UE, i minori digitali vanno protetti

Indicazioni comunitarie ai vari stati membri dell'Unione: maggiore cura nella rimozione dei contenuti illeciti e nocivi, data la grande presenza di bambini nell'universo digitale. Annunciate nuove misure nel corso di quest'anno

Roma – “I bambini si recano online più spesso e cominciano più giovani, esplorando un entusiasmante mondo digitale pieno di opportunità. Dobbiamo però imprimere urgentemente un impulso alle nostre azioni e al modo di collaborare per educare e proteggere i bambini in questo mondo virtuale in continua evoluzione”. Così il vicepresidente della Commissione responsabile dell’Agenda digitale Neelie Kroes, recentemente intervenuto a commentare gli esiti di una specifica relazione sugli attuali livelli di protezione dei minori nel vasto universo elettronico. Un’occasione per valutare l’operato dei vari stati membri dell’Unione, in particolare sull’effettiva implementazione delle raccomandazioni a livello comunitario .

“Dobbiamo infondere ai genitori e agli insegnanti la fiducia necessaria per assumersi le loro responsabilità – ha continuato Neelie Kroes – La strategia che intendo presentare nel corso dell’anno affronterà direttamente questi problemi”. La Commissione del Vecchio Continente intende infatti “affrontare tali problematiche più avanti nel corso dell’anno, mediante un’iniziativa di ampio respiro volta a educare e proteggere i bambini che usano le nuove tecnologie”.

Tre le indicazioni fondamentali presentate dalla Commissione. In primis, migliorare le infrastrutture di sostegno per agevolare la rimozione di contenuti illeciti e nocivi . Secondo, incrementare la consapevolezza dei rischi e i modi per ridurli, con particolare attenzione alla tutela della privacy.

Terza indicazione: “un uso più ampio dei sistemi di classificazione per età (come PEGI) per i videogiochi online, con lo sviluppo di codici di condotta e altri modi per aumentare la conoscenza della classificazione per età da parte dei rivenditori, in modo da evitare la vendita ai minori”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tok scrive:
    Si pero
    Cosi se uno sviluppatore vuole usare parti scritte in C++ dovra compilare due versioni (una ARM e una x86)? Vabbe non e la fine del mondo ma non e nenache una gran cosa.
    • sbrotfl scrive:
      Re: Si pero
      - Scritto da: Tok
      Cosi se uno sviluppatore vuole usare parti
      scritte in C++ dovra compilare due versioni (una
      ARM e una x86)? Vabbe non e la fine del mondo ma
      non e nenache una gran
      cosa.C++ per android? :s
    • Darwin scrive:
      Re: Si pero
      Beh ovvio che dovrai ricompilare.Ma alla fine, puoi sempre limitare l'uso di C++ e C alle aree cruciali che richiedono il massimo delle prestazioni e fare il resto in Java.
  • giangio scrive:
    il vero problema è un altro...
    è la batteria! oggi le 1500mA e ci copri una giornata, figurati con cpu più potenti e veloci. è la batteria il vero collo di bottiglia degli smartphone (touch, android, wm ecc.): perchè se parliamo di dispositivo mobile allora devo portarmi dietro solo il telefono e non anche un caricabatteria se no perde la sua comodità!!
  • extrodont scrive:
    LINUX NN VA OLTRE IL X86
    LINUX e sua la possibilita' di modificare a piacimento il software in base alle proprie esigenze ed hardware e' solo un paravento che nasconde una cronica incacapcita' nel garantire prestazioni. Una forma di baratto sconveniente tra portabilita', perfomance che ben si capisce da questo ritorno alla tanto cara piattaforma x86...hardware dove bene o male qualcosa riesce pur a girare in maniera decente!Android ritorna alle origini eprche' linux ha fallito!
    • iRoby scrive:
      Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
      Miiiiii che XXXXXXXte da troll ignorante...Prima di tutto Linux gira praticamente su qualsiasi CPU oggi esistente e fa funzionare egregiamente ciò che si basa su quella CPU (Router, AP, controllori vari ecc.) per cui Linux non ha fallito nulla, è onnipresente e ubiquo...Secondo, Intel si rivolge ad Android perché essendo basato su Linux, opensource e già di enorme diffusione, è l'unica alternativa per avere velocemente prodotti funzionanti e con un interfaccia nota e conosciuta per fare concorrenza ad ARM.Intel sicuramente non può chiedere a RIM, Nokia per Symbian e tanto meno a Apple per il porting dei loro sistemi su x86.Queste iniziative sono il segno che aziende come Intel hanno previsioni che non sono rosee per le CPU x86 perché non sono rosee per tutto il mondo dei PC, dato che ora gli apparecchi più diffusi per l'uso in rete sono tablet e smartphone, ed in futuro ancora di più.Semmai è la piattaforma x86 che sta in crisi o sente il fiato sul collo di ARM. E con x86 tutto ciò che ci gira sopra, Windows compreso.Linux? Lui lo prendi e lo ricompili su ogni CPU, non ha problemi di diffusione, è qui per restare e per prosperare.
      • lele scrive:
        Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
        Linux è incredibile. Gira ovunque, ma non ho mai capito una cosa. Perchè cavolo non si riesce ad ottimizzare i consumi sui portatili. E va sempre peggio, vedi kernel 3.0, quando invece in dispositivi mobili potenzialmente più complessi viene gestito tutto alla perfezione (vedi cellulari) Sarà anche un problema di moduli ma è incredibile che non si riesca risolvere almento per una parte di sistemi. Non dico tutti, ma una parte (mi riferisco soprattutto a sandy bridge, nuova ok, ma ormai dopo un anno qualcosa dovrebbe muoversi)
        • mura scrive:
          Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
          - Scritto da: lele
          Linux è incredibile. Gira ovunque, ma non ho mai
          capito una cosa. Perchè cavolo non si riesce ad
          ottimizzare i consumi sui portatili. E va sempre
          peggio, vedi kernel 3.0, quando invece in
          dispositivi mobili potenzialmente più complessi
          viene gestito tutto alla perfezione (vedi
          cellulari) Sarà anche un problema di moduli ma è
          incredibile che non si riesca risolvere almento
          per una parte di sistemi. Non dico tutti, ma una
          parte (mi riferisco soprattutto a sandy bridge,
          nuova ok, ma ormai dopo un anno qualcosa dovrebbe
          muoversi)Una sola parola: "soldi"Cellulari/smartphone/tablet sono la tecnologia sulla quale spingere per il prossimo futuro quindi è li dove vengono fatti investimenti anche nel settore risparmio enegetico ed ottimizzazione software.
        • Skywalker scrive:
          Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
          Intanto stai parlando di Personal Computer portatili, laptop ed affini, tanto per intenderci.Quanti modelli di Acer, HP-Compaq, Toshiba, Lenovo, etc, etc conosci sui quali Linux è venduto PREINSTALLATO DAL PRODUTTORE?Ottimizzare i consumi richiede una conoscenza approfondita dell'hardware sul quale il software dovrà girare e scrivere librerie di interfaccia ("drivers") ottimizzatti per quell'Hardware. Farlo conoscendo le specifiche hardware solo per "reverse engineering" e spesso per "prova e riprova" sull'unico hardware che hai a disposizione, il laptop che ti sei comprato, non è la condizione ottimale per una intima ottimizzazione del software all'hardware.Dove linux è embedded su dispositivi hardware, e quindi è il produttore dell'hardware che si cura di ottimizzare linux per il suo prodotto, le cose vanno meglio.Se hai qualche anno e guardi il trend, l'ottimizzazione dei consumi in linux ha fatto passi da gigante. Ma senza il coinvolgimento dei produttori dell'hardware, oltre un certo limite diventa oggettivamente difficile andare.
          • lele scrive:
            Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
            Ma il fatto è che negli notebook stessi venduti con suse (HP) ci sono problemi di gestione del risparmio energetico. Il kernel 3 è peggiorato in questo senso. Probabilmente non si conosce l'hardware, questo è vero, ma è un controsenso capisci? Intel investe in Linux e i Sandy Bridge non hanno la performance di Lion (video + utilizzo gestione cpu) e l'assurdo è che questo è comunque Unix, quindi se ci riescono loro... Non penso abbiano in mano specifiche differenti. E comunque il sistema operativo più diffuso al mondo (Linux) deve essere privilegiato dai costruttori.PS Utilizzo Linux dal 1999 e sono "tifoso" Linux.
          • MacGeek scrive:
            Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
            - Scritto da: lele
            .... ma è un controsenso
            capisci? Intel investe in Linux e i Sandy Bridge
            non hanno la performance di Lion (video +
            utilizzo gestione cpu) e l'assurdo è che questo è
            comunque Unix, quindi se ci riescono loro... Non
            penso abbiano in mano specifiche differenti."Unix" sono solo delle API di medio/basso livello.I kernel e sistemi grafici di Linux e OS X sono completamente differenti.Poi Apple utilizza poca varietà di hardware e quindi si può perdere il lusso di ottimizzare di più.
          • MacGeek scrive:
            Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86

            quindi si può perdere il lusso di ottimizzare di
            più.PRENDERE il lusso
        • Ego scrive:
          Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
          - Scritto da: lele
          Linux è incredibile. Gira ovunque, ma non ho mai
          capito una cosa. Perchè cavolo non si riesce ad
          ottimizzare i consumi sui portatili. E va sempre
          peggio, vedi kernel 3.0, quando invece in
          dispositivi mobili potenzialmente più complessi
          viene gestito tutto alla perfezione (vedi
          cellulari) Sarà anche un problema di moduli ma è
          incredibile che non si riesca risolvere almento
          per una parte di sistemi. Non dico tutti, ma una
          parte (mi riferisco soprattutto a sandy bridge,
          nuova ok, ma ormai dopo un anno qualcosa dovrebbe
          muoversi)se hai le conoscenze tempo e pazienza riesci a raggiungere ottimi risultati modificandoti i moduli, col mio aspire 8730 dopo 3 anni che lo uso riesco ancora ad avere 4 ore di batteria usandolo come player e navigando, il problema è ottimizzare i moduli per ogni singolo portatile e fino a che i costruttori non rilasceranno specifiche non si potra fare
          • creol paol tazdol scrive:
            Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86


            muoversi)

            se hai le conoscenze tempo e pazienza riesci a
            raggiungere ottimi risultati modificandoti i
            moduli, col mio aspire 8730 dopo 3 anni che lo
            uso riesco ancora ad avere 4 ore di batteria
            usandolo come player e navigando, il problema è
            ottimizzare i moduli per ogni singolo portatile e
            fino a che i costruttori non rilasceranno
            specifiche non si potra
            fareo fino a quando ci saranno programmatori scarsi a curare linux
          • Ego scrive:
            Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
            - Scritto da: creol paol tazdol


            muoversi)



            se hai le conoscenze tempo e pazienza riesci
            a

            raggiungere ottimi risultati modificandoti i

            moduli, col mio aspire 8730 dopo 3 anni che
            lo

            uso riesco ancora ad avere 4 ore di batteria

            usandolo come player e navigando, il
            problema
            è

            ottimizzare i moduli per ogni singolo
            portatile
            e

            fino a che i costruttori non rilasceranno

            specifiche non si potra

            fare

            o fino a quando ci saranno programmatori scarsi a
            curare
            linuxlol se tu adesso hai potuto scrivere questa trollata è grazie a linux, per cui abbassa lo sguardo e di grazie
        • Darwin scrive:
          Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
          - Scritto da: lele
          Linux è incredibile. Gira ovunque, ma non ho mai
          capito una cosa. Perchè cavolo non si riesce ad
          ottimizzare i consumi sui portatili.Finchè l'hardware è proprietario (senza specifiche e adeguata documentazione) per gli sviluppatori Linux risulterà sempre difficile arrivare ad un buon supporto.
      • creol paol tazdol scrive:
        Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
        - Scritto da: iRoby
        Miiiiii che XXXXXXXte da troll ignorante...

        Prima di tutto Linux gira praticamente su
        qualsiasi CPU oggi esistente e fa funzionare
        egregiamente ciò che si basa su quella CPU
        (Router, AP, controllori vari ecc.) per cui Linux
        non ha fallito nulla, è onnipresente e
        ubiquo..e sopratutto non ottimizzato sul 98% delle cpu/piattaforma hardware...vuoi perche' manca la volgia o i programmatori.gira si e non bene su x86 dove pero' e' scardamente ottimizzato perche' gira praticamente sempre in modalita' compatiblita' 486...
        Intel sicuramente non può chiedere a RIM, Nokia
        per Symbian e tanto meno a Apple per il porting
        dei loro sistemi su
        x86.ios puo' girare benissimo su x86 e osx su arm..basta che quelli di cupertino diano la giusta glag di compilazione
        Linux? Lui lo prendi e lo ricompili su ogni CPU,
        non ha problemi di diffusione, è qui per restare
        e per
        prosperare.linux e' lento sul 99% dell cpu non intel...lo dicono un sacco di benchmark... prendi un router con linxu embed e sostituiscilo con un firmware proprietario...vedi come cambiano i risultati
        • Ego scrive:
          Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
          - Scritto da: creol paol tazdol
          - Scritto da: iRoby

          Miiiiii che XXXXXXXte da troll ignorante...



          Prima di tutto Linux gira praticamente su

          qualsiasi CPU oggi esistente e fa funzionare

          egregiamente ciò che si basa su quella CPU

          (Router, AP, controllori vari ecc.) per cui
          Linux

          non ha fallito nulla, è onnipresente e

          ubiquo..

          e sopratutto non ottimizzato sul 98% delle
          cpu/piattaforma hardware...vuoi perche' manca la
          volgia o i
          programmatori.
          gira si e non bene su x86 dove pero' e'
          scardamente ottimizzato perche' gira praticamente
          sempre in modalita' compatiblita'
          486...



          Intel sicuramente non può chiedere a RIM,
          Nokia

          per Symbian e tanto meno a Apple per il
          porting

          dei loro sistemi su

          x86.

          ios puo' girare benissimo su x86 e osx su
          arm..basta che quelli di cupertino diano la
          giusta glag di
          compilazione



          Linux? Lui lo prendi e lo ricompili su ogni
          CPU,

          non ha problemi di diffusione, è qui per
          restare

          e per

          prosperare.

          linux e' lento sul 99% dell cpu non intel...lo
          dicono un sacco di benchmark... prendi un router
          con linxu embed e sostituiscilo con un firmware
          proprietario...vedi come cambiano i
          risultatibravo hai raggiunto un record che si pensava fosse di ruppolo, non ne hai azzeccata una manco per sbaglio
        • Shu scrive:
          Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
          - Scritto da: creol paol tazdolSei troppo eccezionale come troll! :D
          linux e' lento sul 99% dell cpu non intel...lo
          dicono un sacco di benchmark... prendi un router
          con linxu embed e sostituiscilo con un firmware
          proprietario...vedi come cambiano i
          risultatiLinux è un S.O. general purpouse, con tutta una serie di astrazioni, dal multitasking preemptive al "tutto è un file". Certo che un firmware proprietario gira più veloce: deve fare meno cose!
        • Darwin scrive:
          Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
          - Scritto da: creol paol tazdol
          gira si e non bene su x86 dove pero' e'
          scardamente ottimizzato perche' gira praticamente
          sempre in modalita' compatiblita'
          486...E questa XXXXXXX dove l'hai letta?L'architettura viene scelta nelle configurazioni, e quanfo viene scelta i686 il kernel viene ottimizzato per i686.Trolla meglio.
    • collione scrive:
      Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
      hahahahahahahahahahahahahahahahahahahaquesta è la XXXXXXX del secolo, chiedo ai gestori di PI di incorniciarla e metterla in homepage a futura memoria :Dlinux non garantisce prestazioni? certo certo, le garantisce settete o magari svista (rotfl)buhahahahahahahahahaha
    • panda rossa scrive:
      Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
      - Scritto da: extrodont
      LINUX e sua la possibilita' di modificare a
      piacimento il software in base alle proprie
      esigenze ed hardware e' solo un paravento che
      nasconde una cronica incacapcita' nel garantire
      prestazioni.Hai proprio ragione.Questo:http://punto-informatico.it/3268710/PI/News/rivoluzione-egrave-un-supercomputer.aspxsara' sicuramente un x86
    • Tok scrive:
      Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
      Ma che c%##o dici? Eistono una decina di piattaforme HW su cui gira Linux, e alcune ben piu stravaganti di ARM, poi voglio vedere quale altro sistema operativo puo fare meglio di Linux su ARM. Ma vai a farti un giro va.
    • Darwin scrive:
      Re: LINUX NN VA OLTRE IL X86
      Veramente è il kernel che supporta più architetture in assoluto.
  • Enjoy with Us scrive:
    he he he...
    Sono anni che sto sostenendo la prossima fine di M$, altro che windows 8 il futuro è Linux... pardon Android!
    • nome e cognome scrive:
      Re: he he he...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Sono anni che sto sostenendo la prossima fine di
      M$, altro che windows 8 il futuro è Linux...
      pardon
      Android!Sono anni che sostengo che ci sarà la fine del mondo, prima o poi avrò ragione.
    • eccololi scrive:
      Re: he he he...
      E continuerai per degli anni ancora...tutti si evolvono, e che ti piaccia o meno anche Microsoft, e fino a quando la piattaforma di riferimento per i giochi sarà Windows, prevedo lunga vita per Microsoft
      • collione scrive:
        Re: he he he...
        veramente la piattaforma di riferimento per i giochi sono le consolle
      • ruppolo scrive:
        Re: he he he...
        - Scritto da: eccololi
        E continuerai per degli anni ancora...tutti si
        evolvono, e che ti piaccia o meno anche
        Microsoft, e fino a quando la piattaforma di
        riferimento per i giochi sarà Windows, prevedo
        lunga vita per
        MicrosoftLa piattaforma giochi di riferimento non è più Windows da anni, da quando sono apparsi nel mercato PlayStation, Xbox, Wii e ora iOS.A parte quei 4 gatti, il resto del mondo gioca con i sistemi summenzionati.
        • sbrotfl scrive:
          Re: he he he...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: eccololi

          E continuerai per degli anni ancora...tutti
          si

          evolvono, e che ti piaccia o meno anche

          Microsoft, e fino a quando la piattaforma di

          riferimento per i giochi sarà Windows,
          prevedo

          lunga vita per

          Microsoft

          La piattaforma giochi di riferimento non è più
          Windows da anni, da quando sono apparsi nel
          mercato PlayStation, Xbox, Wii e ora
          iOS.
          A parte quei 4 gatti, il resto del mondo gioca
          con i sistemi
          summenzionati.MACHEXXXXXSTAIDICENDO?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • gnammolo scrive:
            Re: he he he...
            in parte ha ragione Ruppolo, non è più la piattaforma di riferimento dal punto di vista commerciale, lo è invece dal punto di vista tecnico. Ha torto (figurati se poteva avere ragione al 100%) nel dire che ci sono 4 gatti a giocare, è il suo solito modo di parlare senza conoscere
        • Darwin scrive:
          Re: he he he...
          - Scritto da: ruppolo
          La piattaforma giochi di riferimento non è più
          Windows da anni, da quando sono apparsi nel
          mercato PlayStation, Xbox, Wii e ora
          iOS.iOS? LOL
          A parte quei 4 gatti, il resto del mondo gioca
          con i sistemi
          summenzionati.Certo...si sa che i videogiocatori appassionati comprano iPad. (rotfl)
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: he he he...

          A parte quei 4 gatti, il resto del mondo gioca
          con i sistemi
          summenzionati.O con i giochini in flash (in particolare quelli di facebook)
  • tucumcari scrive:
    se l'obiettivo
    è una piattaforma android con una autonomia di 30 minuti Atom è la scelta giusta!
  • collione scrive:
    ottimo
    se android si espande pure su x86 sarà più facile portarlo su pc :P
    • iRoby scrive:
      Re: ottimo
      Però che schifo un telefono x86!
      • MacGeek scrive:
        Re: ottimo
        - Scritto da: iRoby
        Però che schifo un telefono x86!Penso che una soluzione x86/Android sia più interessante nel mercato desktop/laptop economici, dove potrebbe iniziare ad impensierire Windoze che richiede necessariamente hardware più prestazionale e quindi costoso.Ormai davvero non ha senso avere un cassone di PC a casa/ufficio. Un microPC tipo il MacMini, ma con hardware più economico (Atom) e OS più leggero (Android) potrebbe davvero fare sfracelli. Con un OS ottimizzato e leggero, come quelli da tablet, anche un Atom è abbastanza.Se non altro gli smartphone/tablet hanno di nuovo spostato l'attenzione all'ottimizzazione delle risorse dopo anni di sbrachi (OS sempre più carichi di ciarpame, lenti e pesanti) e la cosa potrà avere ripercussioni positive anche in ambito desktop.
        • iRoby scrive:
          Re: ottimo
          Già i vari Linux come Ubuntu, Mint ecc. Vanno benissimo su PC di media o basilare potenza. Android mi sembra una sovrapposizione.Lasciamo pure Android 3.x sui tablet...
          • MacGeek scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: iRoby
            Già i vari Linux come Ubuntu, Mint ecc. Vanno
            benissimo su PC di media o basilare potenza.
            Android mi sembra una
            sovrapposizione.
            Lasciamo pure Android 3.x sui tablet...Ma Linux è complicato a livello utente, troppo frammentato in 1000 distribuzioni ed ha tutte quelle ridicole ideologie dietro che lo castrano. Per quello non ha mai sfondato.Android è sviluppato da un'azienda sola, più pragmatico a livello di sviluppo e distribuzione del software, e (forse) lo può usare anche la segretaria.Io penso sia la prima vera minaccia per il monopolio M$.
          • Skywalker scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: MacGeek
            quelle ridicole ideologie dietro che lo castrano.Quelle "ridicole ideologie" si chiamano "libertà" ("Free as in Freedom").Se togli quelle "ridicole ideologie", che senso ha sviluppare senza essere pagato?Se ho un "software libero" che arriva ad essere usato da tutti, ma nel frattempo non posso più modificare il codice, non più posso leggerlo, non posso più portarlo su un'altro dispositivo e non posso più usarlo se non dopo aver ricevuto una autorizzazione dietro pagamento monetario, beh, è che cosa ha di "libero" un simile software?Faccio volentieri il volontario (leggi: lavoro a gratis) di una associazione no profit. Se lo faccio per un gruppo di azionisti di una società quotata in borsa, voglio essere remunerato: va bene in moneta corrente ma va bene anche in natura (leggi: libertà di usare il codice, incluse le parti aggiunte dalla società quotata in borsa).Se poi un software free, parzialmente free o open, come nel caso di Android, raggiunge anche una buona diffusione, sono molto contento.Ma dire che richiedere di mantenere il software libero è una "ridicola ideologia" sarebbe un po' come deridere quelle ridicole forme di governo castrate da una serie di "ridicole ideologie" chiamate libertà: vuoi mettere come sarebbe più pratica una Democrazia se si evitassero le elezioni e si delegasse tutto ad uno solo, magari scelto per via ereditaria o militare?
          • MacGeek scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: Skywalker
            Quelle "ridicole ideologie" si chiamano "libertà"
            ("Free as in Freedom").

            Se togli quelle "ridicole ideologie", che senso
            ha sviluppare senza essere
            pagato?Sono limitanti in un libero mercato. Se vuoi uscire dall'ambito hobbystico, una persona che programma, ed è brava a farlo, vorrebbe essere giustamente pagata. Non puoi costringerla a dare il suo lavoro gratis. Altrimenti si deve trovare una altro lavoro per mangiare. O meglio, programma per un altro OS.
          • Darwin scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: MacGeek
            Sono limitanti in un libero mercato.Perchè non ti lasciano usare il loro software in software proprietari?Meglio così.
            Se vuoi
            uscire dall'ambito hobbystico, una persona che
            programma, ed è brava a farlo, vorrebbe essere
            giustamente pagata.Gli sviluppatori Linux sono anche dipendenti di IBM, HP e Red Hat e vengono pagati.
            Non puoi costringerlaNessuno costringe nessuno.
            a dare
            il suo lavoro gratis.Nessuno l'ha costretta. L'ha dato di sua spontanea volontà.
            Altrimenti si deve trovare
            una altro lavoro per mangiare. O meglio,
            programma per un altro
            OS.Quindi?
          • MacGeek scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: Darwin
            Gli sviluppatori Linux sono anche dipendenti di
            IBM, HP e Red Hat e vengono pagati.Ma sono una minoranza, e il "business model" di quelle aziende, per guadagnare, è piuttosto contorto. Cioè fanno soldi con supporto e consulenze. Quindi i programmi general pourpose sono penalizzati in partenza. Quella cosa funziona solo con l'enterprise.
            Nessuno l'ha costretta. L'ha dato di sua
            spontanea volontà.Beh una piattaforma basata sulla bontà individuale è destinata a fallire.Come ha fallito il comunismo. Il capitalismo funziona perché se una persona egoisticamente vuole diventare ricca con il suo duro lavoro, incidentalmente fa del bene anche alla società (paga le tasse, assume persone, ecc).
            Quindi?Quindi non ci sarà MAI l'anno di Linux per il desktop.Ma Android è diverso, per i motivi spiegati. Anche se il kernel è lo stesso (ma il kernel, come dico sempre, è solo una piccola parte dell'OS e non quella più importante).
          • xxx scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: MacGeek

            Come ha fallito il comunismo. Il capitalismo
            funziona perché se una persona egoisticamente
            vuole diventare ricca con il suo duro lavoro,
            incidentalmente fa del bene anche alla società
            (paga le tasse, assume persone,
            ecc).Di' la verita: non hai mai letto una beata fava di Smith, Ricardo o Marx.


            Quindi?

            Quindi non ci sarà MAI l'anno di Linux per il
            desktop.

            Ma Android è diverso, per i motivi spiegati.
            Anche se il kernel è lo stesso (ma il kernel,
            come dico sempre, è solo una piccola parte
            dell'OS e non quella più
            importante).Che idiozia. Come dire che il peso di un motore su un'auto e' solo una parte e neanche quella piu' importante.
          • Darwin scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: MacGeek
            Ma sono una minoranza,Ma anche no...
            Beh una piattaforma basata sulla bontà
            individuale è destinata a
            fallire.Linux sono vent'anni che continua ad essere usato.Il software proprietario fallisce, non quello open.
            Come ha fallito il comunismo. Il capitalismo
            funziona perché se una persona egoisticamente
            vuole diventare ricca con il suo duro lavoro,
            incidentalmente fa del bene anche alla società
            (paga le tasse, assume persone,
            ecc).Ehm...veramente è il capitalismo che sta collassando.Tant'è che si stanno rivalutando proprio le teorie di Marx.
            Quindi non ci sarà MAI l'anno di Linux per il
            desktop.Non esiste l'obbiettivo desktop su Linux.Esiste l'obbiettivo codice e qualità.Sono gli altri che pensano che OS= desktop.Linux i suoi ambiti di applicazione li ha già trovati.
            Ma Android è diverso, per i motivi spiegati.
            Anche se il kernel è lo stesso (ma il kernel,
            come dico sempre, è solo una piccola parte
            dell'OS e non quella più
            importante).Il kernel è la parte numero 1 in un OS.Il resto è relativo.
          • MacGeek scrive:
            Re: ottimo
            Ok ti lascio nel tuo mondo dei sogni.Anyway quello che volevo dire è che Android non è Linux, anche se ha lo stesso kernel.Ha un approccio completamente diverso, quasi opposto.E Android ha delle serie chance, Linux (le distribuzioni che oggi vengono chiamate Linux), no.Poi vedremo come andrà a finire.
          • Darwin scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: MacGeek
            Ok ti lascio nel tuo mondo dei sogni.Niente di ciò che ho detto è un sogno, sia sulla natura di Linux sia sul fallimento del capitalismo.
            Anyway quello che volevo dire è che Android non è
            Linux, anche se ha lo stesso
            kernel.Se condivide lo stesso kernel, Android è Linux.O la tua è una contraddizione o ti riferisci a Linux per dire GNU/Linux, ma quì stai andando fuori strada, perchè GNU non c'entra nulla con Linux.
            E Android ha delle serie chance, Linux (le
            distribuzioni che oggi vengono chiamate Linux),
            no.Quindi? Nessuno si è mai posto il problema che le distro Linux non acquisissero utonti, se non gli utenti che non hanno ancora capito che gli utonti sono una palla al piede.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 settembre 2011 21.25-----------------------------------------------------------
          • sysinternal scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: Darwin
            Quindi? Nessuno si è mai posto il problema che le
            distro Linux non acquisissero utonti, se non gli
            utenti che non hanno ancora capito che gli utonti
            sono una palla al
            piede.Questo secondo te sarebbe un guiness.Dei sistemi ovvero le distro che non usa quasi nessuno sui dekstop e su cui nessuno guadagna una lira.Delle "vittorie" per i produttori e per tutti. :D
          • Darwin scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: sysinternal
            Questo secondo te sarebbe un guiness.
            Dei sistemi
            ovvero le distro che non usa quasi nessuno sui
            dekstop
            e su cui nessuno guadagna una
            lira.
            Delle "vittorie" per i produttori e per tutti. :DNon si parla di vittorie, ma di obbiettivi.L'obbiettivo FOSS è mettere a disposizione del buon codice, non creare bottoncini colorati.Linux i suoi obbiettivi li ha sempre perseguiti, ottenendo anche successi.E continua a farlo tutt'ora.L'ambito desktop? Tenetevelo stretto.Non ci importa. A noi serve gente che collabora e che abbia voglia di imparare. La gente che vuole cliccare può scegliere altro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 settembre 2011 11.15-----------------------------------------------------------
          • Shu scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: MacGeek
            Ma Linux è complicato a livello utente, troppo
            frammentato in 1000 distribuzioni ed ha tutte
            quelle ridicole ideologie dietro che lo castrano.Linux a livello utente è più semplice di Windows e, per certe cose, anche di OSX.Le distribuzioni che si dividono il 99% dell'installato sono Ubuntu, Fedora, Debian, SuSE e Mandriva. Cinque, non 1000. Se consideri che il software closed source per Ubuntu e Debian è lo stesso, e che in buona parte lo stesso vale per le altre tre, si riduce a due: pacchetti deb e pacchetti rpm.Le ridicole ideologie di cui parli ti hanno regalato OSX (basato su BSD), con il suo sistema di stampa (basato su CUPS), il suo browser (nato da KHTML) e gli altri due (Firefox e Chrome), oltre a parecchie altre componenti.Se non fosse per quelle ridicole ideologie forse oggi avresti ancora un OS con multitasking cooperativo e un supporto al colore attaccato con la colla. Sempre che fosse ancora vivo.
            Per quello non ha mai
            sfondato.Non ha mai sfondato perche` gli manca il marketing, semplicemente (e non intendo "la pubblicità in TV"). Bye.
          • MacGeek scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: Shu
            - Scritto da: MacGeek
            Linux a livello utente è più semplice di Windows
            e, per certe cose, anche di OSX.Linux funziona finché va tutto bene.Ma se qualcosa non va poi sono pianti.Non hai il supporto di una casa dietro che bene o male ti deve dare delle garanzie che il suo prodotto funzioni, il tutto si basa sul supporto della comunità (che ti devi andare a cercare, e non è certo garantito).Non sto neanche parlando di di qualità dell'interfaccia grafica e del "plumbing" (API, librerie di basso livello), che comunque non sono di qualità paragonabile rispetto a quelle di OS X.
            Le distribuzioni che si dividono il 99%
            dell'installato sono Ubuntu, Fedora, Debian, SuSE
            e Mandriva. Cinque, non 1000. Se consideri che il
            software closed source per Ubuntu e Debian è lo
            stesso, e che in buona parte lo stesso vale per
            le altre tre, si riduce a due: pacchetti deb e
            pacchetti rpm.Sarà, ma intanto sono 5 scelte in più che non tutti sono in grado di fare e che comportano sicuramente rompimenti di scatole nella distribuzione delle applicazioni. (senza contare l'incubo delle dipendenze, visto che su Linux non c'è nulla di "garantito" di serie, come funzionalità).Una bella complicazione in più per l'utente e uno spreco di risorse per lo sviluppo dell'OS.
            Le ridicole ideologie di cui parli ti hanno
            regalato OSX (basato su BSD), con il suo sistema
            di stampa (basato su CUPS), il suo browser (nato
            da KHTML) e gli altri due (Firefox e Chrome),
            oltre a parecchie altre componenti.Sono componenti di basso livello. Dove, per una serie di interessi non sempre uguali (raramente per il "bene dell'umanità"), organizzazioni anche commerciali o no-profit (es. Università per il BSD), hanno investito ingenti risorse per il loro sviluppo.Il KHTML, per dire, senza Apple e la sua potenza commerciale dietro non andava da nessuna parte. Apple ha avuto l'interesse di svilupparlo perché all'epoca non c'erano browser decenti per Mac e M$ aveva cessato lo sviluppo del suo Explorer per Mac.Partire da quello è stata solo una comodità (riduzione dei tempi di sviluppo iniziali).Il fatto di rilasciare WebKit come opensource è stata una scelta commerciale per indebolire scelte opposte chiuse del suo più diretto concorrente (M$).
            Se non fosse per quelle ridicole ideologie forse
            oggi avresti ancora un OS con multitasking
            cooperativo e un supporto al colore attaccato con
            la colla. Sempre che fosse ancora
            vivo.Il multitasking preemptive non l'ha inventato Unix.C'era pure sul Lisa, che è antecedente al Mac. Solo che costava 10.000$ e nessuno se lo comprava. C'era su Amiga. Il multitasking cooperative sui Mac è stato un compromesso dovuto all'hardware modesto dei tempi (Windows l'ha copiato perché M$ ha sempre copiato da Apple, anche le ca§§ate). Che abbia "vinto" Unix, alla fine, è abbastanza un caso.
            Non ha mai sfondato perche` gli manca il
            marketing, semplicemente (e non intendo "la
            pubblicità in
            TV").Illuso. Ci sono motivi ben più profondi di 2 spot in TV.
          • Darwin scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: MacGeek
            Linux funziona finché va tutto bene.
            Ma se qualcosa non va poi sono pianti.Ma anche no.
            Non hai il supporto di una casa dietro che bene o
            male ti deve dare delle garanzie che il suo
            prodotto funzioni, il tutto si basa sul supporto
            della comunità (che ti devi andare a cercare, e
            non è certo
            garantito).Red Hat ti da supporto tecnico. E anche di alto livello.
            Non sto neanche parlando di di qualità
            dell'interfaccia graficaL'interfaccia grafica non è nemmeno una parte da tenere in considerazione.Sono ben altre le caratteristiche che fanno di un OS una buona scelta.
            e del "plumbing" (API,
            librerie di basso livello), che comunque non sono
            di qualità paragonabile rispetto a quelle di OS
            X.Eh?Non diciamo idiozie.Ti ricordo ancora una volta che Mac OS X usa mach, che è un emblema di mediocrità.
            Sarà, ma intanto sono 5 scelte in più che non
            tutti sono in grado di fareCi sono siti specifici per questo.
            e che comportano
            sicuramente rompimenti di scatole nella
            distribuzione delle applicazioni.Ma anche no.
            (senza contare
            l'incubo delle dipendenze, visto che su Linux non
            c'è nulla di "garantito" di serie, come
            funzionalità).Le dipendenze sono un vantaggio in termini di gestione.
            Una bella complicazione in più per l'utente e uno
            spreco di risorse per lo sviluppo
            dell'OS.L'utonto non è un nostro obbiettivo.O impara o sceglie altro.
            Il fatto di rilasciare WebKit come opensource è
            stata una scelta commerciale per indebolire
            scelte opposte chiuse del suo più diretto
            concorrente
            (M$).Veramente era un obbligo, visto che KHTML era GPL.
            Il multitasking preemptive non l'ha inventato
            Unix.
            C'era pure sul Lisa, che è antecedente al Mac.Ma Lisa non è antecendente a Unix.
            Solo che costava 10.000$ e nessuno se lo
            comprava.E chi se lo doveva comprare?
            C'era su Amiga. Il multitasking
            cooperative sui Mac è stato un compromesso dovuto
            all'hardware modesto dei tempi (Windows l'ha
            copiato perché M$ ha sempre copiato da Apple,
            anche le ca§§ate).Però aveva un preemptive su NT.Direi che non ha copiato molto.
            Che abbia "vinto"
            Unix, alla fine, è abbastanza un
            caso.O forse era il meglio in circolazione.E lo è tutt'ora.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 settembre 2011 20.43-----------------------------------------------------------
          • Darwin scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: MacGeek
            Ma Linux è complicato a livello utente,Non è vero.GNU/Linux è usabilissimo.Richiede solo impegno e cervello.
            troppo
            frammentato in 1000 distribuzioniNon è un problema.
            ed ha tutte
            quelle ridicole ideologie dietro che lo castrano.Quali ideologie ridicole?Quali castrazioni?
            Per quello non ha mai
            sfondato.Linux non sfonda perchè il monopolio Microsoft è troppo forte per essere abbattuto.Nessuno può abbattere il dominio di Microsoft sul desktop.
        • mimmo scrive:
          Re: ottimo


          Se non altro gli smartphone/tablet hanno di nuovo
          spostato l'attenzione all'ottimizzazione delle
          risorse dopo anni di sbrachi (OS sempre più
          carichi di ciarpame, lenti e pesanti) e la cosa
          potrà avere ripercussioni positive anche in
          ambito
          desktop.allora sono curioso di sapere perché lion mi aumentava il consumo della batteria ed era più lento praticamente in tutto, a partire dall'avvio, rispetto a snow leopard... a cui sono molto volentieri ritornato sul mio macbook pro... proprio da apple non me l'aspettavo, considerando come snow aveva alleggerito leopard...indi attendiamo il prossimo?
        • Tok scrive:
          Re: ottimo
          Daccordissimo.
    • yoghi scrive:
      Re: ottimo
      Per me invece è una pessima idea, non ho mai visto una CPU con un'ISA messa così male come l'x86Microsoft sta esplorando il porting dei suoi prodotti anche su Arm e questi che fanno? Il salto opposto!
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: ottimo
        - Scritto da: yoghi
        Per me invece è una pessima idea, non ho mai
        visto una CPU con un'ISA messa così male come
        l'x86
        Microsoft sta esplorando il porting dei suoi
        prodotti anche su Arm e questi che fanno? Il
        salto
        opposto!Eh, l'Intel solo quello sa fare...così ci provano in tutti i modi ad infilare i loro proXXXXXri dappertutto! Mi preoccupano però i consumi energetici di un Atom su smartphone...riusciranno a renderli paragonabili ad un arm di pari prestazioni? Dubito fortemente...
        • James Kirk scrive:
          Re: ottimo
          - Scritto da: Mela avvelenata

          Mi preoccupano però i consumi energetici di un
          Atom su smartphone...riusciranno a renderli
          paragonabili ad un arm di pari prestazioni?
          Dubito
          fortemente... Come minimo si vedrà ne 2013, con il redesign del SOC Atom in produzione con il proXXXXX a 22nm.Solo che allora ci saranno già gli ARM A15 che dovrebbero migliorare il rapporto Prestazioni/consumo.
        • ruppolo scrive:
          Re: ottimo
          - Scritto da: Mela avvelenata
          - Scritto da: yoghi

          Per me invece è una pessima idea, non ho mai

          visto una CPU con un'ISA messa così male come

          l'x86

          Microsoft sta esplorando il porting dei suoi

          prodotti anche su Arm e questi che fanno? Il

          salto

          opposto!

          Eh, l'Intel solo quello sa fare...così ci provano
          in tutti i modi ad infilare i loro proXXXXXri
          dappertutto!

          Mi preoccupano però i consumi energetici di un
          Atom su smartphone...riusciranno a renderli
          paragonabili ad un arm di pari prestazioni?
          Dubito
          fortemente...No, non ci riusciranno. x86 si trascina la palla al piede Windows, quindi l'emulazione CISC, quindi metà dei transistor e relativo consumo energetico solo per tale emulazione.
          • Ego scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Mela avvelenata

            - Scritto da: yoghi


            Per me invece è una pessima idea, non
            ho
            mai


            visto una CPU con un'ISA messa così
            male
            come


            l'x86


            Microsoft sta esplorando il porting dei
            suoi


            prodotti anche su Arm e questi che
            fanno?
            Il


            salto


            opposto!



            Eh, l'Intel solo quello sa fare...così ci
            provano

            in tutti i modi ad infilare i loro proXXXXXri

            dappertutto!



            Mi preoccupano però i consumi energetici di
            un

            Atom su smartphone...riusciranno a renderli

            paragonabili ad un arm di pari prestazioni?

            Dubito

            fortemente...

            No, non ci riusciranno. x86 si trascina la palla
            al piede Windows, quindi l'emulazione CISC,
            quindi metà dei transistor e relativo consumo
            energetico solo per tale
            emulazione.non sono sicuro di riuscire a seguirti, mi spieghi cosa c'entra tutto quello che hai detto? e sopratutto che senso ha nel discorso, e magari mi spieghi anche in cosa si differenzierebbe osx da windows in questo caso
          • ruppolo scrive:
            Re: ottimo
            Se non riesci a seguirmi sono contento.
          • Ego scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: ruppolo
            Se non riesci a seguirmi sono contento.beh, te ne stupisci? non ha nessun senso quello che hai scritto
          • gnammolo scrive:
            Re: ottimo
            sei ancora fermo agli X86 a 32 bit?
          • ruppolo scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: gnammolo
            sei ancora fermo agli X86 a 32 bit?Perché, la versione a 64 bit di Windows richiede CPU differenti?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 settembre 2011 08.58-----------------------------------------------------------
          • gnammolo scrive:
            Re: ottimo
            forse si... forse su un pentium 4 non gira....
          • sbrotfl scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: gnammolo
            forse si... forse su un pentium 4 non gira....Certo che si invece...basta che sia a 64 bit :s
          • gnammolo scrive:
            Re: ottimo
            ops li hanno fatti anche a 64 bit... pensavo partissero solo dai core duo
          • sbrotfl scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: gnammolo
            ops li hanno fatti anche a 64 bit... pensavo
            partissero solo dai core
            duono problem ;)
          • Darwin scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: ruppolo
            Perché, la versione a 64 bit di Windows richiede
            CPU
            differenti?EM64T ti dice niente?Eh meno male che ti spacci da informatico...
          • strattolo scrive:
            Re: ottimo
            cosa vuoi sono picolezze non aver capito un c..zo di windows e intel. Tralasciamo l'ignoranza su linux per un tecnico informatico con 30 anni di esperienza alle spalle... COSA VUOI CHE SIA!
      • collione scrive:
        Re: ottimo
        intanto ms deve il 90% dei suoi introiti agli x86, quindi la mossa di google non mi pare tanto stupidariguardo intel è bene chiarire che ha capacità tecnologiche molto superiori ad armtra pochi mesi avremo cpu a 22nm, tra qualche anno transistor tri-gate, un paio di anni più in là e intel ci darà cpu 3d si stima che arm riuscirà ad implementare la sua tecnologia tri-gate non prima del 2015-2017in sostanza intel ha ampi margini tecnologici per colmare i difetti della sua architettura, col vantaggio di avere un'architettura su cui girano milioni di programmi
    • ephestione scrive:
      Re: ottimo
      Vero, sono stanco di queste interfacce pensate per tastiera e mouse, su cui ti passa qualunque divertimento di gestire elaboratori di testo, fogli di calcolo e IDE, e non vedo l'ora di godermi una sfida in più usando un sistema operativo pensato per l'input da polpastrello, spin-off sottofunzionante di un altro che funziona già bene di per sé sui pc ed è leader in ambito server :P (troll)
    • tucumcari scrive:
      Re: ottimo
      - Scritto da: collione
      se android si espande pure su x86 sarà più facile
      portarlo su pc
      :PGuarda che android su atom c'è fin dalla nascita!
      • sbrotfl scrive:
        Re: ottimo
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: collione

        se android si espande pure su x86 sarà più
        facile

        portarlo su pc

        :P
        Guarda che android su atom c'è fin dalla nascita!SSSSSSSSSSSSH non dirlo in giro
        • yoghi scrive:
          Re: ottimo
          non dire neanche che la versione x86 è ferma all'ormai arcaico Android 1.6 :-P
          • sbrotfl scrive:
            Re: ottimo
            - Scritto da: yoghi
            non dire neanche che la versione x86 è ferma
            all'ormai arcaico Android 1.6
            :-PEmbè? Ciò non toglie che nativamente lo supporta...quindi questa non è una novità
Chiudi i commenti