Migliori Carte di Credito a Rate: Classifica Luglio 2024

Migliori Carte di Credito a Rate: Classifica Luglio 2024

In questo articolo faremo una panoramica generale delle migliori carte di credito a rate del 2024, analizzando costi, limiti, vantaggi e svantaggi.
Migliori Carte di Credito a Rate: Classifica Luglio 2024
In questo articolo faremo una panoramica generale delle migliori carte di credito a rate del 2024, analizzando costi, limiti, vantaggi e svantaggi.
Michelangelo Ricupati
Pubblicato il 16 ago 2023 - Aggiornato il 2 lug 2024

Le carte di credito a rate sono una delle soluzioni più innovative presenti sul mercato dei pagamenti elettronici, capaci di offrire ai titolari di un conto corrente una buona flessibilità nella gestione dei propri risparmi e delle spese quotidiane.

A differenza di quelle a saldo, infatti, una carta di credito rateale, o revolving, permette di dilazionare una spesa nel tempo e non rimborsare subito (o tutto insieme, il mese successivo) il credito preso in prestito.

Per semplificare il processo di selezione della migliore carta di credito a rate del 2024, abbiamo stilato una classifica individuando le soluzioni che soddisfano le principali esigenze degli utenti e valutando elementi importanti come plafond, costi annuali, tassi di interesse, facilità di richiesta e qualità del servizio clienti.

In questo modo, scegliere la carta di credito rateale online migliore per le proprie necessità sarà un gioco da ragazzi!

Cosa sono e come funzionano le carte di credito a rate

Come suggerisce il nome, le carte di credito rateizzate sono strumenti di pagamento elettronico che consentono di accedere a una linea di credito, esattamente come quelle tradizionali a saldo.

In questo caso si può pagare il credito preso in prestito a rate, in modo da non dover affrontare tutta la spesa in una sola volta. Una carta di credito a rate consente soprattutto a chi non ha grosse entrate di poter effettuare spese di un certo tipo senza troppe difficoltà, come per esempio l’acquisto di un nuovo elettrodomestico o la riparazione dell’auto.

Questo, chiaramente, rende l’utilizzo del credito particolarmente semplice, anche per chi non ha dimestichezza con prodotti del genere. Il funzionamento, infatti, è molto intuitivo:

  • la banca o la società emittente valuta la situazione reddituale del richiedente;
  • a seguito delle valutazioni, viene erogata una certa linea di credito, chiamata anche fido o plafond;
  • il credito può essere speso per i propri acquisti in un certo arco temporale, che varia da giorni a mesi;
  • l’importo andrà restituito a rate, compresi gli interessi, pagando un importo minimo mensile stabilito dalla banca;
  • se concesso dall’istituto che emette la carta, gli importi possono essere aumentati a proprio piacimento in modo da velocizzare il processo di rimborso.

Quando viene pagato l’importo mensile richiesto, inoltre, si contribuisce a pagare sia gli interessi all’emittente, sia a ricostituire il credito totale.

Per capire meglio come pagare a rate con carta di credito, può essere utile fare un calcolo approssimativo: se per esempio si ha un plafond di 1000€, si usano 500 per l’acquisto di un frigorifero e si paga un importo mensile di 50€ (di cui 10 sono gli interessi), dopo il secondo mese si avrà a disposizione 580€, in quanto 80€ al netto degli interessi sono già stati restituiti versando appunto l’importo richiesto.

Pagare a rate con carta di credito, quindi, diventa semplicissimo, con tanto di possibilità di accedere a soluzioni a tasso zero entro una certa soglia, e a soluzioni dette “a opzione” (presentate più in basso), ovvero che presentano sia le modalità di rimborso a saldo che rateali.

Classifica Carte di Credito a Rate (2024)

Alla luce di quanto detto sopra, è chiaro che il funzionamento di una carta di credito rateale è alla portata di tutti. La vera difficoltà sta nello scegliere la soluzione più conveniente in base alle proprie esigenze e gestirla senza indebitarsi eccessivamente. Di seguito, quindi, una classifica con le migliori carte di credito a rate del 2024.

1. Carta di credito Fineco

Fineco Card Credit

Emittente: Fineco Bank

Tipo di Carta: Carta di credito

Circuito: Visa/Mastercard

Canone: 19,95 €/anno (versione base)

Fido Max: fino a 1.600 €

Rimborso: mensile con TAN/TAEG 9,95%/20,80%

Contactless: ✓

La carta di credito a rate Fineco Card Credit è considerata una delle soluzioni migliori disponibili sul mercato dei pagamenti elettronici. Ovviamente, offre la possibilità di avere una linea di credito da rimborsare a rate.

La carta di credito rateizzabile è associata a un conto che costa 19,95€ all’anno: ha limiti di prelievo di 1.000€ giornalieri, con un limite di spesa di 4.000€ al mese. Grazie ai circuiti Mastercard e Visa, selezionabili in fase di richiesta, è possibile pagare in tutto il mondo comodamente e con la piena flessibilità.

Il plafond ammonta a 1.600€, una cifra ragionevole che può comunque essere aumentata manualmente dall’applicazione di Fineco. Per chi preferisce rimborsare in un’unica soluzione senza tassi di interesse, è possibile scegliere la modalità a saldo.

Dal punto di vista della sicurezza, questa carta di credito rateale gode di alcuni dei più avanzati sistemi disponibili come l’autenticazione a due fattori, che aggiunge uno strato di protezione per difendersi da frodi e furti di dati sensibili.

2. Mediolanum Credit Card

Mediolanum Credit Card

Emittente: Banca Mediolanum SPA

Tipo di Carta: Carta di credito

Circuito: Mastercard o Visa

Canone: gratis per 1 anno (poi 40 €)

Limite di spesa: da 1.500€ a 3000€/mese

Commissioni prelievo: gratuiti presso Banca Mediolanum, 2€ presso le altre banche

Fido Max: fino a 2.400 €/mese

Rimborso: mensile con TAN o e TAEG variabile fino all’11,07%

Contactless: ✓

La carta di credito rateale di Mediolanum si distingue per le sue numerose funzioni aggiuntive e per la possibilità di ottenere il canone zero per il primo anno, che sale a 40€ dal secondo anno in poi.

La carta include, oltre alla possibilità di prelevare gratuitamente dagli ATM abilitati, una polizza Multirischi Nexi gratuita che protegge in fase di pagamento. In più, si possono attivare gli alert SMS per rimanere sempre aggiornati sui pagamenti, con la possibilità di impostare sistemi di riconoscimento facciale, PIN personalizzati e codici temporanei.

Con la carta di credito a rate Mediolanum è previsto un comodo plafond minimo di 1.500€, utilizzabile sia in modalità a saldo senza interessi che rateale tramite Easy Shopping. Questa funzione permette di rateizzare gli acquisti dai 250€ ai 2.400€, pagando una piccola rata mensile.

Basta attivare la funzione dalla lista movimenti dopo il pagamento, selezionare la spesa interessata, scegliere il numero di rate e confermare il piano di rateizzazione, per una comodità unica. In questo caso, gli interessi prevedono TAN 0% e TAEG da 4,40% a 15,91%.

3. ING Mastercard Gold

ING Mastercard Gold

Emittente: ING Direct

Tipo di Carta: Carta di credito

Circuito: Mastercard

Canone: 24 €/anno o gratis se spendi almeno 500 €/mese

Fido Max: fino a 3.000 €

Rimborso: mensile con TAN 0 e TAEG variabile fino al 18,37%

Contactless: ✓

La ING Mastercard Gold è una carta di credito a rate con plafond di 1500€ che vanta tantissime recensioni positive dagli utenti.

Oltre al canone di soli 2€ al mese, azzerabile spendendo almeno 500€ al mese, questa carta di credito rateale è completamente personalizzabile a seconda delle proprie esigenze, a partire dal PIN modificabile direttamente dal sito o dall’app.

La flessibilità nell’impostazione manuale dei limiti di spesa giornalieri e mensili, inoltre, permette di gestire al meglio i fondi presenti sul conto, con la possibilità di sospenderlo in un solo click nel caso di attività sospette.

Per quanto riguarda l’uso della linea di credito, la carta ING Mastercard Gold dispone della funzione Pagoflex, una soluzione gratuita che permette di rateizzare le spese dall’importo minimo di 200€.

Nello specifico, si può scegliere se ripagare la spesa in 3, 6, 9 o 12 mesi, a seconda dell’importo e della disponibilità economica. Per quanto riguarda i tassi TAN/TAEG, questi variano a seconda della durata del piano e dell’importo da rateizzare, ma è possibile effettuare una simulazione prima di confermare l’attivazione di Pagoflex, così da avere un quadro chiaro della situazione.

4. Crédit Agricole Nexi Classic

Crédit Agricole Nexi Classic

Emittente: Mercury UK Holdco Limited

Tipo di Carta: Carta di credito

Circuito: MasterCard

Canone: 50€/anno

Fido Max: da 1.500 euro a 2.400 euro

Rimborso: mensile con TAEG zero

Contactless: ✓

Chi richiede un conto Crédit Agricole Full può ottenere una comoda carta di credito a rate emessa direttamente da Nexi, la Nexi Classic. Inoltre, i clienti più esigenti possono richiedere una carta Nexi Prestige scontata al 50%, ottenendo ulteriori vantaggi esclusivi.

La carta rateale può essere utilizzata per tutte le spese quotidiane, con tanto di app dedicata e Home Banking per monitorare saldo e transazioni in tempo reale.

L’addebito avviene ogni giorno 15 del mese, ma si può scegliere di pagare a rate con carta di credito in qualsiasi momento spuntando l’opzione Easy Shopping, pagando una piccola rata mensile con TAN 0% e TAEG variabile dal 4,40% a 15,91%.

La funzione può essere attivata per spese minime di 250€ e massime di 2.400€. È anche possibile modificare i limiti di utilizzo e i canali di pagamento tramite app, senza doversi necessariamente recare allo sportello.

Per quanto riguarda la sicurezza, le carte di credito rateizzate Crédit Agricole sono abilitate al Mastercard SecureCode, in caso di circuito Mastercard, e al sistema Verified by VISA se si opta per il circuito Visa.

In tutti i casi, è possibile usare il 3D Secure per evitare frodi durante gli acquisti online, collegando il conto a Apple Pay o Google Wallet se si vuole pagare usando il cellulare al posto della carta fisica.

5. Visa Classic Banca Sella

Sella Visa Classic

Emittente: Banca Sella

Tipo di Carta: Carta di credito

Circuito: Visa

Canone: 41 €/anno

Fido Max: fino a 1.300 € mensili

Rimborso: mensile con TAN/TAEG 14,30%/23,86%

La carta di credito rateale Visa Classic è senz’altro una delle migliori soluzioni in circolazione. Emessa da Banca Sella, opera su circuito Visa per effettuare pagamenti nazionali e internazionali con la massima sicurezza.

Il canone è pari a 41€ all’anno, e comprende un fido di 1.300€ da rimborsare in due modalità: a saldo o a rate. Nel primo caso, bisogna riconsegnare l’intero importo utilizzato in un’unica soluzione e senza interessi, mentre nel secondo caso si potrà dilazionare la spesa pagando una rata mensile, con TAN/TAEG 14,30%/23,86%

La carta di credito a rate di Banca Sella può essere collegata direttamente allo smartphone tramite Google Pay o Apple Pay, e può essere gestita dall’applicazione dedicata per monitorare saldo, movimenti e funzioni aggiuntive.

6. Carta YOU

Advanzia – Carta YOU

Emittente: Advanzia

Tipo di Carta: Carta di credito

Circuito: Mastercard

Canone: gratis

Fido Max: variabile in base al reddito

Rimborso: mensile con TAN/TAEG 21,00% / 23,14%

La YOU di Advanzia Bank è una carta di credito a rate Mastercard che permette di pagare online e in negozio senza limitazioni e, soprattutto, che dà accesso a una linea di credito da poter utilizzare e rimborsare a rate.

La peculiarità di questa carta, oltre alla possibilità di usare la modalità di rimborso a rate, però, è l’assenza di commissioni in tutto il mondo, sia per quanto riguarda i prelievi che i pagamenti.

Riguardo al funzionamento del credito messo a disposizione del cliente, invece, questa consente di dilazionare i pagamenti, con un saldo minimo di 30€, alle seguenti condizioni:

  • interessi allo 0% sugli acquisti se si salda integralmente entro la data di scadenza, quindi non a rate;
  • interessi all’1,79% sugli acquisti in caso di pagamento rateale, con un tasso di interesse annuo effettivo del 23,69%;
  • interessi con tasso annuo del 23,69%, sui prelievi di contanti e sull’acquisto di criptovalute.

Tutto è monitorabile direttamente dall’applicazione dedicata, in cui è possibile consultare un comodo riepilogo delle spese mensili. Per quanto riguarda l’importo del plafond concesso, questo varierà a seconda della propria situazione reddituale.

Differenza tra carte di credito a rate e a saldo

La differenza tra carte di credito a rate e a saldo è la modalità di rimborso. Se, per esempio, si vuole comprare una bici elettrica a rate bisogna optare per un’opzione revolving.

Se, invece, c’è la necessità di una carta di credito con plafond elevato e con tassi d’interesse inferiori, la soluzione è optare per una carta di credito a saldo. Le soluzioni a rate, infatti, risultano più flessibili ma un po’ più costose in termini di TAN e TAEG.

Le carte di credito a saldo, invece, hanno spesso dei plafond più elevati e dei costi inferiori sui tassi d’interesse.

Carte optional revolving: cosa sono

Le carte optional revolving, conosciute comunemente come carte a opzione, rappresentano probabilmente la soluzione più flessibile in assoluto presente sul mercato. Queste, infatti, consentono al titolare di scegliere la modalità di rimborso che più preferisce, a seconda delle varie esigenze.

Se, ad esempio, si vuole comprare un prodotto non troppo costoso che si pensa di poter ripagare già il mese successivo, allora si può usare il fido optando per la modalità di rimborso a saldo.

Diversamente, se si vuole comprare un elettrodomestico particolarmente costoso, o si vuole pagare a rate con carta di credito per la riparazione dell’auto, allora si può optare per la modalità rateale. Ciò consente al titolare di gestire i fondi come meglio crede e non essere mai in difficoltà per ripagare il debito.

Come scegliere una carta di credito rateale

carta di credito

Alcuni degli elementi più importanti da valutare prima della scelta di una carta rateale sono i costi, i limiti, il circuito di pagamento e gli interessi dovuti alla banca.

Per quanto riguarda i costi, il consiglio è quello di optare per carte di credito a rate gratuite o, comunque, con un canone annuo basso. In più, è bene valutare il costo delle commissioni, sia per i pagamenti che per i prelievi, come anche per i bonifici.

Valutati i costi di gestione, bisogna poi analizzare i limiti di spesa, i limiti di prelievo e il fido massimo concesso dalla banca, in modo da capire che tipo di spese si possono coprire. Chiaramente, la carta di credito deve usare un circuito flessibile e compatibile, come Mastercard o Visa, circuiti di pagamento leader a livello mondiale.

Chi viaggia spesso, inoltre, dovrebbe verificare se è possibile effettuare cambi valuta e quali sono i costi legati all’operazione, nonché assicurarsi che siano presenti coperture sui viaggi e su eventuali infortuni o spese mediche.

Ultimo ma non per importanza, i tassi d’interesse e le commissioni legate all’uso del fido vanno analizzati attentamente, così da capire quali sono i costi da sostenere e quanto si dovrà effettivamente restituire alla banca.

Come calcolare i tassi di interesse

Calcolare i tassi di interesse delle carte di credito a rate può essere un po’ complicato. Difatti, bisogna considerare elementi come il tasso nominale (TAN), le commissioni, le spese di gestione ed eventuali costi extra applicati.

Tutti questi elementi andranno a costituire il TAEG, cioè il tasso di interesse globale che comprende tutte le spese. Ora facciamo un esempio e immaginiamo di avere una carta di credito rateizzata con TAN al 15% (1,25% al mese) e di sostenere una spesa di 2.000€ da dilazionare in 12 mesi, con incasso della rata e invio estratto conto gratuiti.

Il calcolo sarà il seguente:

  • TAN: 15%
  • Costo estratto conto: 0€
  • Importo rateizzato: 2.000€
  • Importo rata: fisso a 100€ per 24 rate

Un pagamento con carta di credito a rate, a queste condizioni, prevede un costo totale di circa 2.300€, di cui 300€ di interessi. Chiaramente, se viene diminuito il numero di rate e viene innalzato l’importo della rata mensile, si diminuisce il costo totale del credito, pagando meno interessi.

