Ultra WideBand tutta in un chip

Una società americana ha progettato un chip wireless da 480 Mbit/s che dal prossimo anno salterà sui primi dispositivi basati sulla potente tecnologia senza fili
Una società americana ha progettato un chip wireless da 480 Mbit/s che dal prossimo anno salterà sui primi dispositivi basati sulla potente tecnologia senza fili


Austin (USA) – Il produttore texano Alereon ha mostrato quello che sostiene essere il primo chip Ultra WideBand (UWB) da 480 Mbit conforme alle specifiche sviluppate in seno alla Multi-band OFDM Alliance ( MBOA ), un’organizzazione che sta portando avanti lo sviluppo della tecnologia UWB.

L’azienda sostiene che con il proprio chip è possibile trasferire, via etere, il contenuto di un DVD in poco più di un minuto e mezzo.

Il chip, costruito con tecnologia CMOS a 0,13 micron, è compatibile con le versioni wireless di USB e IEEE 1394 , due standard utilizzabili in congiunzione con la tecnologia radio UWB. Il supporto alla tecnologia WiMedia lo rende poi potenzialmente compatibile, attraverso un layer di astrazione, con Universal Plug and Play e Bluetooth.

Alereon afferma che il suo chip rappresenta un importante passo verso la commercializzazione, a partire dal prossimo anno, della tecnologia UWB, soprattutto come sostituto di USB e FireWire in dispositivi quali fotocamere e videocamere digitali, player MP3 e personal video player.

“La grande efficienza di UWB non è eguagliata da alcuna tecnologia wireless sul mercato”, ha dichiarato Alereon.

Fra le più forti sostenitrici della tecnologia UWB c’è Intel, un colosso che sta implementando questa tecnologia all’interno dello standard Wireless USB e che partecipa attivamente alla MBOA e alla WiMedia Alliance.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 10 2004
Link copiato negli appunti