Tetris compie 35 anni, un classico senza tempo

Il puzzlegame per eccellenza spegne questa settimana le sue prime 35 candeline: l'occasione perfetta per celebrare il fascino immortale di Tetris.

È nell’essenzialità delle sue regole e dei suoi elementi (tetramini) che va ricercata la popolarità di Tetris. In questi giorni la creatura di Leonidovič Pažitnov compie 35 anni. Era il 6 giugno 1984 quando il programmatore russo pubblicava la prima versione del gioco, destinato al computer sovietico Elektronika 60 e divenuto nel tempo il puzzlegame per eccellenza, il rompicapo con il quale le generazioni a venire si sarebbero confrontate e fonte d’ispirazione per una miriade di altri prodotti videoludici.

35 anni di Tetris

Classe 1956, Pažitnov non raccolse i frutti del successo per oltre un decennio, fino a quando nel 1996 diede vita insieme all’olandese Henk Rogers alla The Tetris Company. Anche a questo è dovuta la rapida diffusione del titolo, in breve tempo comparso in molteplici versioni sulle più disparate piattaforme. L’obiettivo è rimasto pressoché lo stesso a tre decenni e mezzo di distanza: impilare i blocchi che cadono dalla parte alta dello schermo in modo da disegnare orizzontalmente delle linee complete, senza alcuno spazio libero, così da eliminarle e proseguire nella partita.

Una delle prime versioni di Tetris, per Atari

Tra le edizioni più celebri quella che alla fine degli anni ’80 ha accompagnato sul mercato il Game Boy originale. Il portatile Nintendo è stato venduto in alcuni territori proprio con la cartuccia di Tetris in dotazione. Di seguito uno spot TV che non può non toccare il cuore dei retrogamer e di chi ha ormai più di qualche primavera alle spalle.

Qualche curiosità e la versione online

Un paio di curiosità. In un’intervista rilasciata ormai oltre un decennio fa, Pažitnov ha confessato di non essere particolarmente abile con la sua creatura, sottolineando inoltre come uno degli obiettivi fissati in fase di sviluppo fosse quello di dar vita a un titolo in grado di creare dipendenza. Ancora, forse non tutti lo sanno, ma lo stesso programmatore russo qualche anno più tardi ha realizzato un sequel ufficiale, battezzato Welltris e con dinamiche simili all’originale, ma basato su una griglia 3D anziché bidimensionale.

Welltris, screenshot

Il modo migliore per celebrare Tetris è giocarlo: disponibile online la versione ufficiale e gratuita, accessibile da qualsiasi browser. Buon divertimento!

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: Wikipedia
Chiudi i commenti