 4 anni fa come oggi, anche se nel caso in oggetto più che della sorveglianza globale per presunti scopi antiterroristici si parla di un vantaggio di tipo politico nei negoziati tra Londra, l’amico yankee e gli altri stati.

E PRISM? Il programma di sorveglianza globale della NSA continua a essere al centro del dibattito fuori e dentro la rete, tra rivelazioni sullo scarso rapporto costo-benefici della raccolta delle informazioni di geolocalizzazione e sulla reale natura del sistema di tecnocontrollo: secondo ignoti esperti e funzionari governativi, PRISM è in realtà uno strumento di “raffinamento” e analisi dell’enorme mole di dati raccolta dalla NSA con l’hacking e l’intercettazione diretta del flussi di dati veicolato dai grandi apparati di rete e dalle fibre ottiche delle backbone telematiche.

Le autorità e l’intelligence statunitensi non sembrano particolarmente preoccupate in merito alle conseguenze dello scandalo Datagate, anzi, la NSA continua a sostenere l’utilità di PRISM nella prevenzione di attentati terroristici e prepara memo interni per i propri ufficiali da usare come punti di discussione in difesa del programma presso il pubblico.

A essere genuinamente preoccupate per le conseguenze delle rivelazioni di Snowden sono invece le grandi corporation statunitensi che trafficano con i dati degli utenti, colossi che fanno pressioni su Washington per aumentare il livello di trasparenza nei rapporti sulle richieste FISA ricevute dal governo (Google), che pubblicano rapporti incompleti sulle suddette richieste (Facebook, Microsoft, Apple e altri) e che confermano la condivisione dei dati sulle vulnerabilità software con le autorità (Microsoft) ai fini della sicurezza.

Qualcuno (Yahoo!) ha anche provato a opporsi all’obbligo di far parte del programma PRISM e sottostare alle decine di migliaia di richieste di informazioni (FISA) annuali sui propri utenti, ma non c’è stato nulla da fare: la piovra onnipresente dell’intelligence statunitense arriva dappertutto, può sapere tutto di tutti e Barack Obama approva questo “bilanciamento tra privacy e sicurezza” che è lo scandalo Datagate esattamente come il suo predecessore George Bush jr.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Al Kogan scrive:
    Kamala
    Tre fratelli della Bay Area sono finiti nelle grinfie del procuratore generale Kamala Harris [img]http://www.onlineworldofwrestling.com/wp-content/uploads/2012/04/Kamala.png[/img]
    • prova123 scrive:
      Re: Kamala
      Nooo ... è un pelino meglio ...[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/36/Kamala_Harris_Official_Attorney_General_Photo.jpg[/img]
  • Pianeta Video scrive:
    ...
    Le autorità californiane hanno fornito un identikit dei tre fratelli scarriconi. @^[img]http://www.afnews.info/wordpress/wp-content/uploads/2011/04/Bassotti-di-Cavazzano.jpg[/img]
    • Etype scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Pianeta Video
      Le autorità californiane hanno fornito un
      identikit dei tre fratelli scarriconi.
      @^

      [img]http://www.afnews.info/wordpress/wp-content/u:D
    • carletto scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Pianeta Video
      Le autorità californiane hanno fornito un
      identikit dei tre fratelli scarriconi.
      @^

      [img]http://www.afnews.info/wordpress/wp-content/uBé? Sono simpatici. :p
    • thebecker scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Pianeta Video
      Le autorità californiane hanno fornito un
      identikit dei tre fratelli scarriconi.
      @^

      [img]http://www.afnews.info/wordpress/wp-content/uMa questi sono i signori del copyright che sfruttano opere di autori morti! :D
  • tpsb scrive:
    al contrario!!!
    <b
    IL COPYRIGHT E' UN FURTO </b
    !!!
    • Etype scrive:
      Re: al contrario!!!
      - Scritto da: tpsb
      <b
      IL COPYRIGHT E' UN FURTO </b
      !!!e spiare l'utente con PRISM cos'è ? :D
      • tpsb scrive:
        Re: al contrario!!!
        - Scritto da: Etype
        - Scritto da: tpsb

        <b
        IL COPYRIGHT E' UN FURTO </b

        !!!

