The Guild, storia di una webserie

di A. Mastrantonio - Un'intervista alla produttrice della serie Kim Evey. Che racconta degli esordi della serialità in rete, sostiene il rimbalzare degli episodi online, discute delle potenzialità delle nicchie

Roma – The Guild è una delle web serie più longeve e di maggior successo tra quelle che hanno calcato la scena della Rete finora. Le avventure di Codex, giocatrice compulsiva di World Of Warcraft, e dei bizzarri componenti della sua gilda virtuale sono diventate un vero e proprio cult per tutti gli appassionati di giochi di ruolo online. La serie, nata nel 2007 da un’idea dell’attrice Felicia Day, ha inaugurato oggi la sua quarta stagione e ha ottenuto oltre 50 milioni di visualizzazioni totali nei 34 episodi distribuiti finora. Si tratta ad ogni modo della punta di un iceberg: Internet è ormai popolato da centinaia di migliaia di prodotti audiovisivi seriali, un mercato enorme che non potrà che crescere in popolarità e giro di affari nei prossimi anni. Abbiamo chiesto a Kim Evey , produttrice esecutiva di The Guild, di parlarci del suo show, dell’attuale panorama della serialità online e di come pensa che si evolverà nel prossimo futuro.

Alfonso Mastrantonio: The Guild è attualmente uno dei più grandi successi tra le serie per il web e ha indubbiamente contribuito a creare attenzione attorno a questa tipo di medium. Come sono cambiate le cose nella Web TV dal lancio della serie?
Kim Evey: Il 2007 è stato davvero l’anno in cui tutto è cominciato. C’erano moltissime piccole case di produzione che finanziavano web serie a basso budget, oltre alle società più potenti che offrivano risorse più consistenti. Solo pochi degli indipendenti sono rimasti attivi fino ad oggi e le case di produzione più grandi sono riuscite a rinnovarsi con nuovi modelli di contenuti e ridimensionamento di budget. Penso che all’epoca facessero fatica a capire perché la gente volesse vedere contenuti video sul web o come facesse a preferire le web series ai programmi televisivi. 
 
AM: Cosa fa di una serie un prodotto adatto all’ambiente del web? Suggeriresti ad un esordiente di individuare una nicchia legata a tematiche tecnologiche o alla cultura geek?
KE: Non penso che un esordiente dovrebbe necessariamente cercare per il suo prodotto una nicchia tecnologica o geek, ma direi che gli converrebbe individuare in ogni caso una nicchia, la più specifica possibile. Detto questo, esistono delle nicchie particolari che interessano un vasto bacino di pubblico, il che è il motivo del grande successo di The Guild. Noi forniamo un prodotto pensato per un gruppo di interesse molto specifico che conta però milioni di membri al suo interno. Ma ce ne sono diversi altri in giro: sportivi, mamme, adolescenti dark, e così via. Il segreto consiste nell’essere realmente parte integrante di quel gruppo e nel lasciare che la tua esperienza al suo interno si riversi nella scrittura del tuo prodotto. Non c’è nulla di peggio di qualcuno estraneo alla tua cerchia che tenta di spiegarti cosa quella cerchia rappresenti per te. In un istante il tuo stesso target si scaglierebbe contro di te.

AM: Attualmente moltissime persone guardano le serie televisive in streaming su portali come Hulu, assistendo ogni volta ad episodi di 20 o più minuti. Pensi che i formati brevi o brevissimi siano ancora una priorità per la serialità online?
KE: Ritengo che una formula da pochi minuti sia un modo divertente ed efficace di raccontare una storia e penso ancora che sia consigliabile mantenere il primo episodio al di sotto dei cinque minuti. In quanto produttrice, faccio fatica a comprendere perché si debba volere un episodio da 20 minuti, ma non capisco neanche l’utilità dei cortometraggi da 20 minuti, e a quanto pare moltissime persone li producono. Se scegli di puntare su episodi più corti, una volta agganciato il tuo pubblico e costruita la tua base di fan ti potrai concedere il lusso di estendere le tue storyline. Ma, perlomeno all’inizio, “lascia che ne vogliano ancora” dovrebbe essere il motto di ogni creativo del web.

AM: Che tipo di modelli di revenue avete sperimentato con The Guild?
KE: Abbiamo utilizzato un po’ di tutto, con buoni risultati in tutti i casi: riceviamo parte dei proventi pubblicitari di YouTube, abbiamo firmato contratti di distribuzione con MSN, vendiamo merchandising, DVD e, nell’online store della Xbox 360, episodi in formato podcast. Durante la prima stagione siamo anche ricorsi alle sottoscrizioni volontarie, ma solo per questioni di emergenza e non per ricavarne profitto, perché in quel periodo facevamo fatica a portare a termine le puntate. Non penso che sia un modello poco valido, ma non lo considero un metodo affidabile per ottenere dei ricavi consistenti. È difficile convincere delle persone a pagare per dei contenuti così brevi. Non so quanti di questi video guarderei se li dovessi pagare anche solo 99 centesimi ciascuno. Inoltre, con YouTube e tutti questi aggregatori di torrent, è praticamente impossibile evitare che il tuo contenuto si diffonda gratuitamente. Creerebbe una situazione opposta a quella ideale: invece di sperare che il nostro prodotto venga visto da sempre più persone, saremmo ridotti a pattugliare costantemente il web per far rimuovere i tuoi video dai vari siti. Cerchiamo di evitare il più possibile di farlo, a meno che il sito il questione non affianchi il nostro nome a contenuti pornografici, cerchi di vendere qualche prodotto a nostro nome o voglia far credere che sosteniamo qualche causa in cui in realtà non crediamo.
 
AM: Quanto viene a costare la produzione di un episodio di The Guild in media?
Per quanto riguarda il nostro budget non posso fornire informazioni precise ma dubito fortemente che ci siano molti produttori in grado di realizzare un film indipendente della durata della nostra serie con la stessa somma di denaro. AM: Ottenete la gran parte del traffico subito dopo la pubblicazione di un video o le visite si mantengono sostanzialmente costanti nel tempo?
KE: Otteniamo moltissime visualizzazioni il giorno stesso in cui vengono pubblicati gli episodi, ma l’aspetto più bello della rete è che i contatti continuano ad aumentare costantemente. Il videoclip di Do You Wanna Date My Avatar ha raggiunto i 10 milioni di visite a distanza di un anno. Quando lo abbiamo lanciato ed ha cominciato a diffondersi viralmente, avevamo ottenuto un paio di milioni di visualizzazioni ed eravamo già pienamente soddisfatti di quel risultato.

AM: Quando avete lanciato la canzone e il videoclip vi aspettavate un tale successo?
KE: La canzone e il video sono nati in maniera molto spontanea: Felicia ha avuto l’idea e l’abbiamo messa in pratica in pochi giorni, poi lei ha deciso di sfruttare il Comic-con di San Diego per presentare il video al pubblico. Non l’abbiamo prodotto pensando “questa sarà sicuramente una hit virale”. Speravamo che piacesse ai nostri fan ma quando è arrivata al primo posto della classifica di iTunes eravamo davvero sbalorditi.

AM: Quali sono i parametri per stabilire se una web serie è o meno “di successo”?
KE: Per quanto mi riguarda, ci sono due componenti nel nostro successo. Prima di tutto, ovviamente, The Guild ha successo perché ci permette di guadagnare del denaro. Riusciamo a pagare il nostro cast e la troupe e quello di produttrice dello show è attualmente il mio lavoro a tempo pieno. Ma il vero successo sta nel fatto che la serie è molto apprezzata dai fan e che noi con questa piccolo prodotto stiamo davvero facendo la differenza. Uno dei motivi principali di questo successo risiede nel nostro modello societario: Felicia possiede i diritti dello show e noi, da creatori e produttori intuitivi e di buon senso, abbiamo dimostrato che possiamo sfruttare questa situazione quanto i grandi studios se non di più. Siamo sorpresi e soddisfatti di avere superato i 50 milioni di visite, ma l’autentico successo risiede in quanto la nostra storia sia illustrativa delle potenzialità del web: trova un bisogno e soddisfalo. Trova la tua nicchia e offrile il tuo prodotto.
 
AM: The Guild è una delle pochissime web serie che mettono a disposizione episodi sottotitolati per gli spettatori non anglofoni. Vi siete affidati a traduttori professionisti o avete coinvolto nell’operazione le community di sottotitolatori amatoriali che operano sul web?
KE: Per YouTube tutte le operazioni di traduzione e sottotitolazione sono coordinate da una nostra fan brasiliana, Dani Figuereido. Molta gente si è proposta volontariamente di farlo e noi abbiamo accettato l’offerta, perché non avremmo dovuto? Non conosco le cifre del traffico proveniente dai paesi stranieri e non so quale sia la lingua più seguita dopo l’inglese, ma so di per certo che le vendite per Xbox e Zune hanno tratto giovamento da questa operazione, perché Microsoft ci sta incoraggiando a rendere disponibili le prossime serie con sottotitoli in lingue sempre più numerose.
 
AM: Avete realizzato spesso contenuti speciali come Do You Wanna Date My Avatar o puntate straordinarie per le ricorrenze festive. Pensi sia corretto dire che queste strategie di branding siano persino più importanti per un show sul web che per un programma?
KE: Sicuramente mantengono vivo il contatto tra lo show e i fan, e questo è decisivo per un prodotto che si vuole rivolgere soprattutto ad un gruppo di appassionati. Comunque, risultano importanti soprattutto per l’Home Video. Abbiamo sempre fatto speciali natalizi o festivi giusto per divertirci, ma quando abbiamo pensato di realizzare un’edizione in DVD abbiamo cominciato a pensare a come poter realizzare degli ottimi extra da inserire nel disco. Sempre a riguardo di iniziative collaterali, stiamo organizzando una raccolta di fondi all’interno di World of WorldCraft per poter acquistare una guild hall personale che funga da ritrovo virtuale per i fan della serie.

AM: Credi che web serie capaci di monetizzare il proprio successo senza appoggiarsi a sponsorizzazioni diventeranno presto sempre più frequenti?
KE: Penso di sì, ma quello che è necessario che gli addetti ai lavori capiscano è che la fruizione di audiovisivi in Internet seguirà una curva di apprendimento. The Guild ha questo successo perché i nostri fan sono persone che vivono la propria vita quasi esclusivamente online. Ci vorrà del tempo, probabilmente diversi anni o anche di più, perché il resto della popolazione concepisca Internet come il loro principale canale per l’home entertainment, in sostituzione della televisione.

a cura di Alfonso Mastrantonio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Certo certo scrive:
    Xp SP 3?
    A tal proposito vale la pena ricordare che il supporto a Windows XP SP2 si conclude proprio oggi. Ecchecacchio! Io mica ci voglio passare al "Pacco" di Servizio 3!
  • Sgabbio scrive:
    Hanno corretto la falla di Aero su 7 x64
    Faccio notare che tale falla su sette non era moderata ma messa su CRITICA!http://www.microsoft.com/technet/security/Bulletin/MS10-043.mspx
    • linuxaccio di merda moribondo scrive:
      Re: Hanno corretto la falla di Aero su 7 x64
      è su win update la patch? che problema c'era in aero?
      • Sgabbio scrive:
        Re: Hanno corretto la falla di Aero su 7 x64
        c'era un bug di sicurezza nel file che permette di creare l'interfaccia, che poteva prendere il controllo del sistema dei casi peggiori, oppure provocare un crash.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Hanno corretto la falla di Aero su 7 x64
      Strano Secunia continua a classificarla come Less Citical:http://secunia.com/advisories/39577/
      • nome e cognome scrive:
        Re: Hanno corretto la falla di Aero su 7 x64
        - Scritto da: gnulinux86
        Strano Secunia continua a classificarla come Less
        Citical:

        http://secunia.com/advisories/39577/Perchè microsoft valuta il massimo impatto potenziale.
        • pabloski scrive:
          Re: Hanno corretto la falla di Aero su 7 x64
          per questo nascondono alcune falle? :Dcioè dico, non è possibile che ogni giorno si trovino notizie del genere http://krebsonsecurity.com/2010/07/experts-warn-of-new-windows-shortcut-flaw/http://anti-virus.by/en/tempo.shtmlil bello è che usa una falla non pubblica-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 luglio 2010 18.40-----------------------------------------------------------
  • linuxaccio di merda moribondo scrive:
    mac e' una truffa
    il mac apple è una truffa
    • scrotone scrive:
      Re: mac e' una truffa
      - Scritto da: linuxaccio di XXXXX moribondo
      il mac apple è una truffaSe il tuo cervello ti funziona come il buco del XXXX o sei stitico o scrivi commenti idioti come questo.
  • linuxaccio di merda moribondo scrive:
    viva windows abbasso mac
    prrrrrrrrrrrrrrr
    • scrotone scrive:
      Re: viva windows abbasso mac
      - Scritto da: linuxaccio di XXXXX moribondo
      prrrrrrrrrrrrrrrSe proprio non riesci a farti furbo, sparati un colpo in testa, il mondo intero te ne sarebbe grato.
  • ENRICO scrive:
    punto informatico di XXXXX al tappetoooo
    XXXXXXXXXX scemi
  • collione scrive:
    nome e cognome al tappeto
    come da titolo, l'amico nome e cognome è al tappetoha sparato una raffica di scemenze e adesso è sparito, per poi ricomparire tra un paio di giorni più arrogante e ignorante che mai
  • angros scrive:
    Re: linux al tappetooooo
    - Scritto da: no no no
    si parlava di fornire i sorgenti. Posso non farlo
    ed è comunque un prodotto funzionante. Mai
    trovato una fiat con il manuale dei
    progettisti(solo quello
    utente)Certo, sarà un prodotto funzionante, ma peggiore, perchè dipenderà da te per la manutenzione (come un macchinario che usa pezzi fuori standard: dipenderà dal suo produttore); se tu cessi l'attività, il tuo cliente resta a piedi, inoltre tu potresti "ricattarlo" alzando arbitrariamente i prezzi per gli aggiornamenti.A parità di altre condizioni, un prodotto con i sorgenti vale di più; e aggiungere i sorgenti non ha costi extra: perciò, se tu non lo fai, un programmatore abile quanto te che produce un prodotto equivalente lo farà, così senza nessuna spesa otterrà un prodotto che ha un vantaggio in più rispetto al tuo, e ti porterà via qualche cliente.
    • seroxz scrive:
      Re: linux al tappetooooo
      - Scritto da: angros
      A parità di altre condizioni, un prodotto con i
      sorgenti vale di più; e aggiungere i sorgenti non
      ha costi extra: perciò, se tu non lo fai, un
      programmatore abile quanto te che produce un
      prodotto equivalente lo farà, così senza nessuna
      spesa otterrà un prodotto che ha un vantaggio in
      più rispetto al tuo, e ti porterà via qualche
      cliente.però guadagnerà di meno e dovrà andare dietro a tutti i vari forkalla fine l'uutente finale non vuole i sorgenti, vuole un programma che faccia il suo sXXXXX lavorol'open source vale solo per alcuni particolari tipi di software, non certo per i sistemi operativi, dove come puoi vedere l'open source è rimasto ancorato al suo 0.5% spalmato su 4587942165 distribuzioni linux
      • collione scrive:
        Re: linux al tappetooooo
        0.5%ma se le statistiche riguardanti i computer desktop connessi ad internet parlano dell'1%a questi dobbiamo aggiungere server, smartphone, device embedded, macchine a controllo numerico, sistemi cluster e hpc, televisori, set top box, sistemi domotici, ecc...spero tu sappia che il 50% del web gira su linux e apache
  • Max3D scrive:
    si però...
    Secondo me sbagliato il modo...windows, a differenza di mac manca di gingilli useless, se con la SP integrassero qualche inutility, la gente, gli utonti, che hanno preso il sopravvento, sarebbero molto più incentivati all'installazione di una SP.Invece accade sempre che questi vedono la dimensione dell'aggiornamento e annullano tutto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 luglio 2010 09.59-----------------------------------------------------------
    • doyoulikeme scrive:
      Re: si però...
      Di inutility ce ne sono anche troppe secondo me.Che si concentrino sulle cose serie prima, nell'ordine:1) frammentazione disco2) firewall e antivirus che non succhino tutte le risorse3) aggiornamenti senza riavvio del pcFatti questi, il sistema diventa davvero usabile e faranno la felicità di molti utenti. Ma tanto hanno il 75-90% del mercato, quindi forse non hanno nemmeno lo stimolo per migliorarsi.
      • Mux scrive:
        Re: si però...
        - Scritto da: doyoulikeme
        Di inutility ce ne sono anche troppe secondo me.
        Che si concentrino sulle cose serie prima,
        nell'ordine:

        1) frammentazione disco
        2) firewall e antivirus che non succhino tutte le
        risorse
        3) aggiornamenti senza riavvio del pc

        Fatti questi, il sistema diventa davvero usabile
        e faranno la felicità di molti utenti. Ma tanto
        hanno il 75-90% del mercato, quindi forse non
        hanno nemmeno lo stimolo per
        migliorarsi.il punto 2) te lo trovi da solo, il punto 3) è inutile in quanto ci sono degli aggiornamenti che per forza devi riavviare la macchina, e questo succede in tutti i sistemi operativi.
        • doyoulikeme scrive:
          Re: si però...

          il punto 2) te lo trovi da solo, Molto volentieri, ma Windows ragiona in quel modo, quindi sarebbe meglio non includere proprio gli strumenti (anche se disabilitati, occupano dll e risorse, basta provare a cancellare i file per capirlo). Come succedeva per IE una volta insomma.
          il punto 3) è
          inutile in quanto ci sono degli aggiornamenti che
          per forza devi riavviare la macchina, e questo
          succede in tutti i sistemi
          operativi.Assolutamente, ci saranno sempre aggiornamenti che richiedono il riavvio, però si può almeno cercare di limitarlo.In Windows 2000 dovevi riavviare anche per cambiare l'indirizzo ip, adesso per fortuna non serve più.Se ad ogni aggiornamento MS devi riavviare, e Windows continua a romperti le scatole con un messaggio ogni 10 minuti, c'è qualcosa che non funziona.Il riavvio lo vedo bene ogni tanto (1 volta al mese come patch) ma non per qualsiasi cosa venga cambiata. Questo è perchè non riescono a ricaricarsi del tutto le dll core, che stanno diventando forse troppe, oppure non riescono a liberare correttamente la memoria.
      • Jack Rackham scrive:
        Re: si però...
        - Scritto da: doyoulikeme
        Di inutility ce ne sono anche troppe secondo me.
        Che si concentrino sulle cose serie prima,
        nell'ordine:
        2) firewall e antivirus che non succhino tutte le
        risorseIl firewall di Windows lo disabilito di default... se stai parlando di software di terze parti, beh, allora sono le terze parti che dovrebbero ottimizzare il loro software, 'zzo c'entra Microsoft??? :)
        3) aggiornamenti senza riavvio del pcQuesto succede con tutti i sistemi operativi, Windows, OSX e Linux, in modi diversi, ma è così... e basta! :)--JackRackham
    • il solito bene informato scrive:
      Re: si però...
      - Scritto da: Max3D
      Secondo me sbagliato il modo...
      windows, a differenza di mac manca di gingilli
      useless,ad esempio?
      • Max3D scrive:
        Re: si però...
        OSX ? (rotfl)scherzi a parte ... non lo so, guarda i software che ha su un iMac :PiPhoto, iWeb... potrebbero relagarci un virtual desktop decente.. e' dal 98 che lo aspetto !-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 luglio 2010 10.35-----------------------------------------------------------
  • il solito bene informato scrive:
    Opinione di un utente superficiale
    Sono un grafico, ho sempre lavorato con Macintosh e non vi dico che dramma finire in una grossa azienda che lavora solo con PC con Windows... Anzi, ve lo dico: che dramma!Posso dire "per fortuna" mi hanno installato windows 7, che ha una grafica più piacevole di XP (installato in tutti i computer dell'azienda) che trovo davvero deprimente.Ma oltre all'interfaccia, mi mancano una serie di funzionalità che in Os X mi rendevano più veloce il lavoro: Exposè, Anteprima (ottimo per modificare o unire pdf multipagina), Quicklook e la possibilità di modificare le scorciatoie da tastiera di sistema tramite un'unica pagina di preferenze, scorciatoie che puntualmente vanno in conflitto con quelle dei programmi Adobe che uso; e mettiamoci anche certe scorciatoie che non funzionano... senza alcun motivo apparente.Ultima cosa che mi viene in mente, in cui mi sono imbattuto di recente, l'impossibilità di installare font truetype o opentype di cui l'internètt è piena e che spesso sono utili.Ma ci sono degli aspetti positivi: finalmente posso usufruire del mitico "taglia-incolla" e ho potuto scaricarmi un programmino per tagliare gli mp3 in parti uguali (cosa che per Mac non ho mai trovato) ovviamente "stand-alone", perché non avendo privilegi di amministratore, non posso installare programmi.E poi, facendomi odiare il lavorare a computer, sempre più spesso mi metto a fare grafica e disegni a mano (che, nell'ambito in cui lavoro, sono sempre bene accette... :-) )-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 luglio 2010 09.55-----------------------------------------------------------
    • rover scrive:
      Re: Opinione di un utente superficiale
      Molti problemi di cui ti lamenti sono dovuti al fatto che non hai permission da administrator. Che è l'unico modo aziendale per proteggere un po' i PC
    • panda rossa scrive:
      Re: Opinione di un utente superficiale
      - Scritto da: il solito bene informato
      Sono un grafico, ho sempre lavorato con Macintosh
      e non vi dico che dramma finire in una grossa
      azienda che lavora solo con PC con Windows...


      Anzi, ve lo dico: che dramma!

      Posso dire "per fortuna" mi hanno installato
      windows 7, che ha una grafica più piacevole di XP
      (installato in tutti i computer dell'azienda) che
      trovo davvero deprimente.Quando clicchi su una icona o selezioni una voce di menu e parte la tua applicazione, che ti frega dell'interfaccia (per altro configurabile)?
      Ma oltre all'interfaccia, mi mancano una serie di
      funzionalità che in Os X mi rendevano più veloce
      il lavoro: Exposè, Anteprima (ottimo per
      modificare o unire pdf multipagina), Quicklook Tutti acXXXXXri che si possono installare
      e
      la possibilità di modificare le scorciatoie da
      tastiera di sistema tramite un'unica pagina di
      preferenze, E questa e' la grande carenza di winsozz, che non raggiungera' mai i livelli di gnome.
      scorciatoie che puntualmente vanno in
      conflitto con quelle dei programmi Adobe che uso;Vabbe' questo succede con qualunque applicazione che ha delle sue scorciatoie di tastiera.E' l'intelligenza dell'utente che imposta una intelligente configurazione delle scorciatoie di tastiera.
      e mettiamoci anche certe scorciatoie che non
      funzionano... senza alcun motivo
      apparente.Windows fa schifo, non lo scopriamo certo ora.
      Ultima cosa che mi viene in mente, in cui mi sono
      imbattuto di recente, l'impossibilità di
      installare font truetype o opentype di cui
      l'internètt è piena e che spesso sono
      utili.Boh... perche' impossibilita'? Strano.
      Ma ci sono degli aspetti positivi: finalmente
      posso usufruire del mitico "taglia-incolla" in che senso?
      e ho
      potuto scaricarmi un programmino per tagliare gli
      mp3 in parti uguali (cosa che per Mac non ho mai
      trovato) E che c'entra il sistema operativo?E' un limite di chi fa questi programmi non rilasciarli multipiattaforma.
      ovviamente "stand-alone", perché non
      avendo privilegi di amministratore, non posso
      installare programmi.Se la tua policy aziendale, per motivi di sicurezza, non consente di installare roba a caso, suppongo che prevedera' anche una procedura per richiedere l'installazione di particolare software...
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Opinione di un utente superficiale
        - Scritto da: panda rossa
        Quando clicchi su una icona o selezioni una voce
        di menu e parte la tua applicazione, che ti frega
        dell'interfaccia (per altro
        configurabile)?invece secondo me la "piacevolezza" dell'interfaccia, intesa come coerenza, cura nei dettagli, puro impatto visivo e non l'aggiunta di animazioni ed effetti, è importante quando con un computer ci lavori per 8 ore o più

        Ma oltre all'interfaccia, mi mancano una serie
        di

        funzionalità che in Os X mi rendevano più veloce

        il lavoro: Exposè, Anteprima (ottimo per

        modificare o unire pdf multipagina), Quicklook

        Tutti acXXXXXri che si possono installareio non posso... e comunque la differenza di fondo è che su Os X queste cose sono preinstallate.

        e

        la possibilità di modificare le scorciatoie da

        tastiera di sistema tramite un'unica pagina di

        preferenze,

        E questa e' la grande carenza di winsozz, che non
        raggiungera' mai i livelli di
        gnome.


        scorciatoie che puntualmente vanno in

        conflitto con quelle dei programmi Adobe che
        uso;

        Vabbe' questo succede con qualunque applicazione
        che ha delle sue scorciatoie di
        tastiera.
        E' l'intelligenza dell'utente che imposta una
        intelligente configurazione delle scorciatoie di
        tastiera.già... e tempo da perdere, considerando che configuro sempre illustrator e photoshop in base alle mie abitudini, mi toccherebbe riabituarmi a nuove scorciatoie :-)

        e mettiamoci anche certe scorciatoie che non

        funzionano... senza alcun motivo

        apparente.

        Windows fa schifo, non lo scopriamo certo ora.


        Ultima cosa che mi viene in mente, in cui mi
        sono

        imbattuto di recente, l'impossibilità di

        installare font truetype o opentype di cui

        l'internètt è piena e che spesso sono

        utili.

        Boh... perche' impossibilita'? Strano.lo trovo strano anch'io, infatti ho fatto un po' di ricerca. Pare dipenda in gran parte dal fatto che non sono amministratore.


        Ma ci sono degli aspetti positivi: finalmente

        posso usufruire del mitico "taglia-incolla"

        in che senso?che in Os X il concetto di "taglia & incolla" non esiste a livello di sistema. Guarda la newsgroup dedicata al mondo Mac e troverai un sacco di "switchers" che chiedono perché il comando "taglia" non sia mai selezionabile :-)

        e ho

        potuto scaricarmi un programmino per tagliare
        gli

        mp3 in parti uguali (cosa che per Mac non ho mai

        trovato)

        E che c'entra il sistema operativo?
        E' un limite di chi fa questi programmi non
        rilasciarli
        multipiattaforma.c'entra perché per windows ne ho trovati un sacco, per Os X solo un paio e con la necessità di inserire un file ".cue" con le istruzioni per il taglio.

        ovviamente "stand-alone", perché non

        avendo privilegi di amministratore, non posso

        installare programmi.

        Se la tua policy aziendale, per motivi di
        sicurezza, non consente di installare roba a
        caso, suppongo che prevedera' anche una procedura
        per richiedere l'installazione di particolare
        software...Giustamente, direi.
        • Il Profeta scrive:
          Re: Opinione di un utente superficiale
          - Scritto da: il solito bene informato
          invece secondo me la "piacevolezza"
          dell'interfaccia, intesa come coerenza, cura nei
          dettagli, puro impatto visivo e non l'aggiunta di
          animazioni ed effetti, è importante quando con un
          computer ci lavori per 8 ore o
          piùLa coerenza in Win7 è pari a zero, infatti gli applicativi più utilizzati hanno le finestre principali fatte con WPF, le pagine delle opzioni molto spesso col "vecchio" GDI... gli applicativi meno usati invece sono tutti in GDI. IL DE più coerente secondo me è Gnome. Il DE di OSX lo sarà quando sarà scritto tutto in Cocoa (anche se le applicazioni scritte ancora in Carbon si integrano bene).
          che in Os X il concetto di "taglia & incolla" non
          esiste a livello di sistema. Guarda la newsgroup
          dedicata al mondo Mac e troverai un sacco di
          "switchers" che chiedono perché il comando
          "taglia" non sia mai selezionabile
          :-)La filosofia del Mac è il drag&drop dei file che personalmente ritengo molto più sicura del cut&paste, per evitare errori accidentali. E comunque si può attivare con Automator: http://forums.macrumors.com/showpost.php?p=9396175&postcount=30
          c'entra perché per windows ne ho trovati un
          sacco, per Os X solo un paio e con la necessità
          di inserire un file ".cue" con le istruzioni per
          il
          taglio.Prova WINE ;) Io l'ho usato ad esempio per far girare Mp3Tag sia su Ubuntu che su SnowLeo.
        • panda rossa scrive:
          Re: Opinione di un utente superficiale
          - Scritto da: il solito bene informato
          - Scritto da: panda rossa

          Quando clicchi su una icona o selezioni una voce

          di menu e parte la tua applicazione, che ti
          frega

          dell'interfaccia (per altro

          configurabile)?

          invece secondo me la "piacevolezza"
          dell'interfaccia, intesa come coerenza, cura nei
          dettagli, puro impatto visivo e non l'aggiunta di
          animazioni ed effetti, è importante quando con un
          computer ci lavori per 8 ore o
          piùSi, ma mica lavori 8 ore sul sistema.Userai delle applicazioni con la loro finestra che tende a coprire quello che c'e' sotto.Per esempio, io manco mi ricordo che sfondo del desktop ho messo.


          Ma oltre all'interfaccia, mi mancano una serie

          di


          funzionalità che in Os X mi rendevano più
          veloce


          il lavoro: Exposè, Anteprima (ottimo per


          modificare o unire pdf multipagina),
          Quicklook




          Tutti acXXXXXri che si possono installare

          io non posso... e comunque la differenza di fondo
          è che su Os X queste cose sono
          preinstallate.Il preinstallato dipende sempre dall'azienda visto che e' un computer aziendale.

          E' l'intelligenza dell'utente che imposta una

          intelligente configurazione delle scorciatoie di

          tastiera.

          già... e tempo da perdere, considerando che
          configuro sempre illustrator e photoshop in base
          alle mie abitudini, mi toccherebbe riabituarmi a
          nuove scorciatoie
          :-)Ma lo configuri una volta.O ti cambiano sistema tutti i giorni?

          in che senso?

          che in Os X il concetto di "taglia & incolla" non
          esiste a livello di sistema. Bella cagata! Me la segno e ne parlo con Ruppolo.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Opinione di un utente superficiale


            che in Os X il concetto di "taglia & incolla"
            non

            esiste a livello di sistema.

            Bella cagata! Me la segno e ne parlo con Ruppolo.Ti spiegherà che è una feature
      • lordream scrive:
        Re: Opinione di un utente superficiale
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: il solito bene informato

        Sono un grafico, ho sempre lavorato con
        Macintosh

        e non vi dico che dramma finire in una grossa

        azienda che lavora solo con PC con Windows...





        Anzi, ve lo dico: che dramma!



        Posso dire "per fortuna" mi hanno installato

        windows 7, che ha una grafica più piacevole di
        XP

        (installato in tutti i computer dell'azienda)
        che

        trovo davvero deprimente.

        Quando clicchi su una icona o selezioni una voce
        di menu e parte la tua applicazione, che ti frega
        dell'interfaccia (per altro
        configurabile)?in ogni caso l'interfaccia di seven rimane piu curata di quella di vista..


        Ma oltre all'interfaccia, mi mancano una serie
        di

        funzionalità che in Os X mi rendevano più veloce

        il lavoro: Exposè, Anteprima (ottimo per

        modificare o unire pdf multipagina), Quicklook

        Tutti acXXXXXri che si possono installaresi windows non installa questi programmi per far si che le aziende continuino a scrivere per il suo sistema..


        e

        la possibilità di modificare le scorciatoie da

        tastiera di sistema tramite un'unica pagina di

        preferenze,

        E questa e' la grande carenza di winsozz, che non
        raggiungera' mai i livelli di
        gnome.molto scomodo in effetti e spesso infatti serve un programma apposito per fare un lavoro accurato su tutta la tastiera..


        scorciatoie che puntualmente vanno in

        conflitto con quelle dei programmi Adobe che
        uso;

        Vabbe' questo succede con qualunque applicazione
        che ha delle sue scorciatoie di
        tastiera.
        E' l'intelligenza dell'utente che imposta una
        intelligente configurazione delle scorciatoie di
        tastiera.


        e mettiamoci anche certe scorciatoie che non

        funzionano... senza alcun motivo

        apparente.

        Windows fa schifo, non lo scopriamo certo ora.succede quando da utente provi a modificare scorciatoie di sistema come ad esempio control+alt+canc


        Ultima cosa che mi viene in mente, in cui mi
        sono

        imbattuto di recente, l'impossibilità di

        installare font truetype o opentype di cui

        l'internètt è piena e che spesso sono

        utili.

