Classifica Carte Prepagate: Le migliori del 2022 (Guida Aggiornata)

Classifica Carte Prepagate: Le migliori del 2022 (Guida Aggiornata)

In questo articolo passeremo in rassegna le migliori carte prepagate ricaricabili del 2022, le loro caratteristiche principali, i pro e i contro.
In questo articolo passeremo in rassegna le migliori carte prepagate ricaricabili del 2022, le loro caratteristiche principali, i pro e i contro.

Con l’uso crescente del digitale, le carte prepagate online e fisiche sono senza ombra di dubbio uno degli strumenti di pagamento più utilizzati, per acquisti e non solo.

A seguito di un deposito di denaro al loro interno, le carte ricaricabili possono essere usate al posto del denaro contante.

Ciò offre una comodità non da poco, nonché una sicurezza maggiore. Inoltre, trattandosi di carte prepagate ricaricabili, la gestione del denaro risulta più semplice, ma anche meno rischiosa: così facendo, infatti, si evita di tenere somme di denaro molto elevate al loro interno e solitamente si può anche stabilire un certo limite di spesa da non superare.

Ma quali sono le migliori carte prepagate per acquisti online, sia in termini di costi che di sicurezza? Come si fa a scegliere quella giusta?

Come sempre, tutto sta nell’individuare al meglio le proprie esigenze e capire quale carta prepagata scegliere in modo da soddisfarle, mettendo a confronto i vantaggi e gli svantaggi offerti da ogni società emittente.

D’altronde, non tutte le carte prepagate per acquisti online sono ricaricabili allo stesso modo. Inoltre, di volta in volta ci sono costi diversi per il canone annuale, per i prelievi o i bonifici o per eventuali commissioni di transazione.

In questa guida capiremo prima come funziona una carta prepagata, prendendo in analisi le caratteristiche principali di questa tipologia di carte. Dopodiché, analizzeremo singolarmente le varie opzioni, sottolineandone i vari pro e contro, per facilitare la scelta della migliore in circolazione secondo le proprie necessità.

Cosa sono e come funzionano le carte prepagate

Capire cos’è una carta prepagata non è poi così difficile, soprattutto se si utilizzano già dei metodi di pagamento elettronici. Una carta ricaricabile, infatti, non è altro che un conto che permette di effettuare dei pagamenti elettronici.

Queste carte, proprio come le carte di credito tradizionali, hanno un numero di 16 cifre grazie al quale è possibile ricaricarle. La differenza sostanziale, però, sta nel fatto che le carte prepagate non sono collegate a un conto. Essendo senza conto corrente, è necessario fare un deposito per utilizzarle per acquisti e altre transazioni.

L’iter risulta quindi piuttosto semplice. In base ai vari tipi di carte prepagate, l’intestatario depositerà una certa somma di denaro (entro i limiti consentiti) che userà poi per le proprie spese, online o offline che siano. Di conseguenza, se non ci sono soldi all’interno, la carta prepagata non potrà essere usata per fare pagamenti, al contrario di quanto accade invece per un conto corrente tradizionale.

Esistono tantissimi tipi di carte prepagate, che riservano determinati vantaggi. Un utente potrebbe optare per una carta prepagata senza IBAN, per esempio, se non ha necessità di ricevere accrediti particolari oltre ai propri depositi.

Vediamo allora quanti tipi di carte prepagate esistono, in modo da fare un punto più chiaro della situazione.

Tipi di carte prepagate

carta contactless pos

Abbiamo spiegato in cosa consiste una carta prepagata, in modo da chiarire cos’è, passiamo quindi ai tipi di carte prepagate più diffuse tra quelle oggi in circolazione.

Le prime sono le carte prepagate ricaricabili, che si usano ricaricando la carta tramite conto corrente o tramite contanti (con versamento presso ricevitorie autorizzate, come le tabaccherie). Tra queste, spicca sicuramente la carta prepagata Postepay, tra le più conosciute e utilizzate in Italia.

Esistono poi le carte prepagate senza IBAN, dette anche carte prepagate usa e getta. Queste carte contengono una somma di denaro ben precisa e non sono ricaricabili in un secondo momento. Solitamente si tratta infatti di carte regalo che vengono cedute a un’altra persona e spese in un determinato punto vendita o e-commerce.

Un altro tipo di carta prepagata molto diffuso è la cosiddetta contactless. Anche in questo caso il credito può essere speso in diversi modi, ma il vantaggio principale sta nel fatto che si può pagare in maniera rapida, appoggiando semplicemente la carta al POS.

Infine, esistono tipi di carte prepagate con IBAN, dette anche carte conto, in quanto funzionano esattamente come una carta prepagata senza conto corrente. Ciò significa che si gode di tutte le caratteristiche di una carta di credito, potendo però spendere soltanto la cifra contenuta al suo interno. Rientra i questa categoria la Postepay Evolution, anch’essa molto utilizzata nel nostro Paese.

Dove si comprano le carte prepagate?

Molti si chiedono come fare una carta prepagata, considerati i suoi diversi vantaggi. Per fare una carta prepagata, infatti, non servono requisiti particolari come accade invece per i conti bancari. Alcune società emittenti consentono persino ai minorenni di ottenere una carta prepagata.

Inoltre, non servono neanche requisiti lavorativi particolari: la società emittente, infatti, non dà nessun credito all’individuo, motivo per cui non richiede garanzie particolari.

Nonostante i costi per effettuare le ricariche di volta in volta possano essere più o meno dispendiosi a seconda dei casi, risulta molto più semplice ottenere una carta prepagata senza IBAN o con IBAN rispetto a un conto corrente vero e proprio.

Tuttavia, per capire quale scegliere tra le numerose disponibili è bene conoscere tutte le caratteristiche delle migliori carte prepagate oggi in circolazione.

Le migliori carte prepagate

Come abbiamo visto, esistono diversi tipi di carte prepagate e ogni tipologia di carta prepagata va incontro ad alcune esigenze specifiche.

Se si ha bisogno di ricevere lo stipendio o dei bonifici sulla carta, per esempio, è decisamente meglio optare per una carta prepagata con IBAN. Diversamente, se si ha bisogno di un metodo di pagamento elettronico da non ricaricare troppo di frequente, le migliori carte prepagate sono quelle senza IBAN.

E ancora, se si ha la necessità di fare un piccolo regalo, la migliore carta prepagata è quella usa e getta. Per necessità legate all’uso frequente di mezzi di trasporto pubblici, le migliori carte prepagate sono invece quelle contactless.

Vediamo più nel dettaglio quali sono le caratteristiche principali, i vantaggi e gli svantaggi delle varie carte prepagate tra le quali è possibile scegliere.

1° – Mediolanum Prepaid Card

Mediolanum Prepaid Card

Circuito: MasterCard

Canone base: GRATIS

Prelievo massimo: 250 €/giorno

Limite di spesa: 3.000 €/giorno

Contactless: SI

IBAN: NO

La carta Mediolanum Prepaid Card senza IBAN viene gestita da Nexi. Questa carta è una carta molto sicura e affidabile che permette di effettuare i pagamenti in negozi fisici o online in tutta comodità.

Pro
Contro
Pro
  • Limite di prelievo più alto rispetto ad altre prepagate gratis
  • Larga compatibilità con i servizi di pagamento via mobile
Contro
  • Assenza di IBAN
  • Per ogni ricarica della carta occorre pagare 1 € di commissione
  • L'invio della carta prepagata al domicilio indicato è a pagamento (10 €)

2° – HYPE

HYPE

Circuito: MasterCard

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: 500 €/giorno

Limite di spesa: 4.990 €/giorno

Contactless: SI

IBAN: SI

La carta prepagata HYPE è senz’altro una delle più diffuse tra i giovani che vogliono un conto semplice, veloce ed economico. Non è infatti un caso se la prepagata di HYPE rientra tra le soluzioni preferite da giovani e universitari.

Pro
Contro
Pro
  • Zero commissioni per i prelievi presso un ATM in Italia
  • Registrazione di un nuovo conto in meno di cinque minuti
  • Per l'invio e la ricezione di denaro è sufficiente conoscere il numero di telefono o l'indirizzo email del destinatario
  • Compatibilità con Apple Pay e la tecnologia HCE (Host Card Emulation) su Android
Contro
  • Procedura di ricarica a volte complessa
  • Servizio di assistenza lento

3° – Fineco

Fineco

Circuito: MasterCard

Canone: 9,95 €/mese

Prelievo massimo: 500 €/giorno

Limite di spesa: 1.500 €/giorno

Contactless: SI

IBAN: NO

Fineco mette a disposizione una carta prepagata che presenta diversi aspetti vantaggiosi.

Pro
Contro
Pro
  • Possibilità di pagare senza pin per somme inferiori a 50 €
  • Sistemi di sicurezza antifrode
  • Possibilità di scegliere il design della carta
  • Zero costi di ricarica
  • Richiedibile anche per ragazzi di età maggiore di 10 anni
  • Collegabile ad Apple Pay, Samsung Pay, Garmin Pay e Fitbit Pay
Contro
  • Commissioni di prelievo 2,90 € (in Italia e altri paesi EU)
  • Non ha iban

4° – Tinaba

Tinaba

Circuito: MasterCard

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: 250 €/giorno

Limite di spesa: NO (illimitato)

Contactless: SI

IBAN: SI

Tinaba è un conto virtuale sotto forma di app che unisce comodità ed efficienza all’interno di una carta prepagata gratuita alla versatilità di un conto corrente.

Pro
Contro
Pro
  • Compatibilità con Apple Pay, Samsung Pay, Google Pay, fitbit Pay, Swatch Pay e Garmin Pay
  • Invio e ricezione bonifici area SEPA gratuiti
  • IBAN italiano, idoneo per l'accredito dello stipendio
  • Cashback del 10% sugli acquisti (fino a un massimo di 10 euro)
Contro
  • Il limite giornaliero per il prelievo di contanti potrebbe essere più alto
  • Non è possibile pagare gli F24

5° – Revolut

Revolut

Circuito: VISA

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: 3.500 €/giorno

Limite di spesa: NO (illimitato)

Contactless: SI

IBAN: SI

La carta prepagata Revolut è una delle più famose in assoluto, fondata nel 2015 e già con milioni e milioni di euro di fatturato. L’app è piena di funzioni utili e molto intuitive, motivo per cui ha riscosso un successo notevole nel tempo.

Pro
Contro
Pro
  • Apertura del conto in pochi minuti
  • Cambio senza commissioni nascoste in oltre 30 valute (fino a 1.000 € al mese)
  • Zero commissioni sui prelievi da bancomat (per importi fino a 200 € al mese)
  • Pagamenti con carta illimitati
  • Funzione salvadanaio (possibilità di mettere da parte denaro in qualsiasi valuta)
  • Compatibilità con Google Pay e Apple Pay
Contro
  • Assistenza telefonica assente
  • Assistenza clienti prioritaria esclusiva dei clienti premium
  • Limite di prelievo gratuito al mese basso

6° – N26

N26

Circuito: MasterCard

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: 2.500 €/giorno

Limite di spesa: 5.000 €/giorno

Contactless: SI

IBAN: SI

N26 è una carta prepagata ormai famosa in Italia per i suoi costi contenuti e per le sue funzioni intuitive.

Pro
Contro
Pro
  • IBAN italiano con il quale è possibile addebitare le utente domestiche
  • Importo di prelievo massimo soddisfacente per la maggior parte degli utenti
  • Ricezione e invio di bonifici istantanei
  • Abilitazione del protocollo 3D Secure
  • Compatibilità con Google Pay e Apple Pay
Contro
  • Carta fisica non disponibile
  • Pagamento degli F24 non disponibile
  • Al momento N26 non può accogliere nuovi clienti

7° – Soldo

Soldo

Circuito: MasterCard

Canone base: gratis

Prelievo massimo: 1.500 €/giorno

Limite di spesa: 20.000 €/giorno

Contactless: SI

IBAN: SI, con limitazioni

Soldo è una delle carte prepagate con il limite di spesa più alto in assoluto: ben 20.000 € al giorno con 1.500 € di prelievo giornaliero per la carta in modalità base.

