Un Commodore in formato Eee PC

La società che possiede lo storico marchio Commodore ha presentato un netbook da 10 pollici destinato a rivaleggiare con gli Eee PC della serie 1000. Basterà il logo storico a garantirgli un posticino sul mercato?

Roma – Il “mitologico” marchio Commodore, che lo scorso anno ha fatto la sua apparizione su set-top box e media player connessi ad Internet, è stato ora applicato ad un netbook in stile Eee PC. Si tratta dell’UMMD 8010/F, un altro dispositivo con cui Commodore International Corporation ( CIC tenta di corteggiare i nostalgici del celebre logo C=.

L’UMMD 8010/F è stato presentato in occasione della fiera berlinese IFA e, a parte lo sfoggio del logo Commodore, non sembra fare molto per distinguersi dai suoi numerosi concorrenti. Il sistema utilizza un display da 10 pollici, un hard disk da 80 GB, una memoria RAM di 1 GB, una webcam da 1,3 megapixel e connettività WiFi/Bluetooth integrata. La differenza più importante con gli Eee PC della serie 1000 è data dal processore, qui costituito da un C7-M di VIA a 1,6 GHz.

Il netbook di Commodore, che sarà disponibile nelle colorazioni nera, grigia, bianca e rosa, dovrebbe debuttare sul mercato britannico verso la fine del mese ad un prezzo intorno alle 325 sterline, pari a circa 400 euro. Per il momento non è ancora stato annunciato se e quando l’UMMD 8010/F raggiungerà il mercato nostrano.

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marilena Tramarin scrive:
    Rettifica
    Spettabile Redazione,la sottoscritta Telextra Srl, nella persona del suo amministratore delegato, Marilena Tramarin, richiede di rettificare quanto pubblicato nell'articolo http://punto-informatico.it/2391959/Telefonia/News/spam-telefonico-scure-del-garante.aspx. Si intende, infatti, precisare che nei confronti della società Telextra Srl il Garante non ha emesso alcun provvedimento di divieto di trattamento di dati personali provenienti da elenchi telefonici pubblicati prima del 1 agosto 2005, bensì di divieto di trattamento di dati personali contenuti negli elenchi telefonici alfabetici universali (c.d. "DBU"). Sul punto, si chiarisce che Telextra Srl ha già chiarito la propria posizione nei confronti dell'Autorità, avendo portato prove del corretto trattamento dei dati personali contestati nel provvedimento e che, pertanto, ha ricevuto parere favorevole dall'Autorità nel proseguire l'attività di trattamento dei dati provenienti dal DBU, essendo tale attività condotta nel pieno rispetto delle prescrizioni del Codice Privacy, vedi doc. prot. Autorità Garante Privacy: http://www.indirizzi.it/privacy.asp?sez=telextraagpGrati se vorrete pubblicare questa smentita a precisazione di quanto precedentemente diffuso, porgiamo i nostri più cordiali saluti.Telextra SrlMarilena Tramarin
  • luigi maggi scrive:
    Tanto non cambia niente
    L'Autority alla privacy ci dice, quando chiamano questi soggetti per proporci qualcosa al telefono, di chiedere di cancellare il nostro nominativo dai loro archivi.Questa e' solo una illusione perche' non lo faranno mai.Tempo fa una nota compagnia di telefonia ha chiamato in azienda, per un mese e mezzo, ogni 2-3 giorni. Ogni volta dicevo che non ero interessato e di cancellare il mio nominativo dal loro elenco; quando richiamavano, gli chiedevo perche' non era stata fatta la cancellazione; mi rispondevano che era la prima volta che mi chiamavano e che c'erano anche altre agenzie a svolgere quel medesimo lavoro.Si qualificano con il solo nome di battesimo e ti dicono che appartengono a quella Societa'. Quando si insiste per sapere il nome del call center, del responsabile, di dove si trovano, rispondono che non sono autorizzati a dirlo oppure chiudono la comunicazione.Per quanto riguarda il fax pubblicitario, questo di solito viene mandato il sabato sera quando, nella maggioranza dei casi, credo, non c'e' nessuno a controllare l'apparecchio. Usano la MIA carta e la MIA linea telefonica per la loro pubblicita' interrompendo il mio lavoro.C'e' scritto che se NON voglio avere ulteriori comunicati pubblicitari gli devo mandare una richiesta per fax ad un numero, quasi sempre illeggibile perche' scritto piccolissimo, che si trova in una regione diversa dalla mia. Devo spendere, quindi, altri soldi.Se l'Autority alla Privacy vuole VERAMENTE far cessare queste 'VIOLENZE', dovrebbe, secondo me, instituire un sito web dove raccogliere le denuncie di tutti coloro che ricevono le chiamate non richieste.Solo una Istituzione puo' risalire a chi ci ha chiamato a quell'ora e a quel numero di telefono (come dicevo prima nessuno si qualifica), raccogliere le prove della telefonata, ispezionare il luoghi da dove partono le chiamate, individuare i responsabili, ed emettere eventuali sanzioni.Altrimenti non cambia nulla.SalutipsE la pubblicita' nella cassetta della posta?Se sei fuori casa, in pochi giorni te la riempiono al punto tale che se arriva posta importante il postino non riesce ad inserirla o ad inserirla in modo anomalo col rischio che qualcuno possa prenderla.
  • Emanuele scrive:
    Sempre più convinto...
    ...che faccio bene a trattarli male quando chiamano con le "offerte"...
    • sp3ctrum scrive:
      Re: Sempre più convinto...
      Si vede che non hai mai lavorato in un call-center...Se vivi in una terra come la sardegna, ti accorgerai che il call-center è l'unico lavoro esistente.Ti svelo un segreto:io lavoro in un call-center (mio malgrado) e ti posso dire come lavoriamo. Innanzitutto più il cliente è maleducato, e più viene richiamato, infatti se si ha la minima pazienza di rispondere seriamente, basta dire con sincerità che si sta bene con il proprio operatore e vi garantite almeno un mesetto di relax.chi bestemmia invece, gli viene segnato come cliente che rifiuta il dialogo o peggio un recall, perchè noi ci rompiamo i maroni a lavorare in una ditta che non paga, a ripetere la stessa frase 150 volte al dì.L'unica cosa è di essere educati.E poi sono finiti gli imbrogli! con la registrazione vocale non si può imbrogliare lo avete capito?? sapete quanti contratti ci stornano a fine mese?? almeno il 20% e vi posso dire che se a fine mese mi danno solo 300 ti girano davvero le scatole!!!Se non volete essere contatti perchè dovete fare la vostra pennicchella dopo il vostro lavoro non precario, farete meglio a studiarvi un po' di leggi ed evitare di inserire il vostro num di casa nelle tessere sconto dei supermercati!Rispettate tutti i lavori per favore, anche se fa schifo.
      • Trollalero scrive:
        Re: Sempre più convinto...
        Già è una triste realtà,solitamente quando rispondo io cortesemente dico che non sono interessato anche se insistono.Capisco la situazione e perciò penso vadano rispettate le persone che fanno questo lavoro
  • di passaggio scrive:
    questione molto complicata...
    perchè sono sicuramente da detestare gli accanimenti e i comportamenti scorretti... però nn è nemmeno possibile che una ditta normale non possa fare 1 telefonata pubblicitaria... vedi, "ad esempio", chi ha una piccola ditta di software: come gli si può vietare di chiamare anche solo 1 volta un potenziale cliente che nemmeno sa che esisti e cn cui magari poi concludi l'affare? è impossibile dire che prima di scrivo per chiederti il permesso a telefonarti..insomma un problema di difficile soluzione mi pare...
    • frk scrive:
      Re: questione molto complicata...
      Basta usare la pubblicità passiva. La mia ditta ha concluso molti più contratti con mezzi quali adwords e il posizionamento sui motori di ricerca (tanto per citare due mezzi economici) che con il teleselling...
      • di passaggio scrive:
        Re: questione molto complicata...
        mmm dipende da cosa vendi... ce lo vedi l'impiegato di un ente pubblico che vede il bannerino e ti chiama per primo?
  • Kaino scrive:
    Ecco il problema
    Nessuno ti stipula piu' NESSUN contratto se non barri la casella sul trattamento dei dati personali.Non puoi piu' fare un contratto telefonico, aprire un conto in banca, iscriverti in palestra, ad un forum, al circolo dei pensionati se non barri quella fottutissima casella che permette a tutte queste persone di disturbarti a qualsiasi ora del giorno.Quindi se non vuoi essere disturbato devi rinascere con una nuova identita' e poi non comprare MAI niente e non stipulare MAI nessun contratto, con NESSUNO.Mi chiedo dove sta la "garanzia".Anzi, con la leggere sulla privacy adesso le aziende sono "costrette" a chiedere il tuo esplicito permesso di romperti i marroni.La garanzia e' per loro, non per noi...
    • Garlet scrive:
      Re: Ecco il problema
      Finalmente si è giunti al nocciolo della questione. Per professione mi occupo di marketing ed ho anche io liste di persone che firmano il consenso per ricevere materiale pubblicitario, anche se in stragrande maggioranza si tratta di email. Ho una mia azienda molto piccola, individuale, che si occupa di questo seriamente perchè credo che la pubblicità, quando corretta e onesta, sia un servizio utile, sia all'azienda che al consumatore.Però ora voglio cogliere questa occasione per alzare un po' il velo su alcuni aspetti che praticamente mai emergono. Tutto si lamentano dei call center che disturbano (disturbano anche me e fermi tutti: io non ho un call center anche se a volte le aziende chiamano per proporre i loro servizi alle persone nelle liste), ma si dimenticano di altri aspetti che sono la vera base di questo problema.Innanzi tutto: non è vero che chi non ha il simboletto accanto al suo numero nell'elenco telefonico non può essere chiamato per comunicazioni pubblicitarie. Quel simboletto impedisce ad un'azienda (seria) di chiamarti prendendo il numero dall'elenco (come si faceva prima della legge che introdusse il simboletto). Ma se l'azienda si procura il tuo numero in altri modi può farlo. E qui veniamo a come si procurano i numeri le aziende. Il metodo più diffuso è quello che dici tu. Ma non è vero che non ci si può difendere. La legge sulla privacy dice che sull'informativa che firmi quando firmi il contratto (è vero, oggi qualsiasi contratto, ma anche questo è imposto in pratica dalla legge) ci DEVONO essere indicati i motivi per cui i tuoi dati sono raccolti e trattati e se questi possono o no essere ceduti e, infine, se la raccolta è indispensabile per l'esecuzione del contratto. Ad esempio non posso non chiedere i dati di un soggetto nei confronti del quale devo emettere una fattura. Nel caso in cui i dati siano indispensabili per eseguire il contratto non basta la firma unica per trattare i dati oltre quanto strettamente necessario e, soprattutto, per poterli cedere a terzi. Queste operazioni vanno accettate con apposite singole firme: avete notato che nei moduli per la privacy le firme richieste sono spesso 3? Perchè la prima è quella necessaria per il trattamento indispensabile, mentre con la seconda e la terza si autorizza ad ulteriori trattamenti e la cessione a terzi non strettamente necessari all'esecuzione del contratto. In questi casi la seconda e la terza firma non sono obbligatorie, ma tutti le mettono automaticamente perchè troppo pigri per chiedere o per leggere o perchè troppo asserviti al fornitore di servizi (o beni) che ci mette il foglio dell'informativa sotto il naso. E' vero che alcune informative sono fatte male e anche se fossero necessarie le tre firme ne propongono solo una quindi il consumatore si troverebbe nella situazione di prendere o lasciare il tutto. In questo caso io consiglio di scrivere di proprio pugno una nota di questo tipo: "non autorizzo nessun trattamento dei miei dati e nessuna cessione degli stessi se non strettamente necessario all'esecuzione del contratto" e solo sotto mettere la firma.Un'ultima cosa perchè poi divento troppo pesante. Come dicevo mi occupo di marketing per professione e devo usare la legge della privacy per questo scopo. Sono il primo a gioire che vengano puniti coloro che non seguono la legge perchè per me sono concorrenza sleale ed imbattibile. Quando io propongo un'iniziativa di marketing ad un cliente offrendogli la possibilità di contattare in maniera semplice, legale e abbastanza veloce le persone che mi hanno autorizzato a questo mi sento rispondere: "si bello, interessante, ma costa troppo. Su internet mi propongono di occasioni per mandare email (o di telefonate) per molto, molto meno". Poi diventa dura spiegare che però i contatti che fornisco io sono legali e autorizzati, gli indirizzi tutti veri e di persone interessate al tipo di servizio, mentre gli altri sono quelli che poi disturbano i consumatori e rovinano il mercato a tutti. Oggi si guarda sempre e solo il tornaconto economico immediato.
