Torvalds: Linux 2.6 è vicino

Il nuovo kernel di Linux è in ritardo rispetto alle stime iniziali, tuttavia il suo celebre papà ha fatto sapere che è ormai questione di pochi mesi. Già dalla prossima settimana si potrà avere un assaggio della release 2.6


Roma – “La nuova versione del kernel Linux è in ritardo. Dunque, tutto regolare”. E’ una battuta che si legge di frequente sui forum di discussione dedicati a Linux, soprattutto alla vigilia del rilascio di una nuova major release del kernel come la 2.6 , di cui Linus Torvalds, padre del noto sistema operativo free, lo scorso ottobre aveva previsto l’arrivo per questa primavera .

In una recente intervista, Torvalds ha ammesso che il parto della versione finale del nuovo kernel richiederà ancora qualche mese, tuttavia già dalla prossima settimana gli hacker più impazienti potranno mettere mano sulla pre-release di Linux 2.6, una versione che di fatto decreterà l’inizio dell’ultimissima fase di testing e segnerà la chiusura del ramo di sviluppo 2.5.

“E’ molto probabile che ci vorranno ancora pochi mesi per la vera versione 2.6.0”, ha detto Torvalds. “E, come al solito, le cose non si fermeranno qui. Generalmente ci vuole almeno mezzo anno prima che i vendor adottino la nuova versione”.

IBM, che inizialmente aveva previsto il passaggio al kernel 2.6 per la seconda metà del 2003, pochi giorni fa ha fatto sapere, per bocca di un suo dirigente, che la migrazione è ora programmata per la prima metà del 2004.

Nel frattempo Torvalds potrà pienamente concentrarsi sulle ultime fasi della messa a punto del nuovo kernel dal suo nuovo posto di lavoro presso l’Open Source Development Lab ( OSDL ), un’organizzazione di cui presto entrerà a far parte anche Andrew Morton, lo sviluppatore che avrà il compito di supervisionare il ramo di sviluppo di Linux 2.6.

Con Torvalds e Morton nel proprio staff l’OSDL è destinata ad acquisire un ruolo sempre più importante nel panorama open source, forte anche dell’appoggio di colossi come IBM e HP. Paradossalmente fa parte del consorzio anche SCO, ormai ben nota per la sua causa multimiliardaria contro IBM .

Non appena verrà lanciata la versione definitiva del nuovo kernel, Torvalds ha detto che sposterà la propria attenzione sulla futura release 2.7.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti