La C di Commodore torna sui PC

A quasi quindici anni di distanza dalla commercializzazione dell'ultimo Commodore, l'azienda che ora possiede il celebre marchio ha deciso di sfidare la storia e tornare a produrre PC. Il target sono gli appassionati di giochi
A quasi quindici anni di distanza dalla commercializzazione dell'ultimo Commodore, l'azienda che ora possiede il celebre marchio ha deciso di sfidare la storia e tornare a produrre PC. Il target sono gli appassionati di giochi

Baarn (Olanda) – Come la fenice, di tanto in tanto il marchio Commodore risorge dalle sue ceneri, quasi a voler dimostrare che i miti, quelli veri, possono essere sconfitti ma non uccisi. Questa volta la leggendaria griffe di Jack Tramiel , che nel recente passato si è legata a player MP3 ed altri gadget consumer, firmerà una linea di PC per hardcore gamer.

Il vendor di questi PC sarà Commodore Gaming , divisione di Commodore International Corporation ( CIC ): questa società è stata avviata dall’olandese Yeahronimo Media Ventures in seguito all’ acquisizione , all’inizio del 2005, di tutti i marchi e i brevetti Commodore della connazionale Tulip Computers .

CIC non ha fornito alcun dettaglio sulla sua futura linea di PC Commodore, ma è ipotizzabile che si tratterà di computer particolarmente pompati e dal design accattivante : potenziali rivali made in CE dei sistemi assemblati da Alienware/Dell e VoodooPC/HP. Potrebbero però esserci anche altre sorprese, e se ci saranno lo si apprenderà fra otto giorni: tale informazione si evince dal conto alla rovescia visibile sul sito di Commodore Gaming.

ArsTechnica.com fa notare come, per ironia della sorte, una delle ragioni che portò al crollo finanziario di Commodore fu proprio la decisione dell’azienda di gettarsi nel business dei PC, dove non seppe tener fronte alla guerra dei prezzi praticata da produttori tiwanesi di “cloni”.

“La nuova azienda Commodore Gaming, connessa alla vecchia Commodore solo per il nome, può sperare di attrare altre persone oltre ai semplici nostalgici solo offrendo qualcosa di davvero speciale”, ha commentato Jeremy Reimer su ArsTechnica.

All’inizio dell’anno CIC ha anche rinnovato il sito CommodoreWorld.com , originariamente lanciato da Tulip, e lo ha fatto diventare la casa di Gravel , una famiglia di media player e appliance in grado di connettersi ad Internet via WiFi e scaricare musica e video, vedere la TV, ricevere notizie e uploadare le proprie foto su un album online. Il servizio, fornito dalla stessa CIC, prevede un accesso base gratuito ed uno premium.

CIC ha anche aperto un blog in cui fornisce notizie sui nuovi e futuri prodotti a marchio Commodore.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 03 2007
Link copiato negli appunti