UE: Facebook pensi ai suoi bambini

Preoccupanti statistiche da parte della Commissione Europea: solo Bebo e MySpace proteggono al meglio i minori dai predatori sessuali. Il sito in blu dovrebbe presto creare un adeguato contesto di autoregolamentazione

Roma – “Sono rammaricata: la maggior parte dei siti legati al social networking non è ancora riuscita ad assicurare che i vari profili dei minori restino accessibili di default solo ed esclusivamente ai loro contatti approvati”. L’allarme è stato lanciato dal Commissario Europeo Neelie Kroes, che ha dunque sottolineato come i giganti delle amicizie online non siano poi così severi con i propri utenti di minore età.

La stessa Commissione del Vecchio Continente ha recentemente presentato dati preoccupanti, a partire da un 77 per cento di ragazzi – tra i 13 e i 16 anni – che attualmente utilizza quotidianamente una qualsivoglia rete sociale. Accompagnati dal quasi 40 per cento di adolescenti (tra i 9 e i 12 anni) presente online su piattaforme come MySpace, Bebo e soprattutto Facebook .

Una percentuale che dovrebbe far riflettere data la decisione dei vari siti di non far entrare minori di 13 anni d’età. Ciò che sembra intimorire di più il Commissario Kroes è invece un’altra statistica: 12 siti su 14 permettono ai motori di ricerca di indicizzare i vari profili appartenenti a minori di 18 anni . Mettendoli dunque alla mercé di potenziali pedofili e predatori sessuali.

In questo senso, i più virtuosi ed accorti sembrano i soli Bebo e MySpace. Ma la Commissione Europea sembra conoscere benissimo la situazione attuale: il vero e proprio gigante è il sito di Mark Zuckerberg, che aveva peraltro già aperto ad una possibile inclusione social dei minori di 13 anni. Kroes ha consigliato a Facebook di creare un adeguato contesto di autoregolamentazione , per evitare interventi esterni più severi.

Curiosamente, una speciale classifica stilata dalla società specializzata in sicurezza informatica ZoneAlarm ha visto trionfare proprio Facebook in qualità di sito sociale più sicuro del web . “Per aver migliorato la personalizzazione delle opzioni dei profili, la condivisione delle foto e la protezione delle informazioni personali”. MySpace e Bebo hanno seguito a ruota il sito in blu. LinkedIn all’ultimo posto.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Foxxie scrive:
    Non si capisce bene UMG
    Commento tratto da→ http://www.youtube.com/watch?v=-SFzxiOrl4I«So how come this video hasn't been removed by UMG?One rule for corporations and another rule for the individuals?I'm being serious, I want to know.»
    • Get Real scrive:
      Re: Non si capisce bene UMG
      - Scritto da: Foxxie
      «So how come this video hasn't been removed by
      UMG?
      One rule for corporations and another rule for
      the
      individuals?
      I'm being serious, I want to know.»Si, assolutamente: una legge per il re e i suoi nobili, una per il popolino. Sempre stato così, sempre così sarà. Altre domande ingenue?
  • Asvero Panciatici scrive:
    poco importa...
    Capisco che PI, non essendo una testata che si occupa di musica, veda in questa vicenda l'aspetto di suo interesse, ma sinceramente mi importa poco quello che i discografici della universal cercano di fare per arginare i danni. Ciò che mi dispiace invece è vedere come un'artista potenzialmente grandissima, e sicuramente una delle migliori voci del blues e del soul di tutti i tempi, buttarsi via così. Peccato, spero che ne esca e spero di vederla dal vivo, o almeno VIVA, una volta o l'altra.
    • Sgabbio scrive:
      Re: poco importa...
      Ciò non toglia che c'è stato l'ennesimo abuso di potere da parte della major che usano il copyright come arma di censura.
      • Get Real scrive:
        Re: poco importa...
        - Scritto da: Sgabbio
        Ciò non toglia che c'è stato l'ennesimo abuso di
        potere da parte della major che usano il
        copyright come arma di
        censura.E cosa pensavi che avrebbero fatto? L'immagine delle star é parte del prodotto che vendono, e lo proteggeranno a qualunque costo. Dal loro punto di vista non é abuso di potere, é il legittimo impiego di un potere di cui dispongono in maniera assoluta. Di fronte alle cifre in gioco, nemmeno la vita umana ha importanza quindi cos'é un po' di censura di cui solo poche persone senza alcun peso si preoccupano?
        • Rattazzo scrive:
          Re: poco importa...
          Ma cosa vuoi proteggere... ormai la notizia si e' diffusa in tutto il mondo, e' nelle headlines, tutti ne parlano, e il filmato continua ad essere online nei canali YT dei mainstream media. Non ha alcun senso levare 'ste clip, anche perche', diciamocelo, sono anni che che Amy Winehouse comporta in modo osceno. Le sue bravate sono ben note a tutti. L'avere una voce superiore alla media, peraltro, non significa nulla. Ci sono un gran numero di cantanti del filone neosoul ad avere una voce del calibro o meglio di quella della Winehouse, gente con vizi e virtu' che pero' _almeno_ sa come presentarsi di fronte a un pubblico _pagante_.E il Guardian la giustifica dicendo che e' anche questo e' rock and roll. Seh, nel 2011 significa solo una cosa: mancanza di professionalita' e di rispetto nei confronti di chi, in fondo, ha contribuito a farla uscire dall'anonimato e farle guadagnare barche di grana. Mi riferisco ovviamente ai suoi fans.
      • Franky scrive:
        Re: poco importa...
        - Scritto da: Sgabbio
        Ciò non toglia che c'è stato l'ennesimo abuso di
        potere da parte della major che usano il
        copyright come arma di
        censura.Vero...ora mettono il naso anche nei filmati privati girati dagli utenti...tra poco non sara' piu' possibile nemmeno riprendere casa propria se nelle vicinanze c'e' qualcuno dei loro che canta...diranno che casa tua e' casa loro...in virtu' delle leggi sul diritto d'autore...e che chi riprende una festa...e' come "un ladro che ruba in casa propria"....carina questa..cioe' io giro un video...quindi chi e' il detentore dei diritti d'autore? La logica direbbe che sono io...cioe' l'autore del video...invece secondo la Universal dipende dal soggetto...quindi se riprendo un telefono con la mia videocamera il detentore dei diritti e' Telecom Italia...se riprendo un televisore Philips il detentore dei diritti e' Philips... se riprendo Amy Winehouse il detentore dei diritti e' Universal...se riprendo Berlusconi il detentore dei diritti...e' Forza Italia...Cavolo ma la Rai mi deve un paio di Miliardi e non me ne sono accorto...!!! Dato che ci sono state in passato delle riprese del giro d'Italia in cui comparivo io!!! Quindi il detentore dei loro video sono io..dato che compaio li dentro assieme ai ciclisti... quindi ho diritto alla mia parte pure io secondo il ragionamento di Universal...quindi le tv sono delle aziende private pirata che violano in continuazione il copyright che ora non appartiene piu' a chi gira i video bensi' a chi viene ripreso o a chi rappresenta chi viene ripreso....!!! Interessante concetto...
    • sdafsd scrive:
      Re: poco importa...
      - Scritto da: Asvero Panciatici
      Capisco che PI, non essendo una testata che si
      occupa di musica, veda in questa vicenda
      l'aspetto di suo interesse, ma sinceramente mi
      importa poco quello che i discografici della
      universal cercano di fare per arginare i danni.
      Ciò che mi dispiace invece è vedere come
      un'artista potenzialmente grandissima, e
      sicuramente una delle migliori voci del blues e
      del soul di tutti i tempi, buttarsi via così.
      Peccato, spero che ne esca e spero di vederla dal
      vivo, o almeno VIVA, una volta o
      l'altra.D'altro canto come diceva Bill Hicks se guardiamo la nostra collezione di album è composta soprattutto da artisti drogati o alcolizzati.Magari se fosse stata una ragazza acqua e sapone che non si fa di niente adesso stava in un supermercato a smistare le scatole di pelati.
      • Uno a caso scrive:
        Re: poco importa...
        Un pò come faceva Giusy Ferrieri... ci fosse rimasta a lavorare all'Esselunga staremmo tutti meglio.
      • lellykelly scrive:
        Re: poco importa...
        d'altraparte il mito del sesso droga e rock'n'roll è proprio questo, fare quello che i "normali" non fanno, è uno stile di vita e può portare al sucXXXXX.ovvio che senza i soldi non ti puoi permettere le riabilitazioni ed evapori presto...
        • sdafsd scrive:
          Re: poco importa...
          - Scritto da: lellykelly
          d'altraparte il mito del sesso droga e
          rock'n'roll è proprio questo, fare quello che i
          "normali" non fanno, è uno stile di vita e può
          portare al
          sucXXXXX.
          ovvio che senza i soldi non ti puoi permettere le
          riabilitazioni ed evapori
          presto...Non è un mito e non è un caso. La droga aiuta la creatività. Ovvio che non basta drogarsi per essere dei bravi artisti. Così come non basta essere dopati per vincere una medaglia d'oro alle olimpiadi.
          • lellykelly scrive:
            Re: poco importa...
            la droga ti porta ad essere in mezzo a delle situazioni, come l'alcol, nelle quali la normalità non esiste, ed è per questo che le canzoni tipo "oh come è bello prendere l'autobus" non esistono. senza i compositori drogati non sarebbero stati scritti testi "illuminati".
          • Darwin scrive:
            Re: poco importa...
            Quindi per fare un sanremo decente dobbiamo drogarli tutti? :D
          • lellykelly scrive:
            Re: poco importa...
            probabilmente arrivano già li con qualche additivo, ma sono talmente stupidi che sulla creatività non ha effetto...
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: poco importa...
      Con un cognome come Winehouse pretendi che non si ubriachi? ;)
      • gomez scrive:
        Re: poco importa...
        - Scritto da: ciccio quanta ciccia
        Con un cognome come Winehouse pretendi che non si
        ubriachi?
        ;)fosse stata Lardhouse avrebbe il colesterolo a mille.... :-DMauro
    • Uno a caso scrive:
      Re: poco importa...
      fammi il mone di un grande musicista che durante i suoi anni musicalmente migliori non si faceva, solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..! :)
      • il solito bene informato scrive:
        Re: poco importa...
        - Scritto da: Uno a caso
        fammi il mone di un grande musicista che durante
        i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,
        solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!
        :)ma tanti di quegli artisti sono diventati grandi proprio perché sono riusciti a combinare droga e arte. Se sei talmente ubriaco da non poterti reggere in piedi sul palco e cantare, allora non sei fatto per le droghe e ti stai SOLO distruggendo.
      • Foxxie scrive:
        Re: poco importa...
        Credo Freddie Mercury... O non vale perché era XXXXXo?Anche Bob Marley era un grande artista, e nonostante tutto con la droga aveva poco o nulla a che vedere
      • pippO scrive:
        Re: poco importa...
        - Scritto da: Uno a caso
        fammi il mone di un grande musicista che durante
        i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,
        solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!
        :)Se vai sui compositori classici, ne trovi quanti ne vuoi ;)
      • Nuke Them All scrive:
        Re: poco importa...
        - Scritto da: Uno a caso
        fammi il mone di un grande musicista che durante
        i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,
        solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!
        :)Frank Zappa:La droga non è cattiva. La droga è un composto chimico. Il problema è quando quelli che prendono droga la considerano una licenza per comportarsi come teste di XXXXX.
        • MegaJock scrive:
          Re: poco importa...
          - Scritto da: Nuke Them All
          Frank Zappa:

          La droga non è cattiva. La droga è un composto
          chimico. Il problema è quando quelli che prendono
          droga la considerano una licenza per comportarsi
          come teste di
          XXXXX.Frank Zappa era un fo**u*issimo MITO. Aveva concepito l'idea di tagliare fuori le major dalla distribuzione comprando direttamente dagli autori già all'inizio degli anni '80. Lui intendeva farlo via satellite, però il concetto é quello.Ship arriving too late to save a drowning witch.
        • lellykelly scrive:
          Re: poco importa...
          nel libro di Keith Richards c'è scritto che sono vivi perchè la droga era buona, con quella di adesso sarebbero tutti morti da un pezzo.poi come appunto le droghe, l'alcol, le sigarette, il caffè, le bibite energetiche, le robe piene di zucchero, le robe piene di dolcificanti, le robe piene di mais, ecc, hanno sostanze che al nostro cervello piacciono molto ed è per questo che sono molto richieste.il problema della legalizzazione sta nel fatto che solo chi non ne ha bisogno e quindi non ne abusa leddroghe possono fare bene, ma per il resto della popolazione è meglio che rimangano di difficile reperimento...
          • pippO scrive:
            Re: poco importa...
            - Scritto da: lellykelly
            il problema della legalizzazione sta nel fatto
            che solo chi non ne ha bisogno e quindi non ne
            abusa le droghe possono fare bene, ma per il
            resto della popolazione è meglio che rimangano di
            difficile
            reperimento...Ma anche no, lasciamo lavorare la selezione naturale :D
      • panda rossa scrive:
        Re: poco importa...
        - Scritto da: Uno a caso
        fammi il mone di un grande musicista che durante
        i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,
        solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!
        :)Naturalmente potrei essere smentito, e ci rimarrei molto male, ma ti dico Allevi.
        • lellykelly scrive:
          Re: poco importa...
          infatti non è un grande musicista...
          • panda rossa scrive:
            Re: poco importa...
            - Scritto da: lellykelly
            infatti non è un grande musicista...Se prendiamo come metro il numero di dischi venduti, lo e'.http://www.outune.net/attualita/news/giovanni-allevi-qalienq-al-secondo-posto-della-classifica-dei-dischi-piu-venduti/3044Altrimenti suggeriscimi un altro metro e rifacciamo la misura.Naturalmente non valgono i metri soggettivi.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: poco importa...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: lellykelly

            infatti non è un grande musicista...

            Se prendiamo come metro il numero di dischi
            venduti, lo
            e'.Ecco, _non_ prendiamolo come metro.
          • panda rossa scrive:
            Re: poco importa...
            - Scritto da: Nome e cognome
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: lellykelly


            infatti non è un grande musicista...



            Se prendiamo come metro il numero di dischi

            venduti, lo

            e'.

            Ecco, _non_ prendiamolo come metro.Benissimo.Vorresti cortesemente proseguire proponendo qualcosa di costruttivo allora?
          • Nome e cognome scrive:
            Re: poco importa...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Nome e cognome

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: lellykelly



            infatti non è un grande musicista...





            Se prendiamo come metro il numero di dischi


            venduti, lo


            e'.



            Ecco, _non_ prendiamolo come metro.

            Benissimo.
            Vorresti cortesemente proseguire proponendo
            qualcosa di costruttivo
            allora?Un grande musicista può essere un innovatore per quanto riguarda la tecnica legata al proprio strumento, o potrebbe esserlo nel contesto dell'utilizzo di strumenti tradizionalmente non associati al genere musicale a cui appartiene...ma può benissimo non essere nè l'uno nè l'altro, essere per esempio "solo" un interprete sopraffino di uno o più generi. Ecco, potrebbe essere un "contaminatore".Ciò che invece senza dubbio discrimina il grande musicista dal musicista-molto-bravo è l'impatto sulla generazione di colleghi suoi contemporanei (e in taluni casi addirittura precedenti), e da un certo momento in poi anche di tutte quelle successive. Il grande musicista è, in poche parole, quello che "lascia il segno" nella musica prima ancora che nelle classifiche.Allevi, sotto questo aspetto, è un compositore apprezzabile , e un inteprete decente , ma XXXXX miseria se dopo aver pestato i tasti per tutti quegli anni in conservatorio non lo fosse, avrebbe buttato al XXXXX la propria vita; quello che gli manca è dicevo, "il segno", quello che (idealmente) porta i ragazzini a fare la fila fuori dalle scuole di musica.
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: poco importa...
            - Scritto da: Nome e cognome.. quello che gli manca è
            dicevo, "il segno", quello che (idealmente) porta
            i ragazzini a fare la fila fuori dalle scuole di
            musica.... e pure un barbiere serio @^(rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: poco importa...
            - Scritto da: Nome e cognome
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Nome e cognome


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: lellykelly




            infatti non è un grande musicista...







            Se prendiamo come metro il numero di dischi



            venduti, lo



            e'.





            Ecco, _non_ prendiamolo come metro.



            Benissimo.

            Vorresti cortesemente proseguire proponendo

            qualcosa di costruttivo

            allora?

            Un grande musicista può essere un innovatore per
            quanto riguarda la tecnica legata al proprio
            strumento, o potrebbe esserlo nel contesto
            dell'utilizzo di strumenti tradizionalmente non
            associati al genere musicale a cui
            appartiene...ma può benissimo non essere nè l'uno
            nè l'altro, essere per esempio "solo" un
            interprete sopraffino di uno o più generi. Ecco,
            potrebbe essere un
            "contaminatore".

            Ciò che invece senza dubbio discrimina il grande
            musicista dal musicista-molto-bravo è l'impatto
            sulla generazione di colleghi suoi contemporanei
            (e in taluni casi addirittura precedenti), e da
            un certo momento in poi anche di tutte quelle
            successive. Il grande musicista è, in poche
            parole, quello che "lascia il segno" nella musica
            prima ancora che nelle
            classifiche.

            Allevi, sotto questo aspetto, è un compositore
            apprezzabile , e un inteprete
            decente , ma XXXXX miseria se dopo aver
            pestato i tasti per tutti quegli anni in
            conservatorio non lo fosse, avrebbe buttato al
            XXXXX la propria vita; quello che gli manca è
            dicevo, "il segno", quello che (idealmente) porta
            i ragazzini a fare la fila fuori dalle scuole di
            musica.Va bene. Opinione condivisibile.Ad ogni modo visto che la domanda iniziale era di un musicista che non si e' mai drogato, mettiamo da parte Allevi, che mi e' venuto in mente un altro nome, questo si' che ha lasciato il segno: Morricone.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: poco importa...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Nome e cognome

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Nome e cognome



            - Scritto da: panda rossa




            - Scritto da: lellykelly





            infatti non è un grande musicista...









            Se prendiamo come metro il numero di
            dischi




            venduti, lo




            e'.







            Ecco, _non_ prendiamolo come metro.





            Benissimo.


            Vorresti cortesemente proseguire proponendo


            qualcosa di costruttivo


            allora?



            Un grande musicista può essere un innovatore per

            quanto riguarda la tecnica legata al proprio

            strumento, o potrebbe esserlo nel contesto

            dell'utilizzo di strumenti tradizionalmente non

            associati al genere musicale a cui

            appartiene...ma può benissimo non essere nè
            l'uno

            nè l'altro, essere per esempio "solo" un

            interprete sopraffino di uno o più generi. Ecco,

            potrebbe essere un

            "contaminatore".



            Ciò che invece senza dubbio discrimina il grande

            musicista dal musicista-molto-bravo è l'impatto

            sulla generazione di colleghi suoi contemporanei

            (e in taluni casi addirittura precedenti), e da

            un certo momento in poi anche di tutte quelle

            successive. Il grande musicista è, in poche

            parole, quello che "lascia il segno" nella
            musica

            prima ancora che nelle

            classifiche.



            Allevi, sotto questo aspetto, è un compositore

            apprezzabile , e un inteprete

            decente , ma XXXXX miseria se dopo aver

            pestato i tasti per tutti quegli anni in

            conservatorio non lo fosse, avrebbe buttato al

            XXXXX la propria vita; quello che gli manca è

            dicevo, "il segno", quello che (idealmente)
            porta

            i ragazzini a fare la fila fuori dalle scuole di

            musica.


            Va bene. Opinione condivisibile.
            Ad ogni modo visto che la domanda iniziale era di
            un musicista che non si e' mai drogato, mettiamo
            da parte Allevi, che mi e' venuto in mente un
            altro nome, questo si' che ha lasciato il segno:
            Morricone.Morricone è senz'altro un Grande con la G.
        • sdafsd scrive:
          Re: poco importa...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Uno a caso

          fammi il mone di un grande musicista che durante

          i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,

          solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!

          :)

          Naturalmente potrei essere smentito, e ci
          rimarrei molto male, ma ti dico
          Allevi.Tra 10 anni dubito che ci ricorderemo di lui, ma sarà il tempo a stabilirlo.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: poco importa...
          - Scritto da: panda rossa

          un grande musicista

          i suoi anni musicalmente migliori
          Alleviಠ_ಠ
      • Nome e cognome scrive:
        Re: poco importa...
        - Scritto da: Uno a caso
        fammi il mone di un grande musicista che durante
        i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,
        solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!
        :)Brian May.
        • dfghdhdfghg df scrive:
          Re: poco importa...
          - Scritto da: Nome e cognome
          - Scritto da: Uno a caso

          fammi il mone di un grande musicista che durante

          i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,

          solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!

          :)

          Brian May.chi quello che fece un provino per entrare nei van halen e lo accompagnarono gentilmente alla porta?
      • un tuo commento scrive:
        Re: poco importa...
        - Scritto da: Uno a caso
        fammi il mone di un grande musicista che durante
        i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,
        solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!
        :)Angus Young
        • Deus Ex scrive:
          Re: poco importa...
          - Scritto da: un tuo commento
          - Scritto da: Uno a caso

          fammi il mone di un grande musicista che durante

          i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,

          solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!

          :)

          Angus YoungNon sono così convinto che sia sempre stato pulito...vista anche la fine fatta da Bon Scott..
      • dfghdhdfghg df scrive:
        Re: poco importa...
        - Scritto da: Uno a caso
        fammi il mone di un grande musicista che durante
        i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,
        solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!
        :)mozart, bach, beethoven, wagner, chopin, ravel, jarrett, bollani, fresu, rava, ecc..
        • krane scrive:
          Re: poco importa...
          - Scritto da: dfghdhdfghg df
          - Scritto da: Uno a caso

          fammi il mone di un grande musicista che durante

          i suoi anni musicalmente migliori non si faceva,

          solo uno, perchè a me non ne vengono in mente..!

          :)
          mozart, bach, beethoven, wagner, chopin, ravel,
          jarrett, bollani, fresu, rava,
          ecc..Mozart era appassionato di farmaci, passione ereditata dal padre, quindi poteva tranquillamente farsi di etere o oppio e nessuno al tempo gli avrebbe detto nulla, inoltre era alcolista.Johann Sebastian Bach ne era assuefatto al caffe', non a caso magnificò la bevanda con la Cantata del caffè; tanto che a volte soffriva di tremori da astinenza.I nemici di wagner dichiararono piu' volte che facesse uso di droghe, ma siam sempre li'... Non erano piu' di tanto vietate ne' visto male chi si facesse.Ecc....
          • dfghdhdfghg df scrive:
            Re: poco importa...
            - Scritto da: krane
            Mozart era appassionato di farmaci, passione
            ereditata dal padre, quindi poteva
            tranquillamente farsi di etere o oppio e nessuno
            al tempo gli avrebbe detto nulla, inoltre era
            alcolista."avrebbe potuto"? l'alcool non è una droga
            Johann Sebastian Bach ne era assuefatto al
            caffe', non a caso magnificò la bevanda con la
            Cantata del caffè; tanto che a volte soffriva
            di tremori da
            astinenza.il caffè non è una droga
            I nemici di wagner dichiararono piu' volte che
            facesse uso di droghe, ma siam sempre li'... Non
            erano piu' di tanto vietate ne' visto male chi si
            facesse.fossi in te cercherei una fonte più affidabile dei nemici
            Ecc....ecc..
          • krane scrive:
            Re: poco importa...
            - Scritto da: dfghdhdfghg df
            - Scritto da: krane

            Mozart era appassionato di farmaci, passione

            ereditata dal padre, quindi poteva

            tranquillamente farsi di etere o oppio e nessuno

            al tempo gli avrebbe detto nulla, inoltre era

            alcolista.
            "avrebbe potuto"? l'alcool non è una drogaCerto che lo e', e' la 5' in ordine di pericolosita', solo che in italia al momento non e' illegale.

            Johann Sebastian Bach ne era assuefatto al

            caffe', non a caso magnificò la bevanda con la

            Cantata del caffè; tanto che a volte soffriva

            di tremori da astinenza.
            il caffè non è una drogaCerto che lo e', trattasi di stimolante del sistema nervoso è annoverata dai manuali di medicina e psicologia tra le droghe. Anche in questo caso non farti confondere dal fatto che attualmente in italia e' legale.

            I nemici di wagner dichiararono piu' volte che

            facesse uso di droghe, ma siam sempre li'... Non

            erano piu' di tanto vietate ne' visto male chi

            si facesse.
            fossi in te cercherei una fonte più affidabile
            dei nemiciConfermo: era dipendente dalla morfina: http://docs.google.com/viewer?a=v&q=cache:CMkW8OVymHsJ:www.amiciziacristiana.it/verastoriadelladroga.doc+storia+droghe+europa&hl=it&gl=it&pid=bl&srcid=ADGEEShdd3S_Zaf98gWU_1DQpHIiGh_QMMG1dcMZxXJ87WJZFZLTJ_uXOXLETY0ijiccjYIhaxulXjuwiYuM4T9cDwmeMa1Gzj0eBnUdlj6yMKAvwEGGDpFxU_fQ190JM-PEq0pNhCLn&sig=AHIEtbTQ9ayw_9MxaQKGClUI2QJguqlaXw&pli=1Gli amici che vuoi che dicessero ? Si fa come tutti ? Non fa niente di illegale, un po' di morfina che vuoi che sia ?Ancora una volta ti ricordo che al tempo non era illegale.

            Ecc....
            ecc..
  • ciccio quanta ciccia scrive:
    Copyright my a$$!
    Foraggiate foraggiate gli alcolizzati....
    • pippO scrive:
      Re: Copyright my a$$!
      - Scritto da: ciccio quanta ciccia
      Foraggiate foraggiate gli alcolizzati....Ma era un concerto, era dal vivo non può essere brutto, o no? :D
      • krane scrive:
        Re: Copyright my a$$!
        - Scritto da: pippO
        - Scritto da: ciccio quanta ciccia

        Foraggiate foraggiate gli alcolizzati....
        Ma era un concerto, era dal vivo non può essere
        brutto, o no?
        :DIl bello e' che puoi linciare l'artista che ti ha deluso, se non e' dal vivo come fai ? Butti i pomodori contro la tv ?(rotfl)
        • pippO scrive:
          Re: Copyright my a$$!
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: pippO

          - Scritto da: ciccio quanta ciccia


          Foraggiate foraggiate gli alcolizzati....

          Ma era un concerto, era dal vivo non può essere

          brutto, o no?

          :D

          Il bello e' che puoi linciare l'artista che ti ha
          deluso, se non e' dal vivo come fai ? Butti i
          pomodori contro la tv
          ?No, butti la TV ;)P.S. l'ho già fatto 10 anni fa, e non ne sento assolutamente la mancanza!!!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Copyright my a$$!
            Se eri un videogiocatore di console ? :D
          • pippO scrive:
            Re: Copyright my a$$!
            - Scritto da: Sgabbio
            Se eri un videogiocatore di console ? :DHo altri vizi :$
          • Sgabbio scrive:
            Re: Copyright my a$$!
            hmmm videogiochi su pc ? *finto tonto*
          • pippO scrive:
            Re: Copyright my a$$!
            - Scritto da: Sgabbio
            hmmm videogiochi su pc ? *finto tonto*quale parte di "altri vizi" non ti è chiara? :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Copyright my a$$!
            - Scritto da: pippO
            - Scritto da: Sgabbio

            hmmm videogiochi su pc ? *finto tonto*
            quale parte di "altri vizi" non ti è chiara? :DNon dovrebbe essere difficile indovinare questo vizio, visto il nick che ti sei scelto.
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: Copyright my a$$!
        Che c'entra? Ma hai proprio la fissazione tu... se ti piace trollare o se le tue esperienze di spettacoli dal vivo sono cosi' tristi e squallide peggio per te, il resto del mondo sono millenni che le apprezza, resta a casa e via!
        • pippO scrive:
          Re: Copyright my a$$!
          - Scritto da: ciccio quanta ciccia
          Che c'entra? Ma hai proprio la fissazione tu...
          se ti piace trollare o se le tue esperienze di
          spettacoli dal vivo sono cosi' tristi e squallide
          peggio per te, il resto del mondo sono millenni
          che le apprezza, resta a casa e
          via!Un sacco di mosche apprezzano la "menta" non può essere cattiva... :D
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Copyright my a$$!
            tiri fuori assurdita' a vagonate... e mi sono rotto
          • pippO scrive:
            Re: Copyright my a$$!
            - Scritto da: ciccio quanta ciccia
            tiri fuori assurdita' a vagonate... e mi sono
            rottobravo, torna a giocare con i puffi :D
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Copyright my a$$!
            No, mi spiace, ma con te non ci gioco... occhio a Gargamella... prima o poi ti piglia!
Chiudi i commenti