Uber Money: dopo il ride sharing, la finanza

Money è il nome della nuova divisione interna a Uber, annunciata oggi, al lavoro su strumenti e servizi riconducibili all'ambito finanziario.
Money è il nome della nuova divisione interna a Uber, annunciata oggi, al lavoro su strumenti e servizi riconducibili all'ambito finanziario.

È giunto un po’ a sorpresa dal palcoscenico della kermesse Money20/20 di Las Vegas l’annuncio di Uber Money. Si tratta dell’ennesima dimostrazione di come il raggio d’azione del gruppo sia ormai andato estendendosi ben oltre il business legato a ride sharing e mobilità, arrivando in questo caso a interessare l’ambito finanziario.

Oggi presentiamo Uber Money, un team interno a Uber al lavoro su tecnologie e prodotti legati alla finanza che offrono valore aggiunto alla community di Uber, alla velocità di Uber.

Uber Money, non solo ride sharing

Nel dettaglio, alcune delle funzionalità mostrate sono destinate ai collaboratori del gruppo, ai conducenti e ai rider che prestano servizio per la piattaforma trasportando passeggeri da un punto all’altro delle città oppure consegnando cibo a domicilio attraverso Eats. La prima riguarda la disponibilità immediata del denaro guadagnato, senza dover attendere il pagamento settimanale, mediante quello che può essere in tutto e per tutto equiparato a un conto bancario.

Uber Money, l'applicazione mobile

Ci sono poi il ritorno della carta di credito e il lancio della carta di debito, entrambe accettate all’interno del circuito Visa. Utilizzandole gli autisti potranno ottenere cashback fino al 6% sui rifornimenti di carburante e i clienti fino al 5% per le spese effettuate attraverso i servizi Uber. Il debutto, in partnership con Barclays, è previsto inizialmente negli Stati Uniti per poi raggiungere altri territori.

La carta di debito Uber che si appoggia al circuito Visa

Wallet è invece una feature che sarà messa a disposizione sia ai collaboratori sia ai clienti, integrata direttamente nell’applicazione di Uber, per tenere traccia in un unica schermata delle transazioni effettuate (in ingresso o in uscita) e attraverso la quale accedere a tutti gli strumenti finanziari del gruppo.

Come scritto in apertura, il debutto del team Money e delle iniziative ad esso collegate dimostrano come sotto la guida di Dara Khosrowshahi il business di Uber continui nel suo percorso di diversificazione. A tal proposito, ricordiamo che proprio nei giorni scorsi il gruppo ha portato le bici elettriche di JUMP a Roma.

Fonte: Uber
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti