Migliori Carte Supportate da Apple Pay 2024

Migliori Carte Supportate da Apple Pay 2024

In questa guida vedremo non solo cos'è Apple Pay e come funziona, ma anche quali sono le migliori carte supportate dal servizio di Apple.
Migliori Carte Supportate da Apple Pay 2024
In questa guida vedremo non solo cos'è Apple Pay e come funziona, ma anche quali sono le migliori carte supportate dal servizio di Apple.
Michelangelo Ricupati
Pubblicato il 10 gen 2024

Apple Pay in Italia, come tanti altri servizi di pagamenti elettronici, è subito entrato nel cuore di tantissimi utenti iOS che beneficiano delle sue utilissime funzionalità. Servizio analogo a Google Wallet e Samsung Pay, Apple Pay consente di associare una carta prepagata, di debito o di credito dando vita ad un vero e proprio portafoglio virtuale nel proprio smartphone tramite l’app Wallet.

Di conseguenza, avere una carta per Apple Pay risulta più conveniente rispetto al possesso di una carta non compatibile con il servizio. Questo, infatti, consente di migliorare la propria esperienza d’acquisto, sia online che nei negozi fisici, come anche sui mezzi di trasporto.

Per capirne meglio il funzionamento e scegliere una soluzione compatibile e conveniente, abbiamo creato una lista con le migliori carte supportate da Apple Pay del 2024. Vediamo insieme di cosa si tratta, partendo dal funzionamento del servizio offerto.

Cos’è Apple Pay e come funziona

Per capire cos’è Apple Pay non bisogna essere esperti di tecnologia: si tratta di un semplice servizio di pagamento. In poche parole, l’applicazione consente di associare una o più carte e utilizzarle per effettuare pagamenti elettronici senza avere la carta fisica con sé.

Se, per esempio, ci si trova in un negozio, basta aprire l’app, scegliere la carta e poggiare lo smartphone, lo smartwatch o il tablet sul terminale. Verrà chiesta una conferma sul dispositivo e il gioco è fatto, senza il bisogno di PIN o codici da ricordare a memoria.

Inoltre, si possono aggiungere tessere fedeltà come quelle per la spesa, con la possibilità di passare la tessera e pagare in un unico passaggio. Una volta capito Apple Pay cos’è, bisogna scegliere una carta conveniente e sicura, che includa i servizi adeguati in base alle proprie esigenze.

Le migliori carte compatibili con Apple Pay

Apple Pay supporta carte provenienti da tutto il mondo e rilasciate da numerose banche nazionali e internazionali, quindi è semplice trovare una soluzione compatibile con l’applicazione. L’importante, prima di scegliere, è individuare le proprie possibilità di spesa e le proprie abitudini quotidiane.

Per aiutarvi, elenchiamo qui sotto una lista delle migliori carte compatibili con Apple Pay, selezionate analizzando le recensioni e le opinioni dei consumatori online.

 

1 – Fineco

Fineco Card Credit

Circuito: MasterCard/Visa

Canone piano base: 19,95 €/anno

Prelievo massimo: 1.000 €/giorno (2.000 €/mese)

Limite di spesa:  da 1.500€ fino a 4.000€ al mese

Commissioni prelievo: 0,80€ su Bancomat (gratis se superiore a 99€); 2,90€ su Visa/MasterCard

Contactless: ✓

IBAN: ✓

Chi cerca una delle carte compatibili con Apple Pay meglio recensite in assoluto, dovrebbe valutare le soluzioni di Fineco. La Banca, infatti, consente di scegliere tra vari tipi di conto, abilitati sia ai circuiti Mastercard, Visa che Bancomat.

Ovviamente, tutto dipende dalle proprie esigenze: un consumatore medio potrebbe optare per una carta monofunzione con circuito Mastercard, una soluzione economica ma efficiente. Il piano base, infatti, ha un canone di 6,95€ al mese, e supporta Apple Pay per i pagamenti elettronici in-store e in-app.

Basta prelevare almeno 100€ per azzerare le commissioni, senza dimenticare che si può avere accesso a polizze assicurative e numerosi vantaggi sui viaggi tramite conti esclusivi come Fineco Gold World.

Tra l’altro, Fineco si posiziona come una delle banche più solide al mondo, con un rischio di fallimento estremamente basso secondo gli indici di sostenibilità internazionali.

 

2 – Revolut

Revolut Standard

Circuito: Mastercard

Canone: GRATIS

Prelievo massimo: 3.000 €/giorno

Limite di spesa: NO (illimitato)

Commissioni prelievo: Gratis fino a 5 o 200€/mese; poi 2% (min. 1€ per op.)

Contactless:

IBAN:

Il conto Revolut è perfetto per chi vuole una carta compatibile Apple Pay prepagata ma allo stesso tempo dotata di IBAN. Difatti, con questa soluzione è possibile avere un limite di spesa determinato solamente dall’ammontare di denaro presente sul conto.

Inoltre, molte recensioni lodano la grande efficienza di Revolut per i pagamenti all’estero e per la possibilità di cambiare euro in oltre 150 valute con un semplice click sull’applicazione. Allo stesso tempo, un punto di forza di questa carta prepagata Apple è sicuramente il canone gratuito, che abbatte notevolmente i costi di gestione.

Come se non bastasse, chi compra spesso online può accedere a programmi di cashback su negozi selezionati, per non parlare della possibilità di effettuare investimenti direttamente dall’app.

 

3 – Mediolanum

Mediolanum Credit Card

Circuito: Visa/Mastercard

Canone piano base: gratis per 1 anno (poi 45 €/anno)

Prelievo massimo: 500 €/giorno (1.500 €/mese)

Limite di spesa / plafond: da 1.500 a 3.000 €/mese

Commissioni prelievo: gratis in Italia

Contactless:

IBAN:

La carta Mediolanum, oltre ad essere supportata da Apple Pay, è pensata per quei consumatori che vogliono godere di efficienza e flessibilità con tanto di plafond a seconda del conto scelto.

Inoltre, disponendo di tecnologie di ultima generazione come l’Alert SMS, è possibile conoscere in tempo reale tutti i movimenti effettuati, anche quelli illeciti, così da accorgersi subito di eventuali frodi bancarie.

La cosa più interessante è però legata al canone, che è gratuito per il primo anno, un buon compromesso per capire Apple Pay cos’è e come funziona durante i primi pagamenti. In aggiunta, si può scegliere il circuito Mastercard o Visa a seconda delle varie esigenze.

 

4 – ING

ING

Circuito: Mastercard

Canone: GRATIS

Prelievo massimo: 600€/giorno

Limite di spesa / Plafond: 1.500€/mese

Commissioni prelievo: 4% con un minimo di 3 €

Contactless: ✓

IBAN: ✓

ING non è rimasta indietro rispetto alla concorrenza, e ha creato ottime soluzioni per chi vuole una carta per Apple Pay da utilizzare in tutta sicurezza. Difatti, il conto corrente Arancio supporta Apple Pay in Italia e all’estero, consentendo agli utenti di effettuare pagamenti elettronici ovunque si trovino.

Uno dei suoi punti di forza è legato alle commissioni di prelievo, che ammontano a soli 0,95€ per operazione. In più, è notevole la possibilità di cambiare PIN e di modificare i limiti di spesa a seconda delle varie necessità, motivo per cui rientra tra le migliori carte per Apple Pay in Italia.

 

5 – Crédit Agricole 

Crédit Agricole Nexi Classic

Circuito: MasterCard

Canone: 50€/anno

Prelievo massimo: 250€/giorno

Limite di spesa: nessuno

Commissioni prelievo ATM: 4% (commissione minima 5,16€)

Contactless: ✓

IBAN: ✓

Per chi vuole usare il servizio Apple Pay sfruttando una carta emessa da una banca solida e con una lunga storia alle spalle, la carta Nexi Classic di Crédit Agricole potrebbe essere una soluzione interessante da valutare.

Si tratta di una carta abilitata contactless e compatibile con circuito Mastercard, utilizzabile sia in Italia che all’estero e, soprattutto, utilizzabile comodamente con Apple Pay per pagare con il telefono senza dover mettere il PIN fisicamente.

Basta poggiare il cellulare sul terminale, farsi riconoscere tramite Face ID o impronta digitale, e attendere la finalizzazione del pagamento. La carta integra avanzati sistemi di sicurezza come il 3DS, una tecnologia moderna che previene acquisti fraudolenti online.

I costi di gestione prevedono un canone annuo di 50€, e una commissione che può arrivare al 4%, (con un minimo di 0,52€) per i prelievi in area Euro e un minimo di 5,16€ per prelievi in area extra Euro. Inoltre, per chi si trova all’estero, è bene sapere che è prevista una commissione del 2% per le operazioni di cambio valuta.

 

6 – Wallester

Wallester
4.7

Circuito: Visa

Canone: Gratuito

Prelievo massimo: Personalizzabile

Limite di spesa: 15.000€/mese (si può incrementare tramite l’assistenza)

Commissioni prelievo: 2% a operazione (min 2€); prelievi internazionali 2€+2%

Plafond: in base ai fondi presenti sulla carta

Contactless:

IBAN:

Commissioni ricarica: 0% in Euro

Carte virtuali: 300 GRATIS

Chi cerca un conto aziendale e allo stesso tempo una delle migliori carte supportate da Apple Pay, può optare per Wallester, una soluzione innovativa pensata per imprese di qualsiasi natura.

Il suo principale vantaggio è un piano senza canone che comprende carte aziendali gratuite con cui i dipendenti possono effettuare spese in autonomia per servizi come carburante, cene di lavoro o pernottamenti in albergo.

In questo modo è possibile tracciare tutte le spese dimezzando le tempistiche e ottimizzando l’efficienza del personale, evitando macchinose procedure di rimborso. Inoltre, il servizio consente di prevenire operazioni illecite e di evitare errori di contabilità, poiché si può monitorare ogni singolo pagamento, impostando limiti di spesa, di prelievo e ottenendo report completi su entrate e uscite.

Anche se la traduzione dell’app in italiano è ancora poco fluida, l’interazione rimane semplice e intuitiva. Wallester Business è una delle scelte più convenienti: non impone alcun costo per l’implementazione dei suoi servizi a prescindere dal tipo di azienda.

 

7 – Hype

Hype Next

Circuito: Mastercard

Canone: 2,90 €/mese

Prelievo massimo: 1.000 €/giorno

Limite di spesa: 50.000 €

Commissioni prelievo ATM: gratis

Plafond: illimitato

Contactless:

IBAN:

Per chi ha compiuto i 18 anni di età e ha bisogno di una carta da usare in Italia e all’estero, Hype rappresenta buon compromesso tra costi di gestione, flessibilità ed efficienza.

Oltre ad essere ad essere una carta per Apple Pay, si tratta di un conto corrente con IBAN dove poter ricevere bonifici e stipendio, anche se si tratta a tutti gli effetti di una carta prepagata.

Inoltre, Hype mette a disposizione un conto gratuito, che permette di prelevare gratis fino a 250€ al mese. È altresì presente un’applicazione che consente di monitorare saldo e movimenti o inviare denaro ad altri Hyper, nonché di sincronizzare la carta Hype ad Apple Pay.

 

8 – Tinaba

Tinaba

Circuito: MasterCard

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: 250 €/giorno

Limite di spesa: NO (nessun limite)

Commissioni prelievo: Gratis i primi 12 prelievi; poi 2€

Contactless:

IBAN:

Chi cerca un’app comoda per inviare e ricevere denaro e allo stesso tempo una delle carte prepagate compatibili con Apple Pay migliori in assoluto, può dare un’occhiata al conto Tinaba con Banca Profilo, una soluzione ottima per pagare online, in negozi fisici e tramite Apple Pay in maniera efficiente e sicura.

Tramite l’app è possibile comprare e condividere denaro con amici e familiari senza costi aggiuntivi, l’ideale per una migliore gestione delle spese. Ad esempio, chi vive con dei coinquilini, può creare un gruppo in comune per gestire bollette e spese condominiali.

Si può inoltre creare un salvadanaio digitale per raggiungere i propri obiettivi di risparmio facilmente. Una delle poche spese da sostenere sarà quella del rilascio della carta fisica, che ammonta ad appena 7,99€. Per il resto, il canone è gratuito, e sono previsti fino a 12 prelievi gratis all’anno.

 

9 – illimity

illimity
4.2

Circuito: MasterCard

Canone: GRATIS

Prelievo massimo: 1.000€/giorno

Limite di spesa / Plafond: da 3.000€ a 5.000€/mese

Commissioni prelievo: 3 prelievi gratuiti al mese (importi superiori a 99€), 1.50 € per importi inferiori a 100€

Contactless: ✓

IBAN: ✓

Conosciuta per essere vincitrice del premio miglior nuova banca a livello mondiale, illimity Bank mette a disposizione dei propri utenti la carta illimity, una carta supportata da Apple Pay con caratteristiche interessanti per vari consumatori.

Partendo dal canone gratuito, la carta può essere richiesta in color blu, nero, verde o magenta a seconda delle proprie preferenze. Inoltre, l’esperienza di utilizzo è resa più smart dalla stessa app illimity, che consente di gestire le proprie finanze ottimizzando i tempi.

Collegando la carta ad Apple Pay, basterà qualche click per procedere al pagamento in negozio o online. In aggiunta, sempre tramite l’applicazione, è possibile pagare bollettini, MAV, RAV ed F24, oppure effettuare ricariche e inviare denaro ad altri conti. I costi di gestione sono abbastanza contenuti: le commissioni sui prelievi, infatti, sono di 0€ per importi uguali o superiori a 100€ e 1,50 € per importi inferiori a 100€ (con conto Premium). Previsti inoltre 3 prelievi gratuiti al mese per importi uguali o superiori a 100 €, poi 1,50 € a prelievo (con conto Classic).

 

10 – N26

N26

Circuito: MasterCard

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: 2.500 €/giorno

Limite di spesa: 5.000 €/giorno

Commissioni prelievo: Gratis i primi 3 prelievi; poi 2€

Contactless:

IBAN:

Oltre a essere una carta ottima per usare Apple Pay in Italia o all’estero, N26 si distingue per i bassissimi costi di gestione e le funzioni intuitive della sua app nativa. Difatti, direttamente dallo smartphone è possibile inviare bonifici, monitorare i movimenti, acconsentire l’addebito di bollette o abbonamenti e prelevare senza il bisogno della carta fisica.

In poche parole, tutto è a portata di smartphone, motivo per cui è tra le migliori carte supportate da Apple Pay nel 2024.

 

11 – Sella

Visa Classic Sella

Circuito: Visa

Canone piano base: 1,5 €/mese

Prelievo massimo:  1.000 € al mese/giorno

Limite di spesa / Plafond: 1.300 €/mese

Commissioni di prelievo: gratis da ATM Sella, da altri gratis 4 al mese, poi 2 €

IBAN: ✓

Contactless:

Un’ottima carta per Apple Pay in Italia è sicuramente quella di Banca Sella, che mette a disposizione diverse opzioni in base al tipo di consumatore. Tutti i conti Sella sono compatibili con Apple Pay, quindi si può associare il conto all’applicazione per affrontare le proprie spese senza la carta fisica.

A seconda del conto scelto, si possono avere diversi vantaggi, come nel caso della Sella Platinum, che offre plafond elevati in base al tipo di cliente, sconti esclusivi e assistenza prioritaria attiva 24/7.

Per chi, invece, vuole ammortizzare le spese ma godere di efficienza e flessibilità, Sella Classic potrebbe essere la soluzione ideale, con plafond fino a 1300€ e un canone di circa 3,50€/mese. Ovviamente, anche questa carta supporta Apple Pay per i pagamenti tramite smartphone.

12 – YOU

Advanzia YOU

Circuito: Mastercard

Canone: GRATIS

Prelievo massimo: NO (nessun limite)

Limite di spesa: comunicato alla firma del contratto

Commissioni prelievo: GRATIS

Plafond: comunicato alla firma del contratto

Contactless:

La carta YOU di Advanzia Bank, oltre a essere supportata da Apple Pay, risulta essere una delle migliori carte di credito del 2024, offrendo numerosi benefici tra cui:

  • canone gratuito;
  • prelievi e bonifici senza commissioni;
  • possibilità di collegare la carta al conto;
  • possibilità di ottenere una linea di credito frazionabile;
  • ottimi standard di sicurezza;
  • assicurazione sui viaggi inclusa.

In poche parole, tramite la carta YOU è possibile accedere a uno strumento di pagamento elettronico completo senza dover sostenere costi esorbitanti. La carta può essere utilizzata sia per pagamenti online che offline, sfruttando anche la tecnologia contactless e il circuito Mastercard, utilizzato in milioni di negozi in tutto il mondo.

In più, essendo pienamente compatibile con gli strumenti iOS, può essere comodamente collegata a Apple Pay per effettuare pagamenti direttamente con lo smartphone. 

 

Come collegare la carta ad Apple Pay

Che si voglia collegare Apple Pay a bancomat o una delle carte citate sopra, l’operazione è comunque semplicissima.

Per aggiungere bancomat a Apple Pay o altre carte, basta seguire questa procedura:

  • aprire Wallet e cliccare su “Aggiungi” (+);
  • selezionare carta di debito/credito e cliccare su continua;
  • seguire i passaggi sullo schermo e verificare le informazioni fornite;
  • in alcuni casi, potrebbe essere richiesto il download di una app per un’ulteriore verifica.

Al momento del pagamento, riaprire l’app Wallet, selezionare la carta e avvicinarla sul POS.

come collegare la carta a apple pay

Come eliminare la carta da Apple Pay

Similmente alla procedura per aggiungere bancomat ad Apple Pay o altre carte, la rimozione del metodo di pagamento è altrettanto semplice.

Ecco una procedura guidata da seguire:

  • aprire l’app Wallet e selezionare la carta da eliminare;
  • premere il pulsante “Altro” con i tre puntini e schiacciare dettagli;
  • scorrere in basso e premere “Rimuovi questa carta”.

Fatto questo, non si potrà più utilizzare Apple Pay col bancomat o, comunque, con la carta di credito selezionata.

Come aggiungere la carta per Apple Pay su iPad o Mac

Per chi ha un iPad o Mac, potrebbe essere utile aggiungere bancomat e carte di credito ad Apple Pay per effettuare acquisti online in un solo click.

Ecco come aggiungere un nuovo metodo di pagamento su Mac o iPad con Touch ID:

  • sul Mac, aprire Wallet e andare su “Preferenze di Sistema> Wallet e Apple Pay”;
  • su iPad, recarsi su “Impostazioni > Wallet e Apple Pay”;
  • in entrambi i casi, cliccare su “Aggiungi carta” e seguire i passaggi sullo schermo;
  • alla fine del processo, verrà richiesta la verifica delle informazioni.

Se i vostri dispositivi non hanno Touch ID, bisogna usare l’iPhone o l’Apple Watch, andando su “Impostazioni>Wallet e Apple Pay”, e attivando la voce “Consenti pagamenti su Mac”.

 

Vantaggi e svantaggi di Apple Pay

Diversi utenti pensano che Apple Pay costi molto solamente perché è un servizio offerto da Apple: niente di più falso. Difatti, chiunque può aggiungere bancomat a Apple Pay o qualsiasi altra carta di credito a costo zero. I vantaggi sono tantissimi, partendo dal fatto che il portafoglio diventa solo un lontano ricordo.

In aggiunta, anche se potrebbe sembrare il contrario, il livello di sicurezza è davvero elevato. Questo è possibile grazie agli avanzati protocolli di protezione che caratterizzano il sistema operativo iOS. Quando viene effettuato un pagamento, infatti, vengono creati codici univoci per il dispositivo e per la transazione, evitando di condividere i dati con il terminale e prevenendo episodi di frode bancaria.

Un piccolo inconveniente può sorgere nel momento in cui non si dispone di una connessione Internet e si deve effettuare un pagamento, ma al giorno d’oggi è veramente raro che accada.

 

Come e dove pagare con Apple Pay

Effettuare un pagamento da Apple Pay è semplicissimo: tramite l’applicazione è possibile pagare in negozi, online, sui mezzi e in qualsiasi altro luogo a patto che sia presente il logo di Apple Pay sul terminale.

Ecco un riassunto esplicativo per pagare con Apple Pay app:

  • aprire Wallet e selezionare la carta desiderata;
  • se si usa la carta di default con Face ID, premere il tasto laterale due volte e farsi riconoscere, o inserire il codice di sicurezza del Wallet; con Touch ID, invece, bisogna fare doppio click su Home.
  • una volta riconosciuti, avvicinare l’iPhone al terminale.

Per pagare online, la procedura è diversa ma molto simile:

  • al momento del pagamento, selezionare Apple Pay app;
  • selezionare la carta desiderata e, se necessario, inserire le informazioni per la spedizione;
  • confermare il pagamento premendo due volte il tasto laterale (Face ID o Apple Watch) o usando il Touch ID, anche su Mac; nel caso in cui il Mac sia senza Touch ID, bisognerà confermare dall’iPhone o dall’Apple Watch.

Alla fine bisogna assicurarsi che ci sia un segno di spunta, che attesta l’esecuzione del pagamento con Apple Pay.

Come pagare con Apple Watch

Come con gli altri dispositivi, pagare con Apple Pay su Apple Watch è semplicissimo.

Ecco i passaggi da seguire:

  • schiacciare per due volte il pulsante laterale dell’orologio;
  • in automatico si aprirà la carta di default; in alternativa, scorrere in basso per selezionarne un’altra;
  • avvicinare l’Apple Watch al lettore puntando il display contro lo schermo del POS finché non sentite il classico segnale acustico.

In pochi secondi il pagamento verrà effettuato.

 

Sicurezza di Apple Pay: i dati sono protetti?

pagare con apple watch

 

Al contrario di ciò che molti potrebbero pensare, pagare con Apple Pay non significa mettere a rischio la propria sicurezza. Come già anticipato, infatti, al momento del pagamento viene creato un codice sia per la transazione che per il dispositivo, che preverranno frodi e attacchi hacker.

Allo stesso tempo, solo l’utente sa ciò che sta comprando, in quanto ogni pagamento effettuato con carte di credito e Apple Pay non viene archiviato o registrato da Apple. Di conseguenza, la società non potrà ricondurre le transazioni all’utente, rispettando tutte le normative sulla privacy.

Ovviamente, è obbligo dell’utente adottare le giuste misure di sicurezza in merito ad acquisti online e pagamenti elettronici in negozi fisici.

 

Conclusioni

Sono tantissimi gli utenti che lasciano ottimi feedback su Apple Pay, anche perché il servizio si dimostra essere molto efficiente e conveniente sotto numerosi punti di vista. Logicamente, utilizzare una carta con Apple Pay sarà comodo a seconda delle proprie esigenze personali.

Alcuni preferiscono usarlo con la propria carta di credito principale, mentre altri utenti un po’ più scettici potrebbero preferire usarlo con una prepagata solamente quando vanno in viaggio.

A prescindere dall’utilizzo, è chiaro che Apple Pay ha recensioni positive a livello mondiale, motivo per cui è uno dei servizi più famosi attualmente in circolazione.

Domande frequenti sulle migliori carte supportate da Apple Pay 2023

Apple Pay è sicuro?

Apple Pay può essere considerato sicuro in quanto non registra i dati delle transazioni, rispettando la privacy dell’utente. Inoltre, quando si effettua un pagamento, vengono creati dei codici univoci per il dispositivo e per la transazione stessa, così da prevenire la condivisione dei dati sensibili della carta.

Che differenza c'è tra Apple Pay e Google Wallet?

Non c’è una differenza sostanziale tra le due applicazioni, se non riguardo alla compatibilità. Difatti, Apple Pay su Android non funziona, mentre Google Wallet non funziona sui dispositivi iOS.

Come si fa a pagare con l'iPhone?

Usare una carta con Apple Pay su iPhone è semplice. Basta aprire l’app Wallet, selezionare la carta, farsi riconoscere tramite Face ID o Touch ID, e avvicinare il cellulare sul terminale POS.

Quanto costa pagare con Apple Pay?

Il servizio di Apple Pay è completamente gratuito e non prevede nessun costo aggiuntivo, a prescindere dalla carta o dal dispositivo utilizzato.

Come disattivare Apple Pay in caso di furto del cellulare?

In questi casi bisogna usare il servizio Trova il mio iPhone. Accedere quindi all’account ID Apple con un Mac o PC, andare su Dispositivi e cliccare iPhone smarrito. Selezionare poi “Wallet e Apple Pay”>”Rimuovi elementi”. In alternativa, si può chiamare l’emittente della carta.

Come ricaricare Apple Pay?

Per mettere del credito su Apple Pay bisogna andare sull’App Store, cliccare sulla foto o le proprie iniziali e poi su “Aggiungi credito”, inserendo l’importo desiderato.

Cosa fare se la carta non è supportata da Apple Pay?

La maggior parte delle carte sono supportate da Apple Pay. Se non dovesse funzionare, provate a contattare l’emittente della carta o aggiornare il dispositivo all’ultima versione di iOS. Inoltre, è possibile che nel Paese in cui vi trovate il servizio non sia disponibile.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Il presente sito e tutti i suoi collaboratori non sono responsabili né devono essere ritenuti responsabili per eventuali perdite o danni commerciali subiti avendo fatto affidamento sulle informazioni contenute su questo sito. I dati contenuti in questo sito non sono necessariamente forniti in tempo reale e non sono necessariamente accurati. Tutti i riferimenti a singoli strumenti finanziari non devono essere intesi come attività di consulenza in materia di investimenti, né come invito all'acquisto dei prodotti o servizi menzionati. Investire comporta il rischio di perdere il proprio capitale. Investi solo se sei consapevole dei rischi che stai correndo. Fineco non si assume alcuna responsabilità per l’accuratezza o la completezza delle informazioni riportate in questo sito. Per ulteriori informazioni su Fineco visita il sito www.finecobank.com

Le opinioni espresse all'interno dei contenuti sono esclusivamente dell'autore e non riflettono le opinioni e convinzioni di Revolut. Tuttavia, questo sito guadagna una commissione attraverso i link di affiliazione

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per dettagli e condizioni, vai su http://www.hype.it/trasparenza e consulta i fogli informativi

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. I tassi creditori sul Conto Deposito sono da intendersi annui lordi e sono validi per i clienti che completano la richiesta di apertura Conto Illimity Premium entro il 18/12/2023 e vincolano le somme entro la predetta data. Le condizioni promozionali su conto corrente Premium (ovvero: i) giacenza sul conto corrente remunerata al 2,50% annuo lordo fino al 31/12/2024, poi 0,50% lordo annuo; ii) imposta di bollo su conto corrente gratuita fino a un massimo di euro 34,20 annui ogni anno) sono valide per le richieste di apertura conto completate entro il 01/02/2024. Per maggiori dettagli sulle condizioni economiche e contrattuali del Conto illimity Premium, Conto Classic e di Conto Deposito illimity consulta i fogli informativi disponibili nella sezione trasparenza di illimity.com/trasparenza.