Un database a caccia di pedoporno online

Il progetto Interpol punta su una maggiore cooperazione per le indagini su scala globale. Il fulcro sarà un archivio intelligente di dati e immagini provenienti da mezzo mondo

Roma – “Ogni immagine pedopornografica è una scena del crimine”. Questo il presupposto sul quale lavorerà la task force del rinnovato Project Guardian , istituito da Interpol e annunciato nell’ambito della conferenza organizzata dall’International Centre for Missing and Exploited Children ( ICMEC ).

Quel che più preoccupa Interpol, rivela il segretario generale Ronald K. Noble, è il fatto che i siti che costituiscono i punti di riferimento per i pedofili si sappiano mimetizzare sempre meglio, complicando a dismisura le indagini e le procedure per punire coloro che perpetrano i reati. Molti siti promettono “giovani modelli”, in home page compaiono ragazzine ammiccanti, truccate e spesso agghindate come fossero adulte. Solo accedendo alla sezione a pagamento del sito si possono individuare immagini non altrettanto innocue, o addirittura stabilire contatti con le giovani vittime.

Quali i mezzi per combattere questo tipo di abusi, e la criminalità organizzata che li sostiene? Tecnologia, esperienza e collaborazione: saranno queste le colonne portanti del Project Guardian. Un milione di euro sarà il costo di lancio dell’operazione, che prevede l’addestramento di esperti e un’attività di coordinamento a livello sovranazionale, per favorire una migliore integrazione delle risorse e delle informazioni in possesso delle forze dell’ordine dei paesi membri di Interpol.

Il progetto potrà avere come punto di riferimento l’ International Child Sexual Exploitation database ( ICSE ). Finanziato dai membri del G8, costituirà una versione più accessibile e completa dell’ Interpol’s Child Abuse Image Database (ICAID), che tuttora raccoglie oltre 500mila immagini ed incrocia le informazioni che provengono da più fonti sull’operato della criminalità pornopedofila.

Nel momento in cui Interpol riceve dai paesi membri delle segnalazioni, un software per il riconoscimento di immagini effettua la comparazione, individua i pattern che accomunano le immagini, e consente una rapida scrematura dei risultati . Con l’ausilio di periti attinti dalle specializzazioni più disparate, si cerca di individuare il paese in cui è avvenuto l’abuso, per poi contattare le autorità locali, collaborando affinché il caso venga risolto.

Sorvolando su eventuali perplessità riguardo alla sicurezza del database, e sulle possibili implicazioni nel caso in cui venisse violato, i risultati ottenuti finora sono considerati tangibili . Dai 30 del 2001, momento in cui il database contava 50mila immagini (un numero relativamente ridotto, probabilmente perché il fenomeno della pedopornografia in Rete era meno esteso rispetto ad ora), i casi di bambini identificati, localizzati e salvati sono saliti a 500 all’anno.

La cooperazione e l’azione da parte delle forze di polizia, però, sono limitate da legislazioni manchevoli . Oltre la metà degli stati membri di Interpol non prevede leggi che riguardano la pedopornografia, mentre 136 di essi non considera reato la detenzione di materiale pedopornografico.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Chissa' come mai...
    ... tutti i thread e i commenti che sottolineano la banalizzazione dell'informazione che sta svolgendo PI ultimamente sono catalogati come OT, POLICY, TROLL eccetera.Naturalmente, anche questo post sara' etichettato in una di queste categorie. Cod. Verifica: 526769
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissa' come mai...
      - Scritto da:
      ... tutti i thread e i commenti che sottolineano
      la banalizzazione dell'informazione che sta
      svolgendo PI ultimamente sono catalogati come OT,
      POLICY, TROLL
      eccetera.

      Naturalmente, anche questo post sara' etichettato
      in una di queste categorie.


      Cod. Verifica: 526769In Cina avviene lo stesso caro amico :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissa' come mai...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ... tutti i thread e i commenti che sottolineano

        la banalizzazione dell'informazione che sta

        svolgendo PI ultimamente sono catalogati come
        OT,

        POLICY, TROLL

        eccetera.



        Naturalmente, anche questo post sara'
        etichettato

        in una di queste categorie.





        Cod. Verifica: 526769

        In Cina avviene lo stesso caro amico :Din Cina hanno la moderazione collettiva?
  • ilmusico scrive:
    Ancora...!!!
    Ma è possibile che ancora vi siano persone che si meravigliano di come , negli Stati Uniti la parola democrazia si stia sempre più svuotando del suo significato originale? L' accostamento Cina -Stati Uniti , non mi meraviglia più di tanto... Il Musico
  • Anonimo scrive:
    SEMPRE A DARE CONTRO ALL'AMERICA
    pure quando l'articolo non c'entra un razzo con la realtà vera :D :salmeno correggetelo... o metteteci una bella frase in apertura "ARTICOLO ERRATO"mah :s
  • Anonimo scrive:
    Redazione, quanto ci vuole a correggere?
    È inutile vantarsi di esistere da più di dieci anni, se poi si fanno queste figure barbine. Quanto ci mettete a correggere il titolo e le varie inesattezze di questo pezzo (faccio molta fatica a chiamarlo articolo), capisco che tutto fa brodo per accalappiare impressions, ma così state scadendo nell'informazione di bassa lega (e ciò sta accadendo da non poco tempo).P.S.: i vostri captcha (a volte) sono molto poco adatti a chi ha problemi di vista.
  • Wakko Warner scrive:
    Proposta di legge NON approvata
    http://yro.slashdot.org/yro/07/01/19/0553211.shtmlCiò che è triste è che i sostenitori di questa VERGOGNA erano i democratici, NON i repubblicani come si potrebbe pensare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta di legge NON approvata
      - Scritto da: Wakko Warner
      http://yro.slashdot.org/yro/07/01/19/0553211.shtml

      Ciò che è triste è che i sostenitori di questa
      VERGOGNA erano i democratici, NON i repubblicani
      come si potrebbe
      pensare.SHHH! Non lo dire. Silenzio! Non bisogna parlarne assolutamente!PUNTO INFORMATICO GROUPTHINK MODE ONBuu huu, Bush cattivo come Hitler e la RIAA e la MPAA il 9/11 è un complotto e lo sbarco sulla Luna è falso ed é tutto un complotto e il petrolio e Israele e viva Zapatero e la pace e viva i pirati.PUNTO INFORMATICO GROUPTHINK MODE OFFCome da sopra.
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta di legge NON approvata
        (troll4)(troll3)(troll2)(troll1)(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta di legge NON approvata
        - Scritto da:

        - Scritto da: Wakko Warner


        http://yro.slashdot.org/yro/07/01/19/0553211.shtml



        Ciò che è triste è che i sostenitori di questa

        VERGOGNA erano i democratici, NON i repubblicani

        come si potrebbe

        pensare.

        SHHH! Non lo dire. Silenzio! Non bisogna parlarne
        assolutamente!

        PUNTO INFORMATICO GROUPTHINK MODE ON

        Buu huu, Bush cattivo come Hitler e la RIAA e la
        MPAA il 9/11 è un complotto e lo sbarco sulla
        Luna è falso ed é tutto un complotto e il
        petrolio e Israele e viva Zapatero e la pace e
        viva i
        pirati.

        PUNTO INFORMATICO GROUPTHINK MODE OFF

        Come da sopra.deficiente
    • painlord2k scrive:
      Re: Proposta di legge NON approvata
      - Scritto da: Wakko Warner
      http://yro.slashdot.org/yro/07/01/19/0553211.shtml

      Ciò che è triste è che i sostenitori di questa
      VERGOGNA erano i democratici, NON i repubblicani
      come si potrebbe pensare.Sarà triste, ma non è sorprendente, se si conoscono i Democratici e i Repubblicani.Sarà che non mi sorprende da un partito che ha un Senatore che era un membro del KKK (più ogni tanto spara qualche scemenza degna del KKK).Ma, uno studio di pochi anni fa ha mostrato come i democratici e gli indipendenti siano molto prodighi e razzisti, mentre i repubblicani sono severi ma non vedono i colori (della pelle).Non per nulla, Martin Luther King era repubblicano, Eisenhauer era repubblicano (mandò l'Esercito per desegregare le scuole nel Sud - contro le proteste dei razzisti democratici), Lincoln era repubblicano, Condoleza Rice è repubblicana e molti altri.Barak Obama vuole correre per la presidenza, ma sfortunatamente per lui, di norma i democratici preferiscono votare per i bianchi, non per i neri, alle elezioni.
  • Anonimo scrive:
    Invece di scrivere scemenze...
    Informatevi un attimo: http://www.senate.gov/legislative/LIS/roll_call_lists/roll_call_vote_cfm.cfm?congress=110&session=1&vote=00017La legge è stata stroncata 55 a 43, stranamente da una maggioranza di Repubblicani. I Democratici hanno votato in massa per la sua approvazione.Eh, ma leggere costa fatica. Meglio sputare fregnacce antiamericane a destra e a sinistra con tutta la cognizione di causa di un ripetente di terza elementare.
  • Login scrive:
    Notizia FALSA -PI non conosce l'inglese?
    Maruccia, ma che combini?PI oggi le spara grosse e l'autore dovrebbe immediatamente rivedere quello che ha scritto.Se non si e' in grado di comprendere l'inglese non si dovrebbe adoperare la fantasia per sopperire.Innanzi tutto E' FALSO che "Un disegno di legge prevede l'obbligo di registrazione formale per blog e siti divulgativi, o comunque spazi web di discreto successo."Si tratta di un disegno di legge che prevede l'obbligo di registrazione formale di qualsiasi organizzazione che promuova a 500 o piu' persone, al di fuori della organizzazione stessa, di portare domande, critiche, interrogazioni al congresso per problemi specifici.The bill defines "grassroots lobbying firms" as any organization that encourages 500 or more members of the general public to contact Congress .http://www.gather.com/viewArticle.jsp?articleId=281474976882479 Si tratta quindi di una norma di legge che intende regolamentare - ed effettivamente colpire con onerose registrazioni - le organizzazioni che promuovono APPELLI ai membri del congresso su particolari temi, in particolare colpisce organizzazioni medio piccole.(Grassrootshttp://en.wikipedia.org/wiki/Grassroots )E' quindi FALSO che Un disegno di legge prevede l'obbligo di registrazione formale per blog e siti divulgativi, o comunque spazi web di discreto successo E' quindi FALSO che la proposta di riforma dell'attività lobbistica attualmente in attesa alla Camera dei Rappresentanti, prevede che tutte le fonti di informazione rivolte al grande pubblico , che abbiano un bacino d'utenza uguale o superiore a 500 utenti denuncino preventivamente la propria attività. Partendo da un errore cosi' grossolano come scambiare la schedatura di organizzazioni per la promozione di appelli al congresso con "tutte le fonti di informazione", ne risulta che e' falso, distorto ed ingannevole gran parte di quello che si legge nell'articolo di Maruccia.Ecco la norma di legge incriminata.http://www.gather.com/viewArticle.jsp?articleId=281474976882479Se non siete in grado di comprenderla, non fateci un articolo.Se non siete in grado di comprenderla, almeno cercate di capire di cosa stanno parlando quelli che criticano questa legge.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 gennaio 2007 07.50-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl

      Se non siete in grado di comprenderla, non fateci
      un
      articolo.
      Se non siete in grado di comprenderla, almeno
      cercate di capire di cosa stanno parlando quelli
      che criticano questa
      legge.
      Mi convinco ogni giorno di più che perdo solo del tempo a leggere PI e questo tuo intervento sembra confermare....
      • Anonimo scrive:
        Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
        - Scritto da:


        Se non siete in grado di comprenderla, non
        fateci

        un

        articolo.

        Se non siete in grado di comprenderla, almeno

        cercate di capire di cosa stanno parlando quelli

        che criticano questa

        legge.



        Mi convinco ogni giorno di più che perdo solo del
        tempo a leggere PI e questo tuo intervento sembra
        confermare....Poi me le sento quando lo chiamo Punto Disinformatico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
          - Scritto da:
          - Scritto da:




          Se non siete in grado di comprenderla, non

          fateci


          un


          articolo.


          Se non siete in grado di comprenderla, almeno


          cercate di capire di cosa stanno parlando
          quelli


          che criticano questa


          legge.






          Mi convinco ogni giorno di più che perdo solo
          del

          tempo a leggere PI e questo tuo intervento
          sembra

          confermare....

          Poi me le sento quando lo chiamo Punto
          Disinformatico.

          Quello che tempo fa ha lanciato il sondaggio "PUNTO INFORMATICO O RUTTO INFORMATICO?" era un veggente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
        - Scritto da:


        Se non siete in grado di comprenderla, non
        fateci

        un

        articolo.

        Se non siete in grado di comprenderla, almeno

        cercate di capire di cosa stanno parlando quelli

        che criticano questa

        legge.Hai detto la verita' e sei stato icsato... come al solito, bisogna solo baciare le OO dei Barbudos per essere lasciati in pace.La mia solidarieta' a te e a tutti quelli che hanno avuto a che fare prima di te con gli IPOCRITI BARBUTI DI PI.
    • Anonimo scrive:
      Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
      bene, già pensavo che erano straschierati, ora mi accorgo che sono antiamericani come una certa sinistra radicale... cmq per un eventuale referendumio voto per l'americano, il martini dry non mi piace
      • Anonimo scrive:
        Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
        - Scritto da:
        bene, già pensavo che erano straschierati, ora mi
        accorgo che sono antiamericani come una certa
        sinistra radicale...STRASCHIERATI? e' un eufemismo?Parlano ai loro: il popolo del free software, dell'open source, e una schiera di gente che definirei "anarcoide" e fortemente analfabetizzata dal punto di vista legale, perche', sebbene io sappia che una legge non sia necessariamente equa, va a finire che tutte le leggi che cerchino un po' di regolamentare, vengano aspramente criticate (da qui, per l'appunto, della definizione "anarcoidi").Vai a leggerti i commenti quando c'e' un articolo su una qualche legge contro la pedofilia in rete: potrebbe essere possible che spunti fuori il commento di qualcuno che dica qualcosa che si avvicini di molto a dire che il sesso con un bambino/a non sia niente di male!Vai su google, cerca i vecchi post!Poi la loro strategia e' quella di alternare gli articoli, come il vento, un pochino volta gabbana col discorso free software, prima lo esalta, poi lo critica, una volta mi ricordo (l'ho salvato da qualche parte) c'era una pubblicita' Microsoft sul sito di PI, per diversi giorni, che prendeva TUTTA LA PAGINA e l'impostazione grafica.HAI CAPITO COME FUNZIONA?poi dicono che si fanno i soldi con il free software, eh si certo, e' questo il modo di fare i soldi!No pero' non sono mai stati pro americani....e dico io queste cose quando obiettivamente:1. sono piuttosto antiamericano (nessuno deve essere d'accordo con me eh!)2. non sono un windows fan guy3. non mi schiero politicamente, ma sicuramente non sto a destraPurtroppo alla fine casco sempre qui!Nessuno e' a conoscnza di siti tipo PI italiani o esteri? all'esterno sembra funzioni in modo diverso...... da quello che vedo, ma posso sbagliare, di alternativo ci sono solo blogs o mega portaloni (che ne so... techrepublic) che non mi piacciono troppo...
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
      - Scritto da: Login
      Se non si e' in grado di comprendere l'inglese
      non si dovrebbe adoperare la fantasia per
      sopperire.http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/01/17/2030229Spiegalo anche a loro che evidentemente l'inglese non lo capiscono.Questa proposta di legge, comunque, avrebbe avuto influenza solo sui blogger pagati per fare ciò che fanno e cioè le condizioni per doversi registrare sarebbero state tutte e tre le seguenti: - devi essere un astroturfer - devi avere un bacino di almeno 500 utenti - devi essere pagato 100'000 dollari all'anno o piùCiò non toglie che è una VERGOGNA, un chiaro tentativo di mettere a tacere qualcuno.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 gennaio 2007 09.25-----------------------------------------------------------
      • Login scrive:
        Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
        Allora Wakko, prima di spararle ti conviene leggere e capirlo tu l'inglese."Political bloggers" sai cosa signfica?Nell'articolo che segnali si esprime la preoccupazione che ricadano nella definizione di legge di "organizzazione" le attivita' politiche di chi promuove gli appelli al congresso via internet."Under Senate Bill S.1, political bloggers with a readership of over 500 who comment on policy matters or hope to incite 'grassroots' action amongst their readers would be forced to register with the Federal Government as lobbyists."Rivediamo quello che ho scritto io:Si tratta quindi di una norma di legge che intende regolamentare le organizzazioni che promuovono APPELLI ai membri del congresso su particolari temi.Ovvio che se la sensibilizzazione avviene via internet, la preoccupazione che ricadano nella definizione di legge le attivita' politiche di bloggers e' legittima.Riguarda pero' solo "political bloggers" che fanno s pecifiche campagne politiche per la partecipazione ad appelli al congresso .Siamo anni luce lontani dalla follia che la proposta di riforma dell'attivita' lobbistica attualmente in attesa alla Camera dei Rappresentanti, prevede che tutte le fonti di informazione rivolte al grande pubblico , che abbiano un bacino d'utenza uguale o superiore a 500 utenti denuncino preventivamente la propria attivita'.
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
          - Scritto da: Login
          Siamo anni luce lontani dalla follia che

          la proposta di riforma dell'attivita'
          lobbistica attualmente in attesa alla Camera dei
          Rappresentanti, prevede che tutte le fonti di
          informazione rivolte al grande pubblico , che
          abbiano un bacino d'utenza uguale o superiore a
          500 utenti denuncino preventivamente la propria
          attivita'.
          Un'imprecisione che tuttavia non ha reale importanza. Qui si tratta di limitare la libertà di parola di qualcuno, che siano o meno astroturfer pagati non ha la minima importanza.Semmai sarebbe giusto che chi è pagato per fare certa informazione lo dica chiaramente sulle sue pagine "io sono un astroturfer" in questo modo si lascerebbe all'astroturfer la libertà di fare ciò che fa, senza obbligo di registrarsi e di schedarsi e si garantirebbe che chi legge quelle pagine sa chi ha di fronte e che ciò che dice lo dice perché pagato da qualcuno.Obbligare alla registrazione qualcuno per dire qualcosa è un fatto GRAVE, contrario ai principi di democrazia e libertà di stampa... esattamente come GRAVE è stata la legge che ha obbligato i siti di news italiani a registrarsi.Il fatto che poi queste norme non si applichino a tutti i blogger ma solo ad alcuni non rende inutile o falsa la notizia, solo imprecisa.
          • Login scrive:
            Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Login

            Siamo anni luce lontani dalla follia che



            la proposta di riforma dell'attivita'

            lobbistica attualmente in attesa alla Camera dei

            Rappresentanti, prevede che tutte le fonti di

            informazione rivolte al grande pubblico , che

            abbiano un bacino d'utenza uguale o superiore a

            500 utenti denuncino preventivamente la propria

            attivita'.



            Un' imprecisione che tuttavia non ha reale
            importanza.Nel tuo mondo di fumetto forse si, spiegherebbe l'avatar di un cartone.
            Qui si tratta di limitare la libertàForse ti e' sfuggito che non e' in discussione se sia grave o meno limitare in qualche modo la liberta' di parola.Qui e' in discussione il contenuto di un articolo che racconta cose false.
            Il fatto che poi queste norme non si applichino a
            tutti i blogger ma solo ad alcuni non rende
            inutile o falsa la notizia, solo imprecisa."Un disegno di legge prevede l'obbligo di registrazione formale per blog e siti divulgativi" = falso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
      Grazie della precisazione login,anche a me pareva strana una legge come quella paventata dall'articolo. In ogni caso l'approvazione della legge non è scontata, e bisogna vedere se reggerebbe alla contestazione del Primo Emendamento. In ogni caso inizio a chiedermi se ha senso scandalizzarsi di quello che avviene negli USA quando da noi, con la censura del traffico internet, siamo messi peggio.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
        - Scritto da:
        Grazie della precisazione login,anche a me pareva
        strana una legge come quella paventata
        dall'articolo. In ogni caso l'approvazione della
        legge non è scontata, e bisogna vedere se
        reggerebbe alla contestazione del Primo
        Emendamento. In ogni caso inizio a chiedermi se
        ha senso scandalizzarsi di quello che avviene
        negli USA quando da noi, con la censura del
        traffico internet, siamo messi
        peggio.Il problema è che _loro_ un primo emendamento ce l'hanno... noi no. Noi abbiamo solo l'articolo 21 della costituzione, che però è da un pezzo che non si applica più.
        • Anonimo scrive:
          Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
          Come mai non si leggono più i post? Censura preventiva?(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Notizia FALSA -PI non conosce l'ingl
          - Scritto da: Wakko Warner
          Il problema è che _loro_ un primo emendamento ce
          l'hanno... noi no. Noi abbiamo solo l'articolo 21
          della costituzione, che però è da un pezzo che
          non si applica
          più.Precisamente, per questo noi siamo messi peggio degli americani. Come se non bastasse,sta per arrivare una legge contro la negazione dell'olocausto, e puoi scommettere che il primo ambito in cui la si vorrà applicare sarà internet.
  • cuomoa scrive:
    La legge Urbani non é uguale ?
    anche in italia si voleva rendere obbligatoria la firma di un iscritto all'"ordine dei giornalisti" per chi gestisce un sito web, anzi mi sembra che sia giá obbligatorio, ma mi sa che é la classica legge italiana, che tanto nessuno rispetta, ma che al momento buono puó essere tirata fuori.
    • Anonimo scrive:
      Re: La legge Urbani non é uguale ?
      Ma chi caXXo è sto Urbani? E' ancora vivo?
      • Anonimo scrive:
        Re: La legge Urbani non é uguale ?
        nel 2000/2001... prima che arrivò berlusconi, si era fatta una proposta che doveva obbligare, chi aveva un sito web ad essere registrato nell'ordine dei giornalisti.Anni dopo Urbani voleva rendere obbligatorio l'invio per posta la copia del propio sito verso le biblioteche centrali di Roma e Firenze (sbaglio)pure eventuali aggiornamenti quindi se il tuo sito usa un CMS ed ha un forum, praticamente spendi un botto in supprti da inviare a queste due entità.Non so se era passata sta cosa però
  • Anonimo scrive:
    C'era un volta la costituzione...
    Congress shall make no law respecting an establishment of religion, or prohibiting the free exercise thereof; or abridging the freedom of speech, or of the press; or the right of the people peaceably to assemble, and to petition the Government for a redress of grievances.[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/7/79/Bill_of_Rights_Pg1of1_AC.jpg/564px-Bill_of_Rights_Pg1of1_AC.jpg[/img]
    • Anonimo scrive:
      Re: C'era un volta la costituzione...
      - Scritto da:
      Congress shall make no law respecting an
      establishment of religion, or prohibiting the
      free exercise thereof; or abridging the freedom
      of speech, or of the press; or the right of the
      people peaceably to assemble, and to petition the
      Government for a redress of
      grievances.Non è una questione di cosa c'è scritto nella costituzione. Se anche venisse approvata questa legge, non andrebbe contro di essa, perché nessuno ti impedirebbe comunque di esprimere le tue opinioni. Avresti solo l'obbligo di registrarti oltra una certa soglia di utenza. Però sicuramente questa norma tradisce lo spirito della costituzione americana.
  • Anonimo scrive:
    se passa...e' finita...
    se questa proposta di legge avesse un seguito...dite addio a tutto ciò che dovrebbe essere internet.....nel giro di pochi anni(se non mesi)la tendenza si propaghera' a macchia d'olio su tutti i paesi a rapporti stretti con gli USA.....cazzo....perche' ho sempre ragione...?tempo fa' ne parlavo con un amico e gli dicevo..."scordatelo di avere una rete libera...il futuro e' nel controllo massivo...e' la naturale evoluzione del sistema"
    • Anonimo scrive:
      Re: se passa...e' finita...
      - Scritto da:
      se questa proposta di legge avesse un
      seguito...dite addio a tutto ciò che dovrebbe
      essere
      internet.....
      nel giro di pochi anni(se non mesi)la tendenza si
      propaghera' a macchia d'olio su tutti i paesi a
      rapporti stretti con gli
      USA.....

      cazzo....perche' ho sempre ragione...?

      tempo fa' ne parlavo con un amico e gli dicevo...
      "scordatelo di avere una rete libera...il futuro
      e' nel controllo massivo...e' la naturale
      evoluzione del
      sistema"
      Ed il siterello va donde non possano braccà. Un bel proxy fuor le mura, già ti passa la paura, con il tor c'hai già installato te lo aggiorni da criptato...
    • Anonimo scrive:
      Re: se passa...e' finita...
      - Scritto da:
      se questa proposta di legge avesse un
      seguito...dite addio a tutto ciò che dovrebbe
      essere
      internet.....La notizia e' falsa perche' molto mal riportata, la legge (brutta invero) si applica alle organizzazioni che si occupano di promuovere appelli al congresso.
    • Anonimo scrive:
      Re: se passa...e' finita...

      se questa proposta di legge avesse un
      seguito...dite addio a tutto ciò che dovrebbe
      essere
      internet...Lo dici come se fosse una brutta cosa. Internet è un'americanata per perdenti, noi Europei che abbiamo dato i natali a grandi geni e artisti non abbiamo bisogno di queste cose.
    • Anonimo scrive:
      Re: se passa...e' finita...

      tempo fa' ne parlavo con un amico e gli dicevo...
      "scordatelo di avere una rete libera...il futuro
      e' nel controllo massivo...e' la naturale
      evoluzione del
      sistema"
      internet è stata pianificata proprio per questo
  • Anonimo scrive:
    il mondo precipita nel baratro
    è sempre peggio :(w il captcha :)scommetto che "anti-anonimi" ... perchè di post automatici spammatori non mi pare proprio che se ne siano visti mai
    • Anonimo scrive:
      Re: il mondo precipita nel baratro
      - Scritto da:
      è sempre peggio :(




      w il captcha :)

      scommetto che "anti-anonimi" ... perchè di post
      automatici spammatori non mi pare proprio che se
      ne siano visti
      maiCerto che si sono visti. Da parte di utenti registrati :D
  • Anonimo scrive:
    500 utenti?
    500 utenti è il pubblico di un qualsiasi scalcinato blog.Ergo: TUTTI i siti web dovranno registrarsi.500 lettori (non si parla solo di web...) è la tiratura di un giornalino scolastico.ergo: TUTTI i giornalini scolastici dovranno registrarsi.E poi cosa se ne fanno di quella massa enorme di dati?Già con il ci sono migliaia di denunciati che intaseranno i tribunali USA. Ci manca solo che denuncino chiunque si faccia il suo blogghettino e siamo a posto: poi assassini, stupratori, ladri, sequestratori... dove li mettono?A proposito, i liberissimi USA hanno circa il 2% della loro popolazione in galera o agli arresti domiciliari. Se passa questa legge, il numero deli arrestati (potrebbe essere il ragazzino blogger, all'insaputa dei genitori... o magari i genitori lo sanno benissimo ma mai e poi mai vanno a pensare che questa cosa sia illegale) è destinato a decuplicare.E grazie poi che il loro tasso di disoccupazione è basso: con tutta sta gente in gattabuia sai quanti posti di lavoro si liberano!!Vabbé a parte la battuta, reputo difficile che si vada a perseguire chiunque, non ce la fanno col P2P delle canzonette/film sotto il protettorato riaa/mpaa figuriamoci se...Del resto in Italia abbiamo una legge anche peggiore, la Urbani-bis (deposito obbligatorio... non solo registrazione)!
    • Anonimo scrive:
      Re: 500 utenti?
      Noi di CA siamo in 30 registrati dei quali 4 o 5 frequenti visitatori.Non ci dobbiamo registrare.
    • Anonimo scrive:
      Re: 500 utenti?
      - Scritto da:
      500 utenti è il pubblico di un qualsiasi
      scalcinato
      blog.
      Ergo: TUTTI i siti web dovranno registrarsi.La notizia e' falsa perche' molto mal riportata, la legge (brutta invero) si applica alle organizzazioni che si occupano di promuovere appelli al congresso.
      Del resto in Italia abbiamo una legge anche
      peggiore, la Urbani-bis (deposito obbligatorio...
      non solo registrazione)!Ecco, e rimane ancora una cosa tutta italiana.
  • Anonimo scrive:
    Poveri USA. Fanno pena ormai
    Da almeno 8 anni fanno pena gli USA. Da quando il folle texano Bush ne è immeritatamente presidente, e purtroppo il popolo USA lo sta sperimentando sulla sua pelle. Peccato che anche il resto el modo sta sperimentando sulla sua pelle chi sia l' embriacone Bush.
    • belze scrive:
      Re: Poveri USA. Fanno pena ormai
      ...e purtroppo molte persone, anche influenti politicamente, pensano ancora che sia necessario rivolgersi agli USA come allo stato dal quale copiare tutto, dato che è il migliore esistente, ma ormai penso che siamo abbastanza grandi tutti quanti da capire che quei tempi sono passati, e che negli ultimi 20 anni (non 8...io direi dall'inizio degli anni 90 in poi) le cose sono peggiorate in maniera esponenziale.Il rischio è che questo provvedimento negli USA possa arrivare di riflesso anche da noi....sempre per opera di qualche cretino come detto sopra.
      • Anonimo scrive:
        Re: Poveri USA. Fanno pena ormai
        - Scritto da: belze
        che negli ultimi 20 anni (non 8...io direi
        dall'inizio degli anni 90 in poi) le cose sono
        peggiorate in maniera esponenziale.I direi da quando i neoliberisti hanno iniziato ad impadronirsi del paese. Nella prima metà del secolo scorso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Poveri USA. Fanno pena ormai
          - Scritto da:
          - Scritto da: belze

          che negli ultimi 20 anni (non 8...io direi

          dall'inizio degli anni 90 in poi) le cose sono

          peggiorate in maniera esponenziale.

          I direi da quando i neoliberisti hanno iniziato
          ad impadronirsi del paese. Nella prima metà del
          secolo
          scorso.il buonismo che mostravano nei decenni scorsi era proprio finalizzato a ingannare il mondo affinchè si affidasse nelle loro mani fornendogli basi in ogni nazione. Ora che hanno ottenuto il loro scopo possono gettare la maschera e mostrare il loro vero volto. Tanto ormai chi si potrà opporre più?
    • danieleMM scrive:
      Re: Poveri USA. Fanno pena ormai

      Da almeno 8 anni fanno pena gli USA. Da quando il
      folle texano Bush ne è immeritatamente
      presidente, e purtroppo il popolo USA lo sta
      sperimentando sulla sua pelle. Peccato che anche
      il resto el modo sta sperimentando sulla sua
      pelle chi sia l' embriacone
      Bush.eh eh.. aspetta.. arriverà anche da noi prima o poi...(scusate l'OT se non volete non leggete)ma se siamo fortunati prima che arrivi ci pensa la natura a fare un po' piazza pulita.. uragano in europa? qualcuno ne ha mai sentito parlare, prima di oggi intendo? dicembre a 15 gradi di giorno.. ecc.. ecc..
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri USA. Fanno pena ormai
      Fanno pena i giornalisti che danno queste notizie.Che e' falsa perche' molto mal riportata. Leggiti gli articoli in inglese e te ne renderai conto.La legge (brutta invero) si applica alle organizzazioni che si occupano di promuovere appelli al congresso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Poveri USA. Fanno pena ormai

        Fanno pena i giornalisti che danno queste notizie.
        Che e' falsa perche' molto mal riportata. Leggiti
        gli articoli in inglese e te ne renderai
        conto.
        La legge (brutta invero) si applica alle
        organizzazioni che si occupano di promuovere
        appelli al
        congresso.
        Chi ti paga per scrivere queste cose? La CIA? La NSA? SERVO DI BUSH! Devi morire!(troll4)(troll4)(troll4)
    • AlphaC scrive:
      Re: Poveri USA. Fanno pena ormai
      Noi invece stiamo bene, cominciamo a pensare alle nostre disgrazie più che a quelle degli altri, la nostra classe politica fa pena in confronto a quella usa, fanno meno porcate i nostri perchè hanno meno soldi e potere...
Chiudi i commenti