Tenta di vincere un Wii. Muore

Voleva a tutti i costi la console di casa Nintendo e pur di vincerla ha bevuto troppa acqua. Dopo il decesso è probabile una denuncia contro i gestori di un singolare concorso

Roma – Una emittente radiofonica californiana ha organizzato negli States un concorso che metteva in palio una console Nintendo Wii : la vincitrice del contest, vinto bevendo più acqua di qualunque altro partecipante, non è però sopravvissuta a lungo. Ha ingerito troppa acqua, il suo organismo non ha retto ed è deceduta per iperidratazione.

Questa la notizia che gira con insistenza nelle ultime ore tra blogger e siti di videogiochi, tutti colpiti da come una madre di tre figli, a 28 anni, abbia potuto perdere la vita in questo modo.

“Ciò che più mi ha colpito – scrive Blog of Funk – è che questa donna era povera e ha pensato che quella fosse un’attività senza controindicazioni, voleva vincere la console per la sua famiglia”. Tutti ora si chiedono chi sia responsabile per l’accaduto e molti puntano il dito contro la radio e i suoi DJ, che non avrebbero avvertito i partecipanti dei possibili rischi per la salute derivanti dall’ingestione di enormi quantità d’acqua.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    hanno inventato la crittografia..
    ... mooolti anni fa.Sarebbe ora di iniziare ad usarla..
  • Anonimo scrive:
    Ridicola propaganda dei produttori di AV
    "A questo si aggiunge il fatto che il 29 per cento dei telelavoratori italiani interpellati ha dichiarato di non avere antivirus o altri software di sicurezza installati sui proprio computer mentre il 34 per cento ha confessato di aprire normalmente le email, anche di provenienza sconosciuta, ma di riuscire a trattenersi dall'aprire anche gli allegati."
  • gaia75 scrive:
    Telelavoro in Italia
    http://www.premio-telelavoro.it/c3_ist.htmhttp://www.premio-telelavoro.it/c2_telek.htmhttp://www.premio-telelavoro.it/c3_pg.htmhttp://www.premio-telelavoro.it/c4_cstus.htmSolo sperimentazione, volontariato e qualche centralinista su leggi inapplicabili. Se questo è il disastro di cui parla l'articolo significa che lindagine, almeno per quanto riguarda lItalia, è una grande belinata, oppure, la grande belinata è includere lItalia nello studio della Insight Express. Fate voi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Get the FUD !
    - Scritto da:
    Se si uasassero i mac ovunque ci sarebbero un bel
    po' di system admin a
    spasso.Se si usassero i Mac ovunque il settore sarebbe ridotto al 10% di quello che è adesso vista l'estrema chiusura del sistema e la impossibilità di usare hardware alternativi.Parlassi almeno di Linux...
    • Anonimo scrive:
      Re: Get the FUD !

      Se si usassero i Mac ovunque il settore sarebbe
      ridotto al 10% di quello che è adesso vista
      l'estrema chiusura del sistema e la impossibilità
      di usare hardware
      alternativi.il paradiso della compatibilita'
  • Anonimo scrive:
    Re: Get the FUD !

    Se si uasassero i mac ovunque ci sarebbero un bel
    po' di system admin a
    spasso.
    Windows per voi e' una pacchia, altro che. (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Sto articolo sembra...
    ... fatto apposta per additare una cosa parlando completamente di un'altra... muah(ghost)
  • Anonimo scrive:
    Ma in ufficio ...
    Ma in ufficio ... non ci sono gli stessi problemi?
    • Nonsonoanonimo scrive:
      Re: Ma in ufficio ...

      Ma in ufficio ... non ci sono gli stessi
      problemi?Si ma ormai ci siamo abituati, parlarne non farebbe notizia. Invece quando si tratta di tele-lavoro... eehh tutto diverso!
  • Anonimo scrive:
    avanti cosi'.....
    per la serie affondiamo ancora di piu il telelavoro che gia' stenta a decollare...mettiamoci pure a fare articoli come questo..bah...
  • Anonimo scrive:
    E' colpa di Windows...
    Se il monopolio di Windows non esistesse l'interesse dei virus-writer sarebbe diffuso tra vari sistemi operativi. Cosicché anziché avere un S.O. con 150.000 virus e tutti gli altri senza uno straccio di malware ci sarebbero un piccolo numero di virus per tutti i SO. Tralaltro la diffusione dei virus sarebbe molto minore, perché se oggi un e-mail spedita da un worm arriva quasi sempre ad un altro pc Windows da infettare in questo caso si troverebbe il 60% di possibilità di raggiungere un pc con installato un SO su cui il virus non ha effetto.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' colpa di Windows...
      La premessa sbagliata è che gli altri sistemi operativi nn sono colabrodi con windows
    • MandarX scrive:
      Re: E' colpa di Windows...

      Se il monopolio di Windows non esistesse
      l'interesse dei virus-writer sarebbe diffuso tra
      vari sistemi operativi. non dico che gli altri sistemi operativi non possano avere vulnerabilità, ma prego mettere la password di root per formattare l'harddisk LOL
  • Anonimo scrive:
    Indagine mirata a..
    Ok l'indagine è stata fatta, i risultati sono chiari.. e adesso?Adesso lasciamo cuocere un po' le aziende, e poi usciamo con la scatola 'Teleworker Security Box 2007' by Cisco.Ma per favore, la sicurezza su Internet è una faccenda che ha 1000 sfaccettature, non può essere affrontata con una 'indagine' del genere, e soprattutto da una azienda che vende sistemi di sicurezza! (Ve la immaginate una Bay*r che fa una indagine sullo 'stato di salute dei lavoratori all'aperto in inverno'? Magari ne troverebbero *molti* con il raffreddore.. e magari, chissà, avrebbero pronta una certa pillolina...)Non dico di non usare strategie di sicurezza, sto solo criticando CHI ha fatto la cosidetta 'indagine', e gli OVVI risulatati ottenuti.Se una azienda sceglie la strada del telelavoro, (e la mia lo ha fatto) deve avere anche fiducia del lavoratore. Remotizzare le postazioni di lavoro diminuisce INEVITABILMENTE la sicurezza, indipendentemente da quante scatole '* security pack 200x' un'azienda compra.Noi abbiamo adottato questa 'tecnica': informare e responsabilizzare il lavoratore. Eventuali casini li gestiamo via via. Senza Cisco.(ps: abbiamo degli ottimi switch Cisco in azienda)
  • ryoga scrive:
    Indagine buona, ma persone sbagliate.
    Salve,l'indagine, è sicuramente una mossa ottima, ma purtroppo i risultati evidenziano che vengono scelti ad operare in telelavoro e ad avere incarichi di responsabilità, persone che non hanno competenze, preparazione e professionalità adeguate.Quindi, cerchiamo di colpevolizzare le persone che commettono queste "imprudenze" e non lo strumento (come in tutte le cose).Le auto che viaggiano a 280Km/h sono sicure. A renderle insicure sono i piloti che non hanno abbastanza esperienza, riflessi e capacità per poterle guidare.Quindi non distruggiamo un ottimo sistema di lavoro a causa dei soliti raccomandati che rendono un sistema ipoteticamente perfetto, un tragico disastro.Saluti
  • ishitawa scrive:
    vediamo anche l'altra faccia
    mi piacerebbe vedere anche un indagine fatta "dall'altra parte" ovvero- chi da' telelavoro che attrezzature fornisce?- fornisce dei linux, dei mac o windows SENZA un adeguato antivirus, firewall etc?- fa firmare un documento di assunzione responsabilità e definisce chiaramente CHI e COSA può fare su quel pc?- fornisce un livello adeguato di preparazione ai suoi telelavoratori?- oppure si limita a "mollarli li" e si arrangino
    • Anonimo scrive:
      Re: vediamo anche l'altra faccia
      - Scritto da: ishitawa
      mi piacerebbe vedere anche un indagine fatta
      "dall'altra parte"
      ovvero
      - chi da' telelavoro che attrezzature fornisce?
      - fornisce dei linux, dei mac o windows SENZA un
      adeguato antivirus, firewall
      etc?
      - fa firmare un documento di assunzione
      responsabilità e definisce chiaramente CHI e COSA
      può fare su quel
      pc?
      - fornisce un livello adeguato di preparazione ai
      suoi
      telelavoratori?
      - oppure si limita a "mollarli li" e si arranginovediamo.. fammi indovinare? il computer te lo compri te, i programmi te li scarichi dalla rete e se ti beccano io non voglio sapere niente, ma si gia' che ci sei scaricati anche norton non si sa mai.
    • outkid scrive:
      Re: vediamo anche l'altra faccia
      il punto non e' non prendere virus. il punto e' essere seri.solo che su windows se non lo sei diventa piu' rischioso.la tua e' una soluzione per nascondere il problema dei cazzari come te. ma forse tu vai ancora a scuola e parli del linux come la panacea a tutti i mali dell'informatica.- Scritto da: ishitawa
      mi piacerebbe vedere anche un indagine fatta
      "dall'altra parte"
      ovvero
      - chi da' telelavoro che attrezzature fornisce?
      - fornisce dei linux, dei mac o windows SENZA un
      adeguato antivirus, firewall
      etc?
      - fa firmare un documento di assunzione
      responsabilità e definisce chiaramente CHI e COSA
      può fare su quel
      pc?
      - fornisce un livello adeguato di preparazione ai
      suoi
      telelavoratori?
      - oppure si limita a "mollarli li" e si arrangino
      • ishitawa scrive:
        Re: vediamo anche l'altra faccia

        la tua e' una soluzione per nascondere il
        problema dei cazzari come te. ma forse tu vai
        ancora a scuola e parli del linux come la panacea
        a tutti i mali
        dell'informatica.gli insulti te li puoi pure risparmiare - chi credi di essere?ho più di 40 anni e quasi 20 nel settoreho citato linux perchè visto che i PC sono anche degli elettrodomestici molti tendono ad usarli anche per scopi personali, è una tentazione troppo fortese gli dai una "stazione" linux un pò cablata è un po più difficile che ci faccia giocare il figlio (o lui stesso a fifa2007, ovviamente scaricato) o che si prenda qualche virus o spyware dalla posta (visto che il 99% dei suddetti sono per windows)mac va altrettanto bene come "blindatura", ma costa di piùse poi il solo fatto di citare linux o altro mi fa essere un cazzaro non lo so
    • Anonimo scrive:
      Re: vediamo anche l'altra faccia
      Concordo con Ishitawa, il problema è che molti dirigenti sono incapaci e a proposito dei datori di lavoro non ne parliamo va ...Basterebbe stabilire protocolli di sicurezza rigorosi e regole certe (con un relativo disciplinare).
  • Anonimo scrive:
    Un'indagine Cisco?
    Per forza le conclusioni sono queste, Cisco vuol vendere i propri prodotti di sicurezza.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Un'indagine Cisco?
      Che non c'entrerebbero un ca**o, dato che l'idiozia umana non la blocca manco il miglior apparato di sto mondo.
  • Anonimo scrive:
    Get a Mac! Esperierenza vissuta
    Tutto vero. La mia azienda ormai lavora da alcuni anni con collaboratori solo in telelavoro.Il fatto che l'azienda sia informatica e tutti i collaboratori dovrebbero essere utenti esperti non è una garanzia.L'unica garanzia e che tutti usiamo Mac, VPN e non usiamo le password (solo certificati SSL) per accedere ai servizi.Funziona tutto. Garantito!
    • Anonimo scrive:
      Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
      - Scritto da:
      Tutto vero. La mia azienda ormai lavora da alcuni
      anni con collaboratori solo in
      telelavoro.
      Il fatto che l'azienda sia informatica e tutti i
      collaboratori dovrebbero essere utenti esperti
      non è una
      garanzia.

      L'unica garanzia e che tutti usiamo Mac, VPN e
      non usiamo le password (solo certificati SSL)
      per accedere ai
      servizi.

      Funziona tutto. Garantito!stavo per dirlo io (apple)
      • Anonimo scrive:
        Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
        Mah! secondo il mio modestissimo parere di uomo della strada, proprio Apple è fortemente sospettabile di essere uno dei maggiori produttori e/o fomentatori della produzione di malware per PC (geek) O) @^ 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
          - Scritto da:
          Mah! secondo il mio modestissimo parere di uomo
          della strada, proprio Apple è fortemente
          sospettabile di essere uno dei maggiori
          produttori e/o fomentatori della produzione di
          malware per PC (geek) O) @^
          8)invece Symantec no vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
            Ah certo perché no? ;) :)
          • staza scrive:
            Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Mah! secondo il mio modestissimo parere di uomo

            della strada, proprio Apple è fortemente

            sospettabile di essere uno dei maggiori

            produttori e/o fomentatori della produzione di

            malware per PC (geek) O) @^

            8)

            invece Symantec no vero?il suo virus piu famoso si chiama norton....inchioda la macchinafa dannila rallentainsomma, la infogna :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
          - Scritto da:
          Mah! secondo il mio modestissimo parere di uomo
          della strada, proprio Apple è fortemente
          sospettabile di essere uno dei maggiori
          produttori e/o fomentatori della produzione di
          malware per PC (geek) O) @^
          8)Peccato che alla microsoft non siano abbastanza bravi per fare altrettando ad apple (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta

            Peccato che alla microsoft non siano abbastanza
            bravi per fare altrettando ad apple
            (rotfl)Lol... apple è bravissima a fallire da sola. Se non era per Billone Gates a quest'ora Jobs stava raccogliendo iBanane...
    • Anonimo scrive:
      Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
      Un'azienda informatica che usa solo mac ?!!!!! I casi sono due:1. L'hai sparata tanto per farlo2. Lavorate in settori di stranicchia, ma in Italia la vedo veramente male, sempre che non sia un'azienda veramente piccola con clienti affezionati.In entrambi i casi se è vero che è un'azienda di informatica sai benissimo da solo che l'uso del mac anzichè di pinco-palla non aumenta di una virgola la sicurezza della rete, specialmente se parliamo di utenti avanzati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
        - Scritto da:
        Un'azienda informatica che usa solo mac ?!!!!! I
        casi sono
        due:(sentiamo il guru del settore...)
        1. L'hai sparata tanto per farlo

        2. Lavorate in settori di stranicchia, ma in
        Italia la vedo veramente male, sempre che non sia
        un'azienda veramente piccola con clienti
        affezionati.
        cocchino, i grafici e tutto il settore di solito usano Mac(apple);ovvio, ora salterà fuori il pollastro a dirti che non è vero ma se proprio non ti fidi, va in una qualsiasi stamperia, studio grafico o pubblicitario e constatalo con i tuoi occhi;
        In entrambi i casi se è vero che è un'azienda di
        informatica sai benissimo da solo che l'uso del
        mac anzichè di pinco-palla non aumenta di una
        virgola la sicurezza della rete, specialmente se
        parliamo di utenti
        avanzati.cazzata;da sistemista potrei farti la lista delle differenze (la tragrande maggioranza a favore, ma pure un paio di pecche) tra i soliti PCcassoni e i Mac (per ciò che riguarda Linux...come server non gli fa differenza quello che gli attacchi (love))ciao(amiga)(linux)(apple)
        • Anonimo scrive:
          Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Un'azienda informatica che usa solo mac ?!!!!! I

          casi sono

          due:

          (sentiamo il guru del settore...)forse è il caso....


          1. L'hai sparata tanto per farlo



          2. Lavorate in settori di stranicchia, ma in

          Italia la vedo veramente male, sempre che non
          sia

          un'azienda veramente piccola con clienti

          affezionati.



          cocchino, i grafici e tutto il settore di solito
          usano
          Mac(apple);
          ovvio, ora salterà fuori il pollastro a dirti che
          non è vero ma se proprio non ti fidi, va in una
          qualsiasi stamperia, studio grafico o
          pubblicitario e constatalo con i tuoi
          occhi;A parte il fatto che affermare "i grafici e tutto il settore" significa non sapere di cosa si parla, dal momento che la situazione è molto variegata. Quando parlavo di settori di nicchia mi riferivo ad affezionati in quel settore. Comunque il nostro amico non avrà problemi a darci il nome dell'azienda.


          In entrambi i casi se è vero che è un'azienda di

          informatica sai benissimo da solo che l'uso del

          mac anzichè di pinco-palla non aumenta di una

          virgola la sicurezza della rete, specialmente se

          parliamo di utenti

          avanzati.

          cazzata;
          da sistemista potrei farti la lista delle
          differenze (la tragrande maggioranza a favore, ma
          pure un paio di pecche) tra i soliti PCcassoni e
          i Mac (per ciò che riguarda Linux...come server
          non gli fa differenza quello che gli attacchi
          (love))

          ciaoBuuummmmm se un sistemista non sa settare una rete mista in modo sicuro fa bene a cambiare mestiere, di suo l'uso di un os invece di un altro non garantisce nulla.
          (amiga)(linux)(apple)Almeno *BSD potevi mettercelo :D :D :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta

            A parte il fatto che affermare "i grafici e tutto
            il settore" significa non sapere di cosa si
            parla, dal momento che la situazione è molto
            variegata. Quando parlavo di settori di nicchia
            mi riferivo ad affezionati in quel settore.
            Comunque il nostro amico non avrà problemi a
            darci il nome
            dell'azienda.
            che nome vuoi?rai? mediaset? pubblitalia? D&A? RAMstudio?mi dici quante decine di nomi vuoi?anzi, fai tu la prova col google sui siti degli studi grafici, pivello.
            Buuummmmm se un sistemista non sa settare una
            rete mista in modo sicuro fa bene a cambiare
            mestiere,infatti questo l'hai detto tu.a settarli ci vuole poco, sono i passaggi e la "complessità" ad essere diversi: mac lo imposti in meno di un minuto, un win anche 2, perchè sono disposti in maniera moooolto più scomoda i protocolli...e da console su mac hai una bash-like, su win un dos-like.... vedi un pò tu;
            di suo l'uso di un os invece di un
            altro non garantisce
            nulla.
            bhè, al momento mi sta garantendo che tu di mac hai visto solo il "G4 verde del '99" !( :D(rotfl) )


            (amiga)(linux)(apple)

            Almeno *BSD potevi mettercelo :D :D :D :D :Dnon mi piace *BSD, più che altro perchè non ho mai avuto tempo di smanettarci sopra...bye bye(amiga)(linux)(apple)
          • Anonimo scrive:
            Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
            - Scritto da:

            A parte il fatto che affermare "i grafici e
            tutto

            il settore" significa non sapere di cosa si

            parla, dal momento che la situazione è molto

            variegata. Quando parlavo di settori di nicchia

            mi riferivo ad affezionati in quel settore.

            Comunque il nostro amico non avrà problemi a

            darci il nome

            dell'azienda.



            che nome vuoi?
            rai? mediaset? pubblitalia? D&A? RAMstudio?

            mi dici quante decine di nomi vuoi?
            anzi, fai tu la prova col google sui siti degli
            studi grafici,
            pivello.


            Buuummmmm se un sistemista non sa settare una

            rete mista in modo sicuro fa bene a cambiare

            mestiere,

            infatti questo l'hai detto tu.
            a settarli ci vuole poco, sono i passaggi e la
            "complessità" ad essere diversi: mac lo imposti
            in meno di un minuto, un win anche 2, perchè sono
            disposti in maniera moooolto più scomoda i
            protocolli...
            e da console su mac hai una bash-like, su win un
            dos-like.... vedi un pò
            tu;


            di suo l'uso di un os invece di un

            altro non garantisce

            nulla.



            bhè, al momento mi sta garantendo che tu di mac
            hai visto solo il "G4 verde del '99"
            !
            ( :D(rotfl) )





            (amiga)(linux)(apple)



            Almeno *BSD potevi mettercelo :D :D :D :D :D

            non mi piace *BSD, più che altro perchè non ho
            mai avuto tempo di smanettarci
            sopra...

            bye bye
            (amiga)(linux)(apple)Kabuuuuummmmmmmm come volevasi dimostrare era una megatrollata, aspetto il nome della presunta azienda.... Come ? tante certezze e l'azienda non c'è !!!!!Complimentoni, dovevi mettercelo che era un'esperienza onirica....(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            A parte il fatto che affermare "i grafici e

            tutto


            il settore" significa non sapere di cosa si


            parla, dal momento che la situazione è molto


            variegata. Quando parlavo di settori di
            nicchia


            mi riferivo ad affezionati in quel settore.


            Comunque il nostro amico non avrà problemi a


            darci il nome


            dell'azienda.






            che nome vuoi?

            rai? mediaset? pubblitalia? D&A? RAMstudio?



            mi dici quante decine di nomi vuoi?

            anzi, fai tu la prova col google sui siti degli

            studi grafici,

            pivello.[...]
            Kabuuuuummmmmmmm come volevasi dimostrare era una
            megatrollata, aspetto il nome della presunta
            azienda.... Come ? tante certezze e l'azienda non
            c'è
            !!!!!
            Complimentoni, dovevi mettercelo che era
            un'esperienza
            onirica....(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotma sei stupido geneticamente o ti droghi pesante?che nome ti serve?te ne ha dati un paio...ma pare che quello che trolla sia un'altro...luser
    • Anonimo scrive:
      Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
      temo a cisco interessi creare FUD intorno alla possibilità di telelavoro, i dati riportati non mi convincono, tanto per dire, non tutti i sistemi operativi necessitano di un antivirus per essere sicuri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
        - Scritto da:
        temo a cisco interessi creare FUD intorno alla
        possibilità di telelavoro, i dati riportati non
        mi convincono, tanto per dire, non tutti i
        sistemi operativi necessitano di un antivirus per
        essere
        sicuri.Non è vero!!!Linux, senza il Norton, è pieno di virus, spyware e trojan!!!E me lo ha detto un mio amico programmatore .NET certificato Microsoft!!!!E io gli credo.E credo anche alla marmotta della Milka, a Babbo Natale e a Bush che punisce i cattivi!!!!!E guardo solo il TG4 di Emilio Fede!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
        - Scritto da:
        temo a cisco interessi creare FUD intorno alla
        possibilità di telelavoro, i dati riportati non
        mi convincono, tanto per dire, non tutti i
        sistemi operativi necessitano di un antivirus per
        essere
        sicuri.No ma di un sistema antiintrusione sì.Comunque mi pare uno studio deficiente che ha beccato i deficienti. Noi usiamo Windows e diamo ai nostri utenti PC con antivirus, firewall, client VPN e, soprattutto, bloccati. Persino la navigazione passa per VPN. Le altre ditte che fanno telelavoro o che gestiscono utenti mobili fanno tutte così!
      • Anonimo scrive:
        Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
        - Scritto da:
        temo a cisco interessi creare FUD intorno alla
        possibilità di telelavoro, i dati riportati non
        mi convincono, tanto per dire, non tutti i
        sistemi operativi necessitano di un antivirus per
        essere
        sicuri.Nessuno in realtà. Basta impedire all'utente di installare qualsiasi cosa e su un pc aziendale dovrebbe essere così. Ma fino a quando l'occupazione principale del sistemista è scaricare divx...
    • Anonimo scrive:
      Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
      Beato te! Guarda, il 90% dei software aziendali non esiste per mac. E ad una grande azienda che ha investito cifre dell'ordine di milioni di euro per dotarsi dei suoi bei programmini only windows quali Oracle, Business Object e altre amenità varie non puoi far cambiare idea e farli passare al mac. Per non parlare della compatibilità dei file generati, sebbene oramai anche office sia molto simile, spesso capita di visuallizare veramente male su un pc file (soprattutto presentazioni) creati con mac, con buona pace di tutti. Finchè lo utilizzi nella nicchia della grafica tutto ok, quando sfori su applicazioni aziendali tipiche del telelavoro, o su lavorazioni office la realtà è ben diversa.Purtroppo.- Scritto da:
      Tutto vero. La mia azienda ormai lavora da alcuni
      anni con collaboratori solo in
      telelavoro.
      Il fatto che l'azienda sia informatica e tutti i
      collaboratori dovrebbero essere utenti esperti
      non è una
      garanzia.

      L'unica garanzia e che tutti usiamo Mac, VPN e
      non usiamo le password (solo certificati SSL)
      per accedere ai
      servizi.

      Funziona tutto. Garantito!
    • Anonimo scrive:
      Re: Get a Mac! Esperierenza vissuta
      - Scritto da:
      Tutto vero. La mia azienda ormai lavora da alcuni
      anni con collaboratori solo in
      telelavoro.
      Il fatto che l'azienda sia informatica e tutti i
      collaboratori dovrebbero essere utenti esperti
      non è una
      garanzia.

      L'unica garanzia e che tutti usiamo Mac, VPN e
      non usiamo le password (solo certificati SSL)
      per accedere ai
      servizi.

      Funziona tutto. Garantito!Hyperion? Cognos? SAP? No sai... le aziende non fanno solo pagine web, hanno anche la contabilità, la logistica, la produzione...
  • Anonimo scrive:
    il problema e' windows non il telelavoro
    non c'e' bisogno di aggiungere nulla(nemmeno l'icona del troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: il problema e' windows non il telela
      - Scritto da:
      non c'e' bisogno di aggiungere nulla
      il problema di windows, non è il teleleavoro ma...tutto il resto (telelavoro compreso)! :D
      (nemmeno l'icona del troll) non la metto neanche io...del resto, se non l'ha messa la redazione (che senso ha fare un articolo su due cose che non esistono ancora? flame? browserwar?) sull'articolo ;) non ce la mettiamo nemmeno noi...
  • outkid scrive:
    mancanza di professionalita'
    se fai un lavoro dipendente e ti viene fornito un computer con il quale devi _SOLO_ lavorare e ci installi i giochi, guardi le mail private, fai acquisti semplicemente _NON_ sei un professionista. sei un pagliaccio. e questo a prescindere dal sistema operativo o qualsiasi altra roba qualcuno di voi voglia tirar fuori per difendere la categoria dei fancazzisti a domicilio. se sei un professionista ti comporti da tale e non ti metti in condizione di essere nel torto qualsiasi cosa succeda: virus, alieni, uragano, morte improvvisa.
    • rockroll scrive:
      Re: mancanza di professionalita'
      - Scritto da: outkid
      se fai un lavoro dipendente e ti viene fornito un
      computer con il quale devi _SOLO_ lavorare e ci
      installi i giochi, guardi le mail private, fai
      acquisti semplicemente _NON_ sei un
      professionista. sei un pagliaccio. e questo a
      prescindere dal sistema operativo o qualsiasi
      altra roba qualcuno di voi voglia tirar fuori per
      difendere la categoria dei fancazzisti a
      domicilio. se sei un professionista ti comporti
      da tale e non ti metti in condizione di essere
      nel torto qualsiasi cosa succeda: virus, alieni,
      uragano, morte
      improvvisa.Quoto da capo a piedi.Io il computer aziendale lo usavo solo per lavorare, ma gli altri ci facevano i cavoli loro.Purtroppo siamo italiani, la serietà sul lavoro è un'utopia, la professionalità va a farsi friggere, i dipendenti appena non sono controllati fanno spudoratamente i cavoli loro, iperdifesi dalle cosidette conquiste sindacali, tanto lo stipendio corre lo stesso. L'Italia non è un posto dove il telelavoro possa attecchire perchè i fancazzisti a domicilio sarebbero la regola di default.
    • Anonimo scrive:
      Re: mancanza di professionalita'
      - Scritto da: outkid
      se sei un professionista ti comporti
      da tale e non ti metti in condizione di essere
      nel torto qualsiasi cosa succeda: virus, alieni,
      uragano, morte
      improvvisaAnche attacco di diarrea fulminante? (anonimo)
    • Anonimo scrive:
      Re: mancanza di professionalita'
      - Scritto da: outkid
      se fai un lavoro dipendente e ti viene fornito un
      computer con il quale devi _SOLO_ lavorare e ci
      installi i giochi, guardi le mail private, fai
      acquisti semplicemente _NON_ sei un
      professionista. ALT:se sei un professionista lavori per te'... altrimenti sei professionale.
      • outkid scrive:
        Re: mancanza di professionalita'
        professionista != libero professionista- Scritto da:

        - Scritto da: outkid

        se fai un lavoro dipendente e ti viene fornito
        un

        computer con il quale devi _SOLO_ lavorare e ci

        installi i giochi, guardi le mail private, fai

        acquisti semplicemente _NON_ sei un

        professionista.

        ALT:
        se sei un professionista lavori per te'...
        altrimenti sei professionale.


    • picchiatello scrive:
      Re: mancanza di professionalita'
      - Scritto da: outkid
      se fai un lavoro dipendente e ti viene fornito un
      uragano, morte
      improvvisa.ma i giochi sono gia' installati....., scherzi a parte in riferimento a questo penso che le aziende spendano poco o pochissimo in fatto di sicurezza ( e non mi riferisco all'antivirus) ma sopratutto a formare il personale a non commettere madornali errori.In effetti nel nostro paese sembra ci sia una rincorsa a mettere peronone non "capaci" in situazioni che non possono "governare" e premierli. Mi riferisco ai dipendenti come ai quadri ed ai professionisti (non professionali). E' un fatto culturale "generale".
    • Anonimo scrive:
      Re: mancanza di professionalita'
      Bella generalizzazione, ma il mondo non è solo bianco e nero, esistono anche i professionisti che usano il loro computer personale per svolgere il telelavoro e ci sono anche i dipdendenti a cui il PC viene dato come benefit per uso generico oltre che per il telelavoro.
  • Anonimo scrive:
    Io problemi non ne ho mai avuti.
    Né mai ne avrò.Sarà forse perché sia a casa che in ufficio ho (e ho preteso) due postazioni completamente Linux (non ho nemmeno il dual boot) e completamente (quasi) Open Source? Quasi perché comunque quantomeno il driver delle schede nVidia sono closed, nonché la maggior fonte di instabilità del sistema (due o tre crash del server X per Linux sono tantissimi).Mi è capitato di tanto in tanto, di operare dal mio PC di casa, per effettuare il lavoro che normalmente svolgo in ufficio, e non ho mai avuto ne causato problemi di sicurezza a nessuno.Sarà forse anche perché le due postazioni dialogano esclusivamente tramite ssh con chiave a 2048bit col demone ssh normalmente spento e attivato tramite port knocking?E sarà ancora forse perché sia a casa che in ufficio le password le genera pwgen con una lunghezza di almeno 12 caratteri totalmente random (anche se poi non ci sono servizi in ascolto che consentano l'accesso tramite password)?Insomma sarà perché io la sicurezza sui PC che utilizzo ho preferito farla prima, a monte, anziché poi, con antivirus, firewall e pezze varie?È una domanda retorica, ovviamente. La risposta la conoscono tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io problemi non ne ho mai avuti.

      È una domanda retorica, ovviamente. La risposta
      la conoscono
      tutti.Io no. Chi è con me?
    • outkid scrive:
      Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
      la risposta e' che se un'azienda ti da una macchina per lavorare ci puoi tenere anche windows senza patch ma se ti metti in condizione di utilizzare il computer per il lavoro che ti e' stato assegnato e per il quale vieni pagato non devi preoccuparti di nient'altro che compierlo. se invece vuoi utilizzare linux per nascondere il tuo cazzeggio sei il piu' stupido dei furbi.- Scritto da:
      Né mai ne avrò.

      Sarà forse perché sia a casa che in ufficio ho (e
      ho preteso) due postazioni completamente Linux
      (non ho nemmeno il dual boot) e completamente
      (quasi) Open Source? Quasi perché comunque
      quantomeno il driver delle schede nVidia sono
      closed, nonché la maggior fonte di instabilità
      del sistema (due o tre crash del server X per
      Linux sono
      tantissimi).

      Mi è capitato di tanto in tanto, di operare dal
      mio PC di casa, per effettuare il lavoro che
      normalmente svolgo in ufficio, e non ho mai avuto
      ne causato problemi di sicurezza a
      nessuno.

      Sarà forse anche perché le due postazioni
      dialogano esclusivamente tramite ssh con chiave a
      2048bit col demone ssh normalmente spento e
      attivato tramite port
      knocking?

      E sarà ancora forse perché sia a casa che in
      ufficio le password le genera pwgen con una
      lunghezza di almeno 12 caratteri totalmente
      random (anche se poi non ci sono servizi in
      ascolto che consentano l'accesso tramite
      password)?

      Insomma sarà perché io la sicurezza sui PC che
      utilizzo ho preferito farla prima, a monte,
      anziché poi, con antivirus, firewall e pezze
      varie?

      È una domanda retorica, ovviamente. La risposta
      la conoscono
      tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
        quale sarebbe il cazzeggio? leggere qualche articolo di PI e controllare la posta? che sei un robot?A volte mi e' capitato che mi dessero portatili con winz98 senza difese ed il permesso di collegarmi ad internet nei tempi morti, lo avrei fatto, ma se mi fossi preso qualche virus, cosa inevitabile, e qualche banner porno, poi chi glielo spiegava?- Scritto da: outkid
        la risposta e' che se un'azienda ti da una
        macchina per lavorare ci puoi tenere anche
        windows senza patch ma se ti metti in condizione
        di utilizzare il computer per il lavoro che ti e'
        stato assegnato e per il quale vieni pagato non
        devi preoccuparti di nient'altro che compierlo.
        se invece vuoi utilizzare linux per nascondere il
        tuo cazzeggio sei il piu' stupido dei
        furbi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
        - Scritto da: outkid
        la risposta e' che se un'azienda ti da una
        macchina per lavorare ci puoi tenere anche
        windows senza patch ma se ti metti in condizione
        di utilizzare il computer per il lavoro che ti e'
        stato assegnato e per il quale vieni pagato non
        devi preoccuparti di nient'altro che compierlo.
        se invece vuoi utilizzare linux per nascondere il
        tuo cazzeggio sei il piu' stupido dei
        furbi.Ufffffaaaaaa.Ma bisogna proprio ficcarvele in testa a martellate, le cose?!?Siamo esseri umani, deboli e fallibili. Un attimo di debolezza non e' solo prevedibile, e' sicuro .Quindi bisogna prevenire , non mettersi a riparare dopo che il danno e' fatto. Agli utenti gli si dovrebbe dare una postazione blindata, su cui non puo' mettere mano.Gli si rende impossibile installare alcunche'; si blocca la possibilita' di modificare il funzionamento della macchina (quindi nessun modo di avviare un altro sistema operativo (no ODD, chiave USB, floppy)); sistema operativo, browser, email client, suite office, insomma ogni software di largo utilizzo/produttivita' scelto tra quelli che espongono meno vulnerabilita'. E cosi' via (es. niente possibilita' di esportare dati da locale, proxy con funzioni di filtro).Ripeto: gli si da' una postazione blindata.Piu' chiaro, ora?k1
        • outkid scrive:
          Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
          immagino che controllare la mail sul lavoro o le risposte alle cagate scritte sul forum di punto informatico piu' che una necessita sia cazzeggio compulsivo.se vuoi leggere.. prenditi un giornale.non capisco la necessita' di fare queste cose PRIVATE durante l'orario di lavoro, ne di doverle fare con un portatile NON TUO, ma aziendale.se poi l'azienda ti dice: puoi usarlo come piu' preferisci.. e' un altro paio di maniche.ma in genere il computer aziendale e' il tuo ufficio a portata di mano. ma rimane qualcosa di NON tuo, quindi dovresti utilizzarlo per quel che ti e' commissionato e per cui vieni pagato. questa e' la serieta' e la professionalita'.- Scritto da:

          - Scritto da: outkid

          la risposta e' che se un'azienda ti da una

          macchina per lavorare ci puoi tenere anche

          windows senza patch ma se ti metti in condizione

          di utilizzare il computer per il lavoro che ti
          e'

          stato assegnato e per il quale vieni pagato non

          devi preoccuparti di nient'altro che compierlo.

          se invece vuoi utilizzare linux per nascondere
          il

          tuo cazzeggio sei il piu' stupido dei

          furbi.

          Ufffffaaaaaa.
          Ma bisogna proprio ficcarvele in testa a
          martellate, le
          cose?!?

          Siamo esseri umani, deboli e fallibili. Un attimo
          di debolezza non e' solo prevedibile, e'
          sicuro .

          Quindi bisogna prevenire , non mettersi a
          riparare dopo che il danno e' fatto. Agli utenti
          gli si dovrebbe dare una postazione blindata, su
          cui non puo' mettere
          mano.

          Gli si rende impossibile installare alcunche'; si
          blocca la possibilita' di modificare il
          funzionamento della macchina (quindi nessun modo
          di avviare un altro sistema operativo (no ODD,
          chiave USB, floppy)); sistema operativo, browser,
          email client, suite office, insomma ogni software
          di largo utilizzo/produttivita' scelto tra quelli
          che espongono meno vulnerabilita'. E cosi' via
          (es. niente possibilita' di esportare dati da
          locale, proxy con funzioni di
          filtro).

          Ripeto: gli si da' una postazione blindata.

          Piu' chiaro, ora?

          k1
          • Anonimo scrive:
            Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
            Infatti è per gente come lui che le società falliscono e le multinazionali scappano dall' Italia.- Scritto da: outkid
            immagino che controllare la mail sul lavoro o le
            risposte alle cagate scritte sul forum di punto
            informatico piu' che una necessita sia cazzeggio
            compulsivo.
            se vuoi leggere.. prenditi un giornale.
            non capisco la necessita' di fare queste cose
            PRIVATE durante l'orario di lavoro, ne di doverle
            fare con un portatile NON TUO, ma
            aziendale.
            se poi l'azienda ti dice: puoi usarlo come piu'
            preferisci.. e' un altro paio di
            maniche.
            ma in genere il computer aziendale e' il tuo
            ufficio a portata di mano. ma rimane qualcosa di
            NON tuo, quindi dovresti utilizzarlo per quel che
            ti e' commissionato e per cui vieni pagato.
            questa e' la serieta' e la
            professionalita'.
            - Scritto da:



            - Scritto da: outkid


            la risposta e' che se un'azienda ti da una


            macchina per lavorare ci puoi tenere anche


            windows senza patch ma se ti metti in
            condizione


            di utilizzare il computer per il lavoro che ti

            e'


            stato assegnato e per il quale vieni pagato
            non


            devi preoccuparti di nient'altro che
            compierlo.


            se invece vuoi utilizzare linux per nascondere

            il


            tuo cazzeggio sei il piu' stupido dei


            furbi.



            Ufffffaaaaaa.

            Ma bisogna proprio ficcarvele in testa a

            martellate, le

            cose?!?



            Siamo esseri umani, deboli e fallibili. Un
            attimo

            di debolezza non e' solo prevedibile, e'

            sicuro .



            Quindi bisogna prevenire , non mettersi a

            riparare dopo che il danno e' fatto. Agli utenti

            gli si dovrebbe dare una postazione blindata, su

            cui non puo' mettere

            mano.



            Gli si rende impossibile installare alcunche';
            si

            blocca la possibilita' di modificare il

            funzionamento della macchina (quindi nessun modo

            di avviare un altro sistema operativo (no ODD,

            chiave USB, floppy)); sistema operativo,
            browser,

            email client, suite office, insomma ogni
            software

            di largo utilizzo/produttivita' scelto tra
            quelli

            che espongono meno vulnerabilita'. E cosi' via

            (es. niente possibilita' di esportare dati da

            locale, proxy con funzioni di

            filtro).



            Ripeto: gli si da' una postazione blindata.



            Piu' chiaro, ora?



            k1
          • Anonimo scrive:
            Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
            http://www.google.com/jobs/reasons.htmlWork and play are not mutually exclusive. It is possible to code and pass the puck at the same time.Se lo dice una della aziende più grandi ed innovative del mondo al momento, io ci credo....I momenti di relax devono essere parte integrante del lavoro.....nessuno (e sottolineo nessuno) lavora bene con il guardiano che controlla se legge Punto Informatico........Pure i giapponesi fanno la pennica......
          • Anonimo scrive:
            Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
            - Scritto da:
            http://www.google.com/jobs/reasons.html

            Work and play are not mutually exclusive. It is
            possible to code and pass the puck at the same
            time.

            Se lo dice una della aziende più grandi ed
            innovative del mondo al momento, io ci
            credo....

            I momenti di relax devono essere parte integrante
            del lavoro.....nessuno (e sottolineo nessuno)
            lavora bene con il guardiano che controlla se
            legge Punto
            Informatico........

            Pure i giapponesi fanno la pennica......Ed infatti il Giappone ha avuto forti contraccolpi economici da quando la gente fa la pennica. Sul posto di lavoro SI DEVE LAVORARE ! Non cazzeggiare !Chi cazzeggia è un disonesto ed un ladro prima di ogni cosa ! Google e le cavolate che scrivono.. una delle società più stragonfiate in borsa che mai ci siano state, e prima poi il palloncino scoppia..
          • Anonimo scrive:
            Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
            Scusa ma tu che mestiere fai??
          • Anonimo scrive:
            Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
            - Scritto da:
            Scusa ma tu che mestiere fai??Secondo me fabbrica ferri da stiro e incudini, roba pesante, palpabile, massiccia, che vale tanto acciaio quanto pesa, mica come le aziende gonfiate del mondo virtuale!
          • Anonimo scrive:
            Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
            E' POSSIBILE USARE (E FAR USARE) WINDOWS IN MANIERA DEL TUTTO SICURA E PRIVA DI RISCHI, anche consentendo una certa libera navigazione. Uso il pc dal 1988, ho usato in quasi 20 anni praticamente tutti i sistemi operativi in tutte le varie versioni e posso dire che in tema di sicurezza il lavoro che deve fare un amministratore di sistemi per i pc dei propri utenti è del tutto equivalente, l'importante è sapere cosa fare.Il problema centrale è quello di usare un metodo "scientifico" anche in ambito di sicurezza informatica ed applicare la semplice regola della valutazione costi/benefici. Oggi invece purtroppo si applica quasi esclusivamente un metodo "ideologico" (win/lin è meglio di lin/win) e si valutano o solo i costi o solo i benefici a seconda della convenienza.Questa discussione ne è la riprova più lampante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io problemi non ne ho mai avuti.
            - Scritto da:
            E' POSSIBILE USARE (E FAR USARE) WINDOWS IN
            MANIERA DEL TUTTO SICURA E PRIVA DI RISCHI, anche
            consentendo una certa libera navigazione. Uso il
            pc dal 1988, ho usato in quasi 20 anni
            praticamente tutti i sistemi operativi in tutte
            le varie versioni e posso dire che in tema di
            sicurezza il lavoro che deve fare un
            amministratore di sistemi per i pc dei propri
            utenti è del tutto equivalente, l'importante è
            sapere cosa
            fare.
            Il problema centrale è quello di usare un metodo
            "scientifico" anche in ambito di sicurezza
            informatica ed applicare la semplice regola della
            valutazione costi/benefici. Oggi invece purtroppo
            si applica quasi esclusivamente un metodo
            "ideologico" (win/lin è meglio di lin/win) e si
            valutano o solo i costi o solo i benefici a
            seconda della
            convenienza.
            Questa discussione ne è la riprova più lampante.Hai blaterato senza dire nulla, facci una bella analisi dei costi benefici nei casi win, lin, mac, che almeno e' utile.
    • Nonsonoanonimo scrive:
      Re: Io problemi non ne ho mai avuti.

