Migliori Conti Correnti per Pensionati: Guida 2024

Migliori Conti Correnti per Pensionati: Guida 2024

In questa guida vedremo nel dettaglio quali sono i migliori conti correnti per pensionati, come funzionano e quali sono i loro principali vantaggi.
Migliori Conti Correnti per Pensionati: Guida 2024
In questa guida vedremo nel dettaglio quali sono i migliori conti correnti per pensionati, come funzionano e quali sono i loro principali vantaggi.
Michelangelo Ricupati
Pubblicato il 11 ago 2023 - Aggiornato il 3 apr 2024

Come vale per altri tipi di utenti, un conto corrente per pensionati può essere molto vantaggioso per la gestione del proprio denaro. Questo perché, oltre a limitare l’uso del contante e ridurre tutti i rischi a esso correlati, è possibile accedere a una serie di vantaggi non da poco.

Uno dei benefici maggiori di queste soluzioni, per esempio, è la possibilità di ricevere l’accredito della pensione INPS (o INAIL) direttamente su conto corrente bancario, senza doversi necessariamente recare allo sportello e riducendo quindi le tempistiche.

Tuttavia, vista la grande quantità di soluzioni presenti sul mercato, scegliere un conto corrente per pensionati può risultare complicato: questa guida facilita la scelta, illustrando nel dettaglio il funzionamento delle soluzioni più convenienti attualmente.

Leggendo di seguito, quindi, è possibile scoprire quali sono i migliori conti correnti per pensionati del 2024.

Che cos’è un conto corrente per pensionati

Un conto corrente per pensionati, conosciuto anche come “conto pensione”, è appunto un conto destinato a coloro che ricevono mensilmente la pensione. In poche parole, il funzionamento è il medesimo del conto corrente, e sono presenti quindi funzioni per l’accredito della pensione INPS e l’addebito dei servizi.

La differenza sostanziale è che, generalmente, i conti correnti classici offrono molte funzioni aggiuntive e, soprattutto, richiedono nella maggior parte dei casi una buona dimestichezza con Internet.

Diversamente, considerando che la maggior parte degli utenti over 65 non ha molta familiarità con il web e con gli smartphone, i conti correnti per pensionati sono studiati per avere un numero limitato di funzioni essenziali per la gestione del denaro.

Inoltre, molti offrono la possibilità di recarsi allo sportello e ricevere assistenza da un operatore umano, per evitare di far commettere errori ai titolari dei conti seconda dell’operazione da svolgere. Un ulteriore elemento distintivo è che i conti pensione possono prevedere offerte speciali, destinate appunto ai titolari di pensione e a coloro che hanno superato una certa età.

Come funziona un conto corrente per pensionati

Migliori conti correnti per pensionati

Il conto corrente per pensionati rientra nei cosiddetti conti base. Un conto base, secondo il decreto n.70 del MEF del 3 maggio 2018, “include a fronte di un canone annuale onnicomprensivo, il numero di operazioni annue effettuabili senza addebito di ulteriori spese”.

In poche parole, pagando solamente il canone, questa tipologia di conti consente di effettuare tutte le operazioni disponibili senza alcun tipo di addebito aggiuntivo. Alcuni tipi di conto corrente per over 60, per esempio, permettono di fare un certo numero di prelievi senza commissioni anche presso altre banche.

Altri conti correnti, come quelli per over 65, invece, possono prevedere bonifici gratuiti entro un certo limite o l’azzeramento del canone se si soddisfano determinati requisiti. Chiaramente, le funzioni e i benefit variano a seconda dell’istituto scelto.

Un conto corrente per pensionati Unicredit, per esempio, può offrire determinate funzioni online o applicazioni dedicate, mentre un conto corrente postale per over 65 può offrire servizi aggiuntivi come il pagamento degli F24 o la possibilità di creare un buono fruttifero allo sportello, sempre se previsto dal tipo di conto aperto.

Quando è obbligatorio aprire un conto corrente per pensionati

Secondo la legge n.44 del 26 aprile 2012, in vigore dal 1° luglio dello stesso anno, l’obbligo di detenere un conto corrente per pensionati è destinato a tutti coloro che riscuotono una pensione pari o superiore a 1.000€.

Per chi si chiede quindi come riscuotere la pensione senza conto corrente (se essa è pari o superiore a 1000€), la risposta è che non è possibile, poiché per legge è necessario aprire un conto per ricevere l’accredito.

Nello specifico, la pensione va accreditata presso un conto corrente postale per over 65 o, comunque, per pensionati, o presso un conto corrente bancario di qualsiasi istituto finanziario. L’obbligo permette, oltre alla possibilità di gestire meglio le proprie spese, di limitare l’uso del contante, in quanto la pensione non potrà essere riscossa allo sportello sotto forma di denaro contante.

D’altronde, in passato non era raro assistere a episodi fraudolenti dovuti proprio alla possibilità di ritirare oltre 1.000€ liquidi, come scippi o rapine.

L’accredito della pensione su un conto corrente diverso da quello intestato al beneficiario, come quello del figlio o di altri parenti, invece, normalmente non è possibile. Ci sono solo alcuni casi particolari in cui è consentito accreditare la pensione su un conto corrente diverso da quello del beneficiario: si tratta dei casi in cui il pensionato dimora presso case circondariali, congregazioni religiose o istituti similari. Solo in queste situazioni specifiche il pagamento può avvenire sul conto intestato all’istituto presso cui dimora il pensionato.

I migliori conti correnti per pensionati del 2024

Alla luce delle caratteristiche illustrate sui conti correnti per pensionati, per effettuare al meglio la scelta è importante valutare una selezione delle migliori proposte.

Visto il gran numero di istituti disponibili per l’apertura di un conto corrente per pensionati, tuttavia, è normale trovarsi spaesati, soprattutto se non si viene aiutati da qualcuno più ferrato in materia. Per agevolare la scelta, di seguito è presente quindi una selezione dei migliori conti correnti per pensionati del 2024, così da trovare più facilmente quello che più rispecchia le proprie esigenze.

1. Fineco

Fineco

Istituto Bancario: FinecoBank

App Mobile / Internet Banking:

Costo di Accensione: GRATIS

Canone Annuale: 3,95€ mensili azzerabili

Costo Prelievo ATM: GRATIS (0,80€ per importi fino a 99€)

Costo Bonifici: GRATIS

Limite di Deposito: NESSUNO

Fineco è senza ombra di dubbio il miglior conto corrente per pensionati se ci si vuole affidare a una banca con una lunga storia alle spalle e con diversi servizi aggiuntivi che permettono di gestire il proprio denaro in tutta comodità.

Il conto corrente Fineco Bank, infatti, può essere gestito direttamente da smartphone, quindi non richiede necessariamente l’aiuto di un operatore allo sportello. L’interfaccia, d’altronde, è talmente intuitiva che anche i meno avvezzi riescono a navigare senza difficoltà e svolgere tutte le operazioni giornaliere come un bonifico.

Per quanto riguarda i costi, questo conto corrente per pensionati è gratuito per il primo mese di apertura, ma poi il canone può essere azzerato tramite le seguenti modalità:

  • accredito della pensione o dello stipendio di almeno 1.500€
  • utilizzo del fondo pensione con versamento annuo da 10.000€ in su;
  • utilizzo dei servizi di consulenza Advice, Plus o Stars per un importo maggiore o uguale a 20.0000€.

In sintesi, facendo semplicemente l’accredito della pensione su conto corrente bancario, è possibile usufruire di uno strumento di pagamento comodo e totalmente gratuito. Nel caso in cui non si riuscisse ad azzerare il conto, questo ha un prezzo di 3,95€ al mese.

Pro
  • Possibilità di azzerare il costo del canone
  • Ottima banca con una lunga storia alle spalle
  • Numerosi servizi accessibili anche online
Contro
  • Per azzerare il conto bisogna avere una pensione di almeno 1.500€
  • Il canone di 3,95€ non è tra i più economici

 

2. SelfyConto di Mediolanum

Mediolanum SelfyConto

Istituto Bancario: Banca Mediolanum

App Mobile / Internet Banking:

Costo di Accensione: GRATIS

Canone Annuale: Gratis primo anno, poi 45 €

Costo Prelievo ATM: GRATIS

Costo Bonifici: GRATIS

Limite di Deposito: NESSUNO

Servizi allo Sportello: GRATIS

Similmente a FinecoBank, la Banca Mediolanum vanta una lunga storia alle spalle e numerosi servizi che attestano la sua solidità, soprattutto sul territorio italiano. Per quanto riguarda il conto corrente per pensionati, Mediolanum ne propone uno che può essere aperto in maniera totalmente gratuita e che, per i primi 12 mesi, non prevede alcun canone mensile o annuale.

A ciò si aggiunge la possibilità di richiedere una carta di debito gratuita per effettuare le spese giornaliere, in modo da avere una gestione separata rispetto al conto corrente principale.

Inoltre, se necessario, si può decidere di cointestare il conto corrente dei genitori anziani insieme a un’altra persona, come un nipote o un figlio più giovani che possono sbrigare operazioni specifiche come quelle da effettuare online.

Per l’apertura ci si può registrare direttamente con SPID, in modo da saltare numerosi passaggi ed evitare errori. Per quanto riguarda i costi, invece, il canone annuale previsto è di 45€, una cifra ragionevole se si considera la possibilità di effettuare bonifici, versamenti, prelievi e assegni in maniera totalmente gratuita.

Pro
  • Possibilità di aprire il conto tramite SPID
  • Conto gratuito per i primi 12 mesi
  • Numerosi servizi disponibili online
Contro
  • Nessuna possibilità di avere conti gratuiti se si è over 30
  • Commissione di 7€ per bonifici Extra SEPA

 

3. ING

ING Conto Arancio

Istituto Bancario: ING Bank N.V.

App Mobile / Internet Banking:

Costo di Accensione: GRATIS

Canone Annuale: 24 € (gratuito con l’accredito di stipendio)

Costo Prelievo ATM: GRATIS

Costo Bonifici: GRATIS

Limite di Deposito: NESSUNO

Il conto corrente per pensionati Arancio di ING Direct è probabilmente uno dei più convenienti per quanto riguarda i costi di apertura e di gestione. Il conto, infatti, non prevede nessuna spesa per l’apertura, e mette a disposizione due soluzioni che consentono di gestire il proprio denaro gratuitamente o, comunque, con una spesa irrisoria.

Il conto base, che permette di effettuare operazioni giornaliere, è gratuito, e non prevede commissioni per bonifici e servizi come pagamenti di MAV, RAV e F24. Tuttavia, è prevista una commissione di 0,95€ per prelievi effettuati in Italia e in Europa.

Diversamente, se si opta per il Modulo Zero Vincoli, è possibile effettuare tutte le operazioni in modo gratuito pagando un canone di soli 2€ al mese. Questo, però, può essere azzerato con l’accredito dello stipendio o della pensione o, comunque, con un accredito di almeno 1000€ al mese, diventando quindi un conto corrente per pensionati gratis a tutti gli effetti.

A ciò si aggiunge la possibilità di aprire un conto deposito associato al conto corrente.

Pro
  • Economico con possibilità di azzerare il canone
  • Operazioni gratuite e modulo assegni incluso con piano Zero Vincoli
  • Possibilità di aprire un conto deposito e maturare interessi
Contro
  • La maggior parte delle operazioni va fatta online
  • Tempistiche un po’ lunghe per ricevere la carta di debito

 

4. Revolut

Revolut Standard

Istituto Bancario: Revolut Bank

App Mobile / Internet Banking:

Costo di Accensione: GRATIS

Canone Annuale: GRATIS

Costo Prelievo ATM: gratis fino a 200€/mese, poi 2%

Costo Bonifici: GRATIS

Limite di Deposito: NESSUNO

Chi cerca un conto corrente per pensionati ma ama anche viaggiare può optare per Revolut, uno dei migliori conti in circolazione sotto numerosi punti di vista. La prima cosa che spicca rispetto ad altre soluzioni è la possibilità di avere, sempre all’interno del conto, una sezione multivaluta.

Questa consente di detenere denaro in valute diverse e effettuare operazioni di scambio immediate, senza dover sostenere costi aggiuntivi. Il tutto è gestibile tramite applicazione, in quanto non sono presenti sportelli fisici a cui rivolgersi.

Chi lo desidera, può anche ordinare una carta fisica in modo da pagare con POS nei negozi abilitati che non dispongono di tecnologia contactless. Per quanto riguarda i piani disponibili, si può scegliere tra:

  • conto Standard, ovvero un piano a canone zero per le operazioni quotidiane;
  • conto Premium, ovvero un piano da 7,99€ con vantaggi aggiuntivi tra cui prelievi gratuiti;
  • conto Metal, un piano esclusivo da 13,99€ che offre accesso a numerosi servizi dedicati.

Inoltre, anche se la Revolut ha un IBAN lituano e non italiano, consente comunque l’accredito dello stipendio o della pensione, a patto che siano erogati in euro o sterline.

Pro
  • Diversi piani tra cui uno gratuito
  • Possibilità di conto multivaluta
  • Gestibile tramite app
Contro
  • Gestione tramite app può risultare complicata
  • IBAN lituano può essere limitante per alcune operazioni

 

5. Crédit Agricole

Conto Crédit Agricole Smart

Istituto Bancario: Crédit Agricole

App Mobile / Internet Banking:

Costo di Accensione: Gratis

Canone: 5€/mese

Canone con accredito stipendio: 4€/mese

Canone con Mutuo Crédit Agricole: 3€/mese

Costo Prelievo ATM: Gratis, 30 gratis su ATM extra gruppo (poi 2,10 €)

Costo Bonifici: Gratis

Limite di Deposito: Illimitato

Il conto Crédit Agricole è un’ottima soluzione per chi cerca un conto corrente per pensionati ma non vuole spendere troppo, e desidera comunque efficienza e flessibilità per la gestione del proprio denaro. Si può optare per una delle seguenti soluzioni:

  • conto Smart, ovvero un conto da 5€ al mese che può essere ridotto a 4€ se si accredita lo stipendio o la pensione;
  • conto Full, ovvero un piano dal costo di 10€ al mese riducibili a 5€ per possessori di patrimoni superiori a 80.000€.

Con entrambi i piani sono compresi servizi di Home Banking e app native per la gestione del conto, nonché prelievi gratuiti illimitati su sportelli del Gruppo e 30 prelievi extra da usare in qualsiasi altro ATM.

Col piano Full, inoltre, sono previste carte di credito Nexi Classic e carte di debito, e si aggiungono 10 ulteriori prelievi gratuiti presso ATM di altre compagnie. I bonifici possono essere inviati direttamente online e sono completamente gratuiti per l’area SEPA.

Pro
  • Si può ottenere uno sconto sul canone accreditando la pensione
  • Bonifici online gratuiti
  • App nativa e servizi di Home banking
Contro
  • Il canone non è tra i più convenienti
  • Il piano Full richiede un patrimonio molto alto per ricevere lo sconto sul canone

 

6. Hype

HYPE
4.5

Istituto Bancario: Banca Sella

App Mobile / Internet Banking:

Costo di Accensione: GRATIS

Canone Annuale: GRATIS

Costo Prelievo ATM: gratis fino a 250€/mese, poi 2€

Costo Bonifici: GRATIS

Limite di Deposito: 15.000€

Sempre appartenente al Gruppo Sella, Hype può essere usato come conto corrente per pensionati che vogliono accedere a una soluzione giovane, efficiente ed intuitiva. Questo strumento è nato inizialmente come una semplice carta prepagata, ma nel tempo sono state aggiunte funzioni esclusive che permettono di accedere a numerosi vantaggi.

Trattandosi di una carta conto, infatti, adesso Hype consente di effettuare ricariche, pagamenti, addebitare le utenze e accreditare lo stipendio o la pensione, a seconda del piano scelto.

Il piano base non prevede alcun canone, e può essere usato per svolgere piccole operazioni quotidiane. Il piano Plus, al costo di 12€ all’anno, offre vantaggi aggiuntivi come l’innalzamento del limite di ricarica fino a 10.000€. Entrambi i piani prevedono l’erogazione di una prepagata.

Tuttavia, per chi ha bisogno di una carta di debito, è possibile optare per i piani Next e Premium, che al rispettivo costo di 34,80€ e 118,80€ offrono vantaggi esclusivi come bonifici agevolati, assistenza prioritaria e pacchetti assicurativi personalizzati.

Pro
  • Conto facile e veloce da aprire e gestire
  • Possibilità di inviare bonifici gratuitamente
  • Disponibile sia per minori che per over 60
Contro
  • Nessuna assistenza per i conti base
  • Costo del prelievo di 2€ con piano base se si ritirano più di 250€ al mese

 

7. Tinaba

Tinaba Start

Istituto Bancario: Banca Profilo

App Mobile / Internet Banking:

Costo di Accensione: GRATIS

Canone Annuale: GRATIS

Costo Prelievo ATM: gratis i primi 12, poi 2€

Costo Bonifici: gratis i primi 4, poi 0,49€

Limite di Deposito: nessuno

Creato da Banca Profilo, realtà esperta nel settore finanziario, Tinaba con Banca Profilo è un conto corrente completamente virtuale adatto a coloro che hanno un po’ di dimestichezza con la tecnologia.

La gestione del conto e l’apertura non prevedono alcun costo, quindi si tratta di un ottimo conto se si necessita di un’alternativa gratuita. Inoltre, non è prevista nemmeno l’imposta di bollo, in quanto viene assolta direttamente dalla banca.

Sono inoltre disponibili conti Premium, al costo di 5,99€ al mese, che danno diritto ad assistenza prioritaria, possibilità di ottenere sconti per la compravendita di criptovalute e possibilità di aprire conti deposito con tassi più convenienti.

Pro
  • Possibilità di aprire un conto gratuito
  • Conti deposito con interessi fino al 4%
  • Accredito della pensione e addebito delle utenze
Contro
  • Va gestito completamente online
  • Non si può prendere appuntamento con l’assistenza tramite conto gratuito

 

8. Sella

Sella Start

Istituto Bancario: Banca Sella

App Mobile / Internet Banking:

Costo di Accensione: GRATIS

Canone Annuale: 18 € (1,50 € al mese)

Costo Prelievo ATM: gratis ATM Sella e 4 prelievi gratuiti/mese da ATM altra banca

Costo Bonifici: GRATIS

Limite di Deposito: NESSUNO

Banca Sella è indubbiamente una delle realtà più conosciute sul territorio, simbolo di solidità ed efficienza dei suoi servizi. Uno dei primi vantaggi del conto corrente per pensionati Sella è la possibilità di cointestarlo con un’altra persona, in modo da poter avere qualcuno su cui contare nel caso di problemi con i servizi.

Come gli altri conti visti finora, anche questo permette di accreditare lo stipendio o la pensione, in modo da non doversi recare allo sportello per il ritiro e limitare al contempo l’uso del contante.

Tra i servizi inclusi c’è la possibilità di inviare bonifici gratuitamente sia in Italia che nei Paesi appartenenti all’area SEE. Per quanto riguarda i prelievi, invece, questi non prevedono alcuna commissione entro il limite di 500€ al mese, una grande comodità per chi di tanto in tanto ha bisogno di denaro liquido.

Uno dei principali vantaggi, tuttavia, è legato ai sistemi di sicurezza utilizzati, che sono tra i migliori in circolazione secondo le recensioni degli utenti che utilizzano il conto. Dall’altro lato, il costo del canone mensile varia a seconda del piano scelto:

  • Piano Start: conto di base da usare giornalmente, dal costo di 1,50€/mese (gratis i primi 3 mesi);
  • Piano Premium: con vantaggi per viaggi e uso all’estero, dal costo di 5€/mese (1,50€ i primi 3 mesi);
  • Piano Circle: da usare con i propri familiari, dal costo di 8€/mese (5€ i primi 3 mesi).

Pro
  • Ottimi sistemi di sicurezza
  • Canone economico e ridotto i primi 3 mesi
  • Bonifici e prelievi gratuiti
Contro
  • Il limite sui prelievi gratuiti può essere fastidioso
  • Non è possibile richiedere un conto a canone gratuito

 

I vantaggi di un conto corrente per over 65

Migliori conti correnti per pensionati

Sono tantissimi i vantaggi ottenibili con un conto pensione, poiché è molto più semplice gestire il proprio denaro e tracciare qualsiasi tipo di entrata o uscita dal proprio saldo. Uno dei principali vantaggi, come già ribadito più volte, è la possibilità di effettuare l’accredito della pensione INPS su conto corrente bancario cointestato, o intestato a un singolo titolare.

In questo modo si evitano lunghe code allo sportello e si possono ritirare direttamente i contanti dal proprio conto se necessario, rientrando nei limiti previsti dalla propria banca. Inoltre, a seconda dell’istituto di riferimento, è possibile accedere a un conto corrente per pensionati a costo zero, abbattendo quindi le spese di gestione mensili o annuali.

A ciò si aggiunge la possibilità di effettuare un addebito delle utenze facendo prelevare i soldi direttamente dalla pensione, così da risparmiare ulteriormente tempo ed evitando di rimanere indietro con i pagamenti.

A questi si aggiungono vantaggi come:

  • agevolazioni fiscali: su alcuni conti correnti per pensionati e over 65 è possibile accedere ad agevolazioni come l’azzeramento del canone o l’esenzione da alcune tasse sui redditi;
  • servizi prioritari: sono disponibili conti correnti per over 65 con servizi prioritari tra cui assistenza dedicata e operazioni effettuabili presso uno sportello fisico;
  • sicurezza e riduzione dei costi: un conto corrente ha dei costi abbastanza sostenibili e permette di risparmiare su tantissime operazioni, aumentando al contempo il livello di sicurezza relativo alla detenzione del proprio denaro.

Come scegliere un conto corrente per accredito pensione INPS

Accreditare la pensione su un conto corrente può sembrare un’operazione da poco, ma si tratta invece di un grande vantaggio che permette di risparmiare tempo e fatica. Di conseguenza, bisogna scegliere un buon conto corrente per pensionati basandosi sulle esigenze personali e sulla tipologia di soluzione scelta.

Di seguito alcuni elementi importanti da tenere assolutamente in considerazione prima di scegliere:

  • costo di apertura del conto;
  • costo del canone annuale o mensile;
  • commissioni per operazioni come bonifici, prelievi, pagamenti F24 e simili;
  • possibilità di accredito pensione INPS su conto corrente bancario o postale;
  • possibilità di addebitare le utenze e sottoscrivere abbonamenti;
  • presenza di un’app dedicata o di un portale di Home Banking;
  • se necessario, presenza di un conto multivaluta da usare all’estero;
  • servizi aggiuntivi come assistenza, sconti e programmi cashback.

Oltre a questi elementi, bisogna anche capire se è necessaria una carta di debito o una carta di credito, in quanto non tutti i conti prevedono l’erogazione della carta fisica e, soprattutto, alcuni possono richiedere costi elevati per la spedizione.

Un ulteriore fattore di cui tenere conto è senz’altro l’intuitività e la semplicità dell’applicazione o del portale di Home Banking, come anche la possibilità di aprire un conto cointestato con un altro familiare per farsi aiutare in caso di difficoltà.

Come aprire un conto corrente per pensionati

A seconda dell’istituto di riferimento, le procedure di apertura del conto corrente per pensionati possono essere diverse. In genere, ci si può rivolgere allo sportello fisico e richiedere il conto desiderato all’operatore, compilando tutti i documenti richiesti e fornendo i propri dati personali.

In alternativa, per i più ferrati nella tecnologia, è possibile richiedere l’apertura del conto direttamente online, seguendo tutte le procedure guidate presenti solitamente nel sito ufficiale della banca di riferimento.

Inoltre, alcuni utenti preferiscono aprire un conto corrente per pensionati postale (a costo zero, dal momento che il canone annuale di 30€ viene azzerato per i pensionati) recandosi direttamente alle Poste e richiedendo il cosiddetto BancoPosta, ovvero un conto di base ottimo per i pensionati, che permette di effettuare operazioni come pagamenti e trasferimenti di denaro.

Per chi si chiede come far accreditare poi la pensione su conto corrente bancario, la risposta è molto semplice: basta presentare domanda all’INPS usando uno specifico modulo da scaricare, compilare e inoltrare all’Istituto. Servirà poi il timbro della banca di riferimento e la firma di un funzionario.

Conclusioni

Quelli illustrati sono tra i migliori conti correnti per pensionati del 2024, ciascuno con le proprie caratteristiche e i propri vantaggi. Chiaramente, non esiste un conto pensione migliore in assoluto, ma questi sono sicuramente i più convenienti se si considerano i costi e il tipo di servizi offerti, come l’accredito della pensione e l’addebito delle utenze, che possono tornare particolarmente utili per i pensionati.

D’altronde, ad oggi avere un conto corrente è quasi obbligatorio, in quanto la maggior parte delle operazioni possono essere svolte tramite una carta di debito, di credito o prepagata e, in molti casi, tramite il proprio cellulare. Tutto, come sempre, può variare in base alle proprie esigenze personali.

Domande frequenti sui migliori conti correnti per pensionati

Quando viene accreditata la pensione sul conto corrente?

In linea di massima, l’accredito della pensione sul conto corrente avviene il primo giorno di ogni mese, anche se può capitare di ricevere l’accredito su base semestrale a seconda dell’importo e del tipo di pensione percepita.

Come cambiare conto corrente per accredito pensione INPS?

Per cambiare le coordinate in vista dell’accredito pensione INPS bisogna recarsi sul portale dell’INPS e modificare le coordinate bancarie dall’apposita sezione. In alternativa, ci si può rivolgere al CAF del proprio Comune.

Dove è meglio farsi accreditare la pensione?

In generale, gli utenti reputano più conveniente l’accredito della pensione in banca, in quanto si evitano le file allo sportello e si risparmiano ore da poter dedicare ai propri impegni personali. Oltre a questo, ricevendo l’accredito direttamente sul proprio conto corrente, si evitano i rischi legati a scippi e rapine.

Come avere un conto corrente per pensionati senza spese annuali?

In base all’istituto bancario di riferimento, è possibile ottenere un conto corrente per pensionati gratuito. Basta leggere le condizioni e le spese previste dalla banca e scegliere di conseguenza.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Il presente sito e tutti i suoi collaboratori non sono responsabili né devono essere ritenuti responsabili per eventuali perdite o danni commerciali subiti avendo fatto affidamento sulle informazioni contenute su questo sito. I dati contenuti in questo sito non sono necessariamente forniti in tempo reale e non sono necessariamente accurati. Tutti i riferimenti a singoli strumenti finanziari non devono essere intesi come attività di consulenza in materia di investimenti, né come invito all'acquisto dei prodotti o servizi menzionati. Investire comporta il rischio di perdere il proprio capitale. Investi solo se sei consapevole dei rischi che stai correndo. Fineco non si assume alcuna responsabilità per l’accuratezza o la completezza delle informazioni riportate in questo sito. Per ulteriori informazioni su Fineco visita il sito www.finecobank.com

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per dettagli e condizioni, vai su http://www.hype.it/trasparenza e consulta i fogli informativi