        e spiare l'utente con PRISM cos'è ? :D(non capisco cosa c'entra questo, comunque) spiare le persone è TECNO-CONTROLLO SOCIALE, REPRESSIONE (preventiva e a posteriori) DEL DISSENSO
        • Etype scrive:
          Re: al contrario!!!
          - Scritto da: tpsb
          (non capisco cosa c'entra questo, comunque)
          spiare le persone è TECNO-CONTROLLO SOCIALE,
          REPRESSIONE (preventiva e a posteriori) DEL
          DISSENSONel senso che comunque vai a rubare informazioni private del singolo cittadino a tuo uso e consumo ...
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: al contrario!!!
          contenuto non disponibile
  • Lorenzo scrive:
    Non per fare polemica...
    Preti pedofili ok... ma guai a toccare la grana delle multinazionali...Questa società fa schifo... prima si impari a tutelare il "diritto" alla base... queste sono cose di "contorno" e tutelano solo i miliardi di chi ha i miliardi.
    • quindi.. scrive:
      Re: Non per fare polemica...
      dove trovi qualcosa di nuovo?
    • Allibito scrive:
      Re: Non per fare polemica...
      - Scritto da: Lorenzo
      Preti pedofili ok... ma guai a toccare la grana
      delle
      multinazionali...
      Questa società fa schifo... prima si impari a
      tutelare il "diritto" alla base... queste sono
      cose di "contorno" e tutelano solo i miliardi di
      chi ha i
      miliardi.Quanta demagogia spicciola... visto che esistono i preti pedofili, lasciamo che si rubino le opere altrui, giusto? Oppure condanniamo i preti pedofili e chi infrange altre leggi come la 633/41? Meglio, non credi?
      • thebecker scrive:
        Re: Non per fare polemica...
        - Scritto da: Allibito
        altrui, giusto? Oppure condanniamo i preti
        pedofili e chi infrange altre leggi come la
        633/41? Meglio, non
        credi?Ti riferisci alla 633/41 la legge voluta da Mussolini, quando non esisteva internet, si basiamoci su leggi fasciste e obsolete!! :DNon siete credibili tutto le leggi del regime a suo tempo dovevano essere annulate e doveva legifare con nuove leggi la neonata repubblica. Si continua a difendere i propri interessi con leggi fatte da un regime che andavano rifatte e comunque ormai anacrostiche nell'era di Internet.
  • Nome e cognome scrive:
    La pubblicità invece ?
    Se io finanziassi un'attività illecita penso che finirei in carcere.Finanziare un'attività illecita via la pubblicità invece non è un problema.Io a questo punto consiglierei a chi vuole finanziare i criminali di farlo usando dei canali pubblicitari perché a quanto pare non è reato.Per quanto riguarda le pene a coloro che terrorizzano l'intero pianeta con atti di pirataggio in linea propongo di appenderli per le palle sulla piazza pubblica, bollirli vivi, squoiarli e infine al rogo.
    • Izio01 scrive:
      Re: La pubblicità invece ?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Se io finanziassi un'attività illecita penso che
      finirei in carcere.
      Finanziare un'attività illecita via la pubblicità
      invece non è un problema.

      Io a questo punto consiglierei a chi vuole
      finanziare i criminali di farlo usando dei canali
      pubblicitari perché a quanto pare non è
      reato.
      Se tu vuoi finanziare un'attività illecita, che so, un esercizio commerciale fasullo, nato per riciclare denaro sXXXXX, ci metti magari 100.000 euro (ce li metti esplicitamente, non lo fai indirettamente, visitando un sito). Arrivare a 100.000 euro con un centesimo per clic pubblicitario è un po' laborioso.
      Per quanto riguarda le pene a coloro che
      terrorizzano l'intero pianeta con atti di
      pirataggio in linea propongo di appenderli per le
      palle sulla piazza pubblica, bollirli vivi,
      squoiarli e infine al rogo.Ok, stessa pena per i videocotechini, tanto sono gente inutile e nociva. Unica differenza: loro li scuoiamo con la c, non con la q, in nome della lingua italiana.
    • krane scrive:
      Re: La pubblicità invece ?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Se io finanziassi un'attività illecita penso che
      finirei in carcere.
      Finanziare un'attività illecita via la pubblicità
      invece non è un problema.
      Io a questo punto consiglierei a chi vuole
      finanziare i criminali di farlo usando dei canali
      pubblicitari perché a quanto pare non è reato.Ho visto spacciatori usare dei cartelli di berlusconi come nascondiglio ! Io arresteri berlusconi per favoreggiamento ! Tze'.
      • Debian22 scrive:
        Re: La pubblicità invece ?
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Nome e cognome

        Se io finanziassi un'attività illecita penso
        che

        finirei in carcere.

        Finanziare un'attività illecita via la
        pubblicità

        invece non è un problema.


