Twitter data breach: come proteggere l'account

Twitter data breach: come proteggere l'account

Oltre 5,4 milioni di account Twitter sono finiti in vendita sul dark web: ecco proteggere il proprio account dai data breach.
Oltre 5,4 milioni di account Twitter sono finiti in vendita sul dark web: ecco proteggere il proprio account dai data breach.

È di pochi giorni fa la notizia della violazione di oltre 5,4 milioni di account Twitter, ad opera di un non meglio precisato “devil”: il cybercriminale avrebbe infatti sfruttato una vulnerabilità del noto social network per raccogliere i dati di milioni di utenti, tra cui indirizzi e-mail, password e numeri di telefono, mettendoli successivamente in vendita a 30 mila dollari all’interno di un forum nel dark web. E se anche il nostro account fosse coinvolto nel data breach di Twitter? Ecco alcuni consigli per proteggere le informazioni – anche da futuri attacchi.

Come proteggere il proprio account da fughe di dati

Se temi per la sicurezza dei tuoi dati online, sappi che vi sono alcune misure di protezione che puoi adottare per prevenire – o comunque intervenire tempestivamente – eventuali data breach.

  • Utilizza un alias di posta elettronica – Esistono dei servizi in rete che fungono da “alias” e permettono di ricevere messaggi di posta al proprio indirizzo senza però rivelarlo.
  • Password complesse e sempre diverse – Una password è come una chiave. Se ne avessimo una per ogni nostro bene (la casa, la macchina, il cancello), a un potenziale ladro basterebbe rubarne una per aprire tutto. Lo stesso accade online, per questo motivo è fondamentale utilizzare password diverse per ogni account e soprattutto complesse, evitando di inserire dati personali oppure banalità (12345 è una tra le password più comuni al mondo). Per aiutarti puoi utilizzare un password manager.
  • Monitoraggio del dark web – Per l’utente medio è quasi impossibile monitorare il dark web alla ricerca di data breach. Esistono però alcuni servizi che possono farlo al posto nostro e notificarci in caso di violazione dei dati affinché possiamo intervenire immediatamente (e rendere così vano il “lavoro” dei malintenzionati della rete).

I migliori strumenti per proteggerci dai data breach

Tra i software più completi ed efficaci che vogliamo consigliarti c’è Norton 360 Deluxe, noto antivirus che offre numerose funzionalità per la sicurezza in rete a tutto tondo. Tra le sue funzionalità, infatti, è impossibile non nominare il “Dark Web Monitoring”, un servizio che ricerca regolarmente le tue informazioni nei luoghi del dark web in cui avvengono scambi e vendite illegali. Se i tuoi dati dovessero essere coinvolti in qualsiasi breach, ci penserà Norton a notificartelo. Con il piano Deluxe puoi aggiungere al monitoraggio cinque numeri di identificazione di assicurazioni, indirizzi e-mail, numeri di telefono, dieci numeri di carte di credito e gamertag.

A supporto di questo utilissimo servizio troviamo anche un gestore di password – che ti consente di archiviare i nomi utente e le password dei tuoi account online in un’unica posizione sicura – e una Secure VPN per crittografare i tuoi dati attraverso una rete virtuale privata quando navighi nel web. Ovviamente Norton è anche un antivirus, quindi la sua funzionalità principale è il monitoraggio e la protezione contro spyware, virus, malware e ransomware attraverso una innovativa tecnologia di sicurezza che utilizza l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico.

Con Norton 360 Deluxe puoi proteggere fino a cinque dispositivi tra PC, Mac, smartphone e tablet. Inoltre, grazie alla promozione attualmente in corso, puoi risparmiare ben il 63% di sconto per il primo anno di abbonamento. Puoi trovare tutte le informazioni, le funzionalità e le offerte targate Norton direttamente sulla pagina ufficiale, a questo link.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 26 lug 2022
Link copiato negli appunti