Pro
Contro
Pro
  • Ricezione in tempo reale delle notifiche di spesa
  • Possibilità di delegare la carta ai dipendenti aziendali
  • Ottima gestione dei flussi di denaro
  • Software di gestione delle spese
  • Ideale per chi ha partita IVA o piccole imprese
Contro
  • L'iban funziona solo come "indirizzo" per caricare la carta (non funziona quindi per bonifici o per ricevere lo stipendio)

8° – Qonto

Qonto One

Circuito: MasterCard

Canone: 9 €/mese

Prelievo massimo: 1.000 €/giorno

Limite di spesa: 20.000 €/giorno

Contactless: SI

IBAN: SI

Qonto è una carta prepagata destinata all’uso aziendale, ottima quindi per chi ha partita IVA o piccole aziende.

Pro
Contro
Pro
  • Bonifici istantanei
  • Ottimo servizio clienti in italiano con risposte entro 15 minuti via email o telefono
  • Gestione semplificata delle spese
  • Accesso dedicato al commercialista
  • Trasparenza dei costi
  • Utilizzo del conto su più piattaforme
Contro
  • Conto a pagamento
  • Dedicato solo a clientela business

 

9° – Flowe

Flowe

Circuito: MasterCard

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: NO (illimitato)

Limite di spesa: NO (illimitato)

Contactless: SI

IBAN: SI

La carta prepagata Flowe si distingue per essere una soluzione a metà tra Onlus e banche. L’obiettivo è infatti promuovere l’ecosostenibilità offrendo soluzioni convenienti.

Pro
Contro
Pro
  • IBAN italiano
  • Grande attenzione alle tematiche ambientali (carta prepagata in legno e garanzia di piantare un nuovo albero in Guatemala per ogni carta richiesta)
  • Sospensione della carta con un tap
Contro
  • Non è possibile ricaricare la carta in contanti
  • Il pagamento degli F24 non è incluso
  • Non esiste un sito attraverso cui gestire il conto da computer

10° – Wirex

Wirex

Circuito: Visa

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: 500 €/giorno

Limite di spesa: 30.000 €/giorno

Contactless: SI

IBAN: SI

Wirex è una delle carte prepagate più amate dagli utenti internazionali o che viaggiano spesso, per la possibilità di usare un conto multivaluta.

Pro
Contro
Pro
  • Libertà di pagare in contanti o criptovalute
  • Utilizzo del portafoglio digitale Wirex come e-wallet
  • A ogni acquisto in un negozio fisico si riceve il corrispondente 0,5% in Bitcoin
Contro
  • Supporto a un numero limitato di criptovalute
  • Assenza del supporto a Paypal

11° – Carta PayPal

PayPal

Circuito: MasterCard

Canone: GRATIS

Prelievo massimo: 500 €/giorno

Limite di spesa: 10.000 €/giorno

Contactless: SI

IBAN: SI

La carta prepagata PayPal, anche se un po’ in disuso, resta una delle più famose in circolazione, soprattutto per il suo conto virtuale.

Pro
Contro
Pro
  • Limite di prelievo superiore rispetto alla somma media delle altre carte prepagate gratis
  • Sicurezza offerta da un colosso come Paypal
  • Facilità di utilizzo
  • Collegamento con conto Paypal
Contro
  • La ricarica è a pagamento (a partire da 1,10 €)
  • L'attivazione della carta è a pagamento (9,90 €)
  • Prevista una commissione per i prelievi (a partire da 1,90 €, gratis presso gli ATM di Banca Sella)

12° – Postepay Evolution

Postepay Evolution

Circuito: Mastercard

Canone base: 13 €/anno

Prelievo massimo: 600 €/giorno

Limite di spesa: 3.500 € giorno

Contactless: SI

IBAN: SI

La carta prepagata Postepay è la carta ricaricabile per eccellenza in Italia, essendo una delle più utilizzate in assoluto. La versione Postepay Evolution dispone anche di un IBAN, grazie al quale ci si può far accreditare lo stipendio o la pensione.

