Un freno contro il GPS d'indagine

Lo tirano i massimi giudici dello stato di Washington, secondo cui localizzare una persona sospetta con un dispositivo GPS si può fare solo dietro preciso mandato di un magistrato


New York (USA) – Seguire via satellite i movimenti di una persona è cosa che richiede un preciso ordine del magistrato. In un’America segnata da severe leggi di sicurezza che tendono a calpestare le libertà individuali, la decisione appena assunta dalla Corte Suprema dello stato di Washington consente di tirare il fiato.

Secondo i massimi giudici di quello stato, infatti, inserire dispositivi GPS (Global Positioning System) sull’automobile di un sospetto per poterne seguire i movimenti grazie ai satelliti, non è giustificabile senza una decisione specifica assunta da un magistrato.

La decisione è stata assolutamente sofferta, se si pensa che ad aver portato il caso dinanzi alla Corte è stato un uomo condannato per l’omicidio della figlia. William B. Jackson si è tradito quando, nel 1999, a causa di un GPS inserito nella propria automobile, ha condotto gli investigatori sul luogo dove aveva sepolto la figlia di 9 anni che aveva ucciso.
La Corte ha dunque deciso che un’operazione del genere non potrà più aver luogo senza il mandato di un giudice, ma ha anche determinato che tale decisione non può sottrarre Jackson alle sue responsabilità di omicida.

“L’uso di device di localizzazione GPS – ha spiegato uno dei giudici – rappresenta un metodo di sorveglianza particolarmente invasivo , rendendo possibile acquisire una enorme quantità di informazioni personali relative ad un cittadino in una situazione in cui quest’ultimo non sa che ogni singolo spostamento, la sua durata e ogni fermata verranno registrati dal governo”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • DoubleGJ scrive:
    ma che diamine
    Un sistemista bravo che ti dice che la tua rete non è sicura costa caro e questo che non ha neanche fatto danni lo puniscono?Ma per piacere!
  • Anonimo scrive:
    Re: HANNO FATTO BENE!!!
    hanno fatto BENISSIMO.Non si va in TV a screditare un Ospedale, anche perche' i dati a cui ha avuto accesso erano solo contabili e NON sanitari.Dopo questo episodio la fiducia dei pazienti potrebbe, in fondo ingiustamente, diminuire.Ma le TV e i mass media in genere (a volte perfino questo forum, nel suo piccolo!) fanno sempre passare in secondo piano i DETTAGLI mentre in primo piano c'e' lo SCOOP,ovvero il sommario della notizia, possibilmente piu' "scandalistica" che si puo'.Costui, andando in una TV, ha trasformato una notizia tutto sommato banale, in spettacolo.L'ergastolo, si merita, altro che 1000 dollari di cauzione!
  • ryoga scrive:
    Re: Assolutamente sbagliato
    uno italiano.Ha messo in pubblico (si fa per dire ) il suo fatturato annuo, ma non sono andato a sponsorizzarmi in giro.Cerco ancora il numero del proprietario dell'azienda, per propormi come Security Administrator :D ( i polli a volte bisogna strozzarli ) :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Assolutamente sbagliato


    :) Anche io sono entrato in un sito protetto
    da user e password ( ci sarebbe entrato
    anche un bimbo di 8 anni ), ma non sono
    andato a sponsorizzare la mia azione in tv.

    Se il tipo si fosse limitato a riferire ai
    proprietari della rete la falla presente nel
    sistema, ora, forse, aveva anche un posto
    di lavoro nell'azienda.

    Invece s'e' voluto fare un nome.
    ALLA GOGNA!Wow, quale era? Playboy.com? :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Assolutamente sbagliato
    - Scritto da: Anonimo[cut]
    Se tu trovi un ladro in casa tua aspetti che
    abbia il sacco pieno prima di prenderlo a
    mazziate? e' la stessa cosa per
    l'informatica, magari a casa tua puoi
    permetterti di perdonare un amico o un
    parente ma un perfetto sconosciuto che entra
    e ti dice "provavo solo a vedere se hai un
    buon allarme" io lo denuncio subito.Veramente mi sembra che fai un paragone sbagliato, tra l'altro parti dal presupposto che quello in casa tua sia un ladro e non magari un vicino di casa che è entrato per avvertirti che hai lasciato porte e finestre aperte...Al massimo saresti nella stessa situazione se tu lasciassi inavvertitamente la porta di casa aperta.Un tizio vede la porta aperta, entra in soggiorno si guarda intorno, scatta qualche foto in casa tua per dimostrare che c'è stato davvero e poi va in strada ed inizia ad urlare ai 4 venti "ehi, Tizio ha la porta di casa aperta !!! Guardate queste sono le foto che lo provano"Che fai, lo denunci ?E' vero, tecnicamente ha commesso una violazione di domicilio, ma da qui a metterlo in galera !!! In più, la sicurezza di casa tua è questione tua personale ma quella della rete informatica di un ospedale è affare di tutti i suoi utenti, e quindi interesse della "collettività".E' anche da tenere conto che in USA gli ospedali sono per la maggior parte privati e quindi un fatto del genere, se pubblicato, può danneggiare l'immagine della clinica e quindi danneggiarla, ma se proprio loro non si preoccupano !!!In buona sostanza credo che la reazione delle autorità sia stata spropositata e che avrebbero dovuto agire solo dietro denuncia dell'ospedale...che invece non c'è stata...Il problema è che quando sulla stampa si parla di "pirati informatici" si ottiene sempre una grande eco: il procuratore locale avrà voluto finire sui giornali per avere un po' di pubblicità....
  • Anonimo scrive:
    Assolutamente sbagliato
    Se è stato accertato che l'azione era mirata a verificarne la sicurezza e non è stato fatto nessun danno , non vedo perchè si debba incriminare , assolutamente sbagliato e privo di ogni logica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Assolutamente sbagliato
      - Scritto da: Anonimo
      Se è stato accertato che l'azione era mirata
      a verificarne la sicurezza e non è stato
      fatto nessun danno , non vedo perchè si
      debba incriminare , assolutamente sbagliato
      e privo di ogni logica.Se tu trovi un ladro in casa tua aspetti che abbia il sacco pieno prima di prenderlo a mazziate? e' la stessa cosa per l'informatica, magari a casa tua puoi permetterti di perdonare un amico o un parente ma un perfetto sconosciuto che entra e ti dice "provavo solo a vedere se hai un buon allarme" io lo denuncio subito.
    • ryoga scrive:
      Re: Assolutamente sbagliato
      - Scritto da: Anonimo
      Se è stato accertato che l'azione era mirata
      a verificarne la sicurezza e non è stato
      fatto nessun danno , non vedo perchè si
      debba incriminare , assolutamente sbagliato
      e privo di ogni logica.:) Anche io sono entrato in un sito protetto da user e password ( ci sarebbe entrato anche un bimbo di 8 anni ), ma non sono andato a sponsorizzare la mia azione in tv.Se il tipo si fosse limitato a riferire ai proprietari della rete la falla presente nel sistema, ora, forse, aveva anche un posto di lavoro nell'azienda.Invece s'e' voluto fare un nome.ALLA GOGNA!
  • ryoga scrive:
    Re: Americani.....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo
    Eh, se la pigliano con quel povero fesso,
    però hanno permesso che tre aerei venissero
    dirottati contro le torri ed il pentagono.
    Stanno proprio ridotti male, altro che
    grande nazione.Purtroppo, stanno cercando di "riparare" ( in modo errato ) agli errori commessi in passato.Tra poco, se sbagli username e password in un sito con registrazione obbligatoria, vai in in carcere :)Non per questo, pero', si deve mettere allo stesso livello della Cina
  • Anonimo scrive:
    Re: HANNO FATTO BENE!!!
    Puoi smascherare la cosa mandando le informazioni alla polizia (magari in forma anonima)Ma non sputt.. l'ospedale.Anche perchè, facendolo ha detto a tutti che la rete era bucabile e quindi chiunque avrebbe potuto tentare di entrare.Dicendolo solo alla polizia risolveva il problema.
  • Anonimo scrive:
    Esperto? ma dove?
    Piu' che esperto mi esmbra inesperto e pure un po' tonotlone....
  • Anonimo scrive:
    Re: Americani.....
    - Scritto da: Anonimo
    Ha solo denunciato (forse in modo sbagliato)
    la vulnerabilita' di un ospedale cosa grave
    pensado alla mole di dati sensibili
    archiviati nei server e ora lo sbattono pure
    in carcere?!?
    Non ha solo denunciato in modo sbagliato, è anche entrato in modo sbagliato.Il servizio che ha fatto lui si chiama "penetration test", o lo vendi al cliente o sono fatti suoi, non lo fai e poi lo dai ai giornalisti...
  • Anonimo scrive:
    avrebbe dovuto mand.cassetta anon.
    Molto meglio mandare una cassetta anonima, come se fosse stato un vero cracker. Alla fine, se ciò che gli premeva era l'innalzamento della sicurezza dell'ospedale e *NON* la propria gloria personale, tenendo conto della ristrettezza mentale dell'attuale governo usa in fatto di hackers, avrebbe dovuto restare nell'ombra.
  • Anonimo scrive:
    Re: Americani.....
    e che vuoi dire di piu': sono ameri..kani tanto basta
  • Anonimo scrive:
    Re: Americani.....
    - Scritto da: Anonimo
    Ha solo denunciato (forse in modo sbagliato)
    la vulnerabilita' di un ospedale cosa grave
    pensado alla mole di dati sensibili
    archiviati nei server e ora lo sbattono pure
    in carcere?!?

