Un bolide al gusto di cioccolato

Svelata la prima auto che rispetta veramente l'ambiente. E' biodegradabile come la carta igienica e potrebbe fornire spunti interessanti per il futuro del settore

Roma – Il cioccolato fa bene. Lo sanno anche i ricercatori dell’università di Warwick in Gran Bretagna, che hanno messo a punto un automobile eco-sostenibile alimentata con un biocarburante ricavato dagli scarti della produzione del derivato del cacao.

Il modello ecoF3 è stato realizzato seguendo gli standard di costruzione delle vetture da corsa di Formula 3, e monta un motore turbodiesel da due litri grazie al quale raggiunge una velocità pari a 240km/h. Tuttavia, proprio a causa del motore diesel non può partecipare a gare ufficiali, il cui regolamento vieta l’utilizzo di combustibili diversi dalla benzina.

In ogni caso l’innovazione non sta solo nella dolce trovata del carburante alternativo: da Warwick affermano di aver costruito un’automobile biodegradabile al 95 per cento, seguendo una strada già battuta anche da Apple.

Basti pensare che il volante è stato realizzato con un materiale ottenuto da carote e altri ortaggi appartenenti alla famiglia delle Apiaceae , e che il sedile di guida è costituito da lino, poliestere riciclato e crema di soia. Per non parlare delle sezioni finali delle ali anteriori e gli specchietti retrovisori, che contengono al loro interno amido di patate; o delle prese d’aria laterali in fibra di vetro e resina derivata da bottiglie di plastica. La vera chicca consiste infine nei dischi dei freni, realizzati con un materiale in gran parte derivato da gusci di anacardi: insomma un’auto che polvere era, e polvere tornerà.

I tecnici del Warwick Innovative Manufacturing Research Centre (WIMRC) sono riusciti a tracciare una linea verde per il futuro e che potrebbe azzerare l’impatto ambientale provocato oggi dalla dismissione di vecchie automobili. James Meredith, il responsabile del team di progettazione di cui fanno parte anche Steve Maggs e Kerry Kirwan, ha sottolineato l’importanza del lavoro svolto in quanto esempio funzionante di automobile veramente ecologica: “Il progetto WorldFirst ha demolito la leggenda che voleva compromesse le prestazioni di un veicolo studiato per essere eco-friendly”.

La forza dell’idea di Meredith e soci sta nell’aver anticipato uno scenario futuro in cui l’industria automobilistica, ma non solo , per venire incontro alle richieste della natura senza sacrificare le performance subirà dei cambiamenti non indifferenti.

Infatti, se preso seriamente questo progetto potrebbe cambiare radicalmente l’industria dell’auto, sia dal punto di vista economico sia da quello dell’inquinamento, in vista di regole sempre più severe riguardo le emissioni di CO2.

È dunque lecito pensare che se l’idea dei britannici proseguirà il suo cammino, superando alcuni stadi evolutivi, si assisterà presto all’entrata in produzione di modelli derivati dalla ecoF3, il cui sviluppo è costato solo 200mila dollari: una cifra relativamente esigua se paragonata agli esborsi economici richiesti per iniziative simili .