        Boh... perche' impossibilita'? Strano.molti non vengono accettati in effetti ma dipende dal fatto che non sei admin.. dovrebbe darti un avviso da admin che ti permette di forzare l'acquisizione


        Ma ci sono degli aspetti positivi: finalmente

        posso usufruire del mitico "taglia-incolla"

        in che senso?


        e ho

        potuto scaricarmi un programmino per tagliare
        gli

        mp3 in parti uguali (cosa che per Mac non ho mai

        trovato)

        E che c'entra il sistema operativo?
        E' un limite di chi fa questi programmi non
        rilasciarli
        multipiattaforma.in realtà esiste su linux quindi in teoria puoi installarlo smanettando un po anche su mac


        ovviamente "stand-alone", perché non

        avendo privilegi di amministratore, non posso

        installare programmi.

        Se la tua policy aziendale, per motivi di
        sicurezza, non consente di installare roba a
        caso, suppongo che prevedera' anche una procedura
        per richiedere l'installazione di particolare
        software...
    • doyoulikeme scrive:
      Re: Opinione di un utente superficiale
      Pure io ho la stessa interfaccia stile NT4, da NT4 workstation appunto.L'azienda non ti compra 1 giga di ram in più nemmeno se ne hai bisogno per lavoro, figuriamoci per attivare Aero o altre cavolate del genere.Io lavoro in un posto dove hanno degli AMD 1200 ancora in attivo come postazione funzionante....
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Opinione di un utente superficiale
        - Scritto da: doyoulikeme
        Pure io ho la stessa interfaccia stile NT4, da
        NT4 workstation
        appunto.

        L'azienda non ti compra 1 giga di ram in più
        nemmeno se ne hai bisogno per lavoro, figuriamoci
        per attivare Aero o altre cavolate del
        genere.per far funzionare bene la CS5 mi hanno dovuto installare 4 giga di ram e, per farli funzionare, mi hanno installato Win 7 a 64 bit.E il cerchio si chiude.
    • Il Profeta scrive:
      Re: Opinione di un utente superficiale
      - Scritto da: il solito bene informato
      Anzi, ve lo dico: che dramma!Ti capisco... al lavoro devo usare WinXP! :(
      Posso dire "per fortuna" mi hanno installato
      windows 7, che ha una grafica più piacevole di XP
      (installato in tutti i computer dell'azienda) che
      trovo davvero
      deprimente.Io sinceramente preferisco la grafica di XP (non quella di default, ma ad esempio quella di questo tema: http://b0se.deviantart.com/art/Opus-OS-1-5-4591314). Win7 lo trovo troppo "gommoso" e dispersivo, in più XP è molto più configurabile (ad esempio le barre di $p£ora Ri$or$).
      la possibilità di modificare le scorciatoie da
      tastiera di sistema tramite un'unica pagina di
      preferenzeBenvenuto nel mondo M$, dove il mouse clikka-clikka fa da padrone :D
    • Certo certo scrive:
      Re: Opinione di un utente superficiale
      - Scritto da: il solito bene informato
      Sono un grafico, ho sempre lavorato con Macintosh
      e non vi dico che dramma finire in una grossa
      azienda che lavora solo con PC con Windows...


      Anzi, ve lo dico: che dramma!HA HA HA HA HA! Ho piacere! Devi soffrire! Devi soffrire! Ti sei fatto imboccare per tutti questi anni, hai voluto la pappa pronta e ora ti trovi spiazzato! Ma poi non eravate voi a dire che "nooo, noooo, non si può fare grafica senza un mac"! E ora mi salti fuori che sei in una GROSSA azienda che lavora solo con Pc!HA HA HA HA HA! Ho piacere! Devi soffrire! Soffri!In alternativa puoi chiedere aiuto a Steve! Se alzi il logo macaco al cielo e urli il suo nome, lo vedrai planare dall'alto.
      • Bentornato scrive:
        Re: Opinione di un utente superficiale
        ToM. Andate bene le ferie?
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Opinione di un utente superficiale
        - Scritto da: Certo certo
        - Scritto da: il solito bene informato

        Sono un grafico, ho sempre lavorato con
        Macintosh

        e non vi dico che dramma finire in una grossa

        azienda che lavora solo con PC con Windows...





        Anzi, ve lo dico: che dramma!

        HA HA HA HA HA! Ho piacere! Devi soffrire! Devi
        soffrire! Ti sei fatto imboccare per tutti questi
        anni, hai voluto la pappa pronta e ora ti trovi
        spiazzato! Ma poi non eravate voi a dire che
        "nooo, noooo, non si può fare grafica senza un
        mac"! E ora mi salti fuori che sei in una GROSSA
        azienda che lavora solo con
        Pc!ehm... lì dentro sono l'unico grafico...finora i computer li hanno usati solo per lotus ed excel.
        HA HA HA HA HA! Ho piacere! Devi soffrire! Soffri!freud catalogherebbe questo tuo post come "invidia del Mac"
  • gnulinux86 scrive:
    Non capisco certe critiche.
    Le critiche andrebbero fatte al momento opportuno, l'articolo parla della beta pubblica del primo Service Pack per Windows7, dove sarebbe lo scandalo?Apple con il suo Snow Leopard ha raggiunto la versione 10.6.4(Os X), l'ultima Debian Stable ha raggiunto la versione 5.0.5, la precedente LTS di Ubuntu è alla versione 8.04.4, l'ultima LTS il 29 Luglio raggiungerà la versione 10.04.1, tutti i sistemi che vengono supportati per un lungo periodo di tempo, ricevono una sorta di minor upgrade o ServicePack, che corregono bug e aggiungono nuove funzionalità.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 luglio 2010 21.59-----------------------------------------------------------
    • dico scrive:
      Re: Non capisco certe critiche.
      Modificato dall' autore il 13 luglio 2010 21.59
      --------------------------------------------------non solo gli so hanno bisogni di patch ma anche DBMS come oracle, infatti il bollettino di oggi è di 54 patch :)Insomma, in questo mondo non esiste e non esisterà mai niente di sicuro e perfetto in assoluto...
      • echoesp1 scrive:
        Re: Non capisco certe critiche.
        Dijkstra ed "altri" del resto hanno gia' affermato da tempo che non esiste un metodo per la certa verifica di assenza delle vulnerabilita', ma solo test volti a verificarne la presenza.
        • Paolo Nocco scrive:
          Re: Non capisco certe critiche.
          ...e quale test è migliore della distribuzione massiva di un programma o di un SO in perenne beta per far fare da debugger agli utonti, che ti pagano pure (Casi Microsoft, OsX) per poter avere tale privilegio?Io non pago 300 per avere software buggato, pago 300 perchè pago i beta tester e i debugger che mi devono assicurare stabilità e sicurezza, anche a costo di avere 3 anni di periodo debug prima dell'uscita del software. Se questa possibilità non c'è tant'è che uso Ubuntu, che almeno è free (sia come codice che come costo).
          • doyoulikeme scrive:
            Re: Non capisco certe critiche.
            Diciamo che avere un software esente da bug è pura utopia, ma bisogna anche cercare di trovare un compromesso.Qualche bug e patch va bene, è del tutto legittima, essere inondati di patch continuamente invece no e denota una struttura che non ha futuro e forse pensata male o di altri tempi.Lo si capisce anche quando vedi che i bug affliggono tutti i sistemi da Windows 95 a Windows 2008 beta 2... la compatibilità viene garantita anche per i virus.
          • Jolly Roger scrive:
            Re: Non capisco certe critiche.

            Io non pago 300 per avere software buggato,
            pago 300 perchè pago i beta tester e i debugger
            che mi devono assicurare stabilità e sicurezza,
            anche a costo di avere 3 anni di periodo debug
            prima dell'uscita del software. Se questa
            possibilità non c'è tant'è che uso Ubuntu, che
            almeno è free (sia come codice che come
            costo).sei un po' illuso se credi che bastino 3 anni con qualche centinaio di beta tester per rendere un OS privo di bug.... solo l'uso in N condizioni evidenzia i problemi.Apetta e spera di avere un sistema come win esente da falle... semplicemente perchè col passare del tempo la gente si inventa sempre metodi nuovi per fare danni.Col tuo ragionamento tutti gli antifurti del mondo dovrebbero essere gratuiti perchè non esiste il sistema anti ladro in assoluto....
  • bubba scrive:
    M$, ma smettere, mai?
    Cara M$, quanto si dovra' aspettare perche' tu butti fuori un NUOVO os? con concezioni moderne ?? ebbasta con sto Windows... punta a un "NewOS" che si lasci il paradigma degli anni 90 alle spalle... Windoze continuera' a vivere ovviamente, magari si rosicchieranno qualche % tra di loro per un po, ma tanto hai il 90% del mercato... Chiaramente non c'e' da immaginarsi che NewOS conquisti magicamente il 90% a sua volta... piani di medio termine..Chiaramente non tutti saranno felici...non subito,almeno... Rosetta quando Apple ha fatto (FINALMENTE!) il grande salto, non e' che esaltasse tutti i suoi users... e MacOs9 e' stato li' tra i piedi per parecchio.. pero' che diavolo, era necessario.Di che parlo? Ma del famigerato figlio mai nato "Singularity" , delle CPU che ormai hanno abbastanza consolidato (anche se hanno ancora bug qua e la) le feature di virtualizzazione (VT-d , AMD-V & co) per fare una vera compartimentazione [no,non parlo di VMware], eccecc... C'e' tutta una serie di "nuovi" concetti da inserire in un os moderno... M$.. guarda il lavoro con microkernel e paravirtualization fatto dai tizi di "L4", o il lavoro Xen-based della geniale hackara Rutkowska (si, una donna e pure carina)... CACCHIO BASTA con sto arcaico Windows!
    • lordream scrive:
      Re: M$, ma smettere, mai?
      purtroppo deve fare i conti con la retrocompatibilità.. per cui o butta tutto e ricomincia da 0 o continua il trend.. il mercato gli da ragione anche se a dire il vero da utente evoluto i prodotti microsoft (come quelli apple) sanno di stantio.. punto a favore per la microsoft.. con seven ha migliorato molto come sistema operativo.. apple sembra aver abbandonato i suoi utenti
      • valerivs scrive:
        Re: M$, ma smettere, mai?
        utente evoluto? in base a quali parametri e fissati da chi?
        • lordream scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?
          - Scritto da: valerivs
          utente evoluto? in base a quali parametri e
          fissati da
          chi?pensa bene a quello che hai scritto.. pensaci bene però.. secondo te un utente evoluto rientra in dati parametri fissati da qualcuno o basta un minimo di buon senso?.. a meno che tu non sia un applefan non riesco a capire la richiesta..
          • valerivs scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            se volessi usare il tuo tono da fanboy, anzi da fanboyantiapple, ti risponderei che è difficile reputare utente evoluto qualcuno che utilizza un aborto di sistema operativo chiamato GNU/Linux.chiunque voglia essere produttivo ha infatti bisogno di astrarsi dalle mille seghe mentali necessarie per far funzionare quell'accrocchio di librerie spaiate e dipendenze non rintracciabili.produrre qualcosa su un sistema vuol dire quindi per me essere utente evoluto, ovvero utente che non si limita alla fruizione di contenuti.per te "utente evoluto" sarà un qualcuno che passa le giornate ad editare file di properties nella speranza di far girare decentemente un software su un certo sistema operativo.
          • lordream scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: valerivs
            se volessi usare il tuo tono da fanboy, anzi da
            fanboyantiapple, ti risponderei che è difficile
            reputare utente evoluto qualcuno che utilizza un
            aborto di sistema operativo chiamato
            GNU/Linux.
            chiunque voglia essere produttivo ha infatti
            bisogno di astrarsi dalle mille seghe mentali
            necessarie per far funzionare quell'accrocchio di
            librerie spaiate e dipendenze non
            rintracciabili.
            produrre qualcosa su un sistema vuol dire quindi
            per me essere utente evoluto, ovvero utente che
            non si limita alla fruizione di
            contenuti.
            per te "utente evoluto" sarà un qualcuno che
            passa le giornate ad editare file di properties
            nella speranza di far girare decentemente un
            software su un certo sistema
            operativo.mai usato linux vero?.. non devi avere vergogna.. nulla di male.. di male ci sta che ne parli e non sai nulla di linux..
          • valerivs scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            ti hanno fatto uscire solo adesso dalla cantina? :-)
          • valerivs scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            si rispetto a ms è decisamente meglio, hai ragione.
          • krane scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: valerivs
            si rispetto a ms è decisamente meglio, hai
            ragione....E poi c'e' il vino :D :$
          • lordream scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: valerivs

            si rispetto a ms è decisamente meglio, hai

            ragione.

            ...E poi c'e' il vino :D :$nel laboratorio di casa ci sta un po di roba.. mi piace smanettare.. c64.. amiga.. vari pc con 8086.. modem antichi autocostruiti.. qualche server con unix degli anni 80.. tutto funzionante e anche una minilan in coassiale.. ci stanno anche vari pc con P4 installato su cui testare roba e un paio di pc relativamente nuovi su cui provo le distro.. perfino un mac con leopard ci sta dentro.. quando i miei amici vogliono provarlo viene subito abbandonato perchè è abbastanza frustrante da usare per uno smanettone.. su windows invece è piu divertente smanettare.. bello bombarlo e modificarlo all'estremo.. ma linux è decisamente quello che da soddisfazioni sia ludiche che prestazionali.. nulla a che vedere col resto dei sistemi operativi anche se i cugini (bsdfan) mi stanno molto simpatici e uso una versione come firewall per i pentest o honeypot.. tutto questo per dire che la cantina è un posto fantastico.. la camera dei giocattoli di un informatico
    • hp sucs scrive:
      Re: M$, ma smettere, mai?
      ma che newos e newoslo dovrebbe chiamare "new technology"
      • anonymous scrive:
        Re: M$, ma smettere, mai?
        - Scritto da: hp sucs
        ma che newos e newos
        lo dovrebbe chiamare "new technology"NT? :D
    • Mux scrive:
      Re: M$, ma smettere, mai?
      - Scritto da: bubba
      Cara M$, quanto si dovra' aspettare perche' tu
      butti fuori un NUOVO os? con concezioni moderne
      ??

      ebbasta con sto Windows... punta a un "NewOS" che
      si lasci il paradigma degli anni 90 alle
      spalle...

      Windoze continuera' a vivere ovviamente, magari
      si rosicchieranno qualche % tra di loro per un
      po, ma tanto hai il 90% del mercato...

      Chiaramente non c'e' da immaginarsi che NewOS
      conquisti magicamente il 90% a sua volta... piani
      di medio
      termine..
      Chiaramente non tutti saranno felici...non
      subito,almeno... Rosetta quando Apple ha fatto
      (FINALMENTE!) il grande salto, non e' che
      esaltasse tutti i suoi users... e MacOs9 e' stato
      li' tra i piedi per parecchio.. pero' che
      diavolo, era
      necessario.

      Di che parlo? Ma del famigerato figlio mai nato
      "Singularity" , delle CPU che ormai hanno
      abbastanza consolidato (anche se hanno ancora bug
      qua e la) le feature di virtualizzazione (VT-d ,
      AMD-V & co) per fare una vera compartimentazione
      [no,non parlo di VMware], eccecc...non parli di vmware/xen..etc, e allora cosa centra AMD-V con con windows?

      C'e' tutta una serie di "nuovi" concetti da
      inserire in un os moderno... M$.. guarda il
      lavoro con microkernel e paravirtualization fatto
      dai tizi di "L4", o il lavoro Xen-based della
      geniale hackara Rutkowska (si, una donna e pure
      carina)...


      CACCHIO BASTA con sto arcaico Windows!mi sembra che hai le idee un pò confuse. quello che viene chiamato virtualizzazione nel mikrokernel mi risulta essere un'altra cosa dalla virtualizzazione dell'AMD-V e compagnia bella.ancora con sti microkernel? aiutooooooooooooooooooooo!!!
      • collione scrive:
        Re: M$, ma smettere, mai?
        vabbè ha fatto un pò di confusione ma i concetti sono quelliJohanna Rutkowska ha creato un os che sfrutta un host molto leggero su cui girano tanti guest, uno per ogni applicazione in questo modo ogni applicazione è completamente isolata e non si corre il rischio di passare da un bug di IE ad un'infezione di windowssui microkernel non capisco cosa c'hai da ridere, sono il futuro!!
        • Mux scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?
          - Scritto da: collione
          vabbè ha fatto un pò di confusione ma i concetti
          sono
          quellima molto grosso modo sono quelli eh :)

          sui microkernel non capisco cosa c'hai da ridere,
          sono il
          futuro!!esistono da 30 anni, e allora come ti spieghi che nessun moderno sistema operativo lo ha implementato, open o closed che sia?Perchè sono lenti da morire e questo lo dice chi ha fatto ricerca e non io che li ho solo studiati. Il problema principale dei microkernel sono i context switch e la communicazione tra questi servizi.Ne parleremmo tra minimo 10 anni quando le cpu saranno potenti e quindi numerose in core.
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: Mux
            esistono da 30 anni, e allora come ti spieghi che
            nessun moderno sistema operativo lo ha
            implementato, open o closed che
            sia?veramente qnx esiste da 30 anni pure lui ed è stato microkernel fin dall'iniziomacos è basato sul microkernel machhaiku è basato sul microkernel newosmorphos ( sistema commerciale per amiga ) è basato sul microkernel quarkcoyotos è un microkernel usato in ambiti dove la sicurezza è prioritariaamoeba viene usato per far funzionare le più grandi reti di clustersymbian è il più famoso sistema microkernel recenteinfine vxworks e l4, entrambi usati in ambito embeddedsei ancora convinto che i microkernel non esistono?
            Perchè sono lenti da morire e questo lo dice chi
            ha fatto ricerca e non io che li ho solo
            studiati.
            lenti? macos è lento? l4 è una scheggia, 40 volte più veloce di linux nel context switching
            Il problema principale dei microkernel sono i
            context switch e la communicazione tra questi
            servizi.appunto, ma la lentezza è legata ad una pessima implementazionetutti i microkernel di terza generazione hanno context switch velocissimi e latenze isr bassissime
            Ne parleremmo tra minimo 10 anni quando le cpu
            saranno potenti e quindi numerose in
            core.veramente qnx girava pure sui pentium prima spesa molto più velocemente di quanto facesse linux
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            p.s. un articolo che dovresti leggere http://www.coyotos.org/docs/misc/linus-rebuttal.htmle questo http://www.realworldtech.com/forums/index.cfm?action=detail&id=66630&threadid=66595&roomid=2addirittura Torvalds dice: "Now, the real problem with split access spaces is not the performance issue, but themuch higher complexity issue"insomma, un bel dietrofront rispetto alle sparate del '92
          • dico scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: collione
            p.s. un articolo che dovresti leggere
            http://www.coyotos.org/docs/misc/linus-rebuttal.ht

            e questo
            http://www.realworldtech.com/forums/index.cfm?acti

            addirittura Torvalds dice: "Now, the real problem
            with split access spaces is not the performance
            issue, but
            the
            much higher complexity issue"

            insomma, un bel dietrofront rispetto alle sparate
            del
            '92si è vero, ma cosa dice quindi? che anche il microkernel è complesso.Ti ricordo che uno dei problemi dei monolitici è proprio la complessità e l'altro è di conseguenza la manutenzione del kernel.Quindi che sia chiaro che non stà mica parlando a favore dei microkernel.
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            non sta parlando a favore dei microkernel ma ha dismesso moltissime delle XXXXXte che disse nel '92un kernel è complesso, questo è ovvio che sia microkernel o menoil punto è che sono caduti molti luoghi comuni ovvero:- i microkernel sono lenti ( falso )- i microkernel sono difficilissimi da progettare ( falso )- i microkernel non sono general purpose ( solo nella testa di un certo nome e cognome )ad oggi un monolitico e un microkernel si equivalgono, con l'importante differenza che un microkernel è molto più robustomi fa ridere Torvalds quando fa l'esempio di un cluster e dice che se va giù una macchina, allora il sistema si bloccaio so che i cluster sono nati anche per permettere la fault tolerance, cioè se si rompe una workstation, il cluster continua a funzionare
          • dico scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: Mux


            esistono da 30 anni, e allora come ti spieghi
            che

            nessun moderno sistema operativo lo ha

            implementato, open o closed che

            sia?

            veramente qnx esiste da 30 anni pure lui ed è
            stato microkernel fin
            dall'inizio
            intendo sistemi operativi utilizzati nei moderni pc.es come linux/windows/mac/
            macos è basato sul microkernel machno, è basato su darwin che è un ibrido quindi non è ne un monolitico ne un microkernel.

            haiku è basato sul microkernel newosibrido anche questo

            morphos ( sistema commerciale per amiga ) è
            basato sul microkernel
            quark

            coyotos è un microkernel usato in ambiti dove la
            sicurezza è
            prioritaria

            amoeba viene usato per far funzionare le più
            grandi reti di
            cluster

            symbian è il più famoso sistema microkernel
            recentequesto non lo sapevo. Forse per quello che è sempre lento :)ti giuro che l'ho sempre pensato che il symbian sono lenti.

            infine vxworks e l4, entrambi usati in ambito
            embedded

            sei ancora convinto che i microkernel non
            esistono?non ho detto che non esistono. ho detto che sono lenti...


            Perchè sono lenti da morire e questo lo dice chi

            ha fatto ricerca e non io che li ho solo

            studiati.



            lenti? macos è lento? è ibrido!!!! non è un vero microkernel

            l4 è una scheggia, 40 volte più veloce di linux
            nel context
            switching


            Il problema principale dei microkernel sono i

            context switch e la communicazione tra questi

            servizi.

            appunto, ma la lentezza è legata ad una pessima
            implementazione

            tutti i microkernel di terza generazione hanno
            context switch velocissimi e latenze isr
            bassissime


            Ne parleremmo tra minimo 10 anni quando le cpu

            saranno potenti e quindi numerose in

            core.

            veramente qnx girava pure sui pentium prima spesa
            molto più velocemente di quanto facesse
            linuxprova a far giare tanti applicativi moderni che girano in un normale pc su questo qnx e poi ne parliamo.
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: dico
            intendo sistemi operativi utilizzati nei moderni
            pc.
            es come linux/windows/mac/
            c'è xnu ( macos )
            no, è basato su darwin che è un ibrido quindi non
            è ne un monolitico ne un
            microkernel.
            no darwin è xnu+posix+api macosxnu è un microkernel costruito adattando mach, ma rimane pur sempre microkernelsopra c'è una libreria che fornisce l'api di macos
            ibrido anche questo
            è un caso davvero al limitehai ragione fino ad un certo punto e cioè che è stato preso newos, hanno portato tutti i componenti del kernel in kernel mode e c'hanno ficcato pure i driverperò i componenti comunicano tramite messaggi ( quindi come fa un microkernel )d'altro canto i vari server che forniscono i servizi d'interfaccia alle applicazioni girano in usermode, questa è una tecnica dei microkernelil temrine ibrido è un modo pulito per non dire niente, perchè copre un enorme quantità di tecniche e architetture
            questo non lo sapevo. Forse per quello che è
            sempre lento
            :)coyotos, amoeba, qnx, l4 sono velocissimievidentemente il problema di symbian non è essere microkernel
            ti giuro che l'ho sempre pensato che il symbian
            sono
            lenti.
            non perchè è un microkernel ma perchè è scritto con i piedi
            non ho detto che non esistono. ho detto che sono
            lenti...
            e invece non lo sono ( qnx e l4 sono due esempi eclatanti )
            prova a far giare tanti applicativi moderni che
            girano in un normale pc su questo qnx e poi ne
            parliamo.puoi provarlo da tescarichi dal sito qnx una release di momentics e vedrai con i tuoi occhi che è una scheggiae si ci gira vlc, ci gira firefox, ecc...
          • nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?

            veramente qnx esiste da 30 anni pure lui ed è
            stato microkernel fin
            dall'inizioQNX è un sistema real time, te lo vuoi ficcare in testa che i sistemi real time sono fatti per interrogare i sensori o reagire agli input esterni con precisione assoluta e NON per far girare un DBMS con centinaia di utenti contemporanei?
            macos è basato sul microkernel machEh si, nei tuoi sogni.
            haiku è basato sul microkernel newos
            morphos ( sistema commerciale per amiga ) è
            basato sul microkernel
            quark
            coyotos è un microkernel usato in ambiti dove la
            sicurezza è
            prioritaria
            amoeba viene usato per far funzionare le più
            grandi reti di
            cluster
            symbian è il più famoso sistema microkernel
            recente
            infine vxworks e l4, entrambi usati in ambito
            embeddedCe ne sono decine di altri di sistemi microkernel, ma sono sempre in ambito embedded / realtime, e come ti dicevo sopra prima ti ficchi in testa che il comportamento realtime non si coniuga con l'utilizzo general purpose, prima capisci perchè minix non lo usa nessuno e perchè uno sfigato come Torvalds è divetato famoso mentre Tanenbaum è un illustre sconosciuto.

            Perchè sono lenti da morire e questo lo dice chi

            ha fatto ricerca e non io che li ho solo

            studiati.
            lenti? macos è lento? macos non usa un microkernel.
            l4 è una scheggia, 40 volte più veloce di linux
            nel context
            switchingE stiXXXXX...
            appunto, ma la lentezza è legata ad una pessima
            implementazione
            tutti i microkernel di terza generazione hanno
            context switch velocissimi e latenze isr
            bassissimeI microkernel saranno sempre e comunque più lenti di un kernel monolitico o ibrido e la differenza è molto più accentuata su sistemi GP. Dovresti averlo capito ormai che un conto è gestire un tornio a controllo numerico dove hai un numero estremamente limitato di fattori da controllare (sensori, motori), un conto è gestire un complesso sistema informatico con l'utente che può far partire quello che gli pare.

            Ne parleremmo tra minimo 10 anni quando le cpu

            saranno potenti e quindi numerose in

            core.

            veramente qnx girava pure sui pentium prima spesa
            molto più velocemente di quanto facesse
            linuxSi ok a fare cosa? Che benchmark possiamo vedere?
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            buhahahaha immaginavo che saresti spuntato trollazzo :D- Scritto da: nome e cognome
            QNX è un sistema real time, te lo vuoi ficcare in
            testa che i sistemi real time sono fatti per
            interrogare i sensori o reagire agli input
            esterni con precisione assoluta e NON per far
            girare un DBMS con centinaia di utenti
            contemporanei?
            ma lo sai cosa significa sistema realtime? da quello che scrivi direi di no
            Eh si, nei tuoi sogni.
            la tua ignoranza non ha limitida wikipedia: "Originally developed by NeXT for the NeXTSTEP operating system, XNU was a hybrid kernel combining version 2.5 of the Mach kernel developed at Carnegie Mellon University with components from 4.3BSD "GET THE FACTS (rotfl)
            Ce ne sono decine di altri di sistemi
            microkernel, ma sono sempre in ambito embedded /
            realtime, e come ti dicevo sopra prima ti ficchirealtime != embeddedcominciamo benecomunque morphos è per desktop, amigaos e aros pureqnx gira perfettamente su un pcminix è per pcGET THE FACTS, gnurant (rotfl)
            in testa che il comportamento realtime non si
            coniuga con l'utilizzo general purpose, primaah ecco, la panzana del secolomi spieghi cosa si intende per realtime? no perchè non lo sai
            capisci perchè minix non lo usa nessuno e perchè
            uno sfigato come Torvalds è divetato famoso
            mentre Tanenbaum è un illustre
            sconosciuto.
            Tanenbaum è un ricercatore di sistemi operativi conosciuto in tutto il mondo, da molto prima che Torvalds cominciasse a frequentare le elementarisolo per fartelo sapere minix è time sharing, non realtime, quindi ti è chiaro che realtime, microkernel e embedded non sono la stessa cosa?torna a giocare a crysis che è meglio

            macos non usa un microkernel.
            strano che ci sia sotto mach eh!?! :D

            l4 è una scheggia, 40 volte più veloce di linux

            nel context

            switching

            E stiXXXXX...
            cioè? è vero? è falso? hai prove per negarlo?http://os.inf.tu-dresden.de/pubs/sosp97/GET THE FACTS (rotfl)
            I microkernel saranno sempre e comunque più lenti
            di un kernel monolitico o ibrido e la differenza
            è molto più accentuata su sistemi GP.
            general purpose non c'azzecca una benemeritapoi mi spieghi perchè i microkernel devono per forza essere più lenti ( nella tua testa bacata da gamer )spiega, spiega, illuminaci
            Dovresti averlo capito ormai che un conto è
            gestire un tornio a controllo numerico dove hai
            un numero estremamente limitato di fattori da
            controllare (sensori, motori), un conto è gestire
            un complesso sistema informatico con l'utente che
            può far partire quello che gli pare.
            buhahahahaha ma che diavolo dici ignoranteche c'entrano un microkernel con un tornio? lo capisci che microkernel!=realtime!=embedded?ci arrivi?



            Ne parleremmo tra minimo 10 anni quando le cpu


            saranno potenti e quindi numerose in


            core.



            veramente qnx girava pure sui pentium prima
            spesa

            molto più velocemente di quanto facesse

            linux

            Si ok a fare cosa? Che benchmark possiamo vedere?il miglior benchmark del mondo, ovvero lo installi e vedi che a confronto windows è una chiavica, linux arranca e macos fa ridere i polli
          • nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: collione
            ma lo sai cosa significa sistema realtime? da
            quello che scrivi direi di
            no
            un sistema realtime è un sistema che può girare solo sui cellulari leggi leggi http://en.wikipedia.org/wiki/Real-time_computing

            Eh si, nei tuoi sogni.



            la tua ignoranza non ha limiti

            da wikipedia: "Originally developed by NeXT for
            the NeXTSTEP operating system, XNU was a hybrid
            kernel combining version 2.5 of the Mach kernel
            developed at Carnegie Mellon University with
            components from 4.3BSD
            "

            GET THE FACTS (rotfl)
            no, macos è stato fatto all'inizio da Bill Gates e poi venduto a quel pezzente di jobs e copiato da quelli che hanno fatto mach

            Ce ne sono decine di altri di sistemi

            microkernel, ma sono sempre in ambito embedded /

            realtime, e come ti dicevo sopra prima ti ficchi

            realtime != embedded

            cominciamo bene
            il realtime è embedded, solo per cellulari
            comunque morphos è per desktop, amigaos e aros
            pure
            morphos non esiste, non ho trovato niente su wikipediachi è aros-to? :Damigaos è quello del nintendo ds e funziona sul principio del settore quadrato della golden search
            qnx gira perfettamente su un pc
            impossibile, è realtime, solo per cellulari
            minix è per pc
            minix è fallito, l'hanno fatto e poi bruciato
            GET THE FACTS, gnurant (rotfl)
            Windows ibrido the best (win)

            in testa che il comportamento realtime non si

            coniuga con l'utilizzo general purpose, prima

            ah ecco, la panzana del secolo
            ma lo sai per chi lavoro? io sono il direttore generale della metasoftware corporation e ho creato alphawinux
            mi spieghi cosa si intende per realtime? no
            perchè non lo
            sai
            realtime è il sistema per i cellularivoluto fare alphawinux realtime, ma non l'ho fatto perchè con alphawinux pc ho fatto una barca di soldi
            Tanenbaum è un ricercatore di sistemi operativi
            conosciuto in tutto il mondo, da molto prima che
            Torvalds cominciasse a frequentare le
            elementari
            Tanenbaum è un rubagalline ingnorante
            solo per fartelo sapere minix è time sharing, non
            realtime, quindi ti è chiaro che realtime,
            microkernel e embedded non sono la stessa
            cosa?
            impossibile, minix è per i cellulari, quindi è realtime, leggi wikipedia



            macos non usa un microkernel.



            strano che ci sia sotto mach eh!?! :D
            non è vero, è stato Bill Gates a crearlo, chi è 'sto mach-aco?
            cioè? è vero? è falso? hai prove per negarlo?

            http://os.inf.tu-dresden.de/pubs/sosp97/

            GET THE FACTS (rotfl)
            impossibile, i microkernel sono realtime quindi lenti e girano sui cellulari cinesi
            general purpose non c'azzecca una benemerita

            poi mi spieghi perchè i microkernel devono per
            forza essere più lenti ( nella tua testa bacata
            da gamer
            )

            spiega, spiega, illuminaci
            non sei capace di capire? te l'ho spiegato 10 volte, ho scritto che sono lo chief architect di alphawinux, ti basta?
            buhahahahaha ma che diavolo dici ignorante

            che c'entrano un microkernel con un tornio? lo
            capisci che
            microkernel!=realtime!=embedded?

            ci arrivi?
            no, microkernel=cellulari che vengono creati col tornio
            il miglior benchmark del mondo, ovvero lo
            installi e vedi che a confronto windows è una
            chiavica, linux arranca e macos fa ridere i
            pollinon so come installarlo, quindi qnx fa schifo
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            microkernel=cellulari, minix=cellulari???realtime=embeddedminix è fallito???e tu avresti creato un sistema operativo???non ho mai letto tante scemenze tutte insiemefaresti meglio a leggere quell'articolo di wikipedia sul realtime, magari capisci di aver bisogno di un cervello nuovo
          • Gobbo di Notre Dame scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Non c'arrivi a capire che è un altro "nome e cognome" che ti ha risposto vero? Per voler fare il saccente non sembri proprio sveglio...Ciao.
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            e tu chi saresti? quello originale? :Dse è così rispondi ah già tu non hai argomenti sei solo fuffa (rotfl)
          • nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: Gobbo di Notre Dame
            Non c'arrivi a capire che è un altro "nome e
            cognome" che ti ha risposto vero? Per voler fare
            il saccente non sembri proprio
            sveglio...

            Ciao.Lassà sta, per sostenere che macosx usa un microkernel ha quotato il passaggio di wiki dove c'è scritto che è un kernel ibrido. E' come quando sosteneva che windows CE non è realtime quotando articoli dove veniva detto che windows CE è realtime. Povero pablo...
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            non rispondi eh!?! sei alla canna del gas ormaisentiamo, perchè realtime=embedded?fai figuracce ovunque, sei andato dall'altra parte a fare altre figure e mah ti ha mandano al diavoloandiamo su dicci qual'è il legame tra microkernel, realtime, embedded e general purposesu su non essere timido, tanto di XXXXXXX ne hai sparate parecchie, una in più che vuoi che siapoi non capisco a che gioco giochirispondi dicendo un mucchio di cacchiate, cambi nick dicendo che non sei tu, poi rispondendo a te stesso con l'altro nicksei PATETICO (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?

            ma lo sai cosa significa sistema realtime? da
            quello che scrivi direi di
            noTu sicuramente non lo sai.

            Eh si, nei tuoi sogni.
            la tua ignoranza non ha limiti

            da wikipedia: "Originally developed by NeXT for
            the NeXTSTEP operating system, XNU was a hybrid
            kernel combining version 2.5 of the Mach kernel
            developed at Carnegie Mellon University with
            components from 4.3BSD
            "E il significato di hybrid te lo devo spiegare io? Toh il primo link di google...http://osxbook.com/book/bonus/ancient/whatismacosx//arch_xnu.html"XNU's Mach component is based on Mach 3.0, although it's not used as a microkernel. The BSD subsystem is part of the kernel and so are various other subsystems that are typically implemented as user-space servers in microkernel systems."Adesso che hai preso la prima sXXXXXta del giorno vai a far merenda poi leggi il resto del messaggio.
            GET THE FACTS (rotfl)Il bello è che non te ne rendi conto. Tra poco ti tocca cambiare ancora nick... per fortuna questo non l'hai registrato.

            Ce ne sono decine di altri di sistemi

            microkernel, ma sono sempre in ambito embedded /

            realtime, e come ti dicevo sopra prima ti ficchi
            realtime != embeddedE chi avrebbe scritto che realtime è uguale a embedded, è invece vero che molto spesso in ambito embedded è necessario realtime ma tu l'unica esperienza di embedded che hai è scaricare l'ultima suoneria della rana?
            cominciamo beneComincia a capire quello che leggi: è un primo passo.
            comunque morphos è per desktop, amigaos e aros
            pureAnche minix è per desktop, il concetto di "falliti" lo comprendi o credi che il mondo stia usando morphos?
            qnx gira perfettamente su un pcSisi, vediamo una bella macchina virtuale con QNX neutrino e qualche bella applicazione desktop compilata e li mettiamo a fianco di un sistema GP... dai uploada pure la VM da qualche parte.
            minix è per pc

            GET THE FACTS, gnurant (rotfl)Aspetto il link da cui scaricare la VM con QNX per PC.

            in testa che il comportamento realtime non si

            coniuga con l'utilizzo general purpose, prima

            ah ecco, la panzana del secolo

            mi spieghi cosa si intende per realtime? no
            perchè non lo
            saiOvviamente io non lo so, come del resto non lo sa il resto del mondo che si ostina ad usare linux (monolitico) o windows e macosx (ibridi) per i server quando basta usare QNX o minix o qualsiasi altro microkernel, giusto?
            Tanenbaum è un ricercatore di sistemi operativi
            conosciuto in tutto il mondo, da molto prima che
            Torvalds cominciasse a frequentare le
            elementariCerto certo, ora fatti una domanda e datti una risposta: chi ha più soldi tra i due?
            solo per fartelo sapere minix è time sharing, non
            realtime, quindi ti è chiaro che realtime,
            microkernel e embedded non sono la stessa
            cosa?A me si, a te è chiaro che minix ha delle performance da far schifo?
            torna a giocare a crysis che è meglioQuasi quasi lo faccio girare su QNX, da quel che dici deve essere una bomba... (rotfl), appena ci passi la macchina virtuale lo proviamo tutti.

            macos non usa un microkernel.
            strano che ci sia sotto mach eh!?! :DStrano che tu non abbia capito niente eh? No in realtà è normale. Scaricati darwin e guardati il tuo microkernel.

            E stiXXXXX...
            cioè? è vero? è falso? hai prove per negarlo?

            http://os.inf.tu-dresden.de/pubs/sosp97/

            GET THE FACTS (rotfl)Cioè ... può anche essere vero, ma chi se ne frega? Tu la bontà di un kernel la misuri sul context switching?

            di un kernel monolitico o ibrido e la differenza

            è molto più accentuata su sistemi GP.
            general purpose non c'azzecca una benemeritaNo infatti ora ti sto scrivendo con un attuatore e leggo l'output su un sensore di temperatura.
            poi mi spieghi perchè i microkernel devono per
            forza essere più lenti ( nella tua testa bacata
            da gamer
            )L'hai scritto sopra... context switching e IPC, vuoi il disegnino o stavolta dovendo capire 3 parole pensi di arrivarci (forse devo esplicitare la sigla IPC?).
            spiega, spiega, illuminaciTi ho illuminato? Dubito... ci vorrebbe un faro.
            buhahahahaha ma che diavolo dici ignorante

            che c'entrano un microkernel con un tornio? lo
            capisci che
            microkernel!=realtime!=embedded?lo so che ti viene difficile ma accendi il cervello... dove si usano con sucXXXXX i microkernel? Dove servono i kernel realtime?
            ci arrivi?Io si, ti devo aspettare o stai ancora cercando di capire in che direzione devi andare?
            il miglior benchmark del mondo, ovvero lo
            installi e vedi che a confronto windows è una
            chiavica, linux arranca e macos fa ridere i
            pollirotfl... si facci ridere, aspetto il link con una VM.
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?

            Tu sicuramente non lo sai.
            appunto, quindi spiegamelo, vediamo che tiri fuori
            E il significato di hybrid te lo devo spiegare
            io?


            Adesso che hai preso la prima sXXXXXta del giorno
            vai a far merenda poi leggi il resto del
            messaggio.
            http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/f/f2/Diagram_of_Mac_OS_X_architecture.svg/400px-Diagram_of_Mac_OS_X_architecture.svg.pngmagari le figure le capisci meglio delle parole, ma non ci faccio troppo affidamento
            Il bello è che non te ne rendi conto. Tra poco ti
            tocca cambiare ancora nick... per fortuna questo
            non l'hai
            registrato.
            perchè che nick avevo prima? ho sempre usato questo caro trollino dai mille nick

            E chi avrebbe scritto che realtime è uguale a
            embedded, è invece vero che molto spesso in
            ambito embedded è necessario realtime ma tu
            l'unica esperienza di embedded che hai è
            scaricare l'ultima suoneria della rana?
            ah ecco, comincio pian piano a ritrattarequindi realtime!=general purpose? spiegami quest'altra suvediamo stavolta come ritratti
            Comincia a capire quello che leggi: è un primo
            passo.
            tu comincia a spiegare perchè microkernel=realtime=non general purposeti piace solo sparare scemenze eh!?!
            Anche minix è per desktop, il concetto di
            "falliti" lo comprendi o credi che il mondo stia
            usando morphos?
            cosa???? guarda che sugli amiga e sui genesi gira morphos e c'è gente che lo usa come sistema operativo general purposetu hai detto che microkernel!=general purposelo confermi? o ritratterei poco alla volta come fai sempre?
            Sisi, vediamo una bella macchina virtuale con QNX
            neutrino e qualche bella applicazione desktop
            compilata e li mettiamo a fianco di un sistema
            GP... dai uploada pure la VM da qualche parte.
            che c'è non lo sai installare nemmeno sotto vmware? :D e meno male che dici di aver creato un sistema operativo (rotfl)
            Aspetto il link da cui scaricare la VM con QNX
            per PC.
            installatela da solo, altrimenti poi dirai che l'ho taroccata
            Ovviamente io non lo so, come del resto non lo sa
            il resto del mondo che si ostina ad usare linux
            (monolitico) o windows e macosx (ibridi) per i
            server quando basta usare QNX o minix o qualsiasi
            altro microkernel, giusto?
            continui a rigirare la frittata senza risponderein pratica stai dicendo al mondo "io sono un troll" (rotfl)
            Certo certo, ora fatti una domanda e datti una
            risposta: chi ha più soldi tra i due?
            l'intelligenza si misura a soldi?quindi Einstein era un XXXXXXXXX secondo la tua logica, così pure Meucci che inventò il telefono e Pascal

            A me si, a te è chiaro che minix ha delle
            performance da far schifo?
            adesso cambi e parli di performance, prima dici che girano solo sui cellulari, poi dici che sono realtime, poi dici che non sono general purpose e adesso dici che hanno performance schifoseinstalla minix e vedi quanto sono schifose


            macos non usa un microkernel.

            strano che ci sia sotto mach eh!?! :D

            Strano che tu non abbia capito niente eh? No in
            realtà è normale.

            Scaricati darwin e guardati il tuo microkernel.
            tu guarda quello schema che ho postato e medita sulle XXXXXXX che spari


            E stiXXXXX...

            cioè? è vero? è falso? hai prove per negarlo?



            http://os.inf.tu-dresden.de/pubs/sosp97/



            GET THE FACTS (rotfl)

            Cioè ... può anche essere vero, ma chi se ne
            frega? Tu la bontà di un kernel la misuri sul
            context switching?
            è un caso se tutti gli sviluppatori di kernel cercano di ottimizzare il context switching?suppongo che tu non sappia che il context switching è un'attività che viene svolta circa 10000 volte al secondospero che almeno sappia cos'è il context switchingguarda che non è una nuova icona di settete :D



            di un kernel monolitico o ibrido e la
            differenza


            è molto più accentuata su sistemi GP.

            general purpose non c'azzecca una benemerita

            No infatti ora ti sto scrivendo con un attuatore
            e leggo l'output su un sensore di temperatura.
            continui a non rispondere vedo e non ci dice perchè microkernel!=general purpose


            poi mi spieghi perchè i microkernel devono per

            forza essere più lenti ( nella tua testa bacata

            da gamer

            )

            L'hai scritto sopra... context switching e IPC,
            vuoi il disegnino o stavolta dovendo capire 3
            parole pensi di arrivarci (forse devo esplicitare
            la sigla IPC?).
            cosa???? io ho scritto che il context switching di l4 è più veloce di quello di linuxvedo che hai seri problemi a leggere e capire e problemi ancora più seri, per ignoranza, a rispondereripeto, perchè microkernel!=general purpose e perchè microkernel=lentosei in grado di dimostrarlo?


            spiega, spiega, illuminaci

            Ti ho illuminato? Dubito... ci vorrebbe un faro.
            per forza, non dice un tubo e non sai un benemeritoreplichi con post stupidi e poi, con un altro nick, dici che non eri tu, poi rispondi a te stesso col tuo solito nick

            buhahahahaha ma che diavolo dici ignorante



            che c'entrano un microkernel con un tornio? lo

            capisci che

            microkernel!=realtime!=embedded?

            lo so che ti viene difficile ma accendi il
            cervello... dove si usano con sucXXXXX i
            microkernel? Dove servono i kernel realtime?
            i microkernel si usano ovunque, dai supercalcolatori alle calcolatrici tascabiliguarda quant'è stupida l'UE http://www.h-online.com/open/features/Andrew-Tanenbaum-s-Minix-3-746388.htmlma lol, buttano soldi vero?comunque è inutile che rigiri le domande, io voglio sapere perchè microkernel!=general purpose



            il miglior benchmark del mondo, ovvero lo

            installi e vedi che a confronto windows è una

            chiavica, linux arranca e macos fa ridere i

            polli

            rotfl... si facci ridere, aspetto il link con una
            VM.io aspetto che mi spieghi microkernel=realtime!=general purposegià che dici che i microkernel sono tutti realtime significa che non sai di cosa parliGET THE FACTS, gnurant (rotfl)
        • Mux scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?
          - Scritto da: collione
          vabbè ha fatto un pò di confusione ma i concetti
          sono
          quelli

          Johanna Rutkowska ha creato un os che sfrutta un
          host molto leggero su cui girano tanti guest, uno
          per ogni applicazione


          in questo modo ogni applicazione è completamente
          isolata e non si corre il rischio di passare da
          un bug di IE ad un'infezione di
          windows

          sui microkernel non capisco cosa c'hai da ridere,
          sono il
          futuro!!mi sono ricordato di una cosa molto interessante.Lo sapevate che NT doveva essere un microkernel ma per ragioni di performance sono passati al monolitico? ecco per dirvi che anche ms ci ha provato su questa strada senza risultati cosi' come la communità open.
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            ms è stata incapace di realizzare un progetto veramente innovativolo sapevi che c'era una volta hal? che fine ha fatto? abortita insieme alla versione di nt per alphala stessa ms un os microkernel ce l'ha ed è veloce e si chiama singularity, attualmente confluito in midori, sistema che a detta di Ballmer dovrebbe essere il futuro di microsoft
          • dico scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: collione
            ms è stata incapace di realizzare un progetto
            veramente
            innovativo

            lo sapevi che c'era una volta hal? che fine ha
            fatto? abortita insieme alla versione di nt per
            alpha

            la stessa ms un os microkernel ce l'ha ed è
            veloce e si chiama singularity, attualmente
            confluito in midori, sistema che a detta di
            Ballmer dovrebbe essere il futuro di
            microsoftè quello che stò dicendo anch'io e cioè che i microkerne li vedremmo, se tutto va bene tra minimo 10 anni anzi tra i 5 e i 10 anni...
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            mmm non mi pareqnx esiste da 25 anni ed è microkernelho fatto un bell'elenco e tutti quelli sono sistemi microkernel attualmente in uso non esiste mica solo microsoft!!!
          • nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?

            è quello che stò dicendo anch'io e cioè che i
            microkerne li vedremmo, se tutto va bene tra
            minimo 10 anni anzi tra i 5 e i 10
            anni...Improbabile, i microkernel sono più lenti per design... il futuro è banalmente il presente ovvero kernel ibridi: non c'è alcuna ragione per cambiare.
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            perchè sono più lenti? ce lo spieghi vero?
          • Mah scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Aspetta che prima chiede a Dovella.
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            poi però deve chiedere rettifica a dovellas, passare per gennaro tangheri e forse alla fine risponderà :D
          • nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: collione
            perchè sono più lenti? ce lo spieghi vero?E' un peccato dare perle ai porci ma quanti passaggi servono ad un programma per avere acXXXXX al disco in un microkernel? Quanti in un monolitico?
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            semplicissimonel monolitico devi istanziare un buffer nello spazio d'indirizzamento del proXXXXX chiamantepoi chiami la syscallil kernel legge i dati dal disco e li stocca in un buffer temporaneo in kernel spacei dati dal buffer temporaneo vengono copiati nel buffer del proXXXXXper i microkernel moderni inveceil proXXXXX riserva un buffer invia un messaggio al server del filesystem, il sistema mappa la memoria del buffer nell'address space del filesystemil filesystem invoca il kernel il kernel chiede al driver di leggere i dati, il buffer viene mappato nell'address space del driveri dati vengono letti nel buffer che è accessibile da ben 3 address spacerisultato? non è avvenuta nessuna copia dei dati letti, ma i dati sono stati messi direttamente nel buffer del proXXXXX chiamantema ovviamente tu queste cose non le sai
          • nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: collione
            semplicissimo

            nel monolitico devi istanziare un buffer nello
            spazio d'indirizzamento del proXXXXX
            chiamante

            poi chiami la syscall

            il kernel legge i dati dal disco e li stocca in
            un buffer temporaneo in kernel
            space

            i dati dal buffer temporaneo vengono copiati nel
            buffer del
            proXXXXXSemplice no?
            per i microkernel moderni invece
            il proXXXXX riserva un buffer E qui si fa allo stesso modo.
            invia un messaggio al server del filesystem, il
            sistema mappa la memoria del buffer nell'address
            space del
            filesystemE qui cominciano le differenza visto che a quanto pare il messaggio è creato nel nulla giusto? E la creazione del messaggio è istantanea, giusto?
            il filesystem invoca il kernel E lo invoca come? Magia?
            il kernel chiede al driver di leggere i dati, il
            buffer viene mappato nell'address space del
            driverCi vuoi spiegare in breve cosa significa che il buffer viene mappato nell'address space del driver?
            i dati vengono letti nel buffer che è accessibile
            da ben 3 address
            space
            risultato? non è avvenuta nessuna copia dei dati
            letti, ma i dati sono stati messi direttamente
            nel buffer del proXXXXX
            chiamanteIn compenso sono stati generati e consumati n messaggi.
            ma ovviamente tu queste cose non le saiPerchè infatti sono XXXXXte, ma a prescindere, ti rendi conto del numero di passi necessari che a parte il tuo mondo di fiaba richiedono tempo?
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: nome e cognome

            i dati dal buffer temporaneo vengono copiati nel

            buffer del

            proXXXXX

            Semplice no?
            si si come no, tanto semplice che è oggetto di continue ottimizzazioni

            per i microkernel moderni invece

            il proXXXXX riserva un buffer

            E qui si fa allo stesso modo.
            ovvio, i dati li mettere da qualche parte

            invia un messaggio al server del filesystem, il

            sistema mappa la memoria del buffer nell'address

            space del

            filesystem

            E qui cominciano le differenza visto che a quanto
            pare il messaggio è creato nel nulla giusto? E la
            creazione del messaggio è istantanea, giusto?
            ma lo sai cos'è e com'è fatto un messaggio?metti il numero della syscall in un registro e dai l'istruzione sysentervisto che la tua ignoranza non ha limiti leggi qua http://l4hq.org/docs/manuals/l4uman.pdf


            il filesystem invoca il kernel

            E lo invoca come? Magia?
            sysenter/sysexit ma tu non lo sai vedoovviamente nei monolitici l'invocazione al kernel è pura magia giusto?
            Ci vuoi spiegare in breve cosa significa che il
            buffer viene mappato nell'address space del
            driver?
            semplicemente che il kernel prende la tabellina delle pagine del driver e ci aggiunge le paginette di memoria fisica dov'è contenuto il buffer istanziato dal proXXXXX utenteil tutto implica aggiungere un puntatore alla tabella delle paginementre nei monolitici, il kernel riserva un ulteriore buffer nel suo spazio d'indirizzamento, copia lì i dati, poi li ricopia nel buffer del proXXXXX utenteti è chiaro che c'è una copia in meno? e quando il buffer è di 64-128 Kbytes, fai questo ambaradan migliaia di volte al secondo per ogni proXXXXX che chiede di leggere sul disco
            In compenso sono stati generati e consumati n
            messaggi.
            n messaggi che implicano il carico un valore numerico in un registro e fare una call

            ma ovviamente tu queste cose non le sai

            Perchè infatti sono XXXXXte, ma a prescindere, ti
            rendi conto del numero di passi necessari che a
            parte il tuo mondo di fiaba richiedono
            tempo?invece tu le sai vero? per questo non capisci la differenza tra modificare un paio di puntatori e copiare centinaia di kilobytes da un'area di memoria ad un'altra
          • pabloski scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Salve, mi inserisco nella discussione perchè, lurkando sul forum, ho notato che il tal nome e cognome ( ma tutti sappiamo chi è :D ) tira sempre fuori il mio nome.....in passato ci sono stati screzi e vedo che i motivi sono rimasti gli stessi, ovvero il tipo la fa fuori dal vasetto di continuorelativamente al discorso dei microkernel bisogna chiarire alcuni punti:- i microkernel non hanno una definizione precisa e assoluta- i kernel ibridi sono tutto marketing, in realtà dal punto di vista architetturale il termine "ibrido" non significa proprio niente- i moderni microkernel hanno due caratteristiche peculiari: elevato throughput e basse latenzeIn passato hanno sofferto di problemi di performance, in particolare riguardo i due parametri citati, ma ad oggi la situazione si è capovolta a favore dei microkernel.....un'altra cosa che volevo dire è che il percorso descritto da collione è esatto ma c'è di più....i microkernel recenti, in particolare quelli che implementano le specifiche L4v2, usano una tabella di lookup per il mapping degli entry point dei vari server....significa che quando invoco la syscall read o write, metto il numero della syscall in ax ed eseguo sysenter....il microkernel usa il valore in ax per leggere dalla sua tabella dei servizi l'indirizzo a cui saltare ( che corrisponde all'entry point del server del filesystem )....il tutto, come si vede, è estremamente banale e veloce e comporta un context switch controllato in cui non si salvano un mucchio di registri....è da qui che vengono fuori i numeri riportati da L4 nel context switch ed è per questo che L4 risulta 30 volte più veloce di linux nel context switch.....il basso throughput, dei microkernel di prima e seconda generazione, era proprio dovuto agli altissimi tempi di context switch e ad una gestione subottimale delle ISR....la cosa che dice nome e cognome del basso throughput è vera per i microkernel di vecchia concezione, ma assolutamente falsa per quelli nuovi ( di cui fa parte anche minix )....dimenticavo di dire che è importante notare una differenza significativa tra monolitici e microkernel, ovvero l'altro parametro chiamato efficienza....mediante un microkernel sfrutta il proXXXXXre meglio di un monolitico, questo perchè i microkernel sono completamente multithread ( il threading è implementato addirittura a livello ISR), rientranti, completamente asincroni e mancano di spinlocks....questo significa che ci sono volte in cui in un monolitico, un proXXXXX non può usare l'ipc perchè c'è un lock attivo da qualche parte e deve quindi aspettare il suo turno....le politiche di threading pervasivo dei microkernel permettono invece di rendere i vari processi completamente indipendenti riguardo la competizione per l'acXXXXX alle risorse.....come si vede, un sistema va giudicato nella sua totalità e non in base a singoli parametri....c'è un OS chiamato Elate, il quale usa un bytecode per i programmi ( compresi quelli che fanno parte del sistema )....ovviamente questo bytecode va compilato da un compilatore jit a load-time...molti sollevare l'eccezione che la cosa fosse lenta come la morte, ma le ottimizzazioni inserite in fase di load permettevano al sistema di girare molto più velocemente di quelli con programmi compilati staticamente e questo nonostante la penalizzazione introdotta dalla compilazione jit....e infatti oggi abbiamo LLVM che fa esattamente la stessa cosainsomma, se spendo X al load e poi guadagno 200*X durante il runtime perchè il codice è più ottimizzato, allora complessivamente ho ottenuto un vantaggio.....nome e cognome ovviamente queste cose non le capirà mai :Dquindi caro collione, non perderci tempo, è un troll, lo conoscono tutti, passa le giornate a spammare su pi e altri mille forum ( dove viene preso regolarmente a pesci in faccia )-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 luglio 2010 18.36-----------------------------------------------------------
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            ok quindi è come pensavo, nome e cognome è un nome e XXXXXXXX alla fin fineho visto che spara XXXXXte a raffica e il bello è che ha la faccia tosta da accumulare figure su figure finchè non ha la faccia completamente ricoperta di *****chissà se un giorno riuscirà a GET THE FACTS (rotfl)
          • nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: collione
            ok quindi è come pensavo, nome e cognome è un
            nome e XXXXXXXX alla fin
            fine

            ho visto che spara XXXXXte a raffica e il bello è
            che ha la faccia tosta da accumulare figure su
            figure finchè non ha la faccia completamente
            ricoperta di
            *****

            chissà se un giorno riuscirà a GET THE FACTS
            (rotfl)ROTFL, un chiaro caso di dissociazione, si risponde e si da ragione da solo.
          • collione scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            ce l'hai con me o con pabloski?lui non mi pare essere come te, riguardo me sono SICURO di non essere malato come te
          • nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: collione
            ce l'hai con me o con pabloski?

            lui non mi pare essere come te, riguardo me sono
            SICURO di non essere malato come
            teCE l'ho con entrambi o con te, o con lui... mica cambia.
    • MAH scrive:
      Re: M$, ma smettere, mai?
      La gente NON VUOLE le novità,sono solo una cosa in piu' da imparare.
      • collione scrive:
        Re: M$, ma smettere, mai?
        e allora perchè comprano iphone a man bassa?
        • scrotone scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?
          - Scritto da: collione
          e allora perchè comprano iphone a man bassa ?In che senso? Ti gratti il XXXX o ti spari un raspone?
      • Il Profeta scrive:
        Re: M$, ma smettere, mai?
        La gente però non vorrebbe neanche il Rgi$tr¥ che si scassa, l'NTF$ da deframmentare e l'incubo continuo di virus/malware/trojan/ecc che giocherellano con gli ActivX... purtroppo però la maggior parte della gente crede che questi problemi siano intrisechi di un PC e quindi credono che sia la normalità... :(
        • panda rossa scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?
          - Scritto da: Il Profeta
          La gente però non vorrebbe neanche il Rgi$tr¥
          che si scassa, l'NTF$ da deframmentare e l'incubo
          continuo di virus/malware/trojan/ecc che
          giocherellano con gli ActivX... purtroppo però
          la maggior parte della gente crede che questi
          problemi siano intrisechi di un PC e quindi
          credono che sia la normalità...
          :(Finche' sussistera' l'assurda credenza che PC=WIN e quindi PROBLEMI=NORMALITA'non si uscira' mai da questo circolo vizioso.
        • pippo75 scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?
          - Scritto da: Il Profeta
          La gente però non vorrebbe neanche il Rgi$tr¥
          che si scassa, l'NTF$ da deframmentare e l'incubo
          continuo di virus/malware/trojan/ecc che
          giocherellano con gli ActivX...Quando ci sarà un OS che possa sostituire windows passeremo tranquillamente a quello.Tutto il resto è opinionabile.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: M$, ma smettere, mai?
      Non ho mai nascosto la mia scarsa stima per Microsoft, ma ho sempre detto che se facesse da zero un sistema operativo nuovo, allora ne vedremmo delle belle. Purtroppo non lo può fare, perché significherebbe perdere la retrocompatibilità con lo sconfinato parco software di Windows.Potrebbe riuscirci con un proXXXXX lentissimo che dovrebbe essere spalmato in almeno 10 anni di lenti e indolori cambiamenti. Ci sta provando con .NET ma, alla fine, Microsoft è diventata vittima del suo stesso sucXXXXX.Il risultato è che oggi Windows, dopo 25 anni di storia e alla sua settima versione, ha ancora bisogno di un antivirus, ha NTFS (1993) e il registro (1990)... Senza contare che è relegata alla piattaforma x86 che va bene per un PC, ma per un tablet, almeno per il momento, mi sembra una scelta completamente priva di logica.
      • Mux scrive:
        Re: M$, ma smettere, mai?
        - Scritto da: TADsince1995
        Non ho mai nascosto la mia scarsa stima per
        Microsoft, ma ho sempre detto che se facesse da
        zero un sistema operativo nuovo, allora ne
        vedremmo delle belle. Purtroppo non lo può fare,
        perché significherebbe perdere la
        retrocompatibilità con lo sconfinato parco
        software di
        Windows.
        Potrebbe riuscirci con un proXXXXX lentissimo che
        dovrebbe essere spalmato in almeno 10 anni di
        lenti e indolori cambiamenti. Ci sta provando con
        .NET ma, alla fine, Microsoft è diventata vittima
        del suo stesso
        sucXXXXX.

        Il risultato è che oggi Windows, dopo 25 anni di
        storia e alla sua settima versione, ha ancora
        bisogno di un antivirus, ha NTFS (1993) e il
        registro (1990)... Senza contare che è relegata
        alla piattaforma x86 che va bene per un PC, ma
        per un tablet, almeno per il momento, mi sembra
        una scelta completamente priva di
        logica.quali sono i problemi che vedi nel ntfs?
        • panda rossa scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?
          - Scritto da: Mux
          quali sono i problemi che vedi nel ntfs?Che sarebbe ora di passare a ext, o almeno a rendere ext riconoscibile da winsozz.Il resto viene da se'.
          • Mux scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mux


            quali sono i problemi che vedi nel ntfs?

            Che sarebbe ora di passare a ext, o almeno a
            rendere ext riconoscibile da
            winsozz.
            Il resto viene da se'.e questo è un problema del ntfs?no, questo è un problema di marketing/politico e non tecnico.
          • Paolo Nocco scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Mi sa che sarebbe anche ora di buttare NTFS e con esso il comando "defrag". Penso sia questo il problema principale di NTFS. Ext3 o Ext4 non hanno bisogno di deframmentazione...strano, no?
          • dico scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: Paolo Nocco
            Mi sa che sarebbe anche ora di buttare NTFS e con
            esso il comando "defrag". Penso sia questo il
            problema principale di NTFS. Ext3 o Ext4 non
            hanno bisogno di deframmentazione...strano,
            no?ti sbagli caro. anche ext4 si frammenta
          • gnulinux86 scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Emmm... forse ti riferisci al tool di deframmentazione per Ext4, quello serve in ambito server, dove viene gestita un imponente mole di dati. Resta il fatto che qualsiasi distro Linux con un file system diverso da NTFS frammenta in percentuale nettamente minore, nel caso di Ext4 è presente l'allocazione ritardata, extent e allocazione multiblocco, comunque la frammentazione selvaggia che affligge Windows da sempre, non è colpa del vetusto file system ma da come il sistema alloca i file.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 luglio 2010 21.41-----------------------------------------------------------
          • pippo75 scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?

            deframmentazione per Ext4, quello serve in ambito
            server, dove viene gestita un imponente mole di
            dati.e4defrag è solo per server?
            percentuale nettamente minore, nel caso di Ext4 è
            presente l'allocazione ritardata,questa allocazione ritardata non è quella che ha dato problemi sui client?Basterebbe al limite inserirla anche in windows.
            sempre, non è colpa del vetusto file system ma da
            come il sistema alloca i file.come li alloca?
          • gnulinux86 scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: pippo75
            e4defrag è solo per server?E' utile solo per uso server, tant è che non è presente nemmeno sull'ultima Ubuntu.
            questa allocazione ritardata non è quella che ha
            dato problemi sui
            client?C'era un bug, ma è stato corretto.
            Basterebbe al limite inserirla anche in windows.No, bisognerebbe cambiare file system, l'allocazione ritarda è presente solo sui moderni file system " Ext4,XFS, ZFS, Btrfs,Reiser4,

            sempre, non è colpa del vetusto file system ma
            come li alloca?Esempio stupido; sulle distro Linux avviene così, hai presente l'ordine delle donne nel riporre in maniera ordinata i propri indumenti, i collant con i collant, magliette con magliette..ecc...ecc, mentre Windows fa come l'uomo cassetto degli indumenti tutto in disordine, calze, pantaloni magliette, tutti insieme alla rinfusa, adesso se la donna(Linux) ha bisogno di prendere un determinato indumento(file) lo trova facilmente grazie all'ordine utilizzato nel riporre, mentre un uomo(Windows) che cerca un indumento(file) ha bisogno di più tempo per cercarlo, è spesso necessità della mamma(deframmentazione) per sistemare tutta la confusione creata all'interno del cassetto..... ;)
          • Paolo Nocco scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Devo farti i complimenti per l'esempio, davvero geniale!!!
          • gnulinux86 scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Esempio a tuo giudizio geniale, ma sicuramente non informatico, avrei potuto scrivere che su Windows quando deve essere scritto un file su disco, il sistema cerca il primo blocco libero e inizia a scrivere il file e se non trova blocchi adiacenti a sufficienza, spezzetta tale file e continua a scriverlo al prossimo blocco libero, mentre su distro Linux quando deve essere scritto un file il sistema cerca in una definita tabella se ci sono blocchi contigui della dimensione richiesta e appena trovati, memorizza il file in quella posizione, questo perchè tutte le volte che viene cancellato un file, il sistema tiene traccia in una tabella delle posizioni che occupava sul disco, con questo metodo si ha sempre una traccia di quanti blocchi adiacenti sono disponibili.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 luglio 2010 09.57-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: gnulinux86
            mentre un
            uomo(Windows) che cerca un indumento(file) ha
            bisogno di più tempo per cercarlo, Senza contare i calzini spaiati!
          • Nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            No, non è di ntfs, ma lui comunque non è immune dai problemi o da limitazioni.L'unica cosa carina è la compressione dei file nativa, ma di problemi ne ha parecchi.Senza spingersi tanto lontano, basta paragonarlo a xfs. Perde su tutta la linea, sia prestazioni sia sicurezza. Per lavoro mi tocca usare entrambi ma la differenza si vede.Sarebbe meglio andare su zfs/btrfs ma ci vuole ancora tanto tempo...
          • dico scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: Nome e cognome
            Senza spingersi tanto lontano, basta paragonarlo
            a xfs. Perde su tutta la linea, sia prestazionisi lo sò che è veloce ma un benchmark si può vedere?(ovv. intendo un link)
            sia sicurezza. ma anche no
            Sarebbe meglio andare su zfs/btrfs ma ci vuole
            ancora tanto
            tempo...perchè ci vuole tanto?
          • scrotone scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: dico
            si lo sò che è veloce ma un benchmark si può
            vedere?(ovv. intendo un
            link)XXXXX, non sei capace ad usare Google?http://www.phoronix.com/forums/showthread.php?t=1765
          • dico scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: scrotone
            - Scritto da: dico

            si lo sò che è veloce ma un benchmark si può

            vedere?(ovv. intendo un

            link)
            XXXXX, non sei capace ad usare Google?
            http://www.phoronix.com/forums/showthread.php?t=17calma scrotone...Mi hai dato un link di un post di un utente bannato da un forum.Insomma almeno non mi venire a dire che tu sai cercare con google ) lol
          • angros scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Scrotone che fa rima con Collione...
          • Ciao scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Ma il suo link funziona.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: dico
            - Scritto da: Nome e cognome

            Senza spingersi tanto lontano, basta paragonarlo

            a xfs. Perde su tutta la linea, sia prestazioni

            si lo sò che è veloce ma un benchmark si può
            vedere?(ovv. intendo un
            link)Io non parlo di benchmark, che sono tutti a sfavore di ntfs, quanto a impatto in azienda.Ntfs vince in lettura ma a scapito della sicurezza dei dati, cioè il modo in cui tiene i dati (no journal... si ne ha uno ma non per i dati)


            sia sicurezza.

            ma anche novedi sopra

            Sarebbe meglio andare su zfs/btrfs ma ci vuole

            ancora tanto

            tempo...

            perchè ci vuole tanto?Ci vuole tanto perchè un file system da server richiede tanto tempo per lo sviluppo ma soprattutto per il test. Normalmente ci vogliono 3-4 anni come minimo, parlo per esperienza.E poi adesso che Sun non esiste più, ci vorrà ancora di più per zfs.Ancora una volta, non voglio trollare ma ti parlo per esperienza.Ero Winaro ma dopo 2 anni di utilizzo dei sistemi Linux con xfs ho cambiato idea.I benchmark sono belli ma preferisco i test sul campo...
        • lordream scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?
          - Scritto da: Mux
          - Scritto da: TADsince1995

          Non ho mai nascosto la mia scarsa stima per

          Microsoft, ma ho sempre detto che se facesse da

          zero un sistema operativo nuovo, allora ne

          vedremmo delle belle. Purtroppo non lo può fare,

          perché significherebbe perdere la

          retrocompatibilità con lo sconfinato parco

          software di

          Windows.

          Potrebbe riuscirci con un proXXXXX lentissimo
          che

          dovrebbe essere spalmato in almeno 10 anni di

          lenti e indolori cambiamenti. Ci sta provando
          con

          .NET ma, alla fine, Microsoft è diventata
          vittima

          del suo stesso

          sucXXXXX.



          Il risultato è che oggi Windows, dopo 25 anni di

          storia e alla sua settima versione, ha ancora

          bisogno di un antivirus, ha NTFS (1993) e il

          registro (1990)... Senza contare che è relegata

          alla piattaforma x86 che va bene per un PC, ma

          per un tablet, almeno per il momento, mi sembra

          una scelta completamente priva di

          logica.

          quali sono i problemi che vedi nel ntfs?deframmentazione.. limite grandezza dei files.. mancanza di journalising.. lentezza nell'indicizzazione.. etc etc.. microsoft aveva promesso con seven un nuovo filesystem che sopperisse ai problemi di ntfs ma al momento è un progetto arenato..
          • Il Profeta scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: lordream
            microsoft aveva
            promesso con seven un nuovo filesystem che
            sopperisse ai problemi di ntfs ma al momento è un
            progetto arenato..Si era parlato di WinF$, basato su $Q£ $rvr... carina l'idea soprattutto per la ricerca superveloce e la possibilità di utilizzare le transazioni durante la copia/eliminazione massiva dei file. Come tutte le (poche) idee buone di M$ però, si perdono le tracce...
          • scrotone scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: Il Profeta
            - Scritto da: lordream

            microsoft aveva

            promesso con seven un nuovo filesystem che

            sopperisse ai problemi di ntfs ma al momento è
            un

            progetto arenato..
            Si era parlato di WinF$, basato su $Q£ $rvr...
            carina l'idea soprattutto per la ricerca
            superveloce e la possibilità di utilizzare le
            transazioni durante la copia/eliminazione massiva
            dei file. Come tutte le (poche) idee buone di M$
            però, si perdono le
            tracce...Hai dei problemi con la tastiera o col cervello?
          • Nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Più che arenato è stato proprio sospeso.Ci sarà stato un motivo...
          • dico scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: lordream
            - Scritto da: Mux

            - Scritto da: TADsince1995



            quali sono i problemi che vedi nel ntfs?


            deframmentazione.. ok, anche se non esiste un fs che non si frammenta...
            limite grandezza dei files..non è vero, è praticamente illimitata
            mancanza di journalising.. ma ti droghi? non è vero nemmeno questo, è "Journaled" eccomè!!!passami il numero del tuo pusher...
          • Zeross scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Ma gli stai anche a rispondere? ;)Questi (come il brillante pistola del post comparativo tra i vari fs sul forum) fanno ancora riferimento all'ntfs di winxp.
          • lordream scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: dico
            - Scritto da: lordream

            - Scritto da: Mux


            - Scritto da: TADsince1995





            quali sono i problemi che vedi nel ntfs?





            deframmentazione..

            ok, anche se non esiste un fs che non si
            frammenta...questo lo fa in modo abnorme.. se pensi che è stato concepito per lavorare sui servers..


            limite grandezza dei files..

            non è vero, è praticamente illimitatasorry dimenticanza scolastica.. limite di 16 exabyte


            mancanza di journalising..

            ma ti droghi? non è vero nemmeno questo, è
            "Journaled"
            eccomè!!!se credi che il chkdsk sia la panacea solo perchè il fs tiene traccia quello che si droga sei tu.. ma visto come funziona un vero journalising?

            passami il numero del tuo pusher...06.67791e dimmi che l'ironia era crassa adesso..
          • gnulinux86 scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            La deframmentazione selvaggia di Windows non è colpa di NTFS, ma dal metodo poco intelligente che il sistema usa per allocare i file(migliorato su Win7), esempio pratico, mentre una qualsiasi distro Linux alloca i file in maniera ordinata, Windows lo fa alla rinfusa.Certo un file system come Ext4 con l'allocazione ritardata, extent e allocazione multiblocco, sarebbe un toccasana per Windows ma non risolverebbe del tutto il problema della frammentazione selvaggia che affligge tale OS.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 luglio 2010 21.46-----------------------------------------------------------
          • Nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Scusa ma io ti dico quale file scrivere, e il file system provvede lui a farlo... quindi è colpa di ntfs secondo me.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            No, è Windows che quando deve essere scritto un file su disco, cerca il primo blocco libero e inizia a scrivere il file e se non trova blocchi adiacenti a sufficienza, spezzetta tale file e continua a scriverlo al prossimo blocco libero, mentre su distro Linux quando deve essere scritto un file il sistema cerca in una definita tabella, se ci sono blocchi contigui della dimensione richiesta e appena trovati, memorizza il file in quella posizione, questo perchè tutte le volte che viene cancellato un file, il sistema tiene traccia in una tabella delle posizioni che occupava sul disco, con questo metodo si ha sempre una traccia di quanti blocchi adiacenti sono disponibili.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 luglio 2010 09.58-----------------------------------------------------------
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            quindi con un'utility forse sarebbe possibile evitare la drefrapocalypse
          • gnulinux86 scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Più che un utility, Windows dovrebbe implementare lo stesso sistema delle distro Linux per allocare i file, ma siamo nel 2010 e nada.
        • Il Profeta scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?
          - Scritto da: Mux
          quali sono i problemi che vedi nel ntfs?In primo luogo l'elevata frammantazione in cui incorre: non è pensabile, al giorno d'oggi, proporre come FS sia client che soprattutto server uno che richieda costante deframmentazione...
          • dico scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: Il Profeta
            - Scritto da: Mux

            quali sono i problemi che vedi nel ntfs?

            In primo luogo l'elevata frammantazione in cui
            incorre: non è pensabile, al giorno d'oggi,
            proporre come FS sia client che soprattutto
            server uno che richieda costante
            deframmentazione...si ok, sono d'accordo però ricordiamoci che tutti gli fs si frammentano, chi più chi meno...Poi ti dirò che con gli ssd il problema della frammentazione file sparisce...
          • Nome e cognome scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            Tutti, anche sotto Linux.Però non te ne accorgi, come mai???Alcune volte nei miei server trovo l'1% massimo di frammentazione.Sui desktop anche il 75% in alcuni casi, ma le prestazioni non ne risentono, ergo c'è qualcosa che cozza nel sistema Windows....
      • DarkOne scrive:
        Re: M$, ma smettere, mai?
        - Scritto da: TADsince1995
        Non ho mai nascosto la mia scarsa stima per
        Microsoft, ma ho sempre detto che se facesse da
        zero un sistema operativo nuovo, allora ne
        vedremmo delle belle. Purtroppo non lo può fare,
        perché significherebbe perdere la
        retrocompatibilità con lo sconfinato parco
        software di
        Windows.
        Potrebbe riuscirci con un proXXXXX lentissimo che
        dovrebbe essere spalmato in almeno 10 anni di
        lenti e indolori cambiamenti. Ci sta provando con
        .NET ma, alla fine, Microsoft è diventata vittima
        del suo stesso
        sucXXXXX.

        Il risultato è che oggi Windows, dopo 25 anni di
        storia e alla sua settima versione, ha ancora
        bisogno di un antivirus, ha NTFS (1993) e il
        registro (1990)... Senza contare che è relegata
        alla piattaforma x86 che va bene per un PC, ma
        per un tablet, almeno per il momento, mi sembra
        una scelta completamente priva di
        logica.Sono (quasi) perfettamente d'accordo.Secondo me si sono giocati una buona chance per cambiare veramente rotta con windows 7 e non l'hanno fatto.Parliamoci chiaro: windows 7 non risolve quasi nessuno dei problemi di compatibilità di windows vista, ha semplicemente introdotto una macchina virtuale con XP.Allora io a questo mi domando, visto che oramai l'avete capito che l'unica soluzione è una macchina virtuale...XXXXX cambiate radicalmente windows 7. Invece hanno soltanto rimpacchettato windows vista con delle migliorie...Purtroppo o per fortuna hanno abbandonato il file system che stavano sviluppando, ma dovrebbero quantomeno sforzarsi di implementare un supporto ad EXT e fornirne uno (anche closed e proprietario, ma almeno ufficiale) a linux per NTFS. Non se ne può più dei defrag, non se ne può più degli antivirus/antispyware/antimalware...
        • TADsince1995 scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?

          Purtroppo o per fortuna hanno abbandonato il file
          system che stavano sviluppando, ma dovrebbero
          quantomeno sforzarsi di implementare un supporto
          ad EXTIl supporto a ext per windows è fornito da terze parti.http://www.fs-driver.org/Microsoft non lo farà mai.
          e fornirne uno (anche closed e
          proprietario, ma almeno ufficiale) a linux per
          NTFS.Questo effettivamente potrebbe farlo, ma ormai Linux gestisce NTFS molto bene, anche se ci è voluto un po'...
          Non se ne può più dei defrag, non se ne può
          più degli
          antivirus/antispyware/antimalware...Per me sono ricordi remoti. Ho Avira su Windows, giusto per non farmi rompere le scatole quando voglio giocare!
          • lordream scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: TADsince1995

            Purtroppo o per fortuna hanno abbandonato il
            file

            system che stavano sviluppando, ma dovrebbero

            quantomeno sforzarsi di implementare un supporto

            ad EXT

            Il supporto a ext per windows è fornito da terze
            parti.

            http://www.fs-driver.org/

            Microsoft non lo farà mai.


            e fornirne uno (anche closed e

            proprietario, ma almeno ufficiale) a linux per

            NTFS.

            Questo effettivamente potrebbe farlo, ma ormai
            Linux gestisce NTFS molto bene, anche se ci è
            voluto un
            po'...


            Non se ne può più dei defrag, non se ne può

            più degli

            antivirus/antispyware/antimalware...

            Per me sono ricordi remoti. Ho Avira su Windows,
            giusto per non farmi rompere le scatole quando
            voglio
            giocare!il nuovo avast ha la modalità "game" che è comoda
      • marco scrive:
        Re: M$, ma smettere, mai?
        La retrocompatibilità e' un falso problema. La risolvi con macchine virtuali.
        • TADsince1995 scrive:
          Re: M$, ma smettere, mai?
          - Scritto da: marco
          La retrocompatibilità e' un falso problema. La
          risolvi con macchine
          virtuali.Vero, ma allora perché non lo fanno? Probabilmente il problema è più complesso di quello che sembra, ed è segreto come il loro codice sorgente.
          • panda rossa scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: TADsince1995
            - Scritto da: marco

            La retrocompatibilità e' un falso problema. La

            risolvi con macchine

            virtuali.

            Vero, ma allora perché non lo fanno?
            Probabilmente il problema è più complesso di
            quello che sembra, ed è segreto come il loro
            codice
            sorgente.Che ne diresti tu se una vecchia applicazione che gira virtualizzata sul sistema vecchio, funziona piu' velocemente di una che gira nativamente sul sistema nuovo?
          • TADsince1995 scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?

            Che ne diresti tu se una vecchia applicazione che
            gira virtualizzata sul sistema vecchio, funziona
            piu' velocemente di una che gira nativamente sul
            sistema
            nuovo?Direi che qualcosa deve essere andato storto nel passaggio... :s
          • panda rossa scrive:
            Re: M$, ma smettere, mai?
            - Scritto da: TADsince1995

            Che ne diresti tu se una vecchia applicazione
            che

            gira virtualizzata sul sistema vecchio, funziona

            piu' velocemente di una che gira nativamente sul

            sistema

            nuovo?

            Direi che qualcosa deve essere andato storto nel
            passaggio...
            :sEcco! Appunto...
    • scrotone scrive:
      Re: M$, ma smettere, mai?
      - Scritto da: bubba
      Cara M$, quanto si dovra' aspettare perche' tu
      butti fuori un NUOVO os? con concezioni moderne
      ??

      ebbasta con sto Windows... punta a un "NewOS" che
      si lasci il paradigma degli anni 90 alle
      spalle...

      Windoze continuera' a vivere ovviamente, magari
      si rosicchieranno qualche % tra di loro per un
      po, ma tanto hai il 90% del mercato...

      Chiaramente non c'e' da immaginarsi che NewOS
      conquisti magicamente il 90% a sua volta... piani
      di medio
      termine..
      Chiaramente non tutti saranno felici...non
      subito,almeno... Rosetta quando Apple ha fatto
      (FINALMENTE!) il grande salto, non e' che
      esaltasse tutti i suoi users... e MacOs9 e' stato
      li' tra i piedi per parecchio.. pero' che
      diavolo, era
      necessario.

      Di che parlo? Ma del famigerato figlio mai nato
      "Singularity" , delle CPU che ormai hanno
      abbastanza consolidato (anche se hanno ancora bug
      qua e la) le feature di virtualizzazione (VT-d ,
      AMD-V & co) per fare una vera compartimentazione
      [no,non parlo di VMware], eccecc...

      C'e' tutta una serie di "nuovi" concetti da
      inserire in un os moderno... M$.. guarda il
      lavoro con microkernel e paravirtualization fatto
      dai tizi di "L4", o il lavoro Xen-based della
      geniale hackara Rutkowska (si, una donna e pure
      carina)...


      CACCHIO BASTA con sto arcaico Windows!Visto che possiedi un'intelligenza di gran lunga superiore alla media (1), perchè non mandi il tuo curriculum a MS, sarebbero felici di assumerti (2).(1) delle capre(2) per pulire i cessi
    • qikoka scrive:
      Re: M$, ma smettere, mai?
      - Scritto da: bubba
      Cara M$, quanto si dovra' aspettare perche' tu
      butti fuori un NUOVO os? con concezioni moderne
      ??perchè non lo fai tu il nuovo OS ?
  • bertuccia scrive:
    2020: windows xp
    la dignità è un ricordo sbiadito per questa azienda
    • lordream scrive:
      Re: 2020: windows xp
      - Scritto da: bertuccia
      la dignità è un ricordo sbiadito per questa
      aziendahumm.. bertuccia.. ti ricordo che tu parteggi per apple.. il che fa cadere ogni tua idea
      • panda rossa scrive:
        Re: 2020: windows xp
        - Scritto da: lordream
        - Scritto da: bertuccia

        la dignità è un ricordo sbiadito per questa

        azienda

        humm.. bertuccia.. ti ricordo che tu parteggi per
        apple.. il che fa cadere ogni tua
        ideaSe il macaco indica la luna, non devi per forza guardare il dito del macaco.Guarda la luna per una volta: e' bella grossa, pesante, e piena di crateri, proprio come winsozz.
        • lordream scrive:
          Re: 2020: windows xp
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: lordream

          - Scritto da: bertuccia


          la dignità è un ricordo sbiadito per questa


          azienda



          humm.. bertuccia.. ti ricordo che tu parteggi
          per

          apple.. il che fa cadere ogni tua

          idea

          Se il macaco indica la luna, non devi per forza
          guardare il dito del
          macaco.
          Guarda la luna per una volta: e' bella grossa,
          pesante, e piena di crateri, proprio come
          winsozz.sarà che io parteggio per debian.. ma o è la stessa palla che comprende varie aziende (microsoft apple corel etc) o sono diverse le palle nel cielo it... in questo caso dito o luna conta poco
          • valerivs scrive:
            Re: 2020: windows xp
            ora che hai detto la tua puoi tornare in cantina a ricompilare il kernel
          • valerivs scrive:
            Re: 2020: windows xp
            no non voglio scatenare il flame, però lordream, non si può...sembra che tu combatta una crociata anti apple! eddai!
          • Mah scrive:
            Re: 2020: windows xp
            Togli pure il sembra (vedi tutti i suoi post in tema e quelli su altri argomenti dove riesce ad infilarci apple a vanvera).
          • lordream scrive:
            Re: 2020: windows xp
            - Scritto da: valerivs
            no non voglio scatenare il flame, però lordream,
            non si può...sembra che tu combatta una crociata
            anti apple!
            eddai!la voglio vedere fallita e voglio XXXXXXre sulla tomba di jobs perfino meglio che XXXXXXre sulla tomba di gates
          • valerivs scrive:
            Re: 2020: windows xp
            Ma sei serio?
      • 1977 scrive:
        Re: 2020: windows xp
        - Scritto da: lordream
        - Scritto da: bertuccia

        la dignità è un ricordo sbiadito per questa

        azienda

        humm.. bertuccia.. ti ricordo che tu parteggi per
        apple.. il che fa cadere ogni tua
        ideaquando abbandoneremo la logica del "parteggiare", vinceremo tutti
      • Rover scrive:
        Re: 2020: windows xp
        Prima di cadere un'idea deve esistere
    • trapano scrive:
      Re: 2020: windows xp
      brava giusto
    • scrotone scrive:
      Re: 2020: windows xp
      - Scritto da: bertuccia
      la dignità è un ricordo sbiadito per questa
      aziendaStesso dicasi per l'intelligenza nel tuo caso.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: 2020: windows xp
      Dovrebbero smettere di supportare oltre il 60% del settore desktop!? :|Non sono mica pazzi.
  • Sgabbio scrive:
    sp1 si potra integrare ?
    Se non ricordo male c'era la possibilità d'integrare i service pack in modo da creare dischi d'installazione con tanto di service pack installato. Sarà possibile farlo con 7, visto che con Vista la cosa fu preclusa ?
    • pino scrive:
      Re: sp1 si potra integrare ?
      piu' idioti ci sono + zio bill gode!!!
    • pippO scrive:
      Re: sp1 si potra integrare ?
      - Scritto da: Sgabbio
      Se non ricordo male c'era la possibilità
      d'integrare i service pack in modo da creare
      dischi d'installazione con tanto di service pack
      installato. Sarà possibile farlo con 7, visto
      che con Vista la cosa fu preclusa
      ?Se provi a cercare slipstream+vista con google ti da dei link interessanti... ;)
    • orcoipod scrive:
      Re: sp1 si potra integrare ?
      bugia o ignoranza...
  • ENRICO scrive:
    linux al tappetooooo
    linux al tappetooooo
    • Mbdf scrive:
      Re: linux al tappetooooo
      Linux è al tappeto. Megli dire sotto il tappeto anzi.http://gs.statcounter.com/#os-ww-yearly-2008-2010
      • Guybrush scrive:
        Re: linux al tappetooooo
        - Scritto da: Mbdf
        Linux è al tappeto. Megli dire sotto il tappeto
        anzi.
        http://gs.statcounter.com/#os-ww-yearly-2008-2010Punti di vista.Quello che vedo e' che non ha mai smesso di crescere.E' che per usare linux devi sapere quello che stai facendo oppure ci deve essere una interfaccia talmente blindata da impedirti di fare danni (chi ha detto mac os X ?).Questo, inevitabilmente, tiene lontana la maggior parte dei potenziali utenti a cui pesa usare il cervello.Tuttavia un cervello lo abbiamo tutti e prima o poi bisogna pur usarlo.Chi prima, chi dopo, molla win per passare ad altro.SalutiGT
        • Mbdf scrive:
          Re: linux al tappetooooo
          Io non ho mai avuto niente in contro con Open Source.Semplicemente odio l'idea di dare gratis software che sviluppo o di pubblicare il suo codice e renderlo accessibile a chiunque. E lo trovo ingiusto.
          • angros scrive:
            Re: linux al tappetooooo

            Semplicemente odio l'idea di dare gratis software
            che sviluppo o di pubblicare il suo codice e
            renderlo accessibile a chiunque. E lo trovo
            ingiusto.E allora tientelo, non abbiamo bisogno di te. Ti vergogni così tanto del codice che hai scritto, che hai paura che la gente lo veda?
          • scrotone scrive:
            Re: linux al tappetooooo
            - Scritto da: angros

            Semplicemente odio l'idea di dare gratis
            software

            che sviluppo o di pubblicare il suo codice e

            renderlo accessibile a chiunque. E lo trovo

            ingiusto.

            E allora tientelo, non abbiamo bisogno di te. Ti
            vergogni così tanto del codice che hai scritto,
            che hai paura che la gente lo
            veda?Certo che si vergogna, e fa bene.
          • no no no scrive:
            Re: linux al tappetooooo

            E allora tientelo, non abbiamo bisogno di te. Ti
            vergogni così tanto del codice che hai scritto,
            che hai paura che la gente lo
            veda?Non si vergogna, ma non vuole fare la pappa agli altri aggratissèLe motivazioni sono molto diverse da quelle che credono i ragazzini di 12 anni e quelli che non lavorano in questo settore
          • angros scrive:
            Re: linux al tappetooooo

            Non si vergogna, ma non vuole fare la pappa agli
            altri
            aggratissèE infatti nessuno vuole questo: se noti, l'ho invitato proprio a non farlo, a non scrivere nulla. Se però scrivi e pubblichi, non ti stupire se la gente scarica e duplica.D'altra parte, tu dovresti saperlo: scrivi il programma, lo cedi al tuo cliente, e in cambio ricevi i soldi: i soldi diventano tuoi, e puoi farne cosa vuoi, il programma diventa del tuo cliente, che può farne cosa vuole (anche farne un milione di copie). Se il tuo cliente ti dicesse: "io ti pago, ma i soldi che ti ho dato te li devi tenere tu e non puoi darli a nessuno", tu accetteresti?
          • no no no scrive:
            Re: linux al tappetooooo
            si parlava di fornire i sorgenti. Posso non farlo ed è comunque un prodotto funzionante. Mai trovato una fiat con il manuale dei progettisti(solo quello utente)
          • angros scrive:
            Re: linux al tappetooooo

            Se qualcuno crede di
            sopravivere con quello che gli dà la comunità di
            open source, complimenti per lui. Io non ci sono
            riuscito.Evidentemente, hai sbagliato mestiere. Ma se è così, cambia, non ostinarti in un lavoro in cui non riesci, utilizzando pratiche scorrette per arraffare comunque dei soldi.
          • scrotone scrive:
            Re: linux al tappetooooo
            - Scritto da: angros

            Se qualcuno crede di

            sopravivere con quello che gli dà la comunità di

            open source, complimenti per lui. Io non ci sono

            riuscito.

            Evidentemente, hai sbagliato mestiere. Ma se è
            così, cambia, non ostinarti in un lavoro in cui
            non riesci, utilizzando pratiche scorrette per
            arraffare comunque dei
            soldi.Se vuoi cambiare mestiere di consiglio di dar via il XXXX: guadagni bene e non patisci la crisi economica, inoltre se ti compri una bici nuova puoi risparmiare sul sellino.
          • no no no scrive:
            Re: linux al tappetooooo
            se fa quel mestiere si ricomincia a parlare di pratiche scorrette.L'unico mestiere che mi sembra ritenuto onesto su PI è quello di regalare tutto a tutti e chiedere le elemosina
          • angros scrive:
            Re: linux al tappetooooo
            - Scritto da: no no no
            se fa quel mestiere si ricomincia a parlare di
            pratiche
            scorrette.

            L'unico mestiere che mi sembra ritenuto onesto su
            PI è quello di regalare tutto a tutti e chiedere
            le
            elemosinaNon si tratta di regalare, ma di permettere all'utente di usarlo come vuole. Se vuoi vendere il software, puoi farlo: ma dopo che l'hai venduto, non è più tuo: è mio, e io ne faccio cosa voglio (anche rivendermelo). Se tu dici che è ancora tuo, dopo che l'hai venduto, sei disonesto.
          • no no no scrive:
            Re: linux al tappetooooo
            1) ti viene venduta la licenza e non il software e questo è chiaro (chiaramente dipende da cosa c'e' scritto sulla scatola). Si parla di software conXXXXX in licenza2) se ti viene fornito TUTTO allora il prezzo sale ad una cifra con parecchi zeri in più
          • angros scrive:
            Re: linux al tappetooooo

            1) ti viene venduta la licenza e non il software
            e questo è chiaro (chiaramente dipende da cosa
            c'e' scritto sulla scatola). Si parla di software
            conXXXXX in
            licenzaLa licenza, però, è una merce del tutto inutile. Anzi, mi dà più svantaggi che vantaggi, perchè mi costringe ad accettare tutta una serie di limitazioni. Quindi, non la voglio.Se il tuo software non è in vendita, e la tua licenza è una merce non desiderabile, tu non vendi.

            2) se ti viene fornito TUTTO allora il prezzo
            sale ad una cifra con parecchi zeri in
            piùSolo se qualcuno è disposto a comprare a quel prezzo: e se tu non sei l'unico ad offrire quel software lì (o uno equivalente), l'utente non compra da te, ma da un altro. E chi ha già un programma molo simile a quello richiesto, potrà realizzare il programma voluto con un lavoro minimo (modificando quello già esistente), e quindi il prezzo che chiederà sarà molto basso.
          • devil64 scrive:
            Re: linux al tappetooooo
            - Scritto da: Mbdf
            Io non ho mai avuto niente in contro con Open
            Source.
            Semplicemente odio l'idea di dare gratis software
            che sviluppo o di pubblicare il suo codice e
            renderlo accessibile a chiunque. E lo trovo
            ingiusto.Forse, tutti i clienti per cui lavoro volgiono, esigono e pretendono SEMPRE tutto il codice sorgente. Ok è del cliente, ma se uno qualcuno del loro ufficio lo fa andare in giro ...Quindi inizia a pensare di cambiare mentalità.Saluti
          • no no no scrive:
            Re: linux al tappetooooo

            Forse, tutti i clienti per cui lavoro volgiono,
            esigono e pretendono SEMPRE tutto il codice
            sorgente. Probabilmente sviluppi applicazioni web, comunque pretendono ma non pagano perchè tanto c'e' sempre chi si svende
          • angros scrive:
            Re: linux al tappetooooo

            Probabilmente sviluppi applicazioni web, comunque
            pretendonoPretendono perchè ne hanno il diritto: tu compreresti mai una macchina con il cofano sigillato? Non ritieni forse di avere il diritto di guardare il motore della tua auto, e di farlo riparare dal meccanico di tua scelta?
            ma non pagano perchè tanto c'e' sempre chi si svendeNon si tratta di svendersi: se c'è chi è in grado di fare quel lavoro in fretta, e con poca fatica (perchè per lui è facile), si farà pagare poco: chi non riesce a competere con lui, perchè ad esempio è più lento, e quindi ha spese maggiori, non potrà lavorare, o dovrà accontentarsi di una guadagno minore: in questo modo, i più bravi guadagnano, i meno bravi guadagnano meno oppure restano disoccupati. Così, l'intero settore ci guadagna, perchè i più bravi vengono premiati e sono incentivati a migliorare, e i meno bravi vengono scartati.Che alternative ci sarebbero?
          • no no no scrive:
            Re: linux al tappetooooo

            Pretendono perchè ne hanno il diritto: tu
            compreresti mai una macchina con il cofano
            sigillato? Non ritieni forse di avere il diritto
            di guardare il motore della tua auto, e di farlo
            riparare dal meccanico di tua
            scelta?
            mai comprato un auto con la documentazione di progetto, i calcoli,ecc.
            Non si tratta di svendersi: se c'è chi è in grado
            di fare quel lavoro in fretta, e con poca fatica
            (perchè per lui è facile), si farà pagare poco:
            chi non riesce a competere con lui, perchè ad
            esempio è più lento, e quindi ha spese maggiori,
            non potrà lavorare, o dovrà accontentarsi di una
            guadagno minore: in questo modo, i più bravi
            guadagnano, i meno bravi guadagnano meno oppure
            restano disoccupati. Così, l'intero settore ci
            guadagna, perchè i più bravi vengono premiati e
            sono incentivati a migliorare, e i meno bravi
            vengono
            scartati.
            Che alternative ci sarebbero?molto teorico ma in pratica non è così e non funziona così
          • AMEN scrive:
            Re: linux al tappetooooo
            - Scritto da: lordream

            gustibus disputandum est
            gustibus NON disputandum est
          • lordream scrive:
            Re: linux al tappetooooo
            - Scritto da: AMEN
            - Scritto da: lordream



            gustibus disputandum est


            gustibus NON disputandum estno no.. la discussione è sui gusti.. chiudere con "i gusti non si discutono" non mi sta bene..
        • angors scrive:
          Re: linux al tappetooooo
          OSX non é Linux con un'interfaccia blindata. É Unix... non confondiamo le cose!
          • angros scrive:
            Re: linux al tappetooooo
            Più precisamente, è posix, non unix.Comunque, OSX non utilizza codice di linux (non potrebbe, perchè altrimenti il prodotto risultante dovrebbe essere rilasciato sotto GPL), utilizza codice di FreeBSD.
      • trapano scrive:
        Re: linux al tappetooooo
        ma XXXXXXXXXXXX
      • scrotone scrive:
        Re: linux al tappetooooo
        Ora che hai scritto la tua ca**ata quotidiana staremo in pace per le prossime 24 ore?
      • gnulinux86 scrive:
        Re: linux al tappetooooo
        Preinstalled, this unknown!!
    • trapano scrive:
      Re: linux al tappetooooo
      ma XXXXXXXXXXXX te e bill
    • Incubo Notturno scrive:
      Re: linux al tappetooooo
      - Scritto da: ENRICO
      linux al tappetoooooProva con le noci:http://www3.lastampa.it/benessere/sezioni/alimentazione/articolo/lstp/269912/
      • ENRICO scrive:
        Re: linux al tappetooooo
        bone! ma linux resta agonizzante al tappeto.
        • ullala scrive:
          Re: linux al tappetooooo
          - Scritto da: ENRICO
          bone! ma linux resta agonizzante al tappeto.Certo da 20 anni!E poi che ci vuole basta confrontare l'andamento sul nasdaq di rht e msftPer capirlo! :D
Chiudi i commenti