TIM multata su richiesta di un consumatore

L'Antitrust ha agito su segnalazione di un residente di Milano che aveva notato alcuni cartelloni a suo dire.. ingannevoli. Il Garante l'ha pensata allo stesso modo. Multa aggravata per recidiva


Roma – 60.100 euro è l’importo della multa comminata a TIM per l’ingannevolezza del messaggio pubblicitario relativo alla promozione “-50 euro – Entra in TIM. Parole e messaggi a 1 centesimo fino a Natale e sconto sui telefonini fino a 50 euro”. La delibera, come sempre in questi casi, è dell’ Antitrust , che dimostra in queste ultime settimane un dinamismo notevole sul fronte del controllo delle pubblicità ingannevoli nel settore telefonico.

Come si legge nel bollettino pubblicato ieri dall’Authority, l’esposto, in questo caso, non è stato inoltrato da un operatore concorrente o da un’associazione di difesa dei consumatori: la richiesta di intervento è stata effettuata da un solo consumatore, attirato dalla presunta ingannevolezza del messaggio sopra citato, stampato su un cartellone pubblicitario affisso in una via di Milano.

L’ingannevolezza è stata rimarcata per quel “-50 euro”, che per l’Authority poteva indurre i consumatori a ritenere che tale sconto fosse ottenibile da tutti e tre i telefoni raffigurati (modelli Nokia, Motorola e Nec), mentre in realtà era ottenibile solamente sul Samsung SGHZ107 (non raffigurato nel messaggio pubblicitario) e sul Motorola V3x (effettivamente il più costoso, mentre per gli altri cellulari lo sconto ottenibile era di 20 euro).

Inoltre, riferisce l’Authority, la richiesta di intervento sottolineava l’ingannevolezza anche dell’indicazione sottostante: “Parole e messaggi a 1 centesimo fino a Natale e sconto sui telefonini fino a 50 ?”, in quanto il messaggio non precisava che si trattava di una tariffa al minuto valida solo per le chiamate verso la rete TIM, né spiegava l’esistenza dello scatto alla risposta (pari a 15 centesimi) o del limite di 2mila minuti e messaggi complessivi. “Né a tal proposito – conclude l’introduzione della delibera – possono essere considerate adeguate le scritte, riportate in caratteri estremamente ridotti e di fatto illeggibili, nella parte bassa del tabellone”.

L’Autorità, tra le informazioni chieste a TIM, ha rilevato che “gli aderenti alla promozione sono stati circa 550.000. Di questi, circa 430.000 hanno attivato la TIM Card, mentre i restanti 120.000 circa hanno sostenuto la spesa di 30 euro in quanto non hanno attivato una nuova TIM Card, ma hanno unicamente acquistato la carta servizi perché interessati alle agevolazioni tariffarie in essa contenute; il numero di telefonini complessivamente venduti con lo sconto promozionale sono 232.000, di cui 12.300 con lo sconto massimo di 50 euro (Motorola V3 e Samsung SGH-Z107 UMTS) e i restanti 219.700 con lo sconto di 20 euro.

A TIM l’Antitrust ha contestato l’ingannevolezza del messaggio, soprattutto non trovando veritiera l’osservazione dell’operatore secondo cui “il cartellone pubblicitario è stato strutturato in modo da garantire una corretta, veritiera ed esauriente informazione su tutti i termini di fruizione dell’offerta”. Oltre a ciò, ha tenuto conto del fatto che l’operatore pubblicitario rappresentava “uno dei principali operatori del settore della telefonia mobile” e che un messaggio affissionale presente su scala nazionale ed in maniera capillare in molte città può rappresentare “uno strumento di elevata capacità di penetrazione presso i consumatori”.

La valutazione della sanzione, circoscritta alla fattispecie esaminata, era stata determinata in 40.100 euro. Ma l’Antitrust, avendo considerato il carattere “recidivo” dell’operatore pubblicitario e di TIM (già multata per l’offerta 1xtutti), ha ritenuto di comminare a TIM una sanzione pari a 60.100 euro.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Secondo me è lecito

    come ho già detto altre volte, l'italia si merita
    per un azione del genere di essere tagliata fuori
    da InternetE' tutta colpa di Berlusconi, pero' per fortuna tra pochi giorni saremo tutti piu' liberi
  • Anonimo scrive:
    Spaccategli il c**o all'italia!
    Purtroppo per avere libertà ci dobbiamo affidare agli interessi economici dei casinò on line stranieri.L'italietta è messa proprio male...
  • Anonimo scrive:
    Ma se uso un proxy?
    Se imposto un proxy situato all'estero per la navigazione nelle proprietà di IE non posso by-passare questa stupida censura?
  • Anonimo scrive:
    news ! Ora si bloccano anche le url
    Ora non solo bisogna bloccare i domini ma anche le url...http://www.aams.it/site.php?page=20060213093339418Scaricatevi il file .rtf e vedrede delle urlIl dominio lo blocchi con il dns... ma url le blocchi con un proxy o sbaglio ?Altri metodi ?A voi va di passare per forza da transparent proxy elasciar loggato da qualche parte i siti che visitate ?Ciao
    • bt scrive:
      Re: news ! Ora si bloccano anche le url
      - Scritto da: Anonimo
      A voi va di passare per forza da transparent
      proxy e
      lasciar loggato da qualche parte i siti che
      visitate ?Cerca su internet come configurarti un tuo server DNS in modo completo e sicuro, e vedrai che questi signori non ti daranno più alcun fastidio...
  • Anonimo scrive:
    anche se vincono non cambia nulla
    per il semplice fatto che in Italia è ILLEGALE pubblicizzare casinò, Legge 80 del 14 maggio 2005, art. 7 comma bis.quindi anche se vincessero poi i webmaster sarebbero martoriati dallo stato per la suddetta legge.
    • bt scrive:
      Re: anche se vincono non cambia nulla
      - Scritto da: Anonimo
      per il semplice fatto che in Italia è ILLEGALE
      pubblicizzare casinò, Legge 80 del 14 maggio
      2005, art. 7 comma bis.

      quindi anche se vincessero poi i webmaster
      sarebbero martoriati dallo stato per la suddetta
      legge.Questo si potrebbe dire se i siti fossero ospitati in Italia, ma dato che non lo sono, la pubblicizzazione non avviene in Italia. Forse è anche vietato guardare i cartelloni pubblicitari che risiedono oltre confine con un binocolo? Arrestatemi!
      • Anonimo scrive:
        Re: anche se vincono non cambia nulla
        - Scritto da: bt
        - Scritto da: Anonimo

        per il semplice fatto che in Italia è ILLEGALE

        pubblicizzare casinò, Legge 80 del 14 maggio

        2005, art. 7 comma bis.



        quindi anche se vincessero poi i webmaster

        sarebbero martoriati dallo stato per la suddetta

        legge.

        Questo si potrebbe dire se i siti fossero
        ospitati in Italia, ma dato che non lo sono, la
        pubblicizzazione non avviene in Italia. Forse è
        anche vietato guardare i cartelloni pubblicitari
        che risiedono oltre confine con un binocolo?
        Arrestatemi!no...la questione è diversa....se la Corte di Giustizia europea darà ragione ai bookmaker automaticamente la Legge 80 del marzo 2005 (fatta all'indomani della precedente decisione del 2003 che liberalizzava le scommesse) diventerà illegale....in pratica la Legge 80 è illecita e se la Commissione EU volesse potrebbe aprire un procedimento contro l'Italia e aggiungere un'altra multa alle già numerose che paghiamo.....avete capito le nostre tasse dove finiscono? a pagare le multe UE per la gloria dei boiardi di Stato....
  • Anonimo scrive:
    Re: Secondo me è lecito
    Vi accorgete solo ora che non abbiamo nessun potere?
  • Anonimo scrive:
    Re: CASINò ONLINE visibili senza cambio
    - Scritto da: Anonimo
    Bè, io vi dico che non ho toccato nulla del mio
    pc e i siti "censurati" li vedo tutti
    tranquillamente come prima che passasse il
    provvedimento.Fastweb vero?
  • Anonimo scrive:
    Re: Secondo me è lecito
    - Scritto da: ishitawa
    è una inaccettabile limitazione della libertà dei cittadiniConcordoIn uno stato di diritto non si fa il processo alle intenzioniFermo restando che:Curiosità di visitare un casinò virtuale != Intenzione di scommettere
  • Anonimo scrive:
    incredibile
    Dall'articolo precedente:Quel che è certo è che la cosa andrà per le lunghe e non sorprenderebbe se alcune società di scommesse, pur di assicurarsi la possibilità di operare legittimamente in Italia, decidessero di accettare la procedura imposta dai Monopoli.Ma dai, è assurdo, si scommette come prima, non c'è nessun tipo di problema, i bookmaker hanno avvisato con le contromosse da fare per giocare ancora con loro. Pensate che il bookmaker accetti di farti giocare 3 euro alla volta ma soprattutto SOLO SUGLI EVENTI CONSENTITI E A QUOTE DELL'80%???Ma smettiamola, ci guadagnano lo stesso senza problemi aggirando il blocco con i loro programmini....ma italiani APRITE GLI OCCHI, è evidente cjhe qualcuno non vi rappresenta perchè per 5 anni ha solo fatto i propri interessi, è ora di finirla, meglio un monarca al posto di una democrazia in cui nn posso far valere la mia opinione, almeno lui non mi prenderebbe per il culo!
    • Anonimo scrive:
      Re: incredibile
      Ah, molto interessante il fatto che i telegiornali come al solito ne hanno parlato molto...quando si tratta di ammettere le puttanate che fa il nostro governo non parla mai nessuno...tutti uguali, dal primo all'ultimo...
      • Anonimo scrive:
        incredibilissimo
        Sono passati si e no 15 minuti da quando ho scritto questo post, il tempo di andase su tgcom e leggermi questa notizia:Le scommesse sul digitale terrestreAccordo tra Mediaset e SisalPer il popolo degli scommettitori è in arrivo una grande novità: a breve sarà possibile giocare direttamente da casa, attraverso la piattaforma del digitale terrestre. La Sisal, la società di giochi, acquisita lo scorso autunno dal fondo Clessidra, ha siglato infatti con Mediaset un protocollo d'Intesa per utilizzare la piattaforma del digitale del Biscione per la raccolta delle scommesse Match POINT.APRITE GLI OCCHI E FATE 2+2...E' TUTTO IN EVIDENZA, AD OGNI PROVVEDIMENTO PUNTUALMENTE NE SEGUE UN ALTRO CHE CONFERMA IL FATTO CHE IL GOVERNO FA I PROPRI INTERESSI...
        • Anonimo scrive:
          Re: incredibilissimo

          APRITE GLI OCCHI E FATE 2+2...E' TUTTO IN
          EVIDENZA, AD OGNI PROVVEDIMENTO PUNTUALMENTE NE
          SEGUE UN ALTRO CHE CONFERMA IL FATTO CHE IL
          GOVERNO FA I PROPRI INTERESSI...C'hai troppo raggione, mo' che ariva Prodi mi cambio la machina
  • Anonimo scrive:
    Bloccata la versione gratis dei casinò!!
    :-( Che schifo... Hanno cercato persino di bloccare la versione gratuita dei casinò online! Anche le promozioni senza deposito, ovvero probabilmente l'unico modo di far qualche soldo coi casinò online senza nemmeno depositare!Già mi rattrista il blocco dei siti "a pagamento" dei casinò, ma anche la modalità gratuita.Grazie per aver segnalatohttp://tinyurl.com/hwv6q come "Casinò online con dieci euro gratis di bonus, senza deposito". Ci gioco fino a quando vinco grosso - o ci lascio tutto il bonus gratuito :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bloccata la versione gratis dei casi
      - Scritto da: Anonimo
      Hanno cercato persino di
      bloccare la versione gratuita dei casinò online!Se si potesse scommettere gratis all'estero, chefine farebbero i bookmaker autorizzati italiani?
      • Anonimo scrive:
        Re: Bloccata la versione gratis dei casi
        Potrebbero imparare a stare al passo dei tempo. Oppure sparire. Il settore delle scommesse non ha bisogno di leggi per proteggerlo. Che vinca il migliore!
  • djm scrive:
    Re: Secondo me è lecito
    Si, ma non l'Italia in generale, solo gli isp che ledono la libera proliferazione di dati leciti, in pratica ledono il buon funzionamento della rete globale. IMHO naturalmente.
  • Anonimo scrive:
    E la storia dell'Enel?
    Prima ci scagliamo contro il protezionismo francese ...che tutelano una propria azienda.E di soppiatto cerchiamo di piazzarlo ne c*** al resto dell'europa.Magari facciamo pure quelli che cascano dal pero quando ci sbattono in faccia l'evidenza.Ecco l'italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: E la storia dell'Enel?
      - Scritto da: Anonimo