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nicolaus scrive:
    social ?
    sento come l'odore di social network...
  • Andrea Francia scrive:
    E' una notizia nuova?
    A me risulta che siano mesi (anche più di sei) che si può accedere contacts senza passare dalla mail. Mi sbaglio?
  • pizza margherita scrive:
    potrebbe diventare in crm 'lite'?
    sarebbe bello... comodo, meno rogne per manutenzione degli indirizzari, ecc..ma il problema rimane sempre quello:Io alla fine dovrei andare a mettere i dati miei (e dei miei contatti) su un un server che no so dov'è, da chi è gestito e con quanti altri è condiviso...troppo rischioso per un uso 'serio' dell'applicazione (e delle altre)...
    • anonimo scrive:
      Re: potrebbe diventare in crm 'lite'?
      - Scritto da: pizza margherita
      sarebbe bello... comodo, meno rogne per
      manutenzione degli indirizzari,
      ecc..
      ma il problema rimane sempre quello:
      Io alla fine dovrei andare a mettere i dati miei
      (e dei miei contatti) su un un server che no so
      dov'è, da chi è gestito e con quanti altri è
      condiviso...
      troppo rischioso per un uso 'serio'
      dell'applicazione (e delle
      altre)...Se proprio ti preoccupa paghi per Google Apps hai il supporto e Google è obbligata ad aiutarti quando ci sono dei problemi, così come accade per qualsiasi altro servizio a pagamento. Secondo me le tue sono seghe mentali e basta.
      • jonbonjovi scrive:
        Re: potrebbe diventare in crm 'lite'?
        - Scritto da: anonimo
        Se proprio ti preoccupa paghi per Google Apps hai
        il supporto e Google è obbligata ad aiutarti
        quando ci sono dei problemi, così come accade per
        qualsiasi altro servizio a pagamento. Secondo me
        le tue sono seghe mentali e
        basta.Diciamo che la storia del "paghi e ottieni tutte le info e l'assistenza che vuoi" è un po' una favola. Ma d'altra parte sono d'accordo sulle seghe mentali (non me ne voglia 'pizza margherita'). Io ormai ho smesso di preoccuparmi che chissà quale organizzazione rivoluzionaria possa vedere la rubrica dei miei contatti msn, google, ecc...tanto se vogliono spiarmi o rubarmi l'identità digitale lo fanno in mezza giornata, senza bisogno dei miei contatti msn. :(
        • Nic scrive:
          Re: potrebbe diventare in crm 'lite'?

          Io ormai ho smesso di preoccuparmi
          che chissà quale organizzazione rivoluzionaria
          possa vedere la rubrica dei miei contatti msn,
          google, ecc...tanto se vogliono spiarmi o rubarmi
          l'identità digitale lo fanno in mezza giornata,
          senza bisogno dei miei contatti msn.
          :(Ooh! Condivido appieno! Finalmente mi sento meno solo!
          • diego scrive:
            Re: potrebbe diventare in crm 'lite'?
            quoto in pieno!!!Anche se qui veramente non so se ridere o piangere, perchè abbiamo veramente toccato il fondo.
          • ginetto scrive:
            Re: potrebbe diventare in crm 'lite'?
            Io in realtà io non sono d'accordo, il fatto che qualcuno abbia i mie dati mi ha sempre dato un po fastidio, anche se piacerebbe pure a me fregarmene e chiudere un occhio.. [magari un giorno lo farò pure io... ;-)]In generale per queste problematiche, l'ideale sarebbe che loro ti dessero la possibilità di cifrare i dati con un tuo certificato. Ovviamente in questo caso sui loro server ci sarebbero solo i dati cifrati, solo quando ci accedi le decifri(in locale).Un po come se loro ti dessero solo lo spazio dove tu carichi dei file cifrati e poi li scarichi e li decifri...Ciao
          • anonimo scrive:
            Re: potrebbe diventare in crm 'lite'?
            - Scritto da: ginetto
            Io in realtà io non sono d'accordo, il fatto che
            qualcuno abbia i mie dati mi ha sempre dato un po
            fastidio, anche se piacerebbe pure a me
            fregarmene e chiudere un occhio.. [magari un
            giorno lo farò pure io...
            ;-)]

            In generale per queste problematiche, l'ideale
            sarebbe che loro ti dessero la possibilità di
            cifrare i dati con un tuo certificato. Ovviamente
            in questo caso sui loro server ci sarebbero solo
            i dati cifrati, solo quando ci accedi le
            decifri(in
            locale).
            Un po come se loro ti dessero solo lo spazio dove
            tu carichi dei file cifrati e poi li scarichi e
            li
            decifri...

            CiaoNon ti cripta i contatti però per Firefox c'è un addon che ti permette di criptare e firmare tutta la posta su gmail:FireGPG
          • sta scrive:
            Re: potrebbe diventare in crm 'lite'?
            bhe...lo usi il bancomat?carta di credito?e le tessere punti, irriunciabili se vuoi "sconti"?bene...della tua "vita digitale" non sanno che farsene, conoscono già appieno la tua vita reale :D
    • Stefano scrive:
      Re: potrebbe diventare in crm 'lite'?
      In teoria sono d'accordo con te......però ragioniamo allo stesso modo quando salviamo i dati aziendali su un hosting condiviso......perchè non so... mi sembra che a volte per il solo fatto di "pagare" la gente pensi di avere garanzie in più...normalmente sarà anche così, ma in tema di privacy l'equazione purtroppo non vale
Chiudi i commenti