      Quasi perché comunque quantomeno Eccezionale.
  • danieleMM scrive:
    da quando leggere un'email è pericoloso?
    se non si usano software farlocchi e con opzioni discutibili non mi risulta che apriere un'email senza eseguirne eventuali allegati sia pericoloso!lo faccio regolarmente e non ho mai preso un virus!per fortuna ho un client di posta che non esegue qualunque script ci sia nell'email senza alcun controllo!!!sarà anche una banalità.. ma mi fa riflettere sulla serietà di questa indagine.. (e poi telelavoro in italia??? saranno tutti dirigenti)
    • Anonimo scrive:
      Re: da quando leggere un'email è pericol
      ma infatti, dove sarebbe il telelavoro in Italia? abbiamo solo ministri 'carta e penna' :@
    • outkid scrive:
      Re: da quando leggere un'email è pericol
      se lavori per un'azienda sconosciuta magari nn e' pericoloso.pero' magari se lavori per qualcosa di piu' sensibile come potrebbe essere un'impresa piu' affermata potresti anche essere soggetto ad attacchi diretti. e poi quale client di posta usi potrebbe centrare meno.lo spionaggio industriale non e' roba da 007.. specie se sei un tipo ai livelli piu' alti o ti occupi di sicurezza una tua sottovalutazione potrebbe arrecare danni consistenti.- Scritto da: danieleMM
      se non si usano software farlocchi e con opzioni
      discutibili non mi risulta che apriere un'email
      senza eseguirne eventuali allegati sia
      pericoloso!

      lo faccio regolarmente e non ho mai preso un
      virus!

      per fortuna ho un client di posta che non esegue
      qualunque script ci sia nell'email senza alcun
      controllo!!!

      sarà anche una banalità.. ma mi fa riflettere
      sulla serietà di questa indagine.. (e poi
      telelavoro in italia??? saranno tutti
      dirigenti)
      • danieleMM scrive:
        Re: da quando leggere un'email è pericol
        - Scritto da: outkid
        se lavori per un'azienda sconosciuta magari nn e'
        pericoloso.
        pero' magari se lavori per qualcosa di piu'
        sensibile come potrebbe essere un'impresa piu'
        affermata potresti anche essere soggetto ad
        attacchi diretti. e poi quale client di posta usi
        potrebbe centrare
        meno.
        lo spionaggio industriale non e' roba da 007..
        specie se sei un tipo ai livelli piu' alti o ti
        occupi di sicurezza una tua sottovalutazione
        potrebbe arrecare danni
        consistenti.si parla di telelavoro, ed un lavoro da casa di questo tipo mi viene in mente solo per gente che sappia quel che fa.. che questi usino outlook mi pare quantomeno scandaloso!nessun e-mail ha bisogno di eseguire script! e chi li lascia attivi è un pazzo!già il solo codice html basta e avanzase invece si parla di dirigenti che lavorano da casa senza sapere quel che fanno il discorso è ben diverso......un dirigente dovrebbe per definizione sapere quel che fa ( nella realtà pensa di saperlo solo perché comanda ). Se arreca danni all'azienda è da punire più duramente di un altro dipendente, e non è da prendere come esempio per un'indagine di questo tipo
    • Anonimo scrive:
      Re: da quando leggere un'email è pericol
      Evidentemente non conosci Outlook.Rete aziendale infettata 2 volte a causa degli activex in Outlook sfruttati da uno script interno alla email (non allegato).Naturalmente era l'unico idiota ad usarlo, tutte le altre postazioni avevano Eudora, The Bat, Thunderbird ecc.
      • Anonimo scrive:
        Re: da quando leggere un'email è pericol

        Naturalmente era l'unico idiota ad usarlo, tutte
        le altre postazioni avevano Eudora, The Bat,
        Thunderbird
        ecc.il capo?
    • Anonimo scrive:
      Re: da quando leggere un'email è pericol
      - Scritto da: danieleMM
      se non si usano software farlocchi e con opzioni
      discutibili non mi risulta che apriere un'email
      senza eseguirne eventuali allegati sia
      pericoloso!Ti risulta male: esistono exploit che permettono di eseguire in automatico gli allegati ricevuti in email anche *senza* aprirli.Ad es questo:http://www.norman.com/Virus/Security_Information/2000/10168/en-usOk, Outlook è "farlocco" :-P fatto sta che la maggior parte della gente lo usaE' la solita caccia tra guardie e ladri:scoperto bug -
      creato exploit -
      patch, e cosi' via fino al prossimo bug...
  • Anonimo scrive:
    non avere antivirus o altri software
    A questo si aggiunge il fatto che il 29 per cento dei telelavoratori italiani interpellati ha dichiarato di non avere antivirus o altri software di sicurezza installati sui proprio computer e se in quel 29% ci sono utenti linux/mac?(newbie)
    • belze scrive:
      Re: non avere antivirus o altri software
      confermo, qui nessun antivrus...solo linux e solaris...l'unica copia di win sta nella sua partizione utile solo per giocare.....quindi a nulla.
    • Anonimo scrive:
      Re: non avere antivirus o altri software
      - Scritto da:
      A questo si aggiunge il fatto che il 29 per
      cento dei telelavoratori italiani interpellati ha
      dichiarato di non avere antivirus o altri
      software di sicurezza installati sui proprio
      computer

      e se in quel 29% ci sono utenti linux/mac?(newbie) questa e' infatti bellisssima perche' anche le norme sulla privacy legate alla gestione dei dati dei clienti richiedono espressamente l'uso di software per la sicurezza.Peccato che chi usa mac e linux non ne ha assolutamente bisogno, tra l'altro non ci sono neppure. (se non ci sono virus che cavolo fa un antivirus? gira in loop infinito senza fare nulla?)Il bello e' che secondo le norme se non possiedi questi programmi non puoi detenere dati sensibili dei clienti, e qui si aggiunge al danno la beffa perche' a te che hai i computer piu' sicuri non ti viene permesso di gestire dei dati cosa che invece viene permessa agli altri.L'unica soluzione che vedo e' inserire gli OS mac OSX e Linux nell'elenco dei SW per la sicurezza validati
      • Anonimo scrive:
        Re: non avere antivirus o altri software

        tra l'altro non ci sono
        neppure. Errorehttp://free.grisoft.com/doc/5390/lng/us/tpl/v5#avg-anti-virus-freeNe esiste almeno uno, quindi stando ai termini di legge, io l'antivirus posso installarlo e sono a posto per quanto riguarda i dati personali.Il Firewall sta nel router (o me lo costruisco direttamente sulla macchina) e basta.
        • Anonimo scrive:
          Re: non avere antivirus o altri software
          spesa inutile e SW inutile che inoltre diminuisce le prestazioni della macchina.E tutto perche nell'altro mondo (windows) non sono capaci di fare un OS
    • Anonimo scrive:
      Re: non avere antivirus o altri software
      - Scritto da:
      A questo si aggiunge il fatto che il 29 per
      cento dei telelavoratori italiani interpellati ha
      dichiarato di non avere antivirus o altri
      software di sicurezza installati sui proprio
      computer

      e se in quel 29% ci sono utenti linux/mac?(newbie)I software di sicurezza esistono anche per mac e linux e servono e pure parecchio, come sanno in casa Debian... Al momento un utente superficiale con un mac o una macchina linux può fare anche più danni di un utente win che bene o male prima o poi uno scan di sistema lo fa.
      • Anonimo scrive:
        Re: non avere antivirus o altri software
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        A questo si aggiunge il fatto che il 29 per

        cento dei telelavoratori italiani interpellati
        ha

        dichiarato di non avere antivirus o altri

        software di sicurezza installati sui proprio

        computer



        e se in quel 29% ci sono utenti
        linux/mac?(newbie)

        I software di sicurezza esistono anche per mac e
        linux e servono e pure parecchio, come sanno in
        casa Debian... Al momento un utente superficiale
        con un mac o una macchina linux può fare anche
        più danni di un utente win che bene o male prima
        o poi uno scan di sistema lo fa.
        linux non lo conosco, mi fai un esempio col mac?
        • LaNberto scrive:
          Re: non avere antivirus o altri software
          - Scritto da:

          I software di sicurezza esistono anche per mac e

          linux e servono e pure parecchio, come sanno in

          casa Debian... Al momento un utente superficiale

          con un mac o una macchina linux può fare anche

          più danni di un utente win che bene o male prima

          o poi uno scan di sistema lo fa.


          linux non lo conosco, mi fai un esempio col mac?

          Sì, anche io sono curioso
      • Anonimo scrive:
        Re: non avere antivirus o altri software
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        A questo si aggiunge il fatto che il 29 per

        cento dei telelavoratori italiani interpellati
        ha

        dichiarato di non avere antivirus o altri

        software di sicurezza installati sui proprio

        computer



        e se in quel 29% ci sono utenti
        linux/mac?(newbie)

        I software di sicurezza esistono anche per mac e
        linux e servono e pure parecchio, come sanno in
        casa Debian...Si', pero' non sono antivirus.Gli antivirus per Unix servono praticamente solo per trovare virus che funzionano su Windows (infatti non vengono utilizzati in "realtime" su Unix, ma per fare un controlla della posta, etc).
  • danieleMM scrive:
    da quando leggere un'email è pericoloso?
    se non si usano software farlocchi e con opzioni discutibili non mi risulta che apriere un'email senza eseguirne eventuali allegati sia pericoloso!lo faccio regolarmente e non ho mai preso un virus!per fortuna ho un client di posta che non esegue qualunque script ci sia nell'email senza alcun controllo!!!sarà anche una banalità.. ma mi fa riflettere sulla serietà di questa indagine.. (e poi telelavoro in italia??? saranno tutti dirigenti)
    • Anonimo scrive:
      Re: da quando leggere un'email è pericol
      Da quando la gente le legge con OE.
      • Anonimo scrive:
        Re: da quando leggere un'email è pericol
        - Scritto da:
        Da quando la gente le legge con OE.balle: ho usato OE per anni (prima di utilizzare Linux) e mai beccato un virus
    • xWolverinex scrive:
      Re: da quando leggere un'email è pericol
      Purtroppo secondo me l'indagine e' seria. Hai fatto delle ottime premesse ma la conclusione e' sbagliata. Nel senso.. se si usassero client con grazia e non si aprissero allegati a cavolo non ci sarebbe nessun problema ad aprire qualsiasi tipo di mail. Ma... se queste premesse non ci sono ?Purtroppo e' la conoscenza dell'IT che in italia scarseggia. Per dirti, al ragazzo di mia sorella ho reistallato tutto il computer (dopo che s'era preso un virus), c'ho messo un buon client di posta, un buon browser web, con tutte le opzioni di sicurezzza, con tutti gli update di windows, antivirus, adaware e compagnia bella. Tempo 2 mesi.... "hei.. ho qualcosa che non va' sul pc... mi appaiono finestre strane..." Puoi fare la macchina piu' sicura del mondo ma se chi la usa e' senza giudizio.... Per me piu' che altro e' proprio sbagliata l'indagine.. avrebbero dovuto farla sulle competenze IT medie degli italiani. E i risultati sarebbero stati ben peggiori.. visto che in italia ci saranno 3 persone che "telelavorano".
    • Anonimo scrive:
      Re: da quando leggere un'email è pericol
      - Scritto da: danieleMM
      se non si usano software farlocchi e con opzioni
      discutibili non mi risulta che apriere un'email
      senza eseguirne eventuali allegati sia
      pericoloso!

      lo faccio regolarmente e non ho mai preso un
      virus!

      per fortuna ho un client di posta che non esegue
      qualunque script ci sia nell'email senza alcun
      controllo!!!

      sarà anche una banalità.. ma mi fa riflettere
      sulla serietà di questa indagine.. (e poi
      telelavoro in italia??? saranno tutti
      dirigenti)il computer ce lo puoi avere pure sotto formalina per non prenderti i parassiti,ma c'è poco da fare se il primo che passa ti apre"Pamela_Nuda.exe" :(
  • Anonimo scrive:
    Niente di nuovo sotto il sole
    Ennesima conferma che il popolo "informatizzato" Italiano è un popolo di emeriti TONTOLONI; il classico humus dal quale ha dragato a piene mani il DRAGA.Un popolo di idioti informatici all' ennesima potenza.
  • Anonimo scrive:
    Ma che telelavoro in Italia?
    In Italia il telelavoro non esiste proprio. Anche se uno fa siti web qui non ti assumono da casa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che telelavoro in Italia?
      - Scritto da:
      In Italia il telelavoro non esiste proprio. Anche
      se uno fa siti web qui non ti assumono da casa.
      esistono società straniere che offrono telelavoro qui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che telelavoro in Italia?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        In Italia il telelavoro non esiste proprio.
        Anche

        se uno fa siti web qui non ti assumono da casa.



        esistono società straniere che offrono telelavoro
        qui.infatti, purtroppo, il telelavoro italiano è fatto di cervelli che emigrano... :'(
        • Kirisuto scrive:
          Re: Ma che telelavoro in Italia?
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          In Italia il telelavoro non esiste proprio.

          Anche


          se uno fa siti web qui non ti assumono da
          casa.






          esistono società straniere che offrono
          telelavoro

          qui.

          infatti, purtroppo, il telelavoro italiano è
          fatto di cervelli che emigrano...
          :'( Be', bisogna ammettere che c'è dell'ironia in un cervello che emigra non muovendosi da casa... (geek)(idea) 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che telelavoro in Italia?

        esistono società straniere che offrono telelavoro
        qui.puoi dirne alcune? magari con gli indirizzi web?(non e' una sfida o una provocazione... solo curiosita' di vedere cosa offrono e in che settore lavorano)
    • Xendorf scrive:
      Re: Ma che telelavoro in Italia?
      - Scritto da:
      In Italia il telelavoro non esiste proprio. Anche
      se uno fa siti web qui non ti assumono da casa.
      Mi sento molto l'eccezione che conferma la regola: creo siti web e lavoro da casa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che telelavoro in Italia?

        Mi sento molto l'eccezione che conferma la
        regola: creo siti web e lavoro da
        casa.Posso chiederti l'indirizzo del tuo sito per vedere i tuoi lavori? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che telelavoro in Italia?
      - Scritto da:
      In Italia il telelavoro non esiste proprio. Anche
      se uno fa siti web qui non ti assumono da casa.
      I telelavoratori non sono necessariamente solo 'tele'. A me capita spesso di lavorare da casa. Ovviamente dipende dal lavoro, quelli high-tech sono spesso parzialmente telematici. Piu' difficile che lo siano in via esclusiva. Comunque conosco diversa gente che lavora con/per compagnie estere o fa attivita' di consulting e telelavora in via esclusiva. Il motivo e' ovvio.
  • Anonimo scrive:
    Telelavoro? che centra?
    Leggendo il primo paragrafo ho creduto parlasse dell'uso dei computer da parte di TUTTI. Tutte quelle cose le fa anche la gente che conosco e che non telelavora, ma è normale dipendente. E' più corretto dire che questo studio dimostra come ANCHE chi telelavora si comporta così - mentre, leggendolo in fretta, parrebbe che SOLO chi telelavora sia in questa situazione.. il che è banalmente falso.DjMix
    • m00f scrive:
      Re: Telelavoro? che centra?
      Nei fatti il problema principale rimane l'ignoranza informatica (e non solo) delle persone. Le stesse che acquistano materiale Trusted Computing pensando di essere più sicuri.m00f- Scritto da:
      Leggendo il primo paragrafo ho creduto parlasse
      dell'uso dei computer da parte di TUTTI. Tutte
      quelle cose le fa anche la gente che conosco e
      che non telelavora, ma è normale dipendente. E'
      più corretto dire che questo studio dimostra come
      ANCHE chi telelavora si comporta così - mentre,
      leggendolo in fretta, parrebbe che SOLO chi
      telelavora sia in questa situazione.. il che è
      banalmente
      falso.

      DjMix
      • Anonimo scrive:
        Re: Telelavoro? che centra?
        - Scritto da: m00f
        Nei fatti il problema principale rimane
        l'ignoranza informatica (e non solo) delle
        persone. Le stesse che acquistano materiale
        Trusted Computing pensando di essere più
        sicuri.
        Un po' come le stesse che criticano da un pulpito, ma non conoscono la Netiquette ed il quoting :P
    • fenrir scrive:
      Re: Telelavoro? che centra?
      - Scritto da:
      Leggendo il primo paragrafo ho creduto parlasse
      dell'uso dei computer da parte di TUTTI. Tutte
      quelle cose le fa anche la gente che conosco e
      che non telelavora, ma è normale dipendente. E'
      più corretto dire che questo studio dimostra come
      ANCHE chi telelavora si comporta così - mentre,
      leggendolo in fretta, parrebbe che SOLO chi
      telelavora sia in questa situazione.. il che è
      banalmente
      falso.

      DjMixQuoto. Il problema è la troppa gente abituata da SW giocattoloso e markettari ridenti, suadenti e fuffosi a pensare che il PC è un giocattolo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Telelavoro? che centra?
        - Scritto da: fenrir

        - Scritto da:

        Leggendo il primo paragrafo ho creduto parlasse

        dell'uso dei computer da parte di TUTTI. Tutte

        quelle cose le fa anche la gente che conosco e

        che non telelavora, ma è normale dipendente. E'

        più corretto dire che questo studio dimostra
        come

        ANCHE chi telelavora si comporta così - mentre,

        leggendolo in fretta, parrebbe che SOLO chi

        telelavora sia in questa situazione.. il che è

        banalmente

        falso.



        DjMix

        Quoto. Il problema è la troppa gente abituata da
        SW giocattoloso e markettari ridenti, suadenti e
        fuffosi a pensare che il PC è un
        giocattolo.e già, il PC (Personal Computer) dovrebbe tornare per i camici bianchi, W la linea di comando, W i fosfori verdi! :D
        • rockroll scrive:
          Re: Telelavoro? che centra?
          e già, il PC (Personal Computer) dovrebbe tornare per i camici bianchi, W la linea di comando, W i fosfori verdi! Quei camici bianchi sono tuttora all'opera per produrre, oltre a cose serie, anche quelle cosine colorate che a te piacciono tanto.Hai mai sentito parlare di software di base e di assembler?
        • Anonimo scrive:
          Re: Telelavoro? che centra?

          e già, il PC (Personal Computer) dovrebbe tornare
          per i camici bianchi, W la linea di comando, W i
          fosfori verdi!
          :Dpiù rispetto per coloro che ti hanno reso possibile l'accrocchio. respect , sempre e comunque, ai pionieri.
        • Kirisuto scrive:
          Re: Telelavoro? che centra?
          - Scritto da:

          - Scritto da: fenrir



          - Scritto da:


          Leggendo il primo paragrafo ho creduto
          parlasse


          dell'uso dei computer da parte di TUTTI. Tutte


          quelle cose le fa anche la gente che conosco e


          che non telelavora, ma è normale dipendente.
          E'


          più corretto dire che questo studio dimostra

          come


          ANCHE chi telelavora si comporta così -
          mentre,


          leggendolo in fretta, parrebbe che SOLO chi


          telelavora sia in questa situazione.. il che è


          banalmente


          falso.





          DjMix



          Quoto. Il problema è la troppa gente abituata da

          SW giocattoloso e markettari ridenti, suadenti e

          fuffosi a pensare che il PC è un

          giocattolo.
          e già, il PC (Personal Computer) dovrebbe tornare
          per i camici bianchi, W la linea di comando, W i
          fosfori verdi!
          :DQuando MS strisciava ancora nel brodo primordiale dei fosfori verdi e ambra e Windows 3.x era un optional a pagamento per i PC più potenti e costosi i PC
    • outkid scrive:
      Re: Telelavoro? che centra?
      se ti connetti col portatile aziendale ad una rete sprotetta e ti fai fottere dati sensibili perche' ti senti un gran figo hai una sicurezza ed un controllo minore di quello che avresti col cavo attaccato alla lan dell'azienda e da qualcuno che potrebbe girarsi da un momento all'altro.- Scritto da:
      Leggendo il primo paragrafo ho creduto parlasse
      dell'uso dei computer da parte di TUTTI. Tutte
      quelle cose le fa anche la gente che conosco e
      che non telelavora, ma è normale dipendente. E'
      più corretto dire che questo studio dimostra come
      ANCHE chi telelavora si comporta così - mentre,
      leggendolo in fretta, parrebbe che SOLO chi
      telelavora sia in questa situazione.. il che è
      banalmente
      falso.

      DjMix
      • Anonimo scrive:
        Re: Telelavoro? che centra?
        - Scritto da: outkid
        se ti connetti col portatile aziendale ad una
        rete sprotetta e ti fai fottere dati sensibili
        perche' ti senti un gran figo hai una sicurezza
        ed un controllo minore di quello che avresti col
        cavo attaccato alla lan dell'azienda e da
        qualcuno che potrebbe girarsi da un momento
        all'altro.Ma quando l'azienda mi ha dato il computer sapeva che in casa avevo una "rete" sprotetta, poteva allora allungarmi la LAN aziendale no?troppo costoso? e allora si attacchi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Telelavoro? che centra?
          Eh, ciao, per evitare che tu ti faccia f*ttere in qualche modo i dati aziendali l'azienda ti deve dotare di un bell'abaco. Così i risultati dei calcoli te li tieni in testa.
    • Madder scrive:
      Re: Telelavoro? che centra?
      Ma solo da noi i PC aziendali sono configurati in modo che l'utente non possa assolutamente installarsi nulla ? Vuoi il software XYZ ? chiedi agli amministratori, motivi la richiesta agli amministratori e al tuo responsabile ed eventualmente saranno loro ad installarlo. Vorrei anche far notare che nell'installazione standard sia le memorie USB, che i cd, che i floppy sono bloccati. Necessiti di scaricare o caricare dati ? richiesta agli amministratori, motivata (amministratori + responsabile) e configureranno l'accesso... ma solo dopo aver fatto firmare un papiro dove l'utente si prende la responsabilità di eventuali casini. Ovviamente lo stesso vale per PC portatili e simili. Se vuoi poterlo configurare da solo, allora non lo attacchi alla rete aziendale. E per i manager che vogliono fare i banfoni si va di blackberry: più che la posta e l'agenda non necessitano nulla. Che io sappia, non ci sono mai stati virus nella nostra azienda e abbiamo oltre 1000 stazioni di lavoro. madder
      • outkid scrive:
        Re: Telelavoro? che centra?
        saran i mitici hp megaembedded mega strachiusi?ne ho visto uno.. e' una cosa anomala.. :)ad ogni modo anche quelle protezioni possono essere aggirate. molti lo saprebbero anche fare.. e forse il problema.. e' che molti lo facciano.. e poi li spiattellano in rete.- Scritto da: Madder
        Ma solo da noi i PC aziendali sono configurati in
        modo che l'utente non possa assolutamente
        installarsi nulla ?


        Vuoi il software XYZ ? chiedi agli
        amministratori, motivi la richiesta agli
        amministratori e al tuo responsabile ed
        eventualmente saranno loro ad installarlo.


        Vorrei anche far notare che nell'installazione
        standard sia le memorie USB, che i cd, che i
        floppy sono bloccati.

        Necessiti di scaricare o caricare dati ?
        richiesta agli amministratori, motivata
        (amministratori + responsabile) e configureranno
        l'accesso... ma solo dopo aver fatto firmare un
        papiro dove l'utente si prende la responsabilità
        di eventuali casini.


        Ovviamente lo stesso vale per PC portatili e
        simili. Se vuoi poterlo configurare da solo,
        allora non lo attacchi alla rete aziendale.


        E per i manager che vogliono fare i banfoni si va
        di blackberry: più che la posta e l'agenda non
        necessitano nulla.


        Che io sappia, non ci sono mai stati virus nella
        nostra azienda e abbiamo oltre 1000 stazioni di
        lavoro.


        madder
      • jank scrive:
        Re: Telelavoro? che centra?
        - Scritto da: Madder
        Ma solo da noi i PC aziendali sono configurati in
        modo che l'utente non possa assolutamente
        installarsi nulla ?


        Vuoi il software XYZ ? chiedi agli
        amministratori, motivi la richiesta agli
        amministratori e al tuo responsabile ed
        eventualmente saranno loro ad installarlo.


        Vorrei anche far notare che nell'installazione
        standard sia le memorie USB, che i cd, che i
        floppy sono bloccati.

        Necessiti di scaricare o caricare dati ?
        richiesta agli amministratori, motivata
        (amministratori + responsabile) e configureranno
        l'accesso... ma solo dopo aver fatto firmare un
        papiro dove l'utente si prende la responsabilità
        di eventuali casini.


        Ovviamente lo stesso vale per PC portatili e
        simili. Se vuoi poterlo configurare da solo,
        allora non lo attacchi alla rete aziendale.


        E per i manager che vogliono fare i banfoni si va
        di blackberry: più che la posta e l'agenda non
        necessitano nulla.


        Che io sappia, non ci sono mai stati virus nella
        nostra azienda e abbiamo oltre 1000 stazioni di
        lavoro.


        madderMa la tastiera possono usarla, o ci vuole il permesso anche per quella...?A parte gli scherzi, io capisco i vincoli che giustamente devono esistere in una lan aziendale, ma a volte il troppo non ti permette di lavorare bene.Se ti serve scaricare un file e questo è infetto (ad esempio),a me sembra che l'importante sia che il l'antivirus lo intercetti e lo segnali, e non che per fare una banale operazione devi contattare l'amministratore delegato per il permesso o che firmi un documento che lasci tutto alla tua azienda in caso di errore... :|
        • ilgorgo scrive:
          Re: Telelavoro? che centra?
          - Scritto da: jank

          A parte gli scherzi, io capisco i vincoli che
          giustamente devono esistere in una lan aziendale,
          ma a volte il troppo non ti permette di lavorare
          bene.

          Se ti serve scaricare un file e questo è infetto
          (ad esempio),a me sembra che l'importante sia che
          il l'antivirus lo intercetti e lo segnali, e non
          che per fare una banale operazione devi
          contattare l'amministratore delegato per il
          permesso o che firmi un documento che lasci tutto
          alla tua azienda in caso di errore...
          :|Il problema è che si è già superato questo limite. A volte mi trovo nel paradosso di dovere inviare ad un cliente un allegato in un certo modo, ma, per policy di sicurezza dell'azienda del cliente, vengo regolarmente cesinato, ed il risultato è che sono io il fesso che non riesce a spedire quell'importante documento in quel formato vitale :@
          • jank scrive:
            Re: Telelavoro? che centra?
            - Scritto da: ilgorgo
            Il problema è che si è già superato questo
            limite. A volte mi trovo nel paradosso di dovere
            inviare ad un cliente un allegato in un certo
            modo, ma, per policy di sicurezza dell'azienda
            del cliente, vengo regolarmente cesinato, ed il
            risultato è che sono io il fesso che non riesce a
            spedire quell'importante documento in quel
            formato vitale
            :@Ecco, bravo, questo è quello che volevo dire. Capita anche che per la troppa sicurezza non si riesca a lavorare. Alla fine l'azienda è senza virus e indenne da ogni attacco informatico, ma la qualità del lavoro è pessima (anonimo)
          • Madder scrive:
            Re: Telelavoro? che centra?
            Ma si lavora meglio spedendo il documento oppure trovandosi le reti piallata da un virus ? Oppure con PC lenti perchè passano il tempo a macinare spam, worm e altro ? Insomma... dipende molto dal trade off e dai rischi che gli amministratori vogliono prendersi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Telelavoro? che centra?
      - Scritto da:
      Leggendo il primo paragrafo ho creduto parlasse
      dell'uso dei computer da parte di TUTTI. Tutte
      quelle cose le fa anche la gente che conosco e
      che non telelavora, ma è normale dipendente. E'
      più corretto dire che questo studio dimostra come
      ANCHE chi telelavora si comporta così - mentre,
      leggendolo in fretta, parrebbe che SOLO chi
      telelavora sia in questa situazione.. il che è
      banalmente
      falso.

      DjMixC'entra.
  • Anonimo scrive:
    telelavoro in italia
    Il telelavoro in Italia dovrebbe essere maggiormente incentivato...Ci guadagnerebbero in molti...Specialmente nella pubblica amministrazione e specialmente in città come Roma...con ripercussioni sul traffico e sulla qualità della vita... etc...etc...E visto l'articolo ci guadagnerebbe pure Cisco ;)
    • dacho scrive:
      Re: telelavoro in italia
      L'idea di Cisco - che ha lasciato l'Italia proprio agli ultimi posti nella somministrazione del sondaggio (ben prima di Natale la stessa cosa la diceva per il "télétravailleur" tipico francese), dato che si sa che siamo agli ultimi posti anche per diffusione del telelavoro - è proprio di carpire il Mercato sinché è ancora in fase di evoluzione.Cisco (come Symantec prima, Lexmark nemmeno tanti mesi fa, e tante aziende del ramo network, sicurezza o "consumabili") tenta di porre la questione della sicurezza - cioè il suo settore di vendita - al momento giusto, ossia quando le aziende cominciano a porsi domande sul "se" e sul "come" remotizzare i lavoratori, vuoi che stiano a casa loro, vuoi che lavorino "mobile" od in uffici satellite/succursale.Il problema, più che altro, è che questo tipo di aziende "criticizza" in maniera esagerata proprio il fattore sicurezza, col rischio, da un lato, di avere responsabili (pensiamo alla P.A.) completamente "atterriti" da qualsiasi cambiamento e dall'altro, persone (anche nel ramo consumer) che pensano che un sw od un hw di quelli "seri" siano più che sufficienti.Di mio, posso dire che alcuni enti di formazione con cui collaboro stanno proponendo corsi non tanto di "sw" o di "hw", quanto di "comportamenti" orientati alla sicurezza. Penso che per ancora molto tempo riterrò questa la strada più corretta.Ognuno, comnque, tenta di portare acqua al proprio mulino..
  • Anonimo scrive:
    Problema dell'utenza casalinga
    Non vedo perche' tirare fuori il "telelavoro"... e' semplicemente un problema dell'utenza casalinga e della DISINFORMAZIONE fatta da Microsfot e dai loro marchettari. :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Problema dell'utenza casalinga
      - Scritto da:
      Non vedo perche' tirare fuori il "telelavoro"...
      e' semplicemente un problema dell'utenza
      casalinga e della DISINFORMAZIONE fatta da
      Microsfot e dai loro marchettari.
      :@Non è vero, Windows è sicurissimo anche senza antivirus, basta NON modificare per nessun motivo le impostazioni di default e NON installare MAI i pericolosi Service Pack, malware creato appositamente da criminali ex-dipendenti infedeli di MS, sempre sia lodata e sempre sia lodato il suo santissimo nome.
    • Anonimo scrive:
      Re: Problema dell'utenza casalinga
      - Scritto da:
      Non vedo perche' tirare fuori il "telelavoro"...
      e' semplicemente un problema dell'utenza
      casalinga e della DISINFORMAZIONE fatta da
      Microsfot e dai loro marchettari.
      :@L' utenza casalinga è buona solo se ci stanno casalinghe sexy annoiate che ciulano in chat.
    • Anonimo scrive:
      Re: Problema dell'utenza casalinga
      - Scritto da:
      Non vedo perche' tirare fuori il "telelavoro"...
      e' semplicemente un problema dell'utenza
      casalinga e della DISINFORMAZIONE fatta da
      Microsfot e dai loro marchettari.
      :@http://www.microsoft.com/italy/athome/security/protect/antivirus.mspxe da lì a http://www.windowsmarketplace.com/category.aspx?bcatid=326&tabid=2Infine beccati questo:http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyId=47DDCFA9-645D-4495-9EDA-92CDE33E99A9&displaylang=itE adesso smettila di dire stupidaggini.
      • Anonimo scrive:
        Re: Problema dell'utenza casalinga
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Non vedo perche' tirare fuori il "telelavoro"...

        e' semplicemente un problema dell'utenza

        casalinga e della DISINFORMAZIONE fatta da

        Microsfot e dai loro marchettari.

