Un cracker bombarolo?

Pochi dettagli
Pochi dettagli


Roma – Si sa ancora poco o niente del profilo di un cracker di Riccione che è stato arrestato nelle scorse ore dai Carabinieri. Si tratterebbe di uno smanettone capace di infilarsi in molti conti bancari.

Nell’appartamento dell’uomo sottoposto a sequestro, i Carabinieri hanno anche scoperto il necessario per la realizzazione di ordigni: vi sarebbero state sia sostanze per la produzione di bombe che manuali di fabbricazione, e il tutto sarebbe “condito” da una manifesto che viene considerato di matrice anarchica.

Dalle poche notizie finora giunte, i Carabinieri sospettano che l’uomo che ha risieduto a lungo in Sardegna possa essere legato ad azioni dinamitarde che si sono verificate nell’isola nei mesi scorsi.

Dell’identità dell’individuo, che sarebbe stato capace di violare le protezioni dei sistemi informatici bancari, si sa ancora pochissimo. Si sa solo che ha 38 anni e che sarebbe considerato l’autore di numerose effrazioni informatiche.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 01 2005
Link copiato negli appunti