UE, come cambiano gli acquisti in-app

Mentre Apple cincischia e non accoglie le richieste europee per contenere gli acquisti incauti, Google ammicca e smette di chiamare "gratis" ciò che è freemium

Roma – Le autorità dell’Unione Europea tornano a parlare delle modalità di transazioni degli store mobile e delle pratiche di acquisto troppo agevoli che permetterebbero acquisti in-app incauti.

L’ultima iniziativa europea è rappresentata da un’azione congiunta della Commissione e degli stati membri avviata in seguito a diverse denunce in forza del regolamento relativo alla cooperazione in materia di tutela dei consumatori (CTC) ( regolamento CE n.2006/2004 ).

Come per le autorità statunitensi che allo stesso modo stanno facendo pressione sulle piattaforme mobile, per l’UE il problema riguarda soprattutto i bambini, che “dovrebbero essere meglio protetti dal gioco online” (e dalla possibilità di incappare in spese ai danni del portafoglio dei genitori).

La Commissione Europea racconta che è stata raggiunta dalle autorità nazionali una posizione comune proprio nell’ambito della rete CTC, posizione che nel dicembre 2013 è stata trasmessa ad Apple, Google e all’ Interactive Software Federation of Europe : si chiedeva una serie di modifiche ai sistemi di acquisto dei diversi sistemi operativi mobile, in modo tale da aumentare la trasparenza dei servizi e dei relativi costi ed eliminare gli inviti diretti ai bambini ad acquistare articoli nell’ambito di un gioco o a persuadere gli adulti ad acquistarli per i bambini.

L’industria – dice ora la Commissione Europea – ha dunque sottoscritto una serie di impegni al fine di tener conto delle preoccupazioni dei consumatori: Google in primis ha deciso di apportare diversi cambiamenti che saranno implementati entro fine settembre. La principale novità adottata da Mountain View è che le app freemium, che sono cioè gratis da scaricare ma che prevedono pagamenti successivi (costi di abbonamento, servizi premium, acquisti in-app, blocco dell’app dopo periodo di prova ecc.), non saranno più contrassegnate dall’espressione “gratis”.
Inoltre, Google prevederà come richiesto dall’UE specifiche misure per prevenire l’esortazione diretta ai bambini .

Da parte sua Apple non sembra affatto voler cedere alle pressioni di Bruxelles: Cupertino ha ribadito che non vuole cambiare la struttura del suo store online per non appesantire le procedure e la fluidità delle operazioni di acquisto garantite ed apprezzate dai suoi utenti.

Secondo il produttore dei dispositivi con la Mela le autorità devono capire che nei casi in cui il sistema di acquisti previsto da iOS venga per sbaglio utilizzato per addebitare costi ai genitori (o spinga un utente distratto ad una spesa non calcolata) il suo sistema di assistenza clienti permette di ricevere un rimborso correggendo l’operazione. Apple, per esempio, ha già accettato di rimborsare 37mila utenti con 32,5 milioni di dollari .

La Commissione Europea e gli Stati membri continueranno a monitorare la questione e in particolare a verificare in che misura gli impegni assunti vengono fatti valere nella pratica: tuttavia nella pratica, l’effettivo enforcement, tra cui le eventuali azioni legali, compete alle autorità nazionali e non all’Europa.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Moshe Mordechai scrive:
    Crimini di Stato
    A me un solo crimine di Stato preoccupa più di 100 crimini di privati cittadini.
  • ... scrive:
    l'FBI ha ragione
    effettivamente i vari criminali di stato (es: NSA) potrebbero usare le auto con pilota automatico per spiare 24 ore su 24 i cittadini senza pagare gli straoridnari notturni ai loro agenti: mandano il pulmino robotizzato davanti casa e qeullo ascolta in wifi le comunicazioni senza stancarsi mai.
  • Skywalkersenior scrive:
    A me sembra ridicolo
    Che problemi vuoi che ci siano se, al posto di un guidatore umano, ce ne fosse uno automatico.Secondo me un tale veicolo non sarebbe di certo utilizzabile da dei fuggitivi visto che, almeno teoricamente, sarebbe programmato per rispettare il codice della strada.Per qianto riguarda l'evitare il traffico, non è niente che non possa fare anche un umano con un semplice navigatore satellitare.Infine, riguardo all'uso di tali mezzi come autobomba, non ci vedo un gran vantaggio visto che normalmente certi terroristi sono anche disposti ad immolarsi per la loro causa
    • Giada Sinistro scrive:
      Re: A me sembra ridicolo
      Ma quanto sei sfigato
    • Funz scrive:
      Re: A me sembra ridicolo
      - Scritto da: Skywalkersenior
      Che problemi vuoi che ci siano se, al posto di un
      guidatore umano, ce ne fosse uno
      automatico.
      Secondo me un tale veicolo non sarebbe di certo
      utilizzabile da dei fuggitivi visto che, almeno
      teoricamente, sarebbe programmato per rispettare
      il codice della
      strada.Anche se potrebbe essere modificato per non rispettare i limiti, all'FBI basterebbe fare una telefonata ad un'altra agenzia-di-tre-lettere per arrestare immediatamente l'auto da remoto :)
      Infine, riguardo all'uso di tali mezzi come
      autobomba, non ci vedo un gran vantaggio visto
      che normalmente certi terroristi sono anche
      disposti ad immolarsi per la loro
      causaSicuramente uno di questi giocattoli costerà di più di un poveraccio cerebrolavato da sacrificare, almeno per i primi anni.
  • eheheh scrive:
    o terroristi se ne sbattono
    delle auto automatiche, a loro basta indottrinare un peones da imbottire di esplosivoo al massimo usare una macchinina radiocomandata con un po' di c4, la mandi sotto ad un camion cisterna e boom
    • iRoby scrive:
      Re: o terroristi se ne sbattono
      Tu guardi troppi film americani.Senti a me spegni la TV e rilassati, prendi un bastone vai in giardino, fai una buca, guarda il bastone, guarda la buca, contempla la tua opera, se ne proverai soddisfazione, nella vita avrai avuto molto più da quella buca, che da tutta la XXXXX che arriva dalla TV.
      • eheheh scrive:
        Re: o terroristi se ne sbattono
        - Scritto da: iRoby
        Tu guardi troppi film americani.

        Senti a me spegni la TV e rilassati, prendi un
        bastone vai in giardino, fai una buca, guarda il
        bastone, guarda la buca, contempla la tua opera,
        se ne proverai soddisfazione, nella vita avrai
        avuto molto più da quella buca, che da tutta la
        XXXXX che arriva dalla
        TV.cosa c'entra la tv? l'articolo dice che le auto senza guidatore potrebbero essere usate come armi ad esempio come autobombaed io ho detto che non servono, perchè i sistemi attuali vanno più che bene
      • Amon Goeth scrive:
        Re: o terroristi se ne sbattono
        - Scritto da: iRoby
        Tu guardi troppi film americani.

        Senti a me spegni la TV e rilassati, prendi un
        bastone vai in giardino, fai una buca, guarda il
        bastone, guarda la buca, contempla la tua opera,
        se ne proverai soddisfazione, nella vita avrai
        avuto molto più da quella buca, che da tutta la
        XXXXX che arriva dalla
        TV.L'inventore delle fondamenta fece proprio così.
      • il.gemmolog o scrive:
        Re: o terroristi se ne sbattono
        G-R-A-D-I-S-S-I-M-O!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)The.gem-----------------------------"Una buca... puo insegnerti molto nella vita... è ora di scavarla."-
  • Leguleio scrive:
    Ma figuriamoci
    " In molti pensano che sia ancora presto per vedere mezzi automatici su strada, ma secondo l'FBI il Congresso USA potrebbe approvare il loro utilizzo e consentire l'avvento delle driveless car entro i prossimi 5-7 anni ."Il Congresso non approverà mai la circolazione di veicoli che creano più problemi di quanti ne risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci siano auto a guida automatica realmente intelligenti.
    • krane scrive:
      Re: Ma figuriamoci
      - Scritto da: Leguleio
      " <I
      In molti pensano che sia ancora presto per
      vedere mezzi automatici su strada, ma secondo
      l'FBI il Congresso USA potrebbe approvare il loro
      utilizzo e consentire l'avvento delle driveless
      car entro i prossimi 5-7 anni </I
      ."
      Il Congresso non approverà mai la circolazione di
      veicoli che creano più problemi di quanti ne
      risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci siano auto
      a guida automatica realmente intelligenti.Beh, ma tu cel'hai la patente ?(anonimo)
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma figuriamoci
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Leguleio

        " <I
        In molti pensano che sia ancora
        presto
        per

        vedere mezzi automatici su strada, ma secondo

        l'FBI il Congresso USA potrebbe approvare il
        loro

        utilizzo e consentire l'avvento delle
        driveless

        car entro i prossimi 5-7 anni </I
        ."


        Il Congresso non approverà mai la
        circolazione
        di

        veicoli che creano più problemi di quanti ne

        risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci siano
        auto

        a guida automatica realmente intelligenti.

        Beh, ma tu cel'hai la patente ?

        (anonimo)Comincio a pensare che lui sia il solito portatore di interessi personali.Scommetto che gestisce una agenzia di scuola guida.
      • Leguleio scrive:
        Re: Ma figuriamoci
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Leguleio

        " <I
        In molti pensano che sia ancora
        presto
        per

        vedere mezzi automatici su strada, ma secondo

        l'FBI il Congresso USA potrebbe approvare il
        loro

        utilizzo e consentire l'avvento delle
        driveless

        car entro i prossimi 5-7 anni </I
        ."


        Il Congresso non approverà mai la
        circolazione
        di

        veicoli che creano più problemi di quanti ne

        risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci siano
        auto

        a guida automatica realmente intelligenti.

        Beh, ma tu cel'hai la patente ?

        (anonimo)Sì, e pure l'auto. Non capisco che c'entri, se vuoi spiegarlo...Ti avverto, alla prima battutina il tuo commento sparisce.
        • krane scrive:
          Re: Ma figuriamoci
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: Leguleio


          " <I
          In molti pensano che sia
          ancora

          presto

          per


          vedere mezzi automatici su strada, ma
          secondo


          l'FBI il Congresso USA potrebbe
          approvare
          il

          loro


          utilizzo e consentire l'avvento delle

          driveless


          car entro i prossimi 5-7 anni
          </I

          ."




          Il Congresso non approverà mai la

          circolazione

          di


          veicoli che creano più problemi di
          quanti
          ne


          risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci
          siano

          auto


          a guida automatica realmente
          intelligenti.



          Beh, ma tu cel'hai la patente ?



          (anonimo)

          Sì, e pure l'auto. Non capisco che c'entri, se
          vuoi spiegarlo...Ovvio... Se fanno guidare te possono far guidare anche un tavolo.
          Ti avverto, alla prima battutina il tuo commento
          sparisce.[img]http://www.informarexresistere.fr/wp-content/uploads/2012/07/poff.jpeg[/img]
        • ... scrive:
          Re: Ma figuriamoci
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: Leguleio


          " <I
          In molti pensano che sia
          ancora

          presto

          per


          vedere mezzi automatici su strada, ma
          secondo


          l'FBI il Congresso USA potrebbe
          approvare
          il

          loro


          utilizzo e consentire l'avvento delle

          driveless


          car entro i prossimi 5-7 anni
          </I

          ."




          Il Congresso non approverà mai la

          circolazione

          di


          veicoli che creano più problemi di
          quanti
          ne


          risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci
          siano

          auto


          a guida automatica realmente
          intelligenti.



          Beh, ma tu cel'hai la patente ?



          (anonimo)

          Sì, e pure l'auto. Non capisco che c'entri, se
          vuoi
          spiegarlo...
          Ti avverto, alla prima battutina il tuo commento
          sparisce.lo sappiamo che sei "XXXX e camicia" con annunziata: non serve ribadirlo, se non per gonfiare ulterirmente il tuo ego. stai rilassato che se no ti potrebbe scoppiare una vena. ripensandoci... non stare rilassato.
          • krane scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: krane

            Ti avverto, alla prima battutina il tuo commento

            sparisce.
            lo sappiamo che sei "XXXX e camicia" con
            annunziata: non serve ribadirlo, se non per
            gonfiare ulterirmente il tuo ego. stai rilassato
            che se no ti potrebbe scoppiare una vena.
            ripensandoci... non stare rilassato.E' per quello che lo provoco, per tenerlo pronto !Ma poi lui lo dice alla maestra :'((rotfl) (rotfl) (rotfl) Ultimamente minaccia pure (rotfl) (rotfl) ma davvero crede che faccia paura vedersi sparire i commenti ? (rotfl) (rotfl)
          • ... scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Leguleio


            - Scritto da: krane



            Ti avverto, alla prima battutina il tuo
            commento


            sparisce.


            lo sappiamo che sei "XXXX e camicia" con

            annunziata: non serve ribadirlo, se non per

            gonfiare ulterirmente il tuo ego. stai
            rilassato

            che se no ti potrebbe scoppiare una vena.

            ripensandoci... non stare rilassato.

            E' per quello che lo provoco, per tenerlo pronto !

            Ma poi lui lo dice alla maestra :'(
            piu o meno cosi':LEGULEIO: signora maestra, signora maestra! pierino dice che sono scemo!!MAESTRA: pierino, smettila di dire la verita' e vai subito dietro la lavagna!

            (rotfl) (rotfl) (rotfl)

            Ultimamente minaccia pure (rotfl) (rotfl) maserve, come detto, a gonfiare il suo ego. e' dura quando hai tutto contro, lui oltre all'amico immaginario, che pero' non da soddisfazione, e' venuto qui su pi a cercare di essere rispettato, fallendo miseramentre, tra l'altro.
            davvero crede che faccia paura vedersi sparire i
            commenti ? (rotfl) (rotfl)io penso che lui creda che essere presenti su PI sia indice di una cosa positiva. personalmente invece lo equiparo al vantarsi perche camminando in un prato si e' pestata una XXXXX di XXXXX. ma contento liui....
        • Funz scrive:
          Re: Ma figuriamoci
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: krane


          risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci
          siano

          auto


          a guida automatica realmente
          intelligenti.



          Beh, ma tu cel'hai la patente ?



          (anonimo)

          Sì, e pure l'auto. Non capisco che c'entri, se
          vuoi
          spiegarlo...
          Ti avverto, alla prima battutina il tuo commento
          sparisce.Te l'ha già fatta la battutina, e la tua risposta conferma che Krane ci ha preso :p
    • Gigigno scrive:
      Re: Ma figuriamoci
      - Scritto da: Leguleio
      " In molti pensano che sia ancora presto per
      vedere mezzi automatici su strada, ma secondo
      l'FBI il Congresso USA potrebbe approvare il loro
      utilizzo e consentire l'avvento delle driveless
      car entro i prossimi 5-7
      anni ."

      Il Congresso non approverà mai la circolazione di
      veicoli che creano più problemi di quanti ne
      risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci siano auto
      a guida automatica realmente
      intelligenti.Basta ungere i senatori giusti e tutto si può fare(mai visto Persons of Interest) ;)
      • Leguleio scrive:
        Re: Ma figuriamoci


        " <I
        In molti pensano che sia ancora presto per

        vedere mezzi automatici su strada, ma secondo

        l'FBI il Congresso USA potrebbe approvare il
        loro

        utilizzo e consentire l'avvento delle driveless

        car entro i prossimi 5-7

        anni </I
        ."



        Il Congresso non approverà mai la circolazione
        di

        veicoli che creano più problemi di quanti ne

        risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci siano auto

        a guida automatica realmente

        intelligenti.

        Basta ungere i senatori giusti e tutto si può fare
        (mai visto Persons of Interest) ;)Se uno ha fiducia nella propria invenzione, e credo che i tecnici di google car ce l'abbiano, non corromperà mai nessuno, equivale ad ammettere a sé stessi una sconfitta.Si unge quando si sa che ad esempio un farmaco non funziona, o ha pesanti effetti collaterali che si intendono tenere nascosti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 luglio 2014 12.15-----------------------------------------------------------
    • iRoby scrive:
      Re: Ma figuriamoci
      Durante una lezione di Neuroscienze 1 ho sentito che l'automobile automatica non sarà possibile ancora per molti anni. Dato che ci saranno sempre percentuali di imprevisti ingestibili se non con capacità decisionali tipiche dell'immaginazione...E finché la IA non sarà in grado di imitare anche l'immaginazione, niente macchine automatiche.Che sia una buca per lavori e male segnalata, piuttosto che una palla od uno skateboard ed un bambino che lo insegue, gatti e cani randagi, altri veicoli che la mettono in difficoltà più o meno volontariamente.Deve riconoscere l'oggetto e il pericolo, e imparare a gestirlo... È anche detto pensiero fine-granulare, e impone capacità predittiva ed un sapere integrato dall'immaginazione come dicevo. Deve usare cioè usare l'immaginazione per inventare la reazione per aggirare un pericolo fino a quel momento sconosciuto.Tutti i sistemi di IA invece oggi funzionano col sistema del sapere costituito, del database di tutti i possibili ostacoli collegato ad un database di possibili reazioni.Il livello tecnologico a cui siamo ora è inferiore all'imitazione del cervello di un cane da guida per ciechi.Cioè non siamo in grado di fare un robot guida per ciechi efficiente come un cane guida, perché anche il cane guida è capace di immaginazione e pensiero fine-granulare per affrontare imprevisti e prendere decisioni. Che siano istintive o in base all'addestramento...
      • 2014 scrive:
        Re: Ma figuriamoci
        - Scritto da: iRoby
        Durante una lezione di Neuroscienze 1 ho sentito
        che l'automobile automatica non sarà possibile
        ancora per molti anni.
        Tanto tu giri in Harley, no?
        • iRoby scrive:
          Re: Ma figuriamoci
          Yesss, ma magari qualche volta piacerebbe anche a me farmi portare a spasso da un'auto automatica ed io mi rilasso un attimo...Ma sarà forse mio figlio a vederle, io non credo...
          • prova123 scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            Comunque le linee CAN sono facilmente muccabili ... un qualsiasi cracker ha capito il concetto, tutti gli altri non hanno motivo di preoccuparsi! :)
      • nomeecognom e scrive:
        Re: Ma figuriamoci
        Non sono d'accordo:1) Un corso di neuroscienze 1 non è la verità2) Non è possibile eliminare tutte le fonti di pericolo. E' sufficiente avere un rate di incidenti inferiori a quello umano. La maggior parte degli incidenti umani sono molto probabilmente risolvibili in modo automatico e semplice. Fin'ora mi risulta che la gcar dopo molti km percorsi ha 0 incidenti all'attivo.3) Le macchine automatiche quando si diffonderanno avranno la possibilità di raccogliere un'infinità di dati da tutte le macchine e quindi avranno la possibilità di risolvere, più il tempo passa, una quantità maggiore di problemi.4) le gcar fin'ora hanno dimostrato di essere molto intelligenti. Sanno rilevare oggetti sulla strada e rallentare in caso di situazione imprevista, sanno reagire istantaneamente e prendere in considerazione tutti gli oggetti sulla strada per prendere una decisione corretta ed evitare un incidente.
        • iRoby scrive:
          Re: Ma figuriamoci
          - Scritto da: nomeecognom e
          Non sono d'accordo:
          1) Un corso di neuroscienze 1 non è la veritàLo diceva anche il corso di Neuroscienze che la gente ha i criceti al posto del cervello...
          2) Non è possibile eliminare tutte le fonti di
          pericolo. E' sufficiente avere un rate di
          incidenti inferiori a quello umano. La maggior
          parte degli incidenti umani sono molto
          probabilmente risolvibili in modo automatico e
          semplice. Fin'ora mi risulta che la gcar dopo
          molti km percorsi ha 0 incidenti all'attivo.Le Gcar hanno camminato su percorsi guidati o in situazioni ideali. Io le ho viste solo in parcheggi liberi, e strade americane larghe e ben costruite.Non sono pronte né per i quartieri spagnoli di Napoli, né per lo Zen di Palermo, e manco per l'interland milanese.Le gcar vanno benissimo in strade apposta per loro, cioè come i tram su rotaia o i filobus, dei quali si studia e tiene sgombro il percorso prima delle corse in città, ossia con determinati standard di asfalto, ostacoli, transennamenti ecc.
          3) Le macchine automatiche quando si
          diffonderanno avranno la possibilità di
          raccogliere un'infinità di dati da tutte le
          macchine e quindi avranno la possibilità di
          risolvere, più il tempo passa, una quantità
          maggiore di problemi.Lo vedi che i criceti nel cervello ragionano ancora al posto tuo?E stanno ragionando ancora in termini di database e dati.Neuroscienze invece parla di immaginazione e pensiero fine-granulare, per associare le esperienze cognitive con la nuova esperienza ed immaginare soluzioni applicabili al nuovo problema. Non si pesca dal database di eventi e soluzioni, ma si pesca dal database esperienze anche simili anche parziali per costruire con l'immaginazione una soluzione nuova ad un problema nuovo.
          4) le gcar fin'ora hanno dimostrato di essere
          molto intelligenti. Sanno rilevare oggetti sulla
          strada e rallentare in caso di situazione
          imprevista, sanno reagire istantaneamente e
          prendere in considerazione tutti gli oggetti
          sulla strada per prendere una decisione corretta
          ed evitare un incidente.E se trovano una voragine non segnalata, anche la vedessero ci finirebbero dentro, perché il database prevede standard di lavori in corso a norma di legge.Non prevede aziende appaltatrici con operai che lavorano alla napoletana, in allegria... I segnali? Quali segnali? C'era un fazzoletto arancione attaccato alla rete non lo vedi?L'arancione vuol dire pericolo. Lo ha immaginato l'operaio allegro, perché la GCar non l'ha immaginato, aaahhh la GCar non è napoletana... :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 luglio 2014 16.58-----------------------------------------------------------
          • nomeecognom e scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            no, se trovano una voragine si fermano e basta, così come se trovano un ostacolo umano (non mi sembra che oggetti in mezzo alla strada siano previsti dalla legge, eppure le gcar rilevano oggetti a prescindere dai cartelli stradali).Ripeto, gli incidenti non si possono mai ridurre a zero, ma si possono statisticamente diminuire, e di molto.Detto questo, non fidarti troppo dei corsi universitari, soprattutto quelli pseudoscientifici (quotidianamente mi nutro di articoli scientifici, non di parole di studentelli che si basano su non meglio precisate dispense di non meglio conosciuti prof di facoltà materasso).Dacci qualche referenza con qualche studio ben fatto, perchè sembra che ingegneri con le contropalle di google e le maggiori case automobilistiche stiano investendo milioni su questa tecnologia.--Meanwhile in a parallel universe--Corso di IA 1:Da quanto mi ha detto il proffe, gli umani non riusciranno mai a sostituire le macchine automatiche, sono troppo poco reattivi, fanno spesso errori banali dovuti a inesperienza, a stati psicofisici non adeguati, a impossibilità di computare tutte le variabili in gioco.Se gli uomini sostituiscono le macchine, ogni anno secondo i conti del proffe ogni anno morirebbero 1,2 milioni di persone e 50 milioni risulterebbero ferite. Meglio rimanere con le macchine automatiche.
          • iRoby scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: nomeecognom e
            no, se trovano una voragine si fermano e basta,
            così come se trovano un ostacolo umano (non mi
            sembra che oggetti in mezzo alla strada siano
            previsti dalla legge, eppure le gcar rilevano
            oggetti a prescindere dai cartelli
            stradali).E XXXXXXX ti pare un panorama plausibile ogni angolo di strada con una GCar ferma per un ostacolo ingestibile?È proprio quello che si deve evitare di averle ferme per ogni sciocchezza.Nel giro di poco tempo avremmo strade intasate, gente inXXXXXXX che chiama tecnici per farsela riavviare o teleguidare a distanza per aggirare l'ostacolo.Oppure si fa una cosa, gli si mettono i comandi e la modalità manuale, all'ostacolo ingestibile, le persone dentro prendono il controllo e superano l'ostacolo. Ma allora è finito il bello della cosa, dentro si deve essere qualcuno con la patente, ecc. ecc.Perfino il cane guida per ciechi davanti ad un problema imprevisto per esempio un rapinatore sceglie le seguenti reazioni:me la do a gambe e si fotta il cieco;azzanno il rapinatore e difendo il cieco;lecco il rapinatore e me lo faccio amico.Usa l'istinto, il carattere, l'addestramento.
            Ripeto, gli incidenti non si possono mai ridurre
            a zero, ma si possono statisticamente diminuire,
            e di molto.
            Detto questo, non fidarti troppo dei corsi
            universitari, soprattutto quelli
            pseudoscientifici (quotidianamente mi nutro di
            articoli scientifici, non di parole di
            studentelli che si basano su non meglio precisate
            dispense di non meglio conosciuti prof di facoltà
            materasso).Io mi fido di ciò che si sa della mente umana.E Neuroscienze si è presa la briga di indagarla...Quello che si sa è che è più complessa di quello che si pensava, e no, ancora non ci siamo per imitarla.
            Dacci qualche referenza con qualche studio ben
            fatto, perchè sembra che ingegneri con le
            contropalle di google e le maggiori case
            automobilistiche stiano investendo milioni su
            questa tecnologia.Ingegneri, ah ecco, e i neuroscienziati dove sono?Perché anch'io sono un ingegnere. Ma voglio diventare anche un neuroscienziato, perché mi sono reso conto dei limiti dell'ingegneria. L'ho esplorata in quelle che sono le mie conoscenze e possibilità, ora voglio qualcos'altro di più intrigante.
          • nomeecognom e scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            no, se trovano una voragine si fermano e basta, così come se trovano un ostacolo umano (non mi sembra che oggetti in mezzo alla strada siano previsti dalla legge, eppure le gcar rilevano oggetti a prescindere dai cartelli stradali).Ripeto, gli incidenti non si possono mai ridurre a zero, ma si possono statisticamente diminuire, e di molto.Detto questo, non fidarti troppo dei corsi universitari, soprattutto quelli pseudoscientifici (quotidianamente mi nutro di articoli scientifici, non di parole di studentelli che si basano su non meglio precisate dispense di non meglio conosciuti prof di facoltà materasso).Dacci qualche referenza con qualche studio ben fatto, perchè sembra che ingegneri con le contropalle di google e le maggiori case automobilistiche stiano investendo milioni su questa tecnologia.--Meanwhile in a parallel universe--Corso di IA 1:Da quanto mi ha detto il proffe, gli umani non riusciranno mai a sostituire le macchine automatiche, sono troppo poco reattivi, fanno spesso errori banali dovuti a inesperienza, a stati psicofisici non adeguati, a impossibilità di computare tutte le variabili in gioco.Se gli uomini sostituiscono le macchine, ogni anno secondo i conti del proffe ogni anno morirebbero 1,2 milioni di persone e 50 milioni risulterebbero ferite. Meglio rimanere con le macchine automatiche.
          • nomeecognom e scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            no, se trovano una voragine si fermano e basta, così come se trovano un ostacolo umano (non mi sembra che oggetti in mezzo alla strada siano previsti dalla legge, eppure le gcar rilevano oggetti a prescindere dai cartelli stradali).Ripeto, gli incidenti non si possono mai ridurre a zero, ma si possono statisticamente diminuire, e di molto.Detto questo, non fidarti troppo dei corsi universitari, soprattutto quelli pseudoscientifici (quotidianamente mi nutro di articoli scientifici, non di parole di studentelli che si basano su non meglio precisate dispense di non meglio conosciuti prof di facoltà materasso).Dacci qualche referenza con qualche studio ben fatto, perchè sembra che ingegneri con le contropalle di google e le maggiori case automobilistiche stiano investendo milioni su questa tecnologia.--Meanwhile in a parallel universe--Corso di IA 1:Da quanto mi ha detto il proffe, gli umani non riusciranno mai a sostituire le macchine automatiche, sono troppo poco reattivi, fanno spesso errori banali dovuti a inesperienza, a stati psicofisici non adeguati, a impossibilità di computare tutte le variabili in gioco.Se gli uomini sostituiscono le macchine, ogni anno secondo i conti del proffe ogni anno morirebbero 1,2 milioni di persone e 50 milioni risulterebbero ferite. Meglio rimanere con le macchine automatiche.
          • nomeecognom e scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            no, se trovano una voragine si fermano e basta, così come se trovano un ostacolo umano (non mi sembra che oggetti in mezzo alla strada siano previsti dalla legge, eppure le gcar rilevano oggetti a prescindere dai cartelli stradali).Ripeto, gli incidenti non si possono mai ridurre a zero, ma si possono statisticamente diminuire, e di molto.Detto questo, non fidarti troppo dei corsi universitari, soprattutto quelli pseudoscientifici (quotidianamente mi nutro di articoli scientifici, non di parole di studentelli che si basano su non meglio precisate dispense di non meglio conosciuti prof di facoltà materasso).Dacci qualche referenza con qualche studio ben fatto, perchè sembra che ingegneri con le contropalle di google e le maggiori case automobilistiche stiano investendo milioni su questa tecnologia.--Meanwhile in a parallel universe--Corso di IA 1:Da quanto mi ha detto il proffe, gli umani non riusciranno mai a sostituire le macchine automatiche, sono troppo poco reattivi, fanno spesso errori banali dovuti a inesperienza, a stati psicofisici non adeguati, a impossibilità di computare tutte le variabili in gioco.Se gli uomini sostituiscono le macchine, ogni anno secondo i conti del proffe ogni anno morirebbero 1,2 milioni di persone e 50 milioni risulterebbero ferite. Meglio rimanere con le macchine automatiche.
          • nomeecognom e scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            no, se trovano una voragine si fermano e basta, così come se trovano un ostacolo umano (non mi sembra che oggetti in mezzo alla strada siano previsti dalla legge, eppure le gcar rilevano oggetti a prescindere dai cartelli stradali).Ripeto, gli incidenti non si possono mai ridurre a zero, ma si possono statisticamente diminuire, e di molto.Detto questo, non fidarti troppo dei corsi universitari, soprattutto quelli pseudoscientifici (quotidianamente mi nutro di articoli scientifici, non di parole di studentelli che si basano su non meglio precisate dispense di non meglio conosciuti prof di facoltà materasso).Dacci qualche referenza con qualche studio ben fatto, perchè sembra che ingegneri con le contropalle di google e le maggiori case automobilistiche stiano investendo milioni su questa tecnologia.--Meanwhile in a parallel universe--Corso di IA 1:Da quanto mi ha detto il proffe, gli umani non riusciranno mai a sostituire le macchine automatiche, sono troppo poco reattivi, fanno spesso errori banali dovuti a inesperienza, a stati psicofisici non adeguati, a impossibilità di computare tutte le variabili in gioco.Se gli uomini sostituiscono le macchine, ogni anno secondo i conti del proffe ogni anno morirebbero 1,2 milioni di persone e 50 milioni risulterebbero ferite. Meglio rimanere con le macchine automatiche.
          • nomeecognom e scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            no, se trovano una voragine si fermano e basta, così come se trovano un ostacolo umano (non mi sembra che oggetti in mezzo alla strada siano previsti dalla legge, eppure le gcar rilevano oggetti a prescindere dai cartelli stradali).Ripeto, gli incidenti non si possono mai ridurre a zero, ma si possono statisticamente diminuire, e di molto.Detto questo, non fidarti troppo dei corsi universitari, soprattutto quelli pseudoscientifici (quotidianamente mi nutro di articoli scientifici, non di parole di studentelli che si basano su non meglio precisate dispense di non meglio conosciuti prof di facoltà materasso).Dacci qualche referenza con qualche studio ben fatto, perchè sembra che ingegneri con le contropalle di google e le maggiori case automobilistiche stiano investendo milioni su questa tecnologia.--Meanwhile in a parallel universe--Corso di IA 1:Da quanto mi ha detto il proffe, gli umani non riusciranno mai a sostituire le macchine automatiche, sono troppo poco reattivi, fanno spesso errori banali dovuti a inesperienza, a stati psicofisici non adeguati, a impossibilità di computare tutte le variabili in gioco.Se gli uomini sostituiscono le macchine, ogni anno secondo i conti del proffe ogni anno morirebbero 1,2 milioni di persone e 50 milioni risulterebbero ferite. Meglio rimanere con le macchine automatiche.
          • xifkuibw scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: nomeecognom e
            no, se trovano una voragine si fermano e basta,
            così come se trovano un ostacolo umano (non mi
            sembra che oggetti in mezzo alla strada siano
            previsti dalla legge, eppure le gcar rilevano
            oggetti a prescindere dai cartelli
            stradali).
            Ripeto, gli incidenti non si possono mai ridurre
            a zero, ma si possono statisticamente diminuire,
            e di
            molto.
            Detto questo, non fidarti troppo dei corsi
            universitari, soprattutto quelli
            pseudoscientifici (quotidianamente mi nutro di
            articoli scientifici, non di parole di
            studentelli che si basano su non meglio precisate
            dispense di non meglio conosciuti prof di facoltà
            materasso).
            Dacci qualche referenza con qualche studio ben
            fatto, perchè sembra che ingegneri con le
            contropalle di google e le maggiori case
            automobilistiche stiano investendo milioni su
            questa
            tecnologia.

            --Meanwhile in a parallel universe--

            Corso di IA 1:
            Da quanto mi ha detto il proffe, gli umani non
            riusciranno mai a sostituire le macchine
            automatiche, sono troppo poco reattivi, fanno
            spesso errori banali dovuti a inesperienza, a
            stati psicofisici non adeguati, a impossibilità
            di computare tutte le variabili in
            gioco.
            Se gli uomini sostituiscono le macchine, ogni
            anno secondo i conti del proffe ogni anno
            morirebbero 1,2 milioni di persone e 50 milioni
            risulterebbero ferite. Meglio rimanere con le
            macchine
            automatiche.A te il doppio post ti fa una bella se*a (rotfl)(rotfl)
          • xifkuibw scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: iRoby
            Lo diceva anche il corso di Neuroscienze che la
            gente ha i criceti al posto del
            cervello...Potrei sapere dove in che negozio hai trovato un piedistallo così alto?
          • Funz scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: iRoby
            Le Gcar hanno camminato su percorsi guidati o in
            situazioni ideali.

            Io le ho viste solo in parcheggi liberi, e strade
            americane larghe e ben
            costruite.
            Non sono pronte né per i quartieri spagnoli di
            Napoli, né per lo Zen di Palermo, e manco per
            l'interland
            milanese.Differenza meramente quantitativa, non qualitativa per un sistema che ha tempi di reazione di pochi ms
            Le gcar vanno benissimo in strade apposta per
            loro, cioè come i tram su rotaia o i filobus, dei
            quali si studia e tiene sgombro il percorso prima
            delle corse in città, ossia con determinati
            standard di asfalto, ostacoli, transennamenti
            ecc.no
            Neuroscienze invece parla di immaginazione e
            pensiero fine-granulare, per associare le
            esperienze cognitive con la nuova esperienza ed
            immaginare soluzioni applicabili al nuovo
            problema. Non si pesca dal database di eventi e
            soluzioni, ma si pesca dal database esperienze
            anche simili anche parziali per costruire con
            l'immaginazione una soluzione nuova ad un
            problema
            nuovo.guarda che i parametri sono relativamente pochi:- dimensione, posizione e velocità dell'ostacolo, rilevati dai sensori con molta più precisione e rapidità che dai sensi umani. Che poi sia una buca o un pedone o un veicolo che spunta da una via laterale, non fa molta differenza qualitativamente.- velocità e direzione dell'auto, idem come sopra.Aggiungi una capacità di calcolo imparagonabile per determinare la migliore risposta, e una rapidità di decisione e azione dell'ordine dei millisecondi.Non c'è granché bisogno di "immaginazione" o logiche fuzzy o robe del genere.


            4) le gcar fin'ora hanno dimostrato di essere

            molto intelligenti. Sanno rilevare oggetti
            sulla

            strada e rallentare in caso di situazione

            imprevista, sanno reagire istantaneamente e

            prendere in considerazione tutti gli oggetti

            sulla strada per prendere una decisione
            corretta

            ed evitare un incidente.

            E se trovano una voragine non segnalata, anche la
            vedessero ci finirebbero dentro, perché il
            database prevede standard di lavori in corso a
            norma di
            legge.sbagliato, i sensori rileverebbero il buco probabilmente meglio del conducente umano.
            Non prevede aziende appaltatrici con operai che
            lavorano alla napoletana, in allegria... I
            segnali? Quali segnali? C'era un fazzoletto
            arancione attaccato alla rete non lo
            vedi?
            L'arancione vuol dire pericolo. Lo ha immaginato
            l'operaio allegro, perché la GCar non l'ha
            immaginato, aaahhh la GCar non è napoletana...
            :)caso divertente ma sballato :p
        • Leguleio scrive:
          Re: Ma figuriamoci

          2) Non è possibile eliminare tutte le fonti di
          pericolo. E' sufficiente avere un rate di
          incidenti inferiori a quello umano. Qui su PI tutti si sono fissati con la percentuale di incidenti, manco fossimo tutti compagnie assicuratrici preoccupate per i risarcimenti. L'ho scritto e lo ripeto: chi si mette alla guida di un'auto non lo fa con lo scopo di non fare incidenti, lo fa per arrivare a destinazione in un tempo ragionevole e sperando di non farne. Inutile inventarsi una cultura automobilistica e una civiltà che non sono mai esistite.
          La maggior
          parte degli incidenti umani sono molto
          probabilmente risolvibili in modo automatico e
          semplice. Fin'ora mi risulta che la gcar dopo
          molti km percorsi ha 0 incidenti
          all'attivo.Non si sa. Dati indipendenti non sono disponibili, è la parola di Google contro quella di osservatori esterni che non sono mai saliti a bordo, se non per brevi giri dimostrativi.
          3) Le macchine automatiche quando si
          diffonderanno avranno la possibilità di
          raccogliere un'infinità di dati da tutte le
          macchine e quindi avranno la possibilità di
          risolvere, più il tempo passa, una quantità
          maggiore di
          problemi.No. Il computer non funziona così.I computer di oggi hanno una velocità e una capacità di gestione dei dati inimmaginabile fino a soli 20 anni fa. Ma non sono più intelligenti di allora.
          4) le gcar fin'ora hanno dimostrato di essere
          molto intelligenti. Sanno rilevare oggetti sulla
          strada e rallentare in caso di situazione
          imprevista, sanno reagire istantaneamente e
          prendere in considerazione tutti gli oggetti
          sulla strada per prendere una decisione corretta
          ed evitare un
          incidente.Nella circolazione stradale evitare di creare un ingorgo per sciocchi motivi è altrettanto importante che saper evitare un incidente, soprattutto per il passeggero che è a bordo. E un computer non può.
          • nomeecognom e scrive:
            Re: Ma figuriamoci

            Qui su PI tutti si sono fissati con la
            percentuale di incidenti, manco fossimo tutti
            compagnie assicuratrici preoccupate per i
            risarcimenti.

            L'ho scritto e lo ripeto: chi si mette alla guida
            di un'auto non lo fa con lo scopo di non fare
            incidenti, lo fa per arrivare a destinazione in
            un tempo ragionevole e sperando di non farne.Errato, la maggior parte delle persone sono molto sensibili agli incidenti e sono portate a comprare oggetti più sicuri. La maggior parte delle persone inoltre troverebbe molto comodo poter viaggiare in modo automatico.Detto questo, l'opinione del singolo conducente è abbastanza irrilevante, se una tecnologia è in grado di risparmiare 200 milioni di vite l'anno, non la ritieni una tecnologia valida?
            Non si sa. Dati indipendenti non sono
            disponibili, è la parola di Google contro quella
            di osservatori esterni che non sono mai saliti a
            bordo, se non per brevi giri
            dimostrativi.Corretto
            No. Il computer non funziona così.
            I computer di oggi hanno una velocità e una
            capacità di gestione dei dati inimmaginabile fino
            a soli 20 anni fa. Ma non sono più intelligenti
            di allora.Errato, le gcar riescono a compiere determinate azioni, come evitare ostacoli, ma se non sono più intelligenti di 20 anni fa come ci riescono?Irrilevante, le macchine possono essere istruite più o meno manualmente a risolvere problemi che in una versione di software non erano contemplati



            Nella circolazione stradale evitare di creare un
            ingorgo per sciocchi motivi è altrettanto
            importante che saper evitare un incidente,
            soprattutto per il passeggero che è a bordo. E un
            computer non
            può.Parzialmente corretto. Spesso e volentieri gli "sciocchi motivi" sono statisticamente causa di incidenti. Ti va bene 9 volte, e non rallenti il traffico, alla decima fai l'incidente
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma figuriamoci


            L'ho scritto e lo ripeto: chi si mette alla
            guida

            di un'auto non lo fa con lo scopo di non fare

            incidenti, lo fa per arrivare a destinazione in

            un tempo ragionevole e sperando di non farne.

            Errato, la maggior parte delle persone sono molto
            sensibili agli incidenti e sono portate a
            comprare oggetti più sicuri. Più sicuri per sé, forse, non certo più sicuri per i malcapitati pedoni o gli altri veicoli coinvolti.Negli ultimi 15 anni c'è stata un'esplosione nella vendita dei SUV, che negli incidenti, soprattutto quelli a forte velocità, fanno inevitabilmente più danni. E non sono in sé più sicuri, nel senso che sbandano come le altre auto e nelle manovre di retromarcia hanno punti ciechi come la altre auto.La sicurezza non va mai intesa per il proprio orticello, è un concetto generale, se si parla di circolazione stradale.
            La maggior parte
            delle persone inoltre troverebbe molto comodo
            poter viaggiare in modo
            automatico.Meno male che me lo hai detto, senza la tua asserzione non sarai mai giunto a questa conclusione. Ora che ci penso, alla gente piace fare le operazioni bancarie da casa quando vuole col PC anziché aspettare un'ora allo sportello e solo in orari d'ufficio. Incredibile!La differenza, non da poco, è che, pur con tutti i difetti, le operazioni bancarie via PC sono possibili; la guida automatica per ora no.
            Detto questo, l'opinione del singolo conducente è
            abbastanza irrilevante, se una tecnologia è in
            grado di risparmiare 200 milioni di vite l'anno,
            non la ritieni una tecnologia
            valida?No.Se blocca le strade per futili motivi, al punto che tanto vale andare a piedi, nessuno l'acquisterà, e nessuno Stato ha il potere di imporre quelle al posto della auto tradizionali a guida umana.

            Non si sa. Dati indipendenti non sono

            disponibili, è la parola di Google contro quella

            di osservatori esterni che non sono mai saliti a

            bordo, se non per brevi giri

            dimostrativi.

            CorrettoGrazie.

            No. Il computer non funziona così.

            I computer di oggi hanno una velocità e una

            capacità di gestione dei dati inimmaginabile
            fino

            a soli 20 anni fa. Ma non sono più intelligenti

            di allora.
            Errato, le gcar riescono a compiere determinate
            azioni, come evitare ostacoli, ma se non sono più
            intelligenti di 20 anni fa come ci
            riescono?Con algoritmi che 20 anni fa non avevano ancora trovato. Ma la struttura operante è la stessa, solo molto più veloce.
            Irrilevante, le macchine possono essere istruite
            più o meno manualmente a risolvere problemi che
            in una versione di software non erano
            contemplatiQui mi sembra che anziché rispondere al mio commento stai scrivendo un racconto di fantascienza.Le auto a guida automatica che bisogna istruire manualmente per evitare certi problemi <B
            non te le compra nessuno </B
            . Garantito.Un'auto chiavi in mano deve saper fare da subito tutto quello che un umano sa fare. Diversamente è un tram, o un ascensore. Che utilità ha?

            Nella circolazione stradale evitare di creare un

            ingorgo per sciocchi motivi è altrettanto

            importante che saper evitare un incidente,

            soprattutto per il passeggero che è a bordo. E
            un

            computer non

            può.

            Parzialmente corretto. Spesso e volentieri gli
            "sciocchi motivi" sono statisticamente causa di
            incidenti. Ti va bene 9 volte, e non rallenti il
            traffico, alla decima fai
            l'incidentePiuttosto che perdere tempo inutilmente...Un'auto costa, e se il tempo lo fa perdere tanto vale usare i mezzi pubblici o il cavallo di san Francesco. Faccio sempre questa domanda ai fautori della guida automatizzata: in caso di semaforo guasto, che segna il rosso fisso, una situazione che ho visto coi miei occhi, l'auto aspetterà l'arrivo dell'addetto per la riparazione, o si insinuerà lentamente nel traffico per oltrepassare gradualmente l'incrocio?
          • Funz scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: nomeecognom e
            Detto questo, l'opinione del singolo conducente è
            abbastanza irrilevante, se una tecnologia è in
            grado di risparmiare 200 milioni di vite l'anno,
            non la ritieni una tecnologia
            valida?minc*ia 200 milioni? Manco una guerra mondiale o la Peste Nera farebbero tanti morti in un anno :D
          • Skywalkersenior scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: Leguleio

            Nella circolazione stradale evitare di creare un
            ingorgo per sciocchi motivi è altrettanto
            importante che saper evitare un incidente,
            soprattutto per il passeggero che è a bordo. E un
            computer non
            può.Credo che un computer, più di un umano medio, sappia ricalcolare un percorso nel caso la prima scelta risulti impercorribile. Basta vedere i comunissimi navigatori satellitari.Cosa impedirebbe ad un'automobile autonoma di stabilire un nuovo percorso quando si trovi, per esempio, bloccata in un ingorgo? Poi ovviamente le possibilità di uscirne dipendono comunque dalle condizioni del traffico, ma non è che se un auto a guida automatica trova una buca in mezzo alla strada, si pianta lì in mezzo senza saper cosa fare.
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma figuriamoci


            Nella circolazione stradale evitare di creare un

            ingorgo per sciocchi motivi è altrettanto

            importante che saper evitare un incidente,

            soprattutto per il passeggero che è a bordo. E
            un

            computer non

            può.

            Credo che un computer, più di un umano medio,
            sappia ricalcolare un percorso nel caso la prima
            scelta risulti impercorribile. Non hai capito: il computer gli ingorghi li crea ogni volta che si trova in situazioni per cui non lo hanno programmato. Cioè quasi tutte quelle in città.
          • Skywalkersenior scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: Leguleio

            No, non erano naturali per niente. C'era un uomo
            a bordo e le cose che faceva il computer erano
            semplicemente seguire un percorso in una strada
            senza incroci a cui dare la precedenza e senza
            necessità di sorpasso. Tutto il resto lo faceva
            il conducente in carne ed ossa.
            Capirai.Ho visto il filmato e l'operatore non ha mai messo mano al volante.Ovviamente non si sono messi a fare gare con gli altri automobilisti, ma hanno percorso strade, urbane ed extraurbane, in normali condizioni di traffico (non c'era la polizia davanti che sgomberava il percorso).Comunque siamo agli inizi e le cose non possono che migliorare.Se ai tempi dei fratelli Wright ci fosse stata internet, sicuramente ci sarebbe stato qualcuno come te a contestare che quell'apparecchio non aveva un futuro perché poteva sollevarsi da terra solo per pochi metri.

            Guarda che lo stabiliranno i test indipendenti,
            se queste condizioni ci sono, non i modelli
            matematici che questi ricercatori
            sbandierano.
            Indubbiamente, ma da qualche modello teorico bisogna pur partire, no?


            In ogni caso ribadisco il concetto che deve

            rimanere una modalità

            manuale

            In pratica non serve a niente. Se lo scopo è
            trasportare bambini, oppure persone
            momentaneamente non più in grado di guidare per
            un'ingessatura, oppure è parcheggiata fuori casa
            e deve venire a prendere il passeggero in centro,
            non si può utilizzare, perché non c'è un umano
            che può prendere i
            comandi.Si può impostare in modo che, se non c'è nessuno a bordo in grado di prendere il controllo in emergenza, il veicolo possa circolare solo ad una velocità limitata e con tutte le luci d'emergenza lampeggianti, tanto per fare un esempio stupido.Dire "non serve a niente" fa molto luddista...
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma figuriamoci


            No, non erano naturali per niente. C'era un
            uomo

            a bordo e le cose che faceva il computer
            erano

            semplicemente seguire un percorso in una
            strada

            senza incroci a cui dare la precedenza e
            senza

            necessità di sorpasso. Tutto il resto lo
            faceva

            il conducente in carne ed ossa.

            Capirai.

            Ho visto il filmato e l'operatore non ha mai
            messo mano al
            volante.Sì, lo spot.I dati reali sono ben diversi.
            Comunque siamo agli inizi e le cose non possono
            che
            migliorare.Al mondo ci sono anche le invenzioni che cerchiamo da oltre 50 anni, e ancora non esistono. Ottimisti, sì, ma coi piedi per terra.
            Se ai tempi dei fratelli Wright ci fosse stata
            internet, sicuramente ci sarebbe stato qualcuno
            come te a contestare che quell'apparecchio non
            aveva un futuro perché poteva sollevarsi da terra
            solo per pochi
            metri.I fratelli Wright fecero una cosa diversa: tennero nascosti i dettagli alla maggior parte della gente, in attesa di una dimostrazione pubblica, che curiosamente avvenne a Le Mans, Francia, non negli Usa. Nel frattempo lavoravano, e sodo, ad un perfezionamento.Il 25 giugno 1909, Blériot attraversava la Manica. Chi ha fiducia nella propria invenzione secondo me non ha bisogno di aggiornare l'universo mondo minuto per minuto.



            Guarda che lo stabiliranno i test
            indipendenti,

            se queste condizioni ci sono, non i modelli

            matematici che questi ricercatori

            sbandierano.



            Indubbiamente, ma da qualche modello teorico
            bisogna pur partire,
            no?Si parte sempre da un modello teorico. Ma poi si fanno i conti con la realtà, ed è quello che auspico qui su PI.
            Si può impostare in modo che, se non c'è nessuno
            a bordo in grado di prendere il controllo in
            emergenza, il veicolo possa circolare solo ad una
            velocità limitata e con tutte le luci d'emergenza
            lampeggianti, tanto per fare un esempio
            stupido.
            Dire "non serve a niente" fa molto luddista...Una cosa che, almeno agli inizi, costerà un occhio della testa, usata come giocattolino lento e lampeggiante per le città!A quel punto uno prende un tassì o l'autista privato, no?!?Proprio non hai idea delle esigenze del mercato automobilistico...
          • krane scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: Leguleio

            Ho visto il filmato e l'operatore non ha mai

            messo mano al volante.
            Sì, lo spot.
            I dati reali sono ben diversi.Ottimo, allora mostraci questi dati reali, link ?
            Proprio non hai idea delle esigenze del mercato
            automobilistico...Per fortuna ci sei tu che sei esperto di tutto !
          • Skywalkersenior scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: Leguleio

            I fratelli Wright fecero una cosa diversa:
            tennero nascosti i dettagli alla maggior parte
            della gente, in attesa di una dimostrazione
            pubblica, che curiosamente avvenne a Le Mans,
            Francia, non negli Usa. Nel frattempo lavoravano,
            e sodo, ad un
            perfezionamento.
            Il 25 giugno 1909, Blériot attraversava la
            Manica.

            Chi ha fiducia nella propria invenzione secondo
            me non ha bisogno di aggiornare l'universo mondo
            minuto per minuto.
            Viviamo in tempi diversi. Se all'epoca ci fossero state internet, facebook o tweeter, sono convinto che sarebbero trapelate molte più informazioni.

            Una cosa che, almeno agli inizi, costerà un
            occhio della testa, usata come giocattolino lento
            e lampeggiante per le
            città!I primi cellulari erano dei cassoni e costavano uno sproposito, ma qualcuno li ha comprati.Idem per i primi computer.C'è sempre qualcuno disposto a investire una fortuna in quello che potrebbe essere uno status symbol
            A quel punto uno prende un tassì o l'autista
            privato,
            no?!?
            Proprio non hai idea delle esigenze del mercato
            automobilistico...Il mercato automobilistico segue le tendenze come tutti i mercati.Come vedi ci sono sempre più case automobilistiche che sfornano modelli elettrici, pur non essendo una tecnologia del tutto matura.Quando la legislazione consentirà le macchine autonome, ci sarà la gara, vedrai.
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma figuriamoci


            I fratelli Wright fecero una cosa diversa:

            tennero nascosti i dettagli alla maggior
            parte

            della gente, in attesa di una dimostrazione

            pubblica, che curiosamente avvenne a Le Mans,

            Francia, non negli Usa. Nel frattempo
            lavoravano,

            e sodo, ad un

            perfezionamento.

            Il 25 giugno 1909, Blériot attraversava la

            Manica.



            Chi ha fiducia nella propria invenzione
            secondo

            me non ha bisogno di aggiornare l'universo
            mondo

            minuto per minuto.



            Viviamo in tempi diversi. Se all'epoca ci fossero
            state internet, facebook o tweeter, sono convinto
            che sarebbero trapelate molte più
            informazioni.Ma qui non si parla di far trapelare, qui siamo proprio all'ufficio stampa dedicato per una ricerca tecnologica come mille altre!È chiaro che giunti a questo punto non potrebbero mai dire che si sono sbagliati nelle previsioni. Provo a mettermi nei loro panni, e concludo che no, non è possibile, qualche scusa dovranno inventarsela se entro qualche anno non verrà fuori niente. Incolperanno probabilmente la motorizzazione civile.

            Una cosa che, almeno agli inizi, costerà un

            occhio della testa, usata come giocattolino
            lento

            e lampeggiante per le

            città!

            I primi cellulari erano dei cassoni e costavano
            uno sproposito, ma qualcuno li ha
            comprati.Non c'era alternativa ai cellulari. Fuori casi si rimaneva irraggiungibili.Mentre c'è da tempo l'alternativa all'auto senza conducente: il tassì, e il NCC.
            Idem per i primi computer.
            C'è sempre qualcuno disposto a investire una
            fortuna in quello che potrebbe essere uno status
            symbolSì, su questo ti seguo anche. Purché siano davvero dei <I
            symbol </I
            . Per come la descrivi tu, queste auto sono solo fonti di figuracce e di ritardi.

            A quel punto uno prende un tassì o l'autista

            privato,

            no?!?

            Proprio non hai idea delle esigenze del
            mercato

            automobilistico...

            Il mercato automobilistico segue le tendenze come
            tutti i
            mercati.
            Come vedi ci sono sempre più case
            automobilistiche che sfornano modelli elettrici,
            pur non essendo una tecnologia del tutto
            matura.Ci sono gli incentivi, e anche sostanziosi:http://www.ecoseven.net/mobilita/auto/incentivi-auto-elettriche-2013-2015-come-funzioneranno
            Quando la legislazione consentirà le macchine
            autonome, ci sarà la gara,
            vedrai.E quello è un altro scoglio. Se le auto a guida automatica non superano tutti i test indipendenti, il permesso di circolazione nelle strade se lo sognano.Veicoli a guida automatica già esistono, ad esempio il ParkShuttle di Rotterdam:http://connectedcities.eu/showcases/parkshuttle.htmlViaggia su corsie riservate, proibite in teoria anche ai pedoni; velocità massima 40 km/h. Il problema non sono i permessi in queste condizioni protette, come vedi: il problema sono i permessi in tutte le situazioni quotidiane di una strada urbana con automobilisti e motociclisti in carne ed ossa.
          • Funz scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: Leguleio
            Il problema non sono i permessi in queste
            condizioni protette, come vedi: il problema sono
            i permessi in tutte le situazioni quotidiane di
            una strada urbana con automobilisti e
            motociclisti in carne ed
            ossa.tu parti sempre dal presupposto che leggi e divieti siano qualcosa di eterno e immutabile.
          • Skywalkersenior scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: Leguleio

            Ma qui non si parla di far trapelare, qui siamo
            proprio all'ufficio stampa dedicato per una
            ricerca tecnologica come mille
            altre!
            È chiaro che giunti a questo punto non
            potrebbero mai dire che si sono sbagliati nelle
            previsioni. Provo a mettermi nei loro panni, e
            concludo che no, non è possibile, qualche scusa
            dovranno inventarsela se entro qualche anno non
            verrà fuori niente. Incolperanno probabilmente la
            motorizzazione civile.

            Viviamo in un'epoca votata all'immagine ed al merketing

            Come vedi ci sono sempre più case

            automobilistiche che sfornano modelli
            elettrici,

            pur non essendo una tecnologia del tutto

            matura.

            Ci sono gli incentivi, e anche sostanziosi:

            http://www.ecoseven.net/mobilita/auto/incentivi-au
            All'inizio servono per forza, ma se il risultato sarà un'auto elettrica efficente ad un prezzo abbordabile, ben vengano.


            Quando la legislazione consentirà le macchine

            autonome, ci sarà la gara,

            vedrai.

            E quello è un altro scoglio. Se le auto a guida
            automatica non superano tutti i test
            indipendenti, il permesso di circolazione nelle
            strade se lo
            sognano.Ovviamente ci saranno anche quei test prima che quel tipo di auto possa iniziare a circolare ma, alla fine, prima o poi, secondo me ce la faranno. A me sembra un'evoluzione naturale
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma figuriamoci


            È chiaro che giunti a questo punto non

            potrebbero mai dire che si sono sbagliati
            nelle

            previsioni. Provo a mettermi nei loro panni,
            e

            concludo che no, non è possibile, qualche
            scusa

            dovranno inventarsela se entro qualche anno
            non

            verrà fuori niente. Incolperanno
            probabilmente
            la

            motorizzazione civile.
            Viviamo in un'epoca votata all'immagine ed al
            merketingNo, non generalizzare. Alcuni si dedicano a questa pratica e non l'abbandonano mai, come se fosse la dipendenza da eroina, ma si può restarne fuori, volendo.


            Come vedi ci sono sempre più case


            automobilistiche che sfornano modelli

            elettrici,


            pur non essendo una tecnologia del tutto


            matura.



            Ci sono gli incentivi, e anche sostanziosi:




            http://www.ecoseven.net/mobilita/auto/incentivi-au



            All'inizio servono per forza, ma se il risultato
            sarà un'auto elettrica efficente ad un prezzo
            abbordabile, ben
            vengano.C'è anche la possibilità che i soldi di questi incentivi statali, che provengono dai contribuenti, un giorno non vengano più concessi, e che la vendita di macchine elettriche crolli ai livelli precedenti agli incentivi. :)Non è facile incanalare a lungo il mercato e fargli seguire un proprio itinerario prefissato.


            Quando la legislazione consentirà le
            macchine


            autonome, ci sarà la gara,


            vedrai.



            E quello è un altro scoglio. Se le auto a
            guida

            automatica non superano tutti i test

            indipendenti, il permesso di circolazione
            nelle

            strade se lo

            sognano.

            Ovviamente ci saranno anche quei test prima che
            quel tipo di auto possa iniziare a circolare ma,
            alla fine, prima o poi, secondo me ce la faranno.

            A me sembra un'evoluzione naturaleIn molti campi sembrava fosse una evoluzione naturale, e poi ci si è dovuti ricredere. :|Fino agli anni Trenta, a qualsiasi ingegnere o addetto ai viaggi avessero chiesto "qual è il futuro del trasporto aereo?", questo avrebbe risposto "con i mezzi più leggeri dell'aria". Nessuno pensava seriamente di utilizzare i pericolosi aeroplani per il trasporto di civili, li si vedeva solo come rapidi mezzi militari e adatti anche al trasporto di merci leggere. Infatti collegamenti regolari avvennero nel 1936 e in parte nel 1937 (molti ne erano stati fatti già negli anni Venti, ma non erano né regolari né realmente commerciali), con i dirigibili, fra Europa e Nordamerica, e fra Europa e Sudamerica. Poi ci fu la tragedia dell'Hinderburg. E il 28 giugno 1939 un aereo Pan American fece il primo trasporto passeggeri da New York a Marsiglia. Ai dirigibili nessuno pensava più.In ambito automobilistico una cosa del genere, anche se su scala molto più ridotta, era avvenuta con il motore Wankel. Alla fine degli anni Cinquanta molti pensavano che una volta perfezionato e resa economica la produzione avrebbe soppiantato il motore a cilindri, grazie ai suoi innegabili vantaggi. In realtà molti dei vantaggi erano rimasti solo sulla carta, e diversi svantaggi a cui nessuno aveva pensato, primo fra tutti la mancanza del freno motore e un maggior consumo di carburante, ne avevano limitato la diffusione. Oggi se non sbaglio solo la giapponese Mazda lo adotta su auto di serie, e solo su una minoranza dei suoi modelli. :)
        • ... scrive:
          Re: Ma figuriamoci
          - Scritto da: nomeecognom e
          Non sono d'accordo:
          1) Un corso di neuroscienze 1 non è la veritàvero. vediamo ora se qeullo che dici tu lo e'.
          2) Non è possibile eliminare tutte le fonti di
          pericolo. E' sufficiente avere un rate di
          incidenti inferiori a quello umano. La maggior
          parte degli incidenti umani sono molto
          probabilmente risolvibili in modo automatico e
          semplice. Fin'ora mi risulta che la gcar dopo
          molti km percorsi ha 0 incidenti
          all'attivo.la lunga e dritta "ROUTE 66" e' problema ben piu' piccolo rispetto alle contorte stradine medioevali di "Rocca Tagliata Di Sotto", piene di buche e di gente che esce all'ultimo momento da un portone in ombra.DOMANDA: se sente la sirena dei pompieri/ambulanza/carabinieri capisce ceh deve accostare e far passare? capisce se viene da dietro o dalla strada perpendicolare al senso di marcia? sa cosa significa? capisce che se il suono si sta allontanando non deve preoccuparsene? etc etc.se grandina, capisce che e' meglio se si ferma sotto un ponte per non far massacrare la carrozzeria? etc etc.
          3) Le macchine automatiche quando si
          diffonderanno avranno la possibilità di
          raccogliere un'infinità di dati da tutte le
          macchine e quindi avranno la possibilità di
          risolvere, più il tempo passa, una quantità
          maggiore di problemi.dobbaimo metterci d'accordo su cosa si intende per "piu' il tempo passa".dicaimoo 20 anni? 30? 40? occorre avere un sistema automatico con le capacita' (al momento non ancora raggiunte) simili al potere elaborativo di un cervello biologico (almeno un topo) per poter gestire tutto bene.
          4) le gcar fin'ora hanno dimostrato di essere
          molto intelligenti. Sanno rilevare oggetti sulla
          strada e rallentare in caso di situazione
          imprevista, sanno reagire istantaneamente e
          prendere in considerazione tutti gli oggetti
          sulla strada per prendere una decisione corretta
          ed evitare un incidente.vedi risposta al punto 2.
          • krane scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: nomeecognom e

            Non sono d'accordo:

            1) Un corso di neuroscienze 1 non è la verità
            vero. vediamo ora se qeullo che dici tu lo e'.

            2) Non è possibile eliminare tutte le fonti di

            pericolo. E' sufficiente avere un rate di

            incidenti inferiori a quello umano. La maggior

            parte degli incidenti umani sono molto

            probabilmente risolvibili in modo automatico e

            semplice. Fin'ora mi risulta che la gcar dopo

            molti km percorsi ha 0 incidenti

            all'attivo.
            la lunga e dritta "ROUTE 66" e' problema ben piu'
            piccolo rispetto alle contorte stradine
            medioevali di "Rocca Tagliata Di Sotto", piene di
            buche e di gente che esce all'ultimo momento da
            un portone in ombra.
            DOMANDA: se sente la sirena dei
            pompieri/ambulanza/carabinieri capisce ceh deve
            accostare e far passare? capisce se viene da
            dietro o dalla strada perpendicolare al senso di
            marcia? sa cosa significa? capisce che se il
            suono si sta allontanando non deve
            preoccuparsene? etc etc.Direi che questo e' molto piu' facile per una macchina che per un essere umano, io non capisco mai in che direzione vanno le sirene.
            se grandina, capisce che e' meglio se si ferma
            sotto un ponte per non far massacrare la
            carrozzeria? etc etc.Anche questo e' parametrico, quindi una macchina puo' con una precisione molto piu' alta di un essere umano.

            3) Le macchine automatiche quando si

            diffonderanno avranno la possibilità di

            raccogliere un'infinità di dati da tutte le

            macchine e quindi avranno la possibilità di

            risolvere, più il tempo passa, una quantità

            maggiore di problemi.
            dobbaimo metterci d'accordo su cosa si intende
            per "piu' il tempo passa".
            dicaimoo 20 anni? 30? 40?
            occorre avere un sistema automatico con le
            capacita' (al momento non ancora raggiunte)
            simili al potere elaborativo di un cervello
            biologico (almeno un topo) per poter gestire
            tutto bene.Un topo ha un sacco di cose a cui pensare che non servono per la guida.

            4) le gcar fin'ora hanno dimostrato di essere

            molto intelligenti. Sanno rilevare oggetti sulla

            strada e rallentare in caso di situazione

            imprevista, sanno reagire istantaneamente e

            prendere in considerazione tutti gli oggetti

            sulla strada per prendere una decisione corretta

            ed evitare un incidente.
            vedi risposta al punto 2.
      • Skywalkersenior scrive:
        Re: Ma figuriamoci
        - Scritto da: iRoby

        Che sia una buca per lavori e male segnalata,
        piuttosto che una palla od uno skateboard ed un
        bambino che lo insegue, gatti e cani randagi,
        altri veicoli che la mettono in difficoltà più o
        meno
        volontariamente.
        Penso che una serie di sensori ben calibrati possa accorgersi di un ostacolo improvviso ben prima di quanto farebbe un uomo medio.Chiaramente l'affidabilità di tutto l'insieme di sensori e centralina dovrà prima essere più che collaudata.
        • iRoby scrive:
          Re: Ma figuriamoci
          - Scritto da: Skywalkersenior
          Penso che una serie di sensori ben calibrati
          possa accorgersi di un ostacolo improvviso ben
          prima di quanto farebbe un uomo medio.
          Chiaramente l'affidabilità di tutto l'insieme di
          sensori e centralina dovrà prima essere più che
          collaudata.Ma non è accorgersi dell'ostacolo il problema, ma dover prendere una decisione quando l'ostacolo non è contemplato tra tutti i tipi possibili memorizzati, quando l'ostacolo è in movimento e può avere comportamento imprevedibile vedi adolescenti in motorino che fanno i cretini...O quando le anomalie come i lavori in corso o alcune scelte urbanistiche non rispettano regole e normative di segnalazione e buon senso in genere.Poi immagino anche la mania di cambiare nomi alle vie, versi del senso unico, ecc. E non aggiornare tempestivamente le mappe a cui accedono immagino online always on queste macchinette.
          • Skywalkersenior scrive:
            Re: Ma figuriamoci
            - Scritto da: iRoby

            Ma non è accorgersi dell'ostacolo il problema, ma
            dover prendere una decisione quando l'ostacolo
            non è contemplato tra tutti i tipi possibili
            memorizzati, Ma figurati se bisogna avere un database degli ostacoli!Dal momento in cui un sensore (radar, infrarossi, ecc...) individua un ostacolo qualsiasi, sia esso un oggetto fisso o in movimento sul percorso o una grossa buca per terra, reagisce allo stesso modo: se l'ostacolo risulta aggirabile lo aggira, se invece ingombra tutto il percorso ci si ferma e si ricalcola un percorso alternativo.

            Poi immagino anche la mania di cambiare nomi alle
            vie, versi del senso unico, ecc. E non aggiornare
            tempestivamente le mappe a cui accedono immagino
            online always on queste
            macchinette.Ecco, questo è già più plausibile, però le automobili autonome non si basano solo sulle mappe ed il gps, ma anche su telecamere che leggono i cartelli stradali.Se dall'oggi al domani mi cambiano il senso di una strada e la macchina cerca di entrarvi contromano, tali sensori leggono il cartello di divieto e la macchina reagisce di conseguenza
    • Skywalkersenior scrive:
      Re: Ma figuriamoci
      - Scritto da: Leguleio

      Il Congresso non approverà mai la circolazione di
      veicoli che creano più problemi di quanti ne
      risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci siano auto
      a guida automatica realmente
      intelligenti.Così intelligenti da tornare al covo dei terroristi nel caso i sensori interni "sniffino" dell'esplosivo?
      • Leguleio scrive:
        Re: Ma figuriamoci


        Il Congresso non approverà mai la circolazione
        di

        veicoli che creano più problemi di quanti ne

        risolvano. A meno che fra 5-7 anni ci siano auto

        a guida automatica realmente

        intelligenti.

        Così intelligenti da tornare al covo dei
        terroristi nel caso i sensori interni "sniffino"
        dell'esplosivo?In generale. Per l'uso su vie pubbliche.
    • Funz scrive:
      Re: Ma figuriamoci
      - Scritto da: Leguleio

      Il Congresso non approverà mai la circolazione diquesta ce la segnamo tra le tue visioni del futuro. BTW, che palla di cristallo usi?
      veicoli che creano più problemi di quanti ne
      risolvano. ma tu che ne sai di quali problemi creino?
      A meno che fra 5-7 anni ci siano auto
      a guida automatica realmente
      intelligenti.sono già oggi più intelligenti di una grossa fetta di guidatori :p
  • 2014 scrive:
    ctrl alt canc
    ...da remoto, è l'unica cosa che gli interessa
Chiudi i commenti