      • 0verture scrive:
        Re: Ecco il problema
        Ben spiegato, thx...
      • Nightmaster scrive:
        Re: Ecco il problema
        Grazie, ottimo intervento, chiaro e preciso. Penso che una corretta informazione sia la prima arma a disposizione di chi vuole salvaguardare la propria privacy.
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: Ecco il problema
        Come osi parlare seriamente su PI? Aspetterò che il T1000 passi e falci la tua superbia.
      • Kaino scrive:
        Re: Ecco il problema
        Il tuo intervento e' lodevole, pero' ti sfido a fare QUALSIASI tipo di contratto online evitando di checkare tutti i box con "autorizzo...".Ho fatto persino il contratto col Bancoposta e mi hanno obbligato a mettere la firma sulla clausola che diceva pressapoco "ci autorizza a romperle i marroni con l'invio di materiale informativo etc".E' risaputo che insieme all'estratto conto mandano i loro spam, ma credo che il sistema non accetti altro input: e' fatto cosi'.Quindi, o cosi' o niente contratto.Ok, potrei cambiare banca, ma non potrei cambiare ad esempio l'iscrizione ad un forum o ad un maxi portale di aste online.E fra 2 giorni si fara' tutto online, senza alcun mediatore "reale", e buonanotte ai suonatori.
  • Monk scrive:
    Tutte fesserie
    cito:Il relatore del provvedimento del Garante Mauro Paissan ha dichiarato che "se qualcuno vuole entrare in casa nostra deve bussare. [...]"tutte fesserie, se entra un ladro a casa mia e lo prendo a calci in c**o, va a finire che mi denuncia e gli devo pagare anche i danni!!! (di queste storie se ne son sentite fin troppe)
    • BLah scrive:
      Re: Tutte fesserie
      Vero.
    • lufo88 scrive:
      Re: Tutte fesserie
      mi pare giusto se il ladro è armato di fionda e tu gli spari!Esiste la legittima difesa ma, questo non ti autorizza a tiragli addosso fucilate.P.S. è un po' OT :)
    • Picander scrive:
      Re: Tutte fesserie
      anche secondo me il paragone non calza.Qui non si parla di bussare, ma "avere il permesso di bussare" perchè bussare equivale a fare un colpo di telefono.Detto questo sono stanchissimo del marketing telefonico, spero che aggiungano un girone dell'inferno per tutti i titolari dei call-center.
      • lufo88 scrive:
        Re: Tutte fesserie

        Detto questo sono stanchissimo del marketing
        telefonico, spero che aggiungano un girone
        dell'inferno per tutti i titolari dei
        call-center.Quoto :D
        • Picander scrive:
          Re: Tutte fesserie
          già e no solo perchè disturbano la gente, ma anche perchè tutte le brutte parole se le prendono i dipendenti! :)
  • Zio scrive:
    Finalmente! E speriamo li becchino tutti
    Mi son chiesto un sacco di volte se a casa del garante non avesse mai chiamato nessuno... perchè personalmente sono stato letteralmente molestato (sul telefono della mia ditta) da telefonate di aziende varie che cercavano di propormi qualsiasi cosa: prodotti di bellezza, vino, riviste, contratti telefonici. Il più delle volte le telefonate venivano fatte da call center anonimi che si spacciavano per le aziende stesse. Ora ho comprato un centralino che chiude la linea negli orari topici e che tramite un messaggio registrato costringe ad una selezione dell'interno. Ci sono aziende che ancora hanno il coraggio di rompere le scatole. Alcune richiamano più volte... ho addirittura istituito un black hole per parcheggiare i più ostinati. al 90% ho risolto.Ora rimane solo da risolvere i disgraziati che mi tempestano di fax con le proposte cellulari più disparate, i corsi più diversi, liste di nominativi, e addirittura che tentano di vendere titoli di studio americani! Che pagliacci, non l'hanno ancora capito che per principio non acquisterò mai, nemmeno in caso di necessità, da chi fa spamming di ogni genere. Lo ritengo anche un comportamente sleale verso le aziende concorrenti che fanno pubblicità non invasiva.
    • pentolino scrive:
      Re: Finalmente! E speriamo li becchino tutti
      quoto, io ho un problema simile a casa. Per fortuna che almeno in genere chiamano negli orari in cui sono al lavoro... gli altri li prendo in giro, raccontando che sono il maggiordomo e "il signore" è in Nicaragua per lavoro o cose del genere, dipende da quello che mi viene in mente.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Finalmente! E speriamo li becchino tutti
        contenuto non disponibile
        • pentolino scrive:
          Re: Finalmente! E speriamo li becchino tutti
          una delle scene più belle la ha fatta la mia ragazza: aveva chiamato una donna ed lei ha finto una scenata di gelosia dicendo "chi sei? un amante del mio moroso? come ti permetti di chiamare a casa?". Il bello è che la prima che si è messa a ridere è stata proprio quella del call center... sai che due p***e che ti fai a chiamare la gente tutto il giorno, anche per rompere le scatole? Almeno due risate se le è fatte anche lei, poveretta :-D
  • lol scrive:
    e lo spam via e-mail?
    E l'inutilissimo spam via e-mai che mi intasa la casella con messaggi sul pene, sull'impotenza sessuale, casinò, droghe e farmaci e così via?
    • pentolino scrive:
      Re: e lo spam via e-mail?
      chi ti dice che per qualcuno non siano utili? :-DA parte gli scherzi credo che il discorso sia dovuto al semplice fatto che una telefonata è decisamente più tracciabile di una mail (mica esistono bot-net che sparano telefonate a caso...)
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: e lo spam via e-mail?
      contenuto non disponibile
    • Pierino23 scrive:
      Re: e lo spam via e-mail?
      Io mi sono rivolto al garante per la privacy quando un provider italiano (e bada bene deve essere Italiano) mi inviava mail di spam dal contenuto erotico (lo trovate ancora negli archivi di PI), sono stato uno dei primi ad essere rimborsato con un assegno circolare: 250armati di buona volontà e di tempo da "perdere" ed inizia!ciao
  • Mad Cow scrive:
    e adesso con chi mi **** al telefono ??
    a volte erano utili.. quando telefonavano ad orari impoponibili oppure mi giravano le balle per altri motivi erano un ottima valvola di sfogo....
    • z f k scrive:
      Re: e adesso con chi mi **** al telefono ??
      - Scritto da: Mad Cow
      a volte erano utili.. quando telefonavano ad
      orari impoponibili oppure mi giravano le balle
      per altri motivi erano un ottima valvola di
      sfogo....Sto per mettere su un call center specializzato: ti abboni e noi ti chiamiamo, per proporti un qualche contratto.Non siamo ancora partiti perche' lo scatolino che rileva lo stato di incazzamento e ci avverte che il servizio e' richiesto non e' del tutto perfezionato, ma ci stiamo lavorando.Mandami una mail per maggiori info, ti manderemo una brochure illustrativa. E, no, non ti chiameremo al telefono per proporti un contratto. Ovviamente.CYA
    • lillybit scrive:
      Re: e adesso con chi mi **** al telefono ??
      - Scritto da: Mad Cow
      a volte erano utili.. quando telefonavano ad
      orari impoponibili oppure mi giravano le balle
      per altri motivi erano un ottima valvola di
      sfogo....E' vero, ma esistono tante altre valvole di sfogo.. basta andare in un uffico postale, prendere un treno, utilizzare un qualsiasi servizio pubblico... chiamare l'assistenza tecnica del proprio gestore telefonico, ecc, ecc, ecc. Oddio è vero che sfogarsi da casa propria è impagabile.. ma sono sicura che non tarderanno a presentarsi altre occasioni...
      • Matteo scrive:
        Re: e adesso con chi mi **** al telefono ??
        - Scritto da: lillybit
        - Scritto da: Mad Cow

        a volte erano utili.. quando telefonavano ad

        orari impoponibili oppure mi giravano le balle

        per altri motivi erano un ottima valvola di

        sfogo....

        E' vero, ma esistono tante altre valvole di
        sfogo.. basta andare in un uffico postale,
        prendere un treno, utilizzare un qualsiasi
        servizio pubblico... chiamare l'assistenza
        tecnica del proprio gestore telefonico, ecc, ecc,
        ecc. Oddio è vero che sfogarsi da casa propria è
        impagabile.. ma sono sicura che non tarderanno a
        presentarsi altre
        occasioni...Non fate pubblicità a questo, altrimenti ci mettono su appositi call-center per far sfogare le persone al telefono.Rispondi e ti addebitano 5, ti incazzi ancora di più e ti sfoghi...
  • aaaa scrive:
    FINALMENTE!!!!
    I padroni di queste società truffa DEVONO ESSERE ARRESTATI e MULTATI BENE così voglio vedere se lo rifanno ancora!!!!Lo stesso discorso vale anche per gli SPAMMATORI!!!! :@
  • Davide Impegnato scrive:
    Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
    Brava gente... proprio brava gente... per quanto mi riguarda, soprattutto Sky, segue Fastweb e Tiscali... Wind mai...
    • Jiraya scrive:
      Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
      ci aggiungerei pure la telecom stessa.... mi avranno chiamato 100 volte per chiedere se volevo la loro adsl, ed ogni volta gli ricordavo che ce l'avevo gia... CON LORO!
    • pentolino scrive:
      Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
      quoto entrambi, ste compagnie hanno rotto le p***e
      • Giovannino scrive:
        Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
        - Scritto da: pentolino
        quoto entrambi, ste compagnie hanno rotto le p***eNon è certo per alleggerire la loro posizione ma a chiamare il 99% sono dei netpartner (aziende che hanno in subappalto il procacciamento di possibili "vittime") che hanno politiche aziendali ancora più aggressive, poco ortodosse e ancora meno (sembra impossibile) rispettose della legge...
        • pentolino scrive:
          Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
          sì questo è vero, però non mi pare che le varie compagnie telefoniche si facciano troppi scrupoli nello stringere contratti con queste aziende...Tra l' altro confermo che ho verificato ed il mio numero non è di quelli per cui è stato manifestato il consenso alla ricezione di proposte/materiale pubblicitario, quindi per inciso TUTTE le telefonate di tipo commerciale che ricevo sono fuori legge, ma tant' è...
    • BOMBER scrive:
      Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
      Sky, Fastweb e Telecom soprattutto sono quelle più insistenti ma sono loro che appaltano questi servizi ai call-center che telefonano anche a chi ha detto di non essere disturbato da queste rotture di scatole visto che la legge prescrive che sono IO UTENTE che voglio essere disturbato per le comunicazioni pubblicitarie. Sull'elelnco telefonico noterete qualche abbonato che ha affianco al nome una busta, chi ha quella busta, e sono pochissimi, ha detto che gli si può rompere le scatole per le offerte telelfoniche ma questa gente se ne fotte della legge.
    • Kamut scrive:
      Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
      Giorni fa ho ricevuto la seguente telefonata: "buongiorno siamo di InfoS... da domani avrà una tariffa speciale. Le sta bene?" Io che sono cliente Telecom Italia ho detto "no, no". Se avessi detto "sì" mi sarei forse ritrovato con un contratto InfoS...La telefonata è durata 10 secondi. Dopo il primo no è caduta la linea. Se per caso un vecchietto rispondeva con un sì interlocutorio come sarebbe andata avanti la cosa?
      • bxt60 scrive:
        Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
        Infatti spesso e volentieri i call center, e non solo loro, approfittano proprio degli anziani perchè meno pronti a capire e di conseguenza a reagire.Purtroppo tra spam, telefonate e altro, non solo la nostra privacy va a farsi benedire ma anche la nostra tranquillità.E, cosa ben peggiore, ci si sente sempre di più indifesi di fronte a questi continui attacchi perchè, anche quando le leggi esistono, nessuno le fa rispettare.
      • 0verture scrive:
        Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
        Ed il bello è che non puoi neanche registrare le telefonate perchè non avrebbero valore legale quindi non scagionerebbero l'anziano.
        • krane scrive:
          Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
          - Scritto da: 0verture
          Ed il bello è che non puoi neanche registrare le
          telefonate perchè non avrebbero valore legale
          quindi non scagionerebbero l'anziano.Io odio cosi' tanto lo spam telefonico che mi sono ridotto a tenere una segreteria 24/24 attaccata al tel, se mi chiamano e sono in casa mi fa da vivavoce e se e' qualcuno che conosco alzo.Una volta che mi gira o si rompe mi piacerebbe mettere un risponditore che faccia la stessa cosa, con solo un'opzione in piu : se questa e' una telefonata commerciale premi 1, a quel punto faccio scattare la sviolinata della normativa che il nome della privacy gli impone di cancellarmi dai loro elenchi (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 settembre 2008 15.06-----------------------------------------------------------
        • Matteo scrive:
          Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
          - Scritto da: 0verture
          Ed il bello è che non puoi neanche registrare le
          telefonate perchè non avrebbero valore legale
          quindi non scagionerebbero
          l'anziano.Non ne sono proprio sicuro. Le compagnie possono registrare la telefonata e stipulare il contratto sulla base di quella registrazione. Certo la procedura non è proprio semplicissima (in pratica ti lasciano in attesa e preparano il tutto, l'operatore quando riapre la linea deve seguire uno schema preciso e tu devi rispondere deciso, se sbagli anche una virgola si reinizia da capo)... xò quello ha valore legale di contratto.Il viceversa potrebbe avere valore legale credo...
    • marcov scrive:
      Re: Wind, Fastweb, Tiscali e Sky
      Hai dimenticato Tele 2. Anni fa feci un contratto con loro, pagavo tanto e non capivo perché (le loro bollette erano poco trasparenti) ripassai a telecom. Però contnuano a chiamarmi per propormi nuove "interessanti offerte".
  • Nibiru scrive:
    Era ora
    Perché puniscono lo spam delle e-mail e non quello più fastidioso telefonico?
  • medioman scrive:
    si, ma la fonte dei dati?
    Le succitate aziende fornivano dati su reddito, nucleo familiare etc... Ma loro da dove li hanno presi quei dati?Ok, ci sono i registri pubblici del fisco (!) e gli elenchi elettorali, ma per dinci! 15 milioni di famiglie in un solo DB rappresentano quasi l'intero paese... Perche' la legge consente ad esempio l'acquisizione in un botto solo degli elenchi elettorali di un intera circoscrizione? Forse perche' cosi' incassa qualche centinaio di migliaio di euro? (tanto costa farsi consegnare quel malloppo di dati). Perche' si rendono disponibili in formato digitale i dati dei contribuenti, eppoi si dice che pero' quei dati non stanno li' per aiutare i markettari$$. Che ipocrisia del menga...
    • BOMBER scrive:
      Re: si, ma la fonte dei dati?
      Il problema non è tanto l'acquisizione dei dati, molti dei quali sono pubblici, ma il loro utilizzo. Non è bastato un intervento del legislatore e delle varie authority che spesso guardano da un'altra parte mentre accadono le cose, questa gente insiste con le telelfonate ma noi cittadini possiamo e dobbiamo dire di NO anche se insistono. Noi cittadini abbiamo la possibilità di far tacere tutto questo con una semplice parola: NO
    • pentolino scrive:
      Re: si, ma la fonte dei dati?
      discorso molto semplice: il mio numero è sull' elenco, quindi qualcuno potrebbe pensare che possa essere usato per rompermi le scatole.Veniamo al punto: avrai notato che sull' elenco alcuni numeri (e sottolineo alcuni, sono una netta minoranza) hanno a fianco del nome il simbolo di una busta da lettera e/o di una cornetta telefonica; tali simboli indicano che l' utente ha espresso, più o meno consciamente ma sempre e comunque esplicitamente, il consenso alla ricezione di comunicazioni pubblicitarie via posta e/o telefono. Chi non tiene conto di questa indicazione sta violando la legge sulla privacy.Io mi sono ben guardato dal fornire il consenso e infatti se guardo sull' elenco nessun simboletto appare a fianco del mio nome, eppure mi chiamano di continuo; insomma la legge esiste ma siccome è complicato risalire agli eventuali contravventori alla fine tutti se ne fregano e chiamano a destra e manca.
      • bxt60 scrive:
        Re: si, ma la fonte dei dati?
        Io non appaio più da anni sull'elenco telefonico eppure tutti i giorni trovo diverse telefonate da numeri occultati.E sono sempre call center ovviamente.In casa ci sono pochissimo e quindi le telefonate vanno tutte a vuoto. Eppure tutti i santi giorni la storia si ripete nonostante, anche quando sono a casa, se il numero non è visibile non risponda mai. Le poche volte che ho risposto ho chiesto espressamente di non essere richiamata ma ovviamente non è servito a nulla.Mi chiedo se non sarebbe più sensato obbligare i call center ad utilizzare numeri speciali in modo da poter bloccare le telefonate in entrata così come lo si può fare in uscita verso i numeri a pagamento...
        • pentolino scrive:
          Re: si, ma la fonte dei dati?
          potrebbe essere una buona idea, ed è proprio per questo che temo che non sarà mai applicata... :-(
        • 0verture scrive:
          Re: si, ma la fonte dei dati?

          Mi chiedo se non sarebbe più sensato obbligare i
          call center ad utilizzare numeri speciali in modo
          da poter bloccare le telefonate in entrata così
          come lo si può fare in uscita verso i numeri a
          pagamento...Ok, obbligare: come ?Ok, fare i numeri speciali ma poi bisogna costringere queste società a switchare e se non lo fanno ?Cosa gli si fa ?Qui da noi prima di introdurre valanghe di nuovi obblighi che danno tanto una sensazione di padre eterno a chi li ha inventati bisogna garantire l'esecuzione completa, dura e senza sconti, della pena per chi non rispetta quelli già esistenti.I call center occultano il numero ma le forze dell'ordine possono risalirci comunque. Si piazzano svariati "honey pot" in molte case diverse e si intercettano le origini di questi numeri occultati poi, si va di brutto, giù la porta e si portano fuori i responsabili incaprettati.Si facesse così possiamo stare certi che molti call center per il futuro comincerebbero seriamente a tenere conto di chi tiene o meno la bustina vicino al numero.
          • bxt60 scrive:
            Re: si, ma la fonte dei dati?
            Hai ragione, però bisogna anche ammettere che la possibilità di poter oscurare i numeri di telefono non solo non tutela la privacy di nessuno, ma crea anche situazioni spiacevoli perchè, non solo i call center ne approfittano, ma anche distubatori, maniaci, stalker ecc. ecc. che grazie a questa possibilità agiscono indisturbati.E poi prova ad andare a chiedere aiuto alle autorità...Quindi, non ritengo una brutta idea quella di usare solo determinati numeri. Per chi non si allinea e persiste, chiusura immediata dell'attività e divieto di aprirne un'altra dello stesso tipo.
  • Lenny scrive:
    da domani ci sarà un'altra società
    come minimo sarà uscito un dvd contenente tutti questi dati che in questo momento sono già in mano ad un altro prestanome di una società nelle isole Caiman che sta già allestendo un nuovo callcenter.Made in Italy.
    • bancarotta fred scrive:
      Re: da domani ci sarà un'altra società
      Non ce n'è bisogno. Di solito queste aziende truffaldine stanno in piedi un anno, non versano l'iva, incassano, e poi dichiarano fallimento. Poi cambiano nome, cosi l'erario ci resta con un palmo di naso e la storia ricomincia, con un'altro nome.
      • GrandeCapo scrive:
        Re: da domani ci sarà un'altra società
        viva l'italia
      • bancarotta fred scrive:
        Re: da domani ci sarà un'altra società
        Dimenticavo la cosa più importante, anche perchè è giusto che si sappia. Molte di queste azienducole cessano di erogare gli stipendi almeno 3 mesi prima di chiudere. Cosi anche il lavoratore non prende ne gli stipendi ne il TFR.Cigliegina sulla torta: la vertenza sindacale non ha effetto e se lo ha va avanti per molti anni e in ogni caso non repuperi tutta la cifra che ti spetterebbe (molto meno della metà). Con questo non voglio gettare fango sui call center in particolare, voglio solo mettere alla luce un aspetto underground del mondo del lavoro di cui stranamente non si parla mai.Statevene accuorti.
        • aaaa scrive:
          Re: da domani ci sarà un'altra società
          Allora anche se hanno bisogno di lavorare, coloro che capiscono cosa c'è sotto NON DEVONO LAVORARE per questi truffatori e spaccamaroni, piuttosto è meglio pulire i cessi anche se fa schifo!!!!
        • Lavoratore onesto scrive:
          Re: da domani ci sarà un'altra società
          Direi che questi aspetti vadano descritti pubblicamente soprattutto in blog e siti come Punto Informatico.Per lo meno sti balordi non potranno avere dalla loro parte l'effetto sorpresa.Esorto quindi i redattori di Punto Informatico ad approfondire maggiormente questi aspetti spesso oscuri, finchè non li si sperimenta sulla propria pelle.
Chiudi i commenti