Trasformare Roomba in un learning center

Per mano di un gruppo di appassionati del fai-da-te, la piattaforma iRobot alla base del Roomba viene programmata per creare un sistema di apprendimento per bambini. Non aspira la polvere ma romba lo stesso

Roma – Un gruppo di appassionati ha costruito, avvalendosi di una preesistente piattaforma commerciale, un nuovo robogiocattolo per insegnare ai bimbi le basi della programmazione e della logica .

Nasce così il progetto ALERT (Active Learning Envirnoment with Tangible Robotics), che ha sfornato un ambiente di apprendimento basato sulla piattaforma iRobot Create sviluppata da iRobot, l’azienda che ha creato il Roomba .

Scaturito da un compito universitario, ha come elementi cardine il robot stesso, il computer, la telecamera, il software open source Reactivision con i suoi marker (nell’immagine quello per girare a destra) e il software di controllo, basato sulla Roombacomm library di Tod E. Kurt .

Grazie alle modifiche alla piattaforma Java di Roomba apportate dal gruppo, il robottino riconosce i marker che gli sono posti davanti alla telecamera ed agisce di conseguenza, insegnando agli infanti come si interagisce con una macchina attraverso le segnalazioni e le reazioni che i bimbi stessi hanno imparato a programmare.

il robottino di fronte al Whirlpool... Per la realizzazione è stata scelta la piattaforma iRobot Create per la sua capacità di essere programmata con flessibilità dall’utente: ha 10 modalità esecutive, 32 sensori incorporati e si interfaccia con altre periferiche, con e senza fili. Tutto è documentato: il robottino può essere collegato al PC, con il cui sistema operativo (la casa cita Windows XP) dialoga attraverso la porta seriale.

Il 17 aprile prossimo, spiega Makezine , si potrà incontrare il team che ha realizzato il progetto presso il Phoenix DIY (Do It Yourself) Meeting . Il 3 e 4 maggio prossimi, invece, l’evento sarà ospitato da Maker Faire , altro evento dedicato ai sostenitori del fai-da-te.

Marco Valerio Principato

( fonte immagini )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • jpKIkIEYnjJ DqkWwmA scrive:
    OqbyRWIDoC
    comment2, http://cyyoung.us Nexium, http://francecanadatoronto.com Bactrim, http://creativebusinessincentives.com Xenical,
  • kattle87 scrive:
    Geniale l'immagine!
    come da topic ;)
  • Aulo Agerio scrive:
    Violazione indubbia
    La violazione del diritto alla protezione dei dati personali c'è comunque, anche sulla strada pubblica. Infatti, nonostante vengano in considerazione comportamenti tenuti in pubblico, è palese la violazione del principio di necessità in questa mappatura massiccia, del principio di finalità, di proporzionalità, e manca del tutto un'informativa.E' ora che Google cominci a fare dei passi indietro.
    • barra78 scrive:
      Re: Violazione indubbia
      - Scritto da: Aulo Agerio
      La violazione del diritto alla protezione dei
      dati personali c'è comunque, anche sulla strada
      pubblica. Infatti, nonostante vengano in
      considerazione comportamenti tenuti in pubblico,
      è palese la violazione del principio di necessità
      in questa mappatura massiccia, del principio di
      finalità, di proporzionalità, e manca del tutto
      un'informativa.

      E' ora che Google cominci a fare dei passi
      indietro.Premesso che non si capisce una mazza del tuo post non vedo perchè non sia possibile fotografare qualunque cosa o persona sia presente in un luogo pubblico. Se iniziamo a bloccare cose di questo tipo ci ritroviamo con l'accesso uno a uno alla fontana di trevi x evitare denuncia da parte di altri turisti!
  • 1977 scrive:
    Non possono? Allora..
    ..o smettono, o rimborsano chi li denuncia. Non vedo soluzione.
  • Undertaker scrive:
    Attentato alla privacy !
    Google ci spia con delle telecamere montate su automobili, che fotograno tutto quello che gli passa davanti.Esistono anche le webcam metereologiche, quelle che, per esempio riprendono le condizioni meteo, per fortuna abolite dal nostro utilissimo garante della privacy, perché potevano riprendere persone che passavano per strada.Non si capisce perché se mi affaccio alla finestra o giro in macchina e guardo le persone che passano non é violazione della privacy mentre se lo fa google lo é.
    • barra78 scrive:
      Re: Attentato alla privacy !
      Infatti trovo ridicola la paura che tutti hanno di google.Finora non ha mai dato l'impressione di volere approfittare del potere generato dalle informazioni che possiede. OK casualmente nel mio account gmail girano pubblicità inerenti al contenuto della mail che sto leggendo ma mi è capitato + volte di trovare nei link sponsorizzati siti a me utili.Cavolo xchè uno è entrato con la gmachine in uno stradello privato e ha fatto delle foto il valore della casa è diminuito? forse allora la casa non valeva la cifra che pensavano i 2 australiani......
      • Nicola scrive:
        Re: Attentato alla privacy !
        E' come se io venissi a riprendere quello che fai e lo pubblicassi su internet senza dirtelo.
        • barra78 scrive:
          Re: Attentato alla privacy !
          se sono in un luogo pubblico o cmq visibile da un luogo pubblico non credo che si tratti di lesione della privacy. Se sto facendo della maialate con la mia donna sto ben attento :DCon un pò di buon senso la tipa della casa presa come esempio poteva semplicemente segnalare l'errore a google e si sarebbe chiusa li. Ma visto che google è piena di soldi xchè non spillarne 1 poco?
          • Homer S. scrive:
            Re: Attentato alla privacy !
            LA MIA strada privata e la MIA casa NON sono un luogo pubblico.Se un guardone ti entra in casa e ti spia mentre fai le porcate (che ne so, tipo organizzare orge sadomaso neonazi) cosa fai?Gli chiedi gentilmente di rimuovere le foto inoltrando un comodo modulo scritto in carta bollata o lo pigli a mazzate?Poi i gusti son gusti. C'è a chi piace farsi guardare. C'è gente che va addirittura al Grande Fratello. Pensa te...
          • barra78 scrive:
            Re: Attentato alla privacy !
            ok dividiamo al cosa in 2 parti:se fai porcate alla finestra e da una strada principale ti si vede SEI TU IN ERRORE e la legge da ragione a google. Se invece qualcuno ti entra in casa allora il discorso è diverso. Anche se cmq approfittare di un banale errore della persona che era alla guida della google-car x spillare soldi a google non è certo dettato dalla volotà di far rispettare la propria privacy.
    • Rumplestilt kin scrive:
      Re: Attentato alla privacy !
      - Scritto da: Undertaker
      Google ci spia con delle telecamere montate su
      automobili, che fotograno tutto quello che gli
      passa
      davanti.

      Esistono anche le webcam metereologiche, quelle
      che, per esempio riprendono le condizioni meteo,
      per fortuna abolite dal nostro utilissimo garante
      della privacy, perché potevano riprendere persone
      che passavano per
      strada.

      Non si capisce perché se mi affaccio alla
      finestra o giro in macchina e guardo le persone
      che passano non é violazione della privacy mentre
      se lo fa google lo
      é.quoto e aggiungo che non si capisce perche' la botta' continua a far parte del team schiavonico di copia/incollanti che spadroneggia su PI.
Chiudi i commenti