Apertura Conto Corrente Aziendale Online: Requisiti, Costi

Apertura conto corrente aziendale online: requisiti, costi

Michelangelo Ricupati
Pubblicato il 27 set 2023 - Aggiornato il 4 giu 2024

L’apertura di un conto corrente aziendale online può essere necessaria per tutti coloro che svolgono un’attività di tipo professionale e vogliono separare le entrate e le spese personali da quelle relative al proprio business.

Per aprire un conto business bisogna tenere in considerazione diversi elementi importanti quali requisiti, documenti necessari per l’apertura e, ovviamente, costi di gestione e di attivazione del conto.

Inoltre, è bene capire se nel proprio Paese è obbligatoria l’apertura di un conto business, in quanto non tutti i titolari di attività sono tenuti a farlo. A prescindere dagli obblighi relativi all’apertura del conto corrente aziendale, tuttavia, questo può apportare numerosi benefici nella gestione della propria attività.

In questa guida si approfondirà nel dettaglio come funziona l’apertura di un conto corrente online per le aziende, quali sono i requisiti e chi è obbligato a possederne uno per la gestione del proprio business.

Per chi è obbligatorio aprire un conto corrente aziendale

apertura conto corrente aziendale online

L’apertura di un conto corrente aziendale, come già anticipato, non è obbligatoria per tutti i possessori di attività. L’obbligo, infatti, dipende dalle leggi e dalle normative finanziarie del Paese in cui opera l’azienda, anche se in molti casi è consigliata l’apertura per tutta una serie di vantaggi che si vedranno più avanti.

Uno dei primi elementi da tenere in considerazione è la forma giuridica dell’azienda. In molti Paesi, infatti, le società a responsabilità limitata (SRL) e le società per azioni (S.p.A.), sono obbligate per legge ad avere un conto corrente aziendale separato dal conto personale. Lo stesso vale in alcune regioni per coloro che ricevono pagamenti da clienti aziendali, in quanto con un conto separato si offre una maggiore trasparenza ai fini fiscali.

Alcune specifiche delle leggi anti-riciclaggio (AML), inoltre, richiedono agli imprenditori e alle società di utilizzare un conto corrente aziendale per tenere traccia delle transazioni finanziarie, così da poter prevenire lo svolgimento di attività illecite.

In Italia è obbligatorio avere un conto corrente aziendale?

Per quanto riguarda l’Italia, l’apertura di un conto corrente aziendale online non è obbligatoria per tutte le aziende, e non grava su tutti i possessori di partita IVA. Diversamente, l’obbligo di aprire un conto business è previsto soltanto per le persone giuridiche, e quindi per le società di capitali o per le ditte individuali. 

Nello specifico, i titolari di partita IVA non hanno l’obbligo di aprire un conto business a meno che il loro fatturato non superi i 400.000€ annui. Lo stesso vale per i professionisti con partita IVA in regime forfettario, che possono operare tranquillamente con un conto personale su cui far inviare i pagamenti dei clienti. 

A seconda del proprio fatturato e della propria gestione delle spese, tuttavia, l’apertura di un conto corrente aziendale online può apportare numerosi vantaggi per la propria attività, in quanto consente di separare in modo netto le spese personali da quelle di lavoro. In particolare se si effettuano tante transazioni, è facile fare confusione tra le varie spese.

Perché aprire un conto business?

Aprire un conto corrente aziendale online offre tutta una serie di vantaggi non presenti nella maggior parte dei conti correnti individuali. Il primo elemento distintivo è la trasparenza delle transazioni ai fini fiscali, che possono essere monitorate più facilmente in caso di controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Molti conti correnti aziendali, inoltre, permettono ai dipendenti del titolare di operare all’interno del conto, con limiti e permessi personalizzati a seconda del loro ruolo in azienda. Ciò risulta essenziale per piccole e medie imprese che vogliono ottimizzare i tempi e snellire i processi burocratici, come nel caso di rimborsi spese o spese relative all’attività.

Anche il commercialista, se consentito dal titolare, può accedere al conto, così da poter consultare estratti conto, giacenze medie e giustificativi da utilizzare in fase di dichiarazione dei redditi per scaricare le spese aziendali. 

A ciò si aggiungono servizi esclusivamente dedicati alle aziende, come l’erogazione di più carte per titolari e dipendenti, dashboard intuitive con funzioni di fatturazione e numerosi strumenti specifici per la gestione dell’attività. 

 

I migliori conti di giugno 2024

L’apertura di un conto corrente aziendale online può essere un processo complicato per coloro che non hanno mai avuto a che fare con questo tipo di strumenti. Chi ha avviato la propria attività da poco tempo, inoltre potrebbe avere difficoltà durante la scelta, in quanto esistono numerose soluzioni vantaggiose e allo stesso tempo economiche.

Le proposte di conti business online in circolazione sono moltissime, ma tra le migliori ci sono sicuramente:

  • Revolut, un conto aziendale pensato per l’invio di denaro a livello nazionale e internazionale, con numerosi strumenti per la gestione delle spese e dei pagamenti;
  • Qonto, un conto corrente aziendale online con IBAN italiano e piani a partire da 9€ al mese, pensato per professionisti e PMI;
  • Tot, un conto corrente aziendale con IBAN e funzioni per i pagamenti di SDD, F24 e tanti altri strumenti per importare le fatture nel cassetto fiscale.

Di seguito si vedrà nel dettaglio ciascuno di questi conti correnti business, così da capire quale potrebbe essere il migliore a seconda delle proprie esigenze. 

Revolut

Revolut GROW
4.8

Istituto Bancario: Revolut Bank

App Mobile / Internet Banking: SI

Costo di Accensione con IBAN: GRATIS

Canone Mensile: da 19 €

Costo Prelievo ATM: 2%

Costo Bonifici e Addebiti: gratis 100/mese, poi 0.20 € a op.

Carte Fisiche Incluse: 1 Metal (+3 in plastica)

Assistenza Prioritaria 24/7: SI

Revolut nasce come società fintech a Londra, e il suo obiettivo è da sempre stato quello di rivoluzionare il mondo finanziario e della gestione del denaro, creando prodotti innovativi che, ad oggi, hanno riscosso un enorme successo in tutto il mondo.

Nello specifico, i suoi conti individuali sono pensati per coloro che si trovano spesso in viaggio per motivi di lavoro o semplicemente per svago, offrendo commissioni ridotte per i cambi valuta e numerose agevolazioni per bonifici internazionali e prelievi all’estero.

Nel tempo, però, Revolut ha creato anche dei conti correnti aziendali dedicati a imprenditori e piccole e medie imprese che necessitano di uno strumento semplice ed efficiente per la gestione dell’attività, risultando tra le migliori soluzioni in circolazione.

Piani disponibili per conti aziendali Revolut

Chi opta per uno dei conti aziendali Revolut può scegliere tra le seguenti soluzioni:

  • Revolut Business Free: si tratta di un conto corrente aziendale gratuito che include sia carte fisiche che virtuali, con 5 bonifici nazionali gratuiti, possibilità di creare e monitorare le fatture o richiedere pagamenti via link;
  • Revolut Business Grow: un conto corrente business da 25€ al mese, che include 1 carta Metal, carte aziendali virtuali e fisiche e 10 pagamenti senza commissioni, con assistenza 24/7, integrazione delle API aziendali e report di spesa completi;
  • Revolut Business Scale: piano da 100€ al mese, la soluzione Scale offre 2 carte Metal, 50 pagamenti gratuiti e fino a 1.000 pagamenti locali senza commissioni, oltre alla possibilità di cambio valuta al tasso interbancario fino a 50.000€, includendo anche tutte le funzioni del piano Grow;
  • Revolut Business Enterprise: dedicato alle grandi aziende, il conto è personalizzato sia in termini di prezzo che in termini di funzioni, offrendo quindi la possibilità di creare una soluzione su misura a seconda della propria attività.   

Secondo le recensioni degli utenti, e alla luce di tutte le funzioni offerte, Revolut è senz’altro uno dei migliori conti correnti aziendali, in quanto offre non solo la possibilità di avere un conto multivaluta, ma anche ottimi limiti di personalizzazione per le carte dei dipendenti e un certo numero di bonifici internazionali gratuiti.

In più, l’esclusività della carta Metal inclusa in tutti i piani (tranne in quello gratuito) consente di mettere in risalto la professionalità della propria azienda. 

Qonto

Qonto Essential
4.5

Istituto Bancario: Olinda SAS

Fatturazione Elettronica: 200 fatture/anno

App Mobile / Internet Banking: SI

Costo di Accensione con IBAN: GRATIS

Canone Mensile: 29 €/mese

Carte Fisiche Incluse: 2

Costo Bonifici e Addebiti: gratis 100/mese, poi 0.25 € a op.

Conti Multipli: 5

Qonto è una società che nasce con l’obiettivo di agevolare la gestione delle attività imprenditoriali, sia da un punto di vista fiscale che pratico. Aprendo un conto corrente aziendale Qonto, infatti, si può accedere a numerosi strumenti per la gestione delle proprie spese e di quelle dei dipendenti, riducendo le tempistiche e ottimizzando i risultati ottenuti.

Qonto non rappresenta né una banca né istituto finanziario, ma è comunque una società abilitata all’erogazione di prestiti fino a 30.000€. Inoltre, tutte le carte aziendali Qonto dispongono di IBAN italiano per l’invio e la ricezione di bonifici, consentendo scambi di denaro efficienti e a basso costo.

In più, sono disponibili trasferimenti istantanei tra conti Qonto, così da ridurre ulteriormente le tempistiche, nonché funzioni di bonifico multiplo per inviare più bonifici in un solo colpo, con un limite di 400 operazioni in contemporanea. 

Piani disponibili per conti aziendali Qonto

Per i liberi professionisti sono disponibili tre piani, ovvero:

  • Basic: un piano base con canone mensile di 11€, 100€ di prelievi gratuiti al mese e 30 bonifici gratuiti (poi 0,40€ di commissione);
  • Smart: piano intermedio con canone di 23€ mensili, 60 bonifici gratuiti, accesso dedicato per il Contabile e strumenti per la contabilità automatizzati;
  • Premium: prodotto di punta con canone di 45€ al mese, 100 bonifici gratuiti, strumento per la fatturazione elettronica integrato per creare e inviare fatture, e dashboard completa.

Per le aziende, invece, sono disponibili altre tre soluzioni, ovvero:

  • Essential: piano di base da 29€ al mese, con 2 carte One incluse e carte virtuali illimitate, che offre prelievi fino a 1000€ al mese con commissioni di 2€ e 100 bonifici istantanei inclusi, con tanto di supporto 7 giorni su 7 e sincronizzazioni con app partner;
  • Business: conto aziendale intermedio da 99€ al mese, che include 10 One MasterCard, carte virtuali illimitate, possibilità di chiedere carte in metallo e 500 bonifici/addebiti gratuiti, con oltre 20 app partner, supporto prioritario e consulente dedicato;
  • Enterprise: pensato per grandi PMI, il piano prevede un canone da 249€ al mese, e offre 30 carte fisiche, 1000 bonifici gratuiti, possibilità di operare in 25 valute e di aprire 24 sotto conti con IBAN, con 30 accessi ai membri del team, 1 per il contabile e strumenti di contabilità automatizzati. 

Tot

Tot Plus

App Mobile / Internet Banking:

Costo di Accensione: GRATIS

Canone Annuale: 150 €

Costo Prelievo ATM: 3,99%

Costo Bonifici: GRATIS (bonifici SEPA)

Carte Fisiche Incluse: 1

Assistenza Prioritaria:

L’apertura di un conto corrente aziendale online Tot non è per niente complicata, in quanto la banca emittente, Banca Sella, ha pensato bene di offrire agli utenti procedure semplici e intuitive per poter fare tutto in autonomia.

Nello specifico, il conto aziendale Tot è pensato per tutti i professionisti e lavoratori autonomi che vogliono ottimizzare la gestione della contabilità, nonché alle piccole e medie imprese con dipendenti che vogliono snellire i processi di gestione delle spese.

Com’è facile intuire, Tot non è una banca, ma appoggiandosi ai servizi di Banca Sella può aderire al Fondo Interbancario di Tutela Depositi (FITD) fino a 100.000€, proteggendo quindi i fondi degli utenti titolari di un conto. 

Piani disponibili per conti aziendali Tot

Chi vuole aprire un conto business Tot, può selezionare uno tra i due piani disponibili, ovvero:

  • Essentials: un piano “essenziale” rivolto ai piccoli imprenditori e professionisti che non vogliono sostenere elevati costi di gestione, che con un canone di 7€ al mese offre 100 operazioni in uscita all’anno, carte di credito Visa, operazioni in entrata gratuite e assistenza via mail o chat;
  • Professionals: piano Premium pensato per chi vuole il massimo dal proprio conto corrente aziendale, dal costo di 15€ al mese e con 250 operazioni in uscita incluse, carte di credito Visa gratuite e 3,99% di commissioni per i prelievi. 

