UE, via libera agli open data

Il Parlamento Europeo ha approvato la bozza di revisione della Direttiva sull'accesso alle informazioni nel settore pubblico, offrendo agli stati membri 2 anni di tempo per assimilarla

Roma – Dopo l’accordo siglato tra i 27 paesi membri dell’Unione Europea, la revisione della Direttiva comunitaria sull’accesso alle informazioni nel settore pubblico è stata definitivamente approvata al Parlamento del Vecchio Continente. I cosiddetti open data saranno a disposizione di sviluppatori, aziende e privati cittadini ad un costo molto basso o in maniera gratuita.

“Oggi possiamo celebrare i nostri sforzi per il trasferimento dei dati governativi verso aziende e cittadini in Europa – ha spiegato il vicepresidente della Commissione Europea Neelie Kroes – Stiamo finalmente ottenendo quel contesto legale così necessario per favorire lo sviluppo economico e la creazione di nuovi posti di lavoro”.

Dalle questioni legate alle licenze, fino alla gestione dei grandi archivi di dati pubblici, le autorità del Vecchio Continente provvederanno alla diramazione di un pacchetto di linee guida nel percorso di revisione della Direttiva sugli open data . Per la prima volta , il flusso di dati provenienti da musei, biblioteche e archivi sarà disponibile in modalità aperta e soprattutto in formati leggibili dalle più recenti macchine informatiche.

A partire da oggi, tutti gli stati membri avranno due anni di tempo per implementare le nuove regole all’interno dei singoli contesti legislativi. Le varie istituzioni nel settore pubblico potranno applicare una tariffa minima a coprire i costi marginali derivanti dalla condivisione dei dati al pubblico. Dalle cartine geografiche ai dati sul traffico automobilistico, dai pacchetti informativi sulle attività aziendali alle informazioni sui vari procedimenti giudiziari.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • controlli a campione scrive:
    Genoma brevettabile
    Corre voce che vogliano stabilire l'equo compenso per chiunque lo utilizzi
  • Enjoy with Us scrive:
    Ma ne sono proprio sicuri?
    Non è che poi salta fuori che apple aveva già brevettato da decenni il genotipo completo del mactonto e il sistema per inocularlo mediante retrovirus nella popolazione?Invoco il test del DNA su Ruppolo & C.!
    • mark scrive:
      Re: Ma ne sono proprio sicuri?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Non è che poi salta fuori che apple aveva già
      brevettato da decenni il genotipo completo del
      mactonto e il sistema per inocularlo mediante
      retrovirus nella
      popolazione?
      Invoco il test del DNA su Ruppolo & C.!qui c'è la radiografia della testa dell'utente medio Apple:[img]http://images.wikia.com/nonciclopedia/images/a/a6/Cervello_Homer.jpg[/img]
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma ne sono proprio sicuri?
        - Scritto da: mark
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Non è che poi salta fuori che apple aveva già

        brevettato da decenni il genotipo completo del

        mactonto e il sistema per inocularlo mediante

        retrovirus nella

        popolazione?

        Invoco il test del DNA su Ruppolo & C.!

        qui c'è la radiografia della testa dell'utente
        medio
        Apple:

        [img]http://images.wikia.com/nonciclopedia/images/Quello e' l'utente evoluto, mica quello medio.
    • panda rossa scrive:
      Re: Ma ne sono proprio sicuri?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Non è che poi salta fuori che apple aveva già
      brevettato da decenni il genotipo completo del
      mactonto e il sistema per inocularlo mediante
      retrovirus nella
      popolazione?
      Invoco il test del DNA su Ruppolo & C.!La notizia parla di genoma umano.Gli esseri mononeurone, a cui appartiene il mactonto, non dovrebbero rientrare, quindi il brevetto apple e' salvo.
    • Caio scrive:
      Re: Ma ne sono proprio sicuri?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Non è che poi salta fuori che apple aveva già
      brevettato da decenni il genotipo completo del
      mactonto e il sistema per inocularlo mediante
      retrovirus nella
      popolazione?
      Invoco il test del DNA su Ruppolo & C.!Sì, ho letto qualcosa del genere, una doppia elica DNA con gli angoli stondati...
    • tron scrive:
      Re: Ma ne sono proprio sicuri?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Non è che poi salta fuori che apple aveva già
      brevettato da decenni il genotipo completo del
      mactonto e il sistema per inocularlo mediante
      retrovirus nella
      popolazione?
      Invoco il test del DNA su Ruppolo & C.![IMG]http://i43.tinypic.com/e6eihw.jpg[/IMG]
    • nome scrive:
      Re: Ma ne sono proprio sicuri?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Non è che poi salta fuori che apple aveva già
      brevettato da decenni il genotipo completo del
      mactonto e il sistema per inocularlo mediante
      retrovirus nella
      popolazione?
      Invoco il test del DNA su Ruppolo & C.!Si, ma qua si parla di genoma umano, il macutonto che c'entra?
      • utente scrive:
        Re: Ma ne sono proprio sicuri?
        La maggior parte di loro ha un corpo antropomorfo e una intelligenza quasi paragonabile a ELIZA, gli altri invece sono la causa delle segnalazioni sugli incontri ravvicinati del terzo tipo. Qualche gene in comune con noi dovranno pur averlo, forse il 98% come gli scimpanze ma per fortuna è il restante 2% che conta.
Chiudi i commenti