Thunderbird 3.1, il cerotto

Più veloce, stabile e sicuro. È quanto promette la nuova versione del client di posta di Mozilla, che con l'occasione introduce alcune nuove funzionalità e semplifica la migrazione da Thunderbird 2

Roma – Nella serata di ieri Mozilla Messaging ha reso disponibile il primo importante aggiornamento a Thunderbird 3 , la release 3.1 ( Lanikai ), che risolve i problemi di gioventù del rinnovato client e introduce nuove funzionalità.

Sotto il cofano di Thunderbird 3.1 c’è il nuovo motore di rendering Gecko 1.9.2, che promette di migliorare la stabilità e le performance generali, e un più veloce motore di indicizzazione dei messaggi, che dovrebbe rendere le ricerche più efficienti. La nuova versione del noto client email introduce anche una misura di sicurezza che impedisce il download di estensioni prive di firma digitale, o provenienti da server sprovvisti del protocollo SHTTP.

Lanikai si caratterizza poi per l’inclusione di una barra rapida ( Quick Filter Toolbar ), che permette di ricercare parole chiave, messaggi importanti, contatti salvati in rubrica, nuove email e allegati, e di un nuovo file manager per la copia e la gestione dei file allegati alle email. Esteso anche il supporto ad altri provider di servizi, così da rendere la configurazione di un nuovo account email ancor più semplice e rapido, e migliorate funzioni quali il completamento automatico, la gestione delle attività e i tab.

Presente infine una procedura guidata che semplifica la migrazione da Thunderbird 2 a Thunderbird 3.1, consentendo agli utenti di conservare impostazioni e contenuti.

Chi possiede la versione 3.0.5 del client dovrebbe aver già ricevuto la notifica di aggiornamento o riceverla nelle prossime ore. In ogni caso è sempre possibile cercare manualmente gli aggiornamenti disponibili attraverso l’apposito comando presente nel menu Aiuto .

Thunderbird 3.1 può essere scaricato, in lingua italiana, dal sito di Mozilla Messaging o da quello di Mozilla Italia .

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • vuvuzelano scrive:
    colpa della pirateria
    se la gente puo' scaricare tutta la musica commerciale che vuole.. che se ne fotte degli indipendenti, sconosciuti, aspiranti musicisti.Anche jamendo sta per fare la stessa fine..
    • angros scrive:
      Re: colpa della pirateria

      se la gente puo' scaricare tutta la musica
      commerciale che vuole..Se tutti la possono scaricare gratis, difficilmente si potrà ancora considerare musica commerciale a lungo.
      • pippO scrive:
        Re: colpa della pirateria


        se la gente puo' scaricare tutta la musica

        commerciale che vuole..

        Se tutti la possono scaricare gratis,
        difficilmente si potrà ancora considerare musica
        commerciale a
        lungo.Concordo, per una volta ;)
    • none scrive:
      Re: colpa della pirateria
      - Scritto da: vuvuzelano
      se la gente puo' scaricare tutta la musica
      commerciale che vuole..

      che se ne fotte degli indipendenti, sconosciuti,
      aspiranti
      musicisti.

      Anche jamendo sta per fare la stessa fine..se le song fanno XXXXXX mica ha colpa la pirateria.
      • Certo certo scrive:
        Re: colpa della pirateria
        - Scritto da: none
        se le song fanno XXXXXX mica ha colpa la
        pirateria.A me ormai fanno XXXXXX tutte le song (dipendenti e indipendenti).La verità è sempre quella: il rock è morto . E ai concerti ci vanno solo i tredicenni brufolosi.[img]http://a.abcnews.com/images/Nightline/abc_battle_cry_070327_ssh.jpg[/img]
        • Paperoliber o scrive:
          Re: colpa della pirateria
          Il rock non è morto .... è morto solamente il cervello delle maggior partedelle persone che ascoltano solamente le canzonette delle pubblicità di TIM VODAFONE e compagnia "bella" e scaricano il gattino cretino che fa ciao dal telefonino.... La musica cambia e si trasforma, il rock degli anni 60 è diverso da quello dei 70 e così via....Ma se la qualità della musica è buona non è questione di generi...o mode...!Per fare un esempio sempre musicale si è passati dall'HIFI degli impianti casalinghi al telefonino e l'MP3 ...E' la gente che abbassa la qualità degli ascolti in tutti i sensi !
        • jcoltrane scrive:
          Re: colpa della pirateria
          - Scritto da: Certo certo
          - Scritto da: none

          se le song fanno XXXXXX mica ha colpa la

          pirateria.

          A me ormai fanno XXXXXX tutte le song (dipendenti
          e
          indipendenti).
          La verità è sempre quella: il rock è
          morto . E ai concerti ci vanno solo i
          tredicenni
          brufolosi.Non è solo rock. I jazzisti di questi siti indipendenti possono ben figurare al massimo in una banda di paese, gli autoproclamati compositori di musica classica sono blandi imitatori di Giovanni Allevi (il ché è tutto dire) e delle stronz... minimaliste.
  • UTONTO scrive:
    Non ho ben compreso una cosa
    ma chiude perché l' utenza é scarsa?Il panorama è cambiato... quindi nessuno se li caga più?
  • mela bacata scrive:
    Panorami closed
    Non lasciate che siano le aziende a scegliere i panorami che potete osservare. Fosse per loro ci toglierebbero anche il tramonto, visto che va ormai in scena da miliardi di anni...
Chiudi i commenti