Time Machine via AirPort: ora si può

L'aggiornamento del firmware del router Apple estende le funzionalità di backup via WiFi. Ecco come
L'aggiornamento del firmware del router Apple estende le funzionalità di backup via WiFi. Ecco come

Nella notte Apple ha rilasciato il pacchetto di aggiornamento per Mac OS X denominato Time Machine and AirPort Update 1.0 , che oltre a consentire l’aggiornamento del firmware dei dispositivi Time Capsule e AirPort Extreme, estende a quest’ultimo le funzionalità di backup incrementale via WiFi fino ad oggi ad appannaggio esclusivo del più recente dispositivo targato Cupertino.

Time Machine via AirPort: ora si può Sebbene tale possibilità non sia ancora stata confermata ufficialmente da Apple, nelle scorse ore si sono moltiplicate le segnalazioni in rete che evidenziavano come l’aggiornamento al firmware 7.3.1 di AirPort Extreme consentisse l’utilizzo di un disco USB remoto per le procedure di backup via Time Machine. Unico inconveniente, nel caso si decida di collegare un disco già utilizzato per i salvataggi, sta nel fatto che il sistema tenterà di cancellare quanto già archiviato e ricominciare da capo.

I primi esperimenti mostrano comunque che c’è ancora qualche incertezza nel riconoscimento delle unità esterne: è importante che il disco che si intende utilizzare sia formattato con file system HFS+ e journaling attivo . Inoltre per far sì che Time Machine mostri l’unità tra quelle disponibili per il backup, la prima volta occorre montarla manualmente attraverso il Finder.

La velocità di backup via wireless si aggira sui 2 mega al secondo : abbastanza per garantire il funzionamento di Time Machine durante gli aggiornamenti ogni 60 minuti, troppo poco per il backup che crea l’immagine iniziale dello stato del disco. Per questo il suggerimento è di collegare inizialmente il Mac all’Airport Extreme via Ethernet, così da consentire a Time Machine l’inizializzazione del disco, passando al WiFi solo in un secondo momento.

AirPort Extreme Sebbene la possibilità di utilizzare Time Machine su un disco esterno collegato alla porta USB dell’AirPort Extreme fosse stata pubblicizzata prima del lancio di Leopard, tale funzionalità era sparita dalle specifiche tecniche di Mac OS X 10.5 poco prima del rilascio della versione definitiva. Gli utenti ne avevano chiesto a gran voce il ritorno, senza apparentemente riuscire ad attirare l’attenzione di Apple.

L’arrivo dell’aggiornamento soddisferà tutti coloro i quali possiedono già una AirPort Extreme e non gradiscono l’idea di dover sostituire il proprio router con Time Capsule. Per quanti avessero già optato per lo switch dei dispositivi, non resta che consolarsi con la possibilità di raddoppiare lo spazio a disposizione per il backup del proprio Mac. Niente da fare, invece, per gli acquirenti dell’ AirPort Express .

Luca Annunziata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 03 2008
Link copiato negli appunti