Se vorrai comprare una Tesla dovrai farlo online

Elon Musk annuncia che, in futuro, per acquistare un'auto elettrica a marchio Tesla bisognerà farlo online: niente più ordini nei concessionari.

Per acquistare una Tesla sarà in futuro necessario rivolgersi al sito online del produttore, configurando il veicolo a seconda delle proprie esigenze e portando a termine l’ordine davanti allo schermo del proprio computer o, se si preferisce, con un tap sul display del proprio smartphone. La vendita delle auto elettriche di Elon Musk non avverrà più tramite concessionari, come invece accade oggi.

Tesla, solo vendite online

A confermarlo è il numero uno del gruppo, che giustifica la decisione con l’esigenza di ridurre i costi operativi così da poter garantire la sostenibilità economica del business. Una parte degli store verrà chiusa (non è dato a sapere quanti), con ovvie ripercussioni per il personale impiegato. Si annuncia dunque un nuovo round di licenziamenti, a poche settimane di quello che ha colpito il 7% della forza lavoro. Alcuni punti fisici rimarranno aperti, ma fungeranno esclusivamente da showroom e da spazi in cui recarsi per ottenere informazioni sulla gamma di auto elettriche commercializzate dal marchio. Queste le parole di Musk.

Chiuderemo alcuni store e in conseguenza ci saranno alcune riduzioni nel personale, su questo non ci sono dubbi. Non abbiamo altro modo per raggiungere l’obiettivo di risparmiare, così da poter offrire le nostre automobili in una maniera finanziariamente sostenibile. Vorrei ci fosse un altro modo, ma sfortunatamente bisognerà passare da una riduzione della forza lavoro nel retail, non lo si potrà evitare.

L'auto elettrica Tesla Model 3

Il taglio consentirà di ridurre il prezzo delle vetture fino al 6%, proponendo così ad esempio la nuova Model 3 nella versione Standard Range a 35.000 dollari (entro l’autunno arriverà anche in Europa). Prevista inoltre l’assunzione di nuovi tecnici e meccanici da integrare nel team, con l’obiettivo di fornire un adeguato supporto post-vendita agli acquirenti.

Niente più test drive, ma rimborsi

Togliere di mezzo i concessionari significa anche privare gli interessati a comprare una Tesla della possibilità di effettuare un test drive. Musk e i suoi hanno deciso di far fronte alla mancanza proponendo la possibilità di guidare l’auto per una settimana, percorrendo un massimo pari a 1.000 miglia, per poi eventualmente restituirla e ottenere un rimborso completo della cifra versata. In ogni caso, per mettersi al volante bisognerà aprire il portafogli e far fronte alla spesa.

Permetteremo a chiunque di utilizzare l’auto gratuitamente per una settimana, per poi restituirla e ottenere un rimborso completo. Sarà molto semplice farlo, basterà un click.

Fonte: TechCrunch

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti