Ubisoft, giochi chiusi per DRM

Il publisher francese preannuncia la migrazione dei server deputati alla gestione delle restrizioni all'utilizzo dei suoi giochi, che per l'occasione saranno inutilizzabili. Anche quelli in single-player. La soluzione? La pirateria
Il publisher francese preannuncia la migrazione dei server deputati alla gestione delle restrizioni all'utilizzo dei suoi giochi, che per l'occasione saranno inutilizzabili. Anche quelli in single-player. La soluzione? La pirateria

I piani alti di Ubisoft potranno anche continuare a sostenere che le tecnologie DRM sono un gran successo , ma le suddette restrizioni all’utilizzo dei giochi legalmente acquistati continuano a far danni agli utenti paganti: nei prossimi giorni ci sarà una migrazione dei server, e per l’occasione alcuni giochi risulteranno inutilizzabili, anche se non prevedono alcuna componente online.

Ubisoft ha preannunciato la notizia con qualche giorno di anticipo: la migrazione dei server per la gestione delle restrizioni DRM comincerà nelle prossime ore, non ha un termine prestabilito e comprende titoli di primaria importanza come Assassin’s Creed (Mac), Tom Clancy’s H.A.W.X. 2 (PC), The Settlers 7: Paths to a Kingdom (PC).

Per i titoli connessi al servizio online Uplay come Assassin’s Creed per PC ci sarà la possibilità di giocare offline, sempre che gli utenti abbiano avuto l’accortezza di fare in precedenza il login sui server confermando l’acquisto.

Neanche a dirlo, chi avrà scaricato il gioco pirata non avrà di che preoccuparsi: grazie ai crack messi gentilmente a disposizione dalle crew del sottobosco “warez”.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 02 2012
Link copiato negli appunti