    Forse questi poliziotti a stelle e strisce
    farebbero meglio ad indagare sulle persone
    che senza problemi sono riusciti a buttare
    giu' due palazzi l'11 settembre di qualche
    anno fa....Eh, se la pigliano con quel povero fesso, però hanno permesso che tre aerei venissero dirottati contro le torri ed il pentagono. Stanno proprio ridotti male, altro che grande nazione.
  • Anonimo scrive:
    Re: HANNO FATTO BENE!!!
    - Scritto da: BiGAlex
    Ma se lui è un'idiota che vuole fare lo
    sborone e manda tutto alla televisione...
    direi proprio che hanno fatto bene! Se
    voleva avvertire qualcuno poteva benissimo
    avvisare l'ospedale senza fare tanto lo
    sborone...!!!Eh, effettivamente è stato un cretino. La stronzata televisiva doveva risparmiarsela, specie in quel paese di cani arrabbiati quale l'america. Poveretto, non vorrei essere nei suoi panni, vai a fare del bene...
  • Anonimo scrive:
    Re: cervello invecchiato?
    Perfetto! Allora posso passeggiare il sabato pomeriggio con il mio elmetto in testa e il portatile in mano collegato al wi-fi senza l'impiccio del cavo di massa. Cervello sanissimo e status sociale in un colpo solo!- Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Il comportamento di questo "esperto"

    dimostra irrevocabilmente che non solo il

    telefonino distrugge le cellule del

    cervello, ma anche il wi-fi!!! Per legge,

    occorre imporre l'uso dell'elmetto tedesco

    della II guerra mondiale (ovviamente

    collegato a massa) ogni volta che si usa

    tale metodo di connessione in rete
    mediante

    onde elettromagnetiche!

    A parte la battuta ironica vorrei precisare
    che non ha importanza collegare a massa una
    (quasi)gabbia di faraday come può essere un
    elmetto perchè in quel modo non aumenta
    l'effetto schermante.
  • Anonimo scrive:
    Re: cervello invecchiato?
    - Scritto da: Anonimo
    Il comportamento di questo "esperto"
    dimostra irrevocabilmente che non solo il
    telefonino distrugge le cellule del
    cervello, ma anche il wi-fi!!! Per legge,
    occorre imporre l'uso dell'elmetto tedesco
    della II guerra mondiale (ovviamente
    collegato a massa) ogni volta che si usa
    tale metodo di connessione in rete mediante
    onde elettromagnetiche!A parte la battuta ironica vorrei precisare che non ha importanza collegare a massa una (quasi)gabbia di faraday come può essere un elmetto perchè in quel modo non aumenta l'effetto schermante.
  • Anonimo scrive:
    cervello invecchiato?
    Il comportamento di questo "esperto" dimostra irrevocabilmente che non solo il telefonino distrugge le cellule del cervello, ma anche il wi-fi!!! Per legge, occorre imporre l'uso dell'elmetto tedesco della II guerra mondiale (ovviamente collegato a massa) ogni volta che si usa tale metodo di connessione in rete mediante onde elettromagnetiche!
  • avvelenato scrive:
    Re: sì ma il carcere è troppo
    concordo, tuttavia reputo il carcere una pena troppo severa.ci vorrebbe una lieve multa imo.
  • Anonimo scrive:
    Re: HANNO FATTO BENE!!!
    bigalex ha ragione,avrebbe dovuto semplicemente avvertire l'ospedale.Si merita tutti i guai che sta passando...
  • Anonimo scrive:
    Re: HANNO FATTO BENE!!!
    cazzate, se sputtano uno che causa un incendio doloso o il mio sindaco perche' da' i dati dell'anagrafe alla parrocchia, ha una bella faccia tosta la polizia a lamentarsi con me.certo che non possiamo neanche dire che sono pirla gli americani visto che qui basta pagare e puoi frodare il fisco e costruire palazzi nel mezzo di un parco protetto dalla cementificazione.
  • BiGAlex scrive:
    HANNO FATTO BENE!!!
    Ma se lui è un'idiota che vuole fare lo sborone e manda tutto alla televisione... direi proprio che hanno fatto bene! Se voleva avvertire qualcuno poteva benissimo avvisare l'ospedale senza fare tanto lo sborone...!!!--BiGAlex
  • Anonimo scrive:
    Re: Americani.....
    sorry x gl' errori di battitura!
  • Anonimo scrive:
    Re: Americani.....
    Parliam pur sempre di 1 paese che si preoccupa così tanto di 1 esperti di sicurezza che fa praticamente il suo lavoro...(anche se ingenuamente) e lascia in giro 13 armati sino ai denti (ma anche adulti fuori di testa) senza alcuna remora!La chiamano civiltà....loro!Simo
  • Anonimo scrive:
    Americani.....
    Ha solo denunciato (forse in modo sbagliato) la vulnerabilita' di un ospedale cosa grave pensado alla mole di dati sensibili archiviati nei server e ora lo sbattono pure in carcere?!?Forse questi poliziotti a stelle e strisce farebbero meglio ad indagare sulle persone che senza problemi sono riusciti a buttare giu' due palazzi l'11 settembre di qualche anno fa....WF
Chiudi i commenti