TI, quando DaVinci incontra Linux

Texas Instruments e MontaVista hanno dato vita ad una piattaforma basata su Linux e su di un sistem-on-chip indirizzato alle applicazioni video. Il chippetto verrà utilizzato in numerosi dispositivi elettronici di consumo
Texas Instruments e MontaVista hanno dato vita ad una piattaforma basata su Linux e su di un sistem-on-chip indirizzato alle applicazioni video. Il chippetto verrà utilizzato in numerosi dispositivi elettronici di consumo


Houston (USA) – Texas Instruments ha lanciato sul mercato un nuovo system-on-chip (SoC) che potrebbe portare Linux in milioni di appliance consumer, tra cui lettori DVD, decoder satellitari, videoregistratori digitali e altri tipi di set-top box.

Il nuovo SoC, integrante due DSP (processori di segnali digitali) e basato su di una tecnologia chiamata DaVinci , include MontaVista Linux, una fra le più note e mature soluzioni Linux dedicate al mercato embedded. La piattaforma DaVinci non è infatti costituita solo da chip, ma anche da una serie di componenti software che comprende sistema operativo, codec multimediali, kit di sviluppo e applicazioni. TI sostiene che questo approccio consentirà alle aziende di progettare set-top box di nuova generazione riducendo al minimo gli sforzi progettuali e i costi.

TI afferma che i programmatori Linux potranno utilizzare i suoi nuovi DSP in modo assai più semplice che in passato: ciò dovrebbe favorire il nascere di un ampio numero di applicazioni per il video digitale.

TI e MontaVista hanno collaborato allo sviluppo di DaVinci per oltre un anno e mezzo, un arco di tempo in cui gli ingegneri delle due società hanno lavorato all’integrazione fra chip e software. Il sistema operativo utilizzato dal SoC di TI è MontaVista Linux 4.0 , rilasciato lo scorso settembre: al suo cuore c’è un kernel Linux capace di supportare le applicazioni real-time utilizzate sia in ambito consumer che industriale.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 12 2005
Link copiato negli appunti