        Io a questo punto consiglierei a chi vuole

        finanziare i criminali di farlo usando dei
        canali

        pubblicitari perché a quanto pare non è
        reato.

        Ho visto spacciatori usare dei cartelli di
        berlusconi come nascondiglio ! Io arresteri
        berlusconi per favoreggiamento !
        Tze'.e ti pareva che qualcuno non metteva in mezzo berlusconi in un articolo in cui non c'entra una mazza?
    • il solito bene informato scrive:
      Re: La pubblicità invece ?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Se io finanziassi un'attività illecita penso che
      finirei in
      carcere.
      Finanziare un'attività illecita via la pubblicità
      invece non è un
      problema.

      Io a questo punto consiglierei a chi vuole
      finanziare i criminali di farlo usando dei canali
      pubblicitari perché a quanto pare non è
      reato.prego finanziare nostra attività terroristica contro Grande Satana. In cambio di finanziamento, noi diremo luogo e ora esatta di prossimo attentato, dove potrete mettere vostre insegne e cartelli pubblicitari. Per piccolo extra, faremo esplodere furgone "rubato" a vostra ditta.
    • Allibito scrive:
      Re: La pubblicità invece ?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Se io finanziassi un'attività illecita penso che
      finirei in
      carcere.
      Finanziare un'attività illecita via la pubblicità
      invece non è un
      problema.

      Io a questo punto consiglierei a chi vuole
      finanziare i criminali di farlo usando dei canali
      pubblicitari perché a quanto pare non è
      reato.

      Per quanto riguarda le pene a coloro che
      terrorizzano l'intero pianeta con atti di
      pirataggio in linea propongo di appenderli per le
      palle sulla piazza pubblica, bollirli vivi,
      squoiarli e infine al
      rogo.Basta solo condannarli con le adeguate pene, come prescritto dalla legge.
      • krane scrive:
        Re: La pubblicità invece ?
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Nome e cognome

        Se io finanziassi un'attività illecita penso che

        finirei in

        carcere.

        Finanziare un'attività illecita via la
        pubblicità

        invece non è un

        problema.



        Io a questo punto consiglierei a chi vuole

        finanziare i criminali di farlo usando dei
        canali

        pubblicitari perché a quanto pare non è

        reato.



        Per quanto riguarda le pene a coloro che

        terrorizzano l'intero pianeta con atti di

        pirataggio in linea propongo di appenderli per
        le

        palle sulla piazza pubblica, bollirli vivi,

        squoiarli e infine al

        rogo.
        Basta solo condannarli con le adeguate pene, come
        prescritto dalla legge.E invece sta per esserci un'altra leggina svuotacarceri. Cicca cicca cicca.
  • Etype scrive:
    mmmmmmmmmm
    "Tony e Huynh Hoang avrebbero guadagnato un totale di 150mila dollari dalla vendita di spazi pubblicitari su diverse piattaforme per la visione in streaming dei più importanti blockbuster del cinema hollywoodiano."Ma come in America è reato solo quello che fa comodo ai piani alti ? :DPer 150mila dollari di spazi pubblicitari questi rischiano il carcere/salata multa,per il datagate di Snowden dove è coinvolto l'intero governo Americano reo di spiare i cittadini gratis è per il bene del cittadino ? 2 illeciti = 1 sola punizione ? WOW è stupenda la legalità in America :D :D :D
  • Flatline scrive:
    ...
    A mio avviso in questo caso la punizione è dovuta.Non si tratta di ragazzi che sotto una bandiera tipo "cultura libera" hanno distribuito torrent di serie TV e film. Tutto il mio rispetto per questa gente.Si tratta di 3 criminali che hanno usato il lavoro di hollywood per *vendere spazi pubblicitari e lucrarci sopra*. Cosa ben diversa.Poi sul fatto che probabilmente sarebbero stati puniti allo stesso modo anche fossero stati i ragazzi duri e puri di cui sopra non ci piove, così come sul lobbismo.
    • Etype scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Flatline
      Si tratta di 3 criminali che hanno usato il
      lavoro di hollywood per *vendere spazi
      pubblicitari e lucrarci sopra*. Cosa ben
      diversa.3 criminali ? non esageriamo,non sono spacciatori,terroristi,rapinatori,eccLe major fanno la voce grossa solo contro il cittadino,sinceramente mi fa schifo la posizione di conninvenza delle istituzioni americane con queste lobbies...è un mondo marcio dominato solo ed esclusivamente dal potere e dai miliardi nel proprio conto in banca.
      • aphex_twin scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Etype
        3 criminali ? non esageriamo,non sono
        spacciatori,terroristi,rapinatori,eccA detta dei tossici , gli spacciatori non sono criminali.
    • tpsb scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Flatline
      A mio avviso in questo caso la punizione è dovuta.
      Non si tratta di ragazzi che sotto una bandiera
      tipo "cultura libera" hanno distribuito torrent
      di serie TV e film. Tutto il mio rispetto per
      questa gente.

      Si tratta di 3 criminali criminale è il copyright e chi lo giustifica
      • Pianeta Video scrive:
        Re: ...
        Certo, intanto prova questi braccialetti, omaggio per tutti gli scarriconi pirati. @^[img]http://pad1.whstatic.com/images/thumb/2/27/Handcuff-a-Person-Step-7.jpg/550px-Handcuff-a-Person-Step-7.jpg[/img]
        • thebecker scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: Pianeta Video
          Certo, intanto prova questi braccialetti, omaggio
          per tutti gli scarriconi pirati. [img]http://farm6.static.flickr.com/5261/5689217086_af8c6a0b41.jpg[/img]Ma pensa alla tua attività, a quella che non esite più. Quel lavoro duro, mettere DVD dentro una machinetta e aspettare i clienti che non arrivavano mai navigando su internet per insultare e cercare un alibi per la propria attività obsoleta :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2013 17.41-----------------------------------------------------------
        • tpsb scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: Pianeta Video
          Certo, intanto prova questi braccialetti, omaggio
          per tutti gli scarriconi pirati. in cambio ti posso dare una zappa... immagino ne avrai molto bisogno
    • il solito bene informato scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Flatline
      A mio avviso in questo caso la punizione è dovuta.
      Non si tratta di ragazzi che sotto una bandiera
      tipo "cultura libera" hanno distribuito torrent
      di serie TV e film.sì, effettivamente parlare di cultura associato ad "hollywood" è un po' una forzatura
      Si tratta di 3 criminali che hanno usato il
      lavoro di hollywood per *vendere spazi
      pubblicitari e lucrarci sopra*. Cosa ben
      diversa.Non c'è furto! potrei capire Mediaset che pubblica i propri video sulla sua piattaforma, guadagna con la pubblicità e "giustamente" si inc***a se Google raccoglie contatti e visualizzazioni con i video di Mediaset, ma "hollywood" non ha una tale piattaforma!Questi hanno semplicemente creato un servizio parallelo e non concorrente a cui forse "hollywood" stessa dovrebbe pensare seriamente, visto che si lucra <i
      così tanto </i
  • carletto scrive:
    ...
    C'è poco da stupirsi: il profitto uber alles!
  • bubba scrive:
    insomma, quindi...
    oltre i soliti dipendenti di Hollywood (ca) in Parlamento... ora viene confermato che hanno pure dei giudici... certo che devono stipendiare un sacco di gente questi di Holly :P
    • Allibito scrive:
      Re: insomma, quindi...
      - Scritto da: bubba
      oltre i soliti dipendenti di Hollywood (ca) in
      Parlamento... ora viene confermato che hanno pure
      dei giudici... certo che devono stipendiare un
      sacco di gente questi di Holly
      :PUno che applica la legge che esiste da decenni è un venduto? Strana veduta.
      • bubba scrive:
        Re: insomma, quindi...
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: bubba

        oltre i soliti dipendenti di Hollywood (ca) in

        Parlamento... ora viene confermato che hanno
        pure

        dei giudici... certo che devono stipendiare un

        sacco di gente questi di Holly

        :P
        Uno che applica la legge che esiste da decenni è
        un venduto? Strana
        veduta.beh hollywood e' popolata dai cineasti (ribelli, ironia!) da un secolo. La legge di hollywood non e' necessariamente quella che vorrebbero i cittadini. Visto che a) non vivono piu nel 1920 b) le suddette leggi sono state PEGGIORATE una dozzina di volte da allora.
      • dont feed the troll - Back Again scrive:
        Re: insomma, quindi...
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: bubba

        oltre i soliti dipendenti di Hollywood (ca) in

        Parlamento... ora viene confermato che hanno
        pure

        dei giudici... certo che devono stipendiare un

        sacco di gente questi di Holly

        :P
        Uno che applica la legge che esiste da decenni è
        un venduto? Strana
        veduta.Uno che applica male una legge ingiusta è un venduto.Un po' come chi va sui forum altrui a proteggere i suoi interessi spacciandoli per giustizia.
  • Pooririo scrive:
    a 'ato punto....
    a 'sto punto è più conveniente sfundare la vetrina e rubarsi i dvd
    • Allibito scrive:
      Re: a 'ato punto....
      - Scritto da: Pooririo
      a 'sto punto è più conveniente sfundare la
      vetrina e rubarsi i
      dvdNon cambia molto se non per l'aggravante dello scasso. Lo scopo e il danno non cambiano.
      • krane scrive:
        Re: a 'ato punto....
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Pooririo

        a 'sto punto è più conveniente sfundare la

        vetrina e rubarsi i dvd
        Non cambia molto se non per l'aggravante dello
        scasso. Lo scopo e il danno non cambiano.Dillo al possessore del negozio che si trova la vetrina sfondata e la merce sottratta che non cambia molto.
      • Free world scrive:
        Re: a 'ato punto....
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Pooririo

        a 'sto punto è più conveniente sfundare la

        vetrina e rubarsi i

        dvd
        Non cambia molto se non per l'aggravante dello
        scasso. Lo scopo e il danno non
        cambiano.Parliamo di multiproprietà, allibito?(è un modo per farlo andare via)
        • bubba scrive:
          Re: a 'ato punto....
          - Scritto da: Free world
          - Scritto da: Allibito

          - Scritto da: Pooririo


          a 'sto punto è più conveniente sfundare
          la


          vetrina e rubarsi i


          dvd

          Non cambia molto se non per l'aggravante
          dello

          scasso. Lo scopo e il danno non

          cambiano.

          Parliamo di multiproprietà, allibito?
          (è un modo per farlo andare via)ahha LOL. Ma dai poveretti... ma se hanno lottato ANNI per trovare un cavillo per XXXXXXX la legge (e pure Univideo) ;) lasciali godere ora...
          • krane scrive:
            Re: a 'ato punto....
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Free world

            - Scritto da: Allibito


            - Scritto da: Pooririo

            Parliamo di multiproprietà, allibito?

            (è un modo per farlo andare via)
            ahha LOL. Ma dai poveretti... ma se hanno lottato
            ANNI per trovare un cavillo per XXXXXXX la legge
            (e pure Univideo) ;) lasciali godere
            ora...Ho provato anche a segnalare la cosa a quelli di scambioetico, per vedere se potevano sfruttarla anche loro, ma non mi sono sentito molto cacato...
          • Etype scrive:
            Re: a 'ato punto....
            - Scritto da: krane
            Ho provato anche a segnalare la cosa a quelli di
            scambioetico, per vedere se potevano sfruttarla
            anche loro, ma non mi sono sentito molto
            cacato...Attenzione,potresti essere citato per favoreggiamento :D :D :D
          • krane scrive:
            Re: a 'ato punto....
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: krane

            Ho provato anche a segnalare la cosa a quelli di

            scambioetico, per vedere se potevano sfruttarla

            anche loro, ma non mi sono sentito molto

            cacato...
            Attenzione,potresti essere citato per
            favoreggiamento :D :D
            :DE perche' mai ??? Al contrario: ho invitato agli sporchi pirati di utilizzare un'alternativa perfettamente legale invece dei loro metodi da laderoni, alternativa legale simile a quella utilizzata dai nostri virtuosissimi amici noleggiatori. O)
      • panda rossa scrive:
        Re: a 'ato punto....
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Pooririo

        a 'sto punto è più conveniente sfundare la

        vetrina e rubarsi i

        dvd
        Non cambia molto se non per l'aggravante dello
        scasso. Lo scopo e il danno non
        cambiano.Cambiano, cambiano.Se io faccio irruzione nella tua bottega e rubo tutti i dvd, LE MAJOR SE NE SBATTONO ALTAMENTE, e le forze dell'ordine di conseguenza.
    • tucumcari scrive:
      Re: a 'ato punto....
      - Scritto da: Pooririo
      a 'sto punto è più conveniente sfundare la
      vetrina e rubarsi i
      dvdPerchè vuoi sfondargli la vetrina? :D :|[img]http://www.linkiesta.it/sites/default/files/imagecache/immagine_620_fixed/uploads/articolo/immagine-singola/kebab.jpg[/img]
      • Leguleio senza avatar scrive:
        Re: a 'ato punto....
        Bene, le faccine hanno il loro perché. Ora qualcosa di più: una sclerata a base di parole tutte in maiuscolo, una pioggia di punti esclamativi.
Chiudi i commenti