        :@

        http://www.microsoft.com/italy/athome/security/pro

        e da lì a

        http://www.windowsmarketplace.com/category.aspx?bc

        Infine beccati questo:

        http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?Fa

        E adesso smettila di dire stupidaggini.si certo ti vendono un'auto ma i paraurti, le cinture di sicurezza, gli airbag, gli specchietti e i freni te li devi comperare tu.
        • Anonimo scrive:
          Re: Problema dell'utenza casalinga
          - Scritto da:
          si certo ti vendono un'auto ma i paraurti, le
          cinture di sicurezza, gli airbag, gli specchietti
          e i freni te li devi comperare
          tu.Sai come funzionano gli accessori nel mercato delle auto? :DIn ogni caso quello che ti serve per casa lo trovi anche gratis (e regolare). E comunque qua qualcuno ha parlato di disinformazione di Microsoft.
  • Anonimo scrive:
    Suvvia, l'antivirus non serve.
    Già non serviva col sicurissimo XP, con la fortezza Vista l'antivirus è un inutile spreco di risorse, i virus non possono violarlo, è impossibile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
      - Scritto da:
      Già non serviva col sicurissimo XP, con la
      fortezza Vista l'antivirus è un inutile spreco di
      risorse, i virus non possono violarlo, è
      impossibile.ma oggi non ce la facevi proprio a trattenerti? prevedo valanghe di risposte al tuo post...
      • Anonimo scrive:
        Re: Suvvia, l'antivirus non serve.

        ma oggi non ce la facevi proprio a trattenerti?
        prevedo valanghe di risposte al tuo
        post...Ma dai è chiaro che è ironico. In caso contrario consiglio una urgente visita psichiatrica.
        • Anonimo scrive:
          Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
          - Scritto da:

          ma oggi non ce la facevi proprio a trattenerti?

          prevedo valanghe di risposte al tuo

          post...

          Ma dai è chiaro che è ironico. In caso contrario
          consiglio una urgente visita
          psichiatrica.Infatti ho chiesto apposta se poteva trattenersi, perchè ora ci saranno centinaia di persone che lo prenderanno sul serio e inizieranno una sfilza infinita di posts.
          • Anonimo scrive:
            Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
            E' vero windows vista 2008 è il più meglio sicuro di tutto internet !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
            - Scritto da:
            E' vero windows vista 2008 è il più meglio sicuro
            di tutto internet
            !!!Invece Vista 2010 è retrocompatibile con la periferica "Odissea nello spazio" e ha aggiunto il supporto per la periferica "Odissea due".
    • Anonimo scrive:
      Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
      - Scritto da:
      Già non serviva col sicurissimo XP, con la
      fortezza Vista l'antivirus è un inutile spreco di
      risorse, i virus non possono violarlo, è
      impossibile.... Ma da quanto usi un computer? 2 settimane??? Xp può venire violato in qualsiasi momento sia da virus sia da malware vari... Se tu dicessi una cosa vera aziende come Norton, Mcaffe è compagnia bella cesserebbero di esistere... E poi voglio proprio vederla sta "fortezza" chiamata Vista...
      • Anonimo scrive:
        Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Già non serviva col sicurissimo XP, con la

        fortezza Vista l'antivirus è un inutile spreco
        di

        risorse, i virus non possono violarlo, è

        impossibile.

        ... Ma da quanto usi un computer? 2 settimane???
        Xp può venire violato in qualsiasi momento sia
        da virus sia da malware vari... Se tu dicessi una
        cosa vera aziende come Norton, Mcaffe è compagnia
        bella cesserebbero di esistere... E poi voglio
        proprio vederla sta "fortezza" chiamata
        Vista...Ehm... creado che il tipo fosse ironico...'diota
      • Anonimo scrive:
        Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Già non serviva col sicurissimo XP, con la

        fortezza Vista l'antivirus è un inutile spreco
        di

        risorse, i virus non possono violarlo, è

        impossibile.

        ... Ma da quanto usi un computer? 2 settimane???
        Xp può venire violato in qualsiasi momento sia
        da virus sia da malware vari... Se tu dicessi una
        cosa vera aziende come Norton, Mcaffe è compagnia
        bella cesserebbero di esistere... E poi voglio
        proprio vederla sta "fortezza" chiamata
        Vista...Senti, già Windows 2000 ci voleva il piede di porco per violarlo, l'ha detto MS, quindi ci possiamo credere, XP era ancora più sicuro, Vista è ancora più sicuro di XP, la conclusione è semplice e univoca.Ma se vuoi fare una prova pratica, basta installare XP o Vista senza nessun antivirus e vedrai che non verrà rilevato alcun virus, CVD.Anzi, il fatto che questi fantomatici virus vengono rilevati non appena installi un antivirus non ti fa pensare?Niente antivirus -
        nessun virusAntivirus -
        viruslo vede anche un bambino che c'è un nesso.Non fidarti dei produttori di antivirus!
        • Anonimo scrive:
          Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Già non serviva col sicurissimo XP, con la


          fortezza Vista l'antivirus è un inutile spreco

          di


          risorse, i virus non possono violarlo, è


          impossibile.



          ... Ma da quanto usi un computer? 2 settimane???

          Xp può venire violato in qualsiasi momento sia

          da virus sia da malware vari... Se tu dicessi
          una

          cosa vera aziende come Norton, Mcaffe è
          compagnia

          bella cesserebbero di esistere... E poi voglio

          proprio vederla sta "fortezza" chiamata

          Vista...
          Senti, già Windows 2000 ci voleva il piede di
          porco per violarlo, l'ha detto MS, quindi ci
          possiamo credere, XP era ancora più sicuro, Vista
          è ancora più sicuro di XP, la conclusione è
          semplice e
          univoca.
          Ma se vuoi fare una prova pratica, basta
          installare XP o Vista senza nessun antivirus e
          vedrai che non verrà rilevato alcun virus,
          CVD.
          Anzi, il fatto che questi fantomatici virus
          vengono rilevati non appena installi un antivirus
          non ti fa
          pensare?
          Niente antivirus -
          nessun virus
          Antivirus -
          virus
          lo vede anche un bambino che c'è un nesso.
          Non fidarti dei produttori di antivirus!Infatti. Poi se ad ogni riavvio ti appare un bel pop-up con una tipa tutta nuda che ti fa proposte indecenti, quello è normale...
          • Anonimo scrive:
            Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Già non serviva col sicurissimo XP, con la



            fortezza Vista l'antivirus è un inutile
            spreco


            di



            risorse, i virus non possono violarlo, è



            impossibile.





            ... Ma da quanto usi un computer? 2
            settimane???


            Xp può venire violato in qualsiasi momento
            sia


            da virus sia da malware vari... Se tu dicessi

            una


            cosa vera aziende come Norton, Mcaffe è

            compagnia


            bella cesserebbero di esistere... E poi voglio


            proprio vederla sta "fortezza" chiamata


            Vista...

            Senti, già Windows 2000 ci voleva il piede di

            porco per violarlo, l'ha detto MS, quindi ci

            possiamo credere, XP era ancora più sicuro,
            Vista

            è ancora più sicuro di XP, la conclusione è

            semplice e

            univoca.

            Ma se vuoi fare una prova pratica, basta

            installare XP o Vista senza nessun antivirus e

            vedrai che non verrà rilevato alcun virus,

            CVD.

            Anzi, il fatto che questi fantomatici virus

            vengono rilevati non appena installi un
            antivirus

            non ti fa

            pensare?

            Niente antivirus -
            nessun virus

            Antivirus -
            virus

            lo vede anche un bambino che c'è un nesso.

            Non fidarti dei produttori di antivirus!

            Infatti. Poi se ad ogni riavvio ti appare un bel
            pop-up con una tipa tutta nuda che ti fa proposte
            indecenti, quello è
            normale...Ah, ma quella è Melinda, la moglie di Bill, lui la lascia sempre sola e allora facciamo un po' di chat erotica.
        • uguccione500 scrive:
          Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Già non serviva col sicurissimo XP, con la


          fortezza Vista l'antivirus è un inutile spreco

          di


          risorse, i virus non possono violarlo, è


          impossibile.



          ... Ma da quanto usi un computer? 2 settimane???

          Xp può venire violato in qualsiasi momento sia

          da virus sia da malware vari... Se tu dicessi
          una

          cosa vera aziende come Norton, Mcaffe è
          compagnia

          bella cesserebbero di esistere... E poi voglio

          proprio vederla sta "fortezza" chiamata

          Vista...
          Senti, già Windows 2000 ci voleva il piede di
          porco per violarlo, l'ha detto MS, quindi ci
          possiamo credere, XP era ancora più sicuro, Vista
          è ancora più sicuro di XP, la conclusione è
          semplice e
          univoca.
          Ma se vuoi fare una prova pratica, basta
          installare XP o Vista senza nessun antivirus e
          vedrai che non verrà rilevato alcun virus,
          CVD.
          Anzi, il fatto che questi fantomatici virus
          vengono rilevati non appena installi un antivirus
          non ti fa
          pensare?
          Niente antivirus -
          nessun virus
          Antivirus -
          virus
          lo vede anche un bambino che c'è un nesso.
          Non fidarti dei produttori di antivirus!AHAHHAHAH!N Sissì, un altro che ascolta il draga e le sue fantasie...Il sw microzozz senza antivirus e firewall: AHAHAHHAHAHAHHAH!!!
        • Kirisuto scrive:
          Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Già non serviva col sicurissimo XP, con la


          fortezza Vista l'antivirus è un inutile spreco

          di


          risorse, i virus non possono violarlo, è


          impossibile.



          ... Ma da quanto usi un computer? 2 settimane???

          Xp può venire violato in qualsiasi momento sia

          da virus sia da malware vari... Se tu dicessi
          una

          cosa vera aziende come Norton, Mcaffe è
          compagnia

          bella cesserebbero di esistere... E poi voglio

          proprio vederla sta "fortezza" chiamata

          Vista...
          Senti, già Windows 2000 ci voleva il piede di
          porco per violarlo, l'ha detto MS, quindi ci
          possiamo credere, XP era ancora più sicuro, Vista
          è ancora più sicuro di XP, la conclusione è
          semplice e
          univoca.
          Ma se vuoi fare una prova pratica, basta
          installare XP o Vista senza nessun antivirus e
          vedrai che non verrà rilevato alcun virus,
          CVD.
          Anzi, il fatto che questi fantomatici virus
          vengono rilevati non appena installi un antivirus
          non ti fa
          pensare?
          Niente antivirus -
          nessun virus
          Antivirus -
          virus
          lo vede anche un bambino che c'è un nesso.
          Non fidarti dei produttori di antivirus! O) ;) 8) (geek)
      • Anonimo scrive:
        Re: Suvvia, l'antivirus non serve.

        ... Ma da quanto usi un computer? 2 settimane???
        Xp può venire violato in qualsiasi momento sia
        da virus sia da malware vari... Se tu dicessi una
        cosa vera aziende come Norton, Mcaffe è compagnia
        bella cesserebbero di esistere... E poi voglio
        proprio vederla sta "fortezza" chiamata
        Vista...Era un post ironico, svegliati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
      - Scritto da:
      Già non serviva col sicurissimo XP, con la
      fortezza Vista l'antivirus è un inutile spreco di
      risorse, i virus non possono violarlo, è
      impossibile.Lui e' ironicoooooooo
    • ilgorgo scrive:
      Re: Suvvia, l'antivirus non serve.
      - Scritto da:
      Già non serviva col sicurissimo XP, con la
      fortezza Vista l'antivirus è un inutile spreco di
      risorse, i virus non possono violarlo, è
      impossibile.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
Chiudi i commenti