Se non si vuole puntare su una banca o su un istituto finanziario, infine, è possibile optare anche per l’apertura di un conto corrente aziendale con Poste Italiane. Per chi si chiede come si fa ad aprire un conto corrente postale aziendale, la risposta è semplice: anche il Conto BancoPosta Affari può essere aperto facilmente via web, tramite la funzione “Ti chiamiamo noi” ed entrando in contatto con un consulente dedicato.

Al costo di 10€ al mese, questo conto include una carta di debito Postepay Business, righe di scrittura gratuite illimitate e il conteggio annuale degli interessi e competenze. Al costo aggiuntivo di 5€ al mese è possibile beneficiare anche del servizio di Internet Banking BancoPostaImpresa Online – BPIOL, che offre una vasta gamma di servizi per gestire ancora più efficientemente la propria attività.

Per quanto riguarda i tempi di addebito della carta aziendale di Tot, l’utente potrà pagare gli acquisti aziendali fino a 40 giorni.

 

Come aprire un conto corrente aziendale online

apertura conto corrente aziendale online

L’apertura di un conto corrente online per aziende può sembrare una procedura ostica, ma in realtà si tratta di operazioni di base eseguibili anche da chi non ha mai avuto a che fare con carte e conti correnti online. 

Bisogna tenere in considerazione alcuni passaggi fondamentali e, soprattutto, è necessario sapere che per aprire un conto corrente aziendale online sono richiesti documenti specifici come quelli d’identità e, in particolare, quelli relativi alla propria azienda. 

Prima di aprire un conto corrente aziendale online, infatti, è suggeribile sempre tenere a portata di mano tutti i documenti necessari, così da procedere senza intoppi all’apertura. Di seguito si vedrà quali sono i requisiti richiesti dalle società e quali documenti bisogna presentare. 

I requisiti per l’apertura di un conto aziendale

Non ci sono requisiti particolari da rispettare per l’apertura di un conto corrente aziendale. L’unico requisito obbligatorio è il possesso della partita IVA, in quanto senza di essa si possono sottoscrivere solamente conti individuali personali.

Inoltre, un aspetto molto importante è quello di non essere mai stati etichettati come cattivi pagatori o, comunque, di non essere mai stati contestati da altre società finanziarie o banche. 

In sintesi, non tutte le partite IVA hanno bisogno di un conto aziendale, ma un conto aziendale necessita obbligatoriamente del possesso di una società registrata. 

Documenti necessari

Come già anticipato, un consiglio molto utile è quello di tenere a portata di mano tutti i documenti necessari per aprire un conto business online, così da non perdere tempo e da non rischiare di essere respinti dopo la richiesta.

La prima cosa da fare per l’apertura di un conto corrente aziendale online è preparare i seguenti documenti:

  • documenti d’identità dei proprietari e/o dei dirigenti dell’azienda;
  • tutti i documenti aziendali quali partita IVA, codice fiscale, codice destinatario, certificato di registrazione dell’azienda e simili;
  • informazioni finanziarie quali dichiarazione dei redditi, estratti conto o bilanci dell’azienda, in modo da provare la sua sostenibilità;
  • informazioni personali e finanziarie dei titolari, così da consentire l’incrocio dei dati e stabilire se la richiesta può essere accettata. 

Dopodiché, bisogna seguire le varie procedure, che possono essere differenti a seconda dell’istituto scelto. Qui sotto si vedranno le procedure generali da seguire, così da avere già un’idea del da farsi ancora prima di scegliere il proprio conto aziendale. 

Procedura

Per aprire il conto corrente aziendale online, dopo aver preparato tutti i documenti necessari e dopo aver soddisfatto tutti i requisiti in conformità con le leggi in vigore nel proprio Paese, bisogna selezionare una banca o un istituto finanziario di proprio interesse.

Il consiglio, in questo senso, è optare per una società che consente l’apertura del conto corrente aziendale online, così da non doversi recare fisicamente allo sportello perdendo tempo prezioso. La soluzione ottimale sarebbe scegliere una proposta economica ma allo stesso tempo efficiente come Revolut, così da accedere a un servizio completo senza spendere troppo.

Una volta selezionato l’istituto di proprio interesse, si può procedere alla richiesta direttamente online o, in alternativa, contattare il servizio clienti per richiedere informazioni aggiuntive.

Ottenute tutte le informazioni del caso, si può procedere con la richiesta online compilando gli appositi campi e fornendo i dati richiesti. È bene ricordare che vengono quasi sempre richiesti file contenenti i propri documenti d’identità, quindi occorre avere foto chiare e nitide della carta d’identità, della patente e/o del codice fiscale.

Una volta completati tutti i campi e inviati i documenti, bisogna attendere l’approvazione da parte della banca, che provvederà a informare l’utente tramite mail e, in alcuni casi, tramite posta, inviando la carta o le carte fisiche (se incluse con l’offerta scelta). 

Alcune banche, inoltre, possono richiedere un deposito iniziale per l’attivazione del conto, che può essere anche di 1€. Questo serve solamente come ulteriore verifica per confermare la veridicità delle informazioni fornite dall’utente. 

 

Come chiudere un conto corrente aziendale

Come per l’apertura, la chiusura di un conto corrente aziendale si può fare in pochi semplici passaggi. La prima soluzione è recarsi in banca, se presente, e richiedere l’apposito modulo di richiesta chiusura conto. 

Questo vale chiaramente per le soluzioni che prevedono filiali fisiche sul territorio, ma nel caso di conti come Revolut non è possibile, in quanto si tratta di conti aziendali 100% online, più veloci e immediati.

L’alternativa, in questi casi, è compilare gli appositi moduli direttamente sul sito o tramite app, fornendo la documentazione necessaria se richiesta. Se non è possibile, si può comunque procedere alla chiusura del conto corrente aziendale inviando una raccomandata A/R o tramite PEC, reperibile solitamente sui siti ufficiali delle società. 

In alcuni casi, inoltre, si può optare per una nuova banca e, contestualmente, richiedere a quest’ultima la chiusura del vecchio conto corrente aziendale. Per quanto riguarda i documenti da presentare alla banca per richiedere la chiusura, invece, si devono utilizzare:

  • documento d’identità
  • modulo di richiesta chiusura conto da compilare in ogni sua parte.

Chiaramente, come già ribadito, ogni banca può prevedere regole diverse, quindi è bene informarsi con la società di riferimento in base al conto aziendale scelto.

 

Conclusioni

In definitiva, è chiaro quanto l’apertura di un conto corrente aziendale online sia semplice e fattibile per qualsiasi tipo di utente. Ovviamente, bisogna tenere numerosi elementi in considerazione prima di scegliere una soluzione definitiva.

Optando per un conto corrente aziendale Revolut, ad esempio, si ha accesso a numerosi piani creati su misura per vari tipi di aziende, dal piccolo professionista alle microimprese fino a 10 dipendenti, arrivando anche alle grandi aziende strutturate che possono optare per piani completamente personalizzati.

Tutto, come sempre, dipende dalle esigenze personali e imprenditoriali, che aiuteranno a capire qual è l’offerta migliore per sé.

Domande frequenti sull'apertura conto corrente aziendale online

Quanto tempo ci vuole ad aprire un conto aziendale?

L’apertura di un conto corrente aziendale non richiede molto tempo. Se si seguono le procedure online, bastano circa 30 minuti, e bisognerà solamente attendere l’invio delle carte fisiche che può richiedere fino a 7 o 10 giorni lavorativi.

Quanto costa aprire un conto aziendale?

I costi di apertura di un conto corrente aziendale variano a seconda della banca scelta, anche se in genere le banche online prevedono costi zero per l’apertura del conto. Inoltre, molte soluzioni come quelle offerte da Revolut sono disponibili a canone zero, riducendo al minimo i costi di gestione.

Dove conviene aprire un conto corrente aziendale?

La scelta di un conto corrente aziendale dipende strettamente dalle proprie esigenze personali e imprenditoriali. Un conto corrente come Revolut, per esempio, può soddisfare sia le esigenze dei piccoli imprenditori sia quelle delle aziende strutturate, in quanto disponibile con diversi piani personalizzati a seconda della propria attività. 

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Il codice sconto dà diritto a 2 mesi gratuiti sul piano mensile Essential o Smart o Basic oppure 58€ di sconto sul piano annuale, addebitato dopo 1 mese di prova gratuita. Il codice sconto non è cumulabile con altri codici sconto, è riservato esclusivamente a nuovi clienti e, per la sua attivazione, deve essere inserito in fase di registrazione online. Nel caso in cui il destinatario eserciti il proprio diritto di recesso, dopo aver utilizzato il codice sconto, quest’ultimo si intenderà definitivamente utilizzato. Ai clienti che utilizzano un codice sconto si applicano le Condizioni Generali di cui al Contratto Quadro Servizi Pagamento disponibile su qonto.com. Qonto si riserva il diritto, a suo insindacabile giudizio e per qualsivoglia ragione, di sospendere, terminare o cambiare i termini della promozione in qualsiasi momento.