Pro
Contro
Pro
  • Bassi costi di gestione
  • Possibilità di passare alla Postepay Evolution (con IBAN su cui accreditare stipendio e ricevere e fare bonifici)
  • Prelievi in contanti gratuiti presso tutti gli ATM di Poste Italiane
  • Possibilità di ricarica tramite contanti o carte del circuito Postamat
Contro
  • Costi di depositi in entrata, che talvolta prevedono delle commissioni “di ricarica”

13° – Intesa San Paolo Superflash

Intesa San Paolo Superflash

Circuito: Mastercard

Canone base: 26,90 €/anno

Prelievo massimo: 500 €/giorno

Limite di spesa: 10.000 €/giorno

Contactless: SI

IBAN: SI

La carta prepagata Intesa San Paolo più famosa è la Superflash, dotata di IBAN per ricevere bonifici.

Pro
Contro
Pro
  • Possibilità di ricaricare fino a 10.000 €/giorno
  • Possibilità di pagare senza pin per somme inferiori a 50 €
  • Servizi antifrode inclusi
Contro
  • Costi di prelievo presso altri sportelli (2 € per abilitati sepa, 5 € per extra sepa)

14° – Unicredit Genius Card

Unicredit Genius Card

Circuito: Mastercard

Canone base: 24 €/anno (Gratuita per under 30)

Prelievo massimo: 750 €/giorno

Limite di spesa: NO (illimitato)

Contactless: SI

IBAN: SI

Genius Card è una carta prepagata emessa da Unicredit ed è tra le più usate dai giovani, per le sue condizioni vantaggiose riservate agli under 30.

Pro
Contro
Pro
  • Prelievi di contanti gratuiti presso ATM Unicredit (1 € per ATM di altre banche)
  • Costo di prelievo di 1 € anche in altri paesi UE (2 € per extra UE)
  • Possibilità di farsi accreditare stipendio o bonifici grazie all'iban
  • Compatibile con Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay
Contro
  • Non indicata per prelievi e ricariche molto frequenti
  • Costi di gestione alti per over 30

15° – BPER PayUp

BPER PayUp

Circuito: Mastercard

Canone base: 6 €/anno

Prelievo massimo: 1.000 €/giorno

Limite di spesa: 3.000 €/giorno

Contactless: SI

IBAN: SI

Tra le carte prepagate proposte da Bper Banca, la PayUp è tra le più pratiche e può essere richiesta anche da minorenni (a patto che abbiano almeno 11 anni).

Pro
Contro
Pro
  • Possibilità di pagare senza pin per somme inferiori a 50 €
  • Ricarica gratuita tramite bonifico
  • Costi di prelievo (1 € da sportelli BPER; 2 € da ATM di altre banche)
  • Sistema di sicurezza antifrode 3D Secure
Contro
  • Costi di ricarica (2,50 € in filiale; 3 € da centri Sisal)

Differenza tra Prepagata e Carta di Credito

Arrivati a questo punto, si potrebbe avere un dubbio: qual è la differenza tra una carta di credito prepagata e una carta di credito tradizionale? La risposta è semplice: la differenza sta nella presenza di una linea di credito con la banca emittente.

Se non si ha la possibilità di chiedere dei soldi per pagare le proprie spese restituendoli in un secondo momento, allora parliamo di una carta prepagata. Se, invece, l’ente emittente consente di usufruire di un certo ammontare di credito, allora non si parla di più di prepagate. Ovviamente, l’ammontare del credito può essere anche minimo, come alcune soluzioni che consentono di ottenere dai 1000 ai 3000 euro su cadenza mensile.

Tutto dipenderà dalle proprie esigenze e, logicamente, dai propri introiti. Non sarebbe molto utile usufruire di un credito molto elevato se poi non si ha idea di come pagarlo e, soprattutto, bisogna individuare subito i costi di prelievo, soprattutto se si usa spesso del denaro contante.

Come si ricaricano le carte prepagate

Ricaricare una carta prepagata è davvero semplice, soprattutto se si tratta di carte come la Postepay. In genere, infatti, basta andare in uno sportello abilitato, in questo caso l’ufficio postale o una tabaccheria, e chiedere di effettuare una ricarica per carta prepagata.

Per altri tipi di carte più moderne e virtuali, come N26 o Revolut per esempio, spesso si ha il limite di dover necessariamente ricaricare da un’altra carta usando l’apposito IBAN. In questo senso, è bene consultare le metodologie di ricarica e scegliere la soluzione più comoda.

Talvolta si può anche ricaricare direttamente online tramite le piattaforme di home banking del proprio conto, oppure usare un ATM con bancomat, inserendo i dati della propria carta prepagata ricaricabile. In sostanza, sono tantissimi i modi per effettuare una ricarica: basta trovare quello più comodo e pratico per le proprie necessità.

Per quanto riguarda i tempi di accredito, ossia dopo quanto tempo il denaro versato sulla carta prepagata è effettivamente disponibile, tutto dipenderà dalla modalità di ricarica usata e dalla carta in questione. Solitamente le ricariche allo sportello delle poste o dell’ATM sono immediate, arrivando sulla carta di destinazione dopo pochissimi minuti o secondi. Se si sceglie il bonifico bancario, invece, servono di solito 2-3 giorni.

Conclusioni

Come abbiamo potuto vedere, le carte prepagate ricaricabili rappresentano ottime soluzioni per chi vuole un conto senza troppe pretese e non vuole spendere cifre esorbitanti per i canoni mensili o annui. Alcune di esse, tra l’altro, sono particolarmente versatili, motivo per cui hanno riscosso un enorme successo.

Per scegliere la miglior carta prepagata ricaricabile, quindi, è sempre bene valutare elementi come:

  • limite di prelievo massimo (giornaliero o mensile) e commissioni di prelievo;
  • costi di commissione per trasferimenti di denaro;
  • presenza o assenza di IBAN;
  • presenza di app per smartphone e di un sistema di home banking;
  • integrazione di sistemi di sicurezza;
  • circuito di pagamento;
  • eventuali costi di attivazione o emissione della carta.

Confrontando questi fattori si potrà quindi capire qual è la carta prepagata migliore per le proprie necessità e abitudini d’uso.

Domande frequenti sulle carte prepagate

Cos'è una carta prepagata?

Una carta prepagata è un conto ricaricabile che consente di effettuare pagamenti elettronici. Il funzionamento è semplice: dopo aver caricato dei soldi sulla carta, si potranno utilizzare per fare acquisti in negozi fisici e online, senza quindi usare denaro contante.

Come funziona una carta prepagata?

Il funzionamento è identico a quello di una carta di credito, senza però la possibilità di usare un “credito” oltre a quello disponibile sulla carta.

Si disporrà quindi di una carta fisica da usare per pagare tramite i POS abilitati sul proprio circuito di pagamento, come Visa, Mastercard o Maestro.

Come richiedere una carta prepagata?

Le richieste avvengono in maniera abbastanza immediata. Una volta scelta la prepagata migliore per le proprie esigenze, si può richiederla tramite il sito ufficiale dell’ente che la emette. Alcune, come la Postepay, ad esempio, possono essere richieste anche all’ufficio postale.

Come fare per ricaricare una carta prepagata?

Le ricariche su carta prepagata possono essere fatte online, tramite le app di home banking (quindi da smartphone e tablet), tramite altre carte, con bonifico oppure in contanti presso uno sportello abilitato.

Qual è la carta prepagata migliore?

La miglior carta prepagata è quella che è in grado di soddisfare tutte le proprie esigenze. In genere, una soluzione con bassi costi di gestione, di prelievo e di trasferimento di denaro è l’ideale. L’importante è che consenta di detenere cifre ragionevoli al suo interno e che possa andare realmente incontro alle proprie necessità in fatto di pagamenti.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti