UE, verso la privacy unica

Le istituzioni europee si riuniscono per decidere sull'adozione di regole comuni per il rispetto della privacy, una questione su cui si dibatte da tempo e che continua a suscitare polemiche. Molte le lamentele di aziende, organizzazioni che si battono per i diritti digitali e teenager

Roma – Il trilogo fra Commissione, Parlamento e Consiglio dell’Unione Europea incentrato sulle nuove regole per la riservatezza è sfociato in una bozza da cui dovrebbe uscire la tanto discussa “privacy unica” valida per tutti i cittadini del Vecchio Continente.

L’armonizzazione delle singole normative nazionali in regole pienamente europee è un problema su cui a Bruxelles si dibatte da tempo , con la tempistica che prevede l’adozione delle nuove norme da parte dei singoli stati UE entro il 2017. L’Unione Europea vorrebbe riconoscere la privacy come un diritto fondamentale dei cittadini comunitari, anche se al momento il suo rispetto è controllato con maggiore attenzione in alcuni stati membri rispetto a tutti gli altri.

La bozza su cui si discute nel trilogo prevede novità di rilievo come la possibilità di imporre multe pesanti alle corporation che abusano dei dati degli utenti online, il diritto all’oblio valido su tutto il territorio UE, un limite massimo di tre giorni per comunicare eventuali brecce nella sicurezza da parte delle aziende, e l’imposizione delle nuove regole anche alle aziende estere che trattano dati dei cittadini presenti sul suolo europeo.

A ulteriore riprova delle ambizioni regolatorie delle autorità di Bruxelles, un emendamento dell’ultima ora prevedeva addirittura l’obbligo, per i giovani fra i 13 e i 16 anni , di chiedere il consenso dei genitori prima di registrarsi a servizi in rete come social network quali Facebook, Twitter e altri. In ogni caso, una successiva versione del testo della bozza stabilisce che saranno gli stati membri a decidere.

La nuova privacy in salsa europea costerà miliardi di dollari in multe e costi aggiuntivi, si lamentano le corporation d’oltreoceano, e non è un caso che la proposta di Bruxelles sia stata formulata proprio a partire dalle controversie che hanno abbattuto lo storico accordo Safe Harbor con protagonisti i colossi di rete americani.

Anche le organizzazioni non profit come Electronic Frontier Foundation (EFF), che da tempo si battono per la difesa della riservatezza e dei diritti digitali degli utenti, dicono di non essere per nulla soddisfatte di quello che si prepara a Bruxelles: la nuova normativa comunitaria è troppo draconiana, denuncia EFF , e nello sforzo di difendere la privacy a tutti i costi non contiene salvaguardie sufficienti per la difesa del diritto di espressione in Rete con procedure di rimozioni automatiche pronte per essere abusate.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marino scrive:
    Magari sarebbe da ricordare anche...
    ...che l'inventore di Grooveshark è stato trovato morto e le cause sono ancora sconosciute.http://www.repubblica.it/tecnologia/2015/07/21/news/florida_trovato_morto_il_fondatore_di_grooveshark-119515525/
  • bubba scrive:
    prendete nota... l'abuso della normativa
    prendete nota... l'abuso della normativa sui marchi e' il nuovo trend delle major (gia' si fa da tanto, ma e' in crescita)........ c'e' una simpatica storiella su Popeye in merito... tanto per nominare qualcosa di GROSSO
    • panda rossa scrive:
      Re: prendete nota... l'abuso della normativa
      - Scritto da: bubba
      prendete nota... l'abuso della normativa sui
      marchi e' il nuovo trend delle major (gia' si fa
      da tanto, ma e' in crescita)........

      c'e' una simpatica storiella su Popeye in
      merito... tanto per nominare qualcosa di
      GROSSOPopeye e' un personaggio di Elzie XXXXr, che e' morto nel 1938.Quindi i 70 anni dalla morte dell'autore sono trascorsi.Quindi Popeye e' entrato a pieno diritto nel pubblico dominio.Perche' le major non si rassegnano mai all'evidenza?
      • Passante scrive:
        Re: prendete nota... l'abuso della normativa
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: bubba

        prendete nota... l'abuso della normativa

        sui marchi e' il nuovo trend delle major

        (gia' si fa da tanto, ma e' in crescita)

        ........

        c'e' una simpatica storiella su Popeye

        in merito... tanto per nominare qualcosa

        di GROSSO
        Popeye e' un personaggio di Elzie XXXXr, che
        e' morto nel 1938.
        Quindi i 70 anni dalla morte dell'autore sono
        trascorsi.
        Quindi Popeye e' entrato a pieno diritto nel
        pubblico dominio.
        Perche' le major non si rassegnano mai
        all'evidenza?Perchè non vai a farglielo notare ?
        • panda rossa scrive:
          Re: prendete nota... l'abuso della normativa
          - Scritto da: Passante
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: bubba


          prendete nota... l'abuso della normativa


          sui marchi e' il nuovo trend delle major


          (gia' si fa da tanto, ma e' in crescita)


          ........



          c'e' una simpatica storiella su Popeye


          in merito... tanto per nominare qualcosa


          di GROSSO


          Popeye e' un personaggio di Elzie XXXXr, che

          e' morto nel 1938.

          Quindi i 70 anni dalla morte dell'autore sono

          trascorsi.

          Quindi Popeye e' entrato a pieno diritto nel

          pubblico dominio.


          Perche' le major non si rassegnano mai

          all'evidenza?

          Perchè non vai a farglielo notare ?Che mi frega a me?
          • Passante scrive:
            Re: prendete nota... l'abuso della normativa
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Passante


            Perche' le major non si rassegnano mai


            all'evidenza?



            Perchè non vai a farglielo notare ?

            Che mi frega a me?Ma se sei qua a postare romanzi a riguardo ! E poi dici che non ti frega ?
          • panda rossa scrive:
            Re: prendete nota... l'abuso della normativa
            - Scritto da: Passante
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Passante




            Perche' le major non si rassegnano
            mai



            all'evidenza?





            Perchè non vai a farglielo notare ?



            Che mi frega a me?

            Ma se sei qua a postare romanzi a riguardo ! E
            poi dici che non ti frega
            ?Non mi frega di farglielo notare, non che il personaggio sia diventato pubblico dominio.Io non devo piu' rendere conto a nessuno se sfrutto commercialmente Popeye stampandolo su magliette che rivendo.Se loro hanno qualcosa da dire ci vedremo in tribunale.
          • Passante scrive:
            Re: prendete nota... l'abuso della normativa
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Passante




            Perche' le major non si




            rassegnano mai all'evidenza?



            Perchè non vai a farglielo notare ?


            Che mi frega a me?

            Ma se sei qua a postare romanzi a riguardo !
            E

            poi dici che non ti frega

            ?

            Non mi frega di farglielo notare, non che il
            personaggio sia diventato pubblico dominio.E allora che ti frega di farlo notare a noi ogni 5 minuti ?
            Io non devo piu' rendere conto a nessuno se
            sfrutto commercialmente Popeye stampandolo su
            magliette che rivendo.Fallo.
            Se loro hanno qualcosa da dire ci vedremo in
            tribunale.Vorrei proprio vedere le argomentazioni da forum quanta presa avrebbero sui giudici.
          • panda rossa scrive:
            Re: prendete nota... l'abuso della normativa
            - Scritto da: Passante
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Passante






            Perche' le major non si





            rassegnano mai
            all'evidenza?





            Perchè non vai a farglielo
            notare
            ?




            Che mi frega a me?



            Ma se sei qua a postare romanzi a
            riguardo
            !

            E


            poi dici che non ti frega


            ?



            Non mi frega di farglielo notare, non che il

            personaggio sia diventato pubblico dominio.

            E allora che ti frega di farlo notare a noi ogni
            5 minuti
            ?Ho risposto a bubba e la cosa sarebbe morta li' se non fossi intervenuto tu.

            Io non devo piu' rendere conto a nessuno se

            sfrutto commercialmente Popeye stampandolo su

            magliette che rivendo.

            Fallo.Lo faccio.

            Se loro hanno qualcosa da dire ci vedremo in

            tribunale.

            Vorrei proprio vedere le argomentazioni da forum
            quanta presa avrebbero sui
            giudici.Le mie argomentazioni non sono da forum, ma dalla legge sul diritto d'autore.
      • Basilisco di Roko scrive:
        Re: prendete nota... l'abuso della normativa

        Popeye e' un personaggio di Elzie XXXXr, che e'
        morto nel
        1938.
        Quindi i 70 anni dalla morte dell'autore sono
        trascorsi.
        Quindi Popeye e' entrato a pieno diritto nel
        pubblico
        dominio.

        Perche' le major non si rassegnano mai
        all'evidenza?Popeye è un marchio, e come tale è soggetto alla legge dei trademark, non del copyright: il copyright scade 70 anni dopo la morte dell'autore, ma il trademark no: il trademark scade se non viene utilizzato per almeno 5 anni, ma se il proprietario continua a usarlo non scade mai.A proposito: sai che è stato proprio il trademark su Popeye che ha portato alla nascita di uno dei più importanti personaggi dei videogiochi?
        • panda rossa scrive:
          Re: prendete nota... l'abuso della normativa
          - Scritto da: Basilisco di Roko

          Popeye e' un personaggio di Elzie XXXXr, che
          e'

          morto nel

          1938.

          Quindi i 70 anni dalla morte dell'autore sono

          trascorsi.

          Quindi Popeye e' entrato a pieno diritto nel

          pubblico

          dominio.



          Perche' le major non si rassegnano mai

          all'evidenza?

          Popeye è un marchio, e come tale è soggetto alla
          legge dei trademark, non del copyright: il
          copyright scade 70 anni dopo la morte
          dell'autore, ma il trademark no: il trademark
          scade se non viene utilizzato per almeno 5 anni,
          ma se il proprietario continua a usarlo non scade
          mai.E allora dovro' fare magliette col personaggio ma senza il nome scritto sopra.
          A proposito: sai che è stato proprio il trademark
          su Popeye che ha portato alla nascita di uno dei
          più importanti personaggi dei
          videogiochi?Mi sfugge questa notizia... che personaggio sarebbe?
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: prendete nota... l'abuso della normativa

            Mi sfugge questa notizia... che personaggio
            sarebbe?Negli anni 80 la Nintendo aveva realizzato dei giochi su Popeye, che avevano avuto anche un certo sucXXXXX:http://www.strangekidsclub.com/wp-content/uploads/2012/04/popeye-ingame3.jpgQuando volle realizzare dei sequel, però, i detentori del marchio volevano una cifra troppo alta, e non si trovò l'accordo. Il gioco era quasi pronto... e la Nintendo non potè fare altro che quello che suggerivi tu: cambiare gli sprites e i nomi.http://www.retrogaminghistory.com/attachment.php?attachmentid=37432&d=1440798576&stc=1Al posto di Bluto misero uno scimmione:http://www.mariomayhem.com/bowsers_blog/wp-content/uploads/2014/07/atari_donkey_kong_easter_egg.jpgEd al posto di Popeye, uno sprite ridicolo, fatto in fretta e furia (non riuscirono nemmeno a disegnare i capelli, quindi li nascosero con un berretto)http://www.gamesvillage.it/wp-content/uploads/2015/09/speciale-super-mario-04.jpgAll'inizio misero pure dei nomi idioti (il protagonista era chiamato "Jumpman", e lo scimmione "Donkey Kong", perché l'autore giapponese non sapeva che donkey significa "asino", e credeva che volesse dire "stupido"). Poi, quando uscì la versione a due giocatori (un omino vestito di rosso, l'altro di verde), decisero di chiamarli "Mario" e "Luigi".
          • panda rossa scrive:
            Re: prendete nota... l'abuso della normativa
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Mi sfugge questa notizia... che personaggio

            sarebbe?

            Negli anni 80 la Nintendo aveva realizzato dei
            giochi su Popeye, che avevano avuto anche un
            certo
            sucXXXXX:

            http://www.strangekidsclub.com/wp-content/uploads/

            Quando volle realizzare dei sequel, però, i
            detentori del marchio volevano una cifra troppo
            alta, e non si trovò l'accordo. Il gioco era
            quasi pronto... e la Nintendo non potè fare altro
            che quello che suggerivi tu: cambiare gli sprites
            e i
            nomi.

            http://www.retrogaminghistory.com/attachment.php?a

            Al posto di Bluto misero uno scimmione:

            http://www.mariomayhem.com/bowsers_blog/wp-content

            Ed al posto di Popeye, uno sprite ridicolo, fatto
            in fretta e furia (non riuscirono nemmeno a
            disegnare i capelli, quindi li nascosero con un
            berretto)

            http://www.gamesvillage.it/wp-content/uploads/2015

            All'inizio misero pure dei nomi idioti (il
            protagonista era chiamato "Jumpman", e lo
            scimmione "Donkey Kong", perché l'autore
            giapponese non sapeva che donkey significa
            "asino", e credeva che volesse dire "stupido").
            Poi, quando uscì la versione a due giocatori (un
            omino vestito di rosso, l'altro di verde),
            decisero di chiamarli "Mario" e
            "Luigi".Ma pensa.Non sapevo questa storia.Pensavo invece, viste le somiglianze, che Donkey Kong avesse copiato da Popeye o viceversa.
        • bubba scrive:
          Re: prendete nota... l'abuso della normativa
          - Scritto da: Basilisco di Roko

          Popeye e' un personaggio di Elzie XXXXr, che
          e'

          morto nel

          1938.

          Quindi i 70 anni dalla morte dell'autore sono

          trascorsi.

          Quindi Popeye e' entrato a pieno diritto nel

          pubblico

          dominio.



          Perche' le major non si rassegnano mai

          all'evidenza?

          Popeye è un marchio, e come tale è soggetto alla
          legge dei trademark, non del copyright: il
          copyright scade 70 anni dopo la morte
          dell'autore, ma il trademark no: il trademark
          scade se non viene utilizzato per almeno 5 anni,
          ma se il proprietario continua a usarlo non scade
          mai.e' piu complicata di cosi'..... per quello si parla di abuso....semplifichiamo al massimo: - il marchio e' un "segno distintivo"... aka qualcosa di 'statico' che identifica un prodotto. i diritti sul marchio sono rinnovabili at libitum.- il (c) su popeye in europa e' morto, ma in Usa grazie alle magagne ancora no (95 anni dalla pubblicazione)- popeye e' un personaggio che nasce come storie a fumetti e poco dopo di animazione. lo stile di disegno e le storie ovviamente cambiano negli anni.- le major hanno progressivamente iniziato a registrare la grafia dei personaggi (oltre al nome e alla grafia del nome) come marchio. Anch'esso e' un "simbolo statico"- la legge prevede che dopo quel milione di anni (70/95) l'opera creativa diventi di pubblico dominio (aka ripubblicare le storie e disegnarne di nuove senza licenza alcuna)Piegando strumentalmente la legge sui marchi vogliono SOVERCHIARE quella del PUBBLICO DOMINIO con quelle capriole carpiate tipiche del settore (il personaggio e' in pubblico dominio, ma non puoi riusarne il nome e la grafia perche e' sotto marchio! [e come lo uso allora?] Ovviamente NIENTE e' chiaro.... ce provano.... non posso (=non desiderano che io usi) usare quella grafia per vendere scarpe, ok... ma ripubblicare le vecchie storie/animazioni (non puo essere TUTTO un 'segno distintivo' checXXXXX!) chiamandolo Pantalone ?
Chiudi i commenti