Di conseguenza, il metodo per ridurre al minimo i costi è quello di trovare la giusta combinazione tra numero di rate e importo della rata mensile, cercando di rimborsare “a saldo” quando possibile per evitare di sostenere spese extra.

 

Come richiedere una carta di credito a rate

La richiesta varia a seconda della soluzione scelta. Alcune carte di credito rimborsabili a rate possono essere richieste esclusivamente tramite uno sportello fisico abilitato, e spesso non sono pubblicizzate online.

Ciò rende difficile capire in anticipo il funzionamento della carta di credito rateale, scoraggiando i clienti dall’effettuare la sottoscrizione.

Al contrario, le migliori carte di credito con cui pagare a rate sono presenti online, e mettono a disposizione dell’utente tutte le informazioni utili relative a costi, limiti, tasso d’interesse ed eventuali commissioni aggiuntive.

La richiesta può essere effettuata in pochi minuti online, per poi ricevere il prodotto fisico direttamente a casa. In questo modo l’utente può confrontare tutte le soluzioni disponibili senza doversi necessariamente recare allo sportello, risparmiando tempo e prendendo decisioni informate.

Per la richiesta, solitamente, sono necessari documenti quali carta d’identità e codice fiscale, mentre in alcuni casi è richiesta anche una prova della residenza, che può essere confermata con una bolletta o con la ricevuta di un abbonamento.

Inoltre, alcune carte esclusive richiedono una RAL minima per la sottoscrizione, quindi potrebbe essere necessaria una busta paga o un documento che attesti la propria situazione reddituale.

Vantaggi e svantaggi

carta credito gratuita

L’acquisto a rate con carta di credito può essere molto vantaggioso in alcuni casi, motivo per cui queste soluzioni sono particolarmente gettonate. D’altronde, le carte di credito a rate offrono la possibilità di coprire le proprie spese senza dover per forza avere liquidità sul conto.

Inoltre, queste carte permettono di proteggersi da truffe e frodi bancarie, in quanto presentano avanzati sistemi di sicurezza e aderiscono spesso a fondi di garanzia, che coprono in caso di furto o smarrimento.

Un ulteriore vantaggio è legato al circuito di pagamento, poiché le migliori carte di credito rateizzate usano circuiti come Mastercard e Visa, utilizzabili praticamente in tutto il mondo.

Tra gli svantaggi, invece, l’addebito che avviene di mese in mese potrebbe essere una nota negativa, in quanto bisogna organizzarsi al meglio con le spese per evitare problemi che peggiorerebbero il proprio merito creditizio.

Essere cattivi pagatori, infatti, comporterebbe la chiusura del conto e la segnalazione da parte della banca, nonché l’eventuale pignoramento dei beni. Un ulteriore svantaggio è legato alle commissioni di prelievo, spesso più elevate di una normale carta conto.

Pro
Contro
Pro
  • possibilità di effettuare acquisti anche senza liquidità
  • si pagano piccoli importi mensilmente, piuttosto che saldare l’intero debito
  • flessibilità nella dilazione dei pagamenti
  • circuiti di pagamento internazionali
  • presenza di soluzioni con cashback o a canone zero
Contro
  • rischio di indebitarsi tutti i mesi dell’anno
  • alte commissioni per i prelievi all’ATM
  • spese accessorie elevate

Metodologia

Per individuare le migliori carte di credito a rate abbiamo utilizzato una metodologia che ci consente di filtrare la ricerca, eliminando le soluzioni che non riescono a soddisfare le esigenze degli utenti.

Questo metodo prevede l’analisi e il confronto di elementi importanti che, ai fini dell’utilizzo della carta di credito rateale, possono fare la differenza. Ecco un elenco esaustivo dei criteri presi in considerazione per la valutazione:

  1. plafond: gioca un ruolo importante quando si paga a rate con carta di credito, in quanto costituisce il nostro margine di spesa, quindi più sarò elevato più avremo flessibilità nelle operazioni;
  2. costi annuali: avere un plafond importante potrebbe far innalzare i costi, motivo per cui abbiamo selezionato carte di credito con costi contenuti, sia per quanto riguarda il canone che le spese accessorie;
  3. tassi di interesse: insieme ai costi fissi e alle spese accessorie, abbiamo valutato i tassi di interesse, che influenzeranno fortemente il costo del credito utilizzato;
  4. facilità di richiesta: tutte le carte di credito rateali presenti in classifica sono facili da ottenere e possono essere richieste direttamente online, con controlli veloci da parte della banca;
  5. servizio clienti: abbiamo individuato solamente opzioni con un’assistenza facilmente raggiungibile e di qualità, l’ideale per ottenere supporto in caso di emergenza.

Alternative alle carte di credito a rate

Chi non vuole usare una carta di credito a rate per evitare di sostenere costi elevati quando si utilizza il plafond e per non rischiare di indebitarsi mensilmente, può cercare alternative valide che consentono di ampliare il proprio margine di spesa.

Tra queste, ci sono:

  1. carte a saldo: funzionano come le carte di credito rateali, con la differenza che il plafond va restituito in un’unica soluzione il mese successivo all’acquisto, senza però applicare alcun tipo di interesse;
  2. carte prepagate: non offrono un credito, ma permettono di creare uno spazio separato dal conto principale con fondi da utilizzare in caso di emergenza, consentendo di gestire al meglio le proprie finanze personali senza indebitarsi;
  3. prestiti personali: permettono di ottenere liquidità, anche per importi elevati, in modo da far fronte a spese importanti e imprevisti, con interessi solitamente più bassi delle carte di credito a rate, anche se la durata del prestito è maggiore.

Conclusioni

Avere una carta di credito a rate è sicuramente conveniente per coloro che cercano uno strumento pratico e flessibile da utilizzare per effettuare le proprie spese extra. D’altronde, parliamo di carte che permettono di ampliare il proprio potere d’acquisto a fronte di pagamenti mensili e con numerose funzioni aggiuntive per la gestione delle rate.

Un limite è legato al fatto che, rateizzando in modo continuativo le spese, si rischia di indebitarsi mensilmente e di incrementare il costo complessivo dei beni acquistati a causa degli interessi.

Di conseguenza, chi decide di pagare a rate con carta di credito dovrebbe utilizzare questa opzione soltanto in caso di necessità, cercando di ricostituire il plafond il prima possibile per evitare costi troppo elevati.

Domande frequenti sulle migliori carte di credito a rate

Quanto costa rateizzare con carta di credito?

Il costo per pagare a rate con carta di credito dipende dalla soluzione scelta. Nella maggior parte dei casi, le carte di credito a rate permettono di accedere a un fido superiore ai 1.000€, con tassi d’interesse che si aggirano intorno al 20% e, in alcuni casi, possono toccare il 25%.

Cosa succede se non pago le rate della carta di credito?

Se non si pagano le rate della carta di credito, si rischia di essere etichettati come cattivi pagatori e segnalati alle autorità, avendo quindi problemi con altre banche in futuro. In più, l’importo verrà addebitato comunque e il conto va in rosso, aumentando le spese per il recupero debiti. In alcuni casi si può anche andare incontro al pignoramento dei beni.

Quante rate si possono fare con la carta di credito?

Il numero di rate massime disponibili dipende dalla soluzione scelta. Nella maggior parte dei casi si può pagare a rate dilazionando il pagamento in 3, 6, 9 o 12 mesi, anche se alcune soluzioni consentono di optare per piani fino a 36 mesi.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Il presente sito e tutti i suoi collaboratori non sono responsabili né devono essere ritenuti responsabili per eventuali perdite o danni commerciali subiti avendo fatto affidamento sulle informazioni contenute su questo sito. I dati contenuti in questo sito non sono necessariamente forniti in tempo reale e non sono necessariamente accurati. Tutti i riferimenti a singoli strumenti finanziari non devono essere intesi come attività di consulenza in materia di investimenti, né come invito all'acquisto dei prodotti o servizi menzionati. Investire comporta il rischio di perdere il proprio capitale. Investi solo se sei consapevole dei rischi che stai correndo. Fineco non si assume alcuna responsabilità per l’accuratezza o la completezza delle informazioni riportate in questo sito. Per ulteriori informazioni su Fineco visita il sito www.finecobank.com