      Prima ci scagliamo contro il protezionismo
      francese ...
      che tutelano una propria azienda.
      E di soppiatto cerchiamo di piazzarlo ne c*** al
      resto dell'europa.

      Magari facciamo pure quelli che cascano dal pero
      quando ci sbattono in faccia l'evidenza.

      Ecco l'italia.di che ti meravigli? l'Italia ha un grosso male, si chiama Tremonti....si è sempre dichiarato antieuropeista e ha sempre agito nella totale illegalità (dal punto di vista della giurisdizione EU).....del resto Berlusconi e soci hanno fondato la loro ricchezza sui monopoli e sul capitalismo assistenziale.....ricordate Jumpy? fu l'unica volta che Mediaset si trovò in un mercato con dei veri concorrenti e il progettò naufragò miseramente.....
  • Anonimo scrive:
    PASSARE I FILTRI - senza problemi
    come già ribadito da molti, credo che il filtro sia più un fatto politico, che vuole scuotere l'opinione pubblica affinchè si faccia finalmente qualcosa per regolamentare il settore.. nel frattempo basta accedere da link come questo.. per poter giocare senza problemi.http://tinyurl.com/z8hcd
  • Anonimo scrive:
    Re: CASINò ONLINE visibili senza cambio
    in effetti il blocco è una farsa, visto che si può accedere ai vari casinò online, senza installare alcun software per oltrepassare i filtri e senza cambiare dnsecco un altro casinò che funziona senza problemihttp://tinyurl.com/z8hcd
  • djm scrive:
    Secondo me è lecito
    Credo personalmente che queste società estere siano nel loro pieno diritto. Secondo me è giusto che gli venga reso il "maltolto", primo perchè con questo provvedimento credo che si tenda a tutelare altri interessi piuttosto che quelli dei cittadini, e poi perchè se anche gli altri stati si mettessero a bloccare tutto quello che gli sta scomodo (perchè lesivo di un loro mero interesse) l'economia internazionale andrebbe a rotoli. Questa mossa a me è sembrata quasi un'azione sconsiderata di chi è alla canna del gas. Si blocchino i siti dei terroristi invece!Ma quelli forse non ledono gli interessi di nessuno... (?)
    • djm scrive:
      Re: Secondo me è lecito
      Vorrei aggiungere che se un nome a dominio è equiparato di fatto ad un marchio commerciale, questa azione dev'essere equiparata ad un embargo economico (attuato secondo me in maniera illecita e senza alcun diritto). Diverso sarebbe stato se fossero stati bloccati siti italiani.
    • ishitawa scrive:
      Re: Secondo me è lecito
      inoltre è una inaccettabile limitazione della libertà dei cittadiniè come si impedisse a TUTTI gli italiani il visto sul passaporto per andare ovunque ci siano dei casinò si può rendere illegale il puntare soldi ma non il visitare e VEDERE dei siticome ho già detto altre volte, l'italia si merita per un azione del genere di essere tagliata fuori da Internet
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me è lecito
      Ma ci rendiamo conto che noi, i veri diretti interessati della vicenda, non stiamo muovendo un dito.. e dobbiamo vedere le nostre liberta difese da queste società, che poi fanno ciò per i loro interessi..?!?!?
  • Anonimo scrive:
    Ma ilsuperenalotto in europa c'e?
    E possibile giocare al Superenalotto italiano dalla Francia o germania per esempio ?(via internet ..chiaro )
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ilsuperenalotto in europa c'e?
      - Scritto da: Anonimo
      E possibile giocare al Superenalotto italiano
      dalla Francia o germania per esempio ?
      (via internet ..chiaro )no perchè la SISAL non ha nessun servizio in merito...in pratica cercano di rimediare alla loro incapacità a colpi di legge proibizionistiche....
  • Anonimo scrive:
    Re: CVD
    - Scritto da: Anonimo
    Bella figura di merda ci facciamo.
    Come al solito.
    CACCIAMO gli inetti che stanno al governo, non
