Migliori Carte Compatibili con Google Pay 2024

Migliori Carte Compatibili con Google Wallet 2024

In questa guida vedremo non solo cos'è Google Pay e come funziona, ma anche quali sono le migliori carte supportate dal servizio di Google.
Migliori Carte Compatibili con Google Wallet 2024
In questa guida vedremo non solo cos'è Google Pay e come funziona, ma anche quali sono le migliori carte supportate dal servizio di Google.
Michelangelo Ricupati
Pubblicato il 10 gen 2024 - Aggiornato il 19 giu 2024

Le carte compatibili con Google Pay, un servizio conosciuto dai più come Google Wallet, sono sempre più popolari. Collegandole all’app in questione, è possibile usarle avvicinando lo smartphone allo schermo del POS.

Google Pay permette di effettuare acquisti online in pochissimi step, velocizzando e migliorando di gran lunga l’esperienza dell’utente. Il servizio continua ad ottenere ottime recensioni in tutto il mondo non solo per la sua comodità ma anche perché garantisce completa sicurezza dal punto di vista dei dati personali e di quelli sensibili della carta.

Ad oggi esistono tantissime carte accettate da Google Pay, ognuna con le sue caratteristiche specifiche. Le abbiamo raccolte in una lista completa, utile per scegliere una carta da richiedere o verificare se quella in possesso può essere usata con il servizio di Google.

Cos’è e come funziona Google Pay

Capire cos’è Google Pay e come funziona non è difficile: si tratta di un servizio analogo ai famosissimi Apple Pay e Samsung Pay che opera come un wallet virtuale integrato direttamente nello smartphone. La differenza rispetto ad altri servizi di pagamento digitale è la sua compatibilità, in quanto funziona sia su iOS che su Android.

A cosa serve Google Wallet? In quanto “portafoglio virtuale” al suo interno si possono conservare tantissime cose, tra cui carte di credito, biglietti aerei o del treno, carte fedeltà e carte regalo. Il servizio sfrutta avanzati sistemi di sicurezza e di tecnologie NFC che permettono di pagare in modalità contactless.

Per chi, invece, si chiede cos’è GPay, questo non è altro che un modo alternativo per indicare Google Pay. Difatti, il servizio è conosciuto sia come Google Pay che come GPay e, come già anticipato, anche come Google Wallet. A prescindere dal nome utilizzato, usare una carta con Google Pay è semplicissimo.

Basta scegliere una carta abilitata e sincronizzarla con il proprio smartphone. Prima di addentrarci nell’argomento, però, cerchiamo di vedere insieme quali sono le migliori carte compatibili con Google Wallet del 2024.

carte google wallet

La lista delle migliori carte compatibili con Google Pay

Avere una delle carte accettate da Google Pay è senza ombra di dubbio una grandissima comodità. Direttamente dal proprio smartphone, tablet o smartwatch, infatti, è possibile pagare in qualsiasi negozio abilitato ai pagamenti elettronici.

In questo modo, anche se ci si dimentica la carta fisica, si potranno effettuare i propri acquisti. Inoltre, verrà richiesta sempre la conferma sul cellulare prima del pagamento, ottenendo un maggiore livello di sicurezza nel caso in cui qualcuno tentasse di pagare senza la nostra autorizzazione.

Le carte associabili sono tantissime, alcune più convenienti di altre sia per quanto riguarda le commissioni che per la sicurezza. A seguire una lista completa delle carte Google Pay del 2024, per individuare subito quella ideale per qualsiasi necessità.

1 – Mediolanum

Mediolanum Credit Card

Circuito: Visa/Mastercard

Canone piano base: gratis per 1 anno (poi 45 €/anno)

Prelievo massimo: 500 €/giorno (1.500 €/mese)

Limite di spesa / plafond: da 1.500 a 3.000 €/mese

Commissioni prelievo: gratis in Italia

Contactless:

IBAN:

Un’altra carta Google Pay molto apprezzata tra le recensioni degli utenti è sicuramente la Mediolanum, che con prodotti come il SelfyConto mette a disposizione dei consumatori tantissima flessibilità ad un costo davvero conveniente.

Anch’essa abilitata ai pagamenti contactless, la carta può essere integrata nel proprio Google Wallet e utilizzata in qualsiasi negozio fisico o online con un semplice tap, senza inserire manualmente il PIN. Sarà l’utente a decidere se farsi riconoscere tramite un codice sul cellulare o tramite Face ID, aumentando notevolmente il livello di sicurezza.

Si può associare anche ad uno smartwatch, così da non dover nemmeno tirar fuori il telefono dalla tasca. Inoltre, l’utente può attivare l’Alert SMS e ricevere notifiche ogni qualvolta venga rilevato un movimento, prevenendo frodi bancarie e furti.

Tra l’altro, per chi ama spendere un po’ di più, il servizio Easy Shopping consente di rateizzare le spese fino a 2400€, per una migliore gestione delle finanze. Tutto ciò, insieme alla sua ampia compatibilità con i servizi intelligenti, la rende una delle carte compatibili con Google Pay più amate dai clienti.

2 – Hype

Hype Next

Circuito: Mastercard

Canone: 2,90 €/mese

Prelievo massimo: 1.000 €/giorno

Limite di spesa: 50.000 €

Commissioni prelievo ATM: gratis

Plafond: illimitato

Contactless:

IBAN:

Il conto Hype è l’ideale per tutti i giovani che vogliono una carta da usare su Google Pay senza spese eccessive. Disponibile con un piano a canone gratuito, infatti, Hype offre efficienza e flessibilità a costi sostenibili.

Chi vuole, può anche optare per il conto Premium a soli 9,90€ al mese, prelevando gratuitamente da qualsiasi ATM. A prescindere dal conto, comunque, le carte Hype dispongono di un comodo IBAN su cui poter accreditare lo stipendio o ricevere bonifici.

Oltre ad essere tra le migliori carte compatibili con Google Pay, Hype dispone anche di un’applicazione nativa con cui è possibile gestire tutti i propri movimenti e impostare i limiti secondo le proprie esigenze.

3 – Fineco

Fineco Card Credit

Circuito: MasterCard/Visa

Canone piano base: 19,95 €/anno

Prelievo massimo: 1.000 €/giorno (2.000 €/mese)

Limite di spesa:  da 1.500€ fino a 4.000€ al mese

Commissioni prelievo: 0,80€ su Bancomat (gratis se superiore a 99€); 2,90€ su Visa/MasterCard

Contactless: ✓

IBAN: ✓

Le soluzioni proposte da Fineco, oltre al fatto che si tratta di carte compatibili con Google Pay, sono famose per la possibilità di scegliere tra varianti multifunzione e monofunzione. Le prime consentono di utilizzare sia i circuiti di debito Bancomat/Pagobancomat che i circuiti di credito Visa e MasterCard.

Le seconde, invece, sono pensate per chi vuole usare solo un circuito, MasterCard o Visa. Oltre a questo, però, le carte Google Pay di Fineco sono abbastanza accessibili sia per quanto riguarda il canone annuo sia per i limiti di spesa e le commissioni di prelievo.

Il canone costa 6,95€/mese col piano base, ma si può azzerare soddisfacendo determinate condizioni. Le commissioni per i prelievi, invece, sono gratuite, a patto che si prelevino più di 100€ durante l’operazione. Altrettanto apprezzate tra le recensioni dei consumatori sono le polizze assicurative sui viaggi, come anche i rimborsi delle spese mediche e le numerose proposte esclusive per i possessori di Fineco Gold World.

Considerando anche gli elevati standard di sicurezza, Fineco è tra le migliori carte abilitate a Google Wallet del 2033.

4 – Revolut

Revolut Standard

Circuito: VISA

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: 3.000 €/giorno

Limite di spesa: NO (illimitato)

Commissioni prelievo: Gratis per 5 prelievi o 200€/mese; poi 2% (min. 1€ per operazione)

Plafond: 6000€/mese (solo per transazioni con cambio valuta)

Contactless:  ✓

IBAN:  ✓

Per chi cerca una soluzione rivoluzionaria ma vuole comunque una delle migliori carte compatibili con Google Pay, Revolut potrebbe essere la scelta giusta. Revolut LTD è una società con sede nel Regno Unito, i cui prodotti si distinguono per la loro elevata efficienza e semplicità di utilizzo.

In particolare, la carta Revolut è sì accettata da Google Pay, ma consente anche di fare tantissime operazioni, tra cui il cambio valuta (con 150 valute disponibili), l’acquisto di azioni a partire da 1$ o, in alternativa, trading e holding di criptovalute.

Tutto ciò la rende molto appetibile per gli amanti degli investimenti, senza contare il fatto che si può accedere a dei Vault e a servizi assicurativi personalizzati. Di conseguenza, se volete una delle carte prepagate per Google Pay più gettonate in assoluto, questa potrebbe essere la vostra scelta definitiva.

5 – ING

Carta di debito ING

Tipologia: Carta di debito

Circuito: Mastercard

Canone: 0€

Costo emissione: 3€

Costo prelievi: 0.95€ (gratis con modulo Zero Vincoli)

Costo bonifici: 0€

Limite di spesa: 1.500€ / giorno o 4.999€ / mese

Limite di prelievo: da 500€ a 1.500€ / giorno

Non potevamo non inserire ING tra le migliori carte Google Pay, sia per la sua convenienza in termini economici che per la sua grande efficienza.

Partendo dal fatto che ING e Google Pay funzionano perfettamente insieme, siamo di fronte a un conto con canone gratuito, senza alcuna commissione per le operazioni effettuate online o in-app. Inoltre, il costo di prelievo è di appena 0,95€, quindi è accessibile praticamente a qualsiasi tipo di consumatore.

Per ottenere il canone gratuito basta farsi accreditare lo stipendio o la pensione, o comunque ricevere importi di almeno 1000€ mensili sul conto. Non dimentichiamo, poi, il PIN personalizzabile e la possibilità di modificare i limiti di spesa giornalieri e mensili.

Questo, unito a sistemi di sicurezza come la 2FA e la possibilità di collegare la carta ING a Google Pay, la rende una delle migliori soluzioni in assoluto se volete flessibilità, convenienza ed efficienza.

6 – Crédit Agricole

Crédit Agricole Nexi Classic

Circuito: MasterCard

Canone: 50€/anno

Prelievo massimo: 250€/giorno

Limite di spesa: nessuno

Commissioni prelievo ATM: 4% (commissione minima 5,16€)

Contactless: ✓

IBAN: ✓

La Crédit Agricole Nexi Classic è sicuramente una delle migliori carte compatibili con Google Pay, capace di offrire flessibilità ed efficienza in un’unica soluzione. Tra le sue caratteristiche principali citiamo sicuramente l’addebito posticipato delle spese, che consente di effettuare acquisti senza attingere direttamente dal conto corrente.

I circuiti abilitati sono sia Visa che Mastercard, quindi si può utilizzare quello preferito a seconda delle proprie esigenze. In più, attivando una Crédit Agricole Nexi Classic si ha diritto ad un servizio di assistenza esclusivo, nonché accesso ad uno strumento di pagamento elettronico con sistema antifrode 3DS integrato.

Per aumentare ancor di più la sicurezza, si possono attivare le notifiche per essere sempre informati sui pagamenti. In termini di costi, il canone annuo della prima carta è pari a 50€, ma si possono richiedere carte aggiuntive al costo di 35€. Per chi viaggia invece, le operazioni in valute diverse dall’euro applicano una commissione del 2%.

7 – Wallester

Wallester
4.7

Circuito: Visa

Canone: Gratuito

Prelievo massimo: Personalizzabile

Limite di spesa: 15.000€/mese (si può incrementare tramite l’assistenza)

Commissioni prelievo: 2% a operazione (min 2€); prelievi internazionali 2€+2%

Plafond: in base ai fondi presenti sulla carta

Contactless:

IBAN:

Commissioni ricarica: 0% in Euro

Carte virtuali: 300 GRATIS

Chi ha bisogno sia di una carta compatibile con Google Pay sia di uno strumento per la propria azienda, può optare per Wallester, una soluzione con piani gratuiti pensata per ogni tipo di società. Dalle piccole e medie imprese alle grandi aziende strutturate.

Il suo punto di forza sta nell’intuitività dell’applicazione che permette di gestire entrate e uscite in pochi click tramite un’interfaccia semplice e pulita. Inoltre, la possibilità di accedere a carte virtuali dematerializzate consente di fornire ai propri collaboratori tutti gli strumenti necessari per effettuare transazioni aziendali in maniera digitale, senza ricorrere al classico rimborso spese. Di conseguenza si risparmia tempo, si evitano errori e non si sprecano risorse e materiale cartaceo.

Un’ulteriore funzionalità di Wallester è la personalizzazione dell’esperienza: il titolare può gestire singolarmente i limiti di spesa di ogni dipendente. Così come monitorare in tempo reale spese, transazioni e limiti, usando un sistema di approvazione dei pagamenti bloccando operazioni non autorizzate.

I piani a pagamento, ovvero il Premium e il Platinum, offrono funzioni esclusive ed espandono di gran lunga i limiti di carte virtuali attivabili, che possono arrivare a ben 15.000 con la seconda soluzione, pensata chiaramente per aziende di una certa grandezza.

8 – Tinaba

Tinaba

Circuito: MasterCard

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: 250 €/giorno

Limite di spesa: NO (nessun limite)

Commissioni prelievo: Gratis i primi 12 prelievi; poi 2€

Contactless:

IBAN:

Tra le carte che funzionano egregiamente con Google app Pay, Tinaba con Banca Profilo è tra le più consigliate. Inoltre, unendo le funzionalità utili di Google Wallet alla grande intuitività ed efficienza dell’app Tinaba, si ha tutto a portata di click.

Tramite l’app, infatti, si può inviare denaro (anche pochi centesimi) senza alcun tipo di commissione. In più, si possono effettuare pagamenti dall’applicazione, gestire le spese condividendole con amici o parenti, dar vita ad una raccolta fondi e avere un salvadanaio totalmente personalizzato.

Una volta connessa la carta a Google Wallet, quindi, gestire le spese sarà più semplice e, soprattutto, molto più sicuro. Il canone è gratuito con il piano base, mentre il piano Premium ammonta a 5,99€ al mese o 49,99€ l’anno. La carta virtuale è gratuita mentre il costo della spedizione della carta fisica è di 7,99€.

9 – illimity

illimity
4.2

Circuito: MasterCard

Canone: GRATIS

Prelievo massimo: 1.000€/giorno

Limite di spesa / Plafond: da 3.000€ a 5.000€/mese

Commissioni prelievo: 3 prelievi gratuiti al mese (importi superiori a 99€), 1.50 € per importi inferiori a 100€

Contactless: ✓

IBAN: ✓

illimity è una delle carte accettate da Google Pay più moderne in circolazione, rinomata per essere una soluzione a canone gratuito e completamente personalizzabile. Quando si apre il conto illimity si può persino scegliere il colore della carta a seconda dei propri gusti, e si può utilizzare praticamente per tutto.

In particolare, la carta illimity consente di:

  • controllare saldo e lista movimenti in tempo reale, con tanto di cronologia intelligente;
  • effettuare pagamenti di MAV, RAV, F24 e bollettini;
  • effettuare ricariche telefoniche;
  • inviare denaro ad altri utenti e acquistare tramite pagamento elettronico.

Inoltre, una volta che sapete a cosa serve Google Wallet e come si usa, potrete collegarla a Google Pay e pagare direttamente dallo smartphone. I costi di gestione sono abbastanza contenuti: le commissioni sui prelievi sono di 0€ per importi uguali o superiori a 100€ e 1,50 € per importi inferiori a 100€ (con conto Premium). Previsti inoltre 3 prelievi gratuiti al mese per importi uguali o superiori a 100 €, poi 1,50 € a prelievo (con conto Classic).

10 – N26

N26

Circuito: MasterCard

Canone piano base: GRATIS

Prelievo massimo: 2.500 €/giorno

Limite di spesa: 5.000 €/giorno

Commissioni prelievo: Gratis i primi 3 prelievi; poi 2€

Contactless:

IBAN:

N26 è una banca di origine tedesca con più di 500.000 utenti, famosa per essere non solo una delle migliori carte compatibili con Google Pay del 2024, ma anche per essere una delle migliori in termini di costi e di efficienza.

Difatti, dispone di diversi piani, tra cui uno gratuito, e consente di effettuare prelievi gratis sia in Italia che all’estero a seconda del tipo di conto scelto. Una delle caratteristiche più importanti, inoltre, è la presenza di un IBAN, che permette di ricevere lo stipendio e di effettuare/ricevere bonifici.

Una volta sottoscritto il piano desiderato, si riceve una carta accettata da Google Pay e da altri servizi come Apple Pay, utilizzabile quindi per pagare col proprio smartphone o un altro dispositivo mobile.

11 – Sella

Visa Classic Sella

Circuito: Visa

Canone piano base: 1,5 €/mese

Prelievo massimo:  1.000 € al mese/giorno

Limite di spesa / Plafond: 1.300 €/mese

Commissioni di prelievo: gratis da ATM Sella, da altri gratis 4 al mese, poi 2 €

IBAN: ✓

Contactless:

Tra le carte di credito compatibili con Google Pay, la carta di Banca Sella è senz’altro una delle più gettonate. Ne esistono diverse varianti, ma le più diffuse sono sicuramente la Sella Visa e Sella Platinum, entrambe accettate dal servizio Google Wallet.

Ciò significa che è possibile aggiungere la propria carta a Google Pay e utilizzarla per effettuare pagamenti contactless tramite il proprio smartphone, senza doverla utilizzare fisicamente.

Per quanto riguarda le specifiche dei due conti, Sella Visa è ideale per chi non fa spese troppo elevate, con un plafond mensile di 1.300€ e un canone annuo abbastanza accessibile. Sella Platinum, invece, è pensata per consumatori esclusivi, in quanto offre assicurazioni aggiuntive, sconti personali e un plafond maggiore.

12 – YOU

Advanzia YOU

Circuito: Mastercard

Canone: GRATIS

Prelievo massimo: NO (nessun limite)

Limite di spesa: comunicato alla firma del contratto

Commissioni prelievo: GRATIS

Plafond: comunicato alla firma del contratto

Contactless:

Tra le migliori carte compatibili con Google Wallet del 2024 non potevamo non inserire la carta YOU di Advanzia Bank, una soluzione pensata per chi vuole ottenere il massimo dai propri strumenti di pagamento elettronico.

L’elemento distintivo di questa carta è il canone zero: non sono previsti quindi costi fissi mensili o annuali. Lo stesso vale per le commissioni, azzerate sia sui prelievi che sui pagamenti internazionali.

In più, trattandosi di una carta pensata per chi viaggia spesso, è possibile sfruttare l’assicurazione viaggi inclusa, che permette di ottenere rimborsi o indennizzi in caso di problemi con il volo o con i bagagli. 

Il circuito utilizzato dalla carta YOU è Mastercard, quindi è possibile pagare in tutto il mondo godendo dei più elevati standard di sicurezza. Tra le altre funzioni, inoltre, è possibile richiedere un credito rimborsabile su base mensile con TAN/TAEG 21,00% / 23,14%, importi perfettamente in linea con la media di mercato. 

Il rimborso può essere anche frazionato secondo diversi criteri, così da soddisfare appieno tutte le esigenze del titolare della carta.

 

Come collegare la carta a Google Pay

Vediamo come aggiungere bancomat a Google Pay.

Di seguito una serie di passaggi da seguire per effettuare tutto correttamente:

  • scaricare e aprire Google Wallet;
  • premere l’icona “Aggiungi a Wallet”, contrassegnata dal simbolo “+”;
  • cliccare su “Carta di pagamento” e poi su “Nuova carta di credito o di debito”;
  • inserire manualmente i dati o scattare una foto alla carta;
  • premere “Salva” e accettare i Termini dell’emittente;
  • se richiesto, seguire le istruzioni sullo schermo per verificare il metodo di pagamento.

In alternativa, la stessa procedura può essere fatta dall’app della propria banca cliccando su “Aggiungi a Google Wallet” o “Aggiungi a GPay”. Ricordiamo inoltre che dopo aver salvato tutto, potreste ricevere una piccola transazione di verifica da parte di Google, che sarà poi restituita.

Rimuovere la carta da Google Pay

Se avete finito di ricaricare Google Pay o, per qualsiasi motivo, non avete più bisogno della carta nel wallet, si può rimuovere seguendo questa procedura:

  • aprire Google Wallet;
  • selezionare il metodo da rimuovere scorrendo verso sinistra;
  • toccare la carta e cliccare sui tre puntini in alto;
  • selezionare la voce “rimuovi metodo di pagamento”.

Inoltre, è possibile modificare le info della carta come scadenza, CVV o nome del titolare, selezionando la carta e cliccando su modifica dal sito pay.google.com.

 

Vantaggi e svantaggi di Google Pay

Non è difficile intuire che usare questo portafoglio digitale sia molto comodo, soprattutto se pensiamo all’assenza di costi di gestione e commissioni. Difatti, è completamente gratuito a prescindere dalla carta collegata, che sia essa una carta Google Pay Bancomat, Mastercard, Visa o appartenente ad altri circuiti di pagamento.

Un ulteriore vantaggio è la perfetta sincronizzazione ottenuta una volta che Google Pay verifica la carta: qualche secondo e le impostazioni sui limiti di spesa e di prelievo vengono predisposte in automatico. Da qui si può pagare tramite smartphone o altri dispositivi dotati di NFC con un solo tap sullo schermo, senza il bisogno della carta fisica. I dati sensibili possono essere nascosti da occhi indiscreti.

A ciò si aggiungono i numerosi livelli di sicurezza, che permettono di autorizzare le operazioni tramite autenticazione a 2 fattori (2FA), riconoscimento biometrico e/o PIN di sicurezza.

Dall’altro lato, se volessimo trovare un piccolo svantaggio dell’app Google Wallet potremmo dire che per usarla bisogna avere necessariamente una connessione Internet. Nel caso in cui ci fosse una caduta dei dati del cellulare, saremmo costretti a pagare con la carta fisica. Questo può essere scomodo quando ci si trova all’estero, ad esempio.

 

google pay è sicuro?

Dove e come posso pagare con Google Pay

Le carte compatibili con Google Pay possono essere usate praticamente ovunque: in negozio, online, sui mezzi pubblici e su qualsiasi terminale abilitato purché disponga di una connessione NFC.

Pagarecon questo metodo è semplicissimo. Basta seguire questi step:

  • sbloccare il telefono e aprire l’App Google Pay;
  • selezionare la carta e avvicinare il cellulare al terminale;
  • confermare l’operazione tramite lo smartphone.

Lo stesso può essere fatto online selezionando Google Pay al momento del pagamento.

Come verificare la carta su Google Pay

Per motivi di sicurezza e per evitare che le informazioni fornite non siano corrette, è possibile che Google Pay richieda una seconda verifica della carta dopo aver effettuato l’associazione con lo smartphone. In questo caso, bisogna visitare il sito pay.google.com e accedere al proprio account Google.

Andando sulla voce “Avvisi>Verifica” o su “Metodi di pagamento”, è possibile effettuare la verifica della propria identità. Questa può essere effettuata ricevendo un codice temporaneo tramite SMS o e-mail, che andrà poi inserito nell’apposito campo.

In altri casi, potrebbero essere richiesti documenti d’identità, che andranno allegati negli appositi campi e dovranno essere ben leggibili. Si ricorda, inoltre, che nella cronologia delle transazioni si troverà un piccolo addebito che funge da verifica, che verrà poi restituito all’utente.

 

Google Pay, costi e commissioni

Come abbiamo già anticipato, Google Pay ha zero commissioni per qualsiasi tipo di operazione, dalla semplice sincronizzazione della carta ai pagamenti online o tramite POS. Questo perché le transazioni vengono considerate come dei normalissimi pagamenti con carta, che non richiedono alcuna commissione all’utente a meno che non si tratti di operazioni in valuta estera o conti speciali.

Nel caso in cui Google Pay chieda addebiti dei costi aggiuntivi, si può contattare l’assistenza per esporre il problema e cercare di trovare una soluzione. Lo stesso vale per i commercianti: Google Pay ha commissioni gratuite sia per chi paga che per chi riceve il pagamento.

Di conseguenza, chi accetta pagamenti tramite POS non sarà soggetto a costi aggiuntivi se non quelli previsti dalla società che mette a disposizione i terminali di pagamento. Questo vale con qualsiasi circuito, che si tratti di Google Pay Bancomat, Mastercard o Visa.

 

Sicurezza di Google Pay: i dati sono protetti?

Google Pay è sicuro sotto ogni punto di vista, in quanto tutte le operazioni sono criptate ed effettuate nel rispetto della privacy dell’utente. L’importante, quando si usano questi metodi, è non cadere nelle trappole degli hacker online e degli attacchi di phishing.

Inoltre, ad ulteriore conferma che Google Wallet è sicuro, questo consente di bloccare immediatamente il telefono in caso di furto, e di ritrovarlo tramite la funzione “Trova il mio dispositivo”. Ancora, durante i pagamenti, Google invia al POS del commerciante dei numeri di conto virtuali, e non i numeri reali della vostra carta, aumentando ulteriormente la protezione.

Infine, considerando le modalità di riconoscimento facciale e tramite 2FA, possiamo dire con certezza che GPay è sicuro, anche più di tanti altri servizi presenti online.

 

Conclusioni

Abbiamo visto in maniera dettagliata quali sono le migliori carte compatibili con Google Wallet nel 2024 e come funziona il servizio offerto dal gigante del web. Com’è facile intuire, Google Pay è un’applicazione estremamente comoda e sicura, motivo per cui è apprezzata da milioni di utenti in tutto il mondo.

La differenza, in questi casi, sarà dettata dalla carta scelta. Come al solito, tutto dipende dalle proprie esigenze personali, dai limiti di spesa desiderati e dalle possibilità economiche per pagare i costi di gestione.

Domande frequenti sulle migliori carte compatibili con Google Wallet

Come rendere Google Wallet più sicuro?

Per rendere Google Wallet più sicuro può essere utile attivare i sistemi di autenticazione a due fattori o, se possibile, le funzioni di riconoscimento biometrico. In questo modo si aggiunge uno strato di protezione in più che eviterà possibili frodi bancarie.

Che differenza c'è tra Google Pay e Wallet?

In passato, Google Pay era l’app principale usata per i pagamenti tramite smartphone. Adesso, invece, è stato sviluppato Google Wallet, un vero e proprio portafoglio virtuale nel quale poter inserire carte di credito, ticket e biglietti aerei, carte fedeltà e carte regalo.

Come si fa a pagare col cellulare?

Pagare col cellulare usando Google Pay è facilissimo. Basta semplicemente sbloccare il telefono, aprire l’app, selezionare la carta, poggiare lo smartphone sul terminale e seguire le istruzioni sullo schermo per confermare la transazione.

Quanto costa pagare con Google Wallet?

Il servizio di Google Wallet, come anche quello precedente di Google Pay, è completamente gratuito, e non ha nessun costo di gestione o commissione aggiuntiva.

Come bloccare Google Wallet in caso di furto del cellulare?

In caso di furto del proprio smartphone bisogna utilizzare al più presto la funzione Trova il mio dispositivo di Google. Questa consente non solo di individuare la posizione del telefono, ma anche di bloccarlo o resettarlo in modo da evitare operazioni illecite.

Cosa fare se la carta non è compatibile con Google Wallet?

Google Wallet è praticamente compatibile con tutte le carte in circolazione, purché il cellulare sia abilitato ai pagamenti contactless tramite NFC. In alcuni casi potrebbe capitare di trovare un POS non compatibile, situazioni in cui può essere utile provare un altro lettore.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per dettagli e condizioni, vai su http://www.hype.it/trasparenza e consulta i fogli informativi

Il presente sito e tutti i suoi collaboratori non sono responsabili né devono essere ritenuti responsabili per eventuali perdite o danni commerciali subiti avendo fatto affidamento sulle informazioni contenute su questo sito. I dati contenuti in questo sito non sono necessariamente forniti in tempo reale e non sono necessariamente accurati. Tutti i riferimenti a singoli strumenti finanziari non devono essere intesi come attività di consulenza in materia di investimenti, né come invito all'acquisto dei prodotti o servizi menzionati. Investire comporta il rischio di perdere il proprio capitale. Investi solo se sei consapevole dei rischi che stai correndo. Fineco non si assume alcuna responsabilità per l’accuratezza o la completezza delle informazioni riportate in questo sito. Per ulteriori informazioni su Fineco visita il sito www.finecobank.com

Le opinioni espresse all'interno dei contenuti sono esclusivamente dell'autore e non riflettono le opinioni e convinzioni di Revolut. Tuttavia, questo sito guadagna una commissione attraverso i link di affiliazione

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. I tassi creditori sul Conto Deposito sono da intendersi annui lordi e sono validi per i clienti che completano la richiesta di apertura Conto Illimity Premium entro il 18/12/2023 e vincolano le somme entro la predetta data. Le condizioni promozionali su conto corrente Premium (ovvero: i) giacenza sul conto corrente remunerata al 2,50% annuo lordo fino al 31/12/2024, poi 0,50% lordo annuo; ii) imposta di bollo su conto corrente gratuita fino a un massimo di euro 34,20 annui ogni anno) sono valide per le richieste di apertura conto completate entro il 01/02/2024. Per maggiori dettagli sulle condizioni economiche e contrattuali del Conto illimity Premium, Conto Classic e di Conto Deposito illimity consulta i fogli informativi disponibili nella sezione trasparenza di illimity.com/trasparenza.