    fanno i nostri interessi, ma fanno solo i loro e
    quelli del loro padrone.Siamo già pieni di un mercato che ci propone quasi esclusivamente suonerie per cellulari e prodotti truffa, chi ce lo fa fare di proporre pure dei rincitrullimenti delle persone avallando scommesse e gioco d'azzardo?Chi decide di giocare d'azzardo dovrebbe firmare un documento che solleva lo stato da ogni possibile intervento sociale in caso di perdite economiche consistenti.Una società civile non può far pesare su tutti le conseguenze del comportamento arbitrario e stupido di alcuni.
    • Anonimo scrive:
      Re: CVD
      - Scritto da: Anonimo
      Chi decide di giocare d'azzardo dovrebbe firmare
      un documento che solleva lo stato da ogni
      possibile intervento sociale in caso di perdite
      economiche consistenti.Il problema e' che lo stato desidera incassare quelle perdite economiche consistenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: CVD
    - Scritto da: Anonimo
    Bella figura di merda ci facciamo.
    Come al solito.
    CACCIAMO gli inetti che stanno al governo, non
    fanno i nostri interessi, ma fanno solo i loro e
    quelli del loro padrone.na parola!I programmi dei siti di destra sono confezionati talmente ad hoc che la gente ci credebasta vedere forza nuova o altri di destraboicottiamo la cinacacciamo gli immigratino ai gheidiminuire le tassece n'è per tutti i gusti e per ogni pensieroe il bello ci credonocon i nuovi dementi da legge moratti o programmi tipo grande fratello poi
    • Anonimo scrive:
      Re: CVD
      con un sistema informatico che autoapprende cosi ci leviamo il nanoTECNOLOCICO e i suoi collaboratori dalle palle. Risparmiando i soldi dei parlamenti per programmi di utilità sociale.ossequi
  • Anonimo scrive:
    Re: CVD
    - Scritto da: Anonimo
    CACCIAMO gli inetti che stanno al governo, non
    fanno i nostri interessi, ma fanno solo i loro e
    quelli del loro padrone.per sostituirli con chi?
    • djm scrive:
      Re: CVD
      Io è dall'inizio degli anni 80 che mi interesso di PC e reti, se qualcuno al governo volesse assumermi come consulente potrei essere di aiuto pratico oltre che teorico, almeno certe figure le eviterebbero e qualcuno inizierebbe anche a dire: "si vede che in questa legge c'è lo zampino di chi ci capisce". Mentre ora si può solo dire il contrario.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci facciamo una bella figura
    - Scritto da: Anonimo
    EUROPA PENSACI TUsiamo a posto...
  • Anonimo scrive:
    Re: CVD
    Cacciamoli e chiudiamo il parlamento perchè anche le alternative sono la piena e completa manifestazione d'incapacità della nostra classe dirigente.
  • Anonimo scrive:
    CVD
    Bella figura di merda ci facciamo.Come al solito.CACCIAMO gli inetti che stanno al governo, non fanno i nostri interessi, ma fanno solo i loro e quelli del loro padrone.
  • Anonimo scrive:
    Ci facciamo una bella figura
    Certo che popolino che siamoooooEUROPA PENSACI TU
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci facciamo una bella figura
      - Scritto da: Anonimo
      Certo che popolino che siamooooo


      EUROPA PENSACI TUVai tranquillo che ci hanno già pensato imponendo all'italia la chiusura di metà degli zuccherifici per importare poi lo zucchero dal sud america per un 20% in meno del prezzo ed un prodotto qualitativamente peggiore.Razza di b....di.Senza contare poi la questione delle "quote latte" che forse qualcuno si è già dimenticato.Per non parlare poi del problema della concorrenza sleale dovuta all'importazione di materiale proveniente da paesi che non applicano lo stesso trattamento ai lavoratori rispetto a quelli europei (e nemmeno al prodotto...).Che dire poi del libero mercato che vale solo per alcuni casi particolari che guardacaso sono solo grosse aziende?
Chiudi i commenti